The Omlet Blog

TOP 7 Consigli per tenere al fresco le vostre galline in estate

Lo sapevate che le galline non sudano? Questo però non vuol dire che non sentano e soffrano il caldo e l’afa delle giornate estive, anzi! Le galline sono più sensibili al caldo che al freddo e possono rischiare di morire per un colpo di calore. Come capire se la vostra gallina ha troppo caldo? Un esempio è quando trovate le vostre galline belle spaparanzate in giardino, oppure quando le vedete aprire bene ali e penne per far passare un po’ d’aria! Di seguito trovate alcuni consigli per aiutare le vostre galline a sopportare al meglio la calura estiva.

 

  1. Tanta acqua

Le uova hanno un alto contenuto d’acqua, per cui produrre uova assorbe una buona percentuale dell’acqua contenuta nel corpo di una gallina. Cambiate di frequente l’acqua degli abbeveratoi, in modo che ce ne sia sempre di fresca e in abbondanza. Ricordate inoltre di spostare l’abbeveratoio in una zomba ombrosa e riparata, così che l’acqua rimanga fredda il più a lungo possibile durante il giorno. Se avete lo spazio, aggiungete altri abbeveratoi e/o ciotole con acqua in modo da evitare che tutte le vostre galline si ammassino nello stesso spazio, dovendo quasi lottare per l’accesso. Se il vostro giardino ve lo permette, considerate l’idea di aggiungere un paio di contenitori con dell’acqua a mo’ di laghetti: il livello dell’acqua non deve essere alto, lo scopo è solo quello di far bagnare zampe e gambe alle galline, in modo che si rinfreschino e abbassino la temperatura corporea quando necessario.

 

  1. Ombra

E’ fondamentale creare una zona ombrosa e riparata dove le gallina si possano riparare, soprattutto durante le ore più calde della giornata. Se le vostre galline hanno libero accesso al vostro giardino, si troveranno da sole un riparo sotto un albero o un cespuglio. Se così non fosse, create voi una zona apposita.

 

  1. Cibo

In estate provate a differenziare leggermente la dieta delle vostre galline, incorporando magari bacche, pezzi di frutta e verdura congelati. Se vi sentite creativi, potete mescolare insieme il solito pastone e congelarlo in stile ghiacciolo. Potrete poi lasciare le treat comodamente attaccate alla rete del recinto o direttamente per terra con uno stecchino. Una facile alternativa? Una anguria fresca di congelatore è la dieta perfetta per ferragosto! State attenti a non dare troppo cibo e treat congelati alle vostre galline, anche se fuori fa caldo: la digestione richiede energia e produce calore interno. Come ultima considerazione, cercate di dargli da mangiare durante le ore più fresche del giorno.

 

  1. Supplementi

Per le settimane più calde può essere un’ottima soluzione somministrare dei supplementi nutrizionali come vitamine e tonici: in commercio ne esistono di diversi tipi, come le versioni liquide, che potete comodamente sciogliere nell’acqua dell’abbeveratoio. L’aceto di sidro di mele è un ottimo tonico naturale e aiuta a far assorbire meglio il calcio essenziale alla formazione dei gusci d’uovo.

 

  1. Bagni di sabbia

Le galline adorano i bagni di sabbia tutto l’anno, ma in estate in particolar modo! Se non avete già un’area apposita per questi bagni, potete facilmente crearne una con una bacinella o contenitore mediamente profondo che riempirete con sabbia, terra e polvere anti-pidocchi e anti-acari. Ricordate di posizionare il contenitore all’ombra, o di usare dei teli per creare una zona fresca e protetta dai raggi del sole.

 

  1. Spazio

Date alle vostre galline ancora più spazio per muoversi: stare tutte ammassate dentro lo stesso recinto non aiuta la circolazione dell’aria e fa solo che aumentare la temperatura corporea. Tenete conto che ogni galline deve essere in gradi di sdraiarsi bene per terra all’ombra e aprire ali e penne per una migliore ventilazione.

 

  1. Pollaio fresco

Tutta la linea di pollai Eglu di Omlet ha un sistema di pannelli e un design generale che garantisce insulazione e ventilazione all’interno. Se invece avete un pollaio in legno tradizionale, assicuratevi che ci sia sempre un ricircolo d’aria (non corrente o spifferi) e tenete d’occhio eventuali condense e muffe sulle pareti! In particolare, la combinazione di muffe e caldo afoso farà marcire velocemente pagliericcio, fieno e quant’altro abbiate come bedding,  senza contare il rischio che attraggano acari, pidocchi ecc…  Fate attenzione a non mettere uno strato troppo spesso di pagliericcio, in estate ve ne basterà uno leggero, in modo che questo trattengo meno calore possibile. Se il caldo è insopportabile, tanto che le vostre galline si rifiutano di entrare nel nido a deporre, considerate l’idea di creare dei nidi altrettanto confortevoli e protetti all’esterno, magari in una zona all’ombra e venitlata.

 

 

Sources: https://www.fresheggsdaily.com, http://www.henrescue.org, https://www.omlet.dk, https://www.backyardchickens.com

This entry was posted in Estate