The Omlet Blog

Cosa fare se il gatto si perde

Contattate i vicini per andare a controllare tutti i ripari e i garage della zona

Prima di organizzare una vera e propria ricerca, cercate di contattare i vicini e chiedete loro di andare a verificare se per caso il vostro gatto non sia rimasto accidentalmente chiuso nel loro garage o in un capanno. Mentre andate in giro per il vicinato, chiamatelo ad alta voce e tendete l’orecchio per sentire se sentite un miagolio provenire da qualche garage.

Assicuratevi che qualcuno resti a casa

Se non avete uno sportellino per gatti, assicuratevi che qualcuno resti a casa mentre voi uscite per cercarlo in caso decidesse di rientrare. Alcuni gatti amano girare per qualche giorno. Se improvvisamente il tempo volge al peggio e inizia a piovere, potreste avere una stretta al cuore a saperlo sotto le intemperie, ma invece potrebbe spingerlo a tornare a casa per ripararsi.

Uscite a cercare

Se conoscete il vostro gatto, saprete anche quali sono i suoi posti preferiti. Assicuratevi di andare a vederli tutti e portate con voi dei croccantini da scuotere e chiamatelo ad alta voce.

Appendete dei volantini

Attaccate volantini, inclusi i lampioni, nelle bacheche dei negozi e suonate alla porta dei vicini per spargere la voce e sensibilizzarli.

Assicuratevi che abbiano sempre il collare e che siano chippati

Se il gatto ha il microchip, e qualcuno lo trova e lo porta dal veterinario, questo vi chiamerà e potrete ritrovarvi in fretta. Se non ha il microchip, telefonate a tutti i veterinari della zona e verificate che il gatto non sia stato portato lì.

Social media

Pubblicate un post sui vostri canali social e chiedete ai vostri amici e parenti di condividerlo. Contattate anche i gruppi della comunità locale in cui abitate e chiedete di pubblicare la notizia.

Lasciate che l’altro gatto vi aiuti

Se avete un altro gatto, potreste essere tentati di tenerlo chiuso in casa per evitare una doppia preoccupazione. Non fatelo! Lasciatelo uscire ed esplorare come al solito, potrebbe condurvi all’altro gatto che magari è rimasto intrappolato o ferito. Inoltre se lo seguite, potrebbe darvi delle idee sui posti che frequentano.

Impiegate delle telecamere sulla porta d’ingresso

Le telecamere da apporre alle porte d’ingresso come Nest e Ring rilevano ogni movimento inclusi gli animali e verificate con i vicini se hanno avuto dei segnali d’allarme da quando il vostro gatto è scomparso.

Se vi trasferite

Per evitare che il gatto si perda appena fatto il trasloco, tenetelo in casa per almeno 3 settimane per evitare che rimangano disorientati o che tentino di tornare alla vecchia casa. Questo tempo trascorso in casa permetterà loro di ambientarsi e considerare la nuova dimora come ‘casa’ marcandola con il loro odore.

Potete anche strofinare del burro sulle zampe il primo giorno in cui arrivate così invece di stressarsi e cercare di scappare, si siederà a leccarsi via il burro e nello stesso tempo si ambienterà.

Mentre lo tenete in casa, spargete fuori di casa un po’ della sabbietta della lettiera così che anche gli altri gatti di quartiere si adattino al loro odore. La prima volta che lo lasciate uscire fatelo all’ora di pranzo così la fame lo riporterà a casa con facilità se vi sentirà scuotere la scatola dei crocchini.

La necessità e il desiderio di tornare alla vecchia casa può essere molto forte, soprattutto se non è molto distante. Assicuratevi che i nuovi inquilini abbiano i vostri riferimenti in caso tornasse.

This entry was posted in Gatti