The Omlet Blog

La dieta dei conigli

Tutti i conigli, sia quelli che vivono nelle tane allo stato selvatico, sia quelli che vivono in comode gabbie e sono i nostri compagni, sono erbivori. Questo significa che si cibano esclusivamente di cose che derivano dalle piante, principalmente erba, semi e verdure.

La gran parte dei problemi di salute dei conigli in cattività si possono ricondurre ad una alimentazione scorretta o poco equilibrata. Oltre a problemi gastrointestinali che sono causa di pericolo di morte, una dieta scorretta può causare problemi ai denti e indebolire il sistema immunitario ecco perché è così importante che impariate a nutrirlo in maniera corretta.

FIENO

La dieta di un coniglio selvatico consiste principalmente di erba che trovano nei campi intorno alla loro tana. Dato che l’erba contiene pochissimi nutrienti, ne devono mangiare in grande quantità per sopravvivere e passano la maggior parte delle loro giornate in quest’operazione. I conigli domestici non riuscirebbero a mangiare così tanto in un giorno e per questo la loro dieta deve essere integrata con del cibo secco, verdure e fieno per avere le calorie necessarie, vitamine e minerali per essere felici e in salute.

Una buona dieta dovrebbe consistere nell’80% circa di buon fieno e dovrebbero sempre averne a disposizione. Il fieno non solo garantisce ai conigli i nutrienti di cui hanno bisogno ma aiuta a tenere sempre i denti ben limati. Però non è sufficiente che abbiano accesso libero al fieno; dovrete anche limitare altri tipi di cibo.

ALIMENTAZIONE

I tipi più comuni di alimentazione per i conigli domestici, sono i pellettati e i mix. I pellettati sono sempre la miglior scelta dato che hanno un alto contenuto di fibre (almeno il 18%, idealmente 20-25%) e non contengono grassi e carboidrati come lo zucchero. I pellettati prevengono anche un’alimentazione selettiva dato che i nutrienti sono distribuiti uniformemente e così potete essere certi che ogni coniglio riceva lo stesso ottimo cibo.

Distribuite solo una manciata di pellettato al giorno. Come già accennato prima, un coniglio iper nutrito, preferirà cibarsi di cibi gustosi tralasciando l’importantissimo fieno.

VERDURE

Le verdure fresche sono fonte di nutrimento per i conigli e i diversi tipi di masticazione aiutano a mantenere i denti in buona salute. Cercate di dare una grande varietà di verdure al vostro pet durante la settimana e cercate di arrivare a tre diverse al giorno. Per esempio potete fare erba, trifoglio, foglie di tarassaco, foglie di alberi da frutto, le barbe delle carote e prezzemolo. Spinaci, biete, cavolo e cavoletti sono nutrienti ma devono essere dosati con moderazione. In generale introducete le nuove verdure un po’ per volta e controllate che siano ben tollerate.

Assicuratevi che le verdure che date ai conigli rimangano fresche mettendole in un dispenser come Caddi. Questo consentirà di nutrire i conigli in modo igienico e facile oltre a garantire agli animali divertimento e un’esperienza interattiva di mangiare.

BOCCONCINI

Altri vegetali, frutti e bacche possono essere concessi solo di tanto in tanto. Evitate i cibi “per umani” che contengono zuccheri e sale e anche frutta secca e semi. Vorrete viziarli ma se non lo farete con moderazione, il coniglio potrebbe diventare obeso e malato.

E’ anche importante sottolineare che alcuni frutti e vegetali sono nocivi e perfino tossici per i conigli e sono assolutamente proibiti. Prima di provare qualcosa di nuovo, assicuratevi di controllare che sia adatto.

CIECOTROFI

Per assicurarsi di ingerire tutti i nutrienti possibili dal cibo, un coniglio produrrà dei piccoli raggruppamenti di palline diverse dal normale pellet che mangiano direttamente dal loro sedere. Potrebbe sembrare strano ma è molto importante che mangino questo snack molto nutriente.

Se notate nella gabbia molti ciecotrofi oppure se rimangono attaccati alla pelliccia è un segnale che la dieta è troppo ricca. Cercate di ridurre il pellet e implementate il fieno e contattate il veterinario se il problema persiste.

This entry was posted in Conigli