The Omlet Blog

Category Archives: Cani

10 ottimi suggerimenti per andare in campeggio con il cane

Partire per un viaggio all’aria aperta e stare in un campeggio dove i cani sono ben accetti è un’ottima idea… in teoria! Ma che succede se il cane tiene svegli tutti per tutta la notte abbaiando agli sconosciuti che vede passare oppure parte a razzo appena un vicino accende il barbecue?

Il fatto è che alcuni cani sono nati per campeggiare mentre altri ne sono frustrati o spaventati. I nostri dieci suggerimenti per il campeggio dovrebbero aiutarvi a trovare dei compromessi per un buon soggiorno per voi e il vostro cane.

1. Pensa alla personalità del tuo cane.

Un cane rilassato che ama stendersi dopo una bella passeggiata probabilmente amerà fare campeggio. Lo stesso può dirsi per un cane che si rapporta bene con altri cani e nuove persone. D’altro canto, un cane ombroso, nervoso o aggressivo potrebbe trovarlo stressante. Questo non significa che dovrete rinunciare al campeggio. Se è sempre aggressivo nei confronti degli estranei, è meglio lasciar perdere altrimenti basterà lavorarci su. Sicuramente se sceglierete un posticino tranquillo sarà meglio rispetto ad un rumoroso e affollato villaggio in alta stagione.

Detto ciò, di solito i cani ben addestrati tollerano meglio il trambusto se hanno la possibilità di fare diverse passeggiate regolarmente.

2. Scegliete il camping prima di partire.

Molti non accettano cani al loro camping e diversi hanno come politica interna ‘Cani tenuti sempre al guinzaglio’. Quelli che davvero accettano cani, sono abbastanza fieri e tendono a vantare i loro servizi dog-friendly. Quelli però che non accettano cani sono più numerosi quindi fate i compiti.

3. Portate con voi tutti gli accessori per il cane.

Avrete bisogno delle ciotole per cibo e acqua – incluse ciotole da viaggio leggere e portatili e thermos per l’acqua per le lunghe passeggiate – cibo, guinzagli, pettorine e museruola, sacchetti igienici, cuccia, salviette, i giochi preferiti, collare anti pulci, pinzette per rimuovere le zecche, e qualunque cosa possa essere utile per un soggiorno confortevole. Potreste anche considerare un collare luminoso per le notti buie.

4. Non dimenticate i libretti sanitari e medaglietta.

In caso di emergenza o smarrimento, dovrete avere tutti i riferimenti del cane sul libretto, o stampato (e laminato, se possibile – a volte in campeggio c’è umidità che può rovinare e rendere illeggibili le scritte su carta). Dovrete portare anche le note del veterinario e il libretto che riporta le vaccinazioni e le informazioni di contatto. Anche il microchip, se necessario deve essere aggiornato.

5. Mettetevi comodi.

Dopo il viaggio, prima di fare qualunque altra cosa, lasciate che il cane si abitui al nuovo ambiente. Gli ci vorrà un po’ e apprezzerà una buona e lunga passeggiata per abituarsi alla nuova vista, odori e suoni del nuovo ambiente.

6. Tenete il cane sotto controllo.

Dovrete evitare di passare il tempo a sorvegliare il cane per evitare che vada a far danni nelle docce o che vada a spazzolare i panini dei vostri vicini di tenda. A meno che il vostro cane non sia davvero ben addestrato, dovrete tenerlo al guinzaglio – uno lungo se il posto lo permette – fissato ad un gancio a terra o ad un albero. Questa soluzione gli consentirà di annusare in giro senza scappare appena voltate le spalle. Potreste anche portare un kennel da viaggio con voi se il cane è abituato. Ci sono anche tende per cani.

7. Tenete pulito.

Tenete sempre a portata di mano i sacchetti igienici. Togliete le ciotole con il cibo e i giochi una volta che li avete usati per evitare che altri cani siano attirati dall’odore e che ci siano dei litigi tra cani.

8. Scoraggiate gli abbai.

Se il cane inizia ad abbaiare, distraetelo o portatelo in un altro posto per fargli cambiare prospettiva finché non si sarà calmato. Una passeggiata è l’ideale. Ricordate che i bambini e molti campeggiatori vanno a dormire presto quindi imponetevi un coprifuoco alle 8 di sera per evitare che il cane abbai. Questo può significare portare il cane in tenda o nel kennel e incoraggiarlo a stendersi per riposare.

9. Il cibo.

Potreste essere tentati di dar da mangiare al cane gli avanzi del barbecue o dei pic nic oppure di esagerare con i bocconcini per premiarlo se si comporta bene. Troppo cibo però potrebbe scombussolare il suo stomaco il che può diventare un problema di odori molesti o di dissenteria nella peggiore delle ipotesi. Limitatevi a dargli il suo solito cibo e dategli solo occasionalmente dei bocconcini – assicuratevi anche che non si faccia troppi ‘amici per la pelle’ che gli lasciano avanzi dei pasti!

10. Divertitevi!

Semplice ma importante. Considerate il viaggio una vacanza e non una sfida. Più voi sarete rilassati più lo sarà anche il vostro cane.

Pian piano il vostro cane si abituerà al campeggio. E diventerete di quelle famiglie felici con tanti ricordi di viaggio con il cane.

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Cani


Scopri come trasformare la loro cuccia in una confortevole tana per i freddi mesi invernali

Vi è mai capitato di trovare il vostro cane o gatto raggomitolato in un angolino riparato quando inizia a fare freddo? Magari sotto il letto, dietro il divano o anche in una scatola vuota? Questo accade perché quando le temperature scendono, i loro angolini preferiti diventano freddi ed esposti a correnti d’aria. Potete aiutare i vostri animali a trovare uno spazio caldo e confortevole per schiacciare un riposino in inverno creando una confortevole cuccia che sia tutta loro. Continua a leggere per sapere come…

Trova un angolo confortevole in casa

Date un’occhiata agli angolini dove i vostri animali preferiscono andare a fare un riposino, vi mostreranno sicuramente il loro posto preferito in cui si sentono al sicuro e dove si rilassano completamente. Potrebbe essere una stanza calda dove stare in compagnia ma dove possono anche stare in pace a riposare senza interruzioni. Se in casa ci sono dei bambini, potreste scegliere una stanza in cui vanno poco di frequente.

Trovate la cuccia perfetta

Il letto o il divano potrebbe essere il loro ideale ma a meno che non dormano sotto le coperte resta il problema degli spifferi oltre al problema delle possibili impronte di fango sul letto! Posizionare la loro cuccia sotto qualcosa per creare una ‘tana’ è la soluzione ideale.

La cuccia Fido Nook e la cuccia per gatti Maya Nook offre proprio questa soluzione. Progettato come un elemento dell’arredamento, Nook garantisce uno spazio sicuro e protetto dove la cuccia è leggermente sollevata da terra e protetta da spifferi grazie al tetto. Nook è anche disponibile con le tendine che si possono appendere sul davanti o dietro per un maggior comfort. Per gli animali che soffrono d’ansia e che temono i suono forti e i fuochi d’artificio, le tendine offrono uno spazio sicuro dove nascondersi senza doversi cacciare sotto al divano!

Per completare la cuccia dovete scegliere con cura la cuccia perfetta per loro. Probabilmente avete già un’idea di cosa piaccia o meno a loro. Le cucce Classic Fido offrono una semplice cuccia simile ad un materasso dove rilassarsi senza sentirsi oppressi o troppo al caldo. Per gli animali che invece preferiscono una cuccia più strutturata a cui appoggiarsi e raggomitolarsi, raccomandiamo la Buster & Beau Dawlish cuccia quadrata o la cuccia Dream Paws. Per i più esigenti che desiderano una vita lussuosa, il sontuoso e soffice materasso Cloud7 è una spanna sopra tutte le altre cucce.

Tocchi finali

Una cuccia confortevole non è tale se non aggiungete una coperta e un cuscino. Infine aggiungete il loro gioco preferito per fare della cuccia casa!

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Cani


Quanti anni ha il tuo cane in anni umani?

Curly Coated Retriever

In qualità di padrone di un cane sarete curiosi di sapere quanti anni ha il vostro cane rapportato agli anni umani. Probabilmente saprete già la regola che dice che ad ogni anno canino corrispondono sette anni umani. Però la regola non è molto precisa e la matematica da applicare non è così semplice. I cani maturano in modo diverso dalle persone e la taglia e la razza incidono sul conteggio. I cani di taglia piccola di solito maturano prima e vivono più a lungo rispetto a quelli di taglia grande e i meticci di solito sono più longevi rispetto ai cani di razza pura. La ragione per cui i cani di taglia piccola vivono più a lungo rispetto a quelli di taglia grande non è noto (di norma i mammiferi piccoli vivono più a lungo di quelli di taglia grande). Gli scienziati sono giunti alla conclusione che ogni 2 kg di massa corporea riduce l’aspettativa di vita del cane di circa 1 mese.

In rapporto agli esseri umani i cani crescono più velocemente nei primi anni della loro vita e più lentamente verso la fine. Misurare l’età del cane in anni umani è difficoltoso ma si può provare con questi conteggi:

Le quattro età della vita del cane

La maturità emozionale e fisica si sviluppa in vari periodi e diverse fasi anche se ogni cane è un caso a sé e lo sviluppo dipende dalla taglia, razza e personalità. Questa è una panoramica delle quattro fasi.

CUCCIOLIDi solito va dai 6 ai 18 mesi d’età

I cuccioli delle razze di taglia piccola maturano più rapidamente rispetto ai cuccioli delle razze di taglia grande. Di norma i cuccioli di taglia piccola sono cresciuti tra i 10 e i 12 mesi ,mentre i cani di taglia grande a 18 mesi possono ancora essere considerati dei cuccioli fino ai due anni. Tutti i cuccioli nascono sordi, ciechi e incapaci di auto regolare la temperatura corporea. Dopo quattro settimane vengono svezzati gradualmente per un periodo di 2-3 settimane. Quando sviluppano i loro sensi imparano la maniera corretta per relazionarsi con gli esseri umani, gli altri cani e altri animali. La socializzazione è un processo molto importante in questa fase. Un cucciolo dovrebbe passare le prime otto, dieci settimane con la mamma e i fratelli.

ADOLESCENZAInizia tra i 6 e i 18 mesi d’età

L’adolescenza è sicuramente il periodo più stimolante nella vita di un cane. In questo stadio della vita, gli ormoni entrano in circolo. Se non verrà sterilizzato il cane potrebbe smettere di prestare attenzione e iniziare ad avere atteggiamenti indesiderati. Il cane metterà i denti definitivi tra i sei e gli otto mesi. Le gengive e i denti inizieranno a dargli fastidio e faranno qualunque cosa per alleviare il fastidio. Questo significherà masticare,,, tutto! Assicuratevi di dargli dei giocattoli apposta per la dentizione in questa fase. Il cane perderà anche il suo pelo da cucciolo. L’adolescenza è il periodo migliore per iniziare un percorso d’addestramento.

ETA’ ADULTAInizia tra i 12 e i 36 mesi d’età

In generale i cani di taglia piccola raggiungono l’età adulta in un anno mentre le razze grandi verso i due anni e le razze giganti ai tre anni. L’età adulta significa lo stop alla crescita e l’altezza e la taglia sarà quella della razza a cui appartengono e al sesso. I cani maschi di solito iniziano ad alzare la zampa quando urinano mentre le femmine quando entrano in calore per la prima volta. Nell’età adulta sono nella forma fisica migliore e hanno bisogno di fare moto e attività stimolanti che li tengano occupati. Un cane adulto è emozionalmente e fisicamente maturo e il loro comportamento è più difficile da modificare.

ANZIANITA’Tr i 6 e i 10 anni d’età

A questo punto dovreste aver notato dei segni di anzianità. Il cane può ancora apprezzare una bella passeggiata ma non sarà pimpante come prima e potrebbe avere dei riflessi più lenti e rispondere più lentamente ai vostri comandi. Proprio come noi, i cani invecchiano gradualmente e l’età li interessano proprio come noi. Potrebbero aver bisogno di più tempo per riposare ed è importante che abbiano la loro own quiet place cuccia morbida e confortevole dove dormire senza essere disturbati. A questa età sarà necessario impostare un’altra dieta e altri esercizi fisici. Il veterinario vi aiuterà a capire quando fare i cambiamenti corretti.

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Cani


Come presentare un nuovo bambino a cani e gatti di casa

L’arrivo di un bambino rappresenta un cambiamento notevole nella vita familiare. Lo sarà certamente anche per i vostri pet. A un cane potrebbe sembrare di ridurre il tempo per le passeggiate e per i giochi mentre un gatto potrebbe essere sfrattato dai suoi posticini preferiti per dormire, in camera da letto o in braccio a voi, per via del bambino.

E’ importante abituare gli animali all’idea di un bambino in giro per casa e anche ai cambiamenti nella routine quotidiana. Idealmente dovreste iniziare prima che nasca il bambino.

Addestramento cane prima della nascita

Nei mesi antecedenti la nascita passate un po’ meno tempo con il cane o il gatto, specialmente se sono soliti accoccolarsi in braccio o stare ai vostri piedi domandando attenzioni.

Se il vostro cane non è ancora ben addestrato, cercate di porvi rimedio facendo delle sedute extra. Se necessario rivolgetevi a un esperto. Il cane dovrà conoscere i comandi fondamentali ‘Seduto’, ‘Resta’ e ‘Lascia’. E’ essenziale che gli umani rinforzino il loro ruolo Alfa nella casa all’interno del branco.

Un bambino porterà con sé nuovi rumori e nuovi odori. Potreste iniziare ad abituarli invitando da voi papà e mamme con i loro bimbi a prendere un caffé. Prendete un cd con i suoni di un bambino che piange e accendete tutti i nuovi giochi rumorosi che avete acquistato come ad esempio le giostrine. Impregnate con dell’olio per bambini uno straccio o un vestito da casa. Una volta che si saranno familiarizzati avrete fatto la metà del lavoro.

Controlli veterinari

Un animale sterilizzato è un animale più tranquillo meno incline a mordere. Questo è particolarmente vero per i maschi. Una volta sterilizzati saranno meno inclini a vedere un bambino come un rivale. Prenotate dal veterinario l’operazione se il cane non era già stato sterilizzato in precedenza. Una volta dal vet assicuratevi che il cane e il gatto abbiano tutte le vaccinazioni in regola, siano sverminati e in generale in buona salute.

Reimpostate gli orari

I bambini portano con sè molte incognite e le vecchie routine vengono spazzate via. Non c’è niente di male in questo ma un animale potrebbe non gradire cambi repentini nella quotidianità. Abituatelo un po’ per volta cambiando l’orario dei pasti, delimitate delle zone off limit con dei cancelletti per bambini e magari fatevi aiutare da un pet sitter.

Se la mamma umana è sempre stata il punto di riferimento per l’animale, cercate di trovare qualcuno che possa in parte sostituirla come ad esempio il vostro compagno, un amico – qualcuno che possa passare con loro del tempo di qualità.

La presentazione del bambino

Prima di mostrare il bambino al cane o al gatto, fategli annusare una copertina o anche un pannolino sporco. Cercate di non mostrarvi nervosi quando lo porterete a casa per la prima volta perché gli animali percepiranno le vibrazioni negative.

Per fare le presentazioni, sedetevi con il bambino in braccio – idealmente in una stanza neutra, ossia in una poco usata dall’animale – e lasciate che l’animale si avvicini rispettando i suoi tempi (e uno alla volta se avete più di un animale in casa). Non forzate l’approccio. Tenete in tasca dei biscottini per premiare i comportamenti positivi.

Potete rinforzare l’associazione positiva dando un premietto al cane tutte le volte che si avvicina a voi e al bambino. In questo modo il cane assocerà il bambino a qualcosa di positivo (ad esempio il cibo). Per un gatto sarà meno difficile e bisognerà solo fargli capire che il bambino non è qualcosa di cui preoccuparsi.

Tutte le volte che c’è un interazione tra bambino/neonato e un pet, assicuratevi che ci sia sempre un adulto a supervisionare.

Consigli speciali per i gatti

Un gatto docile deve solo abituarsi alla sua presenza e essere tenuto lontano finché dorme. Un gatto più combattivo dovrà essere tenuto lontano sempre. I bambini piccoli sembrano avere una predilezione per avvinghiarsi al pelo, e un gatto nervoso potrebbe reagire graffiando. Una gattaiola con fermo potrebbe essere utile nei primi giorni per tenerlo lontano nei momenti cruciali.

Ai gatti non piacciono i pianti dei bambini e spesso spariscono appena questi iniziano a piangere. Assicuratevi che abbiano un posto tranquillo in cui rifugiarsi lontano dal caos. Maya Nook La cuccia è la soluzione ideale per garantire al gatto un po’ di privacy.

I gatti si sentono insicuri e nervosi mentre mangiano, quindi tenete lontani i bambini dalla zona pappa. Naturalmente dovrete anche evitare che il bambino vada a rovistare nelle ciotole del cibo

Consigli speciali per cani

Tutti i cani dovrebbero essere ben addestrati soprattutto in situazioni in cui la fiducia è tutto. Alcune razze di cani fanno più fatica ad entrare in confidenza con i bambini. Le razze da difesa addestrate per centinaia di anni all’aggressività NON dovrebbero far parte della vita familiare. Le razze da caccia come i Jack Russel, Bassotti o Chihuahua possono essere problematici ma sicuramente voi siete i migliori giudici del vostro cane.

Una pallina come il Kong è un buon modo per distrarli. Dovrete usarla quando dovete passare molto tempo con il bambino e dovete intrattenere il cane.

E’ importante non interrompere le passeggiate con il cane perché li aiutano a scaricare la tensione.

La relazione cane/bambino è una relazione a due sensi e anche i bambini dovranno essere abituati. Insegnategli ad essere gentili con il cane e avrete messo le basi per un buon rapporto.

L’importanza di questa relazione non dovrebbe essere sottovalutata. I bambini imparano molto sull’amicizia, rispetto e responsabilità interagendo con un animale. Ci sono anche studi che dimostrano meno insorgenza di allergie in bambini che sono cresciuti con gli animali.

Insomma – avete sostituito il vostro ‘bambino animale’ con uno vero e questo è un grande cambiamento. Ma se gestito correttamente è un cambiamento positivo, l’inizio di un nuovo capitolo di una felice vita domestica.

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Cani


Premia il tuo cucciolone grazie allo sconto del 15% su TUTTI i prodotti per cani

Per quanto dispettoso possa essere stato il tuo cane, sappiamo bene che non riusciremo a rimanere arrabbiati a lungo.

Premia il tuo cucciolone grazie allo sconto del 15% su TUTTI i prodotti per cani.

Sia che il tuo cane sia un ruba-calzini, un accidentale pittore, o vada in giro con le zampe piene di fango per casa, sappiamo bene che qualunque cosa faccia, lo amiamo sempre e comunque. Ecco perché ti offriamo il 15% di sconto su tutti i prodotti per cani così da poter risparmiare sui suoi prossimi premietti.

Per i nuovi cuccioloni arrivati, potete risparmiare il 15% sulla famosa Fido Studio cuccia per cani, perfetta per addestrarlo a restare a cuccia con stile. Oppure regala al tuo cane la lussuosa Fido Nook, dove il tuo amico a quattro zampe amerà riposare – ora disponibile con le stilose tendine che garantiscono al cane uno spazio confortevole e protetto in cui rilassarsi.

E, naturalmente, è l’occasione giusta per far scorta e risparmiare su biscottini, giochi, prodotti per la cura del pelo e benessere dalla vasta gamma di prodotti per cani accessori disponibili on line.

Non lasciarti sfuggire questa incredibile opportunità di viziare il tuo amico peloso risparmiando!

 

Termini e condizioni

La promozione del 15% di sconto è valida dal 14/08/19 – a mezzanotte del 28/08/19. -15% di sconto non richiede alcun codice promozionale. L’offerta è applicabile a tutti i prodotti per cani presenti nella nostra categoria cani . Non sono inclusi oggetti non attinenti.. Offerta soggetta alla disponibilità. Omlet ltd. si riserva il diritto di cancellare l’offerta in ogni momento. L’offerta non è cumulabile a sconti pre-esistenti o in combinazione con altre offerte.

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Cani


Cosa mettere nella borsa del primo soccorso per animali

Per fortuna gli episodi di malessere degli animali sono meno frequenti della norma. Molti di loro, non soffrono di null’altro a parte di qualche zecca occasionale, le pulci o piccole ferite superficiali.

Ciononostante in caso di malattia o ferita, riuscirete a mettere a tacere lo stress assicurandovi che il vostro kit del pronto soccorso sia ben organizzato e pronto all’evenienza. Molte problematiche richiedono una diagnosi e un trattamento veterinario ma se si tratta di problemi minori o non veterinari potete tranquillamente gestirli.

Ciò di cui avrete bisogno dipende molto dal tipo di animale ma iniziamo con dei classici veterinari.

Il kit di primo soccorso non è completo senza…

  • Fasciature – autoadesive o a strappo, 2.5 e 5cm di larghezza
  • Compresse di garza assorbenti non adesive (5cm x 5cm, o più piccole per i porcellini d’india, conigli, ecc)
  • Garza sterile assorbente
  • Salviette per sterilizzare
  • Unguento antisettico e spray antibatterico
  • Nastro chirurgico
  • Rotoli di cotone, garze, bastoncini cotonati e batuffoli di cotone
  • Forbici – un paio con punta smussata e un paio con lama curva
  • Uno strofinaccio spesso o una coperta
  • Guanti monouso
  • Pinzetta per rimuovere le zecche
  • Iodio per il trattamento delle piccole ferite (incluse le zecche)
  • Pettinino per pulci
  • Tagliaunghie
  • Lavaggio per occhi sterile – per pulire gli occhi dalla polvere
  • Una borraccia d’acqua piena per lavare le ferite e lo sporco e per idratazione
  • Un detergente delicato – da utilizzare con l’acqua
  • Polvere astringente – arresta il sanguinamento quando si spezzano le unghie
  • Farina di mais (maizena) – per arrestare i sanguinamenti di piccole ferite o abrasioni
  • Diphenhydramine (o Benadryl) – un antistaminico per leggere reazioni allergiche
  • Un termometro per animali
  • Un’agendina con il numero di telefono del veterinario e altri numeri d’emergenza
  • Biscottini – molto utili per premiare e rassicurare un animale che è appena stato medicato, bendato o altro!
  • Dovreste anche tenere una scorta di polvere anti acari e pulci e tavolette contro i parassiti intestinali
  • Per gli animali più piccoli sarà utile una siringa alimentare per somministrare acqua o cibo liquido agli animali che si rifiutano di mangiare o che sono impossibilitati a bere
  • Una lente d’ingrandimento può servire per esaminare le ferite o le infestazioni su roditori, conigli o nelle gabbie degli uccelli.

Gatti e Cani

Elementi aggiuntivi utili per cani e gatti sono il collare elisabettiano che evita che si grattino le ferite o che si tolgano i bendaggi. Il diametro del collare dipende dalle dimensioni dell’animale.

Anche una museruola può essere un utile elemento da inserire nel kit di pronto soccorso perché anche il cane più pacifico se spaventato o con dei forti dolori può mettersi sulla difensiva. Potete acquistare delle mascherine per gatti con lo stesso scopo.

Pronto Soccorso per Uccelli

Molti oggetti elencati sopra sono ugualmente utili per medicare gli uccelli. Elementi aggiuntivi potrebbero essere un retino apposito per la cattura se spaventati o per uccelli selvatici nelle gabbie o voliere.

Uno stick astringente è uno strumento utile per bloccare il sanguinamento delle ferite causato da penne o artigli rotti. A differenza dei mammiferi, gli uccelli non hanno sufficienti agenti di coagulazione nel sangue e anche le ferite che sembrano insignificanti possono essere fatali. Lo stick astringente bloccherà subito il flusso.

Una gabbia sanitaria aiuterà a ridurre i rischi di contagio se uno dei vostri uccelli dovesse ammalarsi. Ci sono varie marche disponibili nei negozi e il vostro veterinario saprà consigliarvi il modello più adatto a seconda del tipo di uccello.

E’ anche possibile acquistare delle gocce d’Invermectina dal veterinario. Questo medicinale uccide i parassiti interni ed esterni insieme agli acari. E’ anche usato sulla pelliccia, orecchie nei piccoli mammiferi come criceti, gerbilli e porcellini d’india.

E’ una buona idea tenere una tronchese nel kit medico, dato che a volte gli uccelli rimangono intrappolati in reti abbandonate o usate per appendere giochi o altre cose.

Aghi e cauterizzatori per le penne possono essere strumenti utili ma sono di precisione e richiedono pratica. Chiedete al vostro veterinario in esotici per un consiglio.

Il Fai Da Te non sempre è la soluzione migliore

Il primo soccorso è valido solo per problemi minori ma in caso d’emergenza è solo un modo per tamponare la situazione prima di consultare un veterinario. Qualunque malattia richiede una vera e propria visita veterinaria.

Un kit di pronto soccorso ben organizzato può però risparmiarvi parecchio tempo e preoccupazioni in caso di parassiti, piccole ferite e altre situazioni in cui un approccio rapido Fai Da Te è efficace.

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Cani


Insegna al tuo cane a nuotare

Richard Whately, nel 19 secolo accademico a Oxford e vescovo di Durham, insegnò la suo cane ad arrampicarsi sugli alberi sulle sponde del fiume Cherwell, e a tuffarsi in acqua dai rami.

Fortunatamente ci sono modi molto più semplici per insegnare al vostro cane a farsi un bagno. Ma la parola chiave nel precedente paragrafo è “insegnare”. Non tutti i cani sono nuotatori nati – bisogna insegnare loro le basi anche se molti sanno stare a galla e nuotare a loro modo fino a riva se li buttate in acqua. Ma questo non è sicuramente il modo più indicato per far approcciare il vostro cucciolo all’acqua!

Molti non devono avere alcun incoraggiamento e si lanciano nei fiumi, stagni e al mare appena gli si presenta l’occasione. Altri sono meno ansiosi di lanciarsi in acqua e alcune razze canine non sono affatto portate per il nuoto.

Distinguiamo tra le razze che amano l’acqua e non

Le razze che non hanno attitudine sono ad esempio i Boxer, bulldog inglese, bulldog francese, Pechinese e il Carlino, tutte hanno difficoltà a tenersi a galla. Con i loro musi schiacciati – il termine corretto è ‘brachicefalo’ – semplicemente non sono adatti al nuoto. Allo stesso modo, razze con testa ampia e muscolosi nella parte superiore come American bulldog e Staffordshire bull terriers non sono adatte al nuoto.

I cani che hanno le zampe corte fanno fatica a fare lunghi tragitti in acqua anche se sono in grado di destreggiarsi in acqua. Questo si applica alle razze come i Basset hound e i Bassotti.

Fare il primo bagno

Per i cani che in teoria sono buoni nuotatori ma che sono semplicemente un po’ nervosi o non abituati a fare il bagno, ci sono dei suggerimenti che vi aiuteranno a convincerlo in poco tempo.

  • Scegliete un posto dove l’acqua sia abbastanza bassa in modo che possiate recuperare il cane con facilità in caso entrasse in panico. Con un terreno digradante sarebbe l’ideale – bordo lago, un fiume piccolo, o una zona di costa tranquilla. Una piscina per bambini di solito è il primo approccio all’acqua per molti cani.
  • Scegliete un angolino tranquillo per ridurre le fonti di distrazione e far concentrare il cane sulla lezione di nuoto.
  • Tenete il cane con un guinzaglio lungo durante i primi approcci all’acqua.
  • Prendete un legno o un gioco per invogliarlo a entrare in acqua. Se voi entrate per primi, loro saranno più inclini a seguirvi. Alcuni si getteranno subito mentre altri si prenderanno del tempo per abituarsi all’idea. Non trascinateli o forzateli mai ad entrare.
  • Potete acquistare dei giubbetti da salvataggio per cani in caso fosse particolarmente nervoso o se non siete certi che sappia nuotare a seconda della sua conformazione fisica.
  • Una volta che il cane si è abituato a stare in acqua, invogliatelo a andare più al largo (difficile da fare in una piscina per bambini!) e incoraggiatelo a seguirvi. Si tratta solo di prendere confidenza.
  • Per aiutare quelli più nervosi a lasciarsi andare, provate a tenerli sotto la pancia per rassicurarli. Inizieranno a usare le zampe anteriori istintivamente e poi sollevate leggermente la loro parte posteriore così che inizieranno a muovere anche le zampe dietro per riconquistare l’equilibrio.
  • Quando tira con le zampe anteriori e spinge con quelle posteriori, il gioco è fatto. Ora potete mettervi alla prova ma state pronti a sorreggerlo in caso si stanchi o se va in ansia.
  • Tenete un asciugamano per asciugarlo appena uscito dall’acqua. Le razze piccolo possono raffreddarsi in poco tempo. Preparatevi ad una doccia se il cane si scrolla appena uscito dall’acqua!

Per molti cani il processo d’apprendimento sarà molto rapido. Molti cani da caccia nuotano con grande naturalezza – Terranova, Barboncini, Otterhounds, i vari Retrievers, Spaniels, Setters, and – sorpresa sorpresa – i cani d’acqua portoghesi o spagnoli ad esempio.

E state tranquilli – non dovrete insegnargli anche ad arrampicarsi sugli alberi!

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Cani


Pronti per le vacanze? Che fare con gli animali?

E’ tempo d’estate… Spiagge, viaggi all’estero, giornate all’aria aperta… E’ una splendida opportunità per fare una pausa con la famiglia e scacciare lo stress accumulato durante l’anno. Prenotate un bell’hotel con la vostra dolce metà, scegliete insieme ai bambini il percorso per arrivarci, preparate le valige… Aspettate! Non state dimenticando qualcuno? “Tesoro, e il gatto? Viene con noi?!”

Molti proprietari di animali tendono a dimenticarsene: avere un animale significa assumersi nuove responsabilità e una di queste è trovare la migliore soluzione quando si va in vacanza. Sfortunatamente ancora molte persone non riflettono a fondo anche se l’articolo 727 del Codice Penale punisce con l’arresto chi abbandona. L’ENPA attesta che ogni giorno vengono abbandonati in media 600 animali tra cani e gatti. I mesi di giugno, luglio e agosto sono i più critici anche se molte persone si danno da fare per trovare la soluzione giusta e occuparsi dei loro animali quando è il momento delle vacanze. Leggete i nostri consigli per assicurarvi che i vostri animali trascorrano un’estate speciale proprio come voi!

GALLINE

Magari siete un giovane francese che ha deciso di salpare all’avventura in compagnia della sua gallina (https://www.bbc.com/news/world-europe-36475672). In tutti gli altri casi, vi raccomandiamo di non portare con voi le galline in vacanza. La cosa migliore è chiedere ad un amico o ad un vicino di occuparsene fintanto che sarete via offrendogli in cambio di prendere le uova. Se siete abbastanza fortunati da avere un Eglu Cube con le ruote, potreste anche spostare il pollaio direttamente nel giardino del vicino!

CRICETI, PORCELLINI D’INDIA E CONIGLI

Come con le galline, l’ideale sarebbe lasciare a casa i vostri criceti, porcellini d’india o conigli e chiedere ad un amico, possibilmente qualcuno che già conoscono di occuparsi di loro. Se invece decidete di portarli con voi o se non avete altra scelta, state molto attenti agli sbalzi di temperatura. Questi piccoli animali sono estremamente sensibili agli improvvisi sbalzi di temperatura che potrebbero essere fatali. In macchina assicuratevi che non abbiano caldo (non lasciateli vicino al finestrino in una macchina parcheggiata) e che non abbiano freddo (non metteteli davanti all’aria condizionata). Prestate anche attenzione che non possa cadere nessun oggetto sulla gabbia, portate con voi la bottiglia dell’acqua e fermatevi regolarmente per dar loro acqua e cibo. Ricordate che i roditori e i conigli sono animali schivi che amano la routine e faticano ad adattarsi ai cambiamenti.

GATTI

Potete sicuramente portarli con voi anche se nella maggior parte dei casi sono indipendenti e possono cavarsela qualche giorno da soli. Riempite bene le ciotole di cibo e acqua prima di partire. Se state via per meno di 10 giorni potete domandare ad un amico di andare a controllare (una o due brevi visite al giorno sono sufficienti).

Se invece partite per più di 10 giorni, sarebbe meglio lasciarli con qualche parente, possibilmente qualcuno che già conosca e che non abbia altri animali fintanto che baderà al vostro gatto. Potete anche optare per un allevamento ma potrebbe essere rischioso perché potrebbe sentirsi abbandonato (posto nuovo, facce nuove…) e deprimersi. Prima di portarli all’allevamento potete somministrargli un blando tranquillante naturale come i Fiori di Bach per aiutarli ad adattarsi alla nuova situazione.

CANI

I cani sono probabilmente gli animali con la gestione più complessa per le vacanze. Non potete semplicemente lasciarli a casa con cibo e acqua. Non solo non va bene per loro ma potreste essere accusati di maltrattamento (punibile con una sanzione da 5.000 a 30.000€ o con la reclusione). La soluzione migliore è sicuramente di tenere un posto in macchina per il cane e aiutarlo a fare i bagagli!

Perché dovrei portare con me il cane?

L’altra opzione potrebbe essere di lasciarlo da amici o parenti (possibilmente qualcuno che già conoscono). Però dovete tener conto che i cani sono animali sociali e bramano la compagnia del padrone. Per loro le vacanze sono una fantastica opportunità per trascorrere del tempo di qualità con i loro umani preferiti. Inoltre, dato che siete in vacanza, avrete molto più tempo libero a disposizione e giornate intere da passare con il vostro cane. Niente più lunghe giornate noiose passate ad aspettarvi a casa! Anche voi e la vostra famiglia beneficerete dell’opportunità di passare le giornate a giocare e far moto con il cane. Vi aiuteranno anche a socializzare con gli altri vacanzieri: molti si avvicineranno per coccolarlo!

Come organizzare il viaggio con il cane

Qui una lista di cose da fare per assicurarvi che il cane sia pronto per le ferie e che ve la caverete bene fuori casa:

  • Prima di partire accertatevi che il cane sia abituato a viaggiare in macchina. Alcuni soffrono il mal di macchina ed è meglio abituarlo soprattutto se il viaggio è lungo e programmate una lungo tragitto!
  • Accertatevi che conosca i principali comandi come resta e seduto. Se è anche capace di andare al guinzaglio senza tirare è anche meglio!
  • Verificate che le vaccinazioni siano aggiornate e, se andate all’estero controllate i requisiti in anticipo.
  • Portate il necessario per il viaggio, cibo ma anche il kit di primo soccorso, il libretto delle vaccinazioni, guinzaglio, cibo e ciotola dell’acqua, cuccia, i loro giochi preferiti, qualche sacchetto igienico… E’ importante che portiate il cibo con voi perché non è detto che dove andiate abbiano la stessa marca.
  • Mentre state viaggiando il cane è meglio che stia nel kennel nel bagagliaio.
  • Prima di visitare un posto, assicuratevi che accettino gli animali. Non presentatevi mai ad un hotel prima di aver verificato. Troverete facilmente su internet le spiagge dog friendly che ci sono in Italia o all’estero.
  • Verificate che il cane non abbia troppo caldo. Se andate a passeggiare non dimenticate di portare con voi una ciotola e tanta acqua.
  • Se lasci il cane da qualche parte, assicurati che abbia cibo, acqua e che sia all’ombra. Anche se stai via solo per un’ora!
  • Se pensi che sia utile, puoi aggiungere al collare un GPS. Può essere comodo se andrete a passeggiare in zone selvagge. Potete anche scaricare varie app sul cellulare per localizzare il cane in caso si perdesse, per trovare veterinari o per tener nota delle prestazioni del vostro cane.
  • http://www.fleatickrisk.com/ è un sito molto utile per verificare se il cane è a rischio infestazioni di parassiti dove andrete. Verificate sul sito prima di partire e poi equipaggiatevi di conseguenza.

TRASPORTI PUBBLICI

In alcune città d’Italia come a Milano i trasporti pubblici sono gratuiti. In ogni caso prima di partire, verificate sempre. A volte su alcuni mezzi pubblici possono salire solo i cani d’assistenza. I passeggeri potrebbero lamentarsi e quindi assicuratevi che il cane si comporti correttamente per evitare lamentele.

Se viaggiate all’estero, assicuratevi che i trasporti pubblici accettino i cani dato che le leggi variano a seconda dei paesi (in alcuni paesi potrete acquistare un biglietto apposta per il cane).

Se viaggiate in aereo, ricordatevi di menzionare che siete accompagnati dal cane quando prenotate e verificate che le vaccinazioni siano in ordine. Il giorno della partenza arrivate in anticipo. I gatti e cani di piccola taglia di solito sono autorizzati a viaggiare in cabina. I cani di taglia grande invece devono viaggiare nelle parti riscaldate e pressurizzate del bagagliaio. Uccelli, conigli e criceti di solito sono vietati ma alcune compagnie aeree potrebbero accettarli.

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Cani


Attività da proporre ai vostri bambini da fare con gli animali per le vacanze estive

CUCINATE PER I VOSTRI PET

Una giornata piovosa è il momento ideale per passare del tempo in cucina e preparare qualcosa per i vostri animali. Che ne dite di questi pancakes per cani? O questi bocconcini fatti in casa per criceti? Assicuratevi che la ricetta sia adatta per degli animali e ricordatevi di non eccedere con i bocconcini ai vostri pet.

SCOPRI NUOVI GIOCHI DA FARE CON IL TUO GATTO

Approfittate del tempo libero a disposizione e passate qualche ora a giocare con il vostro gatto. Alcuni gatti adulti avranno già dei loro giochi preferiti per intrattenersi ma questo non significa che non abbiano piacere a stare in vostra compagnia e insieme potreste fare qualche attività divertente. Di solito i giochi di caccia sono i preferiti. Oggetti con suoni e movimenti imprevedibili potrebbero attrarre sicuramente l’attenzione del vostro pet, provate con una piuma da sventolare davanti a loro e trascinatela sul pavimento per fargliela rincorrere.

INSEGNATE AL VOSTRO CANE UN NUOVO COMANDO

Di solito si dice che non è possibile insegnare nuovi comandi ai cani anziani ma non è vero. Con il giusto incoraggiamento potrà imparare nuove cose durante tutta la loro vita ed è un ottimo modo per passare insieme del tempo di qualità.

Che ne dite di insegnare al cane ad abbaiare a comando o fare il morto? Perché non andare al parco per giocare con la pallina? Su Youtube ci sono molti tutorial; riempitevi le tasche di bocconcini. Al termine dell’estate preparerete uno spettacolo per amici e familiari.

PAGHETTA

Perché non chiedere ai bambini di aiutarvi a pulire il pollaio in cambio di una paghetta? I pollai Eglu sono facili da pulire e in poco tempo saranno immacolati. Mandateli anche a prendere le uova e preparate assieme il pranzo!

GIOCHI FATTI IN CASA PER CONIGLI

Potrete trovare tanti giochi per conigli nel nostro negozio, ma se avete voglia di fare qualcosa con i vostri bambini potrete trovare tanti materiali in giardino o in giro per casa.

Individuate un salice e raccogliete dei ramoscelli da inserire in una palla o in una corona. I vostri conigli ameranno giocare e sgranocchiare il legno.

Se avete un vecchio strofinaccio e dei jeans da buttare potreste costruire una bambola di pezza per il vostro coniglio. Usate la creatività per fare qualcosa di bello oppure fate semplicemente un nodo a metà di un tessuto robusto in modo che i conigli corrano intorno e lo strappino in pezzi. Assicuratevi di toglierlo prima che lo abbiano definitivamente distrutto così che non lo ingeriscano.

COSTRUITE UNA CORSA AD OSTACOLI PER CRICETI

I criceti amano correre, saltare e arrampicarsi e vi divertirete a creare una corsa ad ostacoli per il vostro pet. Iniziate coll’individuare una zona sicura della casa dove lasciare libero il criceto, lontano dalle porte e dagli altri animali. Potreste farlo in un box oppure restringere un’area con dei libri o altri oggetti pesanti. Assicuratevi che non cadano addosso al vostro animale.

Potete utilizzare i lego per creare lo schema della corsa a ostacoli. I lego sono anche perfetti per fare i salti e scalini. Usate i bastoncini dei lecca-lecca per costruire una scala o una rampa su cui il criceto potrà arrampicarsi. I bastoncini dei lecca-lecca devono essere ben puliti e fate attenzione ad usare una colla che non sia tossica. Potete anche fare dei tunnel o degli angoli in cui nascondersi con dei rotoli di carta igienica e scatole di carte. Incollateli assieme e create un labirinto con degli ostacoli.

Nascondete dei bocconcini per invogliare il criceto ad esplorare! Iniziate con piccole cose e osservate quali parti gli piacciono di più e poi continuate di conseguenza.

SERVIZIO FOTOGRAFICO

Provate a scattare foto dei vostri animali in vari posti. Appendetele su muri bianchi in casa come se fosse un vero servizio fotografico oppure cercate di fare delle foto in esterni nel giardino. Se il vostro animale accetta di indossare dei vestiti, potreste abbigliarli con vari indumenti e cappellini divertenti e poi metterli in posa per la macchina fotografica. Potreste anche aprire un profilo Instagram per mostrare quanto sia carino il vostro pet. Qui troverete dei suggerimenti per fare delle belle foto.

DIPINGERE LE UOVA

Perché limitarsi a Pasqua per divertirsi con le uova? Fate bollire delle uova e lasciatele raffreddare, prendete l’attrezzatura per colorare e lasciatevi ispirare. Potete scegliere un tema da seguire oppure se siete competitivi potreste chiedere agli amici o familiari di giudicare le varie categorie – ”Più Creativa”, ”Più Colorata”, ”Miglior Uovo” ecc.

ARTE ASTRATTA DA CANI

Lasciate sfogare la creatività del vostro cane e fategli creare un’opera d’arte. Prendete dei colori a-tossici a base d’acqua e colorare le zampe del cane. Con dei bocconcini portate il cane su una tela bianca e fatelo camminare sopra creando un’opera astratta. Appensa sarete soddisfatti del risultato lavategli le zampe con dell’acqua. Sarebbe meglio come attività da svolgere all’aria aperta per evitare di sporcare tappeti e mobili.

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Cani


Insegnate al vostro cane ad utilizzare la porta basculante con l’aiuto del Clicker Training

Quando abbiamo adottato il nostro Schnauzer in miniatura, avevamo da anni una porta basculante per gatti posizionata sulla porta sul retro che dà sul giardino. Ci siamo subito resi conto che quella porticina sarebbe stata perfetta e le avrebbe consentito di fare avanti e indietro dal giardino a suo piacimento. Abbiamo deciso di lasciarla aperta per vedere se le piaceva ed è stato un successo. Funzionava a meraviglia e d’estate era piacevole avere un po’ di corrente che passava dalla porta. Ma come ben sappiamo alla fine l’estate termina e così è stato.

Con l’arrivo dell’inverno una costante corrente d’aria fredda che spirava dalla porta basculante aperta tutto il giorno, tutti i giorni. Quando provavamo a chiudere lo sportellino, il nostro cane restava a fissarlo sconsolata “rimaneva sempre aperto! Perché adesso è chiuso? E poi da quando i gatti passano attraverso i muri?” La faccia esterrefatta della nostra cagnolina che vedeva entrare e uscire il gatto dallo sportellino era buffa e anche sconsolata. Sicuramente avrebbe voluto avere anche lei la capacità di passare attraverso le porte chiuse. E anche io desideravo la stessa cosa. La praticità di poter entrare e uscire a piacimento si scontrava con l’attuale obbligo di aprire e chiudere la porta un’infinità di volte al giorno.

Dovevamo fare qualcosa. Dato che da sola non riusciva a capire come fare per entrare e uscire dallo sportellino, avremmo dovuto aiutarla. Avevo già utilizzato il metodo del Clicker in passato con altri cani ed era stato divertente sia per me che per loro. Non avevamo ancora iniziato ad addestrarla e così mi sono decisa a tirare fuori dal cassetto il Clicker e ho fatto un programma di addestramento.

Insegnare al cane ad utilizzare la porta basculante del gatto!

Il mio cane ha recepito l’insegnamento in poche ore e ha utilizzato la porticina da sola già il giorno successivo. E’ giovane ed estremamente ricettiva ma anche cani più anziani saranno in grado di apprendere in pochi giorni di lavoro.

Clicker Training per porte basculanti – iniziamo.

Quattro cose essenziali di cui avete bisogno:

  • Un clicker
  • Dei piccoli biscottini per cani o il loro gioco preferito
  • Una porta basculante per gatti
  • Un cane (uno qualunque andrà bene…)

Clicker Training

Se non avete mai utilizzato il metodo del Clicker, allora vi faccio una breve introduzione. Il Clicker consiste in un condizionamento del cane attraverso il rinforzo positivo a ripetere determinati comportamenti. In questo sistema non ci sono punizioni – la “punizione” è un metodo passivo che ignora il cane. I cani cercano attenzione, spesso non fanno caso se attenzioni positive o negative – difficilmente saprebbero selezionare tra queste due. Fintanto che il loro umano preferito gli presta attenzione, va bene. Nulla è peggio per un cane che essere ignorato. Questo è molto utile da sapere quando vogliamo addestrarlo.

Un click comunica al cane “Questo è esattamente ciò che volevo da te!”, seguito da un biscottino. Click significa ricompensa – questo è molto importante. Non fate mai un click senza che sia seguito da un premio – anche se doveste fare click per sbaglio. Click and ricompensa vanno a braccetto. Per la maggior parte dei cani, una ricompensa in cibo funziona benissimo ma potete anche dargli un gioco. Dipende dal cane e dalla situazione – Io per esempio non porto con me il Clicker in passeggiata ma utilizzo il metodo “ubbidisci e qualcosa di buono accadrà” per addestrare il mio cane a rimanere seduto mentre mi allontano ad esempio. Se rimane seduta finché non le dò il comando di raggiungermi allora la premio con un gioco. Se invece corre da me senza aspettare il comando, semplicemente non giochiamo. In questo modo comprende che anche se restare seduta ad aspettare il comando non è particolarmente divertente, se lo esegue bene accadrà qualcosa di piacevole!

Step one

Ma ritorniamo alla porta basculante. Se il vostro cane è già abituato a lavorare con il Clicker ottimo, saltate questo paragrafo e andate direttamente al prossimo. Se invece non lo avete mai utilizzato, vorrete sapere come abituare il vostro cane, come funziona e come fargli fare click per ottenere quel succulento premietto.
Ammetto di essere molto impaziente e molto fortunata con i miei cani. Io ho fatto tutto in modalità accelerata ma generalmente è meglio fare le cose con calma e prendersi tutto il tempo necessario… Iniziate ad insegnare al cane cosa significa quel rumore specifico. Con il cane nella vostra stessa stanza, fate scattare il Clicker. Quasi sicuramente il vostro cane guarderà verso di voi ma anche se non lo fa, dategli un biscottino.

Ancora Click e biscottino.

Ancora Click e biscottino. Ripetete.

Click di nuovo – adesso il vostro cane è felice quando sente questo rumore? Bene, sta iniziando a capire che il biscottino segue il click tutte le volte che lo sente.

Questa prima fase dovrebbe essere veloce, è ora di passare alla fase successiva.

Step due

Ho riflettuto sulle abilità che servivano al cane per aprire la porta. Per passare avrebbe dovuto spingere con il naso. Il mio passo successivo sarebbe quindi stato di insegnarle ad appoggiare il naso sulla porticina e spingere. L’approccio diretto non sembrava aver avuto successo e così ho preso un Post-It colorato dalla credenza. Questo espediente non è necessario se riuscirete a far toccare con il naso la porticina al vostro cane. Ad ogni modo ho sventolato il foglietto rosa davanti al suo naso e la prima cosa che ha fatto è stato dargli una rapida annusata. Appena il naso tocca la carta – CLICK! e biscottino.

Spostatevi di qualche passo mostrando sempre il foglietto e fatevi seguire dal cane cercando di farglielo toccare con il naso.

Quando il cane avrà imparato a toccare il foglio senza incertezze, potreste aggiungere un comando come ad esempio “Spingi” ogni volta che il cane fa questa azione. Il cane farà in breve tempo l’associazione di toccare il foglio con la parola.

Ripetete l’operazione finché non toccherà con il naso tutte le volte che vede il foglietto. Una volta che avrà preso confidenza, potremo iniziare la fase tre – attaccate il Post-It sulla porta basculante.

Step tre

Con il Post-It sulla porta basculante e con il cane che ormai conosceva il comando “Spingi”, la fase tr è stata facile.

Domandate al cane di toccare il foglietto. Fate Click quando avrà obbedito. Può essere che il vostro cane non spinga ancora sullo sportellino. Incoraggiatelo a spingere con più forza. Smettete di fare Click quando tocca solo lo sportello e ricominciate solo quando farà abbastanza pressione e lo sportello ondeggia.

Lo sportello ondeggia ogni volta? Ottimo, allora eliminate il Click finché il cane non inizierà a spingere la porta con forza.
E’ un processo graduale che intende far capire al vostro cane cosa volete da lui. Una volta capito il meccanismo tutto procederà velocemente. Insegnategli gradualmente a spingere lo sportellino e a non farlo solo ondeggiare – a questo punto avrà capito come attraversare lo sportellino e cosa c’è dietro. Come in una magia!

Fatto!

Finalmente il mio cane era in grado di andare avanti e indietro quando ne aveva voglia – e finalmente noi abbiamo tolto il secondo paio di calzini.

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Cani


Vuoi coinvolgere il tuo cane nel tuo matrimonio?

La stagione dei matrimoni è nel pieno e molte coppie hanno scelto di far partecipare il loro amato quattro zampe alla cerimonia, dando al loro cane un ruolo importante per il grande giorno!

Se state pianificando il vostro matrimonio e volete far partecipare il vostro cane, ci sono alcune cose importanti da considerare…

1 – Verificate che la location del matrimonio sia pet friendly

Alcune location per matrimoni non accettano animali. Ricordatevi di verificare se sono ben accetti nella location che avete scelto se volete farli partecipare alla cerimonia.

2 – Decidete che ruolo avranno

Avranno un ruolo all’interno della cerimonia? Magari saranno gli ospiti d’onore e accompagneranno la sposa all’altare? Potrebbero portare il bouquet oppure portare le fedi nuziali (se siete certi che non scapperà via con gli anelli!) oppure compariranno solo nell’album delle foto con alcuni scatti dopo la cerimonia?

3 Che cosa indosseranno?

Molti matrimoni hanno un colore che è il filo conduttore, e potreste decidere di scegliere un collare dello stesso colore scelto per il matrimonio oppure fargli indossare una cravatta che si intoni con lo sposo!

4 – Decidete per quanto tempo staranno al matrimonio

Preferite che il vostro cane rimanga per tutta la giornata e serata o scegliete di organizzarvi con un pet sitter o un amico che lo riporti a casa prima che inizino? Tutta quella confusione, cibo, musica e rumore potrebbe essere troppo da sopportare.

5 – Il cane sulla torta nuziale o sulle bomboniere

Le torte nuziali hanno tutte le forme e dimensioni così potreste decidere di chiedere al pasticcere di incorporare il vostro cane nel design.

6 – Scegliete con cura i fiori

Alcuni fiori sono velenosi per i cani quindi fate attenzione quando sceglierete il bouquet. Margherite, tulipani, giacinti, narcisi e gigli sono estremamente velenosi per i cani.

7 – E infine non dimenticate di includerli nelle foto!

Ricordatevi di mettere via dei biscottini nella vostra borsetta da sposa o nelle tasche dello sposo per convincerlo a posare con voi nelle foto per avere dei ricordi che vi resteranno negli anni!

 

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Cani


Premietti di Yogurt gelato alla frutta per Cani

Provate questi deliziosi premietti gelato fatti in casa che i vostri cani adoreranno! Sono velocissimi e facili da fare e i bambini si divertiranno un mondo ad aiutarvi in queste fruttate creazioni…

Avrete bisogno di…

Un vassoio di cubetti di ghiaccio – (ci sono stampi più grandi in vendita su Amazon)

500g Yogurt Greco

200ml d’acqua

Una selezione di frutti che siano adatti ai cani come mele, banane, mirtilli, mango, pesche, lamponi, fragole e melone.

Noi utilizziamo un vassoio di cubetti per ghiaccio di circa 5 cm quadrati. In tutto ne verranno 8 cubetti ghiacciati di queste dimensioni.

Procedimento

Preparate la frutta e tagliatela a pezzettini.

A seconda della misura degli stampi riempiteli per un terzo di yogurt e da un po’ d’acqua. Lasciate cadere qualche pezzetto di frutta e poi ricoprite con yogurt e acqua. In cima dei pezzetti di frutta.

Mettete in freezer per almeno 4 ore a seconda delle dimensioni degli stampi utilizzati.

Prima di darli al cane fate scongelare per 5-10 minuti.

Altri premietti ghiacciati…

Se nel cesto della frutta il contenuto è un po’ passato e non è più mangiabile dalle persone, potete tagliarla a pezzi e metterla in freezer e poi darla direttamente al cane.

Non dimenticate!

Ricordate di dare al vostro cane questi premietti con moderazione e integrateli con una sana alimentazione. Supervisionate sempre il cane mentre li sta mangiando e toglieteli in casi di segnali di stress. Questi cubetti ghiacciati alla frutta sono solo un premietto per farli stare al fresco insieme ad altre soluzioni come lasciare libero accesso alle zone ombreggiate in giardino e alla stanza più fresca in casa e passeggiate nelle ore più fresche ecc. Consultate il vostro veterinario in caso di segnali di malessere o colpo di calore.

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Cani