The Omlet Blog Archives: July 2020

Le migliori razze per un padrone alle prime armi

Quando scegliete un cane – specialmente se è la vostra prima volta – la chiave del successo è trovare una razza che sia complementare al vostro stile di vita. Esattamente come noi, alcuni cani apprezzano passare ore in casa a rilassarsi mentre altri hanno bisogno di fare mezza maratona ogni giorno.

Per cui prima riflettete sul vostro stile di vita e poi scegliete il cane che fa al caso vostro. Qui di seguito troverete un elenco di razze che potrebbe aiutarvi a restringere il campo.

Un cane per gli amanti del divano

Stare stesi davanti alla tv la sera non significa necessariamente che siete pigri – probabilmente avete avuto una giornata piena al lavoro e avete bisogno di distendervi. Molte razze di cani si adattano allo stile ‘da divano’ inclusi:

  • I Bassotti – questi adorabili ‘salsicciotti’ possono avere dei danni alla spina dorsale se fanno troppo moto. Hanno comunque bisogno di una passeggiatina mattutina!
  • Greyhound – questa è sicuramente una sorpresa per chi non conosce a fondo la razza. “Greyhounds?”, dicono, “Sicuramente passano il tempo ad inseguire le lepri a rotta di collo tutto il giorno” E in effetti possono correre veloci; ma il loro stile di vita preferito è una tranquilla giornata di relax con un paio di corse al parco.
  • Bulldog Francese – sono iperattivi per i 20 minuti della passeggiata e poi sono stanchi. Non hanno resistenza e sono perfetti per chi non ha tempo da dedicare alle lunghe passeggiate.

Anche le più popolari razze da grembo ricadono in questa categoria tra cui i Chihuahua, Carlino, King Charles Spaniel, Pechinesi, Shih Tzu e Yorkie.

Cani adatti ad un’intensa vita all’aperto

Se fate tante passeggiate o se vi piace correre ci sono tante razze che adoreranno seguirvi nei vostri giri.

  • Dalmata – questi adorabili cani troveranno 101 ragioni per giocare e correre tutto il giorno. Qualunque cosa facciate fuori, loro saranno al vostro fianco.
  • Border Collie – se possibile i cani con la più stringente etica del lavoro, saranno felicemente iperattivi dall’alba al tramonto. Se non ci sono attività all’orizzonte, se ne inventeranno una. Giocare con la pallina non è solo un gioco ma un lavoro e il Border Collie lo prenderà seriamente – anche tutto il giorno se necessario!
  • Husky – una razza sviluppata per trainare slitte per centinaia di chilometri non si accontenterà mai di una vita sedentaria. Questi cani necessitano di tanto movimento – tanto quanto gliene potrete offrire. Non adatto per i deboli di cuore!

Molte altre razze di taglia grande si adattano ad una vita attiva tra cui i Pastori Tedeschi, Pointer, Boxer e i Labrador Retriever. Anche alcune razze di dimensioni più piccole sono delle esplosioni di energia come ad esempio il Boston Terrier e il Jack Russell.

Giochi di bambini – I migliori cani per bambini

Sebbene non si possa affidare ad un bambino la piena responsabilità per la gestione di un cane, ci sono molte razze che sono adatte alla convivenza con i bambini.

  • I Labrador retriever e i Golden retriever – sono probabilmente i perfetti cani di famiglia. I Retriever sono gentili e amabili e trattano i bambini con rispetto e una sorta di attenzione parentale. Sono incredibilmente delicati e di buona indole.
  • Irish (o Rosso) Setter – questa razza sembra essere stata creata per giocare con i bimbi! Giocherelloni ma gentili, spesso creano dei legami molto stretti con questi bellissimi cani.
  • Bobtail – a meno che non siate dei commercianti di vernici, questi cani – amano moltissimo divertirsi con i bambini. Sono dei giganti gentili.

Si annoverano molte altre razze in questa categoria. I Terranova ad esempio, sono anche più grandi dei Bobtail e gentili allo stesso modo. I Boxer e i Beagle sono perfetti per i bambini – a patto che li si addestri fin da cuccioli.

Cani adatti alle persone allergiche!

Non disperate! Gli starnuti e l’asma dovuti al pelo non significano che non possiate avere un cane. Il fattore a cui siete allergici è una proteina che si trova sulla pelle e/o sui peli. Anche se nessuna razza è ufficialmente ipoallergenica, le razze più popolare in famiglie che soffrono di allergia sono:

  • Barboni (sia Giganti che Toy)
  • Schnauzer
  • Besenji
  • Bichon Frise
  • Samoiedo
  • Shih Tzu

Non è una scienza esatta e alcuni sono decisamente allergici, più di altri. Alcuni che di solito starnutiscono e a cui cola il naso se in contatto con la maggior parte dei cani, dicono che con gli Yorkies e i Westies stanno bene anche se questi hanno i peli più lunghi degli altri. Allo stesso tempo i Boxer che hanno il pelo raso, possono causare delle forti reazioni allergiche.

E’ importante che vi ritagliate del tempo da trascorrere con la taglia che avete scelto prima di portarla a casa.

Il messaggio è chiaro – ci sono davvero tante razze di cani con diverse personalità e diverse esigenze. Fate coincidere le loro caratteristiche e il vostro stile di vita e troverete il vostro pet ideale.

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Cani on July 31st, 2020 by linnearask


Cani vs piscine

Anche se è vero che la maggior parte dei cani sa nuotare, non tutti lo apprezzano però. Per alcuni cani l’idea di nuotare significa zampettare il più velocemente possibile verso riva, all’asciutto mentre altri sembrano a loro agio come lontre.

In alcune razze, basta far riferimento al nome. Gli Spaniel d’acqua irlandesi (Irish Water Spaniel) e i cani d’acqua Portoghesi (Portuguese Water Dog), ad esempio, amano l’acqua, così come i Barboncini, Terranova, Setter, i Retriever e molti altri. Altri cani invece, semplicemente non sono fatti per nuotare. I Bassotti con le loro zampe corte, i Carlini e i Bulldog inglesi, con il setto nasale corto e il respiro corto faticano molto in acqua.

Quando li si porta a passeggio sulle sponde di un lago o di un fiume, sono loro stessi a decidere se farsi o meno un tuffo. Nella piscina in giardino invece bisogna tenere in conto alcune questioni legate alla sicurezza e all’igiene, se il cane prima o poi entra in acqua.

Padroneggiare le zampate del cane

Se si tratta di una piscina pubblica, i cani non sono autorizzati per cui non ci sono problemi legati alla sicurezza. Le piscine private in giardino invece, diventano parte dei giochi del cane come degli umani. Regola numero uno per i proprietari di piscina – o per coloro che vanno in visita insieme al cane da chi ne possiede una – è di assicurarsi che il cane in acqua sia in sicurezza.

Uno scarso nuotatore si stancherà velocemente e può andare in difficoltà se non è ben sorvegliato. Insegnare al cane a trarsi d’impaccio è molto importante. Utilizzate il solito comando “Vieni!” di solito funziona bene. Per i cani di taglia più piccola, o se la piscina ha i bordi alti, sarebbe opportuno attaccare una rampa per agevolare il cane nell’uscita. Se la piscina ha i gradini, assicuratevi che il cane memorizzi bene dove sono. Se la piscina è grande, fatelo tuffare da vari punti sempre diversi e poi mostrategli l’uscita per essere certi che abbia una chiara mappa mentale di come uscire.

Un’altra opzione popolare è il giubbetto salvagente che aiuta il cane a nuotare ed evita che sprofondi se le cose si mettono male. Se non perdete mai il cane di vista, non dovrebbe essere necessario; ma se avete un pomeriggio pieno di impegni e non potete tenerli sempre sott’occhio, allora un giubbetto sarà una certezza in più.

Alcuni cani apprezzano molto i gonfiabili (idealmente quelli specifici per cani a prova di unghiate). Possono utilizzarli per fare una pausa oppure stendercisi sopra come fanno gli umani su una sdraio.

Se un cane ha delle serie difficoltà e deve essere salvato, la rianimazione cardiopolmonare può salvargli la vita. Ci sono dei tutorial on line su questo argomento oppure potete chiedere al vostro veterinario.

Non bere acqua

I cani si surriscaldano in fretta se il sole picchia e tendono naturalmente a nuotare per rinfrescarsi. Nuotare però è faticoso ed è molto meglio se il cane si rinfresca all’ombra con accanto una ciotola di acqua fresca.

Ed ecco spuntare un altro rischio – un cane assetato in piscina farà una cosa per lui naturale e berrà l’acqua della piscina. Se ne beve troppa di acqua con cloro può star male. Ancora una volta sarebbe opportuno metterlo all’ombra con una ciotola accanto in modo da evitare che abbia la tentazione di bere acqua dalla piscina.

Proprio come noi umani, un cane dopo la piscina ha necessità di risciacquarsi per eliminare il cloro da pelo, occhi e pelle.

Il cane ama la piscina ma la piscina ama il cane?

Ci sono tre fattori da tenere in considerazione per una piscina utilizzata anche dai cani: batteri, peli e &deterioramento.

I batteri sono associati a pupù e pipì. Il cane però di solito non usa la piscina per fare i suoi bisogni ma in ogni caso se la piscina è mantenuta correttamente e trattata chimicamente, i batteri verranno eliminati e non saranno più un problema.

I peli invece sono un problema. I peli del cane si accumulano nel filtro della piscina incredibilmente in fretta. Una bella spazzolata prima della nuotata potrebbe aiutare ma dovrete tener pulito il filtro e gli altri macchinari più frequentemente.

Il fattore deterioramento è da tenere in considerazione a causa delle unghie. Graffieranno i bordi e tutte le superfici. Una piscina in cemento o mattonelle è resistente alle zampate ma una piscina in plastica o vinile potrebbe fessurarsi e perdere. Dovrete anche considerare che cani e bambini assieme in piscina possono essere un problema sempre per le unghiate.

Seguite queste semplici precauzioni e la piscina potrà essere condivisa allegramente da cani e umani. Ma non forzate le cose – alcuni cani amano stare a mollo mentre altri preferiscono restare all’asciutto.

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Cani on July 29th, 2020 by linnearask


I 20 indizi che stai viziando il cane

Che siano bocconcini fatti in casa, un nuovo gioco o una bella passeggiata che ti fa arrivare tardi al lavoro, ci sono molti modi per mostrare al cane quanto lo amiamo. Ma lo stiamo viziando? Probabilmente. Ha importanza? Probabilmente no.

Questi sono i 20 indicatori che rivelano se state viziando il vostro amico peloso.

1.

Nella credenza ci sono solo i biscottini per cani? Una buona cosa, perché almeno non glieli avete dati tutti in una volta, ma meno bene perché stavate cercando uno spuntino per voi…

2.

Siete andati al negozio per animali con il cane e gli avete lasciato scegliere il gioco che preferiva. Ancora, ne avete una cesta piena!

3.

Avete acquistato un nuovo irrigatore più grande e robusto per il giardino perché il cane ha giocato con l’ultimo che avevate. Il prato non necessita di irrigazione ma il cane si!

4.

Acquistate un nuovo gioco sonoro per giocare a tira e molla con il cane anche se quelli vecchi sono ancora in buone condizioni. Dopotutto è la prima volta che gliene comprate uno a forma di aragosta…

5.

Ti rendi conto che aspetti con ansia il tanto desiderato giorno alla Spa per animali fissata per la settimana successiva, tanto quanto aspetti con ansia il tuo fine settimana romantico in hotel.

6.

I biscottini del cane sono fatti con ingredienti più salutari dei tuoi – completamente organici, da fonti sostenibili e con l’aggiunta di vitamine e minerali.

7.

Il tuo pomeriggio dedicato al Fai da te è stato assorbito dai pomeriggi a grattare la pancia al cane, giocare al lancio dei bastoncini e da lunghe e salutari passeggiate al parco a salutare le anatre.

8.

Il freezer è pieno di gustosi bocconcini surgelati per cani ma non c’è traccia di gelati o ghiaccioli per te e i bambini.

9.

Hai passato due ore a cuocere in forno. Il risultato? Vari vassoi di biscotti per cani, per il tuo cane e i suoi amici del vicinato.

10.

Sei seduto sulla poltrona meno comoda perché il cane dorme beatamente su quella più comoda di casa.

11.

Non ti piace particolarmente il programma in TV, ma continui a guardarlo perché è il preferito dal cane.

12.

Compri giochi e premietti per il compleanno del cane o per Natale – e li nascondi su uno scaffale in alto per fargli una sorpresa.

13.

Telefoni a casa durante un viaggio d’affari e la prima domanda è “Come sta il cane?”

14.

Sei un esperto in massaggi e oli essenziali per cani ma non sai granché sui massaggi e oli essenziali per umani.

15.

Dai da mangiare al cane un po’ prima così potete sedervi entrambe a vedere il nuovo Scooby Doo o Lassie.

16.

Il conto annuale del toilettatore è più alto di quello del tuo parrucchiere.

17.

Hai una lista di tutti i locali dog-friendly del vicinato e la aggiorni ogni volta che ne visiti uno nuovo.

18.

La ‘stanza’ del cane nel sottoscala e stata pensata e decorata meglio del tuo soggiorno.

19.

Decidi di non sfogare il malumore dopo una pessima giornata sul cane perché non lo vuoi mettere in ansia.

20.

Sei andato ancora una volta al mare con il cane. Non avevi intenzione di ritornarci tanto presto ma il cane ha insistito…

Fintanto che non esagerate nel dare troppo da mangiare o esagerate con l’esercizio fisico ci sono mille modi per viziare il cane. E la cosa fantastica è che il cane non si sentirà viziato ma semplicemente amato.

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Cani on July 27th, 2020 by linnearask


Come ci hanno aiutato i nostri animali durante il Lockdown

Il 2020 è sicuramente stato un anno inusuale per la maggior parte di noi. Qui in Omlet abbiamo iniziato a lavorare da casa dalla fine di marzo e molti di noi hanno passato molto più tempo del solito con le galline, cani, gatti e altri pet. Per farsi un’idea di come avere un animale in casa con noi abbia aiutato durante il lockdown, abbiamo chiesto ai nostri followers in che modo i loro animali li hanno aiutati ad affrontare questi tempi particolari. Ecco il riassunto dei risultati:

L’88% delle persone concorda nell’affermare che restare a casa in compagnia di un animale è stato più piacevole! Non è certo una novità. Gli animali sono degli ottimi supporti emotivi durante i momenti di crisi e oltre a questo aiutano a tenersi occupati. Se avete delle galline, dovrete uscire in giardino due o tre volte al giorno per riempire l’abbeveratoio e se avete un cane bisogna portarlo fuori in passeggiata. Avere delle routine è un ottimo sistema per mantenere una struttura quando le cose sono incerte e ne beneficia la mente e il fisico per cui non c’è da stupirsi se l’88% delle persone è grato di aver avuto accanto un animale!

Circa 2 persone su 3 ritiene che il suo pet ha apprezzato poter passare più tempo in compagnia del suo padrone, il che mostra quanto poco sia sufficiente. Non si tratta di fare passeggiate lunghissime o di studiare giochi elaborati, a volte fare un giretto è più che sufficiente per molti animali. Solo lo 0.5% ha affermato che l’animale aveva mostrato segni di stress o fastidio nella maggior presenza umana in casa – possiamo ipotizzare che queste persone vivono con dei gatti molto indipendenti?

1 persona su 4 afferma di aver trascorso più tempo insegnando dei giochi durante il lockdown.

Molti hanno lavorato da casa e hanno cercato di gestire dell’allestire un ufficio in casa. Per alcuni di noi queste sfide sono state più impegnative. Che fosse per lo squittio dei porcellini d’india o per l’abbaiare del cane o dei rumori delle galline, il 75% delle persone ha confermato di essersi facilmente distratto dal lavoro a causa del suo amico peloso. Il 50% ha anche un video che mostra l’interruzione causata dall’animale.

Il 76% di tutti quelli che hanno partecipato al sondaggio hanno affermato che in futuro vorrebbero avere più tempo per lavorare da casa per passare più tempo con i loro animali. Come confermato anche i nostri animali sono stati contenti di passare più tempo con noi e quindi si tratta di una situazione piacevole per entrambe.

Non molti vorrebbero portare il cane sul luogo di lavoro; solo un terzo ha detto che non vorrebbe far conoscere il suo animale ai colleghi. Probabilmente in parte è dovuto al tipo di animali che hanno e a quanto potrebbe convenire portarli al lavoro. Di sicuro abbiamo sentito di cani in ufficio ma le galline? Forse è un po’ troppo!

Fra coloro che invece vorrebbero portare gli animali in ufficio in futuro, quasi i due terzi ritengono che il capo non sarebbe d’accordo. Se credete che il vostro capo possa dire di no, mostrategli gli studi che dimostrano che avere un amico a quattro zampe in ufficio alza il morale, aumenta la soddisfazione sul lavoro e riduce lo stress.

Termini e condizioni
La promozione di 10€ di risparmio se spendi 100€ è disponibile fino alla mezzanotte dello 08/08/2020. Utilizza il codice promozionale GRAZIE alla cassa. Il saldo del carrello escluse le spese di spedizione deve superare i 100€. Soggetto a disponibilità. Omlet ltd. si riserva il diritto di cancellare l’offerta in ogni momento. L’offerta non si applica alle consegne, sconti pre-esistenti o in congiunzione ad altre offerte.

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Animali da compagnia on July 27th, 2020 by linnearask


Come conservare le uova?

Abbiamo tutti in mente l’idea delle uova ben pulite e fresche di frigo per cui il modo migliore per conservarle è di lavarle e metterle in frigo?

La risposta è ‘no’. Con un pizzico di ‘si’ nel mezzo. Sebbene le conoscenze degli allevatori di galline siano vaste, ci sono ancora dei dibattiti sul miglior modo per conservare le uova.

Abbiamo raccolto vari argomenti e li abbiamo riassunti qui sotto. Benvenuti nel dibattito!

Lavare le uova?

A meno che le uova non siano sporche – magari a causa degli escrementi nel pollaio, o di depositi di sporcizia durante la deposizione – non necessitano di essere lavate. Un uovo fresco appena deposto ha il guscio coperto da un film protettivo chiamato cuticola e questo agisce come un filtro di difesa antibatterico. Se viene lavato, se ne va anche il filtro. In ogni caso se poi le uova vengono riposte in una scatola pulita, non dovrebbe essere un problema.

Le uova con il guscio sporco, devono essere pulite e poi è una buona idea usarle per prime – principalmente per tenere la scatola delle uova o il portauova in buone condizioni!

Se vi interessa saperlo, le uova comprate in negozio, vengono lavate secondo le regole igieniche e vengono poi rivestite con un equivalente chimico della cuticola per riprodurre l’effetto antibatterico.

Da refrigerare?

Alcuni allevatori conservano le uova in frigo mentre altri credono che non sia necessario. Quindi qual’è la soluzione migliore?

Ci sono due regole generali – conservarle sotto i 20°C, e tenerle lontane da odori forti che potrebbero comprometterne il gusto. Per il resto, decidete voi.

Nel 2013 è stato condotto uno studio a cura della Food Test Laboratories in Inghilterra in cui hanno messo a confronto due partite di uova del supermercato. La metà di queste uova è stata tenuta per due settimane in frigo e l’altra metà a temperatura ambiente.

Le uova sono state testate per ‘sospetti’ batteri come la salmonella e listeria all’inizio dell’esperimento e dopo due settimane. I risultati hanno dimostrato che non ci sono differenze nel tenere le uova in uno o nell’altro modo perché in nessuno dei duo set di uova erano presenti segni di infezioni batteriche sia all’interno che all’esterno.

E’ la cuticola che protegge e mantiene le uova fresche e senza batteri. Se per qualche motivo dovete lavarle, probabilmente è meglio metterle in frigo dato che i gusci non sono più protetti. Tenetele in una scatola sulle mensole del frigo e non nei contenitori in plastica per uova dello sportello frigo (che sono uno scomparto fisso nei refrigeratori).

Le uova non devono essere sbattute perché l’albume rischia di deteriorarsi e diventa leggermente acquoso. Un uovo che viene costantemente scosso dall’apertura della porta del frigo perde le qualità leganti in cottura e avrà un aspetto brutto, piatto e acquoso nella padella. Le porte del frigorifero inoltre sono le zone più calde e l’area in cui ci sono più fluttuazioni di temperatura che non sono l’ideale per le uova.

Cestino o scatola?

Le uova tenute fuori dal frigo devono essere conservate in scatole e sopra devono esserci le uova più vecchie. Selezionare le uova in base alla data di deposizione è più difficile se le tenete in un cesto in acciaio anche se è sicuramente bello a vedersi. Alcuni utilizzano un codice con dei pallini colorati, altri scrivono la data di deposizione. Se non siete certi sulla freschezza dell’uovo, potete sempre ricorrere al metodo tradizionale: mettete l’uovo in una ciotola di acqua e state a guardare come si posiziona. Le uova freschissime saranno stese sul fondo mentre quelle più vecchie avranno la punta che tende verso l’alto. Quelle che poi sono andate oltre la data di consumazione, galleggeranno.

Un altro vantaggio delle scatole per le uova è che potete metterle via con la punta verso l’alto. Questo mantiene i tuorli centrati e quando verranno cotte sode o alla coque, avranno un aspetto migliore. Se però le uova vengono usate principalmente per fare delle torte salate e delle torte, non sarà un problema.

Un portauova è un altro modo per conservare le uova con gusto. Aiuta a tenere le uova per ordine di deposizione ed è anche bello a vedersi.

Come conservare le uova aperte?

Le uova aperte devono essere conservate in frigo in un contenitore ermetico e devono essere consumate entro tre giorni. I tuorli possono essere coperti con acqua per evitare che si disidratino. L’acqua viene eliminata prima dell’utilizzo.

Le uova già cotte che vengono avanzate (come ad esempio le uova sode) lasceranno sempre un ‘sentore’ nel frigo. Questo è dovuto al solfato di idrogeno, un gas che si forma quando vengono cotte le uova (mai presente nelle uova crude). Sebbene non piacevole, il gas è innocuo. Le uova conservate così devono essere consumate entro la settimana.

Quindi alla fine di tutto potete conservare le uova dove meglio credete. Fintanto che le terrete lontano dal calore e dagli odori forti ed eviterete di sbatterle, avrete trovato la soluzione al rompicapo!

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Galline on July 17th, 2020 by linnearask


10 trucchi che tutti i proprietari di gatti dovrebbero conoscere

1.

Se hai il problema che il gatto mangi il cibo troppo velocemente, prova a cambiare la ciotola e a prenderne una più grande e poco profonda. Questo dovrebbe rallentarli significativamente dato che saranno costretti a fare dei bocconi più piccoli e questo sistema ridurrà i rischi di rigurgito.

2.

Se sei preoccupato che il gatto non beva abbastanza acqua, prova a posizionare la ciotola in un altro posto diverso da dove mangiano. In natura i gatti non bevono nello stesso posto dove mangiano per evitare di contaminare l’acqua con i residui di cibo e questo istinto è ancora presente in alcuni gatti.

3.

Il gatto si strofina sul portatile o cerca di sedersi sulla tastiera mentre stai lavorando da casa? Vieni a scoprire il miglior gioco per gatti di sempre, la scatola di cartone! Posiziona la scatola accanto alla scrivania e quasi tutti i gatti si scorderanno di voi e si accoccoleranno nella scatola.

4.

Prova a surgelare qualcuno dei bocconcini. La consistenza inusuale e la temperatura stimoleranno molti dei loro sensi ed incoraggeranno un gioco esplorativo. Questo trucco è particolarmente indicato in estate quando il gatto apprezzerà maggiormente l’effetto fresco.

5.

Se desideri tener lontano il gatto dal bancone della cucina, dalla poltrona nuova o dal costoso tavolino, metti del nastro biadesivo sulle superfici che potrebbero essere danneggiate dagli artigli del gatto. I gatti detestano la sensazione appiccicosa del nastro e impareranno in fretta ad evitare quegli oggetti. A quel punto puoi rimuovere il nastro.

6.

Per evitare di avere peli di gatto sparsi per tutta casa, bisogna spazzolarli regolarmente, meglio se quotidianamente. Non solo riduce la perdita di pelo ma aiuta il gatto a tenersi in ordine evitano nodi e palle di pelo. Prendi una spazzola che si adatti al pelo del tuo gatto e sarà un piacevole momento della giornata.

7.

Per i peli che si trovano sulla tappezzeria o sui tappeti, indossa un guanto di gomma e passalo sulle superfici per raccoglierli. Il tergivetro della doccia ha la stessa funzione!

8.

Le piante in vaso a volte diventano delle lettiere alternative e non è ottimale per la pianta. Per evitare che il gatto continui ad andare nei vasi, ricoprite il terreno con delle pigne. Staranno bene a vedersi nei vasi e scoraggeranno i gatti.

9.

Uno dei migliori modi per stimolare un gatto che vive in casa è di fornirgli un posto dove arrampicarsi. Se non hai abbastanza spazio per una grande stazione posiziona delle mensole che potrà esplorare.

10.

Per quanto tu possa spazzolare il gatto e tener pulita la casa, la cuccia sarà sempre la più esposta alla sporcizia e ai peli. Assicurati di acquistare una cuccia che abbia un rivestimento lavabile in lavatrice senza che si sbiadisca o che si rovini. La cuccia Bolster della Omlet ha un comodo materasso in memory foam ed è la soluzione ideale.

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Gatti on July 13th, 2020 by linnearask


10 cose da non fare in estate se allevi galline

1. Non lasciare il pollaio e il recinto sotto il sole

Se possibile, sposta il pollaio in un angolo ombreggiato del giardini magari sotto un albero o nell’area a nord che non prende molto sole. Così facendo, il pollaio resterà fresco per quando le galline si ritireranno la sera per andare a dormire oppure se durante il giorno depongono le uova. I pollai Eglu sono facilissimi da spostare e nei giorni di afa potrete trasportarli per il giardino senza sforzo.

2. Non lasciate l’acqua troppo a lungo

Le galline bevono molto di più in estate. Per ridurre i rischi che si formino delle alghe o che l’acqua si sporchi con la polvere e la sporcizia portata dalle galline, cambiatela almeno una volta al giorno. Posizionate l’abbeveratoio in una zona ombreggiata della recinzione e assicuratevi che sia sempre bella fresca.

3. Non esagerate con il cibo

Il mais e le granaglie necessitano di tanto tempo per essere digerite e sicuramente di più rispetto al pellet e al cibo fresco riscaldando la temperatura corporea. Le galline con il caldo non hanno bisogno di grandi quantità di cibo e se gli viene fame in quest’epoca dell’anno in giardino troveranno tanti vermetti ed erba fresca.

4. Non lasciatele sole troppo a lungo

Quando le temperature sono molto alte, è importante assicurarsi che le galline non diano segnali di colpi di calore. Il becco aperto, ansimare e le ali aperte lontane dal corpo sono segnali che la gallina ha caldo. Se ritenete che una di loro sia in serie difficoltà, cercate di bagnarle il sedere in un secchio di acqua fredda. Questo la raffredderà per un po’ e l’aiuterà a riprendersi.

5. Non affidatevi all’acqua

Potete lasciare una piccola pozza o riempire un contenitore con dell’acqua per far rinfrescare le galline ma è improbabile che ne approfitteranno. Sarebbe meglio creare un’area con del fango in un angolo del recinto; le galline sono molto più propense ad avvicinarsi al fango o alla sabbia per rinfrescarsi che non all’acqua.

6. Non giocate con le galline

L’interazione con le galline porta ad un maggior movimento e questo comporterebbe un incremento della temperatura corporea. Se volete trascorrere del tempo con loro o dovete prenderle per fare dei controlli sulla salute, sarebbe meglio farlo presto la mattina o la sera tardi quando fa più fresco.

7. Non coprite completamente la recinzione

Coprire la recinzione con tante coperture può sembrare una buona idea per creare delle aree ombreggiate ma se non fate circolare l’aria può diventare una sorta di tunnel bollente di aria calda. E’ molto importante avere una buona ventilazione in modo che l’aria fresca circoli liberamente. Questo vale anche per il pollaio. L’intelligente sistema di ventilazione dell’ Eglu consente all’aria di circolare per il pollaio sempre mantenendo un bel fresco anche nelle giornate più calde. Scegliete alcune coperture più scure per assicurare ombra anche nel recinto.

8. Non lasciate le uova

Probabilmente state raccogliendo meno uova in queste settimane di calura. Questo è normale, depongono meno e alcune vanno in cova e smettono del tutto. Anche se le uova non vanno a male se le lasciate nel nido dell’Eglu per un giorno, le uova lasciate nel nido, possono incoraggiare la cova e portare a mangiarle per cui è meglio raccoglierle appena le vedete.

9. Non interrompete le pulizie

E’ sempre importante mantenere il pollaio ben pulito e in ordine ma ancora più importante in estate. I parassiti sono più presenti con il caldo, inclusi gli acari rossi per cui assicuratevi di utilizzare un buon disinfettante sicuro per le galline e spargete i posatoi e i trespoli con una polvere anti acari almeno una volta a settimana.

10. Non tutte le galline vanno trattate allo stesso modo

Se avete un flock con varie razze, ricordate che razze diverse necessitano di cure diversificate. Alcune razze gestiscono meglio il caldo rispetto ad altre mentre altre sono più affaticate. Leggete di più sulle razze che avete qui, e prendetevi cura degli animali più vulnerabili.

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Estate on July 13th, 2020 by linnearask


Scegli la copertura adatta per la recinzione

Spesso ci chiedono qual’è la copertura adatta per una recinzione Eglu per tenere ben protetti gli animali tutto l’anno. Leggi la nostra semplice guida qui sotto così saprai come aiutare i tuoi pet con ogni tempo!

Ombra in estate

Queste coperture sono fatte con del materiale più sottile che offre protezione dal sole senza però creare un tunnel dove il caldo può ristagnare. Sono più piccoli rispetto alle coperture invernali per garantire un miglior ricircolo d’aria per la ventilazione. Spostate il telo estivo a seconda dell’orario e delle abitudini delle galline. Potreste cambiarlo per una Trasparente o per una copertura Combi in estate quando sono in arrivo le piogge!

Coperture Trasparenti

Le Coperture Trasparenti consentono alla luce di passare e di illuminare la recinzione e nel contempo offre riparo dalla pioggia. Per questo sono l’ideale in primavera e in autunno così che il recinto resta ben illuminato e riscaldato dal sole ma anche protetto dal vento improvviso e dalla pioggia.

Coperture Combi

Il meglio dei due mondi con protezione dai raggi del sole da un lato e la luce che penetra dall’altro oltre a totale protezione da vento e pioggia su entrambe i lati. Le Coperture Combi Covers sono verde scuro per metà, per una protezione forte da vento e pioggia e per metà trasparenti per lasciar entrare i raggi del sole e il calore, così vi vedranno arrivare quando portate loro i bocconcini!

Coperture Pesanti

Per una copertura extra resistente contro le peggiori condizioni meteorologiche, scegliete le coperture Pesanti. Anche quando le temperature scendono a un solo numero, vento e pioggia battono forte e la neve scende copiosa a coprire il giardino, le impenetrabili coperture pesanti in verde scuro offrono una sicura protezione. Le galline o i conigli saltelleranno in pace nella recinzione Eglu senza prendere freddo o bagnarsi!

Coperture per Temperature Estreme

Le galline e i conigli sono molto efficienti per tenersi caldo in inverno e il doppio isolamento delle pareti dell’Eglu li aiuta a tenere l’aria fresca fuori e a mantenere l’aria calda dentro ma quando le temperature precipitano per diversi giorni di seguito, potrebbero apprezzare un supporto extra. La coperta per le Temperature estreme e il rivestimento, aggiungono un ulteriore strato isolante proprio come fa il vostro maglione di lana preferito senza compromettere la ventilazione intorno al pollaio.

 

 

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Animali da compagnia on July 7th, 2020 by linnearask


Andar per erbe per i conigli

Perché ricercare i premietti giusti da dare ai conigli? Anche se in commercio ci sono tantissimi premietti pronti per i vostri pet, a volte è bene sapere cosa gli stiamo dando. Le piante selvatiche sono bilanciate a livello nutrizionale, con molte fibre e sono davvero gustose. A parte questo, sono anche gratis!

Prima di continuare, ci sono alcune cose su cui riflettere:

  • Se non siete assolutamente certi dell’identificazione di una pianta, non raccoglietela. Sarà utile fare delle foto e compararle a quelle dei libri.
  • Cercate di evitare di raccogliere le erbe sui cigli di strade trafficate dove ci sono tante emissioni di scarico dai tubi di scappamento. Sarà meglio scegliere dei posti in cui siate certi non abbiano spruzzato dei pesticidi o altri elementi chimici e dove cani e gatti non abbiano fatto i loro bisogni.
  • Se volete, una volta a casa potete lavarle, ma di solito non è necessario. Se date qualcosa di nuovo al coniglio, iniziate con piccole quantità. Alcune erbe possono scombussolare l’intestino molto sensibile dei conigli. Ricordate inoltre di darne con moderazione e solo come premio oltre alla giornaliera razione di fieno e pellet.

Una volta chiarito questo, ci sono 6 piante che identificherete con facilità, che si possono trovare facilmente durante una passeggiata e che tutti i conigli adoreranno!

Tarassaco

Molti riconosceranno questa pianta. Le foglie a dente di leone, spesse, il gambo cavo e i fiori gialli che diventano degli orologi sferici una volta fioriti. I conigli possono mangiare l’intera pianta: foglie, steli e fiori e sono adatti se desiderate essiccarli per l’inverno.

 

Ortica

L’aspetto meno piacevole dell’ortica, la parte urticante, non scoraggiano i conigli dal mangiarla. Anche se voi avrete bisogno dei guanti per raccoglierla, i conigli non sentono la parte urticante e mangeranno sia le foglie che gli steli. Le ortiche si trovano frequentemente nelle zone boschive o tra le siepi e le riconoscerete per le foglie frastagliate e il fiore a forma di nappa in cima. E’ ottima anche da seccare per l’inverno.

More/Rovi

I cespugli di more fioriscono ad inizio maggio ed hanno dei fiori color rosa pallido che poi diventano delle bacche verdi che infine diventano di un bel nero lucente. I rovi si trovano lungo i fossati ed hanno delle spine per cui fate attenzione quando li cogliete. I conigli mangiano le foglie e i gambi, non dovete neppure togliere le spine.

Piantaggine

La piantaggine cresce nei prati ed ha delle foglie larghe di un color verde pallido. Le foglia hanno tre o cinque venature e se le spezzate, hanno dei filamenti come il sedano. La piantaggine è una delle erbe preferite dai conigli e la mangiano sia fresca che essiccata.

Centocchio

Questa è un’altra pianta comune che si trova nei prati e in altri luoghi con terreno umido. Ha dei gambi slanciati che possono arrivare fino a 40cm d’altezza e dei piccoli fiori bianchi. Tutta la pianta può essere data al coniglio con moderazione.

Galium Aparine

Galium Aparine è una pianta pelosa che si attacca ai vestiti ed è uno dei tanti tipi di erba che i conigli amano. Cresce con grande rapidità e non è difficile da trovare anche nel vostro stesso giardino. Anche se non è facilissimo da raccogliere, è nutriente e delizioso per i conigli.


No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Conigli on July 6th, 2020 by linnearask


6 motivi per cui il giardino beneficia delle galline

1. Fertilizzante

La pollina è una delle migliori sostanze che potete utilizzare per migliorare il terreno del giardino. Una volta compostati, gli escrementi di gallina sono ricchi di azoto, fosforo, potassio e altri importanti nutrienti e aiutano a migliorare la permeabilità del suolo. Questo significa avere fiori più belli e verdure più grandi e deliziose!

Raccogliete gli escrementi di gallina e compostateli per circa un anno prima di utilizzarli come concime.

2. Controllo dei parassiti

Le gallina trascorrono le giornate a raspare il terreno in cerca di gustosi bocconcini. Scovano scarafaggi, larve, millepiedi, e zecche. A volte si cibano anche di lumache! Questo è un metodo ecologico per tenere a bada i parassiti, col beneficio aggiunto dell’avere galline felici e contente!

3. Rotazione

Desiderate creare una nuova aiuola in giardino? Nessun problema, lasciate lavorare le galline al vostro posto. Se c’è una cosa che sanno fare bene è dissodare e rigirare il terreno. Spargete delle sementi sulla zona di terreno che volete lavorare ed areare oppure lasciate un mucchio di foglie che volete spargere sull’aiuola e potete stare certi che le galline termineranno l’opera prima di una qualunque fresatrice.

4. Sarchiatura gratis

Allo stesso modo, se desiderate ripulire un’aiuola dalle erbacce, fateci andare le galline. Beccheranno via tutte le erbacce lasciandovi solo la parte più facile e divertente del giardinaggio!

Sebbene intelligenti, le galline non sono in grado di distinguere tra le erbacce dalle piante che invece volete conservare per cui è meglio tenerle lontane dalle aiuole di fiori e dall’orto dove state facendo crescere le piante. Utilizzate una buona recinzione per delimitare alcune zone del giardino.

5. Un’aggiunta di calcio

Uno dei vantaggi dell’allevare galline sono le uova deliziose che ci forniscono. Ma lo sapevate che i gusci sono un toccasana per il giardino? I gusci delle uova sono in carbonato di calcio e sono la maniera migliore di integrare dei minerali nel terreno. Il calcio è essenziale per costruire le pareti delle cellule così che le piante possano crescere forti e sane.

Sbriciolate i gusci con un mortaio e aggiungetelo al compost o direttamente sulle aiuole.

6. Ottima compagnia

Grazie alle galline avrete molti più motivi per passare del tempo in giardino. E’ così divertente guardarle becchettare in giro e ascoltarle mentre fanno i loro versi. Sono un’ottima compagnia per chiunque. Alcuni affermano anche che le galline possano alleviare i sintomi dello stress e aiutino a migliorare la salute mentale.

Che cosa vi blocca? Le galline sono la perfetta compagnia e il vostro giardino ne ha bisogno.

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Estate on July 3rd, 2020 by linnearask


10€ di sconto se ne spendi 35€ in bocconcini

Subito uno sconto di 10€ se spendete 35€ o più in bocconcini per i vostri amati animali! Utilizzate semplicemente il codice promozionale TAKE10 alla cassa. Qui sotto troverete una selezione di alcuni dei nostri incredibili bocconcini che siamo certi i vostri animali adoreranno ma ce ne sono molti altri da provare nel nostro sito web!

GALLINE

Biscottini naturali a forma di cuore alla fragola per galline

Mostrate alle vostre galline quanto le amate donando loro il vostro cuore (alla fragola)! Preparati con amore e con il 100% di ingredienti naturali, sormontati da deliziosi pezzetti di fragola, soddisferanno anche la più esigente delle galline.

Pezzi di frutta & e bocconcini ai frutti di bosco

Un cibo complementare per galline e uccelli. Una miscela di semi, cereali cotti, bacche e frutta secca. Un premio molto gustoso e nutriente per le galline.

Un Mix di Mais biologico della Omlet

Le galline vanno pazze per il mais ed è eccellente come spuntino del pomeriggio. Renderà anche i tuorli di un bel colore vivo. Eccellente!


GATTI E CANI

Un prestigioso Pawsecco Pethouse vino rosé

Includi anche il tuo pet nei festeggiamenti di San Valentino con il delizioso Pawsecco vino rosé per cani e gatti. E’ una miscela analcolica di fiori di sambuco e ortica ricca di vitamine e minerali oltre ad essere una gran prelibatezza per il fine settimana!

Balzi & Salti barretta Woof

La barretta Balzi & e Salti Woof è una sicura e succulenta alternativa al cioccolato, solo per cani. Perfetta come premio durante l’addestramento oppure se pensate che il vostro cane se la meriti di quando in quando!

Bocconcini naturali per gatti

Questi bocconcini per cani e gatti sono irresistibilmente gustosi e sono fatti solo con ingredienti naturali. Sono senza glutine con pochi grassi e con vera carne!


CONIGLI & PICCOLI ANIMALI

Torta di compleanno naturale

Il dolce senza sensi di colpa non contiene latticini o zuccheri aggiunti ma solo ingredienti naturali al 100%. Le pareti e la parte superiore sono edibili in fibra di cellulosa e rivestiti di carota e cocco, con sopra dei tocchi di erbe e vegetali e petali di fiori. Il tutto nasconde un’insalata di verdure da sgranocchiare.

Bastoncini da sgranocchiare della Beaphar per piccoli animali

I bastoncini da sgranocchiare della Beaphar per piccoli animali sono formulati con ingredienti naturali e vitamine aggiunte così che i vostri pet non solo avranno un gustoso spuntino ma ad ogni morso avranno dei benefici per la salute. I bastoncini contengono cereali di alta qualità semi e verdure cotti tre volte per assicurare una durezza extra per la limatura dei denti.

Festa del raccolto per criceti & Gerbilli

I criceti e i gerbilli adoreranno pasteggiare in questa festa del raccolto. Un premietto naturale per piccoli animali, questo blocco a forma di ciambella contiene semi, noci cereali e miele. Super gustoso. E’ un cibo per animali complementare e deve essere dato solo come extra supplementare nella normale dieta dei nostri pet.


Termini e Condizioni
La promozione di 10€ di sconto se spendete 35€ in bocconcini è valida dal 02/07/2020 – alla mezzanotte del 07/07/2020. Utilizza il codice promozionale TAKE10 alla cassa. La promozione include bocconcini per tutti gli animali. Escluso il cibo o i sacchi di bocconcini che superano i 2kg. Esclusi giochi ed altri accessori. Soggetto a disponibilità, fino ad esaurimento scorte. Omlet ltd. si riserva il diritto di cancellare l’offerta in ogni momento. L’offerta non si applica alle consegne, se sconti pre-esistenti o in congiunzione ad altre offerte.

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Conigli on July 2nd, 2020 by linnearask