The Omlet Blog Archives: January 2021

Impara ad osare con il 10% di sconto sugli Eglu Cube viola!

 

Vuoi esprimerti al massimo? Pensa in grande, Sii audace, scegli il viola con il 10% di sconto sui pollai Eglu Cube viola!

*Include recinto, estensioni di recinto e ruote se acquistate con la casetta Cube viola.

Utilizza il codice promozionale: GOBOLD

Affrettati – l’offerta termina il 31 gennaio 2021. Termini e Condizioni.

 

Termini e Condizioni

La promozione sconto del 10% sugli Eglu Cube viola è valida dal 28/01/21 fino alla mezzanotte del 31/01/21. Utilizza il codice promozionale GOBOLD alla cassa. Include solo il pollaio Eglu Cube viola. Include i recinti, estensioni di recinti e ruote se acquistati solo come parti del pacco Cube viola. Esclusi tutti i Cube verdi e gli accessori individuali Cube venduti separatamente. Escluse le mangiatoie e gli abbeveratoi Cube viola. Soggetto a disponibilità. Omlet ltd. si riserva il diritto di cancellare l’offerta in ogni momento. L’offerta non si applica alle consegne, sconti pre-esistenti o in congiunzione ad altre offerte.

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Galline on January 28th, 2021 by emmaibadioune


Le giornate dedicate agli animali da festeggiare: la Top List del 2021

Ci sono giornate importanti. Giornate che non vogliamo dimenticare e giorni che desideriamo festeggiare. Ci sono date che sottolineiamo sul calendario: Natale, Pasqua, Thanksgiving… E poi ci sono delle ricorrenze che vorremmo conoscere. Anche se alcuni giorni simbolici sono facili da ricordare, altre volte abbiamo bisogno di una rinfrescata alla memoria. Anche gli animali hanno diritto ai loro giorni di gloria! Ecco un elenco di date importanti da ricordare 2021!

Foto di Glenn Han su Unsplash

La lista qui sotto non è esaustiva e tiene conto di alcune date in alcuni paesi e non in altri. Però ogni scusa è valida per festeggiare i nostri pet e quindi abbiamo pensato vi facesse piacere sapere anche di questi giorni speciali!

Riassunto

Gennaio

Febbraio

Marzo

Aprile

Maggio

Giugno

Luglio

Agosto

Settembre

Ottobre

Novembre

Dicembre

Gennaio

Il mese di gennaio è quasi al termine ma nulla ci vieta di fare una breve retrospettiva degli eventi trascorsi.

In gennaio ci sono stati due eventi principali:

  • Adotta un uccellino abbandonato. Finalmente anche gli uccellini sono stati presi in considerazione in questo mese di gennaio. Molti gatti e cani sono in cerca di adozione ogni giorno ma era importante puntare i riflettori anche sugli uccellini! In centinaia sono alla ricerca di una casa e di una famiglia che si prenda cura di loro. Gli uccellini sono creature incredibili, divertenti, socievoli e intelligenti. In molti sottostimano le attenzioni che richiedono. Gli uccellini necessitano di amore e molte cure. Ecco perché gli abbandoni sono numerosi e i rifugi strapieni.

  • Il mese nazionale dell’addestramento del cane (US): Un movimento che ha preso le mosse dall’Associazione Pet Dog Trainers molti anni fa. In questo mese avrete la possibilità di imparare nuovi trucchetti. Nel mese di gennaio, i social network diventano una vera fonte di informazioni per i proprietari di cani con tanto di suggerimenti e consigli. Fate un giro su Instagram, Facebook, Youtube e Pinterest. Troverete addestratori, esperti cinofili e proprietari di cani che insieme celebrano il loro amore per i cani. Ricordate tre cose essenziali da imparare: lealtà, amore, fedeltà.

Giornate specifiche a gennaio per gli animali:

  • Gen. 24: Giornata “cambia la vita ad un animale”: una giornata specialmente pensata per incoraggiare le adozioni nei rifugi. E se non siete ancora pronti ad adottare, potete fare un’adozione a distanza. Tutto questo tramite i rifugi e non esitate a contattarli direttamente! Potreste anche valutare l’idea di diventare un volontario. Le associazioni hanno sempre bisogno di una mano.
  • Gen. 25: Divertimento nazionale al lavoro

Febbraio

Febbraio ha solo 28 giorni ma sono molto intensi. Il mese di febbraio è all’insegna della salute. Non dimenticate di portare il vostro pet dal veterinario. E’ molto importante far sterilizzare i nostri animali.

Nel corso di febbraio ci sono due azioni:

  • Il mese per l’adozione dei conigli: Anche i conigli sono ottimi animali da compagnia. Spesso dimenticati come gli uccelli, il mese di febbraio consente a questi piccoli animali di essere onorati. Per coloro che hanno delle allergie a cani e gatti, adottare un coniglio potrebbe essere la soluzione ideale! Con loro le allergie sono molto meno frequenti. I conigli portano gioia e felicità e aspettano solo una famiglia amorevole.
  • Mese nazionale della salute del gatto (US): Questo mese ci focalizziamo sul benessere dei gatti! Genitori di gatti è arrivato il momento di prendere in considerazione non solo la salute fisica dell’animale ma anche il benessere emozionale. E’ ora di celebrare i nostri amici pelosi. Portiamolo dal veterinario, riempiamolo d’amore e magari compriamogli un gioco nuovo… E’ un segreto ma…Questa primavera ci saranno tante sorprese in arrivo alla Omlet per i proprietari di gatti! State collegati…

Giornate specifiche a febbraio per gli animali:

  • Feb. 3: Giornata nazionale dei Golden Retriever
  • Feb. 3: La notte degli appuntamenti canini: i cani sono parte integrante della famiglia. E’ importante che trascorrano del tempo di qualità. Approfittate di una serata passata con loro per mostrargli tutto il vostro amore: coccolateli, guardatevi un film, fategli un regalo e soprattutto ditegli che lo amate. Questa giornata ci ricorda quanto amore portano nelle nostre vite i cani.
  • Feb. 14: San Valentino: San Valentino non è solo per umani!
  • Feb. 14: Giornata sulla consapevolezza sul furto degli animali: Questa giornata ci ricorda quanto amore portino gli animali nelle nostre vite ma ci ricorda anche la responsabilità che ne consegue. Questa giornata enfatizza l’importanza dell’identificazione degli animali e incoraggia i proprietari a occuparsi della loro sicurezza.
  • Feb. 20: Giornata ama il tuo animale 💚💚💚
  • Feb. 22: La giornata nazionale della passeggiata con il cane
  • Feb. 23: Giornata mondiale della sterilizzazione: In questa giornata i rifugi hanno l’opportunità di sottolineare i loro programmi di sterilizzazione. La giornata mondiale della sterilizzazione punta il dito sull’importanza e accessibilità di questa pratica di sterilizzazione/castrazione per salvare le vite degli animali e dei cani randagi che diversamente devono essere accolti nei rifugi o muoiono per le strade.
  • Feb. 27: Giornata degli orsi polari: Lasciamo per un attimo il mondo degli animali domestici per sottolineare l’importanza della conservazione degli orsi polari che sono una specie in pericolo.

Marzo

In marzo ci sono due importanti iniziative:

  • Il mese dedicato all’adozione dei porcellini d’india: Proprio come per gli uccelli e i conigli, ci sono molti porcellini d’india nei rifugi! Sono compagni affascinanti che sanno come portare gioia nelle case. I porcellini d’india sono perfetti animali per i bambini. Oltre a creare delle amicizie, impareranno anche empatia e responsabilità.


  • Mese della prevenzione dagli avvelenamenti: Pensate di non avere veleni in casa? Questa iniziativa ci consente di renderci conto dei prodotti che ci circondano e che possono essere pericolosi per i nostri animali. Ricordate sempre di mettere al sicuro i prodotti negli armadi e non lasciateli in giro. Gli animali sono come i bambini e possono inghiottire o inalare facilmente sostanze pericolose che possono portare alla morte. Questa iniziativa è partita negli Stati Uniti ma è importante per tutti coloro che hanno un animale.

Giornate specifiche in marzo per gli animali:

  • Marzo 3: Se gli animali avessero i pollici: Sì, questa giornata esiste ed è divertente! Ha origine negli Stati Uniti e ci invita a immaginare la nostra vita con un cane con i pollici.
  • Marzo 20: Giornata mondiale dei passeri
  • Marzo 23: Giornata nazionale sui cuccioli (US): in questa giornata si celebra tutto l’amore che i cuccioli ci danno. Vedrete tantissimi post in questa giornata sui social media! Questa giornata sottolinea anche che i cuccioli sono una grande responsabilità. Questa giornata serve anche a ricordare l’orrore delle fabbriche dei cuccioli nel mondo.
  • Marzo 23: Giornata dei gattini coccolosi
  • Marzo 28: Giornata “Rispetta il tuo gatto”: concedetegli le attenzioni che meritano!
  • Marzo 30: Giornata fai una passeggiata al parco

Aprile

Alcuni importanti aspetti sulla cura degli animali vengono presi in considerazione in aprile.

\Nel mese di aprile vengono portate avanti due iniziative:

  • Mese nazionale degli animali (UK): Questo mese è dedicato ad insegnare ai proprietari di animali la responsabilità di avere un pet a casa. Con una serie di campagne di sensibilizzazione e un approccio educativo, le associazioni sperano di aumentare la sensibilità sul tema.
  • Il mese della prevenzione sulla crudeltà verso gli animali: In questo mese è anche il momento per discutere e prendere posizione! Non esitate a condannare qualunque comportamento che possa arrecare danno agli animali. Il mese di aprile è un’opportunità per aiutare le associazioni con il volontariato. Le vostre azioni possono salvare delle vite.

Foto di Caleb Carl su Unsplash

Giornate specifiche in aprile dedicate agli animali:

  • Aprile 4: Pasqua: I simboli della Pasqua: un coniglio, una gallina e una campanella
  • Aprile 8: Giornata nazionale contro il combattimento tra cani
  • Aprile 11: Giornata nazionale degli animali
  • Aprile 11: Giornata di festeggiamenti per i rifugi degli animali
  • Aprile 11: Giornata di ringraziamento alla Dog Therapy
  • Aprile 12: Giornata mondiale dei criceti: anche i criceti hanno diritto ad un loro giorno di gloria!
  • Aprile 23: Giornata nazionale cani scomparsi
  • Aprile 24: Giornata mondiale dedicata ai veterinari: Questa celebrazione annuale vuole accendere i riflettori su una professione: i veterinari. In questo giorno si sottolinea l’importanza essenziale di questa figura professionale per il benessere animale, la vendita degli animali e dei prodotti animali così come la salvaguardia della salute pubblica.
  • Aprile 25: Giornata nazionale dei genitori di animali
  • Aprile 26: Giornata nazionale animali-bambini (US): Questa giornata viene festeggiata principalmente negli Stati Uniti ma può essere facilmente adottata anche in altri paesi offrendo attività che permettano ai bambini e agli animali di stare insieme! Perché non andare tutti insieme a giocare a nascondino in giardino? Ci sono così tante attività da fare!
  • Aprile 28: Giornata internazionale Cani guida: E’ importante dare il giusto tributo a questi cani che consentono ai loro proprietari di socializzare con il mondo esterno. Questi cani sono di grande aiuto e fanno un incredibile lavoro. Portano amore, sollievo e aiuto.
  • Aprile 30: Giornata adotta un animale da un rifugio
  • Aprile 30: Giornata nazionale animali da terapia
  • Aprile 30: Giornata di sensibilizzazione sui boli di pelo

Maggio

In maggio si celebrano le diverse razze di cani. Non dimentichiamo anche l’importanza di microchippare i nostri animali!

Nel mese di maggio ci sono due azioni principali:

  • Il mese per chippare il tuo animale: In questo mese l’attenzione si focalizza sui microchip. E’ molto importante diffondere l’importanza dei microchip. La American Humane Association ha stimato che un animale su tre nella sua vita si perde o viene rubato. Il microchip è come una carta d’identità dell’animale. Se si dovesse perdere, l’animale avrà più probabilità di tornare a casa se è microchippato.
  • Mese dedicato alla sensibilizzazione sul cancro negli animali: Lo sapevate che il cancro è una delle principali cause di malattia correlate alla morte nei gatti e cani? In questo mese si sottolinea l’importanza di far seguire dal veterinario gli animali per prevenzione.

Giornate specifiche in maggio dedicate agli animali:

  • Maggio 1: Giornata nazionale dei cani di razza
  • Maggio 3: Giornata nazionale degli animali diversamente abili (US): Gli animali disabili sono i protagonisti della giornata. Questi animali hanno un immenso bisogno d’amore che vi renderanno.
  • Maggio 8: Giornata dell’assistente veterinario
  • Maggio 8: Giornata nazionale prevenzione calamità
  • Maggio 8: Giornata nazionale delle mamme dei cani
  • Maggio 14: Giornata internazionale di apprezzamento verso i Chihuahua: Ebbene sì, i chihuahua hanno diritto ad avere una loro giornata! In più si tratta di una festa internazionale. Sono dei re.
  • Maggio 20: Giornata nazionale dei cani trovatelli

Giugno

In giugno i rifugi strabordano di gattini.

Nel mese di giugno c’è un’azione fondamentale:

Mese Adotta un gatto / Mese Adotta un gatto del rifugio:

L’adozione è una lodevole alternativa. Accogliendo un gatto abbandonato, gli state dando una seconda opportunità di vivere la vita che merita. I gatti devono essere amati e anche se i rifugi fanno un lavoro eccellente, niente è come l’amore di una famiglia.

Giornate specifiche in giugno dedicate agli animali:

  • Giugno 4: Giornata abbraccia il tuo gatto: Ogni giorno ha la sua razione di abbracci. Ma vogliamo ricordarci con una giornata dedicata che per un giorno ci sarà razione doppia!
  • Giugno 8: Giornata migliori amici: I migliori amici non sono solo umani. Chi è più leale di un cane? Chi è più divertente di un coniglio o anche delle galline?
  • Giugno 8: Giornata della memoria degli animali: E’ una giornata dedicata a tutti i nostri pet sul ponte dell’arcobaleno.
  • Giugno 21: Giornata porta il gatto al lavoro: Prima vale la pena chiedere per sapere se qualcuno in ufficio è allergico…
  • Giugno 24: World Domination Day dei gatti: Oops è un segreto…
  • Giugno 25: Giornata porta il cane al lavoro

Luglio

In luglio ci prendiamo cura dei nostri animali. E’ estate, fa caldo e dobbiamo fare attenzione. Pensiamo ad idratarli!

In luglio c’è un’azione principale da seguire:

Il mese nazionale per la sensibilizzazione dell’idratazione degli animali (US): E’ una ricorrenza degli Stati Uniti ma dovrebbe diventare festa in tutti i paesi in cui in questo mese è estate. Gli animali hanno bisogno di bere. Non dimenticatelo mai!

Giornate specifiche in luglio dedicate agli animali:

  • Luglio 5: Giornata della memoria degli animali
  • Luglio 16: Giornata di apprezzamento per i porcellini d’india
  • Luglio 21: Giornata nazionale bricolage per aiutare i rifugi: E’ la giornata ideale per fare qualcosa per gli animali nei rifugi. E’ anche un’attività ideale da fare con i propri figli!
  • Luglio 21: Giornata No alla vendita degli animali nei negozi
  • Luglio 30: Giornata internazionale dell’amicizia: Anche in questo caso si festeggia la nostra relazione con i nostri amici animali!

Agosto

In agosto stiamo con i nostri amici animali. Ci sono tante attività da scoprire assieme ai nostri amici pelosi!

Giornate specifiche in agosto da dedicare agli animali:

  • Agosto. 1: Compleanno universale dei cani adottati in canile
  • Agosto 4: Giornata cani d’assistenza
  • Agosto 6: Giornata alito fresco
  • Agosto 8: Giornata internazionale del gatto
  • Agosto 10: Giornata vizia il tuo cane: In questo giorno speciale, viziate i cani con dei biscottini e partecipate ad attività con loro e soprattutto dedicategli tempo e amore.
  • Agosto 21: Giornata internazionale dei gli animali senza una casa: Questo giorno particolare simboleggia la lotta per una maggiore protezione legale e fisica dei pets.

Settembre

Giornate specifiche in settembre da dedicare agli animali:

  • Sett. 1: Giornata del gatto rosso
  • Sett. 8: Giornata nazionale della passeggiata con il cane
  • Sett. 13: Giornata di sensibilizzazione sugli animali nati con difetti congeniti: Questa giornata è stata istituita da David Rogers per sottolineare il “ruolo interattivo degli esseri umani nei difetti congeniti degli animali sia fisici che mentali”
  • Sett. 17: Giornata nazionale dedicata agli uccelli
  • Sett. 25: Giornata internazionale del coniglio: Questa giornata è dedicata ai conigli. Prendete un giochino, carote e un percorso ad ostacoli in modo che possa sfogarsi!
  • Sett. 25: La più grande passeggiata al mondo con gli animali (US): Questa giornata è organizzata da un’associazione Pet Partners per la raccolta fondi. Si tratta di promuovere l’attività fisica con i nostri amici animali.

Ottobre

In ottobre facciamo attenzione a cosa mangiano gli animali! L’obesità è un problema che affligge anche i nostri amici animali.

Immagine di LorysCats da Pixabay

Nel mese di ottobre le azioni da portare avanti:

Mese adotta un cane/mese adotta un cane dal rifugio: Come i gatti, anche i cani hanno un mese dedicato alle adozioni. Non lo ripeteremo mai abbastanza ma se volete adottare un cane, pensate ad andare in un rifugio!

Giornate specifiche in ottobre da dedicare agli animali:

  • Ott. 4: Giornata mondiale degli animali
  • Ott. 13: Giornata di sensibilizzazione sull’obesità degli animali: L’obesità negli animali non deve essere sottovalutata. L’obesità può portare ad altri problemi di salute e influire sulla loro qualità di vita. Interferisce anche con le attività: passeggiate o corse dietro la pallina.
  • Ott. 27: Giornata nazionale del gatto nero (UK): Abbiamo recentemente scritto un articolo sui gatti neri, leggetelo here!
  • Ott. 28: Giornata degli amanti dei peluche a forma di animale La giornata ideale per comprare un nuovo gioco
  • Ott. 30: Giornata nazionale di sensibilizzazione sui Pit Bull
  • Ott. 31: Halloween: Facciamo attenzione a non lasciare in giro la cioccolata! Ai nostri amici pelosi non fa bene.

Novembre

Durante il mese di novembre si porta avanti un’azione:

Il mese per l’adozione di un animale anziano: Tutto il mese di novembre vuole promuovere l’adozione di animali anziani. Un mese dedicato agli animali anziani e alla ricerca di una casa per loro. Cani e gatti anziani hanno una maggior incidenza di eutanasia. Ci sono molti vantaggi nell’adottare un animale anziano: sono più calmi, è più facile insegnargli nuovi giochi e hanno bisogno di meno attenzioni rispetto ad un cucciolo.

Giorni specifici in novembre da dedicare agli animali:

  • Nov. 1: Giornata nazionale cucina per il tuo animale (US): E’ un’eccellente idea per testare nuove ricette da condividere con i nostri amici pelosi.
  • Nov. 17: Giornata fai una passeggiata
  • Nov. 25: Giorno del Ringraziamento (U.S.)
  • Nov. 28: Inizio Hanukkah

Dicembre

Dicembre, il mese dei regali!

Giorni specifici in dicembre da dedicare agli animali:

  • Dic. 5: Giornata internazionale di volontariato: con l’opportunità di prestare servizio volontario presso un’associazione
  • Dic. 9: Giornata internazionale di medicina veterinaria
  • Dic. 24: Vigilia di Natale
  • Dic. 25: Natale: Regali anche per gli animali!
  • Dic. 31: Capodanno

Ci sono davvero molte giornate dedicate a celebrare gli animali nel mondo. Se non festeggiate nessuna data in particolare non è importante ma è essenziale riempire di amore gli animali ogni giorno per ringraziarli della gioia e della felicità che ci portano tutti i giorni dell’anno!

 

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Animali da compagnia on January 26th, 2021 by emmaibadioune


Piattaforme: i benefici dell’esercizio attraverso vari livelli


Proprio come gli esseri umani, conigli e porcellini d’india hanno necessità di fare esercizio! Se il vostro dottore raccomanda 30 minuti di esercizio al giorno, sappiate che lo stesso vale per i vostri piccoli animali. Per cui conigli e porcellini d’india, preparate le zampette, è ora di fare sport! Per prima cosa, diamo un’occhiata al perché l’esercizio è tanto importante per conigli e porcellini d’india.

Benessere fisico e mentale

L’esercizio è necessario per mantenere il coniglio e/o porcellino d’india in salute. Il movimento contribuisce all’equilibrio mentale e psicologico. E’ altrettanto importante quanto una dieta ben bilanciata.

I muscoli dei conigli o porcellini d’india devono essere allenati. Questi animali devono poter testare le loro abilità, i loro limiti, far pratica, divertirsi e saltellare in giro. Un ambiente stimolante offrirà al vostro amico della giornate dinamiche, senza monotonia consentendogli di crescere. Perché non personalizzare l’area gioco dei conigli e aggiungere dei giochi, e creare degli spazi diversi con l’aiuto delle piattaforme? Vi ringrazieranno!

Quando iniziano a giocare e a correre è un segno che sono felici e si stanno divertendo. Fatevi coinvolgere e coinvolgeteli in giochi che stimolino i sensi e i riflessi.

Prevenire i rischi di malattia e obesità

A differenza della vita allo stato selvatico piena di imprevisti, la vita degli animali domestici è diversa, con meno movimento e attività e così conigli e porcellini d’india rischiano di ammalarsi. L’obesità è un esempio comune. In natura corrono, scappano dai rischi, si devono proteggere dalle intemperie e a mettere alla prova i riflessi. Devono faticare per ottenere del cibo, scavarsi un rifugio e stare alla larga dai predatori sia dal cielo (rapaci e altri uccelli) che da terra. Il loro metabolismo si è abituato a queste condizioni e quindi corrono meno rischi di obesità.

Foto di Nick Fewings su Unsplash

A volte i conigli domestici e i porcellini d’india vivono in spazi angusti. Inoltre oltre al loro cibo quotidiano spesso si dà loro dei bocconcini extra durante la giornata. Senza esercizio, possono facilmente prendere peso. Devono essere stimolati altrimenti si entra in un circolo vizioso. Senza esercizio gli animali prendono peso e più pesano più sarà difficile farli giocare e fare movimento. Iniziate con gli esercizi non appena arrivano a casa.

Un piccolo suggerimento per sapere se il coniglio o il porcellino è in forma: schiacciano la pancia dovreste sentire sotto le dita le costole dell’animale.

Immagine di scym da Pixabay

Oltre all’obesità, una mancanza di esercizio può portare a problemi urinari, osteoporosi e anche fratture. Conigli e porcellini d’india sono più fragili se cresciuti in appartamento. Facendo allenare il coniglio o il porcellino d’india, li aiuterete a rafforzare il cuore e a ridurre i rischi di malattia derivati dalla mancanza di moto. Non si tratta di esagerare ma di consentire loro di muoversi! Come gli umani, con il passare degli anni hanno dei problemi legati all’età: muscoli rigidi e logoramento dello scheletro. La soluzione per ridurre questi problemi: esercizio!

Come faccio a tenere occupati i conigli e porcellini d’india? Quali esercizi sono raccomandati per tenere il mio pet in buona salute?

Piattaforme: una moltitudine di possibilità

Le piattaforme sono la soluzione ideale per mantenere in salute il vostro pet. Vi permettono di creare vari livelli e di personalizzare l’area gioco. Saltando su e giù da un sistema ben organizzato di piattaforme, i conigli o i porcellini d’india manterranno muscoli ed ossa in buona forma. Le piattaforme consentono di seguire le inclinazioni naturali dei conigli e dei porcellini.

I vari livelli permettono a conigli e porcellini d’india di esercitare i muscoli saltando su e giù dalle rampe. Riproducendo salite e discese naturali, come in natura, gli animali potranno, in completa sicurezza, rafforzare i muscoli e stimolare la mente.

La creazione di una piattaforma su più livelli consente di variare gli esercizi quotidiani e aiuta anche ad ottimizzare lo spazio. Completamente modulari e personalizzabili, le Piattaforme Zippi della Omlet offrono agli animali nuove sensazioni e consentono di sperimentare nuove avventure.

Anche i veterinari e gli esperti di animali consigliano di utilizzare vari livelli per stimolare i piccoli animali. I conigli o i porcellini potrebbero aver bisogno di un piccolo incoraggiamento per cominciare ma se sceglierete una struttura robusta e sicura, i pet si renderanno presto conto che giocare a vari livelli è molto divertente!

Le Piattaforme Zippi della Omlet sono anti-scivolo e consentono ai vostri amati animali di saltare senza rischi. Assicuratevi sempre di scegliere delle piattaforme che assicurino sicurezza ai vostri animali.

Quest’area gioco multi-funzionale è adatta a tutte le razze di conigli o porcellini d’india. Starà a voi organizzare lo spazio e le piattaforme a seconda anche delle preferenze dei vostri animali.

Qui troverete alcune idee per posizionare le piattaforme nei recinti Zippi.

Niente impedisce di aggiungere tutti gli accessori che riterrete utili per personalizzare la zona gioco: tunnel, rifugi… Avete infinite possibilità! I conigli o porcellini d’india si divertiranno a passare del tempo facendo le loro attività preferite: saltare, correre, percorso ad ostacoli e girate intorno!

Stando in alto, gli animali avranno la possibilità di guardarsi attorno e avere una nuova prospettiva. Curiosi per natura, finalmente si godranno il loro spazio.

Piattaforme: un modo facile per divertirsi insieme

Che cosa c’è di più importante che giocare assieme? Agli animali piace essere ammirati e incoraggiati e ameranno passare del tempo con voi!

Con l’aggiunta di nuove altezze, vedrete i vostri animali da un nuovo punto di vista. Con le piattaforme, potrete sedervi e guardavi negli occhi, rendendo l’interazione più facile. La vostra schiena ringrazierà ma avrete nuovi modi per divertirvi insieme. Avrete modi diversi per stimolare i pet e potrete insegnare loro ad usare le piattaforme.

I bambini potranno godersi i loro animali in piena sicurezza. Questo renderà più facile giocare insieme. L’interazione sarà più facile sia per i bambini che per gli animali.

L’esercizio è essenziale per i vostri animali.Non trascurate questo aspetto: realizzare un’area gioco divertente che apprezzeranno potrebbe rivelarsi divertente anche per voi!

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Conigli on January 22nd, 2021 by emmaibadioune


Il mio cane ha troppo freddo?

Foto di Jamie Street su Unsplash

Alcuni cani amano rotolarsi nella neve mentre altri si siedono felici in una casa confortevolmente calda mentre fuori gela. Per gli amanti della neve una pelliccia spessa è una risorsa essenziale. Le razze come i Siberian Husky e gli Alaskan Malamute, allevate per il lavoro nei climi freddi non avranno problemi in un tipico inverno italiano.

Razze robuste con un folto pelo come i Pastori tedeschi, barboncini e Golden retriever, ameranno passeggiare anche se fa freddo. Le razze a pelo raso come i Greyhound e i Whippet e i piccoli cani come i Chihuahua e gli Yorkies hanno bisogno di essere protetti dal freddo. I cuccioli, i cani anziani e i cani malati potrebbero aver bisogno di attenzioni extra in inverno.

Qualunque razza sia, non li lasciate mai fuori se fa molto freddo perché anche un cane robusto può soccombere al freddo se la sua temperatura corporea scendo troppo.

Come fare a capire se fa troppo freddo per il cane?

Saprete facilmente dire se il cane ha freddo perché ve lo dirà! I cani saranno riluttanti ad andare a passeggiare oppure non saranno attivi come al solito durante la passeggiata sedendosi magari un angolino riparato o camminando più lentamente del solito. I cani che hanno freddo possono manifestare segni di ansia, lamentandosi e camminando accanto a voi mentre vi guardano supplichevoli. I cani più piccoli inizieranno a tremare e anche le razze più grandi dopo un po’ potrebbero iniziare a tremare. Se è caduta della neve, il cane potrebbe iniziare a zoppicare se gli è rimasto del ghiaccio sotto i polpastrelli.

Naturalmente non è una cosa frequente – sicuramente non per i cani in buona salute. Faranno così tanto movimento da non sentire il freddo a meno che la neve non diventi un problema per il pelo o tra i polpastrelli.

Quando diventa troppo freddo per un cane?

Generalmente, 7°C (45°F) è una temperatura minima in cui di norma i cani sono a loro agio. Quando la temperatura scende intorno agli 0°c (32°F), i cani meno resistenti dovrebbero indossare dei cappotti o degli impermeabili. Con temperature estremamente fredde, tutte le razze a parte quelle più resistenti come Husky, Malamute, Samoiedo e Terranova sono a rischio.

Quando il cane ha bisogno di un cappottino?

La domanda se è troppo freddo per il cane dipende dalla razza ma è influenzata anche dall’età e dallo stato di salute dell’animale.

I cani con il pelo raso e/o con una corporatura esile (ad esempio i Greyhound) avranno bisogno di indossare un cappotto quando escono se la temperatura cala drasticamente. Se c’è della neve a terra, i cani di taglia piccola e i cuccioli avranno bisogno di una copertura durante le passeggiate o nei giochi al parco. Essendo piccoli, si raffreddano in fretta rispetto ai cani grandi perché la parte inferiore si raffredda prima dato che la pancia è più vicino a terra.

I cani anziani e i cuccioli hanno un sistema immunitario abbastanza debole e rischiano di ammalarsi se prendono freddo. A volte i cani anziani soffrono di artrite che peggiora con il freddo e a volte devono indossare un maglioncino anche dentro casa per tenere al caldo le articolazioni.

I cani con un pelo chiaro potrebbero beneficiare di un cappotto scuro perché attira i raggi solari in inverno. Se c’è un vento ghiacciato tutti traggono beneficio da un cappotto (a parte poche razze adatte alle temperature estreme).

Anche un cane resistente può essere a disagio nella neve soprattutto se il pelo si riempie di ghiaccio. I cani cercano istintivamente di pulirsi strofinando il muso a terra – mentre invece raccolgono ancora più neve! Le zampe dei cani possono gelarsi e questo crea gravi disagi.

Durante la passeggiata potete rimuovere periodicamente la neve (anche se a volte si forma del ghiaccio che non può essere rimosso immediatamente).

Come tenere al caldo il cane in inverno

Conoscere le necessità del proprio cane è la chiave per sapere se ha troppo freddo. I cani non hanno sempre bisogno di stare al calduccio e magari avete notato che ogni tanto cercano un angolino di pavimento freddo dove stendersi soprattutto quando il riscaldamento è acceso in inverno. Anche il troppo riscaldamento è un problema come il troppo freddo.

Le razze con il pelo scuro beneficiano dei raggi solari invernali dato che riescono ad assorbire anche il più piccolo tepore. I colori più chiari riflettono la luce e anche il calore.

Se il tuo cane ha freddo in inverno, un cappottino è una semplice soluzione. Una cuccia confortevole è molto importante per stare caldi la notte.

Evitare di tagliare drasticamente il pelo del cane in inverno potrebbe essere un buon modo per combattere il freddo!

Come faccio a sapere se il cane ha troppo freddo la notte?

Finché il cane avrà una confortevole cuccia dove stendersi comodamente e e finché la temperatura della stanza non gela, è difficile che i cani sentano freddo. Il cane si accoccolerà giù e il suo calore corporeo sarà sufficiente per una buona notte di sonno.

Assicurarsi di avere una cuccia che faccia al caso, è importante. Nessuna è più comoda della cuccia Topology – che può essere sollevata da terra per migliorare la ventilazione ed evitare che la cuccia si scaldi o si raffreddi troppo a contatto con il pavimento freddoo caldo. Le coperture hanno una zip che consente di cambiarle con facilità se si bagnano.

Una coperta per cani di alta qualità aiuterà – specialmente se il cane ha un kennel o una cuccia all’aperto. Il cane si raggomitolerà sotto oppure la metterà da parte proprio come fate voi con un plaid aiutandovi a mantenere la temperatura perfetta durante tutta la notte.

Attenzione: solo le razze più resistenti possono rimanere all’aperto in un kennel in inverno anche se è completamente impermeabile.

 

Cosa succede se il cane prende troppo freddo?

I sintomi principali che indicano che il cane ha freddo sono tremori e mugolii. Un cane che trema deve essere avvolto in una coperta e tenuto al caldo. Di solito è sufficiente.

Se un cane fragile o troppo piccolo ha troppo freddo, rischia di ammalarsi. Il freddo abbassa le difese immunitarie e lascia spazio alle malattie. Se nel periodo invernale il cane passa il tempo a starnutire o ad avere uno scolo da occhi o naso, potrebbe essere sintomo di raffreddore o influenza o altre malattie.

Cani e ipotermia

Anche se infrequente, è possibile che un cane vada in ipotermia. Questo accade quando la temperatura corporea scende sotto la media di circa 38-39°C (101-102.5°F) a 37°C (99°F) o meno. Un simile calo di temperatura può risultare fatale anche se riuscite a portarlo subito al caldo.

Potete capire se un cane rischia l’ipotermia o rischia la vita da come si comporta. I sintomi includono letargia, sonnolenza, movimenti maldestri e difficoltà di respirazione.

La prevenzione è l’unico rimedio. Conoscere il cane e i loro limiti fisici ed usare il buon senso per non esporre il cane a situazioni che lo mettano a rischio ipotermia.

Cani e congelamento

Il congelamento è un altro rischio legato al freddo. Nel freddo estremo, un animale a sangue caldo protegge gli organi vitali reindirizzando il flusso sanguigno verso questi ultimi. Questo significa che le estremità come le orecchie, naso, e zampe sono a rischio congelamento. Se una parte del corpo è rosso acceso o nera, il cane rischia il congelamento e deve essere immediatamente scaldato.

Se le orecchie o la coda del cane ‘sono ghiacciate’ al tatto, forse è meglio accorciare le passeggiate e passare più tempo in casa.

In generale se voi avete freddo stando fuori nonostante il cappotto, cappello e guanti anche il cane sentirà il freddo. Il buon senso è importante quando dovete capire se per il cane la temperatura è troppo fredda o meno e sicuramente il vostro cane vi aiuterà a capire come si sente.

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Cani on January 22nd, 2021 by emmaibadioune


Qual’è la miglior copertura per il tuo cane?

Vieni a scoprire la nuova cuccia Topology per cani della Omlet, con coperture personalizzabili che si adattano alla personalità del tuo cane. Non sei sicuro di quale copertura sarebbe la più adatta per il tuo cane? Fai il quiz qui sotto!

 

  1. Che tipo di passeggiata predilige il tuo cane?

  1. Corri cane, corri! Il più a lungo possibile
  2. Una passeggiatina al parco andrà benissimo, grazie
  3. Sono piccolo. Una breve passeggiata seguita da un riposino, grazie.
  4. Una passeggiata per il quartiere andrà benissimo per noi!
  5. Più fangosa è, meglio è. Un bagno gelato sarebbe un bonus!

 

  1. A quale razza di avvicina di più il tuo cane come personalità?

  1. Un impetuoso dalmata
  2. Un viziato barboncino
  3. Un coccoloso carlino
  4. Un raffinato saluki
  5. Uno spaniel amante dell’acqua

 

  1. Cosa credi sia più utile in una cuccia?

  1. Una cuccia che gli fornisca un buon supporto e lo faccia riposare completamente
  2. Un materiale elegante ma che sia anche facile da pulire
  3. Qualcosa che crei una sorta di tana
  4. Un’elegante e raffinata cuccia che si abbini alla casa
  5. Una cuccia che sia pratica e che si pulisca e si asciughi facilmente dopo la passeggiata

 

  1. Dove preferisce dormire il tuo cane?

  1. In qualunque posto morbido dove sprofondare
  2. Solo su soffici lenzuola e possibilmente accanto al fuoco
  3. In un angolino comodo lontano dal rumore
  4. In un posto dove possa stendersi completamente e rilassarsi
  5. Ovunque possa asciugarsi e poi raggomitolarsi

 

  1. In una scala da 1 fino a schifezza totale, quanto è pulito il tuo cane?

  1. Finché c’è la possibilità di fare una lunga passeggiata e poi un riposino, il fango non gli interessa!
  2. Molto pulito, non metterebbe mai neanche una zampa vicino ad una pozzanghera
  3. Credo che preferisca stare fresco e pulito nella sua cuccia
  4. Pulito ma non disdegna sfogarsi al parco
  5. AMA il fango. E AMA nuotare. E’ un raccatta sporco seriale!

 

  1. Quale è la paletta cromatica in casa tua?

  1. Mi piace il giallo mostarda. Più è luminoso meglio è.
  2. Crema e bianco, grazie.
  3. Le sfumature di grigio stanno a meraviglia a casa mia
  4. Un elegante color menta e un tenue verde
  5. Il marrone è l’ideale per coprire le macchie di fango

Risposte!

 

Maggioranza di A: Copertura a sacco!

Questo super morbidoso sacco si avvolge al corpo del cane per una notte da sogno. Il supporto extra è l’ideale per rilassarsi dopo una passeggiata e il brillante colore giallo mostarda si sposa elegantemente con gli interni di casa! Inoltre, il sacco all’interno si può rimuovere facilmente per essere lavato.

Maggioranza di B: Copertura in pelle di pecora!

L’elegante e super soffice copertura in pelle di pecora in un sofisticato color bianco, offre un comfort eccellente per il vostro viziato cucciolone che vuole solo il meglio. Non preoccuparti per i peli e lo sporco, la copertura in pelle di pecora di può togliere e metterla in lavatrice!

Maggioranza di C: Copertura Bolster!

La copertura imbottita bolster è ben riempito sui lati e progettato per supportare la testa del cane come un cuscino. La forma bolster aiuta anche a creare un senso di sicurezza e protezione. Il cuscino Bolster può essere anch’esso tolto dalla copertura per essere lavato!

Maggioranza di D: Copertura trapuntata!

Semplice ed elegante, la copertura trapuntata è una scelta eccellente per i cani che amano stendersi dopo una lunga giornata. Le eleganti sfumature grigio-blu si adattano perfettamente a tutti gli ambienti e il materiale super soffice che copre il materasso in memory foam assicura un comfort massimo. Si toglie la.

Maggioranza di E: Copertura in Microfibre!

La copertura in microfibra è perfetta per cani che amano lunghe e sporchevoli passeggiate. Le pozzanghere non sono un problema per il tuo cane e non lo sono neppure per la tua copertura. Il design marrone tassellato assorbe tutta l’umidità dal pelo del cane e nasconde le macchie di fango. Semplicemente aprite la zip e mettete a lavare in lavatrice e sarete pronti per la prossima avventura!

 

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Cani on January 20th, 2021 by emmaibadioune


Le galline hanno freddo?

Le galline sono animali resistenti e si adattano molto bene al clima sia che si tratti di caldo che di freddo. A meno che l’inverno dove abitate sia ,davvero intenso, le vostre galline saranno in grado di tenersi calde stando vicine le une alle altre nel pollaio e le giornate fredde non impediranno loro di uscire a raspare e becchettare nel recinto o in giardino.

Come fanno a tenersi calde in inverno?

Il segreto delle galline sta nel loro isolamento naturale. Le penne le aiutano a mantenere il calore corporeo e riscaldano l’aria intrappolata sotto le penne gonfie. Quando è a riposo, la temperatura corporea di una gallina va a 40–43°C e il battito cardiaco è intorno ai 400 battiti al minuto – prova di un metabolismo elevato che le fa reagire bene al clima invernale.

Guardare le galline mentre raspano sul terreno ghiacciato o mentre incedono nella neve ci fa domandare come facciano a mantenere le zampe calde. Dopotutto è una delle poche parti che non ha le penne per tenerle calde (a meno che non abbiate delle razze che hanno le zampe piumate come le Cocincine, Brahma o Moroseta). La risposta sta nelle squame delle zampe che in un certo senso mantengono il calore. In media le galline sono sempre in movimento e non tengono mai le zampe a terra troppo a lungo.

Come si fa a capire se hanno troppo freddo?

Potete capire se una gallina ha freddo, semplicemente guardandola. Avrà le penne arruffate e sarà appollaiata lontano da terra probabilmente con una zampa sollevata. La cresta e i bargigli potrebbero essere più pallidi del solito. Questi non sono segnali di sofferenza e finché la gallina si ferma solo a fare una breve pausa invece che rimanere immobile per tutto il giorno, non c’è da preoccuparsi.

Non bisognerebbe mai lasciare le galline bagnate fradice. E’ più pericoloso delle temperature esterne o della neve e in casi estremi può portare all’ipotermia. Una gallina in questo stato mostra sintomi quali rigidezza ed è fredda al tatto, gli occhi spalancati oppure chiusi. Se trovate una delle galline in queste condizioni, portatela subito in casa e avvolgetela con un asciugamano caldo. Una volta che si sarà rimessa, lasciatela riposare in una scatola in un ambiente caldo per alcune ore.

Appollaiarsi sui trespoli le aiuta a stare al caldo?

Come molti altri uccelli, le galline spesso adottano la posa ‘su una zampa’ in inverno, ritirando una delle due al caldo sotto la pancia. Questo riduce la perdita di calore ed evita alle zampe di gelare a contatto con il suolo ghiacciato. Come tutti gli uccelli, le galline sono animali a sangue caldo e il calore del corpo fa le sue magie.

Appollaiarsi è uno dei metodi più efficaci per mantenere il calore corporeo. Una gallina quando si appollaia è come se si chiudesse con le penne gonfie e le zampe raccolte sotto. Se lo spazio lo consente, installate un trespolo piatto nel pollaio o nel recinto. Questo consentirà alle galline di stare appollaiate senza doversi aggrappare alla barra e quindi rischiare di raffreddare le zampe. Un vaso rigirato, un tronco, un pallet o altre soluzioni sollevate da terra daranno alle galline una superficie piatta dove mettersi per evitare ghiaccio e neve.

Quando il freddo diventa troppo freddo per le galline?

Le galline sanno regolare la loro temperatura e il loro comportamento a seconda delle condizioni in cui vivono; dove possono vivere degli esseri umani, possono farlo anche le galline. E’ la combinazione di bagnato e freddo che può essere fatale per cui garantire un pollaio asciutto è vitale e gli animali che si bagnano dovrebbero essere asciugati. Applicate della vaselina alle creste per prevenire il congelamento.

Le galline possono morire di freddo?

Di solito il freddo non uccide le galline, finché hanno un pollaio caldo dove ritirarsi quando il tempo è troppo freddo. Le galline che hanno freddo sono più soggette del solito ad ammalarsi e a prendere dei parassiti e la produzione di uova diminuisce. Le galline si appollaiano semplicemente sui trespoli o nei nidi con le penne gonfie.

Qual’è il miglior pollaio per l’inverno?

Il tipo di pollaio fa una grande differenza. Negli inverni più freddi, un pollaio in legno con correnti d’aria può rapidamente diventare umido e quindi gelare, mentre una struttura più robusta e resistente come Eglu, che tiene fuori l’umido e il freddo, consente di riscaldarsi dopo una giornata indaffarata all’aperto. La temperatura nell’ Eglu resterà relativamente alta mentre le galline sono dentro la notte.

Potrete aiutare le galline a stare al caldo lontano da gelo e neve assicurandovi che il pollaio sia pulito e asciutto. Eliminate ogni traccia di neve e mantenete uno strato di paglia a terra. Potete dare una protezione extra isolando la recinzione – anche se ci deve essere sempre un po’ di ventilazione per consentire ai gas rilasciati dagli escrementi di fuoriuscire.

Una porta automatica aiuterà a mantenere un ambiente favorevole. Se inserite un riscaldatore dovrà essere uno specificamente progettato per pollai ed è meglio utilizzarlo solo se le temperature scendono al di sotto dei 5°C, altrimenti le galline si potrebbero abituare al caldo e poi lo sbalzo di temperatura potrebbe essere disastroso.

Cosa succede se una gallina prende troppo freddo?

Le giovani galline sono più suscettibili al freddo rispetto alle galline adulte. Se una gallina giovane però ha già il piumaggio completo, sarà resistente tanto quanto le galline adulte. I pulcini vanno tenuti sotto un’apposita lampada riscaldante. Se lasciate dei pulcini a sé stessi, il freddo potrebbe ucciderli.

Suggerimenti per il freddo

Le seguenti precauzioni aiuteranno ad avere galline felici in inverno:

  • Proteggete le creste e i bargigli dal congelamento con della vaselina o un prodotto equivalente.
  • Fate attenzione a non far ghiacciare l’acqua. Controllate almeno due volte al giorno per togliere il ghiaccio. Se le previsioni indicano delle gelate, portate i contenitori all’interno o, se possibile, acquistate un riscaldatore dell’acqua studiato apposta per evitare che ghiacci.
  • Di solito le galline rientrano in pollaio da sole la sera ma in inverno potrebbero attardarsi per cercare un po’ più di cibo. Se le vostre galline tendono a vagare al buio, un giubbino ad alta visibilità vi aiuterà a localizzarle e in caso uscissero dal giardino saranno più visibili.
  • Le lampade riscaldanti o i radiatori ad olio possono fornire un calore nei fabbricati rurali ma di solito servono solo in caso di animali molto deboli o a quelli a cui mancano molte penne (come le galline ex-batteria). E’ sempre meglio che lo spazio dia più freddo che troppo caldo.
  • Se non avete un comodo Eglu, i pollai in legno possono essere isolati con pluriball, cartone, vecchi tappeti o lenzuola.
  • Uno strato di lettiera extra a terra nel pollaio, aiuterà le galline a stare al caldo.
  • Aggiungete una protezione impermeabile al recinto in modo da dare sollievo alle galline.
  • Date loro del mais extra prima che vadano a dormire in pollaio perché la digestione produrrà calore che le terrà calde. In generale le galline mangiano di più nei mesi freddi dato che spendono più energie per tenersi calde.
  • Alcuni allevatori aggiungono alla dieta quotidiana delle proteine extra o dello strutto per aumentare i livelli di grasso. Il grasso mantiene il calore e l’animale ne beneficia – ma non le zampe.

Per cui, la risposta alla domanda ‘Le mie galline soffrono il freddo?’ è di solito ‘no’. Assicuratevi che l’ambiente in cui vivono le galline sia adeguato – nello specifico il pollaio e il recinto – a tutti i tipi di temperature e staranno bene anche le galline.

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Galline on January 18th, 2021 by emmaibadioune


Abbiamo notizie dei vincitori del concorso di Santa Barbara!

In dicembre, Babbo Natale e il suo team di elfi ci hanno aiutato a dire un grosso grazie ai nostri animali e a tutti quelli che ci hanno aiutato negli anni passati. Abbiamo contattato alcuni dei fortunati vincitori in tutto il mondo per vedere come gli animali si godevano i loro premi speciali …


Babbo Natale ha inviato a Bobo che ha 11 anni una elegante e super soffice coperta per farlo stare al caldo e comodo questo inverno.

Bella ha trascorso un Natale in tutta comodità nella sua nuova cuccia Bolster – il posto perfetto dove andare a rilassarsi dopo i festeggiamenti natalizi!

Maple e Pecan hanno passato un Natale comodo con la loro nuova coperta per le temperature estreme che Babbo Natale ha portato loro.


Hati ha già sperimentato nella neve il suo nuovocappotto impermeabile Joules con motivo api della Omlet.

L’ex randagio, Mr Pickles finalmente apprezza le comodità della vita e adora la sua elegante e super soffice coperta regalata dagli elfi della Omlet.

Principessa Penny, Lady Henney e Madame Francis D’Borah hanno dato la loro approvazione all’ Eglu come dimora per le vacanze!


Boris il Coniglio è al settimo cielo con il suo nuovo dispenser Caddi della Omlet!

Boris il gatto è contento della sua nuova cuccia Sofa e il Bolster grigio che gli ha portato Babbo Natale. Anche i gatti amano il memory foam!

Queste 5 wyandotte hanno traslocato da un pollaio in legno in un Cube quest’estate ed ora si godono il lusso di una porta automatica Autodoor grazie a Babbo Natale!


Anche Tommy ha ricevuto una cuccia in memory foam Bolster color pesca da Babbo Natale. E’ così confortevole!

Miny e Résy sono davvero soddisfatte della loro nuova porta automatica Autodoor della Omlet. Finalmente non dovranno più aspettare per uscire a giocare!

Clare ha ricevuto la sua seconda gabbia Qute per gerbilli della Omlet, così potrà ingrandire la famiglia!


Da quando ha ricevuto l’ Eglu Cube da Babbo Natale, Cinnamon ha tre nuove amiche con cui giocare!

Skye è super felice della sua nuova gabbia Geo della Omlet e non vede l’ora che arrivi febbraio per avere finalmente un amico che gli tenga compagnia!

Lady, Stephanie e Freya amano la nuova porta automatica Autodoor per il loro Eglu Go UP che si trova nell’assolata Sydney!


No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Animali da compagnia on January 15th, 2021 by emmaibadioune


I cani ridono?

Foto di Jane Duursma su Unsplash

Molti proprietari di cani ritengono che i loro animali amino farsi una bella risata. Controllate su YouTube e vedrete che non mancano esempi di cani che sorridono e ridono!

Ma un cane può ridere alla stessa maniera di un essere umano? E’ molto facile antropomorfizzare il comportamento animale – ad esempio giudicare tutto quello che fanno da una prospettiva emozionale e morale umana – e la vera domanda da porsi forse dovrebbe essere perché un cane dovrebbe ridere? Quale potrebbe essere il significato e quale vantaggio avrebbe portato ai suoi antenati lupi allo stato selvatico? Oppure è qualcosa che hanno imparato a fare dopo essere stati addomesticati dagli uomini?

Non c’è una risposta univoca alla questione ma possiamo cercare di capire e approfondire la questione del riso negli animali.

Gli altri animali ridono?

Da un punto di vista strettamente scientifico i soli animali che ridono sono le grandi scimmie, i delfini e i ratti da laboratorio. Il suono della risata degli scimpanzé per noi assomiglia molto ad un grido, e in natura è collegato al rassicurarsi e al rilascio della pressione. Però se si fa il solletico ad uno scimpanzé questo ride esattamente come fa un bambino umano.

I gorilla ridono per dei comportamenti umani comici; sarebbero un ottimo pubblico nelle pantomime! Gli orangutan sono un po’ più imperscrutabili e i loro segnali di riso potrebbero essere un semplice modo di imitare piuttosto che divertimento genuino. Però se si fa loro il solletico, ridono.

Nel 2004 uno studio sui delfini ha rivelato che gli animali producevano un impulso di sonar seguito da un fischio quando giocavano. I ricercatori conclusero che questi suoni significavano che i delfini erano felici e rilassati in un ambiente divertente e non stressante e che il ‘riso’ preveniva che dei giochi un po’ troppo turbolenti sfociassero in violenza. Questo è affascinante perché molti psicologi ritengono che il riso umano si è evoluto per la stessa identica ragione e si lega anche al “riso” degli scimpanzé.

Il fatto che i topi da laboratorio ridano se viene fatto loro il solletico, suggerisce che se viene data l’opportunità molti altri mammiferi se stimolati, riderebbero. Semplicemente non ci sono ancora evidenze scientifiche. I cani però sembrano rilassarsi quando li si gratta invece di scoppiare a ridere.

Il fatto però che non ridano quando li grattate, non significa che non possano ridere.

A che cosa somiglia la risata di un cane?

La risata del cane – se questo è – è una specie di respiro affannoso – un respiro che richiama al gioco che utilizzano quando vogliono invitare un umano o altri cani a giocare. E’ un suono simile a hhuh seguito da un hhah e noi possiamo riprodurlo con un sospiro simile a ‘hoo-haa’. Il respiro affannoso è spesso associato alla testa che si inclina e potrebbe anche invitarvi allungando una zampa o facendo dei piccoli balzi verso di voi. Questo è un invito al gioco più che un’espressione di divertimento in senso stretto.

Se vi rivolgete al cane ridendo utilizzando il suono hhuh hhah tirando indietro le labbra in una sorta di sorriso mentre emettete la parte ‘aaa’, il cane potrebbe rispondere e ridere a sua volta. E’ un ottimo modo per creare un legame con il vostro amico peloso!

I cani sorridono?

Quando un cane è rilassato, spesso tira indietro le labbra e lascia penzolare la linguagli occhi si socchiudono e così a volte – a seconda della

razza – somiglia ad un sorriso. Il fatto che queste espressioni si identifichino ai momenti di relax e felicità, aiuta ad associarli ad un sorriso. Dato che si ritiene che il sorriso umano abbia origine dalla diminuzione della tensione, si pensa che si possa applicare anche ai cani. I lupi selvatici, cugini stretti del cane domestico, hanno effettivamente un’espressione facciale legata al rilassamento e alla sottomissione.

Stranamente sembra che i sorrisi siano contagiosi tra i cani proprio come nelle interazioni tra umani. Se non potete far ridere il cane, potrete sicuramente farlo sorridere! Sorridetegli e il vostro cane farà altrettanto!

Gli scienziati ritengono che i cani possano ridere?

La scienza è dalla parte dei cani che ridono. Nel 2005 uno studio intitolato ‘Dog-laughter: Recorded playback reduces stress related behavior in shelter dogs’, ha mostrato che a volte i cani ansimano in una maniera che somiglia ad una risata. Quando si faceva risentire la registrazione di queste ‘risate’ agli altri cani del rifugio, questi diventavano giocosi e si scrollavano di dosso lo stresse assumevano atteggiamenti rilassati, scodinzolando, con musi ‘da gioco’, una postura del corpo positiva.

Ciò nonostante, essere felici, rilassati e giocosi non è la stessa cosa di ridere. Non ci sono prove che un cane possa trovare una cosa divertente nello stesso modo di un essere umano – o un gorilla. Al contrario, spesso i comportamenti comici tendono a spaventare i cani.

Il riso è legato al divertimento e sicuramente potrete divertirvi quanto vorrete con loro. Mostrano chiaramente le loro emozioni attraverso il linguaggio corporeo ed emettendo dei suoni. Prendeteli come segni della vostra profonda amicizia. E avrete molto da ridere!

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Cani on January 14th, 2021 by emmaibadioune


Come utilizzare le piattaforme per conigli

Perché i conigli hanno bisogno delle piattaforme?

Se paragonata ad un’area gioco ad un solo livello, avere un piano aggiuntivo nel recinto dei conigli può essere un’opportunità per fare esercizio e per aiutare i conigli ad attivare i muscoli che userebbero in un ambiente naturale per salire e scendere nelle tane sotterranee. Saltare su e giù dalle piattaforme li aiuta a mantenere i muscoli e le ossa forti ed ecco perché le piattaforme sono raccomandate come elementi essenziali dai veterinari e dalle associazioni specializzate.

Garantire ai conigli un ambiente circostante divertente

Come loro padrone, è vostra precisa responsabilità assicurare ai conigli tutto ciò di cui hanno bisogno e questo include un recinto sicuro, dove possono giocare, fare esercizio, mangiare e pulirsi. Garantire una varietà di giochi per il gioco e l’esercizio che aiuteranno i conigli a mantenersi in salute e le Piattaforme Zippi sono un ottimo modo per assicurare ai conigli un’area gioco che adoreranno.

Come posso dare più spazio ai conigli?

Le Piattaforme sono anche un modo per lasciare più spazio ai conigli per muoversi ed esplorare. Posizionando una piattaforma nel recinto dei conigli potrete utilizzare al meglio le altezze ed utilizzare al meglio un’area più ampia per giocare e fare esercizio. La piattaforma farà vedere il mondo dall’alto ai conigli e anche un modo divertente per fare esercizio. Nell’area sottostante, si potranno riposare al sicuro e mangiucchiare il fieno quando si riparano dal cattivo tempo.

Che cosa sono le Piattaforme Zippi della Omlet?

I recinti Zippi per conigli e le Piattaforme della Omlet sono progettate per offrire un sistema modulare che potrete adattare tutte le volte che volete. Le piattaforme si adattano perfettamente ai recinti per conigli Zippi per restare al sicuro e sono anche impermeabili e quindi facili da pulire con una sola canna dell’acqua e un disinfettante adatto agli animali. Iniziate dal piccolo e poi aggiungete altre estensioni e piattaforme quando volete per realizzare un’incredibile area gioco per conigli.

5 modi per usare le Piattaforme Zippi per conigli

Avete bisogno di un po’ d’ispirazione per usare le piattaforme con i vostri animali? Date un’occhiata alle nostre idee qui sotto per creare un’area divertente e sicura dove i conigli faranno esercizio.

Date libero sfogo a nuove altezze!

Le Piattaforme Zippi offrono un riparo sotto di loro nei giorni di cattivo tempo ma potranno anche sfruttare il secondo livello in caso di vento e pioggia con i Rifugi e i Tunnel gioco Zippi.

Con una piattaforma da 3 pannelli di larghezza potete posizionare un rifugio Zippi su entrambi i lati e collegarle con un Tunnel gioco. Oppure posizionate un Rifugio sulla piattaforma e uno sotto. Non dimenticate di mettere del fieno nel rifugio sulla piattaforma in modo che i conigli possano mangiucchiare mentre aspettano che passi il maltempo!

A forma di L

La Piattaforma angolare per conigli con una piattaforma multi pannello può essere usata per creare un mezzanino a forma di L con 2 rampe. A seconda della lunghezza e della larghezza del vostro recinto Zippi potete posizionare entrambe le rampe nella stessa direzione o creare un leggero effetto a spirale come nell’immagine sottostante.

Qui abbiamo utilizzato una Piattaforma angolare per conigli attaccata a 3 piattaforme Zippi in un3 x 3 recinto a doppia altezza Zippi.

Giù e poi su!

In un recinto Zippi più lungo, circa 4 o 5 pannelli di lunghezza, potete posizionare le piattaforme Zippi una di fronte all’altra in modo che i conigli possano scendere da una rampa e salire dall’altra come su un circuito da luna park! Non dimenticate che le Piattaforme Zippi sono resistenti e robuste e i conigli possono saltare su e giù in sicurezza dalla rampa.

Pranzo in terrazza, signore?

Posizionate un dispenser Caddi appeso sulle piattaforme in modo che i conigli si godano il pranzo con vista sul giardino. Mixate gli ingredienti nella mangiatoia a rilascio lento per tenere occupati i conigli e assicurate un pasto a 5 stelle al vostro coniglio! Questi giochi che contengono cibo possono essere usati come mangiatoie per il fieno per tenere il terreno pulito.

Tunnel Zippi al primo piano!

Combinate le Piattaforme Zippi con i nostri famosi Sistemi di Tunnel Zippi per conigli posizionando l’accesso al Tunnel Zippi a livello della piattaforma. Questo significa che i conigli potranno saltare su e giù dal Tunnel Zippi per andare da un recinto alle piattaforme, giù per la rampa e dentro in un altro recinto Zippi.

Qui abbiamo utilizzato le Piattaforme Zippi con un Tunnel Zippi pacco doppio e kit di collegamento dal recinto alla gabbia e Supporti al Tunnel Zippi per collegare un recinto Zippi e una gabbia Eglu Go. Potete anche utilizzare i tunnel per collegare la gabbia in legno per conigli ad un altro recinto.

Per ulteriori informazioni sulle Piattaforme Zippi per conigli, clicca qui.
Per informazioni su come prendersi cura dei conigli, clicca qui.

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Conigli on January 12th, 2021 by emmaibadioune


Perché i porcellini d’india fanno i popcorn?

 

Quando un porcellino d’india è felice ed eccitato, fa i ‘popcorn’. Questo termine descrive i balzi improvvisi che fanno i porcellini partendo da fermi o mentre stanno camminando e spesso comportano un cambio di direzione e un tenero squittio!

Non tutti i porcellini d’india intrattengono i loro amici umani con i popcorn, ma la maggior parte sì. Il motivo principale per cui li fanno è perché sono felici. Si stanno divertendo, si eccitano e fanno un salto! Saltano letteralmente dalla gioia. Diciamo la maggior parte del tempo…

Fanno i popcorn quando sono spaventati?

Fare i popcorn è un comportamento abituale per un porcellino d’india e occasionalmente possono farli anche se hanno paura. Potrete facilmente valutare la situazione – se c’è un rumore improvviso, ad esempio, oppure il porcellino ha visto un cane o un gatto o un altro pericolo potenziale? Se la paura è la causa scatenante, il porcellino d’india scapperà via in cerca di un riparo e emetterà anche dei richiami d’allarme.

Nella maggior parte dei casi però, un porcellino resterà ‘immobile’ piuttosto che fare dei popcorn se individua un pericolo. Questo è un comportamento comune a tutti i roditori (anche i conigli).

I popcorn sono presenti anche in altri mammiferi (anche se vengono chiamati popcorn solo se li fa un porcellino d’india). Gli agnelli sono un tipico esempio. Il comportamento fa spesso parte di una combinazione di corse e salti, una serie di azioni che i porcellini amano insieme agli scatti improvvisi.

Incoraggiare un porcellino d’india a fare i Popcorn

Anche se non si può insegnare ad un porcellino d’india a fare i popcorn, si possono però incoraggiare in molti modi. Spesso dare un bocconcino prelibato ispira questo comportamento e in un porcellino d’india si potrebbe insegnare l’associazione tra bocconcino e popcorn. Nel momento in cui siete entrati nel campo dell’addestramento, potreste anche associare una parola (come ‘Popcorn!’) ogni volta che offrite un bocconcino. In teoria questo significa che solo pronunciando la parola ‘Popcorn!’ farete saltare il porcellino di gioia!

Ai porcellini piace esplorare nuovi giochi e spesso anche questi hanno degli effetti positivi sui loro popcorn. Il piacere della novità dura a lungo e una nuova stazione per il fieno, una pallina, una rampa oppure un tunnel spesso scatenerà dei popcorn anche alcune settimane dopo che il gioco è stato introdotto.

Anche delle regolari sessioni di gioco con i vostri animali saranno fonte di piacere. Se si sentiranno al sicuro con voi nel recinto, inizieranno a fare i popcorn a raffica. Se li prendete in braccio e li coccolerete, una volta rimessi a terra probabilmente faranno dei popcorn.

Se avete dei porcellini particolarmente avventurosi e se avete uno spazio esterno alla gabbia che è sicuro, potrete inventare dei percorsi di scoperta. Teneteli sempre d’occhio mentre sono in esplorazione e vedrete quante volte salteranno di gioia! Questo è possibile solo in uno spazio esterno sicuro (senza buchi nella rete, senza altri animali e senza piante tossiche) e se la temperatura esterna è gradevole (un minimo di 18 C).

Perché i porcellini d’india fanno degli scatti improvvisi?

E’ strano che i porcellini d’india che sono animaletti con le zampe corte che non sanno arrampicarsi e che spesso faticano a superare un ostacolo siano poi in grado di fare dei simili volteggi in aria. I porcellini d’india più giovani, sono quelli che saltano più in alto mentre quelli più in carne difficilmente faranno dei salti o degli scatti improvvisi. In generale i soggetti più giovani si scateneranno in balzi e corse, lasciando scaricare tutte le energie dovute alla giovane età!

Chi ha da poco preso dei porcellini d’india ed è inesperto potrebbe scambiare i popcorn per degli attacchi epilettici. Una volta che avrete avuto modo di osservarli meglio e ci avrete fatto l’abitudine, riuscirete a capire la differenza. Un porcellino d’india che ha un attacco epilettico cade su un lato e muove le zampe convulsamente, muovendo a scatti la testa. Gli attacchi durano vari secondi mentre il popcorn dura pochi istanti. Se in seguito ad un salto o ad una caduta il porcellino fatica a rimettersi in piedi, è il caso di consultare un veterinario.

Quale è il significato dei popcorn?

I porcellini d’india tendono ad ingrassare per natura e quindi hanno necessità di fare molto esercizio per rimanere in forma. Si ritiene che i popcorn facciano parte dei loro esercizi quotidiani. Potrebbe anche essere un comportamento che blocca i predatori perché li coglie di sorpresa, lasciano il tempo ai porcellini di scappare illesi.

I popcorn e gli scatti improvvisi dei porcellini d’india sono le due caratteristiche che li rendono tanto divertenti. Questi pelosetti sono molto divertenti, sono contagiosi!

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Porcellini d'India on January 11th, 2021 by alisa.deluca


L’imperdibile guida all’igiene del cane del Dogtor Adem

 

Dogtor Adem, fondatore e proprietario di Dog-Ease, è un esperto comportamentalista e addestratore di cani con oltre 15 anni di esperienza alle spalle. In questo blog, Adem ci spiegherà tutto quello che c’è da sapere sull’igiene del cane e condividerà con noi la sua opinione sulla nuova cuccia facile da pulire Topology della Omlet.


Con le notti che si allungano e il tempo sempre più umido, è sempre più difficile tenere in ordine la casa e la cuccia del cane che profumi di bucato (qualcuno ha provato acqua di cane?) Per cui, quando Omlet mi ha domandato di recensire la loro nuova cuccia Topology non ho potuto fare a meno di essere eletrizzato! La cuccia ha un materasso in comodo memory foam sollevato da terra grazie a degli eleganti piedini (che potrete scegliere per adattarli allo stile di casa vostra!), con una copertura completamente rimovibile e lavabile e può essere ricoperta con diverse coperture con stili differenti per mantenere igiene e pulizia.

Per prima cosa parliamo dell’igiene del cane e del perché sia così importante.

I cani cercano di mantenersi naturalmente puliti leccandosi. Per aiutarli a tenersi puliti, dovremmo mantenere pulite le loro cucce e l’area attorno alle cucce facendo circolare l’aria. Nei tempi andati, quando i cani erano meno domestici, pulire l’area dove avrebbero dormito era un’operazione importante perché toglieva la vegetazione scomoda, i parassiti e piccole creature che potevano recare danno. Gli antenati dei nostri cani i lupi e i cani selvatici riproducono ancora questi comportamenti. Chiaramente a casa nostra, i cani non hanno necessità di liberarsi della vegetazione o animaletti dalla zona in cui dormiranno ma una cuccia non lavata può ospitare altri organismi nocivi – batteri e funghi. Alcuni studi hanno rilevato batteri e funghi come MRSA, Salmonella, tigna e listeria, così come materiale fecale nelle cucce dei nostri amati cani. Ci può anche essere del polline e sporco e sporcizia in generale che possono aggravare allergie e problemi alla pelle che possiamo avere sia noi che i cani. E’ anche importante tenere a mente che batteri e infezioni possono passare da animali a uomini (conosciute come zoonosi). E’ quindi importante per la salute di entrambe tenere costantemente pulita la cuccia del cane in modo che ci siano meno rischi di portare organismi nocivi in casa.

Come tenere pulito il cane?

La chiave per tener pulito il cane è di spazzolarlo regolarmente. Sia che decidiate di farlo da voi o che prenotiate un professionista per farlo, (o entrambe le cose!) è sempre meglio insegnare al cane che l’essere spazzolati e maneggiati è un’esperienza positiva. Questo vi permetterà di spazzolarli completamente e a fondo con la certezza che per loro sia un piacere e che non sia fonte di stress o paura. Se il cane non è mai stato spazzolato prima o ha un’avversione per le spazzolature, iniziate ad abituarlo gradualmente. Iniziate con delle brevi sessioni giusto per far vedere al cane gli strumenti che utilizzerete quando lo spazzolate e pulite. Spazzole, tagliaunghie, asciugamani e così via. Fategli osservare con calma questi oggetti e premiatelo con un bocconcino. Una volta che il cane è entrato in confidenza con le attrezzature, potete iniziare ad interagire con il cane. Ancora una volta non dimenticate mai di premiarlo se mantiene un atteggiamento positivo. Continuate con questo sistema e procedete a piccoli passi finché non riuscirete a pulire e spazzolare il cane senza problemi. Se avete scelto di portarlo da un toelettatore potreste portarlo un po’ di volte per farlo ambientare. Anche in questo caso fatelo abituare agli oggetti e seguite sempre i suoi tempi e, se necessario, ritornate su alcuni punti.

Che cosa possiamo insegnargli per pulirli più facilmente?

Per pulire e spazzolare il cane con facilità ci sono alcune azioni fondamentali che i proprietari dovrebbero insegnare ai loro cani e che vi raccomando di inserire nei vostri programmi di addestramento.

Il primo è ‘resta’. Anche se a prima vista può sembrare un comando noioso (sanno già stare fermi, giusto?!), è invece un comando molto utile. Se il cane è in grado di eseguire questo comando, sarà capace di rimanere fermo mentre magari gli lavate le zampe quando rientrate da una passeggiata fangosa o mentre cercate di togliere dei pezzetti di foglie ed erba dal pelo – in particolare dal petto e dallo stomaco. Sarà utile anche quando voi o il toelettatore, proverete a lavarlo permettendovi di pulire con cura tutte le parti del corpo.

Il secondo comando è ‘terra’. E’ il comando che fa stendere a terra il cane. Anche in questo caso aiuta per le pulizie in generale per pulire ad esempio con facilità le orecchie e gli occhi oppure quando si vogliono pulire le zampe o tagliare le unghie.

Il terzo comando che suggerisco è ‘gira’. Di solito utilizzo questo comando in cui chiedo di girarsi al cane quando sono davanti a casa sullo zerbino e deve pulirsi le zampe sia davanti che dietro! Questo comando può anche essere divertente da far fare ad un bambino davanti ai genitori per far vedere come è pulito il cane!

Come fare per tener pulita la cuccia?

Se tenete il cane ben pulito ha senso tenere ben pulita anche la cuccia – se ci pensate, non vi fareste la doccia per poi andare a letto con delle lenzuola che non vengono cambiate da mesi! Il modo più semplice per tener pulita la cuccia è di lavarla. Questo è più facile a dirsi che a farsi con la maggior parte delle cucce che c’è sul mercato dato che sono spesso troppo grandi per entrare in una lavatrice e non hanno delle coperture rimovibili. Lo sporco deve essere eliminato regolarmente e poi la cuccia va disinfettata con un prodotto adatto agli animali. La ventilazione è un altro fattore chiave per tener pulita la cuccia dato che una buona circolazione dell’aria consente alle zone umide di asciugarsi rapidamente e i batteri non crescono esponenzialmente (l’oscurità, l’umidità e il caldo incoraggiano l’aumento dei batteri). Appendere ad asciugare al sole la cuccia è un modo per eliminare ogni tipo di batterio residuo dopo aver lavato. Assicuratevi sempre che sia ben asciutta prima di riutilizzarla.

Perché al mio cane non piace dormire nella cuccia?

Per ridurre gli accumuli di sporcizia, pelo e batteri in zone della casa, è importante che l’area designata per mettere la cuccia sia il più invitante possibile in modo che il cane ci resti volentieri. Pensate al tipo di cuccia che preferisce. Alcune razze preferiscono dormire stese mentre altre preferiscono raggomitolarsi. Alcuni preferiscono una comoda superficie piatta mentre altri preferiscono rintanarsi tra delle sponde comode per sentirsi più al sicuro. Più invitante e confortevole sarà la cuccia più probabilmente il cane ci andrà a dormire volentieri. E’ importante osservare dove il cane ama stare in modo da acquistare una cuccia adatta alle sue preferenze. Questo è il primo passo per far dormire il cane nella sua zona designata.

Se siete certi che la cuccia è quella giusta ed è ben posizionata ma il cane ancora non desidera andarci a dormire, pensate a dove l’avete collocata. Ci sono delle correnti? E’ lontana dai raggi diretti del sole che potrebbero infastidirlo? Il passo successivo è far pratica in modo da rendere la cuccia un posto sicuro e divertente dove stare. Potete insegnargli il comando ‘vai a cuccia’, accompagnato da un succulento bocconcino. Potete anche utilizzare dei dispenser di cibo per rendere piacevole la cuccia.

E’ anche importante assicurarsi che il cane abbia abbastanza stimoli mentali e fisici durante il giorno in modo che vada a cuccia a riposarsi volentieri. Quest’ultimo punto si può ricollegare ad un problema comportamentale quale l’ ‘ansia da separazione’, che potrebbe essere un’altra ragione per cui il cane preferisce stare fisicamente attaccato a voi invece che nella cuccia. Se sospettate che il cane soffra di ansia da separazione, è preferibile chiedere consiglio ad un comportamentalista in modo da poter affrontare il problema e vivere una vita senza stress.

Cosa dovremmo cercare idealmente in una cuccia?

Le mie raccomandazioni per una cuccia ‘ideale’ sono

  1. Facile da pulire con coperture rimovibili
  2. Facile da pulire sopra e sotto e se possibile sollevata da terra per consentire una migliore areazione
  3. A seconda dei gusti personali del cane potrete scegliere tra una cuccia piatta dove stendersi completamente o con i bordi rialzati per accoccolarsi.

Le cucce Topology della Omlet soddisfano tutte queste esigenze ed inoltre sono super eleganti e si adattano ad ogni tipo di interno. Anche le coperture che si sfilano facilmente grazie alla zip rendono più facile la pulizia e se acquistate più di una copertura, il cane non resterà mai senza un posticino pulito dove riposare! Dopo aver provato per alcune settimane le cucce Topology, ne comprerò un’altra perché sia io che i miei cani le adoriamo!

Dogtor™ Adem

Comportamentalista e addestratore di cani

Proprietario di Dog-ease

www.dog-ease.co.uk

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Cani on January 11th, 2021 by alisa.deluca


Un’intervista esclusiva con Jamieleigh dal canale Youtube “BirdTricks”

Foto di Rachael Baker Photography

 

Come e quando hai iniziato ad occuparti di uccelli?

Come molti bambini, da piccola avevo un pappagallino e né io né i miei genitori sapevamo nulla. All’età di 17 non avevo più avuto esperienze dall’età dell’asilo ma il mio fidanzato (e poi marito) sì. Per cui sono stata proiettata in un mondo che non conoscevo ma che mi attirava.

Come è una giornata tipica dei tuoi pappagallini?

Mi piacerebbe che nella mia vita ci fosse qualcosa che assomiglia ad una “giornata tipo”! Ci sono molti diversi aspetti che compongono la mia vita, considerando anche che io viaggio molto. I miei pappagallini hanno visitato un sacco di stati e stanze di hotel e adesso una delle cose che preferisce sono i viaggi in macchina perché le piace stare in macchina assieme a noi!

Quando siamo a casa tutta la casa è per lei e abbiamo anche messo in sicurezza un’area esterna di porticato dove può svolazzare. La parte più dolce della giornata è quando si sveglia e viene in sala a salutarci mentre la sera quando non la vedi più in giro è perché è andata a riposare nella stanza più tranquilla della casa (ha delle scorte di cibo in tutte e due le stanze – e la gabbia della Omlet sempre aperta in camera di mia figlia.)

Come fai a dire se un pappagallino è felice?

Tutti gli animali fanno un suono particolare che mostra felicità – i gatti fanno le fusa e gli uccellini cinguettano. Il nostro pappagallino non fa eccezione ed ha tutta una serie di suoni che indicano la sua felicità. Ci vola in braccio tutti i giorni e questo ci rende felici ed è anche bello da vedere!

Quale è il bocconcino che preferisce?

Come la maggior parte dei pappagallini, il miglio.

Cosa consiglieresti a qualcuno che sta pensando di prendere un pappagallino?

Domandatevi “perché” desiderate un pappagallino. Fate un elenco di motivi per cui siete sicuri di desiderarlo e siatene certi perché a volte i pappagallini possono essere scoraggianti – si spaventano facilmente e, se non vengono abituati ad essere manipolati possono aver timore delle persone. Tanti oggetti che per noi esseri umani sono considerati “i preferiti” come gli specchi, si interporranno quando vorrete creare un legame significativo con il pappagallino.

Che cosa ti piace della gabbia per uccelli Geo?

La prima cosa che mi ha attirato è stato il suo design unico e come si inserisce bene in un ambiente casalingo. Anche le impronte sono carine e si adattano bene in ogni ambiente. Naturalmente la mia prima preoccupazione in una gabbia per uccelli è il design e il materiale con cui è fatta e dopo aver verificato la loro adeguatezza, ne sono rimasta affascinata!

 

 

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Pappagallini on January 6th, 2021 by emmaibadioune


Aiuto, le mie galline scappano!

E’ bello avere le galline che girano per il giardino ma devono restare dentro! Vederle volare fuori e poi cercare di riprenderle non è il più semplice dei compiti. E’ stressante per tutti e a volte può essere pericoloso per le galline! Quale è la soluzione? Tagliare le penne delle ali? Naturalmente no, ma ci sono molte tecniche per impedire di volare che potrebbero tornare utili.

Perché le galline volano via?

Se avete a che fare con una gallina fuggitiva ci potrebbero essere vari motivi. Ogni gallina ha la sua personalità. Mentre alcune amano sdraiarsi sotto un albero o nel recinto, altre preferiscono sgambettare in cerca di libertà. Questo particolare spirito avventuroso è tipico di alcune razze. Per cui non è inusuale trovare delle Leghorn o delle Gauloise, ad esempio, appollaiate sul ramo di un albero a riposare. Questo è anche dovuto al peso più leggero rispetto ad altre razze. Le galline hanno un istinto gregario e se una prende il volo, le altre la seguiranno.

A volte però le galline volano via o saltano solo per sfuggire a una situazione. Un’improvvisa situazione o qualcosa di inusuale può causare panico. La visita di un cane, la presenza di un predatore selvatico come una volpe oppure un improvviso rumore violento può stressare le galline e farle volare via. Hanno due sole opzioni: correre o cercare di volare. Sotto stress, paura e panico, vi sorprenderanno a volare come non vi sareste mai immaginati. Potrebbero anche ferirsi nella foga della fuga. Per cui come evitare queste situazioni?

Come posso prevenire la fuga delle galline?

Ci sono tre tipi di precauzioni fondamentali se avete una gallina fuggitiva:

  • Scegliete un’area ben posizionata in giardino per mettere il pollaio. Se avete spazio, tenete il pollaio lontano da potenziali pericoli: strade, parcheggi, giochi dei bambini. Il pollaio è la loro casa e devono poter mangiare, beccare e dormire in pace.

  • Investite in un recinto ampio. Se il recinto è sufficientemente alto, questo potrebbe scoraggiarle dal volare via e potrebbe anche proteggerle dai potenziali attacchi di animali esterni.
    Uno spazio chiuso, come il recinto Walk in per galline è l’ideale per avere un’area sicura dove farle muovere senza possibilità di fuga.

  • La terza precauzione è spesso nota ai proprietari di galline ma poco utilizzata. E’una precauzione elementare quando si prendono delle galline. Si tratta di tagliare le penne di un’ala in modo da sbilanciare la gallina in caso cercasse di volare

    . Ma come si fa? Prendete un paio di forbici e tagliate le penne del volo ossia le più grandi. Potete anche tagliare le primarie e le secondarie penne remiganti. Le penne devono essere tagliate a metà perché funzioni. Rassicuratevi, stiamo solo tagliando la cheratina (ciò di cui sono fatti anche i capelli e le unghie). E’ come andare dal parrucchiere!

Scoprite il video tutorial “Come tagliare le ali delle galline (in modo sicuro e indolore) (in modo facile)” di qui.

Con un’ampia area a disposizione e un buon recinto, terrete le galline al sicuro e felici. E se necessario, tagliare le penne può essere una soluzione efficace per le galline più testarde.

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Galline on January 4th, 2021 by emmaibadioune