The Omlet Blog

Date Archives: October 2018

Come fotografare gli animali: i consigli di Omlet

 

Pazienza. Sembra ovvio ma non lo è. Non importa che stiate scattando un ritratto al vostro cane in azione, o che vogliate immortalare il vostro gatto che si rotola in giardino, scoprirete quanto possa essere frustrante avere a che fare con modelli che non comprendono e quindi non obbediscono ai vostri comandi! Armatevi quindi di tanta pazienza e vedrete che prima o poi lo scatto perfetto del vostro pet in azione arriverà. 

Fatevi aiutare. Non solo avere un aiutante vi conferisce un tono professionale, ma farsi aiutare da un amico o un familiare è realmente una mossa strategisca. Mentre ve ne state pronti a scattare, il vostro assistente potrà occuparsi di “dirigere” il vostro animale, catturando la sua attenzione con giochi o crocchettine e facendo quindi in modo di ottenere la posa ed espressione migliore possibile. In base al tipo di foto che desiderate ottenere, potrebbe essere più “facile” ottenere lo scatto perfetto dopo aver giocato e fatto stancare il vostro animale, di modo che sia meno ansioso e agitato.

Sfruttate la luca naturale. Se non siete un fotografo professionale dotato di studio, luci e attrezzatura di alto livello con flash, lenti speciali, e faretti, per i vostri scatti vorrete decisamente sfruttare la luce naturale, all’aperto oppure all’interno ma vicino ad una finestra o ad un balcone. Scegliete un posto con un background relativamente neutro, senza colori o pattern che distraggano dal soggetto della foto. Sperimentate con la luce naturale, più soffusa e romantica al tramonto, o magari dolce e sonnacchiosa al mattino.

Focus sugli occhi. Sembra un piccolo accorgimento ma fa tutta la differenza del mondo: gli occhi sfocati o mossi rovinano l’intero effetto della foto. La macchina fotografica in modalità automatica metterà a fuoco l’oggetto ad essa più vicino, che nel caso degli animali, è solitamente il naso piuttosto che gli occhi. Fate attenzione a questo particolare sooprattutto se state facendo un primo piano!

All’altezza dell’animale. Ok, lo ammettiamo, può non essere il massimo della comodità starsene sdraiati o accucciati per un’ora in attesa dello scatto perfetto. Mettersi all’altezza del vostro animale vi regala delle foto dal look più professionale. Inoltre, provare angoli e punti diversi vi permetterà di scoprire e conoscere tutte le facce del vostro animale! 

Personalità. Lo scopo fondamentale di una foto è far emergere la personalità del soggetto, e lo stesso vale per i vostri animali. Se il vostro gatto è il re dei pigri magari lo vorrete catturare in foto mentre sbadiglia o si stiracchia, mentre se il vostro cane è instancabile e forse iperattivo, la foto perfetta sarà probabilmente mentre salta o gioca al parco. 

Mille mila scatti. La chiave per ottenere lo scatto perfetto si basa sul numero: più scatti del vostro animale in pose e luoghi diversi realizzate, più si alza la probabilità che riusciate a catturare il vostro animale nel momento e con l’espressione migliore. Inoltre, più foto fate, più pratica accumulate e più in fretta migliorerete. Portatevi cellulare o macchina fotografica con voi ogni volta che siete in giro, in vacanza o semplicemente al parco con il vostro pet e fate pratica! Ogni volta che volete scattare una foto, continuate a cliccare e fate altri 20 scatti.

Usate biscottini. Non abbiate paura di corromper…ehm…motivare i vostri animali con dolcetti, biscottini, crocchete o qualsiasi cosa gli faccia gola! Questo trucco non sempre funziona ma provare non costa nulla! Ricordatevi di premiare sempre il vostro animali a fine sessione fotografica, soprattutto se si è comportato “bene”!

Aggiungi un umano. HA volte avere il vostro animale in posa insieme a qualcuno, i vostri figli, un amico, ecc… dà un tocco in più alla foto! Non solo rende lo scatto più speciale, ma la presenza di un essere umano può far emergere un lato nuovo e particolare che magari non conoscevate!

 

Provate ad applicare i nostri consigli e fateci sapere come va! Condividete le foto dei vostri animali sui nostri social con il tag #OmletPets 🙂

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Animali da compagnia on October 15th, 2018 by silvialamura


Giornata Mondiale delle Uova: scopri la promozione!

Buona Giornata Mondiale dell’Uovo! Questa festa è celebrata ogni anno durante il secondo venerdì di Ottobre, e come potevamo non unirci ai festeggiamenti?

Quest’anno Omlet ha deciso di organizzare un piccolo concorso su Facebook. Mettete un bel Like alla nostra pagina e commentate il post raccontandoci come preferite mangiare le uova: strapazzate, all’occhio o in crêpe con la Nutella, ogni ricetta è valida! In palio una delle nostre divertenti altalene per galline!

 

 

Termini & Condizioni:

 Il concorso termina alla mezzanotte del 16/10/2018. Per partecipare mettete “Mi Piace” alla pagina di Omlet Italia e commentate il post relativo alla Giornata Mondiale delle Uova in link in questo post. Il vincitore (singolo) verrà estratto in modo completamente casuale e riceverà in regalo un’altalena per galline. Il vincitore verrà notificato via email il 17/10/2018. Omlet si riserva il diritto di modificare o cancellare questa offerta in qualsiasi momento. Il premio non può essere convertito in denaro o scambiato per altri prodotti. Il concorso è aperto a soli residenti Italiani. Dipendenti Omlet e le loro immediate famiglie non possono partecipare alla competizione. Sono esclusi dalla partecipazione eventuali partner Omlet coinvolti nella promozione di questa competizione. Omlet si riserva il diritto di cancellare e/o modificare la competizione, le informazioni relative alla competizione, o i termini e condizioni della competizione senza notificare in anticipo il pubblico. Eventuali modifiche verranno pubblicate nell’apposita pagina della competizione o in questa sezione di “Termini & Condizioni.” Verranno considerate valide solo le partecipazioni ricevute complete e tramite l’apposita post su Facebook. 

 

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Galline on October 11th, 2018 by silvialamura


Clicker per l’addestramento del vostro cane: impariamo le basi

Che cos’è il clicker?

Il clicker è un semplicissimo strumento a forma di scatolina con un pulsante che emette un “click.” Agli inizi degli anni ’50 era usato principalmente nell’addestramento di delfini e, in generale, di cetacei, ma è diventato presto estremamente popolare tra gli addestratori cinofili.

Perché usare un clicker e non i comandi vocali?

Usare solo comandi a voce per addestrare il vostro cane può essere estremamente difficile e creare parecchia confusione. Una stessa parola può avere varie intonazioni o essere usata da voi in diversi contesti, il clicker vi offre invece la possibilità di addestrare il vostro cane in modo efficiente, insegnandoli a reagire sempre rispondendo allo stesso identico suono, costante nel tempo.

 

Le basi:

  1. Armarsi di tantissima pazienza
  2. Scegliere un luogo con meno distrazioni e tentazioni per il vostro cane
  3. Iniziare l’addestramente quando il vostro cane non è a stomaco pieno, in modo da rendere i premi/biscottini il più irresistibili possibile
  4. Assicuratevi che il vostro cane abbia già fatto i suoi bisogni

 

Fase 1: rinforzo positivo (clicker, premio)

Il clicker vuole essere un sistema di addestramento per rinforzo positivo e non negativo. In pratica, con il clicker volete motivare il vostro cane a comportarsi in un certo modo, piuttosto che punire il cane per un comportamento scorretto. Durante la fase iniziale è fondamentale insegnare al vostro cane ad associare al suono del clicker la ricevuta di un biscottino o premio. Premete il clicker e offrite subito una crocchetta al cane. Ripetete l’azione una decina di volte di seguito, a vari intervalli durante il giorno e in luoghi diversi della casa o del giardino, in modo che il cane associ il premio solo al suono del clicker indipendentemente dall’ambiente.

Il suono del clicker diventa la promessa di un premio, se lo premete per errore dovrete comunque dare un biscottino al vostro cane.

 

 

Fase 2: insegnare il comando (comando, azione, clicker, premio)

Una volta che il vostro cane avrà imparato che al suono del clicker corrisponde un premio potrete iniziare il vero e proprio addestramento. Per esempio, se volete insegnare il comando “seduto”, associate un determinato gesto della vostra mano ad un comando vocale come “siediti!” “seduto!” o “a terra!”. Non appena il cane si sarà seduto, cliccate il clicker e premiatelo. Ripetete il ciclo segnale-azione-clicker-premio finché il cane non ha imparato il comando.

 

 

Se non siete sicuri di come procedere con l’addestramento con clicker raccomandiamo di rivolgervi ad un addestratore di cani professionale.

 

 

Fonti:

https://www.companyofanimals.co.uk/brands/clix-training

https://www.petsafe.net/

 

Immagini prese da The Company of Animals UK

 

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Cani on October 8th, 2018 by silvialamura