Ci sono dei tempi di attesa a causa dell'elevato numero di domande. Vi preghiamo di visionare la nostra pagina sulle Consegne per ulteriori informazioni.

The Omlet Blog Category Archives: Porcellini d’India

I mille colori e trame dei porcellini d’india

Porcellino d’india bianco e nero dal pelo lungo tra le foglie autunnali

Lo sapevate che ci sono molte razze di porcellini d’india? Sono in tutto 13 le razze riconosciute dall’American Cavy Breeders of America (ACBA) e sono emerse molte altre varietà a causa di un allevamento selettivo. Alcuni di loro sono più grandi di altri e le loro personalità sono leggermente diverse, a seconda della razza – tuttavia, la differenza maggiore tra i diversi tipi di porcellini d’india sta nel pelo. Il pelo di una cavia può essere corto, lungo, riccio o liscio e in alcuni casi di “Skinny Pig”, questo è inesistente!

Alcuni porcellini d’india hanno un pelo così lungo che sembra quasi che indossino delle gonne e alcuni hanno un pelo corto e riccio che dà loro un aspetto soffice. Tra le 13 razze riconosciute dall’ACBA, 5 hanno il pelo lungo e 5 sono testurizzate! Quindi il modo in cui la gente immagina i porcellini d’india (a pelo corto e con varie macchie), costituisce in realtà una minoranza delle razze.

Gli “Skinny pigs” (porcellini d’india senza pelo), le cavie dalmata e i porcellini d’india volpe d’argento sono esempi di razze “sperimentali”, che sono emerse di recente. Le razze sperimentali sono state generate attraverso allevamenti selettivi per poter ottenere una particolare caratteristica e quando quella caratteristica può essere replicata per diverse generazioni, la razza che la presenta può essere riconosciuta a livello nazionale.

Anche se il pelo di alcune razze richiede più cura di altre, nel complesso i porcellini d’india restano tra gli animali più adatti ai bambini e tra i più facili di cui prendersi cura. Scoprite le tante varietà di mantelli delle cavie e come scegliere il porcellino d’india adatto a voi!

Pelo o pelliccia?

I porcellini d’india hanno il pelo o la pelliccia? Ci sono differenze?

Il pelo è una componente individuale della pelliccia, che invece è un termine collettivo. Tecnicamente, tutti i mammiferi hanno una pelliccia, perché sono coperti di peli – anche noi umani! I peli possono anche essere definiti come un organo sempre in crescita e sono diversi dalla pelliccia, che ha una lunghezza definita e non ha bisogno di essere tagliata.

Come la maggior parte dei mammiferi, i porcellini d’india hanno una pelliccia che ricopre il corpo e sono degli animali precoci, nascono cioè con la pelliccia, i denti e la capacità di camminare! Tuttavia, i porcellini d’india a pelo lungo sono un po’ come i cani e i gatti a pelo lungo, la cui pelliccia continua a crescere nel corso della loro vita.

Il pelo dei porcellini d’india ha lo stesso scopo di quello di tutti gli altri mammiferi – isolamento, protezione dagli agenti atmosferici e, naturalmente, un piacevole aspetto estetico! Tuttavia, un tipo di porcellini d’india, conosciuto come “skinny pig” è completamente privo di pelo, a parte delle chiazze occasionali intorno alle orecchie e al muso. Dato che non hanno pelo, gli skinny pig non sono adatti per l’allevamento all’aria aperta, poiché non possono regolare la temperatura senza l’isolamento offerto dal pelo. Anche se questi non hanno una varietà di colori e trame, a differenza dei loro cugini con la pelliccia, hanno comunque un aspetto dolce!

I porcellini d’india fanno la muta?

I porcellini d’india perdono il pelo stagionalmente, come tutti gli altri animali domestici. Le cavie, con l’arrivo della primavera, perdono il folto sottopelo cresciuto durante l’inverno e continuano a perderlo durante l’estate con le alte temperature. Spazzolando regolarmente i vostri porcellini d’india potete liberarli del pelo in eccesso.

La perdita di pelo non è motivo di preoccupazione, a meno che non avvenga in maniera eccessiva nei mesi più freddi o se ne cade così tanto che notate la comparsa di chiazze che ne sono completamente prive. Se vi accorgete che il vostro porcellino d’india si gratta o si tira il pelo o se notate che la sua pelle è rossa o irritata contattate il veterinario.

I porcellini d’india possono cambiare colore?

Sebbene la trama e il colore di base resti lo stesso, è probabile che la tonalità del pelo del vostro porcellino d’india cambi con il cambiamento di stagione – e alcuni cambiamenti potrebbero essere permanenti!

Quando una cavia ha circa 3 mesi, perde il pelo da cucciolo e ne acquisisce uno da adulto. A volte, durante questo processo, potrebbe cambiare completamente colore! Anche la perdita di pelo stagionale può cambiare l’aspetto di un porcellino d’india, a causa della diminuzione del folto sottopelo. Con l’avanzare dell’età, i cambiamenti stagionali, con le loro continue perdite e ricrescite del pelo, possono portare allo sviluppo di una nuova tonalità, che potrebbe essere permanente.

L’unico cambiamento di colore di cui dovreste allarmarvi è il giallo, in quanto questa colorazione è dovuta alle urine. Assicuratevi di cambiare il rivestimento della casetta frequentemente perché il vostro porcellino d’india non viva a contatto con le proprie urine, in questo modo il pelo non ne assumerà la colorazione ed eviterete che la vostra cavia incorra in infezioni batteriche.

Porcellino d’india che guarda all’esterno di un rifugio Zippi verde di Omlet

Razze di cavie a pelo corto

Ci sono tre razze riconosciute ufficialmente di porcellini d’india dal pelo corto: Americana, Americana Satin e Crestata. La razza americana è quella più comune ed è conosciuta per il suo temperamento mite e docile e un mantello che richiede poche cure. È anche molto amichevole con altri porcellini d’india e questo la rende la scelta ideale per coloro che hanno già altre cavie in casa.

Altre razze di cavie dal pelo medio-corto hanno dei mantelli testurizzati, queste sono: Abissina, Abissina satin, Teddy e Teddy Satin. Le cavie abissine hanno delle piccole spirali sul pelo (ufficialmente note come “rosette”) che sembrano dei ciuffi ribelli su tutto il corpo, che dona loro un aspetto stravagante! Le razze Teddy hanno una pelliccia molto folta, vellutata e voluminosa – la foltezza la fa rimanere ritta e lontana dal corpo e questo li rende simili a dei peluche. Le razze Satin hanno un pelo elegante e lucido, oltre ad avere una particolare trama caratteristica.

Razze di cavie a pelo lungo

I porcellini d’india a pelo lungo richiedono cure maggiori rispetto a quelli a pelo corto, ma se lo fate spesso, sono un piacere per gli occhi! Le cavie con un mantello lussureggiante sono: Coronet, Peruviana, Peruviana Satin, Silkie, Silkie Satin e Texel.

Tutte queste razze (eccetto la Texel) hanno un pelo lungo e fluido, che li fa assomigliare a “moci ambulanti”. Queste cavie sono sorprendenti e adorabili e alcune di queste hanno mantelli lunghi fino a 3cm! Una delle razze più piccole di porcellini d’india, la Texel, compensa la differenza di dimensioni con dei sorprendenti ricci su tutto il corpo. La loro pelliccia può essere pettinata o spazzolata o può essere districata delicatamente per fare in modo che mantenga l’elasticità dei boccoli.

Tutti i porcellini d’india dal pelo lungo hanno in comune lo stesso carattere amichevole e cordiale dei loro cugini a pelo corto, ma alcuni diventano un po’ birichini se si annoiano! Come tutte le cavie, anche quelle a pelo lungo hanno bisogno di attività stimolanti che tengano in allenamento testa e corpo. I dispenser di cibo per porcellini d’india sono un ottimo modo per incoraggiare la ricerca di cibo e per fare in modo che si sgranchiscano le zampe e la schiena impedendo ai peli di entrare a contatto con il loro pranzo!

Come mi prendo cura del pelo del mio porcellino d’india?

Sia le cavie a pelo lungo che quelle a pelo corto hanno bisogno di toelettatura. Non si deve far loro spesso il bagno – in effetti bisogna evitare di fare il bagno ai porcellini d’india, a meno che non abbiano macchie di urina o siano particolarmente sporchi. I bagni frequenti potrebbero seccare la pelle ed esporla maggiormente a batteri o infezioni fungine. Questo accade soprattutto nei porcellini d’india privi di pelo, a cui non deve mai essere fatto il bagno.

Durante la toelettatura, bisogna concentrarsi su: denti, unghie, pelo e viso.

Non preoccupatevi, non dovete andare alla ricerca di un minuscolo spazzolino da denti per la vostra cavia! Dovete semplicemente fare attenzione a quando mastica qualcosa o spingere delicatamente verso il basso il suo labbro inferiore per controllare che i denti non “crescano troppo”. Come per tutti i roditori, anche i denti delle cavie sono in continua crescita e per poterli limare masticano o rosicchiano qualcosa ogni giorno. Un porcellino d’india in salute ha denti bianchi con un accavallamento minimo nella parte anteriore. Delle piccole macchie sui denti sono normali per le cavie che mangiano frutta e verdura e non sono un motivo di preoccupazione, a meno che queste non intacchino l’intero dente.

Come parte della cura del vostro porcellino d’india bisogna tagliargli le unghie. Alle cavie che vivono all’esterno o che hanno un ampio spazio in un recinto bisogna tagliare le unghie con minore frequenza, poiché le accorciano da soli correndo e giocando. Quando tagliate le unghie del vostro porcellino d’india, assicuratevi di riuscire a vedere i vasi sanguigni, in modo da non tagliarlo accidentalmente. E non provate a tagliare le unghie al vostro animaletto se è agitato – aspettate che si rilassi e assuma una posizione adeguata da permettervi di tagliare le unghie con facilità. Potete iniziare a fare pratica senza tagliargli le unghie (gli snack in questi casi sono molto utili!).

La pelliccia dei porcellini d’india a pelo corto potrebbe dover essere spazzolata in primavera o in estate quando perdono il sottopelo, ma spesso non è necessario farlo regolarmente. Le cavie a pelo lungo devono essere spazzolate diverse volte alla settimana, a seconda delle condizioni abitative e della lunghezza del pelo. Considerate l’uso di carta riciclata o pellet di pino per rivestire le casette dei porcellini d’india a pelo lungo, in quanto i trucioli possono aggrovigliarsi nel pelo.

Per concludere la routine di toelettatura, controllate il viso del vostro porcellino d’india per eventuali secrezioni dagli occhi o dal naso. In condizioni normali queste sono chiare, ma se notate delle perdite bianche o gialle chiamate il veterinario.

Prendersi cura del vostro porcellino d’india non farà che rafforzare il vostro legame e allo stesso tempo farà in modo che la vostra cavia goda di ottima salute. Consideratela come un’opportunità per costruire un rapporto di fiducia ed effettuare un veloce controllo del suo stato di salute.

Rendere la cura ancora più facile e divertente

I porcellini d’india sono tra gli animali domestici di cui è più facile prendersi cura – e tra quelli più divertenti! Sarete ricompensati dai loro “squittii”, “fusa” e “popcorning”, come parte del linguaggio unico dei porcellini d’india e probabilmente anche delle coccole!

Come per qualsiasi altro animale domestico, iniziare con delle buone basi è molto importante. Una casetta è fondamentale nell’offrire la cura migliore per la vostra cavia. I rifugi e i tunnel le fanno sentire più al sicuro nel loro ambiente e offre loro una stimolazione fisica e mentale.

Avete deciso quale razza ti porcellino d’india introdurre nella vostra famiglia? Fatecelo sapere qui sotto!

Porcellino d’india color sabbia su una piattaforma Zippi di Omlet

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Porcellini d'India


Accogliere un porcellino d’india: siete pronti per l’adozione?

Porcellini d’india felici nella loro casetta Eglu Go di Omlet

I porcellini d’india sono animali da compagnia incredibilmente divertenti e gradevoli. Sono molto socievoli, riconoscono il loro padrone (e gli “parlano”!), sono in grado di imparare dei trucchi e dei semplici comandi. Allora perché molti rinunciano a loro?

Come tutti gli animali domestici, i porcellini d’india diventano parte integrante della famiglia e richiedono cure e attenzioni. Portare un animale da compagnia all’interno di una famiglia è un grosso impegno! Le cavie (un abbreviazione del nome scientifico dei porcellini d’india) sono adatte ai bambini, in quanto sono note per la loro indole docile e una personalità adorabile. Tuttavia, a differenza di altri animaletti, i porcellini d’india hanno una longevità pari a quella di altri roditori: vivono fino a 8 anni! In confronto ai criceti e ai gerbilli che hanno una longevità di 2-3 anni, le famiglie spesso non si rendono conto per quanto tempo i porcellini d’india fanno parte della famiglia. Inoltre, hanno bisogno di più spazio rispetto agli altri piccoli animali, consumano più cibo e preferiscono essere in coppia o in piccoli gruppi. Se non hanno abbastanza opportunità di arricchimento e di allenamento, si annoiano ed esprimono il loro disappunto! Per queste ragioni, ogni anno centinaia di cavie vengono abbandonate ai rifugi e ai gruppi di soccorso, sperando di trovare una casa che li accolga per tutta la vita.

Motivi per l’adozione

Adottare un porcellino d’india è uno dei modi più nobili e ammirevoli per diventare un fiero proprietario di una cavia (o due)! I rifugi solitamente non dispongono di tutto il necessario per garantire comfort a una cavia e sono dei luoghi troppo rumorosi/spaventosi per un animale piccolo! In effetti, quando adottate un porcellino d’india da un rifugio o una società di protezione animali gli salvate la vita.

Per quanto possa essere sconvolgente, molti gruppi di soccorso si uniscono per salvare animali di tutti i tipi dai rifugi. Potete adottare un porcellino d’india direttamente dal rifugio o tramite una di queste organizzazioni! La vostra quota di adozione verrà utilizzata per nutrire, prendersi cura e soccorrere i futuri animali.

Siete indecisi se adottare un porcellino d’india? Potreste allevarne temporaneamente uno o due! Questo potrebbe allentare la pressione di offrirgli una casa permanente e garantirgli un posto sicuro in attesa di trovare la casa perfetta per loro. Consultate le organizzazioni di soccorso locali per verificare se potete unirvi alla lista di famiglie affidatarie – molte di loro vi aiuteranno a sostenere economicamente i porcellini d’india che accogliete o forniscono prodotti base come la lettiera e il cibo. Questa sarebbe un’ottima occasione per verificare se siete pronti per l’adozione di una cavia!

Adottare o acquistare

Probabilmente conoscete la campagna “adopt, don’t shop” (adottate, non comprate) che i rifugi e i gruppi di soccorso utilizzano per trovare una casa ai propri animali, in particolare ai cani. Sebbene non ci sia niente di male nell’acquistare un porcellino d’india (da un allevatore o da un negozio), ci sono molte cavie che cercano una casa permanente, se sapete dove cercare.

Società di protezione animali, rifugi (a volte chiamati “servizi di controllo degli animali”), centri di adozione o fiere dell’adozione sono tutti registrati con la vostra città o regione e possono essere facilmente trovati online. Chiedete loro se dispongono di porcellini d’india – se non sono presenti online non vuol dire che non ne abbiano!

Anche i gruppi di soccorso o gli individui sono delle ottime risorse se volete adottare un porcellino d’india e di solito offrono una formazione e un’assistenza continue dopo l’adozione. Questi gruppi o individui possono essere trovati tramite delle ricerche online, gruppi di Facebook, siti web, come ad esempio PetFinder o attraverso rifugi locali o veterinari.

È importante controllare la credibilità dei gruppi di soccorso o degli individui prima di adottare un animale domestico. Potete chiedere loro se sono associazioni no-profit e verificare se sono registrate come tali presso la vostra regione. Per controllare la serietà di un individuo, chiedetegli delle referenze e/o da quale veterinario portino le loro cavie. Quando chiamerete il veterinario, vi darà volentieri le informazioni che cercate.

Una pelliccia per ogni occasione

Scegliere la razza adatta di porcellini d’india non è strettamente necessario, ma è divertente! I porcellini d’india hanno personalità uniche, ma si sa che sono degli animali dolci e affabili. Le razze si sono sviluppate principalmente in base ai diversi tipi di pelliccia – ce ne sono di molte varietà! Scegliere la razza giusta per la vostra famiglia vuol dire stabilire come volete che sia l’aspetto del vostro porcellino d’india e quanto tempo volete dedicare alla cura del suo pelo. Le pellicce possono essere corte o lunghe, lisce o ricce – e ci sono delle cavie totalmente prive di pelo!

Se siete attratti da una razza in particolare, potreste dover passare attraverso un allevatore o un’associazione che conosce le cavie alla perfezione! Tuttavia, se cercate regolarmente dei rifugi e dei gruppi di soccorso, potreste imbattervi nel vostro porcellino d’india ideale – o uno che vi rubi il cuore, qualunque sia la sua pelliccia! Non dimenticatevi di chiedere al rifugio o al gruppo di soccorso di mettere il vostro nome sulla lista se state cercando un tipo specifico di cavia.

Le caratteristiche principali da considerare quando decidere di adottare un porcellino d’india sono:

  • Età
  • Sesso
  • Personalità

È un porcellino d’india giovane o anziano? Volete adottarne più di uno? In questo caso, assicuratevi che siano coppie dello stesso sesso per evitare nidiate accidentali! Il porcellino d’india che pensate di adottare è timido o estroverso?

Trovare un porcellino d’india che sia adatto al vostro stile di vita e si integri alla vostra famiglia è la parte più importante. Anche se la cavia che vedete al rifugio o nel gruppo di soccorso non fa per voi, potete spargere la voce sui social media per aiutarla a trovare una casa!

Prepararsi al “popcorning”

Se non conoscete bene i porcellini d’india, dovete sapere che una delle cose più adorabili che fanno quando sono felici è qualcosa chiamato “popcorning”. Quando un porcellino d’india è felice salta letteralmente di gioia – si agita e grugnisce in quello che si chiama “popcorning” dei porcellini d’india.

Come fare affinché il vostro animaletto salti di gioia? Aiutatelo a vivere nel modo migliore fornendo riparo, possibilità di gioco, un’alimentazione sana e cure basilari!

Scegliendo sin dall’inizio una recinzione di alta qualità come la casetta Eglu Go per porcellini d’india, eviterete di doverla sostituire in futuro. Abbiamo inventato questa casetta per permettere ai porcellini d’india di godere della natura in modo sicuro.

Proprio così – potete tenere le cavie all’esterno per tutto l’anno! Spesso pensiamo erroneamente che i porcellini d’india devono essere tenuti in casa, ma si adattano facilmente alla vita all’aria aperta! I benefici di Eglu Go per porcellini d’india sono: protegge contro le intemperie e i predatori, ha un design anti-morso ed è facile da lavare!

Che teniate le vostre cavie all’esterno o in casa, avranno bisogno di attività conivolgenti per allenare la mente e il corpo. Dato che ai porcellini d’india piacciono i tunnel (ma non i loro!), un sistema di tunnel Zippi è un ottimo modo per ridurre la noia e muovere i loro piccoli piedini! Combinate i tunnel con dei Recinti Zippi per permettere ai vostri porcellini d’india di giocare in completa sicurezza – fuori o in casa!

Creare un luogo stimolante e sicuro per i vostri porcellini d’india permetterà loro di adattarsi più velocemente e facilmente e vi permetterà di dedicare meno tempo a pulire e più tempo a giocare con i vostri animaletti!

Prendersi cura di una cavia

Una volta procurata l’attrezzatura giusta, è relativamente facile prendersi cura dei porcellini d’india. La loro alimentazione deve essere costituita principalmente da fieno come il Timothy Hay, in quantità illimitate. Devono inoltre consumare pellet a base di fieno, un alimento ricco di fibre, per favorire il corretto funzionamento dei loro piccoli pancini.

Proprio come gli umani, i porcellini d’india non sono in grado di sintetizzare da soli la vitamina C, quindi assicuratevi che il cibo a base di pellet la contenga. Altrimenti si possono aggiungere integratori che si trovano in commercio al loro cibo o acqua. Potete anche offrire loro verdure ricche di vitamina C come i peperoni, i pomodori e gli asparagi. Anche alcuni frutti sono una fonte di vitamina C, ma devono consumarli con moderazione, perché i porcellini d’india possono diventare sovrappeso molto facilmente! Potete dar loro piccole quantità di arance o kiwi una o due volte alla settimana come trattamento a base di vitamina C.

Il dispenser Caddi per porcellini d’india è un modo divertente per fornire alle vostre cavie il loro cibo preferito. Riempitelo con fieno, verdure a foglia verde o altre prelibatezze per regalare loro ore di divertimento. Quando sei carino come un porcellino d’india, ti è concesso di giocare con il cibo!

Oltre alla dieta, dovete assicurarvi che il vostro porcellino d’india abbia accesso costante ad acqua fresca e pulita. Evitate ciotole troppo basse nelle quali potrebbero entrare, potrebbero rischiare di rovesciarle o di trovare degli escrementi all’interno. Gli abbeveratoi fissati al recinto sono un’ottimo modo per fornire acqua alla vostra cavia. Per questo scopo, potete anche utilizzare una ciotola per gatti rialzata nella casetta del vostro porcellino d’india, l’importante è che sia abbastanza alta per evitare che ci facciano il bagno e abbastanza bassa da permettergli di bere correttamente!

L’attività fisica è importante perché i porcellini d’india mantengano un peso ideale. Degli etti di troppo potrebbero causare problemi metabolici e digestivi ed esercitare pressioni inutili sulle loro piccole zampe e provocare dolori articolari. Le Piattaforme Zippi sono un ottimo modo per incoraggiare il vostro porcellino d’india a muoversi un po’ di più! Provate a servirgli il cibo sulla piattaforma per spingerlo a salire e scendere la rampa. Potete anche costruire un percorso a ostacoli con delle scatole di cartone per incoraggiare l’attività fisica – assicuratevi che ricevano una ricompensa alla fine!

Una toelettatura di base insieme a un controllo dello stato di salute, farà in modo che il vostro porcellino d’india si senta al meglio. Se pensate che ci sia qualcosa che non va durante un controllo di routine, chiamate il veterinario. Per una lista di attività base, visitate il nostro blog: 5 consigli per la cura dei porcellini d’india.

Costruire un legame per tutta la vita

Per fare in modo che il rapporto con il vostro porcellino d’india parta con il piede giusto, ricordatevi di:

  • Scegliere una casetta di alta qualità progettata appositamente per porcellini d’india
  • Offrire delle recinzioni e dei giochi stimolanti e gratificanti
  • Fornire un’alimentazione adeguata
  • Trovare un veterinario che curi le cavie in caso di malattie o urgenze

Quando soddisferete tutti i bisogni primari del vostro porcellino d’india, vi renderete conto che sono degli ottimi animali da compagnia! Hanno delle caratteristiche adorabili come fare popcorning, scorazzare, giocare e cinguettare (visitate la nostra pagina: Come capire il linguaggio dei porcellini d’india).

Per natura, i porcellini d’india stabiliscono uno stretto legame con un altro membro della loro specie, per questo è meglio allevarli in coppia. Avere un amico che parli la tua stessa lingua è fantastico, ma le cavie desiderano anche costruire una relazione con i loro padroni! Parlate spesso con i vostri porcellini d’india, offrite loro del cibo direttamente dalla vostra mano (attenzione a non mettere accidentalmente le dita a rischio) e interagite spesso con i vostri animaletti. Prima di tutto, siate pazienti. Un legame con un animale non si costruisce in un solo giorno, ma molto presto i vostri porcellini d’india vi considereranno loro amici. Una volta stabilito il rapporto, non si romperà facilmente, quindi prendetevi del tempo. Il vostro animaletto da compagnia vi saluterà con una serie di “squittii”, “fischi” e “tubate” in men che non si dica, soprattutto se avete del cibo!

Fiducia e sostegno

Quella di dottare un porcellino d’india è una decisione importante, ma con le risorse e la preparazione adeguate, potrebbe essere una delle decisioni più gratificanti che possiate prendere!

Abbiamo creato i nostri prodotti con l’obiettivo di aiutare il vostro porcellino d’india ad adattare la loro vita alla loro nuovo ambiente permanente. Poiché le nostre casette sono progettate per essere una soluzione “permanente” – non marciscono, non si rompono o mostrano i segni del tempo come le casette in legno – potete avere la certezza che la cavia che avete adottato vive felice e al sicuro nella sua nuova casa.

Speriamo che possiate fare il grande passo e aprire il vostro cuore e la vostra casa a un porcellino d’india in cerca di una nuova vita. Se avete delle domande su come adottare o prendersi cura di una cavia, non esitate a contattarci!

Porcellino d’india che mangia del fieno nella sua casetta Eglu Go di Omlet

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Porcellini d'India


Come si preparano per l’inverno i porcellini d’india

A solo poche settimane che ci separano dalla stagione più magica dell’anno, questo è il momento ideale per preparare i vostri porcellini d’india per l’inverno. Noi di solito lo facciamo acquistando un cappotto super confortevole, ma per i nostri amici pelosi la preparazione è, ovviamente, leggermente diversa. Anche se la nostra cavia ha già una pelliccia soffice, questo non significa che possa affrontare le temperature più rigide senza il vostro aiuto.

Fortunatamente, per preparare il vostro porcellino d’india per l’inverno non è necessario trasformare completamente il loro rifugio autunnale in un paradiso invernale del tutto nuovo. Con questi semplici passi, le vostre cavie saranno felici di entrare nella nuova stagione e saranno pronte ad accogliere il cambiamento.

Ai porcellini d’india piace l’inverno?

Se poteste tradurre le fusa, i sibili e i suoni che emettono i vostri porcellini d’india, vi direbbero che le loro temperature preferite si aggirano intorno ai 15-24 gradi. E sebbene nel loro habitat naturale delle Ande sudamericane i porcellini d’india si rannicchiavano insieme per riscaldarsi, ora si sono abituati ai nuovi ambienti. Dunque, da proprietari, è importante che prendiate le giuste misure per fare in modo che le vostre cavie non sentano freddo.

I porcellini d’india possono vivere fuori d’inverno?

Eglu Go di Omlet per porcellini d’india è stato progettato per essere utilizzato tutto l’anno, a seconda di dove vivete e della quantità di freddo. Tuttavia, per casette che, a differenza di Eglu, non hanno un isolamento a doppia parete, è consigliabile spostare i vostri porcellini d’india in un capannone o in una rimessa nei prossimi mesi. Ad ogni modo, prima di farlo, dovreste sapere che questi animali non si adattano facilmente a cambiamenti di temperatura drastici e frequenti. Pertanto farli entrare, poi uscire, poi entrare…e poi uscire (!) può essere dannoso. Dovreste portarli dentro per tutto l’inverno o per qualche settimana quando fa davvero molto freddo. 

Prepararsi per l’inverno

I vostri porcellini d’india sono pronti per poter godere di una pelliccia più folta per l’inverno e voi avete quasi acceso il riscaldamento…e ora che si fa?

Investite in una coperta calda

Se non l’avete ancora fatto, è arrivato il momento di rimettere le coperte calde che avete messo via a marzo…(questo vale anche per i vostri porcellini d’india!). Un caldo giaciglio è indispensabile per noi e per le nostre cavide, quindi assicuratevi di procurarvi scorte in abbondanza per rivestire la loro casetta. È particolarmente importante che resti pulita e asciutta.

Un’ottima alternativa è lo Scaldino imbottito per microonde, che può essere utilizzato nell’Eglu Go per porcellini d’india del vostro animaletto. Basterà mettere lo scaldino del microonde per qualche minuto per ottenere fino a 10 ore di calore!

Porcellini d’india nella loro casetta con rivestimenti caldi nei mesi più freddi

Procuratevi un copribottiglia

Nei mesi più freddi, controllate la bottiglia dell’acqua dei vostri porcellini d’india. Le temperature glaciali potrebbero congelare le parti in metallo e l’acqua, questo significa che le vostre cavie inevitabilmente non avranno accesso a uno dei loro bisogni primari. Un copribottiglia non solo farà in modo che l’acqua non si congeli durante l’inverno, ma la terrà anche fresca durante l’estate!

Evitate l’erba

Le vostre cavie potrebbero essersi divertite durante l’estate a esplorare l’erba verde lussureggiante del vostro giardino, ma sfortunatamente in inverno non si può uscire. Non è una buona idea mettere il vostro porcellino d’india sull’erba quando fa particolarmente freddo o umido. Se da un lato non è piacevole per loro, dall’altro potrebbe portare a delle malattie. Dato che queste palle di pelo hanno una pelle particolarmente sensibile, averla bagnata continuamente può essere dannoso, sarebbe come avere freddo e non potersi asciugare velocemente. Questo, però, non vuol dire che i porcellini d’india non possano divertirsi durante l’inverno! Date un’occhiata alla nostra gamma di giocattoli per porcellini d’india per delle idee su dei giochi da svolgere all’interno.

Tenete sotto controllo la loro alimentazione

I porcellini d’india devono condurre una dieta bilanciata per tutto l’anno, in particolare un nutriente essenziale che deve essere sempre presente è la vitamina C. Abbiamo scritto una guida dettagliata sul perché la vitamina C dovrebbe essere sempre presente staple nella dieta dei vostri porcellini d’india! A parte la vitamina C, fare un pieno di calorie è molto importante per affrontare i mesi invernali perché le cavie bruciano molte calorie per tenersi al caldo. Dovete continuare a fornire loro cibo fresco e secco ogni giorno, insieme a una quantità illimitata di fieno, ma una dose extra di calorie in questa stagione non farà male a nessuno!

Utilizzate una copertura per le loro casette

Coprire la casetta dei vostri porcellini d’india è un’ottimo modo per tenerli al caldo durante l’inverno, sarebbe quindi opportuno investire su una copertura per temperature estreme. Questa può posizionata sulla casetta e fornire una protezione extra al vostro Eglu Go. Se non avete un Eglu, potete attaccare un pezzo di tappeto sulla casetta o fissare una copertura con dei chiodi. Tenete presente, tuttavia, che i porcellini d’india hanno bisogno di un’adeguata ventilazione nella loro casetta.

Porcellini d’india che si tengono al caldo nella loro casetta Eglu Go con recinto di Omlet, con una copertura contro le intemperie

Come capire se un porcellino d’india ha molto freddo

Prima che arrivi il grande freddo, potete mettere in atto queste precauzioni per tenere al caldo le vostre cavie e permettere loro di trascorrere un inverno piacevole. Tuttavia, è utile sapere come capire se il vostro porcellino d’india sente davvero molto freddo.

Sebbene non parliamo la stessa lingua dei nostri animali domestici, loro sanno benissimo come comunicare le proprie emozioni, piaceri e avversioni. I porcellini d’india non sono diversi e usano il linguaggio del corpo per farci sapere quando hanno bisogno di riscaldarsi! Proprio come noi, quando hanno freddo i porcellini d’india tremano e si rannicchiano. Possono anche creare una coperta improvvisata per cercare di aumentare la propria temperatura corporea. Inoltre, se toccando loro orecchie le sentiste fredde, proprio così, lo sarebbe anche il resto del loro corpo.

Ora che voi e i vostri porcellini d’india siete pronti per l’inverno, potete rilassarvi con una tazza di tè sotto una coperta soffice, sicuri che i vostri amici pelosi saranno felici, sicuri e al caldo durante l’inverno.

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Porcellini d'India


Conigli e porcellini d’india possono vivere insieme?

Una delle domande più frequenti che ci vengono poste da chi ha piccoli animali è se conigli e porcellini d’india possono vivere insieme. Sono entrambi piccoli, graziosi e coccoloni, vivono in gabbia (o in super eleganti Casetta per Conigli Eglu Go!) e amano le verdure ma qui le similitudini finiscono.

Conigli e i porcellini d'india possono diventare compagni di gabbia?

Era pratica comune in passato tenere conigli e porcellini d’india insieme perché sterilizzare i piccoli animali non era una pratica comune. Da allora le cose sono drasticamente cambiate e ora non è più un problema. L’altro motivo che si cela dietro a questa coabitazione è che il detto “riprodursi come conigli” è assolutamente vero! Si riteneva che tenere conigli e porcellini d’india insieme avrebbe evitato una riproduzione massiccia.

Il ciclo riproduttivo del coniglio è piuttosto rapido e immediatamente dopo aver dato alla luce la prole, possono nuovamente concepire e anche se la media dei cuccioli si aggira intorno ai 5, possono anche essere di più! Il record della cucciolata più numerosa di conigli è di 24, nati da due conigli Neozelandesi!
Per cui se non desiderate avere uno stuolo di conigli, allora la possibilità di condividere gli spazi con un porcellino d’india può andare bene, E’ quindi un buon compromesso, dopotutto? Sbagliato, in un mondo ideale, ma perfetto in un mondo più realistico.

Non è propriamente consigliato far condividere la gabbia tra conigli e porcellini d’india. Qui approfondiremo alcune ragioni per cui questo abbinamento che sulla carta è ideale, non è sempre consigliato.

Hanno diete differenti

Molti considerano questi due piccoli animali simili per diversi fattori, ma le loro necessità nutrizionali sono abbastanza differenti. Anche se entrambi i mammiferi hanno bisogno di fieno, verdure e frutta per una dieta bilanciata, differiscono sul loro processo di assunzione di vitamine.
I porcellini d’india hanno bisogno di vitamina C per essere certi di avere una dieta adeguata, perché come gli esseri umani, non sono in grado di sintetizzare la vitamina da soli a causa di una carenza genetica. La vitamina C si trova nella frutta contenente acido citrico ed è necessaria per la sopravvivenza. I conigli d’altro canto, possono sintetizzare questa specifica vitamina e se gliene si dà troppa, possono ammalarsi.

Farli convivere e condividere la ciotola di cibo, può soddisfare le esigenze di uno ma causare problemi di salute nell’altro.

porcellini d’india si godono il cibo da un dispenser caddi

I conigli fanno i prepotenti con i porcellini

Può sembrare un’affermazione azzardata ma è una possibilità di cui tener conto. I nostri amici con le orecchie lunghe sono più grossi e a volte più forti della loro controparte. Quando si tratta di cibo, soprattutto se lo devono condividere, Peter Coniglio potrebbe facilmente scacciare Mini Porcellino e affermare la sua autorità su di lui. Questo finirebbe in una relazione turbolenta, specialmente se il porcellino d’india venisse privato del cibo!
Ai conigli piace anche saltellare perché sono creature energiche per cui i momenti di gioco potrebbero essere un po’ unilaterali e bruschi per i porcellini d’india che invece sono più mansueti.

Comunicano in modo diverso

Figuratevi questa scena, siete con i piedi sollevati, e vi state godendo una tazza di té in santa pace e siete pronti per leggere un bel libro e improvvisamente il vostro compagno di stanza decide di organizzare un party a tema Hawaiano e invita tutto il vicinato. Vivere con un coniglio è un po’ così (dalla prospettiva di un porcellino d’india!). Nonostante siano entrambi creature socievoli, i porcellini d’india amano ritagliarsi i loro spazi e rilassarsi mentre i conigli vogliono attenzioni sia stringendosi e accoppiandosi con i compagni che facendosi reciprocamente le pulizie. Questo tipo di comportamento potrebbe essere un po’ stressante per un porcellino.

Alla fine appartengono a due specie differenti e non parlano la stessa lingua. Se non possono comunicare tra loro, potrebbero soffrire di noia e solitudine. Sarebbero più felici stando coi loro simili.

Ci sono rischi per la salute

Entrambi gli animali possono ammalarsi di Bordetella bronchiseptica, un’infezione batterica che può portare alla bronchite. E’ più grave se colpisce i porcellini d’india mentre nei conigli si manifestano pochi sintomi.
Un altro potenziale rischio è la Pasteurella che si trasmette tramite la saliva, ad esempio con i morsi. Anche in questo caso per i conigli causa meno rischi ma è più pericolosa per i porcellini. Se porcellini d’india e conigli vivono insieme, potrebbe essere un rischio per la salute e causare un ambiente insano.

gabbia per porcellini d’india eglu go e una gabbia per conigli eglu go in giardino

Come tenerli al sicuro se vivono insieme

Nonostante le raccomandazioni che conigli e porcellini d’india non dovrebbero condividere lo spazio vitale, ci possono essere delle eccezioni. Facendoli convivere fin da piccoli, crescendo impareranno ad amarsi e si vedranno come amici e non come contendenti. Inserire invece un nuovo porcellino d’india con un coniglio già in loco potrebbe creare degli squilibri nella gerarchia.

Magari scoprirete che hanno creato un legame o sono diventati migliori amici, o semplicemente non potete farli stare separatamente per motivi logistici. In questo caso ci sono delle soluzioni per aggiustare le differenze.

Create uno spazio sicuro per il porcellino d’india

Se il porcellino ha bisogno di ritirarsi per un po’ tranquillo, è importante riuscire a lasciargli gli spazi. Omlet ha creato dei prodotti che possono essere ampliati, interconnessi e aggiornati permettendo una semplice soluzione se si tratta di creare uno spazio unico per gli animali. Iniziate con la gabbia Eglu Go per porcellini facilissima da montare e pulire. Garantisce un posto tranquillo e sicuro per il porcellino d’india!

Date da mangiare separatamente agli animali

Invece che condividere la ciotola del cibo, che abbiamo visto potrebbe essere problematico, date da mangiare ai vostri porcellini separatamente dai conigli. Prendete in considerazione un’area diversa per nutrire il coniglio, come il recinto.

Assicuratevi di sterilizzare il coniglio

Al giorno d’oggi sterilizzare i piccoli animali è molto più sicuro e più frequente di un tempo per cui lo raccomandiamo se pianificate di avere tanti conigli o di tenerli con i porcellini. Dato che si sa che i conigli hanno la costante necessità di accoppiarsi, non sarebbe solo fastidioso per i porcellini d’india ma potrebbe anche causare delle ferite considerando che sono più piccoli di un coniglio. Sterilizzando il coniglio, questo sentirà meno la necessità di montare il suo compagno di gabbia!

Vicini amichevoli?

Naturalmente non c’è motivo per cui non possiate tenere conigli e porcellini d’india. E’ possibile creare delle aree separate in modo che possano dormire divisi e avere i loro spazi (specialmente i porcellini), e un’ ampia area gioco (conigli!) per farli divertire e sfogare. Per migliorare questo capolavoro architettonico, fornite loro un recinto, con un sistema di tunnel interconnessi.
Non è che non possano vivere insieme, è possibile, però non è raccomandato e ci auguriamo di averlo spiegato estesamente in quest’articolo. Se avete esperienza di conigli e porcellini d’india che vivono insieme in armonia, o meno, condividete la storia nei commenti della sezione qui sotto.

un bambino seduto in un recinto eglu go con un coniglio e collegato ad un sistema di tunnel zippi

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Animali da compagnia


Perché la vitamina C è così importante per i porcellini d’india?

Porcellino d’india mangia una bietola in un rifugio viola Zippi della Omlet sulle piattaforme Zippi per porcellini in un recinto Zippi della Omlet

Che cos’è la vitamina C, e perché è così importante?

La vitamina C, anche conosciuta come acido ascorbico è una sostanza nutritiva essenziale per riparare i tessuti, formare il collagene e mantenere attivo il sistema immunitario. Qualcosa che umani e porcellini d’india hanno in comune ed è qualcosa di praticamente unico nel regno animale, è l’inabilità a sintetizzare e immagazzinare la vitamina C. Questo significa che i porcellini d’india, proprio come gli esseri umani, devono ricavare la vitamina C dal cibo per restare in salute.

Fortunatamente moltissimi cibi adatti ai porcellini d’india sono ricchi di vitamina C, ma è molto importante che voi vi assicuriate che ne abbiano a sufficienza ogni giorno e quindi che controlliate la loro dieta.

La vitamina C fa bene ai porcellini d’india?

Non solo fa bene ma è essenziale per loro. Se il vostro pet non assume vitamina C a sufficienza, può seriamente ammalarsi e sviluppare forme severe di pseudo scorbuto.

Sintomi che indicano che il vostro animale non sta assumendo sufficiente vitamina C, includono:

  • Articolazioni doloranti che si rivelano con dei cambiamenti nei movimenti o poca voglia di muoversi
  • Letargia generale e perdita di appetito
  • Problemi ai denti e al pelo
  • Emorragia che si presenta come ferite sul corpo

Se ritenete che il porcellino sia malato, per mancanza di vitamina C o per altri motivi, è importante contattare subito il veterinario appena notate dei cambiamenti. Leggi il nostro blog sul linguaggio corporeo dei porcellini per imparare di più sul comportamento dei vostri animali e su cosa vogliono dirvi.

Quanta vitamina C devo dare ai miei porcellini d’india?

Generalmente si consiglia di somministrare ai porcellini d’india dai 10 ai 30 mg ogni giorno ma le dosi di vitamina C variano a seconda dell’età, peso e altre circostanze. I giovani porcellini d’india che sono ancora in crescita, i porcellini gravidi o quelli malati dovrebbero prenderne circa 30 mg o, in alcuni casi, anche di più.

La maggior parte dei porcellini d’india prende tutto il necessario a stare in salute seguendo una dieta bilanciata e salutare ma è bene che voi in quanto proprietari, sappiate quali cibi inserire nella loro dieta in modo da essere certi che raggiungano i livelli necessari.

Un porcellino d’india spunta da un rifugio Omlet in cima a una piattaforma zippi per porcellini omlet

Quale è la miglior fonte di vitamina C per i porcellini d’india?

I pellet di buona qualità per porcellini sono naturalmente arricchiti con vitamina c, per cui una gran parte delle vitamina dei vostri pet verranno da questo.

A parte il pellet, dovrete dare agli animali una manciata o due di verdure fresche ogni giorno. Le verdure fresche, soprattutto quelle a foglia sono un’ottima fonte di vitamina C, e assicurando loro una dieta varia: potete stare certi che assumeranno abbastanza sostanze nutritive e vitamine.

Spesso gli esseri umani optano per il limone quando vogliono aumentare l’assunzione di vitamina C, ma questa non è una buona alternativa per i porcellini d’india e la frutta in generale spesso è troppo zuccherina per poterla dare regolarmente tutti i giorni. Infatti tantissime verdure hanno lo stesso contenuto o anche di più di vitamina C ad esempio rispetto alle arance, inclusi:

  • Peperoni
  • Pomodori
  • Spinaci, cavolo nero e prezzemolo
  • Broccoli e asparagi

Mentre una buona dieta, vegetali freschi e fieno sempre fresco a disposizione manterranno il vostro porcellino d’india in salute, ci sono altri modi per aumentare l’assunzione di vitamine. Sarà particolarmente utile se avete dei pet che sono malati e faticano a nutrirsi o, se per una ragione o un’altra non hanno accesso a verdure fresche. Alcune includono:

  • Integratori di vitamina C in tavolette
  • Vitamina C liquida
  • Bocconcini arricchiti in vitamina C

Assicuratevi che quello che date ai porcellini sia specificamente studiato per loro e leggete sempre l’etichetta per essere certi di dar loro il dosaggio corretto. Magari, prima di iniziare a dare regolarmente degli integratori, chiedete consiglio al veterinario.

Evitate le gocce a base di acqua di vitamina C. Una volta nell’acqua la concentrazione è molto bassa per cui dovrebbero bere molta acqua per avere dei benefici. Inoltre potrebbe dare all’acqua un gusto diverso e questo, invece di portare i porcellini a bere potrebbe allontanarli e questo sarebbe un problema.

Cosa succede se un porcellino d’india assume troppa vitamina C?

Se il vostro pet occasionalmente assume troppa vitamina C rispetto alla dose raccomandata giornaliera, non c’è da preoccuparsi dato che un eccesso di vitamina C verrà espulsa con le urine. In generale è difficile per i porcellini avere un sovradosaggio di vitamine ma se regolarmente assumono più di 30 mg, ciò può causare gravi conseguenze di salute come ad esempio lo pseudo scorbuto, una sensibilità ridotta alla vitamina.

Troppa vitamina per un lungo periodo di tempo può causare incontinenza e calcoli renali e può anche alterare lo sviluppo dei porcellini d’india.

Se nutrirete i porcellini con una dieta bilanciata e con del pellet di buona qualità, in generale non dovrete preoccuparvi di questo, è più un problema se dovete dare della vitamina C aggiuntiva sotto forma di integratori.

Altre informazioni importanti sulla vitamina C

E’ bene tenere presente che anche se fate tutto il necessario per fornire al porcellino tutto ciò di cui necessita, potrebbe comunque avere una mancanza di vitamina C. Spesso si associa con del cibo mal conservato o scaduto. La vitamina C ha una data di scadenza e i valori nutrizionali decrescono man mano che il cibo invecchia.

Questo si applica alla frutta fresca e alle verdure oltre che al pellet e agli integratori di vitamina C, per cui assicuratevi di conservare sempre fresco il cibo dei porcellini. Eliminate tutto quello che è scaduto e non date mai ai pet del cibo ammuffito o appassito.

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Porcellini d'India


Pulizie di primavera nel recinto degli animali

Casetta Eglu Go per porcellini d’india con tulipaniLa primavera è alle porte e questo significa nuovi inizi! Molti di noi inizieranno con le pulizie di primavera e approfitteranno delle giornate un po’ più lunghe e del clima più tiepido per passare più tempo all’aria aperta. E proprio come noi, i nostri pet apprezzano tutto quello che la primavera ha da offrire dopo un lungo inverno! Per i nostri amici pelosi questa stagione significa restare più tempo nel recinto esterno, molto meno fango e ci sarà tanta erbetta saporita dove giocare e da becchettare. Ma prima che gli animali mettano fuori la testa, coinvolgeteli nelle pulizie di primavera e date una bella pulita anche al recinto!

Spostate il recinto in una nuova area

Prima di iniziare le pulizie primaverili, mettete le galline, porcellini d’india o conigli in un recinto temporaneo per tenerli al sicuro e per avere più margine di lavoro. Una volta fatto, potrete spostare la loro recinzione in una nuova zona del giardino. Tutti i recinti Omlet possono essere spostati e si mettono in sicurezza nella nuova posizione utilizzando i ganci a vite della Omlet.

Dato che (si spera!) ci sarà un po’ più di sole, posizionate il recinto in un’area in cui gli animali abbiano tanto spazio da esplorare. Andando avanti con la stagione, sarà una buona idea comprare una protezione per recinti che farà stare all’ombra gli animali, al riparo dal sole a picco.

Cambiate la lettiera

La lettiera dei porcellini d’india e dei conigli va cambiata frequentemente (due volte a settimana), per cui assicuratevi di inserire anche questo lavoro quando farete le pulizie. Fortunatamente le casette per conigli Omlet e quelle per porcellini d’india si puliscono con facilità e la pulizia della lettiera si esegue sfilando i vassoi per le deiezioni che poi si puliscono e riempiono nuovamente.

Per le galline, la primavera è il periodo dell’anno in cui si inizia a notare un incremento nella produzione di uova dopo un inverno a produzione ridotta. Assicuratevi che i nidi abbiano sempre una soffice lettiera adatta alle galline, che assicurerà loro un comodo posto dove accomodarsi e aiuterà a ridurre gli odori del pollaio.

Utilizzate i Caddi per migliorare la pulizia del recinto

Per migliorare ulteriormente la pulizia della casetta dei conigli o dei porcellini d’india, potete usare Caddi come modo alternativo per dar loro da mangiare. Non solo i dispenser Caddi garantiscono ai pet la stimolazione mentale di cui hanno bisogno ma tengono il cibo lontano da terra. Così facendo i predatori indesiderati e i roditori staranno lontani dai vostri animali.

Conigli che saltano intorno al loro dispenser Caddi della Omlet

Date una spazzolata ai vostri Pet

Oltre a mantenere gli animali in ottime condizioni, spazzolarli è un ottimo modo per creare un legame non solo con cani e gatti! Per cui perché non balzare verso la nuova stagione con gli animali al loro meglio, pronti per rientrare nel recinto?

Anche se il vostro primo istinto sarebbe di fare un bagno ai porcellini d’india quando sembra essercene bisogno, non è salutare per loro. Invece investite in un kit per la pulizia per cavie e panni senza additivi chimici che li aiuteranno a mantenersi puliti. Per ulteriori informazioni sulla pulizia dei porcellini, leggete il nostro precedente blog sull’argomento.

Ilmonte lavoro che un coniglio necessita per la sua pulizia dipende dalla razza. Le razze a pelo lungo come le teste di leone richiedono un’accurata pulizia ed è importante eseguirla tutto l’anno.

Le galline sono animali che richiedono poca manutenzione e spesso si fanno da sole i bagni di terra per mantenersi pulite. Potete anche dar loro una mano e preparargli un bagno di sabbia utilizzando un secchio o una vecchia lettiera per gatti!

Ampliate il recinto

Ora che le pulizie di primavera sono terminate, perché non considerate di aggiungere degli extra al recinto? I vostri pet trascorreranno più tempo all’aperto ed è la scusa perfetta per estendere la recinzione grazie ai kit prolungamenti Zippi che sono l’ideale per ampliare gli spazi dei conigli e porcellini d’india. Per le galline, provate le estensioni di recinto Walk In, che si adattano al recinto che già avete per lasciare alle galline più spazio.

Rinnovate il recinto degli animali con nuovi giochi e accessori

Qualche altro gioco e accessorio per il recinto non va dimenticato! Omlet ha un’ampia gamma per galline, conigli e porcellini d’india. I rifugi Zippi con Tunnel gioco sono un’eccellente opzione per assicurare alle cavie ore di divertimento oltre ad assicurare loro tanto esercizio, essenziale per il loro benessere.

Le galline adoreranno il Peck Toy della Omlet che può essere riempito con i loro bocconcini preferiti o granaglie, stimolando il loro istinto a becchettare.

Ampliare Eglu Go UP per galline della Omlet

Ora siete preparati a tutto quello che la primavera riserva per voi e i vostri pet. Iniziate oggi stesso a iniziare a rinnovare il recinto!

 

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Conigli


Come mantenere attivi conigli e porcellini d’india

Un porcellino d’india si nasconde in un ricovero su una piattaforma

Assicurare ai vostri piccoli amici un esercizio e attività sufficienti è estremamente importante per il loro benessere fisico e mentale. Un coniglio o un porcellino d’india poco stimolato si annoierà facilmente e si tradurrà in comportamenti indesiderati e tanta frustrazione. Fortunatamente ci sono delle cose che potete fare per incoraggiare il moto e rendere le loro vite più eccitanti. Ecco alcuni dei nostri consigli:

Lasciate loro più spazio

Può sembrare ovvio ma per un coniglio o per un porcellino d’india è molto più facile fare esercizio se hanno tanto spazio a disposizione. Ampliate il loro recinto, aggiungere nuova gabbi, o allestite una stanza in casa o un’area del giardino dove i pet possano girare in sicurezza.

Cambiate la disposizione

Le novità interesseranno e stimoleranno i conigli e i porcellini d’india. Non hanno però bisogno di una casa completamente nuova ogni mese. Sostituite regolarmente i giochi e modificate la sistemazione della gabbia e del recinto spostando i vari accessori in posizioni differenti per incoraggiarli ad esplorare, stimolando corpo e mente!

Fornitegli il cibo

Conigli e porcellini d’india amano andare in cerca del cibo. Potete aiutarli e incoraggiare questo istinto naturale nascondendo dei premietti nel loro recinto, posizionando dei piccoli cumuli di fieno negli angolini o mettendo delle foglie, frutta e vegetali in un dispenser Caddi. Qualsiasi cosa spinga i vostri pet a ricercare dei buoni bocconcini è ottimo per tenerli in attività!

Salite di livello

Aggiungete delle piattaforme per porcellini d’india e conigli al recinto per utilizzare al meglio lo spazio disponibile. I porcellini d’india ameranno scendere le rampe e i conigli potranno finalmente attivare i loro lunghi muscoli delle zampe per saltare tra le piattaforme o i gradini. Se non fosse abbastanza, ai conigli piace particolarmente stare seduti in alto e ispezionare i dintorni, per cui dar loro un punto di avvistamento diventerà molto popolare!

Un porcellino d’india si nasconde in un ricovero su una piattaforma

Opportunità di scavo

Anche se magari non si applica alla media dei porcellini d’india, faticherete a trovare un coniglio che non adori scavare. Se non volete farvi rovinare il prato, lasciategli un posto dove scavare. Un grosso vaso per piante o un vassoio con del terreno sciolto sarà perfetto per cominciare. Potete anche aggiungere della carta di giornale accartocciata in fondo perché possa strapparla.

Giocate insieme a loro

Se i vostri pet sono a loro agio, un ottimo modo per attivarli è di giocare insieme. Mettetevi al loro livello e lasciategli un po’ di tempo per abituarsi alla vostra presenza. Saranno loro stessi ad avvicinarsi a voi e potrete introdurre gradualmente dei giochi e attività interattive. Potete portare dei giochi e bocconcini per incoraggiarli, a seconda di cosa piace loro.

Alcuni conigli e porcellini d’india possono anche essere stimolati mentalmente imparando dei giochini. Abbiamo scritto un blog su come addestrare i vostri piccoli amici se avete voglia di mettervi in gioco!

Esercizio per i denti

I denti dei conigli e dei porcellini d’india non smettono mai di crescere per cui per mantenerli in forma i vostri pet avranno bisogno di tritare per limarli. Un buon rifornimento di fieno è molto importante ma potete anche dar loro dei giochi da rosicchiare e dei rametti.

Lasciategli uno spazio dove riposare

Anche se è importante assicurare ai vostri pet uno spazio sufficiente per fare esercizio, è altrettanto importante assicurarsi che abbiano un posto dove fermarsi e rilassarsi. Essendo delle prede, apprezzeranno uno spazio riparato dove ritornare e dove sanno di essere al riparo. Questo può significare sdraiarsi su un letto di fieno nella gabbia, o rintanarsi un a riparo nel recinto.

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Conigli


8 Consigli per rendere il recinto degli animali più gioioso quest’autunno

Due porcellini d’india marroni in un recinto, uno in un ricovero Zippi della Omlet

E’ tornato il periodo dell’anno in cui salutiamo l’estate e diamo il benvenuto alle giornate più fresche e corte dell’autunno. Per molti proprietari di animali l’estate è un’ottima opportunità per trascorrere del tempo di qualità con i propri animali, giocando all’aperto e godendosi il caldo delle giornate. Il cambio di stagione però non deve essere un intralcio ai divertimenti!

E’ essenziale continuare a mantenere in esercizio gli animali durante tutto l’anno e i recinti per animali sono perfetti a questo scopo, garantendo ai vostri amici pelosi la libertà di girare in uno spazio sicuro e limitato. Omlet ha una vasta gamma di recinti per galline, conigli e porcellini d’india, che sono tutti a prova di predatori, così che non avrete nessuna preoccupazione in merito alla loro sicurezza quest’autunno. Anche se i recinti sono perfetti per lasciare più spazio ai vostri pet, aggiungere dei piccoli extra nei prossimi mesi a venire, aiuterà voi e i vostri animali a divertirvi. Ecco alcuni dei nostri consigli per rendere gli spazi recintati più spassosi quest’autunno.

Recinti per porcellini d’india e conigli

Allestite una caccia al vegetale

Le cavie e i conigli amano la verdura fresca e quindi perché non farne un gioco? Potete nascondere dei pezzetti della loro verdura preferita tutto intorno nel recinto e poi aspettare che li trovino. Questo gioco non solo vi permetterà di trascorrere del tempo di qualità all’aperto con i vostri animali ma gli permetterà di unirsi a voi durante le feste di Halloween quando organizzerete una caccia al tesoro!

Prendete un Tunnel gioco

I tunnel gioco possono essere collegati al recinto dei porcellini d’india o dei conigli per lasciar loro nuovi spazi per esercitarsi. Sono stati studiati tenendo a mente i comportamenti naturali di queste due specie animali. In natura sia i porcellini che i conigli vivono in cunicoli, un buco che scavano per avere un rifugio temporaneo nel sottosuolo. Guardate come si divertono tutti e due saltando intorno, dentro e fuori dal tunnel.

Utilizzate un ricovero

I ricoveri possono essere una grande aggiunta in questo periodo dell’anno. I rifugi Zippi per conigli della Omlet e per porcellini d’india sono impermeabili il che significa che gli animali saranno protetti dagli elementi sia pioggia che vento. Entrambe le specie hanno piacere nel giocare a nascondino per cui potete stare certi che si divertiranno un mondo e nello stesso tempo si sentiranno al sicuro. Inoltre i tunnel gioco della Omlet hanno dei giunti che permettono di collegare con facilità i ricoveri Zippi creando un divertente labirinto!

Giochi per porcellini d’india e conigli

Chi ha detto che i giochi sono un’esclusiva di cani e gatti? Provate a dare un nuovo gioco al vostro piccolo animale, li aiuterà a superare la noia di questa stagione. I giochi per porcellini e conigli si appendono al recinto e li aiutano a restare attivi, interessati e pieni di curiosità.

Recinti per galline

Giochi per galline

Anche le galline hanno i loro giochi! Una gallina annoiata può iniziare a fare atti di bullismo e quindi in questo periodo dell’anno è più importante che mai intrattenerle. Naturalmente man mano che le temperature si abbassano, questi animali diventano irrequieti perché c’è meno erba e meno semi da mangiare rispetto all’estate. Un peck toy è una delle opzioni per intrattenere le galline e fornire una buona stimolazione mentale.

Fate buon uso delle foglie autunnali

Le foglie cadute in giardino magari per noi non hanno un grande significato ma possono essere una grande risorsa per le galline. Fate un mucchio di foglie e mettetelo nel recinto e guardatele divertirsi per ore intere. Potete anche aggiungere dei semi di girasole al mucchio così si metteranno alla ricerca.
Mettete una zucca nel recinto

Non sarebbe davvero autunno senza le zucche!

Potreste mettere una mezza zucca nel recinto delle galline per regalare loro un boccone prelibato. Le ragazze non avranno problemi a becchettare la zucca cruda per cui non avrete bisogno di cuocerla; togliete semplicemente la parte superiore della zucca e poi tagliatela a metà. Una volta finito di mangiare togliete per bene tutti gli eventuali avanzi per evitare che arrivino i roditori la notte.

Aggiungete un’altalena per galline

Un’altalena per galline è un altro modo per rendere più divertente il recinto. L’altalena per galline della Omlet le metterà a loro agio, non appena capiranno come approcciarsi al nuovo gioco. Non solo questo accessorio assicura ore di divertimento ma anche voi vi divertirete a vederle dondolarsi avanti e indietro.

Galline in un bosco autunnale nel loro recinto Eglu

Fortunatamente con un po’ di aiuto avrete nuove idee per rendere l’area esterna più divertente per gli animali! Dato che con l’andare del tempo il tempo diventa sempre più freddo, non dimenticate di leggere le guide Omlet su come tenere i porcellini d’india, i conigli, e le galline al sicuro e al caldo mentre sono fuori.

 

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Conigli


Mantieni il recinto degli animali pulito e igienico grazie al 50% di sconto sui Dispenser Caddi

IT-50-Off-Caddi-Newsletter-Sign-up_BlogAvete mai pulito il recinto degli animali e trovato dei pezzetti di cavolo marcio o del cibo talmente inzuppato che a volte non si riesce neanche a toglierlo da terra? C’è un modo facile per mantenere il cibo degli animali fresco più a lungo e mentre migliorate la pulizia del recinto NEL CONTEMPO farete divertire gli animali!

Caddi può essere appeso a qualunque altezza in qualunque recinto, albero o struttura che avete in giardino. E’ molto facile da riempire con tutto quello che desiderate dare ai vostri pet, pezzetti di frutta, fieno fresco o le palline Feldy per galline.

In questo momento avrete il 50% di sconto sui Dispenser Caddi per galline, conigli e porcellini d’india se vi iscrivete alla newsletter Omlet. Cogliete l’opportunità per rendere il recinto degli animali più divertente e igienico di quanto non lo sia mai stato!


4 motivi per cui Caddi migliorerà il recinto degli animali:

  • Migliora la pulizia del recinto

Tutti gli animali sono più soddisfatti se la loro area è pulita e in ordine ma è anche molto importante per la loro salute. Il cibo marcio lasciato a terra può far ammalare seriamente le galline, conigli o porcellini d’india, ecco perché con l’aiuto di Caddi sarà molto più facile controllare se qualcosa è andata a male e toglierla in un secondo.

  • Riduce gli sprechi di cibo

Cibo, premietti o fieno lasciati a terra vanno a male molto in fretta, specialmente in questo periodo dell’anno in cui le temperature variano molto tra il giorno e la notte e aumentano le piogge. Con il Dispenser Caddi, il cibo rimane fresco più a lungo dato che non entra in contatto con il terreno. Rimarrà anche asciutto grazie al coperchio impermeabile.

  • Tiene lontani i parassiti

La fine dell’estate significa meno cibo disponibile per gli animali selvatici come i roditori e gli uccellini che quindi si avvicineranno al vostro giardino in cerca di bocconcini saporiti. Mettendo il cibo, il fieno o le verdure nel Caddi invece che sparse a terra, renderete le cose più difficili agli ospiti indesiderati!

  • Bocconcini più gustosi

Dato che i premietti, le verdure o il fieno che date agli animali sarà contenuto in un unico posto e non verrà calpestato a terra, resterà più croccante, più pulito e anche più saporito. Inoltre il movimento ondulatorio di Caddi offre uno stimolo e tanto divertimento e i vostri animali ameranno il momento dello snack!


GIF di un porcellino d’india che mangia verdure da un Dispenser Caddi

Compralo ora ed avrai il 50% di sconto se sottoscrivi la newsletter Omlet!

Termini e condizioni:
Questa promozione del 50% di sconto sui Dispenser Caddi se ti iscrivi alla newsletter Omlet è valida solo dal 28/09/21 – alla mezzanotte del 03/10/21.  Utilizza il codice promozionale alla cassa per ricevere il 50% di sconto sul Dispenser Caddi per galline, conigli o porcellini d’india. Questa offerta è valida solo per i Dispenser Caddi singoli. L’offerta non si applica ai pacchi doppi, pacchi doppi con Peck Toy o pacchi con palline per galline Feldy. L’offerta è limitata a 2 Caddi per cliente. Fino ad esaurimento scorte. Soggetto a disponibilità. Omlet ltd. si riserva il diritto di cancellare l’offerta in ogni momento. L’offerta non si applica alle consegne, in caso di sconti pre-esistenti o in congiunzione ad altre offerte.

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Conigli


Quali sono le differenze tra Criceti e Porcellini d’india?

Differenze tra criceti e porcellini d’india

Criceti e porcellini d’india sono animali che necessitano di poche cure e sono un’ottima scelta per i loro padroni. I due animali hanno però diverse differenze fondamentali che li contraddistinguono. Conoscerle vi aiuterà a scegliere l’animale più adatto a voi.

I criceti selvatici provengono da ampie zone dell’Europa e dell’Asia, in particolare dalla Siria, Cina e Russia che sono le dimore ancestrali di molti dei criceti che oggi sono tenuti come animali domestici. Questi piccoli roditori preferiscono un clima asciutto e caldo.

I porcellini d’india sono nativi delle regioni montane del Sud America – Colombia, Ecuador, Perù e Bolivia. Appartengono però alla stessa più grande famiglia dei criceti – i roditori. Questa parentela è un po’ fuorviante però dato che questi animali hanno necessità differenti e diversi requisiti alimentari.


Criceto vs Porcellino d’india

Un primo piano di un porcellino d’india marroneMentre queste bestiole hanno delle affinità, i loro diversi habitat e modi di vita sottolineano che la gestione di un criceto rispetto al porcellino d’india è molto diversa.

Una delle cose principali che differenza i criceti dai porcellini d’india è la durata della vita. I criceti hanno una durata inferiore rispetto ai porcellini perché di solito vivono dai 2 ai 4 anni. Questo è dovuto al fatto che sono piccoli e hanno un metabolismo molto più veloce rispetto ai loro cugini, i porcellini d’india. Le cavie generalmente vivono tra i 5 e gli 8 anni con alcuni casi che raggiungono i 10 anni.

Un’altra differenza essenziale tra i due sono le dimensioni. Come già detto, i criceti sono molto più piccoli dei porcellini con una dimensione media che varia tra i 5-15 cm. Anche il porcellino d’india più piccolo è più grande del più grosso dei criceti con una media di 25-30 cm di lunghezza. Questo significa che i porcellini hanno bisogno di spazi più ampi.

Se la taglia degli animali e i loro relativi spazi vitali sono da tener bene a mente, questi fattori però non hanno un grosso impatto sulla manutenzione dei pet. Le seguenti differenze sono quelle che influenzeranno la vostra decisione.

Le quattro principali differenze tra criceti e porcellini d’india

1. Modelli di sonno

Questa probabilmente è la differenza più marcata tra le due specie. I criceti sono in generale creature notturne, ossia preferiscono fare le loro attività di notte. Molti proprietari di criceti vi diranno che i loro animali iniziano a correre nella ruota all’1am!

I porcellini d’india invece sono molto attivi di giorno e fanno dei riposini quando ne sentono la necessità. Invece di fare un lungo sonno, si ricaricano le batterie ogni volta che ne sentono il bisogno. Tendono comunque a dormire di più la notte.

2. Esigenze sociali

Criceti e porcellini d’india hanno esigenze sociali completamente differenti. In natura i porcellini vivono in gruppi da tre a dieci individui. Si sono evoluti come animali sociali e se viene loro negata questa interazione, in poco tempo diventeranno tristi e stressati. Se tenuti in isolamento a lungo, i porcellini d’india si lasceranno morire.

Per questa ragione è raccomandato di averne almeno due. Tenerne solo uno va bene solo se sarete in grado di far loro compagnia in maniera costante. Vista la loro natura sociale e il loro bisogno di stare in compagnia, i porcellini d’india saranno più desiderosi dei criceti di trascorrere del tempo e interagire con gli umani. Questo fattore – e la loro abitudine di dormire la notte – potrebbero renderli la scelta più appetibile per chi ha dei bambini che vogliono giocare con i loro animali.

I criceti sono solitari. Questo nello specifico è il caso dei criceti Siriani o dorati che sono tra i più comuni. Anche se possono vivere con dei compagni, i criceti sono perfettamente felici – e anche più felici – se vivono da soli. Molti criceti se tenuti con altri della loro specie, possono diventare aggressivi, in special modo due maschi se tenuti in un ambiente ristretto.

Se tenuti con cura e abituati alla presenza umana e alla manipolazione fin dalla giovane età, i criceti possono creare un legame con i loro proprietari e trascorreranno del tempo insieme a voi. Un criceto non abituato alla socializzazione tenderà a mordere e questo è un punto a sfavore per chi ha bambini.

3. Dieta

Un grazioso criceto che si pulisceAnche la dieta tra criceti e porcellini d’india è significativamente diversa. I criceti sono onnivori e si cibano tutto quello che trovano. Notoriamente si riempiono le guance di cibo per fare scorte e le loro facce sono buffe perché raddoppiano quasi la dimensione dell’animale.

Il modo più semplice per dar da mangiare ad un criceto è acquistare i mix di cibi già confezionati che contengono tutti i nutrienti necessari, invece di andare alla ricerca di insetti e proteine extra per garantire loro una dieta equilibrata con le verdure. Potete dar loro frutta e verdura fresca ben lavata ma dovrete anche dargli un mix apposta per criceti. Semi e cereali sono un’ottima aggiunta alla loro dieta. Assicuratevi anche di dare al criceto qualcosa da masticare, un pezzo di legno o anche della paglia perché li aiuta a tenere i denti in ordine.

A differenza dei criceti, i porcellini d’india sono vegetariani. In natura mangiano frutta, radici e – cosa molto importante – tantissima erba ricca di fibre. Come per i criceti, i porcellini dovrebbero essere nutriti con un mix apposta. Purtroppo però spesso contengono molti carboidrati e poche fibre. Per questo motivo, i porcellini hanno bisogno anche di tanta verdura e frutta fresca, erba e fieno oltre al loro mix. Il fieno è essenziale per tenere in ordine i loro denti ed assicura anche un buon equilibrio dei batteri nello stomaco dell’animale per digerire efficacemente.

4. Spazio

I criceti devono sempre essere tenuti in casa dato che devono restare sempre al caldo. Essendo piccole creature, non hanno bisogno di moltissimo spazio vitale e una gabbia come Qute si inserisce perfettamente in una stanza come parte integrante del mobilio fermo restando che li dovrete far uscire dalla gabbia per i loro esercizi quotidiani e per farli giocare.

I porcellini d’india d’altro canto necessitano di una gabbia e un recinto più ampi perché non solo sono più grossi dei criceti ma devono vivere in gruppo. Alcuni vivono in casa tutto l’anno ma se avete lo spazio per un recinto in giardino, gli animali lo apprezzeranno e i bambini potranno interagire con loro.

La conclusione è che un criceto si adatta ad un piccolo spazio in casa ma non un porcellino d’india.


Nel complesso sia i criceti che i porcellini d’india sono ottimi animali da compagnia ed entrambe non necessitano di molte cure. Le principali differenze tra i due sono le dimensioni, la durata della vita e la dieta. Quando sceglierete quale animale tenere con voi, sarà una scelta strettamente personale. Fintanto che vi occuperete di loro con amore, riuscirete a creare uno stretto legame di amicizia.

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Criceti


Back to School – Il 20% di sconto sui prodotti selezionati

Quando i bambini sono via, gli animali ballano!

Inizia il nuovo anno scolastico approfittando del 20% di sconto sui prodotti selezionati Back To School in caso di spesa di almeno 30€ sui prodotti idonei. Fai attenzione al simbolo della matita sul nostro sito web per trovare tutti i prodotti inclusi nell’offerta oppure scegline alcuni tra i tuoi preferiti ✏️

a molto molto altro…

Termini e condizioni
Questa promozione è valida solo dal 02/09/21 – alla mezzanotte del 06/09/21. Utilizza il codice promozionale BACK2SKWL alla cassa per avere il 20% di sconto in caso di spesa superiore ai 30€ sui prodotti selezionati. Fino ad esaurimento scorte. E’ necessario spendere almeno 30€ sui prodotti contrassegnati sul sito web con la matita perché si applichi il 20% di sconto. Soggetto a disponibilità. Omlet ltd. si riserva il diritto di cancellare l’offerta in ogni momento. L’offerta non si applica alle consegne, a sconti pre-esistenti o in congiunzione ad altre offerte.

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Cani


Vizia il tuo animale quest’estate – 25% di sconto su Caddi

Risparmia il 25% sul dispenser Caddi fino al 2 agosto! Riempi il dispenser a lento rilascio con degli snack estivi e i tuoi animali si divertiranno per ore.

5 cose che amerai del dispenser Caddi:

💚 La maniera ideale per dare dei bocconcini agli animali

🌽 Migliora l’igiene tenendo il cibo lontano da terra

🔧 Si attacca facilmente a recinti e gabbie

🍃 Il movimento oscillatorio farà divertire gli animali

🌦 Completamente impermeabile e facile da pulire


Termini e condizioni
Questa promozione è valida dal 28/07/21 – alla mezzanotte del 02/08/21. Utilizza il codice promozionale SUMMERSNACKS alla cassa per avere il 25% di sconto sul dispenser Caddi per galline, conigli o porcellini d’india. Questa offerta è valida solo per i singoli dispenser Caddi. L’offerta non si applica ai pacchi doppi, pacchi doppi con Peck Toy o pacchi con palline Feldy per galline. L’offerta è limitata a 2 Caddi per cliente. Fino ad esaurimento scorte. Soggetto a disponibilità. Omlet ltd. si riserva il diritto di cancellare l’offerta in ogni momento. L’offerta non si applica alle consegne, sconti pre-esistenti o in congiunzione ad altre offerte.

 

 

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Conigli


5 consigli per la cura dei porcellini d’india

Mantenere gli animali e le loro case pulite e igieniche è uno dei migliori modi per evitare malattie e disagi. E’ facile vedere quando i porcellini d’india sono felici e in buona salute perché corrono, giocano, chiacchierano e si comportano come al solito. Però se sembrano essere sotto tono e una visita dal veterinario non ha evidenziato alcun problema, potrebbe significare che c’è bisogno di maggior igiene. Qui troverete 5 consigli per la cura dei porcellini in modo da aiutarli nel migliore dei modi!

Una ragazza guarda i porcellini d’india seduti nel recinto esterno della Omlet

1. Evitate i troppi bagni!

Se il manto dei porcellini d’india ha bisogno di una bella pulita, ci sono cose importanti da tenere in mente. Anche se magari istintivamente vorreste fargli un bagno, potrebbe non andare bene per la loro salute. In particolare può seccargli la pelle.

I porcellini d’india mantengono normalmente un buon livello di pulizia, auto pulendosi. Se il pelo dei porcellini d’india si sporca, potreste aver bisogno di una salviettina umida senza agenti chimici per inumidire il pelo per pulirlo al meglio. Se il manto si bagna mentre lo pulite, assicuratevi di avere degli asciugamani e dei giochi caldi da mettergli attorno subito dopo.

E’ comunque una buona idea investire in un kit per la pulizia, specialmente se il porcellino vive da solo. In questo caso potreste fare le veci del compagno e prendervi cura del suo pelo!

2. Mantenete al top l’igiene dentale

Invece, se notate che i denti sono cresciuti troppo, o se hanno dei problemi a masticare, è una buona idea controllare dal veterinario se bisogna intervenire. Potete leggere di più sul come prendersi cura dei denti dei porcellini in questa guida Omlet.

3. Tagliate le unghie dei porcellini d’india

Allo stesso modo, tenete d’occhio le unghie delle zampe dei porcellini. Le unghie devono essere tagliate regolarmente per tenervi al passo con la loro routine di cura. Se le unghie sono bianche, sarà più facile vedere i vasi sanguigni che scorrono al centro. In questo modo potrete tagliare l’unghia evitando la parte centrale. Con le unghie nere però, potrebbe essere più complicato. Se siete in dubbio, contattate il veterinario che vi aiuterà nella procedura.

4. Pulite regolarmente la gabbia dei porcellini

Magari vi state domandando come pulire la gabbia dei porcellini ma è abbastanza facile (specialmente se avete una gabbia Eglu Go!).

Gabbie in plastica

Un porcellino d’india in salute è un animale relativamente pulito che si affida alla natura e alla pulizia dell’ambiente in cui vive. La gabbia e il recinto sono i posti da cui cominciare se desiderate migliorare il loro habitat. A seconda del materiale con cui è fatto il recinto, troverete dei prodotti specifici da usare. Utilizzando il giusto prodotto per la pulizia, vi aiuterà ad ottenere il massimo dei risultati.

Se i vostri porcellini d’india vivono in gabbia, un disinfettante liquido sicuro per animali, è perfetto per la pulizia della gabbia e delle componenti in plastica. E’ una buona idea bagnare la gabbia e lasciarla in ammollo prima di disinfettarla perché ammorbidirà le parti sporche più grosse per facilitare il compito allo spray! Se la regolare disinfezione non è sufficiente e la gabbia emana cattivi odori, provate ad usare i granuli pulenti che sono stati studiati apposta per eliminare gli odori. Sulla frequenza della pulizia della gabbia, la regola generale è di pulirla due volte a settimana. Questo significa togliere tutta la lettiera dalla zona in cui dormono, svuotare e pulire la mangiatoia, rimpiazzare la lettiera e riempire nuovamente la ciotola di cibo. Più porcellini d’india avete, più frequentemente dovrete fare questo lavoro perché produrranno più escrementi e faranno più confusione.

Gabbie di legno

Se i vostri porcellini vivono in una gabbia in legno, dovrete disinfettarla regolarmente come qualunque altra gabbia e una volta al mese dovreste lavarla con acqua saponata e grattare le superfici. Per evitare che il legno si impregni troppo di acqua, cercate di strizzare bene la spugna prima di passarla sul legno. Se nella gabbia ci sono parti in tessuto, queste di solito si lavano in lavatrice ed è buona norma lavarli più spesso del resto della gabbia. Indipendentemente dal tipo di gabbia usata, lasciatela sempre asciugare per bene prima di rimetterci i porcellini d’india.

5. Rimpiazzate le attrezzature

Tutto quello che acquistate per i vostri porcellini d’india ha una durata ma di solito è una buona idea rimpiazzarli prima che si deteriorino completamente. Una classica bottiglia per l’acqua può durare molti anni senza che si rompa ma sarebbe meglio rimpiazzarla ogni anno. Questo perché con un uso costante, le bottiglie di plastica possono portare all’ingestione della plastica attraverso le microplastiche dissolte in acqua.

Allo stesso modo, se vi accorgete che ci sono degli accessori che non riuscite più a pulire perfettamente, è buona norma rimpiazzarli. Il vostro animale apprezzerà avere qualcosa di nuovo con cui giocare. Venite a vedere la gamma Omlet di accessori per porcellini che vi aiuteranno a far divertire i vostri animali!

Anche se non c’è modo per essere certi di garantire la salute alle cavie, prestare attenzione all’igiene e all’alimentazione li aiuterà a vivere una lunga vita in salute. Fare tante ricerche sui vostri animali, è la cosa migliore che possiate fare. Ad esempio i porcellini hanno bisogno di molta vitamina C, e notoriamente è un elemento mancante nelle loro diete. Abbiamo anche scritto sul perché la vitamina C è così importante per i porcellini in un precedente blog. Occasionalmente beneficieranno dell’uso di integratori.

Porcellini d’india in una gabbia Eglu ben pulita della Omlet con lettiera

Mantenersi al corrente sulle ultime novità sulla salute dei porcellini d’india non è mai stato così facile grazie ai blog della Omlet, per cui assicuratevi di essere sempre informati con i nuovi articoli! Potete anche visitare il sito web della Omlet. Troverete tutti gli accessori, mangiatoie, e gabbie che i vostri animali ameranno!

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Porcellini d'India


Gli animali possono seguire una dieta vegana?

Alcuni animali tra cui i conigli e porcellini d’india sono naturalmente vegani. Criceti e gerbilli, sebbene onnivori possono optare per una dieta vegana se le proteine vengono fornite da piante e vegetali. Altri, inclusi gli onnivori cani e i puri carnivori come i gatti, difficilmente si adatteranno ad una dieta senza carne.

Tutti gli animali devono soddisfare delle necessità nutrizionali. Ma questo non significa che non possiate avere un cane vegano. I gatti vegani invece sono molto più difficili.

Il cane può seguire una dieta vegana?

Se aveste appena scoperto una nuova specie animale e doveste capire che dieta segue, potreste intuire molto dalla sua dentatura. I denti del cane, come quelli dell’orso dicono molto chiaramente che sono animali onnivori – ossia mangiano sia carne che verdure. Se il cane è un lupo addomesticato, allora vi sarete fatti un’idea della loro dieta naturale.

Ciononostante, come dimostrano i panda, un mangiatore di carne può a volte adattarsi perfettamente ad una dieta vegan. I denti del panda sono simili ai denti di qualunque altro orso – lunghi canini per mangiare carne e molari per schiacciare le piante. Eppure i panda mangiano solo bamboo. Per cui, se un orso può essere vegano, anche un cane può diventarlo?

La risposta è si – ma è un si con molti però! Un cane necessita di una dieta che contenga i grassi e le proteine che provengono dalla carne. E’ pericoloso ignorare le necessità basilari e dargli da mangiare solo quello che volete. Alcuni cani hanno uno stomaco delicato e una dieta con pochi grassi e molte fibre può causare problemi di salute molto seri. Non bisognerebbe mai somministrare una dieta senza carne senza prima aver sentito il parere di un dietologo professionista.

Il collagene, l’elastina e la cheratina che si ritrovano in una dieta a base di carne non sono facilmente rimpiazzabili da degli equivalenti vegani. Il cane ha anche bisogno di una ‘catena lunga’ di grassi omega-3 che si trovano nei prodotti animali come le uova, pesce e alcune carni. I grassi omega-3 vegani non sono lo stesso di quelli derivati animali.

Questo crea dei grattacapi ai proprietari di cani vegani. Eppure ci sono dei prodotti sul mercato che affermano che il cane può vivere felicemente seguendo una dieta senza carne. Prima di buttarvi a capofitto, è essenziale chiedere il parere di un professionista esperto. Di solito il compromesso è la scelta migliore – una dieta vegana con degli inserimenti di derivati animali essenziali. I grilli ad esempio possono fornire moltissimi aminoacidi e cheratina che mancano in una dieta vegana e sono al 65% proteine.

Il gatto può seguire una dieta vegana?

Un approccio basato sul compromesso è ancora più importante se si tratta di gatti. Rientrano negli animali prettamente carnivori e ricavano tutti le esigenze alimentari dagli altri animali.

Il problema principale che si incontra riducendo la carne nella dieta dei gatti è che a differenza di altri mammiferi (inclusi i cani), i gatti non possono produrre alcune proteine. Le devono assorbire dalla carne e dal pesce. Gli aminoacidi sono un altro problema – i gatti che sono carenti in derivati animali come la taurina ad esempio, sono soggetti a problemi di cuore.

Anche una dieta vegana rafforzata non è sicura e non può essere consigliata. Guardate la situazione da un altro punto di vista e immaginate di nutrire un coniglio solo con carne e capirete all’enormità – anche etica – di cui si parla.

Ci sono alcuni prodotti ‘di carne’ sviluppati in laboratorio che sono in studio con in mente i proprietari di gatti vegani e vegetariani. Però non è ancora sicuro se e quando arriveranno – e resteranno – sul mercato

Per molti proprietari di animali vegani si sono grosse implicazioni etiche su come nutrire gli animali con cui vivono. Ma l’etica include anche di tener in conto anche le loro esigenze nutrizionali ed è praticamente impossibile risolverle se si tratta di gatti. Se riuscirete a ridurre e non eliminare la carne nella dieta del gatto, sarà sicuramente l’opzione più sicura.

I 10 animali vegani da tenere a casa

Naturalmente ci sono molti altri animaliche non si nutrono di carne o che mangiano carne ma che si possono adattare ad una dieta senza. Eccone dieci.

1. Conigli. Nessun problema con loro – i conigli sono dei vegani felici, la loro dieta si basa su fieno e verdure. Potete dedurne che le palline che espellono e poi mangiano, non sono altro vegetazioni semi-digerita.

2. Porcellini d’india. Come i conigli, questi incredibili animaletti si basano su una dieta che è al 100% vegana.

3. Criceti. La maggior parte dei proprietari di criceti nutre questi animali con prodotti acquistati in negozio specifici per criceti e non necessariamente conoscono gli ingredienti. In ogni caso i cibi vegetariani e vegani per criceti sono già a disposizione.

4. Gerbilli. Come i criceti, i gerbilli sono degli onnivori che però possono felicemente seguire una dieta vegana. Tendono ad essere delicati di stomaco per cui nutriteli con del pellet di buona qualità. Troppa verdura fresca può causare loro problemi.

5. Topi. Sebbene in natura mangino praticamente di tutto, possono seguire una dieta vegana; è comunque meglio dar loro un mix già pronto preparato specificamente per loro. In questo modo sarete sicuri che non abbiano deficit di vitamine e minerali.

6. Ratti. Sono i più onnivori tra i roditori ma se li nutrirete con un mix vegano fortificato con tutti i nutrienti di cui necessitano, saranno a posto. In effetti i ratti che tendono a mangiare troppi grassi animali tendono a ingrassare e a morire prematuramente.

7. Galline. Se guardate una gallina che razzola libera, presto vi sarà chiaro che mangia di tutto – erba, scarafaggi, vermi e qualunque cosa si trovi nel vostro orto se non prestate attenzione! La maggior parte dei mangimi emulano questo mix di piante e prodotti animali. E’ comunque possibile acquistare dei prodotti vegani e prove circostanziali indicano che non crea problemi. Produrranno però meno uova e non potrete impedire loro di raspare per cercare i vermi e insetti anche se la lettiera è vegana!

8. Parrocchetti e pappagallini. I vegani non avranno problemi a confrontarsi con parrocchetti e pappagallini a meno che non vogliate farli covare. Per covare le uova le femmine hanno bisogno di un incremento di proteine di solito fornito da un pastone a base di uova o carne cotta. Ci sono alternative vegane disponibili.

9. Fringuelli. Molte specie di fringuellidi amano vermi e insetti come premietti ma non sono una parte essenziale della loro dieta. Possono vivere con un mix di semi e verdure fresche.

10. Per i fan dei rettili. Quando si pensa ai serpenti e alle lucertole probabilmente vi viene in mente l’immagine di topi morti o grilli condannati a una triste fine. Eppure ci sono alcuni rettili che hanno una dieta al 100% vegana come ad esempio la popolare Iguana verde. E’ importante dar loro le giuste verdure per mantenerle in salute ma la carne non sarà un problema.

Non mancano gli animali che sono vegani. Ma far seguire una dieta vegana a un cane o un gatto può essere una soluzione complessa. Per tutti gli animali una dieta bilanciata che si adatti alle loro necessità nutrizionali deve essere il vostro primo obiettivo.

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Alimenti


Cosa fare e non fare con i porcellini d’india

Bambini che giocano con i porcellini d’india utilizzando una piattaforma per cavie Zippi

Benvenuti alla guida su come prendersi cura dei porcellini d’india! Nonostante il vostro nuovo amico peloso non richieda particolari cure, come per qualsiasi tipo di animale domestico, siete responsabili della sicurezza della vostra cavia per garantirgli una vita felice e appagante. Ma cosa bisogna fare per rendere felice il vostro porcellino d’india e c’è qualcosa che bisogna assolutamente non fare?

La lettiera dei porcellini d’india

Da fare utilizzate un materiale che abbia una buona assorbenza perché ridurrà gli odori e renderà l’ambiente più igienico e confortevole.

Da non fare utilizzare lettiere sabbiose o polverose dato che i porcellini d’india hanno dei polmoni delicati e ne risentirebbero se respirassero legna o polvere di sabbia. Nel loro habitat naturale creano le loro tane in larghi pezzi di legno e residui. Ai vostri animali piacerà costruirsi dei nidi complicati con il materiale della lettiera.

Da fare scegliete dei trucioli in legno essiccati perché il processo di asciugatura rimuove tutte le tossine e gli oli dal legno.

Da non fare scegliere il colore al posto del comfort! Se desiderate utilizzare una lettiera colorata, prendete in considerazione di mischiarla con una con toni più neutri che replichino i colori del legno e dell’erba che sono presenti nel loro habitat naturale.

Da fare utilizzate una lettiera aubiose se possibile, dato che è naturalmente meno polverosa, più assorbente e realizzata con materiali naturali e sostenibili.

Cibi per porcellini d’india

Da fare integrare la dieta dei porcellini con dei bocconcini naturali come spinaci e broccoli dato che sono fonti essenziali di vitamina C! Se dovessero rifiutarsi di mangiare ortaggi a foglia, sarà necessario acquistare una soluzione di vitamina C da aggiungere all’acqua.

Da non fare dar troppo da mangiare ai porcellini – se ogni giorno lasciano qualcosa nella ciotola, iniziate a dargli meno da mangiare.

Da fare pulire regolarmente la ciotola del cibo e la lettiera. Considerate di pulire la ciotola ogni volta che hanno terminato di mangiare con uno straccio.

Da non fare dar loro da mangiare un qualunque tipo di carne o pesce perché potrebbe farli ammalare. Se ha accidentalmente ingerito della carne, sarebbe meglio portarlo dal veterinario.

Da fare cambiare l’acqua spesso e non solo quando l’acqua è finita. E’ importante che abbiano sempre acqua pulita a disposizione.

Da non fare dare ai porcellini troppi premietti se state cercando di addestrarli – riuscirete meglio nell’addestramento se vedranno i premi come qualcosa di speciale!

I giochi dei porcellini d’india

Da fare cambiate regolarmente i giochi che si trovano nel recinto. Resteranno più stimolati se continuerete a cambiarli. I porcellini vi faranno capire che si sono stancati di un gioco masticandolo oppure anche mangiandolo!

Da non fare dare il rotolo usato della carta igienica per giocare dato che le sostanze chimiche usate per trattarlo potrebbero influire sulla buona salute. Invece, investite in un piccolo sistema di tunnel come i tunnel Zippi, che non solo durano a lungo ma sono anche sicuri.

Da fare mettere a disposizione tanti giochi masticabili per porcellini d’india. Il vostro pet rosicchierà e morderà qualunque oggetto in gabbia per mantenere la lunghezza dei denti. Se quello che hanno a disposizione è di metallo, potrebbe diventare pericoloso per cui dar loro oggetti idonei da mordere è essenziale.

Da non fare inserire una ruota o una palla da attività come gioco. Sebbene siano degli ottimi giochi per i loro amici più piccoli, i porcellini non sono adatti ad infilarsi in piccoli spazi. Si divertiranno molto di più se avranno a disposizione un bello spazio di recinzione.

Da fare cambiare la disposizione dei tunnel o del recinto gioco. Molti dei tunnel sono modulabili e possono essere modificati per proporre esperienze sempre nuove.

La coabitazione dei porcellini d’india

Da fare assicuratevi che abbiano sempre tanto spazio nel loro recinto. Se tenete una piccola famiglia, è importante che abbiano spazio a sufficienza sia in gabbia che nel recinto.

Da non fare punirli mettendoli in isolamento. Se hanno fatto uno sbaglio, separarli dagli altri creerà solo ulteriori problemi e li stresserà.

Da fare teneteli a coppie di femmine o maschi sterilizzati. Questo diminuirà le aggressioni e ridurrà la necessità di accoppiamento. E’anche possibile tenere una femmina con un maschio castrato ma dovrete attendere sei settimane dopo la castrazione prima di introdurli.

Da non fare tenere un solo porcellino d’india. La Svizzera lo ha messo in legge dato che per i porcellini è molto stressante restare soli a lungo. La solitudine potrebbe anche diminuire l’aspettativa di vita. Vivranno meglio e più felici con un loro simile.

Tenere dei porcellini d’india è semplice e molto soddisfacente. Assicurando loro un ambiente stimolante e una dieta sana, i vostri pet vivranno una vita felice e lunga.

Porcellino d’india che si nasconde in un rifugio su una piattaforma

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Animali da compagnia


Attività per porcellini d’india – come intrattenere le vostre cavie

I porcellini d’india sono socievoli, intelligenti e giocherelloni – e si annoiano facilmente se non ricevono sufficienti stimoli. Per avere un porcellino d’india felice e in salute, dovreste sempre avere dei giochi per intrattenerlo. A partire dai giochi che soddisfano l’istinto di masticare a quelli che offrono una stimolazione mentale, fino a quelli in cui si deve esplorare e fare esercizio. E’ facile imparare come far star bene i porcellini grazie a questi utili suggerimenti.

I momenti di svago sono dei momenti che potete condividere assieme voi e i porcellini d’india. In primo luogo fate attenzione alla personalità del vostro porcellino e osservate cosa gli piace fare: è timido o curioso? Gli piace inseguire una pallina? Si diverte a masticare? Questo aiuterà a realizzare dei giochi in modo da poterlo intrattenere. Assicuratevi sempre di giocare in un luogo sicuro.

Date il cibo in maniera accattivante

‎Non mettete semplicemente il cibo nella gabbia o nel recinto, dategli un boccone per cui dovranno lavorare! Utilizzate il nostro dispenser Caddy o il porta frutta e verdura per tenere il cibo lontano da terra e nello stesso tempo far divertire i porcellini. Potete anche nascondere il cibo in una mangiatoia per fieno o avvoltolato in carta da cucina. Ad esempio mettete un pezzetto di cetriolo in mezzo ad un rotolo e chiudete i due lati con fieno. In questo caso il porcellino dovrà mangiare e farsi strada per raggiungere il bocconcino. O semplicemente viziate il porcellino offrendo cibo dalla mano. Ma non tenetelo troppo stretto e lasciatelo appena il porcellino lo morde.

Un altro modo divertente e piacevole per dare il cibo ai porcellini è di infilarlo o chiuderlo su una corda annodata con una molletta per panni. Anche in questo caso i porcellini dovranno fare uno sforzo per avere il cibo. E’ essenziale che la corda sia abbastanza spessa in modo che non rimanga impigliato e si faccia male.

Un ottimo modo per dare ai porcellini qualcosa da rosicchiare è di comprare dei giochi edibili. I porcellini amano mordere e quindi cosa c’è di meglio che prendere loro dei giochi da masticare?

Potete anche fare un piccolo gioco di inseguimento con il vostro amico peloso! Legate un bocconcino prelibato o un gioco che piace al porcellino a un pezzetto di corda e trascinatelo sul pavimento in modo che lui possa inseguirlo. Questa attività è un buon modo per tenerlo in esercizio e in allerta! Se deciderete di provare questo gioco, fate attenzione che non rimanga impigliato nel cordino o che non ne mangi dei pezzetti.

Dovreste, quando possibile, offrire anche delle alternative ai soliti cibi. Ad esempio in estate possono godersi l’erba fresca di prato. Questo non solo aiuta a variare il menu ma è anche un modo per tenerli occupati.‎

‎Ostacoli, tunnel e tubi‎

‎I tunnel sono un invito all’esplorazione e sono molto popolari tra i porcellini d’india. Sono animali da preda per cui avere dei posti dove rintanarsi, li fa sentire al sicuro. Realizzate una corsa ad ostacoli con dei tubi e modificatela ogni settimana. Alle cavie piacerà molto passeggiare e correre lungo il percorso. Per aggiungere del divertimento extra potete nascondere dei bocconcini nel tunnel/ostacolo e il vostro amico lo troverà dall’odore. Un ottimo metodo per mantenere attivo e in esercizio il vostro amico peloso. Dopotutto nel tunnel potrà anche schiacciare un pisolino.‎ Il nostro sistema di Tunnel Zippi e recinto Zippi offre più spazio e nuovi livelli da esplorare oltre ad incoraggiare un gioco interattivo e un esercizio che rinforza i muscoli. Potete anche combinarlo con la nostra Mangiatoia di fieno per un divertimento extra!

Perché non provare una corsa ad ostacoli? Come gli altri animali, i porcellini d’india amano le attività stimolanti e sono anche molto intelligenti! Create una corsa ad ostacoli con delle scatole di cartone o degli oggetti che trovate in casa. Assicuratevi che abbiano abbastanza spazio per correre e giocare. Se vi sentite particolarmente creativi, potete costruire un labirinto!

Punti panoramici‎

‎Sicuramente è una buona idea creare dei punti panoramici. Non devono solo essere delle casette con il tetto piatto. Tubi in sughero, mattoni o anche mangiatoie per il fieno offrono sufficiente spazio per stare comodi. Ai porcellini piace anche tenere la situazione sotto controllo per valutare possibili pericoli e avvertire il gruppo. In alternativa delle piccole scatole in legno possono adattarsi per lo scopo oppure venite a vedere le nostre Piattaforme Zippi.‎

Giochi

Date ai porcellini d’india dei giochi come delle palline in plastica, in salice non trattato o in erba essiccata e piccoli peluche. Assicuratevi che siano giochi adatti per gli animali e che ogni porcellino abbia il suo gioco. Gli oggetti devono essere adatti e non ferire i vostri amici come ad esempio una pallina troppo piccola che può essere ingerita.

Sedetevi a terra con i porcellini e fate rotolare verso di loro le palline. Potete anche prendere in prestito dei giochi sicuri dagli uccelli o anche dai gatti. I giochi pendenti per uccelli con la campanella e il legno da masticare sono sicuri per i porcellini ma togliete per sicurezza la campanella anche se è troppo grande per essere ingerita.

I rumori attutiti sono il modo migliore per addestrare i porcellini. Utilizzate una campanella per annunciare i pasti e in breve i porcellini reagiranno al suono. Come abbiamo detto all’inizio, conoscere la personalità del porcellino d’india vi aiuterà a scegliere il gioco giusto per lui o lei.

I ponti in legno sono un intrattenimento molto in voga per i porcellini. Sono molto versatili e possono essere usati tunnel, ripari, rampe, divisori e molto altro. Anche le bordure da giardino funzionano alla grande!

I rotoli di cartone della carta igienica sono sempre ottimi giochi, sia che li usiate come mangiatoia o come tunnel. Se sono troppo lunghi vi suggeriamo di tagliarli perché altrimenti potrebbero incastrarsi.

Spostare gli oggetti

I porcellini d’india hanno bisogno di variare per mantenersi fisicamente e mentalmente in forma. Un giochino semplice per mantenere i vostri amici pelosi in forma è di spostare gli oggetti tutte le volte che pulite la gabbia o il recinto. I porcellini di metteranno subito in modalità esplorativa annusando dappertutto! Ai porcellini piace riscoprire casa loro con aggiunte di rifugi, aree gioco e piattaforme. Potete anche nascondere dei premietti in giro qua e là per aggiungere del divertimento extra.

Potete inserire un comodo angolo per riposare. Non c’è niente che i porcellini apprezzino di più di un comodo posto dove dormire (oltre al cibo..). Alcune opzioni includono dei ricoveri in panno o delle coperte. Fate solo attenzione perché potrebbero sporcarle facendo i bisogni.

Create un ambiente stimolante e vario con diversi livelli e aree da esplorare; per realizzarle potete usare rampe e scatole.

Non idonei per porcellini d’india

Giochi: ai porcellini d’india piace giocare ma alcuni giochi sono più sicuri di altri e anche più utilizzabili. Utilizzate sempre giochi con angoli smussati dato che degli angoli vivi rischierebbero di ferirli. Inoltre usate giochi non tossici perché spesso li masticano e fate attenzione che non riescano ad ingerirli.

Palline e ruote: Questi possono addirittura essere letali. Le cavie hanno un’anatomia differente e possono danneggiarsi la schiena irrimediabilmente con le palline da lavoro o le ruote. Inoltre, le palline da lavoro sono troppo chiuse e non lasciano circolare abbastanza aria e quindi possono portare a dei colpi di calore. Queste situazioni sono spesso fatali per i porcellini. Questo genere di attività sono appropriate per alcuni animali come i ratti, gerbilli e criceti ma non devono mai essere utilizzati per i porcellini d’india.

Bridges: I ponti vanno bene per i vostri amici pelosi ma tenete sempre a mente che non sono animali molto abili. Per cui un ponte che oscilla può risultare più un pericolo che un gioco soprattutto se non è solo in gabbia…

Guinzagli/pettorine: Se state pensando di mettergli un guinzaglio o una pettorina, è meglio evitare. I porcellini sono per natura animali che tendono alla fuga e non sono adatti per essere portati a spasso al guinzaglio.

Se terrete a mente queste indicazioni, i vostri porcellini si divertiranno un mondo. Cercate di mantenere sempre i vostri animali in buona salute – i vostri amici pelosi se lo meritano!

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Animali da compagnia


Come comunicano i porcellini d’india

Immagine di Jack Catalano da Unsplash

I porcellini d’india sono animali molto popolari tra i proprietari di animali. Sono degli ottimi amici per i bambini ed è facile imparare a prendersene cura. Sono adorabili, coccolone, facili da gestire e viste le loro minuscole deiezioni, la pulizia è ridotta al minimo. La loro taglia ridotta e la facilità per reperirle le rende tra gli animali più desiderabili.

Può però risultare difficile comprendere a fondo i comportamenti dei porcellini. Utilizzando suoni e posture, le cavie comunicano molto. Anche se non comprendete tutti i suoni e il linguaggio corporeo, ci sono delle cose che hanno un chiaro significato che può aiutare nella comprensione.

Suoni positivi- come fare a sapere se il porcellino d’india sta bene?

Cos’è?: Ovvero “Mi sto divertendo!”. Si tratta di un suono a volte simile al “chiocciare” come una gallina farebbe per esprimere la sua contentezza. I porcellini d’india potrebbero fare questo suono quando interagiscono con voi o nei confronti dei loro compagni animali. I porcellini d’india emettono questo suono anche quando sono curiosi ed esplorano i dintorni.

Tubare: Questo suono comunica un senso di rassicurazione. E’ un segno di affetto e lo fanno per gli umani e per i loropiccoli.

Fusa: Ai porcellini d’india piace farsi accarezzare e coccolare e in queste situazioni emettono un suono profondo accompagnato da una postura calma e rilassata.

Russare: Sì, avete capito bene. Anche i porcellini d’india russano. Se il vostro amico è rilassato in braccio a voi e russa, significa che è a suo agio. NOTA: Per andare sul sicuro, se il porcellino d’india inizia a fare dei suoni simili al russare o al fiatone mentre respira, controllate che non siano dei sintomi di una malattia.

Strillare: Ossia “Dammi da mangiare!”. Questo è uno specifico vocalizzo distintivo dei porcellini d’india che di solito è usato per comunicare un forte eccitamento oppure quando aprite una scatola dove tenete i loro premietti. Assomiglia ad un fischio o uno strillo forte.

Fischio: A volte i porcellini d’india possono fischiare senza volerlo solo perché sono eccitati per qualcosa.

 

Suoni negativi – come capire se il porcellino non è a suo agio?

(Denti) Digrignare: Ovvero “Fermi tutti!”. Si tratta di un vocalizzo aggressivo e rivela un porcellino d’india arrabbiato o agitato, pronto ad attaccare. Come dice il nome stesso, il digrignare i denti è spesso accompagnato dalfattoche mostrano i denti come in uno sbadiglio.

Fusa: Se le fusa sono stridule, di solito sono un indice di irritazione e a volte somigliano ad una vibrazione acuta. Un breve suono può indicare paura o incertezza e il porcellino d’india resterà immobile. Rassicuratelo con gentilezza.

Sibilo: Come per il digrignare i denti. È un segno che indica che il porcellino d’india è arrabbiato o aggressivo. Assomiglia al sibilo del gatto.                                                                                                                 Immagine di Summa da Pixabay

 

Urlo: Un grido penetrante e acuto può essere sia un segnale di allarme o per un improvviso dolore che percepisce il porcellino. Se sentite questo suono, è opportuno andare a verificare subito che il porcellino d’india stia bene e che non sia ferito.

Fischio: Sentirete questo suono se i vostri amici sono infelici o stressati. Di solito viene emesso quando vengono attaccati o morsicati da altri porcellini.

Lamenti: Ovvero “Non mi piace.” Un lamento o un gemito come un urlo può comunicare uno stato di disagio o qualcosa che non è di gradimento.

Cinguettio: Proprio come un uccello, il cinguettio è un suono poco usuale per i porcellini. E’ il suono che emettono le cavie quando vengono separate dalla famiglia. Un porcellino che cinguetta potrebbe anche essere in uno stato di trance.

Linguaggio del corpo – quali sono le posture positive?

Popcorn: Questo comportamento implica un salto in aria a volte ripetuto proprio come un popcorn che scoppietta. Di solito è dovuto a felicità ed eccitazione. Si stanno semplicemente divertendo e stanno letteralmente saltando

per la gioia! Non tutti i porcellini d’india intrattengono i proprietari facendo i “popcorn”, ma la maggior parte sì. Per altre informazioni fate riferimento al nostro precedente articolo https://blog.omlet.it/2021/01/11/perche-i-porcellini-dindia-fanno-i-popcorn/.

Leccare: E’ un segnale molto amichevole! Se il vostro porcellino d’india vi dà delle leccatine, è un segno di affetto, sono contenti e cercano di pulirvi – a volte invece assaporano semplicemente il sale che avete sulla pelle.

Sedersi scomposti: Di solito è un segno che il porcellino d’india è a suo agio e si sente al sicuro mentre si rilassa in braccio a voi.

Foto di JennyNero da Pixabay

Linguaggio del corpo – quali sono gli atteggiamenti negativi?

Indietreggiare: Se cercate di prendere il vostro amico e questo indietreggia, significa che potrebbe aver paura e che non è a suo agio e quindi è opportuno lasciargli spazio. I porcellini d’india sono delle prede per cui se spaventate hanno l’istinto di fuggire.

Si agita e morde mentre è in braccio: Magari il porcellino deve solo fare i suoi bisogni. D’altro canto può invece significare che non è a suo agio, è stressato o spaventato – oppure semplicemente stanco di essere tenuto in braccio. In ogni caso rimettetelo in gabbia per un po’.

Freezing: Se è spaventato o non è sicuro dell’ambiente circostante, resterà immobile. Se lo rassicurerete, lo farete uscire dalla situazione di freeze.

Si pavoneggia impettito: Muoversi lateralmente con le zampe rigide può essere visto come un atteggiamento dominante o un’aggressione, spesso accompagnati dal digrignare i denti. Foto di Satynek da Pixabay

Sollevare la testa: Un porcellino solleverà la testa per mostrare la sua insofferenza se magari lo state coccolando da troppo tempo e vuole essere lasciato tranquillo.

In piedi su due zampe: Se la cavia è in piedi su due zampe e mostra i denti, forse sta per iniziare una lotta con i suoi compagni. Per evitare che si facciano male, potrebbe essere necessario intervenire. E’ necessario e importante evitare questi comportamenti soprattutto se avete da poco inserito un nuovo elemento.

Quali sono i suoni neutri & Posture?

Monta: Può essere sia un comportamento sessuale (maschi alle femmine) sia un modo per mostrare dominanza all’interno della loro struttura sociale, soprattutto tra femmine.

Marcare il territorio: I porcellini d’india strofinano le guance, il mento e il posteriore su quello che vogliono marcare come loro. Possono anche urinare su oggetti o sui loro compagni per mostrare il loro dominio.

Annusare: Annusare è un modo che hanno per controllare cosa succede intorno a loro e per conoscere gli altri. In particolare ai porcellini d’india piace annusarsi intorno al naso, mento, orecchie e sedere. E’ il loro modo per esplorare.

Sollevare la testa: Questo di solito è un segno di dominanza quando sollevano o allungano la testa verso i compagni di gabbia.

Brontolio: Il brontolio prodotto da un porcellino d’india è più forte delle classiche fusa. Un porcellino maschio che fa questo suono mentre cerca di accoppiarsi con una femmina, fa parte del rituale di accoppiamento spasso accompagnato da una danza tipica.

Scappare via se si cerca di prenderli: I porcellini d’india sono sostanzialmente timidi, specialmente agli inizi. Se scappano è solo un meccanismo di difesa naturale. Datagli solo un po’ di tempo e abbiate pazienza e vedrete che si abitueranno a farsi prendere in braccio e a farsi coccolare fuori dalla gabbia.

Sbadigliare: Proprio come quando solleva la testa, esporre i denti può essere segno di dominanza.

Immagine di Ivinne da Pixabay

Prestate sempre attenzione al vostro amicoeal suo comportamento e in poco temporiuscirete a capirli meglio. Ricordate che gli ci potrebbe volere un po’ di tempo per abituarsi a farsi manipolare. Interagirà con voi in maniera diversa rispetto a come interagisce con i suoi amici pelosi.

Per assicurare alle cavie una vita felice e in salute per prevenire lo stress e la depressione, la socializzazione e i momenti di gioco sono importanti nella vita di un porcellino d’india. Se volete sapere come insegnare qualche giochino ai vostri amici pelosi, venite a leggere il nostro articolo Insegnamo ai porcellini d’india e ai conigli dei giochi.

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Porcellini d'India


Insegnamo ai porcellini d’india e ai conigli dei giochi

Una delle cose più gratificanti che potete fare con i vostri animali è di insegnare loro dei giochini e, nonostante quanto possiate aver sentito dire, è molto più facile di quanto pensiate.

I conigli e i porcellini d’india sono animali socievoli e traggono grandi benefici dal trascorrere del tempo con i loro amici umani. Può anche essere un ottimo modo per instaurare un legame di fiducia e intanto divertirvi!

Per insegnare ai conigli e ai porcellini d’india è sempre meglio se si può ripetere l’esercizioquotidianamente – anche se solo per cinque o dieci minuti. Non solo i vostri pet ameranno le vostre attenzioni ma avere una routine da riprendere tutti i giorni aiuterà a ricordarsi i giochini.

La prima cosa di cui avrete bisogno è un posto tranquillo, lontano da distrazioni. I recinti Zippi e aree gioco per conigli sono l’ideale, per garantirvi uno spazio sicuro e familiare dove i pet potranno rilassarsi e godersi l’addestramento. Avrete anche bisogno dei premietti preferiti dai vostri conigli e porcellini per incoraggiarli e rinforzare l’apprendimento.

Quando fate addestramento sarebbe meglio tenere gli animali separati tra loro ma è anche vero che allo stesso modo alcuni animali beneficiano dell’apprendimento insieme – ad esempio se avete un coniglio più anziano e già addestrato e uno giovane senza addestramento, quello più giovane potrà copiare i trucchetti e imparare più velocemente – gli animali non sono mai troppo anziani per imparare nuovi giochini!

Una ragazza guarda due porcellini d’india che giocano sulle piattaforme Zippi della Omlet

Giochini per principianti per conigli e porcellini

Quando iniziate ad addestrare il coniglio o il porcellino d’india si tratta di avere pazienza e perseveranza. All’inizio potrebbe non mostrare interesse ma se continuerete con dei rinforzi positivi e dei premietti scoprirete che imparano rapidamente. Iniziate con qualcosa di semplice come,‘Girare in tondo’, un giochino perfetto sia per i conigli che per i porcellini.

Addestrare il porcellino d’india o il coniglio a girare in cerchio

Per insegnare al vostro pet a girare in tondo, dovrete tenere ben saldo un premietto tra le dita e posizionarlo molto vicino alla bocca dell’animale. In questo modo

fategli fare un giro su sé stesso – una rotazione sul posto. Ripetete finché il pet non avrà imparato a girare da solo senza incentivo, invogliatelo solo saltuariamente con un bocconcino. E’ importante che gli diate il premio solo quando esegue correttamente l’esercizio. Non vi arrabbiate se ogni tanto riuscirà a rubarvelo – fa parte del gioco!

Non preoccupatevi se ci metterà un po’ ad imparare – il primo gioco potrebbe essere più difficile da imparare per conigli o porcellini e una volta che avranno imparato a fare il “cerchio”, si aprirà tutto un mondo di attività che potrete scoprire assieme! Se vedete che fatica a girare su se stesso, provate a farlo girare nel senso inverso – proprio come per noi possono essere destrorsi o mancini.

Ci sono tantissimi giochetti che potete insegnargli con lo stesso metodo – insegnate ai porcellini ad attraversare un tunnel nel recinto Zippi guidandoli con un premietto mettendolo alla fine del tunnel come ricompensa. Potreste anche insegnare al coniglio a stare in piedi tenendo il bocconcino sopra la sua testa e vedrete che farà i suoi primi passi su due zampe.

Come insegnare ai conigli e porcellini d’india la ‘Figura dell’otto’

Se avrete avuto successo con tutti i giochi guidati con il bocconcino, potreste mettervi alla prova con una figura dell’otto tra le gambe – nello stesso modo del cerchio. Con un po’ di perseveranza, rimarrete sorpresi di quanto i vostri animali riescono ad imparare e ricordare. Questo è un ottimo gioco per pavoneggiarsi con gli amici e scoprirete anche che i vostri amici animali sono più a loro agio con gli sconosciuti dopo l’addestramento.

Non dimenticate mai che i bocconcini che gli date fanno parte della dieta e se ripetete gli esercizi quotidianamente come raccomandato, dovrete dare un po’ meno pappa per essere sicuri di non esagerare con il cibo. Potrete aumentare la motivazione all’addestramento scambiando i bocconcini secchi con foglie fresche. Mantenere una dieta salutare è importante.

Far venire a chiamata i conigli e i porcellini d’india

Come in molti altri giochetti, la chiave qui sono i premi. Offrite il bocconcino quando siete vicini all’animale e dite il suo nome mentre lo fate. Vedrete che col tempo impareranno ad associare il loro nome con il premietto. Il passo successivo è allungare la distanza tra voi e l’animale mostrando il premietto. Ripetete il nome mentre lo mangiano. Chiamate il nome del coniglio e dategli un bocconcino dopo che si sarà avvicinato. Dopo due settimane di addestramento regolare – chiamata, premio – provate a chiamarlo senza mostrare il premietto.

Se il coniglio o il porcellino non risponde, significa che non hanno ancora fatto il collegamento. Ritornate al primo step e chiamate mentre mostrate il premio – e poi – dateglielo.Una volta che il pet avrà fatto il collegamento, correrà da voi quando pronuncerete il suo nome. Non c’è nulla di male se di tanto in tanto aggiungerete un extra premio!

Due porcellini d’india davanti al riparo per porcellini Zippi della Omlet

Come far saltare conigli e porcellini in un cerchio

Per questo gioco, oltre al cerchietto servirà un bastoncino e avrete bisogno di uno strumento usato nell’addestramento chiamato clicker. Per iniziare ad addestrare il coniglio o il porcellino d’india– e per tutti i primi giorni di addestramento – tenete semplicemente il bastoncino vicino all’animale. Quando si gira per vedere di cosa si tratta, cliccate con il clicker e dategli un premietto. Con il tempo, il vostro pet inizierà ad associare il bastoncino con un premio.

Il passo successivo consiste nel tenere il cerchio sempre vicino al coniglio o porcellino d’india ma leggermente sollevato da terra. Tenete il bastoncino dall’altra parte del cerchio e magari il pet salterà per raggiungere il premio. I porcellini d’india riusciranno a fare solo un piccolo salto mentre potrete alzarlo più in alto per i conigli.

Darsi il-5 con il coniglio!

Questo è un gioco complesso ed è adatto solo per i conigli. Richiede diverse ore di allenamento con il clicker.

Per iniziare dovete sedervi accanto al coniglio e aspettare che sollevi una zampa – lo fanno frequentemente – usare il clicker quando lo fa. Per i primi giorni non aggiungete altro – solleva la zampa, cliccate! Potete accelerare le cose offrendo un premietto tenendolo bene in alto – il coniglio solleverà il muso e poi la zampa. State pronti con il clicker appena avrà sollevato la zampa!

Per passare alla fase successiva, posizionate la vostra mano accanto al coniglio a terra. Quando la zampa sollevata sarà nuovamente a terra, toccherà la vostra mano. Appena lo farà, fate click e dategli un premio. Una volta che il coniglio inizierà a capire potrete iniziare ad allontanare la mano. L’importante è che il coniglio associ il click e il premio al fatto che tocca la mano.

Tenendo la mano a lato del coniglio invece che frontalmente, potrete essere sicuri che il contatto coinvolga solo una zampa – un dettaglio essenziale per dare il-5. A questo punto il coniglio sa che se tocca la vostra mano viene premiato. Lo step successivo è sollevare la mano e attendere che faccia il collegamento e vi dia il-5. Una volta fatto, cliccate e date un premietto!

Potrebbe richiedere del tempo – ma è un ottimo giochetto che stupirà tutti quelli che lo vedranno!

Recinti e piattaforme per conigli e porcellini d’india

Uno dei modi migliori per arricchire le vite dei vostri animali e tenerli in salute mentalmente e fisicamente è di fornire loro una recinzione idonea e tutta una serie di giochi. Lasciare agli animali il giusto spazio è essenziale per il loro benessere ed è anche facile con i Tunnel Zippi fatti a mano e le piattaforme Zippi per recinti. Questi aumentano lo spazio nel recinto e apportano molti benefici dovuti al costante allenamento.

Le piattaforme Zippi aumentano le possibilità di fare esercizio e sfruttano il loro naturale istinto di salire in una posizione sopraelevata per controllare cosa succede. Vivere in un ambiente stimolante va di pari passo con l’addestramento perché la felicità è la chiave per poterli coinvolgere nell’apprendimento.

Se avete un gruppo di conigli o di porcellini d’india, l’addestramento sarà un modo per dedicare delle attenzioni individuali a ciascuno di loro – potreste scoprire che quei momenti sono la parte migliore della giornata!

Un coniglio salta giù da una piattaforma Zippi all’interno di un recinto per conigli Zippi

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Conigli


I porcellini d’india hanno bisogno di vitamine?

I porcellini d’india sono dei piccoli animali che stanno prendendo sempre più posto nelle case. Affettuosi, faranno felici i vostri bambini. Però, per farli stare al meglio è necessario prendersi cura di loro e andare incontro a tutte le loro esigenze specifiche. La salute dei vostri pet dipende dalle vitamine e da una specifica dieta.

porcellini d’india che mangiano
Seguite i nostri consigli per essere sicuri che assumano sempre una dose quotidiana di vitamine per stare in salute.

Perché la vitamina C?

Proprio come noi umani, i porcellini d’india non sintetizzano la vitamina C (chiamata anche acido ascorbico). A causa di una vecchia mutazione genetica, i nostri piccoli amici non prendono più la vitamina C dal glucosio e l’assunzione di quest’ultima nella loro dieta è una necessità.

Guinea pig is eating salad

La vitamina C è una molecola che rallenta l’invecchiamento delle cellule, aiuta a prevenire il rischio d’infezioni e accelera il processo di guarigione; l’assunzione di questa vitamina va presa seriamente perché la sua mancanza può causare gravi problemi di salute.

I segni di mancanza di vitamina C sono diversi, ecco quali dovrebbero mettervi in allerta:

  1. Se il porcellino sta perdendo peso, non vuole mangiare o mangia con modalità diverse
  2. Nei giovani porcellini d’india un ritardo nella crescita è facilmente visibile
  3. Il sistema immunitario del porcellino si indebolisce e può essere causa di molte infezioni. Ci sono problemi anche a carico delle articolazioni e difficoltà di movimento. E’ importante individuare qualunque lesione e indolenzimento. Se il porcellino squittisce quando lo prendete in braccio, non è un buon segno.

Vitamina C anche per i cuccioli?

La risposta è sì. Si raccomanda di iniziare a dare la vitamina C fin dalla tenera età in modo che non abbiano carenze.

Oltre alla vitamina C, che sarà il tema centrale del blog, i porcellini d’india devono anche assumere la vitamina E. Molto meno menzionata della precedente, la vitamina E è altrettanto necessaria per il mantenimento della buona salute. Se il porcellino è carente in vitamina E, potrebbe soffrire di problemi muscolari e può anche essere causa di un’alta mortalità nelle femmine. Queste vitamine intervengono nella produzione delle cellule e quindi hanno un ruolo essenziale.

un piccolo suggerimento sulla vitamina E: fra i 3 e i 5g di vitamina E dovrebbero essere contenuti in 100g di cibo.

Cibi ricchi di vitamina E: finocchi, broccoli, pomodori, spinaci, peperoni e cereali.

Quali cibi contengono la vitamina C?

Molta frutta e verdura contiene vitamina C. Sono cibi che si trovano facilmente al supermercato. E’ anche meglio se provengono dal vostro piccolo orto in giardino! Lavate sempre la frutta e la verdura prima di darli da mangiare ai porcellini. E’ importante darglieli come se fossero dei premi, li apprezzeranno anche di più. Variate la loro dieta dando loro verdure diverse a seconda della stagione.

Dati principali: l’assunzione quotidiana di vitamina C dovrebbe essere di 20 mg / kg per peso corporeo per un porcellino adulto. Questa dose può aumentare a 60 mg / kg di peso corporeo per un porcellino d’india in crescita, una femmina incinta o malata. Se desiderate un consiglio personalizzato per i vostri animali, contattate il vostro veterinario.

Immagine di Viola ‘ da Pixabay

Cibi ricchi di vitamina C adatti per porcellini d’india per 150 g di porzione (attenzione, non si tratta di dare 150g della stessa verdura ma di variare gli alimenti):

  • Rafano:contiene 141 mg.
  • Prezzemolo: contiene 140 mg.
  • Cavolo: contiene 120mg. Fate attenzione, questo cibo va assunto con moderazione perché può causare gonfiori, così come altri tipi di cavoli (cavolini di Bruxelles, cavolfiore, cavolo bianco, cavolo rosso, cavolo verde, ecc.)
  • Finocchio: contiene 120 mg.
  • Peperone rosso: contiene 126 mg. I peperoni rossi contengono maggior vitamina C rispetto a quelli verdi.
  • Broccoli: contengono 93 mg.
  • Tarassaco: contiene 58 mg.
  • Cicoria: contiene 24 mg.
  • Ravanelli: contengono 23 mg.
  • Pomodori: contengono 19 mg. Oltre ad essere fonte di vitamina C, sono anche ricchi d’acqua.
  • Zucchine: contengono 10 mg.
  • Sedano: contiene 7 mg.
  • Cetrioli: contengono 5 mg.

Questa lista non è esaustiva ma dà un’idea dei cibi

ricchi di vitamina C che potreste già avere in casa! Vi consigliamo di tenere sempre una dieta varia e di chiedere informazioni al veterinario

Piccolo promemoria: non date da mangiare ai porcellini d’india rabarbaro, cipolla, porri, erba cipollina, aglio, avocado e lattuga (ricca di nitrati) ed evitate le carote che sono troppo dolci.

Spesso ce ne dimentichiamo ma anche l’erba è cibo per i porcellini ed è un cibo completo. Potete anche integrare la dieta con foglie di fragola, lamponi (attenti alle spine), more del gelso, salice…

Anche la frutta può essere integrata nella dieta ma con moderazione perché ha alte concentrazioni di zuccheri.

A volte, nonostante una dieta varia e bilanciata, verdure e altre piante non sono sufficienti. A volte viene consigliato di dar loro degli integratori di vitamina C.

Come somministrare le vitamine? Con quale modalità?

La vitamina C è disponibile in tante varianti e dovreste riuscire a trovare un modo che vada bene per i vostri porcellini. Come noi umani, alcuni preferiranno delle capsule mentre altri una forma liquida.

Immagine di ivabalk da Pixabay

Forma liquida: Chiedete consiglio al veterinario sulla marca da scegliere. La vitamina è data con una siringa. Questo sistema è complesso perché dovrete far ingerire ai porcellini la dose desiderata di vitamina posizionando la siringa in bocca ai porcellini. Evitate di spruzzarglielo direttamente in gola, potrebbe strozzarsi. Non diluite la vitamina C con l’acqua perché è sensibile alla luce e all’aria e potrebbe scomporsi molto rapidamente. Proteggete la bottiglietta dalla luce e richiudete in fretta dopo l’utilizzo.

Capsule / compresse: Sono un metodo molto efficace per far assumere la dose quotidiana consigliata di vitamina C ai porcellini. Ci sono alcune marche sul mercato che vi consentono di somministrare la dose ottimale. Se l’animale ha difficoltà a deglutire la pastiglia, potreste nasconderla in un pezzetto di banana ad esempio.

Polvere: La vitamina C sotto questa forma deve essere somministrata con cautela. Una volta aperto, il sacchetto della polvere deve essere consumato rapidamente. La polvere a contatto con l’aria potrebbe perdere efficacia. La polvere ha però un vantaggio, potete metterla su un pezzetto di cetriolo e i porcellini mangeranno tutto senza fare storie.

Le vitamine C ed E devono essere somministrate per tutta la vita ai porcellini d’india. Fate comunque attenzione a non eccedere con i dosaggi. Troppa vitamina C può essere pericolosa e causare calcoli urinari. Verificate insieme al vostro veterinario la dose esatta di vitamina C per aiutare i vostri porcellini a stare in forma e in salute.

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Porcellini d'India


Piattaforme: i benefici dell’esercizio attraverso vari livelli


Proprio come gli esseri umani, conigli e porcellini d’india hanno necessità di fare esercizio! Se il vostro dottore raccomanda 30 minuti di esercizio al giorno, sappiate che lo stesso vale per i vostri piccoli animali. Per cui conigli e porcellini d’india, preparate le zampette, è ora di fare sport! Per prima cosa, diamo un’occhiata al perché l’esercizio è tanto importante per conigli e porcellini d’india.

Benessere fisico e mentale

L’esercizio è necessario per mantenere il coniglio e/o porcellino d’india in salute. Il movimento contribuisce all’equilibrio mentale e psicologico. E’ altrettanto importante quanto una dieta ben bilanciata.

I muscoli dei conigli o porcellini d’india devono essere allenati. Questi animali devono poter testare le loro abilità, i loro limiti, far pratica, divertirsi e saltellare in giro. Un ambiente stimolante offrirà al vostro amico della giornate dinamiche, senza monotonia consentendogli di crescere. Perché non personalizzare l’area gioco dei conigli e aggiungere dei giochi, e creare degli spazi diversi con l’aiuto delle piattaforme? Vi ringrazieranno!

Quando iniziano a giocare e a correre è un segno che sono felici e si stanno divertendo. Fatevi coinvolgere e coinvolgeteli in giochi che stimolino i sensi e i riflessi.

Prevenire i rischi di malattia e obesità

A differenza della vita allo stato selvatico piena di imprevisti, la vita degli animali domestici è diversa, con meno movimento e attività e così conigli e porcellini d’india rischiano di ammalarsi. L’obesità è un esempio comune. In natura corrono, scappano dai rischi, si devono proteggere dalle intemperie e a mettere alla prova i riflessi. Devono faticare per ottenere del cibo, scavarsi un rifugio e stare alla larga dai predatori sia dal cielo (rapaci e altri uccelli) che da terra. Il loro metabolismo si è abituato a queste condizioni e quindi corrono meno rischi di obesità.

Foto di Nick Fewings su Unsplash

A volte i conigli domestici e i porcellini d’india vivono in spazi angusti. Inoltre oltre al loro cibo quotidiano spesso si dà loro dei bocconcini extra durante la giornata. Senza esercizio, possono facilmente prendere peso. Devono essere stimolati altrimenti si entra in un circolo vizioso. Senza esercizio gli animali prendono peso e più pesano più sarà difficile farli giocare e fare movimento. Iniziate con gli esercizi non appena arrivano a casa.

Un piccolo suggerimento per sapere se il coniglio o il porcellino è in forma: schiacciano la pancia dovreste sentire sotto le dita le costole dell’animale.

Immagine di scym da Pixabay

Oltre all’obesità, una mancanza di esercizio può portare a problemi urinari, osteoporosi e anche fratture. Conigli e porcellini d’india sono più fragili se cresciuti in appartamento. Facendo allenare il coniglio o il porcellino d’india, li aiuterete a rafforzare il cuore e a ridurre i rischi di malattia derivati dalla mancanza di moto. Non si tratta di esagerare ma di consentire loro di muoversi! Come gli umani, con il passare degli anni hanno dei problemi legati all’età: muscoli rigidi e logoramento dello scheletro. La soluzione per ridurre questi problemi: esercizio!

Come faccio a tenere occupati i conigli e porcellini d’india? Quali esercizi sono raccomandati per tenere il mio pet in buona salute?

Piattaforme: una moltitudine di possibilità

Le piattaforme sono la soluzione ideale per mantenere in salute il vostro pet. Vi permettono di creare vari livelli e di personalizzare l’area gioco. Saltando su e giù da un sistema ben organizzato di piattaforme, i conigli o i porcellini d’india manterranno muscoli ed ossa in buona forma. Le piattaforme consentono di seguire le inclinazioni naturali dei conigli e dei porcellini.

I vari livelli permettono a conigli e porcellini d’india di esercitare i muscoli saltando su e giù dalle rampe. Riproducendo salite e discese naturali, come in natura, gli animali potranno, in completa sicurezza, rafforzare i muscoli e stimolare la mente.

La creazione di una piattaforma su più livelli consente di variare gli esercizi quotidiani e aiuta anche ad ottimizzare lo spazio. Completamente modulari e personalizzabili, le Piattaforme Zippi della Omlet offrono agli animali nuove sensazioni e consentono di sperimentare nuove avventure.

Anche i veterinari e gli esperti di animali consigliano di utilizzare vari livelli per stimolare i piccoli animali. I conigli o i porcellini potrebbero aver bisogno di un piccolo incoraggiamento per cominciare ma se sceglierete una struttura robusta e sicura, i pet si renderanno presto conto che giocare a vari livelli è molto divertente!

Le Piattaforme Zippi della Omlet sono anti-scivolo e consentono ai vostri amati animali di saltare senza rischi. Assicuratevi sempre di scegliere delle piattaforme che assicurino sicurezza ai vostri animali.

Quest’area gioco multi-funzionale è adatta a tutte le razze di conigli o porcellini d’india. Starà a voi organizzare lo spazio e le piattaforme a seconda anche delle preferenze dei vostri animali.

Qui troverete alcune idee per posizionare le piattaforme nei recinti Zippi.

Niente impedisce di aggiungere tutti gli accessori che riterrete utili per personalizzare la zona gioco: tunnel, rifugi… Avete infinite possibilità! I conigli o porcellini d’india si divertiranno a passare del tempo facendo le loro attività preferite: saltare, correre, percorso ad ostacoli e girate intorno!

Stando in alto, gli animali avranno la possibilità di guardarsi attorno e avere una nuova prospettiva. Curiosi per natura, finalmente si godranno il loro spazio.

Piattaforme: un modo facile per divertirsi insieme

Che cosa c’è di più importante che giocare assieme? Agli animali piace essere ammirati e incoraggiati e ameranno passare del tempo con voi!

Con l’aggiunta di nuove altezze, vedrete i vostri animali da un nuovo punto di vista. Con le piattaforme, potrete sedervi e guardavi negli occhi, rendendo l’interazione più facile. La vostra schiena ringrazierà ma avrete nuovi modi per divertirvi insieme. Avrete modi diversi per stimolare i pet e potrete insegnare loro ad usare le piattaforme.

I bambini potranno godersi i loro animali in piena sicurezza. Questo renderà più facile giocare insieme. L’interazione sarà più facile sia per i bambini che per gli animali.

L’esercizio è essenziale per i vostri animali.Non trascurate questo aspetto: realizzare un’area gioco divertente che apprezzeranno potrebbe rivelarsi divertente anche per voi!

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Conigli