Limited availability due to high demand. Please see our Stock Availability page for more information.

The Omlet Blog Category Archives: Gatti

Come aiutare un gatto a sistemarsi in una nuova casa

un gatto posizionato all’interno di una cuccia maya bianca

Sia che il vostro gatto stia traslocando insieme a voi in una nuova casa o che stiate dando il benvenuto ad un nuovo gatto, un nuovo ambiente può essere stressante e confondere il nostro amico felino. Soprattutto i primi giorni possono essere difficili ed è importante che voi facciate del vostro meglio per rendere il cambiamento il più indolore possibile per il pet. Leggete per scoprire come aiutare un gatto ad adattarsi alla nuova casa.

Prima del trasloco

Se dovete traslocare e avete già un gatto, cercate di mantenere il più possibile normale la routine nei giorni precedenti al trasloco. I gatti molto ansiosi e timidi trarranno vantaggio dal familiarizzare con gli scatoloni per casa prima di impacchettare tutto.

Nella nuova casa (o la casa in cui vivete se state adottando un gatto), preparate una stanza dove tenere il gatto appena arrivato. Idealmente dovrebbe essere una stanza tranquilla o un bagnetto lontano dal trambusto della casa. I gatti sono naturalmente intimoriti da un nuovo ambiente che non ha odori familiari, per cui lasciare loro una stanza più piccola da esplorare all’inizio potrebbe essere meno stressante.

Lasciate al gatto uno spazio dove potersi nascondere oltre ad un angolino comodo dove rilassarsi come la super comoda cuccia per gatti donut mochi o una coperta proveniente dal gattile, per i gatti appena adottati. Preparate anche una lettiera, ciotole con cibo e acqua e qualche gioco.

L’ albero per gatti Freestyle che è alto e rigido, aiuterà il gatto a sfogarsi e gli consentirà di lasciare degli odori familiari dalle ghiandole delle zampe che lo aiuterà a restare calmo.

Se possibile, preparate questa stanza con il necessario per il gatto prima di portarlo a casa.

Durante il trasloco

La cosa più importante quando un gatto si deve abituare ad un nuovo ambiente è la pazienza, e aspettare sempre che sia il gatto a fare il primo passo per esplorare cose o persone. Alla maggior parte dei gatti piace sapere di avere il controllo e forzarli ad uscire dal trasportino o prenderli in braccio per una coccola potrebbe aggiungere ulteriore stress.

Tenete conto che ci potrebbero volere settimane se non addirittura mesi perché il gatto si abitui alla nuova casa. Ci vuole tempo perché si senta a suo agio in un ambiente estraneo per non parlare di altri gatti o bambini che non hanno mai visto prima.

Se possibile, è una buona idea lasciare al gatto qualcosa di familiare che lo faccia sentire sicuro. Se prendete in adozione il gatto, chiedete all’associazione o al gattile una coperta o un gioco che usava oppure se traslocate con il vostro gatto, per prima cosa disfate il suo bagaglio. Non cambiate il cibo e non prendete una nuova cuccia in questo momento.

Il primo giorno in cui il gatto arriva a casa

Assicuratevi che il luogo dove può andare il gatto sia a prova di gatto. All’inizio può essere solo una stanza ma se gli lascerete esplorare tutta casa, assicuratevi che la porta e le finestre siano chiuse e verificate gattaiole e anche i caminetti prima di farlo accedere. Date precise istruzioni a chiunque faccia avanti e indietro oppure mettete un bigliettino sulla porta ad indicare dov’è il gatto. La nuova casa sembrerà uno spazio insicuro al pet e istintivamente tenderà a scappare.

Una volta attrezzata una stanza o un’area dove inizialmente mettere il gatto, portatelo nella stanza e aprite la porta del trasportino. Sedetevi e restate a guardare cosa fa ma non forzatelo ad uscire e non tiratelo fuori, lasciatelo esplorare a suo piacimento. Potete sedervi nella stanza oppure uscire e tornare dopo un po’ a vedere come va.

Una volta visto che il gatto è a suo agio nella stanza, potete aprire la porta per permettergli di andare nel resto della casa dove si sente di andare. I gatti sono curiosi per natura e probabilmente desidereranno esplorare.

Se avete un altro animale in casa che il nuovo gatto non ha mai incontrato, fate delle caute presentazioni dopo alcuni giorni. Cercate di distanziare gli eventi per evitare di sovraccaricare il gatto con lo stress.

E’ normale per un nuovo gatto o un gatto in una casa nuova che all’inizio mangi poco o che miagoli durante le prime notti. A meno che non pensiate che possa essere dannoso per la sua salute, o che sia in pericolo, lasciatelo fare. La maggior parte dei gatti smette dopo un paio di giorni.

gatto su una cuccia maya donut grigia in una nuova cucina

Il trasporto del gatto nella nuova casa

Assicuratevi di avere un buon trasportino sufficientemente grande per contenere il gatto. Se possibile, sarebbe meglio abituare il gatto ai viaggi in macchina prima del viaggio verso la nuova dimora ma naturalmente questo non è possibile se adottate un gatto da un rifugio.

Mettete della lettiera morbida nel trasportino e assicuratelo nel bagagliaio o sui sedili posteriori con la cintura di sicurezza. E’ importante che sia sicuro e non si muova durante il viaggio perché potrebbe essere stressante per il gatto. Regolate la temperatura in macchina in modo che non sia né troppo caldo né troppo freddo.

Il viaggio dovrà essere il più breve possibile; non fate tappe inutili o fermate non necessarie. Se vi dovete fermare, sarebbe meglio non far uscire il gatto dal trasportino perché c’è il rischio che scappi. In ogni caso, non lasciate mai il gatto senza sorveglianza in macchina. Può rapidamente diventare pericolosamente caldo.

Se il viaggio è così lungo da dover programmare una sosta per permettere al gatto di fare i suoi bisogni, mangiare e bere, è importante trovare un posto sicuro dove farlo. Considerate la possibilità di tenere il gatto al guinzaglio oppure di lasciarlo uscire solo in un piccolo spazio chiuso. Se viaggiate davvero molto lontano, potreste considerare di sedare il gatto in modo da rendere il viaggio meno stressante. Parlatene con il veterinario per capire se è possibile.

Quando fai uscire il gatto

Se avete un gatto che trascorre tanto tempo all’aperto magari vorrete ridargli la libertà rapidamente ma generalmente è meglio tenerli in casa per qualche settimana. Il trasloco è uno dei principali motivi di sparizione dei gatti sia perché non si sentono sicuri nella nuova casa, sia perché si perdono, per cui fate attenzione. Potete leggere di più sull’argomento nel nostro precedente blog Perché i gatti scappano?

Mentre tenete in casa un gatto abituato ad uscire, assicuratevi che abbia tanti stimoli e opportunità di movimento. Una struttura come l’ albero per gatti da interno Freestyle può essere personalizzata per includere delle sfide legate all’arrampicata, tante postazioni graffiatoi oltre ad angolini riparati dove riposare.

Quando il gatto sarà pronto ad uscire, una cosa che potete fare in preparazione, è di spargere un po’ di lettiera sul perimetro del giardino. In questo modo lo spazio esterno odorerà di familiare e gli altri gatti del vicinato, saranno avvisati che c’è un nuovo gatto in zona.

La prima volta che lo lasciate uscire, fatelo per poco tempo e tenetelo sempre d’occhio. Richiamatelo dopo pochi minuti e aumentate gradualmente il tempo che trascorrono all’aperto. E’ meglio restare con loro per rassicurarli e lasciate la porta o lo sportellino aperto in modo che possa rientrare in casa se qualcosa lo spaventa.

Se traslocate in un posto dove non potrete lasciarli uscire come facevate in precedenza per motivi di traffico, fauna selvatica o i vicini, potreste considerare di investire in un recinto esterno per gatti. I catio della Omlet permettono ai gatti di godere il vento nella pelliccia in completa sicurezza e nel contempo il gatto si manterrà in salute e in forma senza il problema che scappino o si feriscano. C’è anche l’opzione di un recinto per balconi se abitate in appartamento.

due gatti giocano in un catio della omlet con un albero per gatti da esterno

Traslocare con il vostro gatto

Se molti di questi consigli si applicano sia ai gatti appena arrivati che a quelli che avete da tempo, questi sono consigli specifici per aiutare un gatto già presente in casa.

Dato che il gatto ha già vissuto con voi, questi sono oggetti che dovreste portare per agevolare l’inserimento del gatto nella nuova casa. Magari hanno una cuccia da interni Maya o una cuccia Bolster in Memory Foam dove andare per avere un po’ di tranquillità e si sentiranno subito a casa. Se volete far abituare il gatto ad una nuova dimora, questo potrebbe essere il momento migliore dato che cercherà un posto dove stare al sicuro. Potete leggere di più sull’argomento nel nostro precedente blog Come insegnare ad un gatto ad usare la cuccia.

A seconda della loro personalità, magari li lascerete uscire dalla prima stanza di esplorazione rapidamente. Se sono abituati a stare con voi e la vostra famiglia, tenerli separati potrebbe essere più stressante.

Una cosa che può aiutare il gatto ad adattarsi è di prendere un pezzo di stoffa e strofinarlo con delicatezza intorno al collo per fargli prendere il suo odore. Potrete poi passare il panno sui mobili di casa ad altezza gatto per rendere il nuovo territorio più familiare. I prodotti come Feliway o i diffusori di feromoni possono essere anche loro buone opzioni.

Ricordate di aggiornare l’indirizzo sulla loro medaglietta e cambiare le informazioni sul microchip su qualunque database.

Se non siete andati lontano, la paura è che il gatto possa scomparire alla ricerca della vecchia casa. A volte i nuovi proprietari mettono delle ciotole di cibo e acqua per eventuali visitatori per cui, se possibile, chiedete ai nuovi proprietari di avvisarvi in caso il gatto si facesse vivo. Per evitare questi viaggi della memoria, tenete il gatto chiuso in casa per alcune settimane dopo il trasloco. Non gli farà dimenticare la vecchia casa, ma gli consentirà di abituarsi alla nuova e si spera che capisca che è lì che ora abita.

Conclusioni

Un trasloco è un evento molto emozionante sia per i gatti che per gli umani, specialmente per quelli che vengono portati dal rifugio alla loro nuova casa permanente. Però, la maggior parte degli animali sono creature abitudinarie e molti gatti trovano una nuova casa, temibile. Assicuratevi di essere pronti per alcuni giorni o settimane ad essere un po’ stressati. Alla fine, ne sarà valsa la pena!

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Gatti


Allergie più comuni in cani e gatti

cane con la lingua penzoloni circondato da polline in giardino al sole

Le più comuni allergie di cani e gatti sono state identificate in 3 gruppi principali, che andremo ad approfondire nell’articolo. Alcune allergie comuni sono stagionali e altre possono insinuarsi durante l’anno. Capire quali sono le allergie comuni in cani e gatti aiuterà i padroni a capire cosa cercare e come comportarsi. Le allergie si trattano abbastanza facilmente ma ci sono alcuni sintomi o segnali d’allarme per essere certi che cani e gatti siano felici e in salute.

Le ostinate allergie stagionali come il temuto raffreddore da fieno colpisce molti umani ma sappiamo di non essere soli in questa battaglia stagionale perché anche i nostri amati animali ne soffrono. Sfruttiamo la medicina alternativa, rimedi casalinghi e qualunque cosa ci capiti per le mani per tenere a bada queste fastidiose allergie!

Nonostante facciamo del nostro meglio per essere certi che cani e gatti siano viziati e ben curati, a volte non si riesce sempre a identificare rischi potenziali causati da allergie o malattie.

Le allergie nei cani e nei gatti rientrano in 3 gruppi principali. Questi gruppi rendono più agevole restringere e identificare la causa e di conseguenza i trattamenti necessari. Anche se potreste essere in grado di “auto diagnosticare”, (amiamo tutti giocare al dottore o al veterinario con una veloce ricerca su google), è sempre consigliabile verificare con il veterinario prima di tentare con dei rimedi fai da te. In ogni caso una piccola ricerca e una comprensione generale di cosa ci aspetta è perfettamente normale.

I gruppi di allergie in cani e gatti

1. Allergia da pulci

Probabilmente l’allergia più comune e quella di cui i padroni di animali sono più a conoscenza. I gatti e i cani reagiscono alle tossine nella saliva del morso di pulce che causa una reazione sulla pelle.
I gatti tenderanno a leccare eccessivamente il punto colpito e si svilupperanno delle croste cutanee su tutto il corpo in una patologia chiamata dermatite miliare. I cani tendono a mordicchiare e grattare le aree colpite e sulla pelle si svilupperanno piccole macchie rosse.

2. Allergie da cibo

Le allergie alimentari non si manifestano nell’immediato, potrebbero evidenziarsi dopo aver mangiato lo stesso cibo per un certo periodo di tempo. Si tratta di una reazione ad una specifica proteina o ad una sostanza chimica nel cibo che poi appare sulla pelle. Le proteine più comuni che possono provocare allergie per cani e gatti sono il pollo, pesce, glutine e uova.
Il sintomo più diffuso nei gatti per le allergie da cibo è un persistente grattarsi nella zona delle testa e del collo. Nei cani i sintomi non sono così facilmente identificabili ma in generale grattarsi mentre la cute del cane sembra più irritata di quanto potrebbe causare un’allergia da cibo.

3. Dermatite atopica

Queste sono allergie provocate dall’ambiente, in modo simile al raffreddore da fieno o all’asma negli umani. Possono essere stagionali come l’allergia al polline oppure essere presente tutto l’anno, ad esempio gli acari delle polvere. Con le dermatiti la pelle è visibilmente irritata e presenta altri sintomi come quelli elencati sotto:

  • Continuo grattarsi in un’area specifica
  • Pelle squamosa
  • Cute rossa o irritata
  • Un eccessivo leccare
  • Masticare
  • Perdita di pelo
  • Macchie cutanee
  • Eruzioni cutanee o macchie

Cuccia per gatti bianca maya donut con piedini a forcella neri e un nido super confortevole omlet

Dovrei portare il mio pet da un dermatologo?

Se ritenete che il vostro pet soffra di allergia con alcuni dei sintomi menzionati, allora la pelle dell’animale sarà compromessa. Un dermatologo cercherà di arrivare alla causa dell’irritazione cutanea analizzando la storia dell’animale, ad esempio la dieta, la vita in casa e il comportamento. Una volta in grado di identificare il gruppo dell’allergia, faranno dei test per determinare le cause esatte e suggerire dei medicinali o delle soluzioni per ovviare al problema.

Comuni allergie stagionali nei cani

Le allergie stagionali possono colpire il vostro amico cane in modi molto simili a ciò che accade agli umani. Possono essere colpiti da allergeni ambientali come gli acari della polvere, pulci, muffa e polline di graminacee, alberi, semi e fiori. Non nasconderanno il loro disagio e si leccheranno quasi ossessivamente o si gratteranno in un’area particolare. Fate particolarmente attenzione alla pancia, zampe, ascelle, orecchie e muso. Nel periodo in cui c’è l’irritazione, tenete la casa particolarmente pulita e senza acari e polline. La cuccia per cani Topology offre un modo semplice ed elegante per far stare comodo il cane tutto l’anno con le coperture rimovibili e lavabili in lavatrice.

Comuni allergie stagionali dei gatti

Le allergie dei gatti non sono così frequenti come quelle dei cani anche se alcuni mostreranno delle irritazioni da polline o morsi di pulce. Se il gatto starnutisce frequentemente, potrebbe avere un’allergia da polline. Come per i cani, è importante assicurarsi che la cuccia sia sempre pulita. Una buona alternativa è l’elegante cuccia per gatti Maya Donut Mochi, con copertura rimovibile che si lava in lavatrice.

Allergie respiratorie

Le allergie respiratorie sono molto meno frequenti nei cani e nei gatti ma possono comunque colpirli. I sintomi sono gli stessi del raffreddore, inclusi gli occhi che lacrimano, naso che cola, tosse e s’, anche starnuti! Alcuni allergeni respiratori possono svilupparsi in asma. Questo accade se si vive in ambienti saturi di fumo, macerie, sostanze chimiche o alcuni prodotti per la pulizia o a causa dell’inquinamento.

I pet, come gli umani, traggono beneficio dall’aria aperta per cui, fate fare lunghe passeggiate ai cani che faranno bene a lui (e a voi). Anche se vorreste portare in passeggiata il gatto, magari potreste prendere in considerazione un Catio esterno, che non solo assicurerà un posto sicuro per il felino ma anche tanto spazio dove giocare, esplorare e tenersi in forma!

Una ragazza toglie una copertura gialla lavabile dalla cuccia per cani topology per evitare le comuni allergie dei cani

Conclusioni

Essere genitori di un animale porta con sé delle preoccupazioni ma anche tanto amore, risate e coccole. Fare dei trattamenti medici ai cani o ai gatti può essere molto difficile perché non vorrete essere la causa di dolore e disagio per i vostri animali, ma a volte purtroppo è necessario per assicurare loro una lunga vita felice.

Se avete il sospetto che il pet soffra di qualche allergia, è importante parlarne con il veterinario ed esternare tutte le preoccupazioni che avete. La maggior parte delle allergie si cura facilmente con delle cure, un cambio di dieta o semplice amore incondizionato. Quando si ha a che fare con le allergie è importante tenere pulite le cucce di cani e gatti ae potreste dover adattare o modificare le vostre abitudini per soddisfare le loro necessità.

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Cani


Perché i gatti scappano?

un gatto rosso curioso è tentato di esplorare all’aria aperta

Se la tua vita è diventata frenetica dopo l’arrivo di un gatto e ora non puoi farne a meno, non sei solo. I gatti sono notoriamente territoriali, molto organizzati e legati alla routine e sono creature amanti del comfort e della sicurezza. Questo non significa che non abbandonerebbero gli agi della casa se sentissero la necessità di avventura o se fossero stressati a causa di cambiamenti al loro ambiente. Quali sono le cause principali che fanno fuggire i gatti e le principali fonti di preoccupazione?

Eventuali cause per cui i gatti spariscono e non tornano

I gatti non fuggono da casa se non hanno una buona ragione. I gatti che vivono in casa potrebbero essere meno propensi alla fuga perché non sono abituati a stare all’aria aperta. Sfortunatamente se per qualche motivo escono e poi si spaventano potrebbero scappare in preda alla paura e alla confusione. I gatti abituati ad uscire, hanno familiarità con il circondario, ma ci sono comunque moltissimi motivi per cui potrebbero scappare. Qui approfondiremo vari motivi per cui potrebbero farlo e cosa fare se succede, in modo da tenere al sicuro i nostri gatti domestici!

Il gatto è stato spaventato

La sparizione di un gatto può essere collegata alla paura. I gatti che vivono in casa hanno meno possibilità di accesso all’aria aperta per motivi di sicurezza o per mancanza di spazio esterno. Possono essere spaventati dai rumori forti, un visitatore indesiderato come ad esempio il cane del vicino o qualcosa che a loro non è familiare, e in men che non si dica il dolce micetto di casa si trasforma in un gatto terrorizzato. Amano gli ambienti tranquilli e spesso sono contrariati quando la pace viene disturbata. Se la vita familiare viene sconvolta da un divorzio, ragazzi che lasciano la casa o per un trasloco, il loro impulso potrebbe essere quello di scappare da ciò che viene percepito come un pericolo.

Sono in calore (o alla ricerca di un gatto che lo è!)

Questo è un fattore da tenere sotto controllo specialmente con le gatte femmine in calore. Se i gatti maschi non vengono sterilizzati, difficilmente riuscirete e distrarli! Non è infrequente che i gatti seguano il loro istinto all’accoppiamento e possono sparire per giorni durante la stagione degli amori.

Se siete proprietari di una gatta femmina potrebbe essere una buona idea tenerla in casa quando è in calore per evitare il dilemma e anche proprietari di gatti preoccupati. Diversamente potreste farli sterilizzare e in questo modo ridurre l’istinto.

Sono stressati

Abbiamo affrontato alcune delle cause più comuni e meno paurose per le fughe dei gatti e ora è importante ragionare su cause più serie che possono portare a dei cambiamenti nell’ambito domestico e arrecare stress in generale ai pet.

I gatti sono indipendenti e spesso riservati e potrebbero portarci a credere che siano resilienti ma non è così. Anelano alla sicurezza della casa e della vita domestica e anche se non sono dipendenti da noi come i cani, amano le loro famiglie umane e sono molto protettivi nei loro confronti. Dato che trascorriamo molto tempo con i nostri pet, spesso sviluppano delle caratteristiche umane che a volte ci sfuggono. Quando le nostre vite vengono sconvolte, lo sono anche le loro. Prendiamo del tempo per approfondire l’argomento su gatti e stress, perché accade e come scoprirlo.

I gatti soffrono di ansia da separazione che può essere più evidente dopo i vari episodi di lockdown e i rientri al lavoro. Se la routine di casa cambia, i gatti lo notano e possono stressarsi molto. Questo può portare a dei comportamenti impegnativi e anche la fuga spesso sfortunatamente è un risultato di una vita domestica stressata.

Ti sta tradendo

Se notate che il gatto ha preso peso non è improbabile che vada a far visita ad un vicino amichevole che lo nutre. I gatti adorano essere viziati, possono essere molto subdoli per ottenere ciò che vogliono. E’ difficile che qualcuno accolga un gatto in pianta stabile senza prima aver verificato se è di qualcuno, ma è meglio essere sul chi va là. Se vi accorgete che sta succedendo proprio questo,andate a parlare con la persona(e) in questione e cercate di restare sempre un passo avanti al vostro gatto goloso.

Non avete un Catio esterno

Lasciargli dello spazio per mettersi alla prova e giocare è molto importante. Alla Omlet abbiamo sviluppato la gamma Catio Omlet, che assicura un posto sicuro proprio per questo scopo. Conquistate la curiosità del gatto lasciandolo arrampicare, appendersi, stare in equilibrio e rilassarsi mentre sono all’aperto. In questo modo potete soddisfare gli istinti naturali del gatto e nello stesso tempo tenerlo al sicuro.

due gatti esplorano il palo per gatti da esterno personalizzabile freestyle all’interno del catio omlet

Predatori naturali

I gatti sono cacciatori indiscussi e una volta che l’istinto prende il sopravvento, possono vagare per chilometri ampliando il loro perimetro abituale. Può capitare che seguendo la preda siano talmente concentrati da perdersi! Molto spesso rientreranno magari più affamati del solito e un po’ imbarazzati per essersi persi!

Malattia, ferita o morte

I gatti che escono sono più propensi ad ammalarsi e ferirsi rispetto a quelli che vivono tra quattro mura. Possono essere causati da infezioni causate dalle zecche, lotte con altri gatti, piante o bocconi avvelenati. Per questo motivo, i gatti sono più al sicuro in un recinto da esterno perché saprete sempre dove si trova il vostro amico felino.

Se siete preoccupati per il gatto dopo una parentesi all’aria aperta, vi suggeriamo di portarlo dal veterinario immediatamente per un controllo.

In una situazione disperata, una a cui non vorremmo pensare, alcuni gatti vagano fino alla morte. Un gatto anziano potrebbe decidere di allontanarsi per morire solo. I gatti che stanno male spesso si nascondono e alcuni non ritornano. Se avete quindi un gatto anziano o un gatto malato, è importante assicurarsi che stia caldo e comodo. Quindi, qual’è il modo migliore per tenere al caldo il gatto? Prendetevi cura dei vostri affettuosi compagni, perché di questo si tratta, compagni; e dovrete prendervene cura nel miglior modo possibile.

Intrappolati in un veicolo in transito

I gatti che escono possono trovarsi in situazioni difficili come ad esempio entrare in un’auto aperta o in un furgone e poi addormentarsi! Date le loro dimensioni, nessuno li noterà se non molto dopo. Una ragione più preoccupante e inaspettata è che potrebbero essere rapiti. Potrebbero essere presi con facilità e poi scappare sarebbe complicato. La sicurezza del gatto è importante e dati tutti questi fattori esterni e preoccupazioni, vi consigliamo di mettere loro un microchip, e una medaglietta appesa al collare. Sarà meglio di niente, ma c’è anche da considerare che i collari possono essere un rischio quando si arrampicano sugli alberi o vanno tra i cespugli.

Che cosa fare se il gatto si perde?

Se avete un gatto disperso, non entrate in panico. Invece di sentirsi inutili, spaventati e preoccupati, è importante agire in fretta. Ci sono diversi motivi per la fuga del gatto o per il loro girovagare e più spesso del previsto, ritornano ma è sempre meglio essere preparati. Sia che abbiate un gatto che vive in casa o uno che vive principalmente all’aperto, scoprire che non è rientrato è un’esperienza terrorizzante. Coinvolgete più persone possibile nella ricerca e contattate il gattile locale e i veterinari di zona in modo che stiano all’erta.

Non incolpatevi

Naturalmente sarete devastati se il gatto non rientra. Sicuramente avrete fatto tutto il necessario per garantire loro una casa confortevole ma alcuni fuggono lo stesso e non è necessariamente colpa vostra. Cercate di non essere duri con voi stessi! Se riuscirete a capire perché il gatto è fuggito, potrebbe aiutarvi a ritrovarlo.

Mettete dei post sui gruppi locali di Facebook

Internet è pieno di amanti degli animali e può essere una risorsa utile in una situazione come un gatto che si è perso. Mettete una foto recente e una descrizione del vostro amico sui gruppi locali di Facebook, in questo modo aumenterete le possibilità di ritrovarlo/a. Qualcuno potrebbe averlo visto e potrebbe darvi un indizio sulla direzione che ha preso!

gatto che controlla i bocconcini nella ciotola sull’albero per gatti freestyle

In che modo il gatto può ritrovare la strada di casa

La maggior parte dei gatti è in grado di ritrovare la strada di casa e tornare dai loro genitori. La loro capacità di ritornare sui loro passi anche dopo alcuni giorni trascorsi a seguire una gatta in calore o a caccia di prede, è parte del loro istinto naturale. Per cui se siete i genitori di un gatto scappato, non saltate subito alle conclusioni peggiori. C’è sempre la possibilità che ritornino.

Se avete traslocato da poco, il gatto potrebbe voler tornare alla vecchia casa. Ci sono narrazioni che riportano di gatti che hanno viaggiato per centinaia di chilometri in alcuni mesi solo per tornare alla loro casa. Non è consigliabile lasciar uscire il gatto se avete appena traslocato, prima dovranno abituarsi ai nuovi ambiti, Potete provare ad usare un guinzaglio anche se non è detto che possa piacere. I gatti, a differenza dei cani, non amano essere “portati a spasso”. Un altro suggerimento è di portare il gatto a vedere il giardino o la strada in modo che il gatto si abitui ai nuovi orizzonti di casa.

I loro premietti preferiti

I gatti domestici amano essere viziati e amano un bocconcino o due! Lasciate alcuni dei loro premietti preferiti in vista per invogliarli a tornare dopo i vagabondaggi.

Gli manchi

Non tutti i gatti scappano di casa di proposito. Magari una causa li ha portati a fuggire, La vostra relazione con il micio avrà un grande impatto su come vi vedono. I gatti sono spesso trattati come membri della famiglia e lo percepiscono e quindi sentono la mancanza dei loro genitori e desiderano tornare al comfort di casa.

Si decide a tornare

Dopo la mini-avventura, potrebbero rendersi conto che non è tanto bello stare lontano da casa e quindi tornerà da solo! La prospettiva di una comoda e avvolgente cuccia come Maya Donut Mochi potrebbe avere la meglio rispetto alla prospettiva di stare al freddo da soli. I gatti sono esseri indipendenti ma desiderano anche l’interazione umana e il comfort.

un gattino accoccolato su una cuccia maya donut bianca

Perché i gatti fuggono dagli umani?

Nonostante i vostri migliori sforzi, il gatto potrebbe sentirsi trascurato a causa dei cambiamenti nella sua vita dovuti magari a esigenze lavorative, un nuovo partner o un bambino, che naturalmente richiedono molte attenzioni. Potreste avere meno tempo da dedicare al micio che potrebbe ricercare attenzioni altrove. La personalità del gatto richiede attenzioni e gioco e anche se si comportano come se non avessero bisogno del loro umano, non è così.

Assicuratevi di dedicare sempre un po’ di tempo al gatto e perché non regalargli un albero per gatti da terra al soffitto Freestyle un eccellente fonte di divertimento ed esercizio, soprattutto se siete più occupati del solito. Il gatto vi ringrazierà!

Gli umani possono intimidire

I proprietari di gatti adorano i loro amici mici e farebbero praticamente di tutto per proteggerli ma non tutti gli umani provano le stesse cose e alcuni possono aver paura dei gatti. Many cat parents will be recognisable to their kitty babies but they may feel a little intimidated by humans they have not come across before. Cats can certainly pick up on any negativity from humans that might not be so welcoming to a small four-legged furry friend.

Potreste essere stati troppo bruschi

Cats are not as tough as they might seem, and remember, they are only small creatures! Your strength could be overpowering to them and frighten them. So when you are playing with them, be careful that you’re not too rough! When there are small children around, it is important to keep an eye on how they behave around cats, especially if they don’t have any of their own. Children might not understand how to play and often tug at the tail, which certainly will not impress our furry feline.

Come posso evitare che il gatto fugga da me?

Cercate di considerare la vostra vita domestica attuale e i suoi cambiamenti, se ci sono altri animali con cui disputarsi o nuovi umani a cui abituarsi. I gatti non amano sentirsi secondi a nessuno per cui ci sono degli escamotage per farli sentire sempre molto speciali come l’ elegante cuccia per gatti Maya Donut che farà sentire il vostro gatto un re o una regina. E’ importante costruire una buona relazione e comprendere la loro personalità unica.

Costruire la fiducia

Sia che abbiate preso un piccolo micino o che abbiate adottato un gatto adulto timoroso, la vostra relazione con loro è la principale necessità. La fiducia tra il micio e il suo genitore umano è fondamentale per la loro felicità e anche per la vostra!

Rinforzo positivo

Premiate il gatto tutte le volte che sarà necessario perché sapere di essere amato, aumenterà il desiderio di stare con voi e di non scappare se si presenta l’occasione.

Create uno spazio sicuro

In un ambiente potenzialmente instabile, se avete traslocato o avete un nuovo membro in famiglia o avete subito un lutto, il gatto percepirà la sensazione di instabilità nello stesso modo. Assicuratevi di garantirgli uno spazio riparato come la casetta da interni per gatti Maya della Omlet, che offrirà aò vostro amato gatto una comoda casa lontano dai rumori. Far abituare un gatto ad una nuova casetta potrebbe richiedere del tempo, ma possiamo aiutarvi ad abituare il gatto alla nuova cuccia e faranno le fusa in men che non si dica.

un gatto bianco dentro alla sua casetta maya e un gatto grigio seduto in cima coccolato da un genitore umano

Conclusioni

E’ molto importante assicurare una casa sicura e abituarli gradualmente alla nuova routine se qualcosa cambia a casa. I gatti amano l’ordine e i cambiamenti portano a stress, paura e anche a sentirsi non desiderati. Quando i gatti sono spaventati, di solito reagiscono in tre modi all’oggetto, individuo o circostanza: combatte, fugge o resta immobile. Tristemente i gatti che fuggono sono molto più frequenti di quanto non vorremmo e anche se a volte ritornano, quando lo ritengono opportuno, è importante essere preparati ad ogni evenienza. Per maggior tranquillità assicuratevi che il gatto sia chippato con dati aggiornati e per i proprietari dei gatti di casa che non escono liberamente, lasciategli assaporare il gusto dell’aria aperta e nutrite la loro curiosità con un catio esterno, o un recinto da balcone.

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Gatti


Gatti e fauna selvatica in giardino

Natura vs Educazione

Quando si tratta di fauna selvatica in giardino, il vostro gatto è implacabile come un leone o timido come un topolino? Ci piacerebbe credere che i nostri gatti non farebbero male ad una mosca ma i gatti sono predatori naturali che ci piaccia o meno e sono la progenie di felini più grossi della famiglia. Ma tutti i gatti devono o vogliono uccidere o possiamo fermare il loro istinto alla caccia? Purtroppo la risposta è no, anche se soddisfiamo tutti i loro bisogni, avendo l’opportunità di cacciare, la maggior parte dei gatti ne approfitteranno solo perché seguono il loro istinto.

Un gatto seduto su una cuccia maya donut che guarda fuori dalla finestra

Preda o Predatore?

Abbiamo stabilito che anche il più coccolone e affettuoso dei gatti può diventare un crudele killer, ma non sempre sono loro ad essere dei predatori.
Anche se è bello lasciarli girare liberi all’aperto, non sempre è la soluzione più sicura. I gatti sono creature solitarie e cacciano da soli e sono a volte più facilmente attaccabili da predatori più grandi come i cani, volpi, visoni, procioni (a seconda del paese in cui vivete), oltre ad entrare in conflitto con altri gatti e ad essere soggetti a minacce umane come macchine, avvelenamenti o furti.

In qualità di predatori i nostri gatti sono una grossa minaccia per la fauna selvatica vicina, uccidono animali come uccelli, rettili, e piccoli mammiferi. Anche se non portano sempre a casa le prede, a volte li consumano e altre li lasciano .

Un gatto soriano e un graffiatoio per gatti Freestyle da interno

Potete farli smettere di cacciare?

Il modo in cui nutrite il gatto fa sicuramente la differenza ma la caccia non è solo mossa dalla fame. I gatti sono cacciatori opportunisti e sanno che se dovessero cacciare solo quando hanno fame, rischierebbero di rimanere digiuni, semplicemente perché catturare una preda non è sempre a colpo sicuro e non sono sempre disponibili. I gatti si sono evoluti per modificare i loro schemi giornalieri a seconda del cibo che hanno a disposizione.

La media dei gatti di casa ben nutriti si occupa di caccia per circa 3 ore al giorno, mentre un gatto meno nutrito, lo farà più a lungo. I gatti hanno la necessità di cacciare sia che siano o meno affamati. Se siete preoccupati per la fauna selvatica e non volete che il gatto vada a caccia, ci sono alcuni cambiamenti nella vita del gatto che potrebbero aiutare! Abbiamo messo assieme alcune idee qui sotto.

Alimentazione

I nostri micetti vanno nutriti ad intervalli regolari durante tutto il giorno per simulare i loro schemi di alimentazione naturali e beneficeranno anche di un pasto a base di carne.

I gatti hanno bisogno di variare

I gatti sono neofiliaci, ossia amano incondizionatamente la varietà – in special modo se si tratta di cibo! Assicurare loro cibi sempre diversi potrebbe frenare il loro istinto di caccia dato che non dovrebbero cercare altrove dei premietti gustosi.

Più tempo per il gioco

Come per gli schemi legati al cibo, il gioco dei gatti può influire su come agiscono in natura. Giocate regolarmente con il gatto e regalategli dei giochi che assomiglino ad una preda. Abbiamo visto tutti il modo in cui i gatti sono pronti a balzare su una pallina di carta. Intrattenete la loro mente curiosa e il loro istinto da cacciatori invece di cercare di annullarlo e magari il gatto ne avrà a sufficienza ed eviterà di cacciare all’aperto.

Quando non cacciare

Cercate di evitare l’alba e il tramonto, i due momenti preferiti per cacciare. In ogni caso, ricordate che il cambio di routine dev’essere fatto con calma e assicuratevi che non abbia un impatto negativo sul gatto.

Suonate l’allarme!

Aggiungere una campanella al collare è sicuramente un modo per avvertire le prede che il pericolo è imminente anche se i gatti sono incredibilmente intelligenti. Per cui, se all’inizio sembra funzionare (e vi farà mettere il cuore in pace), un gatto saprà trovare una nuova soluzione per avvicinare la preda senza fare rumore.

Sicurezza del gatto

Per evitare davvero l’impatto che il vostro gatto ha sulla fauna selvatica locale, o per proteggerli dai predatori e pericoli umani, mettete un Catio della Omlet in modo che i gatti possano giocare in sicurezza all’aria aperta! Il Catio può essere ampliato e si modifica in molti modi per adattarsi al vostro gatto! Se non avete spazio in giardino, allora c’è un’altra alternativa per voi, il Recinto per gatti da balcone. In questo modo i gatti ricevono tutti gli stimoli necessari e nello stesso tempo loro e la fauna selvatica in giardino sono al sicuro.

Un gatto bianco e nero in un recinto da balcone

Come soddisfare il desiderio di caccia in un gatto di casa

Se il vostro gatto non esce ed vive sempre in casa, non vi preoccupate, non lo state privando del suo ancestrale istinto alla caccia. Cacciare non significa necessariamente uccidere una preda, ed ecco perché si adatta al gioco.

Se giocate regolarmente insieme al gatto, e assicurate loro sufficienti giochi e accessori, questo assicurerà loro uno stimolo sufficiente per simulare la caccia. Avrete visto in che modo si rannicchia, pronto a balzare su una mosca o su una foglia (pensate alle decorazioni natalizie!). E’ importante assecondare questa forma di gioco.

Il nostro albero per gatti Freestyle è la soluzione perfetta per bilanciare gioco e curiosità. Leggi la nostra guida per scegliere il purrrfetto albero per gatti da interno.

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Gatti


Pulizie di primavera per cani e gatti

Cane all’aperto circondato da fiori rosa

La primavera è il momento ideale per un fresco inizio! Sia che significhi liberarsi di un po’ di cose, iniziare un nuovo progetto oppure organizzarsi, è l’occasione perfetta per dei cambiamenti! Perché quindi non coinvolgere anche il cane o il gatto in questa riorganizzazione primaverile in modo da iniziare la stagione nelle migliori condizioni? Come si iniziano le pulizie di primavera per cane o gatto?

Eliminate i peli da casa

Prima di iniziare qualunque pulizia di primavera liberatevi dei peli degli animali o dello sporco da casa. Molti di voi concorderanno che eliminare i peli da casa sembra essere un compito impossibile, soprattutto se avete un cane o un gatto che ne perdono molto.

Non c’è bisogno di ricorrere a detergenti chimici se in casa avete dei pet. Per i tappeti il consiglio furbo è di spargere del bicarbonato prima di passare l’aspirapolvere. Non solo aiuterà a rimuovere i peli ma il bicarbonato riduce anche gli odori. Assicuratevi solo di avere un’aspirapolvere studiata appositamente per peli di cani e gatti in modo da semplificarvi il compito!

Quando si tratta di pulire i divani in tessuto, potete usare semplicemente una spugna umida che vi aiuterà a raccogliere tutti i peli. Per avere altri consigli sulla pulizia e pet, potete leggere il nostro precedente blog Aiuto al mio cane piace il fango: consigli per la pulizia!

Utilizzare una coperta per animali da mettere sopra le cucce o i divani, aiuta a proteggere in maniera ottimale i mobili e ad assicurare ai pet un angolino comodo e confortevole dove rilassarsi.

Pulire la cuccia dei pet

Ora che le pulizie di primavera sono completate, è ora di concentrarsi sugli animali. Noi non vorremmo dormire su un materasso sporco e neanche i nostri animali. Se un cane dorme tra le 13 e le 14 ore al giorno mentre un gatto tra le 12 e le 16 ore, è fondamentale assicurare loro un posto pulito, sicuro e riparato dove riposare. Fortunatamente tutte le cucce Omlet sono facili da pulire grazie alle coperture rimovibili e i topper che si lavano in lavatrice.

In alternativa, questa primavera potete regalare una nuova cuccia al cane o al gatto. Per i gatti, la cuccia Maya Donut Mochi offre un’ampia gamma di colori che aggiungono un tocco di freschezza primaverile alla casa. La cuccia Topology è perfetta per i cani, con l’opzione di rialzarla grazie ai piedini che migliorano igiene e ricambio d’aria.

Spazzolate il cane o il gatto

Le pulizie di primavera non saranno complete senza un nuovo look! Insomma, non è necessario un cambiamento dalla testa alle zampe ma un buon bagno e una spazzolata andranno benone! A seconda della razza del cane o del gatto, magari dovrete portarli dal toelettatore ma è comunque una buona idea avere sempre con sé anche a casa gli strumenti base per una buona pulizia. Inoltre la toelettatura non si fa solo per migliorare l’aspetto del cane o del gatto ma è anche essenziale per mantenere la salute della pelle e prevenire pulci e zecche ad esempio. Date un’occhiata all’ampia gamma di strumenti della Omlet per la pulizia di gatti e cani per cominciare.

Un gatto esplora la struttura albero esterno della OmletRegalate ai vostri animali dei nuovi giochi o un po’ di divertimento per fuori casa

La primavera porta con sé giornate più miti e così sia gli animali che i loro proprietari tendono a trascorrere più tempo all’aperto. Dei nuovi giochi saranno molto apprezzati sia dai cani che dai gatti perché ben si adattano alla nuova stagione dopo un inverno trascorso in casa. E cosa ne dite di regalare al gatto un recinto da esterno tutto suo, perfetto sia per i gatti che vivono in casa che per quelli che stanno fuori, che amano l’avventura ma che devono restare al sicuro in giardino?

Un palo per gatti sarà una bella novità per i gatti questa primavera! Il palo per gatti Freestyle della Omlet è ora disponibile con una struttura adatta per esterni. Realizzata con materiali impermeabili e a prova di ruggine, è perfetta per le piogge improvvise di aprile!

Preparatevi per il caldo

Prima ancora di rendersene conto, l’estate sarà alle porte e quindi, perché non prepararsi il prima possibile, aiutando i vostri pet a proteggersi dalla calura. Qualcosa da acquistare in primavera è il materassino refrigerante per cani. Il materassino refrigerante in Memory Foam della Omlet ha al suo interno un gel non tossico auto refrigerante e questo significa che non necessita di raffreddamento. Potete posizionare il materassino su una superficie piatta o sopra la cuccia e staranno al fresco per tre ore – the l’accessorio perfetto per l’estate!

Un cane steso su un materassino refrigerante messo sopra una cuccia BolsterLa primavera è dietro l’angolo e nulla ci impedisce di iniziare a pulire fin da ora! Prima di iniziare a pulire casa, è importante ricordare che i prodotti per la pulizia dovranno essere sicuri per gli animali per cui controllate sempre le etichette. Come farete le vostre pulizie di primavera?

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Cani


Come far stare al caldo il gatto in inverno

I nuovi colori delle cucce Maya Donut verde pavone e giallo caramello

La nuova collezione Cosy Maya Donut accoglierà i vostri gatti e la casa sarà elegante quest’inverno

Proprio come per noi, i gatti risentono gli effetti del clima freddo e alcune razze sono meno equipaggiate nei confronti dei climi estremi rispetto ad altre. I gatti nudi o quelli con il pelo raso ad esempio fanno più fatica a mantenere il calore corporeo durante i mesi invernali. Non sorprende che le razze a pelo lungo come i Siberiani si adattino più facilmente grazie alle spesse pellicce che garantiscono uno strato di protezione. In ogni caso a volte tutti i nostri amici felini hanno bisogno di un aiuto extra da parte nostra per evitare di soffrire troppo il freddo quando le temperature calano. Ecco come far stare al caldo i gatti in inverno.

I gatti sentono freddo in casa?

Se avete dei gatti che vivono dentro casa, magari vi state domandando se possono patire il freddo. La risposta è, si! Anche se facciamo del nostro meglio per riscaldare la casa aumentando il riscaldamento o indossando strati di indumenti, alcune stanze hanno più spifferi di altre.

Come scaldare i gatti in una casa fredda?

Le nostre abitazioni possono diventare parecchio fredde nei mesi invernali il che significa che i gatti si sposteranno nelle zone in cui troveranno più caldo. Fortunatamente ci sono molti modi per mantenere caldo il vostro gatto.

Le coperte tengono i gatti caldi?

Un modo per tenere al caldo i vostri amici felini in una casa fresca è di acquistare una coperta per gatti, che potrete posizionare su un mobile che piace al gatto o anche sopra la cuccia. L’elegante e super soffice coperta per gatti della Omlet è l’ideale contro il freddo, perché ha una trapunta grigia da un lato e un elegante sherpa sull’altro lato. E che ne direste di usare la coperta con una scatola di cartone ed un cuscino per ricreare una confortevole cuccia? Vieni a vedere come costruirne una qui.

Un gatto comodo sotto l’elegante e super soffice coperta della Omlet

La coperta lavabile in lavatrice renderà un paradiso per pet qualunque spazio di casa.

Una comoda cuccia

In un blog precedente abbiamo spiagato perché alcuni gatti preferiscono dormire nei nostri letti invece che nei loro. Però avere una comoda cuccia di ottima qualità può aiutare a risolvere il problema oltre che a far stare al caldo il gatto in una casa fredda. Le cucce Bolster e Maya Donut Mochi sono delle eccellenti opzioni, perché entrambe sono state pensate per assicurare il massimo comfort ai gatti. La comoda cuccia Maya Donut Mochi è perfetta per il clima invernale, con un interno in finto pelo morbidissimo e di eccellente qualità oltre al cuscino extra soffice che fa sì che la cuccia diventi un posto che non vorranno più lasciare!

Un nascondiglio sicuro e caldo

Per un maggior comfort potete posizionare la cuccia all’interno di un mobile chiuso. Una cuccia chiusa per gatti può essere messa ovunque in casa e proteggerà i gatti dalle correnti d’aria e da rumori molesti. Mentre alcuni amano avere un loro spazio privato, altri all’inizio faranno fatica ad utilizzarla per cui date un’occhiata al nostro blog precedente Come insegnare ad un gatto ad usare la cuccia per trovare dei consigli.

Un consiglio ulteriore per rendere felice il gatto e tenerlo in salute è dargli un po’ più da mangiare. Magari avrete già notato che in inverno il gatto ha più appetito, proprio come noi! Questo è perché consumano più calorie per mantenere la temperatura corporea per rimanere al caldo. Try adding a bit more to their food to their diet or provide them with a few more nutritious treats to keep them going.

Un’altra cosa a cui prestare attenzione nei mesi invernali è la posizione della lettiera. Naturalmente è ovvio che vogliate tenere a bada i cattivi odori il che significa posizionare la lettiera in una stanza lontana da dove la famiglia trascorre il suo tempo. Però delle zone della casa separate come un garage possono avere molte correnti per cui, se necessario, preparatevi a spostarla in una stanza più calda.</span>

Quale temperatura è troppo fredda per i gatti?

Condizioni climatiche estreme come temperature molto basse possono essere deleterie e anche fatali per i gatti. I gatti anziani e i cuccioli così come i gatti d’appartamento sono in particolare molto sensibili al freddo perché i loro corpi non si sono adattati come per i gatti abituati a stare fuori più tempo. Altri fattori come il peso corporeo e la pelliccia giocano un ruolo essenziale per definire quando le temperature sono troppo basse. La regola generale è che non dovrebbero essere lasciati uscire se fuori va a meno 7ºC.

Quando vengono lasciati fuori con temperature sotto zero, sono a rischio congelamento e ipotermia. Se il gatto è stato fuori e mostra sintomi come tremori eccessivi, respiro debole, sono freddi al tatto, delle vesciche sulla pelle o le zampe ghiacciate quando rientra, contattate immediatamente il veterinario.

Un gatto guarda fuori dalla finestra, la neve fuori

Va bene far uscire il gatto in inverno?

Il posto migliore dove stare per i gatti in inverno è dentro casa dove potete tenerli al sicuro. Abbiamo visto prima quanto possano essere pericolose le basse temperature per loro per cui è consigliabile tenerli dentro finché le temperature non si alzeranno di nuovo. Fortunatamente quando il tempo diventa troppo freddo, gli stessi gatti tendono a tornare a casa dove sanno che troveranno il tepore che amano. Altri invece potrebbero aver bisogno di essere convinti. Fate divertire i vostri gatti con tanti giochi stimolanti èla soluzione ideale per aiutarli a superare questo momento e che li aiuterà a mantenere l’esercizio fisico e mentale di cui hanno bisogno.

La pelliccia dei gatti li mantiene al caldo in inverno?

La pelliccia dei gatti gioca un ruolo essenziale nel proteggere la loro struttura interna e il modo in cui comunicano. Vi è mai capitato di notare come tengono il pelo ritto quando sono agitati? Il pelo serve anche per ripararli dagli elementi esterni come il freddo ma anche dal caldo. L’aumento del sole fa sì che perdano pelo ed ecco perché nei mesi estivi perdono molto più pelo. In autunno quando le temperature calano, i gatti sviluppano un folto sottopelo per tenersi isolati, pronti per l’inverno.

Come precedentemente accennato, i gatti a pelo lungo hanno una miglior protezione contro il freddo. I gatti nudi o con il pelo corto hanno bisogno di un aiuto in più per restare caldi in questa stagione. E’ importante assicurare loro uno spazio sicuro e caldo al chiuso, indipendentemente dalla razza, oltre che investire in forniture invernali aggiuntive come le coperte. Per i gatti senza pelo che in questo periodo combattono contro il freddo, potrebbe essere utile un maglioncino che li tenga al caldo. Assicuratevi solo che siano a loro agio e che il tessuto non gli irriti la pelle.

Un gatto nascosto in una cuccia riparata, elegante, mobile di design, Maya casa dei gatti

La cuccia per gatti da interni Maya offre ai gatti uno spazio riparato e sicuro in casa

L’inverno può essere una stagione difficile per i nostri pet ma dato che abbiamo davanti a noi ancora alcuni mesi di freddo, dobbiamo continuare a mantenere in salute i nostri gatti e al caldo con le giuste dotazioni!

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Gatti


Trovate il regalo purrfetto per il vostro amico felino

Stai cercando disperatamente il regalo perfetto di Natale per un amante dei gatti di tua conoscenza? Stai tranquillo, al Mercatino di Natale della Omlet troverai sicuramente quello che fa per te! Un grande assortimento di giochi per gatti e accessori sono in offerta quest’anno per cui, affrettati per non perdere questi incredibili saldi!

Albero per gatti Freestyle

L’ albero per gatti Freestyle è il regalo perfetto per gli amanti dei gatti! Con così tanti accessori diversi per personalizzare l’albero, troverete qualcosa che si adatti ad ogni tipo di personalità felina! Le piattaforme sono l’ideale per i gatti che amano arrampicarsi mentre l’amaca è un ottimo nascondiglio per i mici che vogliono guardare da lontano il caos del Natale!

Se siete preoccupati per l’altezza del soffitto, l’albero Freestyle è disponibile in 6 dimensioni che vanno da 1.7m fino ai 4.40m, il che significa che si adatta ad ogni casa. C’è anche un’opzione per incorporare i vasi per piante (pet-friendly naturalmente) con porta vaso, che lo renderà perfetto per casa vostra.

Pavimento fino soffitto gatto albero natale dono

Cuccia per gatti Donut Mochi

Se avete un gatto che adora sonnecchiare tutto il giorno e stare comodo, ecco che allora la cuccia Maya Donut Mochi sarà in cima alla lista dei regali questo Natale! La forma a ciambella garantisce al gatto il massimo supporto che lo farà sentire come in una coccola che adorerà. Il materiale in finto pelo è morbido al tatto e lascerà il gatto in uno stato di profonda serenità!

Cuccia Bolster

La cuccia Bolster è un’altra cuccia per gatti super morbida che sarà anche un eccellente regalo di Natale per i suoi padroni.Le coperture a zip si lavano in lavatrice e sono l’ideale per eliminare gli odori e i peli.

Con una gamma di ben 15 diversi colori e tanti piedini di design tra cui scegliere, Bolster è l’ideale per i proprietari di gatti che desiderano una cuccia elegante che si adatti all’arredamento di casa!

Rosso bolster gatto cuccia regalo guida

Coperta elegante e super soffice

Nessun gatto potrà dire di no alla coperta elegante e super soffice della Omlet! Questa bella coperta può essere messa nel posticino preferito dal gatto o anche nella cuccia per favorire il sonno. La coperta è double face ed ha anche due modelli – grigio e crema e rosso stella di Natale e crema per dare ai padroni la possibilità di scegliere quella che si adatta meglio allo stile della casa.

Giochi per gatti

Per i gatti più giocherelloni, il Mercatino di Natale della Omlet presenta una selezione di giochi per gatti per essere certi che non manchi mai il divertimento! I giochi più piccoli sono perfetti per essere riempiti e assicurano stimoli mentali e fisici.

Che ne dite dell’adorabile Tappetino per la ricerca olfattiva come regalo di Natale? Questo gioco nascondino farà divertire i mici nascondendo i premietti preferiti nel tessuto. Potete anche usare erba gatta e regalerete ai vostri amici ore di divertimento!

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Gatti


Cosa tenere in considerazione quando si compra un albero per gatti

Un gatto che passeggia su una rampa dell’albero FreestyleUn albero o una torre, sono dei complementi d’arredo per gatti che incoraggiano i loro istinti naturali di gioco, caccia, arrampicata, graffiate, salto. Pensateli come dei parchi giochi avventura per felini che potete tenere in casa! A livello base un albero per gatti è formato da una o due piattaforme di cui una usata come cuccia e un graffiatoio che tiene insieme la struttura dell’albero. Però ci sono dei modelli più nuovi e innovativi che hanno forme e dimensioni diverse e hanno una serie di caratteristiche come le cucce, gradini, ciotole e corde in agave ideali per creare il perfetto albero per il vostro amico peloso. Decidere di acquistare un albero per gatti può essere un’ottima soluzione sia per voi che per i vostri pelosi ma è anche importante considerare alcuni aspetti prima di investire.

Stabilità e Longevità

I migliori alberi per gatti possono durare anni per cui dovete essere certi di optare per un albero che non si danneggi in poco tempo o che diventi obsoleto e noioso. I gatti che vivono in casa sono molto più propensi a usare l’albero rispetto ai loro amici che possono anche uscire per cui tenete in considerazione anche questo fattore.

Un albero per gatti di alta qualità avrà delle basi/piattaforme e dei graffiatoi che sapranno sostenere i loro affilati artigli. Non si tratta solo di divertirsi facendosi le unghie perché un graffiatoio aiuta a mantenere le unghie del gatto forti e in buona salute. L’ albero per gatti Freestyle della Omlet è un prodotto molto resistente, imbottiture e materiali pensati per durare che tengono in considerazione la necessità dei gatti di farsi le unghie oltre a fornire tutti i cuscini alle piattaforme, necessari al meritato riposo. Inoltre, nel caso in cui alcune parti dell’albero (come i cuscini) si usurassero un po’ a causa del frequente utilizzo, basterà rimpiazzare i singoli elementi senza preoccuparsi di dover rimpiazzare l’intero albero.

Il mio gatto si divertirà con l’albero?

Due gatti si rilassano sull’albero Freestyle

I gatti sono curiosi ma anche cauti. I gatti più timorosi o quelli che non hanno un talento naturale per l’arrampicata all’inizio possono restare indifferenti ma potete stare certi che gli alberi per gatti sono perfetti anche per i gatti più timidi perché garantisce uno spazio tutto loro dove andare a dormire o per avere un posto dove nascondersi. Siate pazienti e convincenti provando con il rinforzo positivo e dei bocconcini o l’erba gatta in caso fossero riluttanti. Provate a posizionare dell’erba gatta nei posti dove dorme oppure spargetela sull’albero. In alternativa potete avvicinarvi all’albero e iniziare a giocare con il suo gioco preferito per creare delle associazioni positive con l’arrampicarsi e il gioco sul nuovo albero.

Anche le dimensioni del gatto possono influire sull’approccio all’albero. I gatti più grossi hanno bisogno di abbastanza spazio per muoversi sull’albero per appollaiarsi, stiracchiarsi e arrampicarsi per cui è opportuno sceglierne uno sufficientemente grande. Inoltre, se avete più di un gatto, dovrete prendere un albero che offra degli spazi da esplorare per tutti e che supporti il loro peso.

Nella scelta dell’albero dovrete anche tenere in considerazione l’età del gatto. I cuccioli sono in continua crescita e alla scoperta del mondo e ogni tanto combinano qualche guaio come ad esempio graffiare i mobili! Un albero per gatti è l’ideale per un cucciolo che ha preso delle cattive abitudini perché lo terrà occupato e gli insegnerà dove è possibile e dove non si possono fare le unghie. In ogni caso l’albero dovrà essere di dimensioni ridotte in modo che riescano ad arrampicarcisi e se malauguratamente dovessero cadere, non sarà troppo alto e non rischieranno di farsi male. Per i gatti più anziani, potreste optare per un albero con più gradini dato che la loro mobilità non è più quella di una volta. Fortunatamente l’ albero Freestyle della Omlet è una soluzione moderna, adatta a gatti di tutte le età. Semplicemente aggiungete o togliete gli accessori a seconda delle esigenze del vostro gatto.

Due gatti Bengala che si arrampicano su un albero FreestyleCome starà l’albero a casa mia?

Gli alberi per gatti possono essere parecchio ingombranti, specialmente se avete una casa piccola. E’ importante scegliere l’albero adatto che stia bene in casa vostra sia per le dimensioni che per lo stile. L’ albero per gatti Freestyle della Omlet ha dei pali estensibili ed sono disponibili in sei dimensioni diverse e questo significa che si adattano a tutte le case indipendentemente dalle dimensioni. Per gli spazi più ristretti come in un appartamento, l’ albero Freestyle della Omlet ha un ingombro decisamente minore rispetto ai classici alberi. Si utilizzano al meglio gli spazi verticali consentendo al gatto di arrampicarsi con facilità. Inoltre la possibilità di personalizzarlo consente di scegliere i colori che si adattano meglio a casa vostra e al vostro arredamento.

Dopo aver riflettuto sull’impatto che ha l’albero per arrampicarsi, finalmente sarete sulla strada giusta e davanti a voi si prospettano anni e anni di divertimento!

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Gatti


Giochi per gatti Fai da te – Farfalla Origami

Bhim Solomon è uno scrittore junior della Omlet e sta valutando varie attività ludiche con i suoi due mici Moonpie e Shadow Weaver, per presentare delle semplici attività da provare con i vostri amici felini! In questo articolo, Bhim illustra gli step per realizzare una semplice farfalla origami per gatti.

Una farfalla giocattolo per gatti rosa

I giochi per gatti fatti in casa sono divertenti da realizzare e un vero spasso per il gatto. Gli Origami (l’antica arte giapponese di ripiegare la carta) sono una soluzione ottimale per realizzare dei bei giochi rapidamente. Ai miei gatti piace cacciare le farfalle in giardino per cui ho deciso di costruire una farfalla con gli origami (e credo che anche le farfalle in giardino ne saranno felici). Ho notato che i miei gatti sono molti più attratti dagli oggetti che fanno anche rumore per cui ho pensato ad un gioco che avesse anche un tintinnio. Fortunatamente dalla scorsa Pasqua mi è avanzato un grosso campanello della Lindt, da un coniglio di cioccolato, perfetto per questo progetto. Magari ne avete uno anche voi. Altre cose che vi serviranno:

  1. Un bastoncino
  2. Degli elastici o dei cordini
  3. E naturalmente della carta.

Potete andare su youtube per trovare dei video su come realizzare l’origami, qui c’è il link a quello che io ho utilizzato per fare la farfalla. Se non volete le ali curve, basterà non tagliare i bordi. Allo stesso modo se avete un foglio A4 dovrete seguire il primo passaggio.

Consigli per gli Origami

  • Utilizzate della carta sottile perché è più facile da piegare
  • Prima guardate una volta il video per intero e poi iniziate a seguire i passaggi alla seconda volta
  • Usate il retro dell’unghia o del righello per piegare perfettamente
  • Piegate con cura
  • Utilizzate della carta colorata e create seguendo la vostra fantasia / occhi / parole
  • Anche la carta a motivi geometrici va benissimo.
  • Non è necessario avere un foglio di carta quadrato, potete usare un foglio A4 o della carta da lettere, continuate a leggere per scoprire come ottenere un quadrato perfetto…

Prima di tutto:

Prendete il vostro foglio A4 o se avete un foglio da origami quadrato potete saltare questa fase, piegate in diagonale in modo che l’angolo che avete piegato tocchi il bordo. Schiacciate bene la piega con il retro dell’unghia. Tagliate quello che fuoriesce. Ora avete un pezzo di carta quadrato e potete iniziare a fare la farfalla.

In secondo luogo:

Aprite il foglio e piegate diagonalmente dalla parte opposta. Aprite e poi piegate verticalmente, aprite e piegate in orizzontale. Non scrivo tutte le istruzioni perché è più facile seguire il video.

Una ragazzina che realizza un gioco per gatti origami

Fare le ali

Se saltiamo direttamente al taglio per le ali, io volevo i bordi arrotondati per cui ho tagliato le ali ma potete lasciarle con le punte. Una volta fatto questo, aprite le ali e piegate i bordi superiori a toccare la linea mediana. Poi capovolgete il foglio e portate l’angolo in basso in su e piegate sopra la linea alta lasciando circa un centimetro sopra.

Tornate indietro e ripiegate. Questa è la testa e qui inizia la magia dell’origami! Premete insieme con le dita. Ecco fatta la farfalla di carta!

Decorare la farfalla

Io ho usato dei pennarelli per creare dei decori sulla farfalla. Ho disegnato delle linee curve e un motivo geometrico. Poi ho aggiunto la campanella legandola al centro della farfalla.

Legate la farfalla giocattolo ad un bastoncino e ad un nastro

Potete utilizzare un bastone di bamboo o una canna, un cucchiaio di legno o magari anche una matita come bastoncino. Io ho raccolto un legnetto in giardino, cercatene uno abbastanza dritto. Unite il nastro o l’elastico e legatelo con doppio nodo al bastoncino. A questo punto tagliate il nastro/elastico della lunghezza desiderata.

Cosa ho fatto per rendere il procedimento più semplice. Ho chiesto a mio fratello di aiutarmi. Mi ha aiutato a piegare e legare.

I miei mici che si divertono con il nuovo gioco

Finalmente siete pronti a giocare con i vostri gattini o gatti! Shadow è stato il primo dei miei mici a provare il nuovo gioco, è stato un successone. Ho messo la farfalla di fronte a lui e si è subito messo in posizione predatoria, la stessa che utilizza quando è in giardino quando prova a prendere una farfalla vera. Ho mosso la farfalla e il campanello ha trillato e lui ha subito provato a balzare ma io l’ho tolta. Poi ha continuato a saltellare intorno a me per provare a prenderla ed è stato davvero divertente.

Non c’è voluto molto perché Moonpie scendesse dalle scale per controllare cosa stava succedendo. Quindi ho giocato con Moonpie. Ho fatto fluttuare la farfalla sopra di lei mentre lei era sulle zampe posteriori pronta a prenderla. Ho infine posizionato la farfalla su un gradino e lei ci è balzata su. Entrambi i gatti hanno davvero apprezzato il giocattolo farfalla e ne farò un altro. In realtà credo ne farò una anche per gli amici che hanno un gatto perché è davvero un’idea divertente e un regalo molto apprezzato dai gatti.

Una ragazzina e il suo gatto che giocano con un gioco fatto in casa

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Gatti


Vieni a scoprire il perfetto albero per gatti Freestyle

L’ albero per gatti Freestyle vi consentirà di allestire un’area gioco adatta al vostro gatto e che si adatti alle sue abilità grazie ai 70 diversi accessori tra cui scegliere! Sicuramente sapete esattamente cosa va bene per voi e il vostro gatto ma a volte è complesso creare dal nulla il vostro sistema di graffiatoi. Ecco perché abbiamo messo assieme alcuni incredibili kit che potrete utilizzare come base!

Una volta che avrete scoperto il favoloso design di Freestyle, potrete sempre poi estenderlo e adattarlo con ulteriori pali e accessori. Date un’occhiata ai 6 starter kit per trovarne uno che si adatti perfettamente al vostro amico gatto!


Il Principiante

Il Principiante è lo starter kit ideale per far prendere confidenza al gatto con Freestyle. Dispone di una semplice piattaforma che può essere posizionata all’altezza che preferite sul palo, accessoriata con un elegante cuscino blu per garantire al gatto il massimo comfort quando riposa.

Questo kit ha anche in dotazione un kit molto stabile di graffiatoio in agave per soddisfare le necessità di farsi le unghie. L’agave è resistente e dà una piacevole sensazione ed è abbastanza robusto da affilare le preziose unghie.

Il Principiante è una soluzione economica, perfetta per i gatti che esitano davanti a delle novità o se avete uno spazio limitato in casa.


L’Esperto

L’Esperto è probabilmente il più elegante tra gli starter kit, con dei cuscini gialli per la piattaforma e i gradini che si integreranno perfettamente in casa. Ha anche un vaso per piante che può essere posizionato all’altezza preferita del palo e che vi permetterà di sfruttare appieno lo spazio verticale.

L’Esperto è l’ideale per il gatto che desidera osservare il mondo da una posizione avvantaggiata, al sicuro da piccoli umani e altri animali. Ha anche in dotazione un kit graffiatoio in agave intercambiabile. La maniera perfetta per iniziare e per poi costruirlo man mano che il gatto diventerà più avventuroso.


L’Arrampicatore

Questo kit ha quattro gradini in bamboo che potrete posizionare all’altezza perfetta per creare una scala dove il gatto potrà salire in sicurezza. In cima al palo potete mettere la piattaforma con una cuccia super confortevole dove schiaccerà dei pisolini in santa pace.

Inoltre, L’Arrampicatore ha anche una ciotola per il cibo che può essere posizionata accanto alla cuccia per un veloce snack o ad una qualunque altezza del palo il gatto possa raggiungere quando è affamato.

L’Arrampicatore è perfetto per i gatti che desiderano restare in alto lontani dai frastuoni della casa. La flessibilità dei gradini permette di graduare la difficoltà di arrampicata a seconda delle abilità del gatto.


Lo Scratcher

Lo Scratcher è la soluzione perfetta per i gatti che prendono seriamente la toelettatura. Il kit ha una postazione graffiatoio molto resistente in agave avvolta attorno al palo verticale per distendere tutto il corpo ed un palo per la rampa da terra con un graffiatoio in cartone ondulato. I gatti che si fanno frequentemente le unghie apprezzeranno questa opzione e flessibilità!

Lo Scratcher ha anche un’amaca intrecciata per riposare dopo aver giocato, lontano dai rumori della casa.

Se avete un gatto che insiste a farsi le unghie sui mobili e sui tessuti di casa, lo Scratcher è il kit ideale per voi. Dando loro un posto fisso e deputato alla toelettatura, impareranno in fretta dove andare. Inoltre tutte le parti dei graffiatoi possono essere riciclate e rimpiazzate quando si usurano, rendendo Freestyle una soluzione di lunga durata.


Il Dormiglione

Il Dormiglione è il kit perfetto per gatti super rilassati che non puntano ad altro se non al comfort estremo. La piattaforma e i gradini hanno tutti dei comodi cuscini che assicurano una superficie morbida e accogliente mentre loro osservano i movimenti di casa. Il Dormiglione include anche una cuccia riparata dove il gatto potrà ritirarsi per i riposini di una certa importanza.

Questo kit include anche un graffiatoio in agave che il gatto potrà utilizzare per stiracchiarsi dopo la dormita e per affilarsi le unghie.


L’Esploratore

Se avete un gatto avventuroso che ama saltare, arrampicarsi e farssi le unghie, dovreste provare l’Esploratore. Questo starter kit include la maggior parte degli accessori Freestyle da posizionare sui due pali verticali in modo che il gatto possa scegliere l’attività da fare in base all’umore e a seconda dei giorni.

L’Esploratore ha due diversi tipi di graffiatoi, i gradini per salire lungo l’albero, un ponte dove riposare e un’amaca riparata una volta terminata l’esplorazione. Se questo non fosse abbastanza, c’è anche un simpatico vaso per piante per alloggiare delle piante che vadano bene per il gatto, oltre ad una ciotola in acciaio inox per cibo o premietti.

L’Esploratore è perfetto per gatti giovani ed agili o per chi ha più di un gatto in casa.


Ricordate che potrete scegliere la posizione degli accessori. Sono facili da spostare se volete provare qualche cosa di nuovo. Se non avete trovato tra questi kit quello che fa per voi, potete costruirvi un vostro albero utilizzando il nostro comodo configuratore. Non esitate a contattare il nostro servizio clienti se avete delle domande su Freestyle!

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Gatti


Di cosa ho bisogno per il mio gattino Bengala?

Un gatto Bengal che guarda verso l’alto mentre utilizza un graffiatoio dell’albero Freestyle della Omlet

I gatti Bengala hanno delle caratteristiche sorprendenti perché hanno una rassomiglianza con i leopardi con i loro occhi penetranti e il manto a macchie. Come il loro aspetto suggerisce questa razza è un incrocio tra un gatto Leopardo e un gatto domestico. Per cui, essendo in parte selvatico dovrete fare particolare attenzione prima di decidere di introdurre l’intelligentissimo Bengala in casa vostra.

Con l’arrivo di un gattino, sarete pieni di cose da fare, dato che voi e anche il micio dovrete adattarvi ad una nuova vita insieme. E’ una buona idea prepararsi stilando un elenco di cose che potrebbero servire al gattino Bengala per facilitare il periodo di transizione. Se non sapete da dove iniziare, ecco una lista da cui iniziare:

Un trasportino per gatti

Quando porterete a casa il vostro nuovo Bengala, vorrete metterlo in un trasportino per gatti, con all’interno dei teli assorbenti in caso il micio abbia un incidente d’incontinenza durante il tragitto. Un consiglio è di spruzzare il trasportino con feromoni che aiuteranno il gatto a sentirsi più tranquillo.

Il trasportino deve essere sufficientemente spazioso perché il gatto Bengala possa stendersi confortevolmente e muoversi a suo agio. E’ anche importante ricordare che è meglio non portare a casa il gattino prima delle 8 settimane, perché prima è troppo presto per separarlo dalla madre.

Un Graffiatoio

I gatti hanno l’istinto naturale di farsi le unghie per cui se non siete attrezzati con gli strumenti adatti, come ad esempio un graffiatoio, potreste scoprire i mobili distrutti in poco tempo! Il graffiatoio non aiuterà solo il Bengala a farsi le unghie ma è anche un ottimo strumento per aiutare il gatto a rilasciare ormoni e l’eccesso di energia.

Se in casa avete spazio a sufficienza, gli alberi per gatti sono un’opzione anche migliore! L’ albero per gatti Freestyle della Omlet crescerà insieme al gattino dato che potrete personalizzarlo aggiungendo man mano gli accessori per il Bengala per farsi le unghie e giocare, dato che diventano sempre più avventurosi.

Una cuccia per gatti

I gatti trascorrono fino a sedici ore al giorno dormendo e i gattini, anche di più! I gatti di razza Bengala però dormiranno un po’ meno dato che sono particolarmente giocherelloni. Ciò nonostante è importante investire in una cuccia di buona qualità, in modo che il gatto possa trascorrere ore preziose dormendo.

La cuccia dovrebbe in qualche modo essere tranquilla e riparata, un posto dove il cucciolo possa essere lasciato solo e tranquillo dagli altri animali o dalla gente. La comodità è essenziale, per cui assicuratevi che la cuccia del Bengala sia confortevole e anche un posto dove ritirarsi e riposare.

Un gatto Bengala che utilizza una recinzione per gatti da esterno della Omlet

Ciotole per cibo e acqua

I Bengala necessitano di una dieta a base di cibi di qualità per poter iniziare al meglio. Assicuratevi di scegliere il cibo adatto per cuccioli e prendete anche delle ciotole adatte per dimensioni per l’acqua e il cibo. I gatti possono mangiare sia cibo secco che umido e i cuccioli hanno bisogno di una dieta specifica in base alla loro età. Dalla dodicesima settimana circa, il micio potrà iniziare a mangiare più cibo secco ma verificate sempre con il veterinario e l’allevatore per sentire cosa consigliano.

Un Box Toilette

Nonostante la natura incredibilmente attiva dei Bengala, possono vivere serenamente anche in casa fintanto che avranno abbastanza stimoli fisici e mentali in modo da non annoiarsi. Molti gattini Bengala magari sono già stati abituati alla lettiera dall’allevatore ma a volte i proprietari devono continuare ad incoraggiarli al corretto uso del box toilette attraverso il rinforzo positivo.

Prendete anche in considerazione il tipo di lettiera usata per il vostro Bengala. Date un’occhiata a tutta la gamma Omlet di lettiere per gatti e trovate quella più adatta al vostro micio.

Tantissimi giochi

Prima di portare a casa il vostro nuovo Bengala, dovreste sapere sapere che questi gatti hanno bisogno di divertirsi e giocare molto! I Bengala amano giocare e avere a portata di mano un’ampia gamma di giochi vi aiuterà a stimolarlo e a tenerlo lontano dai pasticci. I gatti Bengala sono estremamente attivi e con i giochi si incoraggia il loro istinto alla caccia come con il Kong gatto perfetto per i cuccioli. Quando il Bengala crescerà perché non provare con i giochi a canna della Omlet con erba gatta, che assicureranno ore intere di gioco sfrenato!


Prima di prendere un cucciolo di Bengala è importante tenere in considerazione non solo questi elementi essenziali ma fare ricerche sulla razza e sul allevatore. Ricordate che un allevatore coscienzioso terrà in considerazione il vostro stile di vita e la casa dove andrà a vivere. Per cui, se ritenete che sia la razza giusta per voi e decidete di prendere un cucciolo di Bengala, la cosa certa è che vi aspetterà un sacco di divertimento per tutta la famiglia!

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Gatti


Come portare la pace in una casa con più gatti

Quattro diversi gatti su un piano di lavoro in cucina

Nonostante molti gatti mostrino di amare l’indipendenza, secondo un report della PDSA PAW, il 43% dei gatti nel Regno Unito vive in case con altri gatti. Anche se le motivazioni per introdurre un altro amico felino in casa siano facilmente comprensibili, è importante essere cauti e valutare i potenziali sconvolgimenti sul comportamento dei gatti come quelli aggressivi, ad esempio soffiare, ringhiare e valutare se le dinamiche di una casa con più gatti possano andar bene per la vostra famiglia. In ogni caso se avete deciso di buttarvi nell’avventura, ci sono alcuni consigli che potreste seguire e mantenere la pace.

Fare molto esercizio

Far fare molto esercizio ai gatti li aiuterà a mantenere un peso forma e nello stesso tempo stimolati. Entrambi gli aspetti sono molto importanti, anche per chi ha un solo gatto. Però per chi vive con altri gatti, mantenersi attivi potrebbe aiutare accumuli di energia che a volte sfociano in episodi aggressivi nei confronti degli altri gatti di casa.

Un modo per far fare esercizio al gatto è attraverso il gioco che renderà anche il legame tra voi più forte. Perché non provate i nuovi giochi con la bacchetta ed erba gatta della Omlet che incoraggiano il gatto a simulare una caccia e assicurano ore intere di divertimento. Un altro ottimo modo per far esercitare il gatto è investire in un albero per gatti. I gatti adorano arrampicarsi e farsi le unghie per cui l’albero è sicuramente un modo per incoraggiare questi atteggiamenti e tenerli occupati.

Utilizzate i diffusori di feromoni

I diffusori di feromoni sono dei prodotti inodori che si inseriscono nella spina e producono feromoni o delle sostanze chimiche che i gatti rilasciano naturalmente quando si strofinano sulle superfici, graffiano un oggetto, danno una testata all’umano o ad un altro gatto o spruzzano urina. I prodotti a base di feromoni imitano i messaggi naturali che si inviano i gatti tra loro e questo significa che in una casa con vari gatti l’atmosfera diventerà più rilassata e si ridurranno i livelli di stress.

Avere diversi box toilette

E’ importante che ogni gatto abbia il proprio box toilette se vive con altri gatti. La natura del gatto è territoriale ossia ‘rivendicano’ come loro il posto dove fanno i bisogni e non amano condividere il posto. Se sentono che il loro territorio è in pericolo, possono assumere un atteggiamento aggressivo e arrivare allo scontro aperto.

Inoltre, molti gatti si rifiuteranno di utilizzare una lettiera sporca ed ecco perché è importante avere un box toilette per ogni gatto e mai una sola per più gatti perché i bisogni si accumulano in fretta. La regola generale è una lettiera per gatto più una.

Zone separate per mangiare

Ai gatti piace stare da soli quando mangiano e questo significa che se avete più di un gatto, dovrete avere varie zone cibo. Quando i gatti sono obbligati a condividere la stessa area mentre mangiano con un altro gatto, si può scatenare il loro istinto predatorio che inevitabilmente può portare ad ansia ed aggressività. In una casa con più di un gatto, avere una sola zona dedicata al cibo da condividere con altri, può essere visto come una semplice competizione per il cibo. Oltre a dare ad ogni gatto una sua ciotola, lasciategli uno spazio tutto suo dove mangiare in tranquillità lontano dagli altri.

Oltre ad evitare litigi, questo metodo vi permetterà di nutrire correttamente ogni gatto e, in caso, di seguire le sue specifiche esigenze dietetiche. Ad esempio, alcuni fattori come età, peso o condizioni mediche possono portare ad esigenze nutrizionali differenziate. Inoltre è fondamentale che teniate lontano dalla portata degli altri gatti la ciotola di ciascuno per evitare potenziali furti di cibo!

Spazio personale

Per natura molti gatti necessitano del loro spazio personale anche se non stanno mangiando. Sarebbe un’ottima idea lasciar loro una zona della casa dove rifugiarsi per stare soli, lontani dagli umani e dagli altri animali. Se avete spazio, sarebbe meglio che ognuno avesse un suo posto personale dove andare senza essere disturbato. Può anche essere una scatola di cartone se avete uno spazio limitato ma assicuratevi che sia lontana dal trambusto di casa.

Due gatti seduti, entrambi guardano nella stessa direzione


L’introduzione di un nuovo gatto può rappresentare un periodo difficile per voi e il pet che già era in casa ma fortunatamente non è impossibile far funzionare la convivenza. Dopo qualche consiglio, il periodo di transizione sarà molto più facile da affrontare.In ogni caso se doveste notare dei segni di aggressività tra gatti, consultate subito un veterinario prima che il problema vada fuori controllo.

 

 

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Gatti


Grande svendita di cucce – Non dormire su questa opportunità!

💤 La GRANDE svendita di cucce! 💤

Risparmia fino al 25% sulle cucce Bolster, cucce Topology e cucce Donut Mochi solo per un periodo limitato di tempo! L’autunno è il momento migliore per viziare il tuo amico con una nuova comoda cuccia 🍂
Dalmata su una copertura a sacco su una cuccia topology

Un ragdoll che dorme su una cuccia bolster gialla

Un goldendoodle che riposa su una cuccia bolster grigia

Un morbido gatto beccato su una cuccia donut mochi bianca


Termini e condizioni
La promozione del 25% di sconto sulle cucce è valida solo dal 14/09/21 al 17/09/21. La promozione si applica solo alle cucce per cani Bolster, cucce per cani Topology, cucce per gatti Maya Donut Mochi e cucce per gatti Bolster, incluse le coperture e i piedini. Sono esclusi tutti gli altri accessori per cani e gatti. Non è necessario un codice promozionale, lo sconto è già stato applicato. Fino ad esaurimento scorte. Soggetto a disponibilità. Omlet ltd. si riserva il diritto di cancellare l’offerta in ogni momento. L’offerta non si applica alle consegne, a sconti pre esistenti o in congiunzione ad altre offerte. Non potrete utilizzare un codice sconto sull’ordine se il carrello contiene uno o più prodotti scontati.

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Cani


Back to School – Il 20% di sconto sui prodotti selezionati

Quando i bambini sono via, gli animali ballano!

Inizia il nuovo anno scolastico approfittando del 20% di sconto sui prodotti selezionati Back To School in caso di spesa di almeno 30€ sui prodotti idonei. Fai attenzione al simbolo della matita sul nostro sito web per trovare tutti i prodotti inclusi nell’offerta oppure scegline alcuni tra i tuoi preferiti ✏️

a molto molto altro…

Termini e condizioni
Questa promozione è valida solo dal 02/09/21 – alla mezzanotte del 06/09/21. Utilizza il codice promozionale BACK2SKWL alla cassa per avere il 20% di sconto in caso di spesa superiore ai 30€ sui prodotti selezionati. Fino ad esaurimento scorte. E’ necessario spendere almeno 30€ sui prodotti contrassegnati sul sito web con la matita perché si applichi il 20% di sconto. Soggetto a disponibilità. Omlet ltd. si riserva il diritto di cancellare l’offerta in ogni momento. L’offerta non si applica alle consegne, a sconti pre-esistenti o in congiunzione ad altre offerte.

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Cani


Che differenza c’è tra una lettiera per gatti in Argilla e in Pino?

Scegliere la lettiera giusta per gatti è una decisione importante ma con i tanti tipi di lettiere sul mercato a volte diventa difficile scegliere per il meglio! I gatti possono essere degli animali molto esigenti anche per quel che riguarda i loro box lettiera per cui, per scegliere la lettiera migliore dovrete considerare sia le vostre esigenze che quelle dell’animale. Le lettiere in pino o in argilla sono le scelte più popolari – ma quale è la migliore per il vostro gatto?

Cos’è la lettiera in argilla?

La lettiera per gatti in argilla è una delle prime lettiere mai utilizzate. Tradizionalmente la lettiera in argilla è fatta di argilla tritata precedentemente essiccata in forno e poi nuovamente tritata per avere l’aspetto delle lettiere che conosciamo. Per fare una lettiera in argilla agglomerante, viene aggiunta della bentonite perché assorbe i liquidi o l’urina del gatto in questo caso specifico.

Cos’è la lettiera in pino?

La lettiera per gatti in pino è invece fatta sia con pasta di legno o con trucioli di legno riciclati ridotti in forma di pellet. Questo tipo di lettiera ha un aroma naturale di legno e può essere sia agglomerante che non.

Adesso che abbiamo stabilito le principali differenze fra questi due tipi di lettiere, possiamo iniziare a considerare altri fattori che entrano in gioco quando è il momento di decidere tra argilla e pino.

Controllo degli odori

Moltissime lettiere in argilla sono profumate artificialmente per cui se desiderate una profumazione più naturale, una lettiera in pino è meglio per voi. Inoltre ad alcuni gatti può dar fastidio un profumo artificiale delle lettiere in argilla che a volte maschera soltanto i cattivi odori senza eliminarli completamente. Se voi e il vostro gatto preferite un profumo di legna tagliata allora amerete la lettiera della Omlet N. 3 – Pine, che aiuta naturalmente a ridurre gli odori come quello di ammoniaca grazie alle sue proprietà assorbenti. Naturalmente se voi siete più propensi per una lettiera in argilla ma il vostro gatto è incline ad avere allergie, ci sono anche lettiere in argilla senza profumazioni. Questa potrebbe essere la soluzione migliore per il gatto se vi accorgete che ha delle allergie o si rifiuta di usare la cassetta.

Consistenza

Naturalmente ogni gatto è un mondo a sé ma i gatti particolarmente esigenti di solito preferiscono le lettiere con una grana molto fine. In questo senso l’argilla è avvantaggiata rispetto al pino perché ha una consistenza molto più fine come di sabbia. In natura ai gatti piace seppellire nella sabbia i loro escrementi per cui più ci si avvicina a questa consistenza, meglio è.

Agglomerante

Molte lettiere all’argilla sono agglomeranti il che significa che formano dei grumi quando entrano in contatto con un liquido. This is because of the type of clay that is added to the formula (bentonite). Clumping clay litter, as opposed to a clay non-clumping litter, is what you’re most likely to find on the market as it makes for a much easier cleaning process of the litter box. Although pine is highly absorbent, it simply does not clump quite as well as clay does.

Polvere

Dust can become a real issue with some cat litters. When litters are handled or in transit, it almost becomes inevitable that the pellets will rub together which then forms a dust. Many cat owners notice this dust when pouring the litter into their cat’s litter box. Although it may seem harmless, litter dust can in fact become harmful for both humans and cats, causing respiratory problems in the long run. Pine litters are generally better than clay when it comes to producing the least dust. They are a low dust cat litter option, which also means a better choice for cats with allergies or sensitivities.

Impatto ambientale

If a more environmentally friendly option is what you’re on the lookout for, then a pine litter will be a much better choice for you. Being a natural litter made up of wood pulp, pine is a renewable and biodegradable material. Alternatively, Omlet’s Cat Litter N. 4 – Clay offers a low waste clay litter solution that is less taxing on the planet than traditional non clumping clay cat litter, which can often create more waste, as cat owners can unknowingly end up frequently disposing of fresh litter. Omlet’s clumping clay cat litter means less waste for you, as clumps appear once the litter box has been used by your cat, making it super easy to scoop.

Altri tipi di lettiere da considerare

Le lettiere per gatti in pino o argilla sono solo due delle molte opzioni. Omlet ha a disposizione una gamma di diversi tipi di lettiera per gatti che potrebbero essere la scelta più adatta per voi e i vostri gatti.

Se la polvere è un problema con la lettiera che state usando, che ne dite di passare alla lettiera della Omlet N. 5 – Paper. Come già detto in precedenza, molti tipi di lettiere producono un po’ di polvere. Invece la lettiera in carta della Omlet è virtualmente senza questo inconveniente grazie al pellet biodegradabile realizzato con carta di giornale riciclata.

Natural litters such as grass are growing in popularity. Grass cat litters are a newer product on the market and are made using grass seeds. This litter is extremely lightweight, offers good odour control, and is also scent free.

Omlet’s Cat Litter N. 2 – Tofu may be one that you’ve not heard of just yet, but with highly absorbent properties and being more of an eco-friendly candidate, it might just be the right litter for you and your furry friend. Made from 100% crushed tofu, tofu cat litter stays fresher for longer with its active carbon composition.

Silica gel litter, also known as crystal litter, is a silica based cat litter. Made from silica crystals, it has the amazing ability to absorb a large amount of liquid. Another newer cat litter that has become available, dust from silica gel litter is also practically non-existent. Take a look at Omlet’s Cat Litter N. 1 – Silica.

Dopo aver letto le differenze tra una lettiera in argilla e in pino e aver scoperto cos’altro c’è a disposizione, sarete un passa avanti nel prendere la decisione definitiva su quella ideale per il vostro pet!

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Gatti


Come ridurre i cattivi odori provenienti da una lettiera per gatti da interno

Foto di Erica Leong su Unsplash

Un gatto che vive in casa usa frequentemente la lettiera ed è importante per il proprietarioessere in grado di tenere sotto controllo i cattivi odori. Le lettiere per gatti maleodoranti possono però essere molto più che un aroma sgradevole che alegia per casa. La cosa preoccupante è che i cattivi odori che provengono dalla lettiera possono avere effetti negativi sulla vostra salute e su quella del gatto. Con alcuni consigli sull’igiene della lettiera però, sarete in grado di tenere sotto controllo gli odori e creare un ambiente più salubre in cui vivere.

Che cosa fa puzzare tanto una lettiera per gatti?

Un odore di rancido che proviene da una lettiera può essere causato da una mancanza o da una scarsa pulizia. Anche se pulite la lettiera, se non lo fate efficacemente, maschererete solo gli odori, senza eliminarli.

Prima di qualunque altra cosa, assicuratevi che il gatto non spruzzi per casafuori dalla lettiera perché questo potrebbe essere il motivo del cattivo odore che circola per casa. Il gatto che spruzza fuori dalla lettiera può avere varie cause tra cui la noia, marcare il territorio e disagio dovuto ad una malattia. Se invece vi accorgete che il gatto semplicemente si rifiuta di usare la lettiera, allora le cause sono legate alla lettiera stessa. Alcune motivazioni possono essere

Che la lettiera è sporca, (noi non utilizzeremmo un bagno sporco per cui perché dovrebbero farlo i gatti?); al gatto non piace il tipo di lettiera che state utilizzando per odore o per consistenza (ricordate che anche i gatti hanno le loro preferenze!); oppure il posizionamento della lettiera che non aggrada il gatto/i.

Un box toilette dovrebbe essere posizionato in un angolino tranquillo, lontano dal via vai di casa per assicurare pace e tranquillità. La lettiera dovrebbe anche essere lontana da dove mangiano i gatti, avere luce sufficiente ed essere abbastanza spaziosa perché il gatto possa starci confortevolmente. I box toilette Maya sono un’ottima soluzione per i gatti che desiderano una privacy completa e comfort. Con i cinque diversi stili e punti di accesso, i vostri amici pelosi troveranno sicuramente qualcosa di adatto a loro.

In ogni caso, se deciderete di spostare la lettiera in un posto più tranquillo, per il benessere del gatto, sarà sicuramente un bene e

aiuterà nella gestione dei cattivi odori in casa. Fate attenzione perché i gatti sono animali abitudinari e non bisogna disturbare i loro spazi con grande attenzione. La transizione da un box lettiera ad un altro deve essere fatto per gradi. Acquistate un secondo box toilette e mettetelo nella nuova location mentre terrete quella vecchia dove era. Dopo circa una settimana, se il gatto ha iniziato ad usare il nuovo box toilette, potete rimuovere quello vecchio perché è un indicazione certa che si trova a suo agio con quella nuova. Un altro consiglio è di continuare ad usare la lettiera che usavate per non aggiungere ulteriore stress.

Una volta appurato che il cattivo odore non è dovuto al gatto che spruzza fuori dalla lettiera ma dalla lettiera stessa, allora potete iniziare a lavorare per tornare ad avere una casa che profuma di pulito.

Come tenere sotto controllo gli odori

Lavate regolarmente il Box

Anche se può sembrare ovvio, pulire regolarmente il box lettiera è il punto di partenza per dire addio ai cattivi odori. Ogni quanto pulire approfonditamente la lettiera, dipende da quanto viene usata oltre ad altri fattori come età, dieta ed esercizio. Se con questo regime di pulizia notate che gli odori sono più intensi, aumentate la frequenza e iniziate a pulirla a fondo una volta a settimana. Per lavare il box lettiera, per prima cosa togliete la sabbietta che c’è dentro e poi iniziate a strofinare utilizzando acqua calda mista ad un detergente delicato perpiatti. Una volta terminata la pulizia, asciugate con una salvietta. Se siete alla ricerca di una soluzione ancora più facile per pulire la lettiera, date un’occhiata alle fodere per lettiere che evitano che lo sporco si attacchi alle pareti del box. I Box Toilette Maya hanno di serie una fodera interna idrorepellente e di lunga durata che renderà più semplice il compito di pulire la lettiera.

Continuate a togliere con la paletta la lettiera sporca

Pulite la lettiera con la paletta almeno due volte al giorno. All’inizio può sembrare stressante e faticoso ma ai gatti piace avere uno spazio pulito dove fare i bisogni per continuare ad usare la lettiera. Inoltre, pulire frequentemente con la paletta, perché farlo significa ridurre gli odori cattivi. E’ anche importante cambiare la paletta e il box toilette annualmente. Questo perché con il tempo, la paletta in plastica reagisce con l’acido presente nell’urina del gatto, facendo degradare la plastica.

Utilizzate una lettiera agglomerante

La lettiera agglomerante forma dei grumi quando la lettiera si inumidisce o quando individua l’urina del gatto. Un vantaggio di questo tipo di lettiere è che sono più facili da pulire con la paletta prima che abbia tempo di depositarsi e di fare odore. Se siete alla ricerca di una buona lettiera agglomerante, la lettiera agglomerante all’argilla è molto popolare per le sue proprietà assorbenti. Omlet ha una vasta gamma di lettiere agglomeranti incluse quelle all’ argilla, che aiutano a mantenere il box pulito più a lungo. Quando la lettiera agglomerante si asciuga, grazie all’alto potere assorbente, evita che poi venga portata in giro per casa e questo rende più facili le pulizie.

Aggiungere un altro box toilette

Se siete abbastanza fortunati e avete più di un gatto, siamo certi che sapete quanto può puzzare una lettiera! Sappiamo tutti quanto può essere maleodorante la lettiera usata da un solo gatto e non c’è bisogno di immaginare con due o tre…! Acquistare un altro box, potrebbe sicuramente aiutare a contrastare i cattivi odori perché diminuir° la quantità degli escrementi in ogni box. La regola generale è di avere una cassetta per ogni gatto.

Provate un deodorante per lettiere

Non bisogna utilizzare i deodoranti per lettiera per rimpiazzare una corretta igiene ma sono comunque un ottimo modo per avere la lettiera che profuma di fresco una volta terminate tutte le operazioni di pulizia. I deodoranti sono in commercio sia sotto forma di granuli, sfere, spray, o in polvere, con una vasta gamma di profumazioni. In alternativa potete utilizzare una lettiera profumata e anche in questo caso ce ne sono diverse in commercio. In ogni caso fate attenzione perché spesso i gatti sono molto sensibili ai nuovi odori e potrebbero non apprezzare. Come altra opzione, potete scegliere un deodorante senza profumazione che funziona neutralizzando i cattivi odori. Questi sono la scelta migliore se avete un gatto sensibile agli odori.

I carboni attivi

Proprio come l’argilla, il carbone attivo è molto assorbente ed è perfetto per liberarsi dai cattivi odori. Per incorporare il carbone potete optare o per un sacchetto di lettiera che contenga carbone o carbone attivo, o comprare un deodorante che lo contenga. I box toilette Maya sono venduti con un filtro a carboni attivi che evita agli odori di fuoriuscire. Molte lettiere per gatti della Omlet hanno una composizione con carbone attivo per il massimo controllo degli odori.

Utilizzate il bicarbonato di sodio

In caso decideste che un deodorante non è la scelta giusta per voi o per il vostro gatto, utilizzare del bicarbonato di sodio è un modo sicuro per evitare la fuoriuscita di odori anche se sembra una soluzione un po’ improvvisata. Il bicarbonato non solo è completamente naturale, sicuro e quindi un’opzione pet friendly per i gatti; può anche essere usata su qualunque tipo di lettiera, assorbendo l’urina del gatto. Poco bicarbonato durerà a lungo, avrete bisogno di solo un paio di cucchiaini da té anche per una grande lettiera.

I pericoli di una lettiera sporca

I pericoli di una lettiera maleodorante per gli esseri umani

L’ammoniaca è la responsabile dei cattivi odori della lettiera e si trova in una concentrazione dello 0.5 per canto circa nell’urina del gatto. Dato che il box continua ad accumulare gli escrementi, magari in una stanza non ben ventilata, si forma il pericoloso gas di ammoniaca. Una sovraesposizione all’ammoniaca può provocare nausea e mal di testa e nei casi più gravi può portare alla polmonite. Per coloro che hanno un sistema immunitario compromesso o le donne incinte, un’esposizione all’ammoniaca può essere il via all’insorgenza della toxoplasmosi, un infezione del parassita toxoplasma gondii che può anche essere letale.

La febbre del graffio è un’infezione batterica causato dal batterio Bartonella henselae, correlato alle feci del gatto. Anche se molto raro, la malattia può causare dei sintomi pericolosi come stanchezza, ghiandole ingrossate e febbre.

I pericoli di una lettiera maleodorante per i gatti

I gatti sono animali molto puliti e questo significa che molti di loro utilizzeranno solo lettiere molto pulite e quindi eviteranno il più possibile di usarne una sporca, anche se significa trattenersi dal fare i propri bisogni. Ma per i gatti, trattenersi dall’urinare non è una buona idea perché può causare delle infezioni al tratto urinario o un blocco dei reni. Prevenire è sempre meglio che curare.

I gatti possono anche contrarre la febbre da graffio i cui sintomi più comuni sono ghiandole ingrossate, stanchezza, mancanza di appetito.

Avere un gatto in casa non significa dover scendere a compromessi con gli odori. Anche se a volte i cattivi odori che provengono dalla lettiera possono essere opprimenti, non significa che le cose debbano rimanere invariate. Fortunatamente con un po’ di consigli, siete un passo più vicini al dire addio ai cattivi odori della lettiera una volta per tutte.

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Gatti


Posso compostare la lettiera del gatto?

Con la crescente presa di coscienza delle ripercussioni sull’ambiente delle azioni dell’uomo, si può condividere le decisioni di molti proprietari di animali che cercano di fare scelte ecologicamente sostenibili anche nel quotidiano.

Alcune lettiere possono essere compostate e altre no. Se siete decisi a compostarla, dovete innanzitutto assicurarvi che sia realizzata con materiali naturali e biodegradabili.

Le origini delle lettiere per gatti

La lettiera che fu inventata a metà del secolo, è sempre stata considerata come rifiuto inutilizzabile e gettata dopo l’uso. L’inventore, l’uomo d’affari americano Edward Lowe iniziò utilizzando la Terra di Fuller – un impasto a base di argilla assorbente – invece che cenere, terra o sabbia. Brevettò il prodotto con il nome Kitty Litter nel 1947.

Molti tipi di lettiere moderne contengono silice che, sebbene non tossica per i gatti, impiega molto tempo per decomporsi una volta gettata e non può essere compostata a casa. Alcune lettiere vengono vendute come ‘risciacquabili’, ma i composti indicano che possono causare danni ambientali. Quando si intende biodegradabile si intendono materiali quali mais, legno, abete o grano. Però le lettiere lavabili possono potenzialmente diffondere la toxoplasmosi che può infettare sia umani che animali. La maggior parte delle piante lavate con acqua non riescono a rimuovere i piccoli organismi. Un sistema immunitario sano può combattere i batteri e la malattia – la toxoplasmosi – ma è un disturbo che può mettere a rischio la vita di chi ià a problemi di salute.

Ad aggravare il problema c’è che le lettiere lavabili possono intasare le tubature del bagno. Se avete una fossa biologica, la pupù e i residui di lettiera faranno fatica a decomporsi. Se optate per questo tipo di prodotto, è meglio gettarlo in sacchetti compostabili. In teoria qualunque lettiera che non sia sporca può essere gettata nel cumulo del compost.

Scegliere la lettiera migliore per i vostri gatti

Cosa ne pensano i gatti di tutto questo?

Non esiste un gatto simile ad un altro e alcuni sembrano essere molto esigenti in fatto di lettiera. Ognuno ha le sue esigenze individuali, manie e preferenze – ad esempio alcuni gatti non vogliono condividere la lettiera con altri gatti oppure storcono il naso se non c’è la loro lettiera preferita.

Scegliere una lettiera che piace al gatto e nello stesso tempo rimanere rispettosi dell’ambiente può essere difficile. Omlet facilita questo dilemma offrendo quattro diversi tipi di lettiera biodegradabile.

La lettiera per gatti della Omlet N. 2 è in tofu ed è quella a più basso impatto ambientale disponibile. Oltre ad essere perfetta per l’ambiente, è ottima anche per voi perché dura a lungo e assorbe i cattivi odori più rapidamente e con maggior efficacia.

La lettiera per gatti della Omlet N. 4 è a base di argilla ed è incredibilmente facile da pulire dato che è agglomerante. Il mix di argilla non è compostabile ma non danneggia l’ambiente quanto la gettate.

Se il vostro gatto si trova bene solo con delle lettiere a base di silice, potrebbe essere una buona idea andare alla discarica più vicina a casa per gettarla. Magari avranno una soluzione più ecologica invece che metterla nei rifiuti generici.

Come compostare la lettiera

Compostare la lettiera del gatto è come compostare qualunque altra cosa. La chiave è trovare un bidone giusto. Seguite questi cinque punti e non potrete sbagliare:

  • Tenete il cumulo del compost lontano da orti o altre aree in cui coltivate.
  • Assicuratevi che il bidone sia grande abbastanza per poter girare il compost regolarmente – un contenitore di almeno un metro cubico sarà sufficiente.
  • Gettate solo rifiuti vegetali al 100%. La lettiera di argilla o lettiere con aggiunte di additivi chimici deodoranti non possono essere compostate.
  • Aggiungete dei liquidi, vegetali ed erba tagliata. Le deiezioni delle galline o dei cavalli aiuteranno il processo di compostaggio.
  • Lasciate il compost agire per almeno due anni prima di utilizzarlo in giardino ed utilizzatelo solo per le aiuole e non per l’orto.

Gettate i composti agglomerati della lettiera sporchi (nel gabinetto o nel bidone della spazzatura) prima di compostare. Gli escrementi contengono dei batteri che possono causare problemi alla salute se contaminano il cibo.

Buon compostaggio!

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Gatti


Come mantenere la casa pulita se vivete con un gatto

Tenere la casa pulita e senza peli di animali in giro è difficile, soprattutto in questo periodo dell’anno in cui molti gatti perdono la pelliccia invernale a causa del caldo. Oltre a questo c’è un maggior rischio di pulci, oltre alla normale polvere e alla sporcizia che portano i gatti che escono all’aperto oltre infine ai piccoli granelli di lettiera sparsi per casa dai gatti che vivono tra le quattro mura domestiche.

Vi diamo alcuni consigli e vi suggeriamo i nostri migliori prodotti per la pulizia della casa.

Facilitate le salutari pratiche di toelettatura

In periodo di muta, è importante aiutare i gatti con una toelettatura extra per rimuovere i peli morti in modo da evitare il più possibile i ciuffi di pelo sparsi per casa ma anche per aiutarli ad avere una sana e confortevole pelliccia estiva.

Se il vostro gatto non è un amante della spazzola, provate a posizionare dei tappetini per toeletta attorno alle gambe dei tavoli e gli speciali tappetini tratterranno i peli senza lasciarli andare in giro per casa così voi potrete tranquillamente raccoglierli, buttarli e, in caso di necessità, pulire il tappetino.

Venite a scoprire altre tecniche di toelettatura e modi alternativi per raccogliere i peli qui.

Box toilette con controllo degli odori e anti sporco

Un’altra fonte di sporco in una casa che ospita dei gatti, naturalmente sono le lettiere. Non solo perché causano cattivi odori e sono orribili alla vista ma anche per i piccoli granelli di lettiera che i gatti trascinano per casa attaccati alle zampe come una ‘scia’.

Per fortuna c’è una soluzione! Il box toilette Maya Jump On con accesso dall’alto ha una piattaforma anti sporco che trattiene la lettiera che si attacca alle zampe una volta che hanno finito di fare i loro bisogni.

Oltre alla piattaforma anti sporco, il box toilette Jump On ha anche un filtro a carboni attivi che assorbe e tiene sotto controllo i cattivi odori prima che fuoriescano e ha anche una fodera interna facile da pulire e idrorepellente per mantenere un ambiente igienico, tutto in un discreto privato mobile box.

Piante che purificano l’aria e amiche dei gatti

Le piante che purificano l’aria in una casa possono aiutare a migliorare la qualità dell’aria e contribuire ad una maggior freschezza e igiene per tutti. Il fatto che abbiate dei gatti non vi impedisce di beneficiare dei vantaggi delle piante! Ce ne sono molte specie amiche dei gatti, come ad esempio la felce di Boston che rinfrescherà casa.

Se al vostro gatto piace giocare con le piante, grattare il terriccio o masticare le foglie, dovreste prendere in considerazione delle piante piccole da tenere fuori dalla loro portata oppure delle piante più robuste che riescano a sopportare i loro attacchi. Venite a scoprire le 10 piante amiche dei gatti qui.

Cucce per gatti lavabili in lavatrice

E’ più facile mantenere una casa pulita e senza peli in giro se il posto preferito dove dorme il gatto è facile da lavare, per cui una cuccia con una copertura che sia rimovibile e lavabile in lavatrice è un accessorio indispensabile.

La cuccia Maya Donut Mochi offre questa facile soluzione per la pulizia, basta aprire la zip, togliere la copertura e metterla in lavatrice a 30 gradi o a ciclo gentile con un detergente delicato. Lasciare asciugare all’aria e rimetterla su – super facile! Potrete anche sollevare la cuccia grazie a degli eleganti piedini che non solo sono bellissimi ma consentono un miglior flusso d’aria per evitare accumuli di peli e sporcizia e proteggere i tappeti. La cuccia Donut Mochi è un’ottima soluzione per l’igiene ED è super comoda e morbida per gatti che desiderano solo il meglio!

Coperte facili da pulire da mettere sul mobilio

Se al vostro gatto non piace dormire nella sua cuccia ma preferisce le poltrone o il letto, potreste provare con questi suggerimenti in modo da incoraggiarlo a dormire nella sua cuccia oppure potreste optare per qualcosa per proteggere i mobili dal pelo, sporcizia e unghie affilate!

Una coperta o due dedicate solo al gatto, sono una soluzione semplice per creare una barriera tra la vostra bella poltrona e il pelo del gatto oltre che alle sue zampe sporche di terra! L’ elegante e super soffice coperta è esattamente quello che dice di essere – super soffice – così che il gatto cambierà obiettivo e si concentrerà su questa coperta trapuntata disponibile in tre taglie per adattarsi all’area da coprire.

Avere sempre sotto mano un kit per la pulizia che sia sicuro per gli animali

Un’aspirapolvere è la scelta più ovvia per tenere a bada il pelo ma ci sono altri oggetti essenziali da tenere per un perfetto kit delle pulizie! Le spazzole adesive sono comode da passare sui vestiti, cuscini e coperte per eliminare rapidamente i peli. Gli spray rinfrescanti dei tessuti sono utilissimi per eliminare i cattivi odori su tende e divani. Sarà utile anche un pulisci tappeto quando dovrete pulire le zampate di terra o altri disastri!

Pulire le ciotole del cibo

Pulite regolarmente le ciotole del cibo perché è importante per ridurre i cattivi odori e mantenere l’igiene in casa. Assicuratevi quindi di acquistare delle ciotole robuste che si puliscono facilmente. Mettetele in un posto tranquillo senza troppi passaggi così il gatto potrà mangiare in pace, l’odore non infastidirà gli ospiti e non attirerà gli altri animali o i bambini! Posate le ciotole sopra un tappetino per proteggere il pavimento da cibo sparso o acqua.

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Gatti


10 piante amiche dei gatti (e quelle da evitare)

Che siano in giardino o in casa, le piante non solo migliorano l’aspetto di un ambiente ma possono anche aiutare a risollevare l’umore, aumentare la creatività e ridurre lo stress. Anche se non sempre teniamo in considerazione la parte pericolosa delle piante, è importante sapere che alcune sono tossiche se ingerite dal gatto. Se decidete di dare un tocco di verde a casa vostra, assicuratevi di fare attenzione alla scelta delle piante e che siano sicure per il vostro amico felino.

Per aiutarvi a scegliere la pianta che metterete orgogliosamente sul tavolino in salotto, abbiamo compilato una lista di 10 piante che potete acquistare senza esitazioni.

Perché la scelta della pianta è tanto importante per il vostro pet?

I gatti tendono a mangiare le piante. Questo comportamento è abbastanza frequente nei gatti per varie ragioni come ad esempio la noia, perché gli piace la consistenza, necessità di alcune fibre e altro ancora.

Ingerendo alcune piante il gatto potrebbe anche cercare di eliminare i boli di pelo che si sono formati mentre si toelettava, attraverso il vomito.

E’ però essenziale scegliere le piante adatte e, se non desiderate che tocchi le vostre piante ornamentali, potreste pensare a creare un angolino tutto per loro.

10 piante non tossiche adatte ai gatti

  • Graminacee

Che si tratti di grano, avena, orzo o segale, le graminacee non sono tossiche per il gatto. Possono masticarle senza rischiare nulla. Il gatto può anche giocare senza problemi con la Deschampsia cespitosa, Briza media (sonaglini comuni), Penniseto villoso o la Stipa tenuifolia (Nasella tenuissima).

Se osservate i gatti in natura, vedrete che cercano spesso le graminacee.

  • Erbe aromatiche

Potete piantare timo, salvia, melissa e valeriana senza temere per la salute del gatto. La valeriana viene spesso prescritta dagli stessi veterinari per i gatti stressati. Ma se le volete utilizzare per la cucina non lasciatele troppo in giro perché rischiate di non trovarne più. Volendo, potete divertirvi a nasconderle all’interno dei giochi per gatti per stimolarne i sensi.

Non dimenticate la manta che potete mettere nel box lettiera del gatto per ridurre i cattivi odori.

  • Erba gatta / Nepitella

Questa pianta è conosciuta con vari nomi ma è sempre la stessa: erba gatta (Nepeta cataria). Questa pianta ha un effetto euforico sui gatti a causa dell’odore che sprigiona. Di fronte a questa pianta i gatti tendono a strofinarsi e rotolarsi… Se miagolano, fanno le fusa o la leccano, è perfettamente normale! Nessun motivo di preoccuparsi perché è assolutamente innocua nonostante gli effetti che provoca nei gatti. 2 gatti su 3 sono irresistibilmente attratti da questa pianta.

  • Papiro

Oltre a decorare casa, il papiro è una pianta che stimolerà i gatti al gioco con le sue foglie cadenti. E’ anche molto efficace per depurare l’organismo del gatto.

  • Erica

Contrariamente a quello che si pensa comunemente, l’erica non è una pianta nociva per i felini.

  • Lavanda

La lavanda è una pianta che tendenzialmente calma il gatto. Oltre a profumare di buono e a nascondere i cattivi odori (specialmente di lettiera), si ritiene che la lavanda abbia proprietà calmanti.

  • Camedrio

Il camedrio è una pianta molto apprezzata dai gatti. Spesso la masticano e ci si strofinano.

  • Callisia

Questa pianta è innocua per i gatti. In caso di ingestione, non temete, è piena di nutrienti. La callisia è ricca di minerali e di calcio.

  • Camomilla

Come per gli esseri umani, la camomilla è consigliata per controllare lo stress. Potreste dargliene quando dovete viaggiare in macchina o in treno perché per i gatti è molto stressante. Le varie proprietà della camomilla, calmeranno, rilasseranno il gatto.

  • Idraste

Utilizzata per disinfettare ferite e altre lesioni, l’idraste è una pianta interessante da tenere sotto mano per curare i vari malesseri. Nota per le sue proprietà calmanti, disinfettanti e curative. In più non è tossica per gli animali.

Piante da evitare

Ci sono molte piante che sono tossiche per gli animali e per i gatti nello specifico. Se avete un gatto a casa, dovrete prestare attenzione alle piante tossiche.

Dentro e fuori casa le piante da evitare sono la dieffenbachia, mughetto, giglio, ficus, azalee, anturio, narcisi, oleandro, agrifoglio e vischio, poinsettia, yucca, amarilli… Questa lista non è esaustiva e in caso di dubbi prima di comprare una pianta, cercate su internet, domandate al veterinario o al fiorista.

Se il gatto dovesse ingerire o venire in contatto con queste piante, non esitate a chiamare il veterinario o a portarlo immediatamente in clinica. Le conseguenza possono essere gravi.

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Gatti


Orgoglio Omlet: Dieci incredibili storie

Questo articolo fa parte della nostra serie Orgoglio Omlet, una collezione di incredibili storie che puntano i riflettori su animali straordinari e condividono la loro lealtà, coraggio talento e compassione con il mondo.

Siamo stati fortunati e abbiamo raccolto alcune storie incredibili di animali straordinari e le abbiamo condivise con voi per 10 settimane! Ecco un riassunto delle storie che potete leggere ancora e che troverete nel nostro Blog.

Orgoglio Omlet: Dalla parte degli animali disabili

Jerry è un cane sbarazzino, giocherellone ed esuberante, salvato dalla Romania e che sa fare la verticale! Ha finalmente rimesso i piedi a terra quando Shena gli ha dato una casa e ha tratto ispirazione per aprire un centro di recupero specializzato in animali disabili. Leggi la storia qui!

Orgoglio Omlet: Un amico fedele

Nicola e Ben comprarono delle galline per far felice Julia, la loro madre di cui si occupano a casa loro. La famiglia non avrebbe mai potuto immaginare che una gallina sarebbe diventata un affettuosa compagna per Julia nella fasi avanzate delle demenza. Leggi la storia qui!

 

Orgoglio Omlet: un aiuto gratuito

Provenienti da allevamenti intensivi, Hennifer Marge e Sybil adesso vivono all’aria aperta con il loro umano Jonathan, trasformando la vita dei detenuti grazie al progetto Rosemead. Jonathan (operaio e sostenitore delle galline) ritiene che le galline abbiano la capacità di decodificare le situazioni più complesse. Leggi la storia qui!

Orgoglio Omlet: Una coppia perfetta

Sulla carta, Kipper non era esattamente quello che Angela desiderava. Dopo anni di sfide comportamentali, è diventato un coraggioso donatore di sangue che ha salvato la vita ad oltre quaranta cani. Kipper è diventato il compagno perfetto per Angela. Leggi la storia qui!

Orgoglio Omlet: Animali in cattedra

La gallina Henni è un’insegnante di supporto di professione. Una simpatica gallina coccolona che ama i bambini. Segue le orme dei suoi spumeggianti padroni umani, Hamish e Verity. Leggi la storia qui!

Orgoglio Omlet: Mipit e tutto ha un senso

Mipit è un cane da assistenza mentale per la sua umana, Henley. Mipit aiuta Henly ad essere attiva ed indipendente. Chi non ama un cane che ti aiuta a fare la differenziata, risponde al telefono ed è il tuo migliore amico qualunque cosa accada? Leggi la storia qui!

Orgoglio Omlet: Peaky

Alla tenera età di un anno, Peaky è già una star del cinema. Ha vissuto in gabbia tutta la vita e usciva solo per esibirsi. Quando Joana e Fergus lo hanno portato a casa, era un batuffolo giallo che copriva un fascio di nervi. Erano decisi ad aiutare Peaky il loro dolce e piccolo canarino a uscire dal suo guscio. Leggi qui la storia!

Orgoglio Omlet: Salvare la vita di Sophia

Quando cresci insieme agli animali, casa non è casa senza un pet. Portare a casa Harry è stata una salvezza sia per lui che per le sue umane, Sarah e sua figlia Sophia. Harry ha un dono speciale. Ha una sensibilità unica verso l’epilessia e ha salvato la vita di Sophia un’infinità di volte. Leggi la storia qui!

Orgoglio Omlet: La barba di Buster

Buster era destinato ad inseguire palline sulle spiagge di Barry Island. E’ un adorabile labradoodle con grandi occhi scuri e una lunga barbetta. Un filosofo con una natura giocosa, è il co-autore di un libro per bambini insieme alla sua umana Natalie che ha come scopo di risvegliare l’interesse per l’autismo. Leggi la storia qui!

Orgoglio Omlet: Conigli coraggiosi

E’ difficile descrivere la paura di Pixie il coniglio quando la RSPCA (un’associazione inglese) le ha finalmente trovato casa con un padrone esperto di conigli. Diciotto mesi dopo la dolce Pixie vive nel comfort e sta imparando a farsi amare dalla sua adorata umana, Wendy. Leggi la storia qui!

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Animali da compagnia