The Omlet Blog Category Archives: Cani

5 giochi da insegnare al cane

Insegnare al cane dei giochi non è poi così difficile. Il vostro animale è molto intelligente. Addestrare un cane è più facile che addestrare un qualunque altro animale. A volte però è difficile trovare ispirazione e idee ed è proprio per questo che abbiamo messo a punto una lista di 5 giochi da non perdere da insegnare al cane!

Immagine di Claire Diaz da Pixabay

I cani sono molto attenti a ciò che li circonda, sono in grado di imparare diversi comandi e assimilare velocemente ciò che gli dite. Però dovrete essere pazienti e farvi aiutare da dei bocconcini per ottenere dei risultati. Non superate mai i 10 minuti su un esercizio al giorno e prima di iniziare assicuratevi di essere dell’umore giusto per insegnare. Non dovete mostrare frustrazione o il cane la percepirà e risulterà meno performante.

Lo sapevate che i giochi e gli esercizi che gli insegnate lo stimolano mentalmente e fisicamente? Sono anche un modo per intensificare il legame che vi unisce.

La lista non è esaustiva e presumiamo che il vostro cane conosca già “seduto”, “terra” e “resta”.

1- Darsi la zampa

Foto di Zen Chung da Pexels

Magari avrete notato che i cani a volte sollevano la zampa quando chiedono cibo. Questo gioco non è particolarmente complesso da insegnare quindi. Dovete solo trovare la parola più adatta o il segnale giusto da comunicare al cane.

Il consiglio della Omlet: Tenete il bocconcino in una mano, mostratelo al cane e ditegli di aspettare. Lentamente, abbassate la mano e quando il cane solleva la zampa emettete il suono che volete associare al comando. “Dammi il cinque”/”Zampa” un suono semplice da ricordare, meglio se breve. Metteteci enfasi quando la pronunciate, dell’entusiasmo. Poi dategli il premio e congratulatevi con lui con una pacca.

Gradualmente non dovrete più abbassare troppo la mano. Ogni volta che ripetete il comando, assicuratevi di tenere la mano un po’ più in alto in modo che il cane sollevi la zampa. Ripetete con la stessa zampa.

Quando avrà imparato a destreggiarsi con il comando, potrete addestrarlo a sollevare l’altra zampa. Però il suono/parola dovrà essere diverso dal precedente. Utilizzate ad esempio la parola “altra”.

In seguito potrete facilmente insegnargli a dare un “cinque alto”. Dovrete mostrargli il palmo e incoraggiarlo a sollevare la zampa sempre più in alto. Ogni volta, premiatelo.
 
 
 
Immagine di Yama Zsuzsanna Márkus da Pixabay

2- Rotolarsi

Questo è un giochino che molti proprietari vorrebbero insegnare al loro cane ma non sanno come.

Il consiglio della Omlet: Per prima cosa, fate posizionare il cane in posizione “terra”. Tenete un bocconcino in mano e fateglielo annusare senza però darglielo. L’obiettivo di questo esercizio è che il cane non si alzi. Se lo fa non vi agitate e ricominciate.

Usate la mano per guidare il cane. Dovete effettuare il movimento e la traiettoria che volete far fare al cane. Utilizzate la mano per far voltare la testa del cane. Mentre cercherà di voltarsi per prendere il bocconcino, finirà per rotolare. Ripetete l’esercizio varie volte ma non fate mai durare l’esercizio più di 15 minuti. Potrete ripetere in seguito nella giornata.

via GIPHY

3- Parla

Questo comando è più facile da apprendere per i cani che tendono ad abbaiare e più difficile per quelli tranquilli.

Il consiglio della Omlet: Cercate di far andare su di giri il cane con il tono della voce. Domandategli di sedersi e tenete un bocconcino in mano. Agitate la mano ma non dategli il premietto. Ripetete la parola/comando che volete che impari diverse volte, magari “abbaia” o “parla”. Aspettate che abbai o guaisca. Dopo alcuni secondi dategli il bocconcino e lodatelo. Se volete che il cane si calmi ripetete la parola “silenzio” o “basta” e andate via.

Non incoraggiate o lodate mai il cane se abbaia guardando fuori dalla finestra o alle persone. Sentire abbaiare può far paura ad alcune persone.

Foto di Noah Austin su Unsplash

4- Balla

Buone notizie, il vostro cane può anche imparare a ballare! Magari balla meglio di voi…

Ad ogni modo questo gioco è più facile per i cani di piccola taglia. I cani di taglia grande fanno più fatica a reggersi sulle due zampe. Questo gioco inoltre non è raccomandato per i cani che hanno problemi alla schiena.

Il consiglio della Omlet: Fate sedere il cane. Tenete un bocconcino in mano e posizionate la mano sopra al muso del cane un po’ indietro. L’obiettivo è di far stare seduto il cane su due zampe e lo farà solo se sarà l’unico modo per prendere il premietto. Una volta che avrà sollevato le zampe da terra, lodatelo. Ripetete l’esercizio diverse volte finché non si solleverà facilmente.

Una volta fatto questo, potete passare alla fase successiva. Quando il cane è su due zampe, tenete il bocconcino e muovete la mano descrivendo dei piccoli cerchi sopra la sua testa. Dopo alcuni secondi, il cane muoverà le zampe a terra. Appena lo farà, ricordatevi di dire la parola che volete associare. In questo caso potrebbe essere “balla”. Una volta che avrà fatto dei piccoli passi, dategli il premio.

Immagine di Adina Voicu da Pixabay

5- Fare il morto

Foto di Rushay Booysen da Pexels

E’ un gioco complesso! E’ un gioco che fa colpo sul pubblico ma non è facile da insegnare al cane, soprattutto se è un animale dinamico. Però dato che nulla è impossibile, dovrete solo armarvi di più pazienza.

Il consiglio della Omlet: Come per il comando “rotola” dovete far mettere a terra il cane. Tenete un bocconcino in mano e metteteglielo sopra la testa. Una volta che si sarà sdraiato fermatevi e ditegli di rimanere fermo. Ripetete questo processo molte volte finché non avrà capito che non si deve muovere. E’ molto importante dire la parola che volete associare al comando. Per questo gioco potrebbe essere “Bang”.

Questo gioco non è facile da descrivere, un video a volte vale più di mille parole. Vi consigliamo di guardare questo video per insegnare al cane a fare il morto.

Qualunque gioco decidiate di insegnare al vostro cane, è essenziale che siate pazienti per ottenere dei risultati. Non dimenticatevi mai di incoraggiarli e premiarli. E non forzateli mai. Se non vuole imparare un comando oppure non lo comprende, non vi ostinate. Se siete in dubbio se state facendo o meno la cosa giusta, ci sono tante risorse diponibili su Youtube. Non esitate a guardare diversi video per scovare la tecnica migliore da adottare con il vostro cane.

Taggateci sui social media se riuscite a fare questi giochi con il cane. Ci piacerebbe condividere i loro risultati.

Taggateci su instagram omlet_it o inviateci un video al seguente indirizzo: info@omlet.it

 

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Animali da compagnia


Orgoglio Omlet: dalla parte degli animali disabili

Questo articolo fa parte del nostro Orgoglio Omlet una serie di incredibili storie che accendono i riflettori su degli animali straordinari che condividono il loro altruismo, coraggio, talento e compassione con il mondo intero.

-Scritto da Anneliese Paul

Jerry è un cane sbarazzino, giocherellone ed esuberante, salvato dalla Romania e che sa fare la verticale! Ha finalmente rimesso i piedi a terra quando Shena gli ha dato una casa e ha tratto ispirazione per aprire un centro di recupero specializzato in animali disabili.

Quando vedi un cane con due sole zampe, che cosa pensi? Molti getterebbero la spugna. Alla sua prima visita dal veterinario, fu suggerito a Shena di “addormentare” Jerry. Ma Shena non poteva farlo.

Shena ha quattro cani, lavora negli ospedali nei reparti oncologici e studia per prendere una laurea in Assistenza Sociale. Poi un amico le ha inviato un video di un cucciolo in Romania e si è commossa.

Jerry era paralizzato, un randagio che nessuno voleva che probabilmente era stato investito da un’auto e lasciato morire sulla strada. Shena non riusciva a togliersi la sua immagine dalla testa, “Uno in più non cambierà?” e così ha deciso di portarlo a casa.

La prima volta che Shena lo ha incontrato, Jerry è saltato giù dalla macchina, pieno di energie. E’ stato amore a prima vista. Era un giocherellone cucciolo di sei mesi. I quattro cani di Shena lo hanno accolto senza problemi e si è inserito nel branco in poco tempo.

Essendo paralizzato fin da piccolo, non è una sorpresa scoprire che dopo l’operazione per togliere le zampe posteriori, Jerry è tornato a giocare dopo qualche piccola caduta per ritrovare l’equilibrio.

Jerry cammina su due zampe senza problemi in casa e in giardino ma per le passeggiate utilizza le ruote. Hanno dei tubi idraulici e all’inizio era un po’ traballante ma in un paio di giorni e un po’ di pratica ha preso confidenza. Adesso che è arrivato al suo terzo set di ruote, Jerry rincorre le palline. Niente lo può fermare. Shena ritiene che sia il più veloce di tutti!

Jerry ha iniziato ad avere un seguito sui canali social di Shena e la gente ha cominciato a chiederle dei consigli sugli animali disabili. Jerry adesso ha due nuovi amici a due zampe e un’amicizia speciale con Flo, un altro cane salvato dalla Romania. Nel 2013, pochi mesi dopo aver adottato Jerry, Shena e suo marito Ian hanno deciso di realizzare PUDZ. PUDZ è un santuario per animali ed è specializzato in animali disabili.

Until last year Shena e Ian si sono occupati di 170 animali, inclusi cani, gatti, conigli, cincillà, porcellini d’india, galline, anatre e tacchini nel nord del Lincolnshire.

A causa delle loro disabilità, molti degli animali, se non fosse per le cure di Shenae Ian non sarebbero qui. Jerry è stata la loro ispirazione e da poco sono riusciti a raccogliere abbastanza soldi per un terreno di 1 acro per poter portare avanti il loro lavoro con gli animali e regalare loro una vita felice che meritano.

 

“Jerry mi ha cambiato la vita. Ho incontrato così tante persone. Perché abbandonare degli animali che sono disabili? Loro non lo farebbero con noi. Tutti meritano un’occasione nella vita.”

 

 

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Animali da compagnia


Doga: è possibile fare yoga con il cane?

Fare delle lunghe passeggiate con il cane aiuta a rilassarsi e a condividere un momento d’intimità con il vostro pet per ricaricare le batterie. Però, se il tempo è nuvolo e non avete molta voglia di uscire a passeggio, vi proponiamo una nuova attività! Divertente e allegro, il Doga è una nuova disciplina molto alla moda che vi permetterà di trascorrere del tempo di qualità con il cane e a disconnettervi dal mondo.

Foto di cottonbro da Pexels

Coinvolgere il vostro animale nelle vostre attività di yoga, vi aiuterà a migliorare la tecnica ma può anche essere un eccellente allenamento e una maniera divertente per legare con il vostro pet.

Che cosa è il Doga? C’è bisogno di attrezzature particolari?

Probabilmente avrete già sentito parlare dello Yoga. Questa rilassante attività permette di centrarsi su sé stessi e sul proprio corpo. Praticato da soli o in palestra, questa attività è molto in voga e apporta molti benefici.

Unite la parola yoga con la parola inglese cane “dog” e otterrete al parola: Doga. Questa attività è nata negli Stati Uniti negli anni 2000 e si è diffusa rapidamente in tutte le grandi città, specialmente in Asia. Sfortunatamente il Doga è ancora molto poco conosciuto in Europa e non ci sono dei posti preposti dove praticare questa attività in gruppo.

Non è solo un qualcosa per fare attività con il cane. Doga è prima di tutto un movimento condiviso tra la vostra posizione e come potete adattarla per coinvolgere il cane e migliorare la relazione.

Non è necessaria un’attrezzatura specifica. Sarà sufficiente un materassino da yoga e un abbigliamento comodo che non intralci i movimenti. Doga si può praticare all’aperto e se il tempo è brutto anche in casa! Se lo volete fare all’interno, scegliete una stanza dove tenere le sessioni di Doga. Una volta presa confidenza, il cane assocerà rapidamente il materassino da yoga e la stanza e sarà lieto di passare un momento di relax solo con voi.

Foto di Karolina Grabowska da Pexels

I benefici del Doga

Nel Doga si uniscono i benefici dello yoga: relax, concentrazione, meditazione, rifocalizzazione su sé stessi… nello stesso tempo questa attività fatta con il cane, porta nuovi vantaggi.

Doga aiuta a ridurre lo stress

Il vostro cane spesso riesce a percepire quando siete stressati e a volte il vostro umore contagia anche loro. Doga è un momento in cui riprendete fiato, vi rilassate e il vostro cane vi è accanto.

Non ci sono regole precise per il Doga e se vorrete rilassarvi entrambe, il cane dovrà essere libero di muoversi a suo piacimento. Se il cane vorrà partecipare alla sessione, meglio ma se invece preferirà stare da parte, non forzatelo. La sessione di yoga vi farà bene e il cane lo sentirà comunque.

Doga favorisce la comunicazione tra cane/padrone

Dovrete guidare il cane durante tutta la sezione. Seguite anche i suoi ritmi in modo che il cane si senta a suo agio e al sicuro. Lavorate sulla respirazione e fate esercizi semplici. La ripetizione è la chiave del successo. Deve imparere a riconoscere i movimenti. Incoraggiatelo e come detto prima non forzatelo mai.

Aggiungere questa nuova attività alla vostra agenda, sarà un’opportunità per godere della compagnia del vostro cane e rafforzare la complicità con lui o lei.

Grazie a tutti questi benefici, questa pratica potrebbe aiutare il cane a dormire meglio. Proprio come noi umani, i cani sognano. Spesso i sogni si riferiscono alle esperienze fatte durante il giorno. Condividendo un’attività calma e senza rumori esterni, i loro sonni saranno più calmi.

Doga è adatto a tutti i tipi di cani?

Doga è adatto a tutti i tipi di cani: giovani, anziani, di taglia grande, piccoli, irrequieti, calmi. Questa attività non è un modo per educare il cane ma un momento di condivisione. Non saranno necessarie ricompense perché il cane apprezzerà il tempo trascorso assieme.

Doga può essere particolarmente utile per i cani anziani o infortunati. Fare stretching, nella maniera corretta e i massaggi possono avere un impatto positivo sul corpo del cane.

L’obiettivo del Doga è di divertirsi e di passare del tempo di qualità insieme. Non ci sono regole e il Doga non dovrebbe essere un’attività da essere presa seriamente. Ecco perché questa pratica è aperta a tutti i tipi di cani: il cane non è forzato a fare nulla. Nel peggiore dei casi, terminerete la sessione da soli, rilassati e pronti a coccolare il vostro cucciolo.

Come praticare Doga?

Ci sono diversi libri che spiegano come fare yoga con il cane. Le posizioni sono ben spiegate e gli autori spiegano i benefici di questa pratica:

Potete trovare anche molti video su internet e YouTube che vi guideranno nella pratica con il vostro cane.

Guarda il Video su Youtube

E’ essenziale passare del tempo con il vostro cane in modo che possa esprimere appieno il suo potenziale. Fare solo una sessione di yoga non migliorerà la relazione che avete con lui. Se invece la farete diventare una vostra routine, rimarrete sorpresi dei benefici che ne trarrete.

Oltre a questa divertente attività, non dimenticate che il benessere del vostro cane dipende da una dieta ben bilanciata, passeggiate quotidiane e speciali attenzioni ai loro bisogni.

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Cani


Il mio cane ha troppo freddo?

Foto di Jamie Street su Unsplash

Alcuni cani amano rotolarsi nella neve mentre altri si siedono felici in una casa confortevolmente calda mentre fuori gela. Per gli amanti della neve una pelliccia spessa è una risorsa essenziale. Le razze come i Siberian Husky e gli Alaskan Malamute, allevate per il lavoro nei climi freddi non avranno problemi in un tipico inverno italiano.

Razze robuste con un folto pelo come i Pastori tedeschi, barboncini e Golden retriever, ameranno passeggiare anche se fa freddo. Le razze a pelo raso come i Greyhound e i Whippet e i piccoli cani come i Chihuahua e gli Yorkies hanno bisogno di essere protetti dal freddo. I cuccioli, i cani anziani e i cani malati potrebbero aver bisogno di attenzioni extra in inverno.

Qualunque razza sia, non li lasciate mai fuori se fa molto freddo perché anche un cane robusto può soccombere al freddo se la sua temperatura corporea scendo troppo.

Come fare a capire se fa troppo freddo per il cane?

Saprete facilmente dire se il cane ha freddo perché ve lo dirà! I cani saranno riluttanti ad andare a passeggiare oppure non saranno attivi come al solito durante la passeggiata sedendosi magari un angolino riparato o camminando più lentamente del solito. I cani che hanno freddo possono manifestare segni di ansia, lamentandosi e camminando accanto a voi mentre vi guardano supplichevoli. I cani più piccoli inizieranno a tremare e anche le razze più grandi dopo un po’ potrebbero iniziare a tremare. Se è caduta della neve, il cane potrebbe iniziare a zoppicare se gli è rimasto del ghiaccio sotto i polpastrelli.

Naturalmente non è una cosa frequente – sicuramente non per i cani in buona salute. Faranno così tanto movimento da non sentire il freddo a meno che la neve non diventi un problema per il pelo o tra i polpastrelli.

Quando diventa troppo freddo per un cane?

Generalmente, 7°C (45°F) è una temperatura minima in cui di norma i cani sono a loro agio. Quando la temperatura scende intorno agli 0°c (32°F), i cani meno resistenti dovrebbero indossare dei cappotti o degli impermeabili. Con temperature estremamente fredde, tutte le razze a parte quelle più resistenti come Husky, Malamute, Samoiedo e Terranova sono a rischio.

Quando il cane ha bisogno di un cappottino?

La domanda se è troppo freddo per il cane dipende dalla razza ma è influenzata anche dall’età e dallo stato di salute dell’animale.

I cani con il pelo raso e/o con una corporatura esile (ad esempio i Greyhound) avranno bisogno di indossare un cappotto quando escono se la temperatura cala drasticamente. Se c’è della neve a terra, i cani di taglia piccola e i cuccioli avranno bisogno di una copertura durante le passeggiate o nei giochi al parco. Essendo piccoli, si raffreddano in fretta rispetto ai cani grandi perché la parte inferiore si raffredda prima dato che la pancia è più vicino a terra.

I cani anziani e i cuccioli hanno un sistema immunitario abbastanza debole e rischiano di ammalarsi se prendono freddo. A volte i cani anziani soffrono di artrite che peggiora con il freddo e a volte devono indossare un maglioncino anche dentro casa per tenere al caldo le articolazioni.

I cani con un pelo chiaro potrebbero beneficiare di un cappotto scuro perché attira i raggi solari in inverno. Se c’è un vento ghiacciato tutti traggono beneficio da un cappotto (a parte poche razze adatte alle temperature estreme).

Anche un cane resistente può essere a disagio nella neve soprattutto se il pelo si riempie di ghiaccio. I cani cercano istintivamente di pulirsi strofinando il muso a terra – mentre invece raccolgono ancora più neve! Le zampe dei cani possono gelarsi e questo crea gravi disagi.

Durante la passeggiata potete rimuovere periodicamente la neve (anche se a volte si forma del ghiaccio che non può essere rimosso immediatamente).

Come tenere al caldo il cane in inverno

Conoscere le necessità del proprio cane è la chiave per sapere se ha troppo freddo. I cani non hanno sempre bisogno di stare al calduccio e magari avete notato che ogni tanto cercano un angolino di pavimento freddo dove stendersi soprattutto quando il riscaldamento è acceso in inverno. Anche il troppo riscaldamento è un problema come il troppo freddo.

Le razze con il pelo scuro beneficiano dei raggi solari invernali dato che riescono ad assorbire anche il più piccolo tepore. I colori più chiari riflettono la luce e anche il calore.

Se il tuo cane ha freddo in inverno, un cappottino è una semplice soluzione. Una cuccia confortevole è molto importante per stare caldi la notte.

Evitare di tagliare drasticamente il pelo del cane in inverno potrebbe essere un buon modo per combattere il freddo!

Come faccio a sapere se il cane ha troppo freddo la notte?

Finché il cane avrà una confortevole cuccia dove stendersi comodamente e e finché la temperatura della stanza non gela, è difficile che i cani sentano freddo. Il cane si accoccolerà giù e il suo calore corporeo sarà sufficiente per una buona notte di sonno.

Assicurarsi di avere una cuccia che faccia al caso, è importante. Nessuna è più comoda della cuccia Topology – che può essere sollevata da terra per migliorare la ventilazione ed evitare che la cuccia si scaldi o si raffreddi troppo a contatto con il pavimento freddoo caldo. Le coperture hanno una zip che consente di cambiarle con facilità se si bagnano.

Una coperta per cani di alta qualità aiuterà – specialmente se il cane ha un kennel o una cuccia all’aperto. Il cane si raggomitolerà sotto oppure la metterà da parte proprio come fate voi con un plaid aiutandovi a mantenere la temperatura perfetta durante tutta la notte.

Attenzione: solo le razze più resistenti possono rimanere all’aperto in un kennel in inverno anche se è completamente impermeabile.

 

Cosa succede se il cane prende troppo freddo?

I sintomi principali che indicano che il cane ha freddo sono tremori e mugolii. Un cane che trema deve essere avvolto in una coperta e tenuto al caldo. Di solito è sufficiente.

Se un cane fragile o troppo piccolo ha troppo freddo, rischia di ammalarsi. Il freddo abbassa le difese immunitarie e lascia spazio alle malattie. Se nel periodo invernale il cane passa il tempo a starnutire o ad avere uno scolo da occhi o naso, potrebbe essere sintomo di raffreddore o influenza o altre malattie.

Cani e ipotermia

Anche se infrequente, è possibile che un cane vada in ipotermia. Questo accade quando la temperatura corporea scende sotto la media di circa 38-39°C (101-102.5°F) a 37°C (99°F) o meno. Un simile calo di temperatura può risultare fatale anche se riuscite a portarlo subito al caldo.

Potete capire se un cane rischia l’ipotermia o rischia la vita da come si comporta. I sintomi includono letargia, sonnolenza, movimenti maldestri e difficoltà di respirazione.

La prevenzione è l’unico rimedio. Conoscere il cane e i loro limiti fisici ed usare il buon senso per non esporre il cane a situazioni che lo mettano a rischio ipotermia.

Cani e congelamento

Il congelamento è un altro rischio legato al freddo. Nel freddo estremo, un animale a sangue caldo protegge gli organi vitali reindirizzando il flusso sanguigno verso questi ultimi. Questo significa che le estremità come le orecchie, naso, e zampe sono a rischio congelamento. Se una parte del corpo è rosso acceso o nera, il cane rischia il congelamento e deve essere immediatamente scaldato.

Se le orecchie o la coda del cane ‘sono ghiacciate’ al tatto, forse è meglio accorciare le passeggiate e passare più tempo in casa.

In generale se voi avete freddo stando fuori nonostante il cappotto, cappello e guanti anche il cane sentirà il freddo. Il buon senso è importante quando dovete capire se per il cane la temperatura è troppo fredda o meno e sicuramente il vostro cane vi aiuterà a capire come si sente.

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Cani


Qual’è la miglior copertura per il tuo cane?

Vieni a scoprire la nuova cuccia Topology per cani della Omlet, con coperture personalizzabili che si adattano alla personalità del tuo cane. Non sei sicuro di quale copertura sarebbe la più adatta per il tuo cane? Fai il quiz qui sotto!

 

  1. Che tipo di passeggiata predilige il tuo cane?

  1. Corri cane, corri! Il più a lungo possibile
  2. Una passeggiatina al parco andrà benissimo, grazie
  3. Sono piccolo. Una breve passeggiata seguita da un riposino, grazie.
  4. Una passeggiata per il quartiere andrà benissimo per noi!
  5. Più fangosa è, meglio è. Un bagno gelato sarebbe un bonus!

 

  1. A quale razza di avvicina di più il tuo cane come personalità?

  1. Un impetuoso dalmata
  2. Un viziato barboncino
  3. Un coccoloso carlino
  4. Un raffinato saluki
  5. Uno spaniel amante dell’acqua

 

  1. Cosa credi sia più utile in una cuccia?

  1. Una cuccia che gli fornisca un buon supporto e lo faccia riposare completamente
  2. Un materiale elegante ma che sia anche facile da pulire
  3. Qualcosa che crei una sorta di tana
  4. Un’elegante e raffinata cuccia che si abbini alla casa
  5. Una cuccia che sia pratica e che si pulisca e si asciughi facilmente dopo la passeggiata

 

  1. Dove preferisce dormire il tuo cane?

  1. In qualunque posto morbido dove sprofondare
  2. Solo su soffici lenzuola e possibilmente accanto al fuoco
  3. In un angolino comodo lontano dal rumore
  4. In un posto dove possa stendersi completamente e rilassarsi
  5. Ovunque possa asciugarsi e poi raggomitolarsi

 

  1. In una scala da 1 fino a schifezza totale, quanto è pulito il tuo cane?

  1. Finché c’è la possibilità di fare una lunga passeggiata e poi un riposino, il fango non gli interessa!
  2. Molto pulito, non metterebbe mai neanche una zampa vicino ad una pozzanghera
  3. Credo che preferisca stare fresco e pulito nella sua cuccia
  4. Pulito ma non disdegna sfogarsi al parco
  5. AMA il fango. E AMA nuotare. E’ un raccatta sporco seriale!

 

  1. Quale è la paletta cromatica in casa tua?

  1. Mi piace il giallo mostarda. Più è luminoso meglio è.
  2. Crema e bianco, grazie.
  3. Le sfumature di grigio stanno a meraviglia a casa mia
  4. Un elegante color menta e un tenue verde
  5. Il marrone è l’ideale per coprire le macchie di fango

Risposte!

 

Maggioranza di A: Copertura a sacco!

Questo super morbidoso sacco si avvolge al corpo del cane per una notte da sogno. Il supporto extra è l’ideale per rilassarsi dopo una passeggiata e il brillante colore giallo mostarda si sposa elegantemente con gli interni di casa! Inoltre, il sacco all’interno si può rimuovere facilmente per essere lavato.

Maggioranza di B: Copertura in pelle di pecora!

L’elegante e super soffice copertura in pelle di pecora in un sofisticato color bianco, offre un comfort eccellente per il vostro viziato cucciolone che vuole solo il meglio. Non preoccuparti per i peli e lo sporco, la copertura in pelle di pecora di può togliere e metterla in lavatrice!

Maggioranza di C: Copertura Bolster!

La copertura imbottita bolster è ben riempito sui lati e progettato per supportare la testa del cane come un cuscino. La forma bolster aiuta anche a creare un senso di sicurezza e protezione. Il cuscino Bolster può essere anch’esso tolto dalla copertura per essere lavato!

Maggioranza di D: Copertura trapuntata!

Semplice ed elegante, la copertura trapuntata è una scelta eccellente per i cani che amano stendersi dopo una lunga giornata. Le eleganti sfumature grigio-blu si adattano perfettamente a tutti gli ambienti e il materiale super soffice che copre il materasso in memory foam assicura un comfort massimo. Si toglie la.

Maggioranza di E: Copertura in Microfibre!

La copertura in microfibra è perfetta per cani che amano lunghe e sporchevoli passeggiate. Le pozzanghere non sono un problema per il tuo cane e non lo sono neppure per la tua copertura. Il design marrone tassellato assorbe tutta l’umidità dal pelo del cane e nasconde le macchie di fango. Semplicemente aprite la zip e mettete a lavare in lavatrice e sarete pronti per la prossima avventura!

 

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Cani


I cani ridono?

Foto di Jane Duursma su Unsplash

Molti proprietari di cani ritengono che i loro animali amino farsi una bella risata. Controllate su YouTube e vedrete che non mancano esempi di cani che sorridono e ridono!

Ma un cane può ridere alla stessa maniera di un essere umano? E’ molto facile antropomorfizzare il comportamento animale – ad esempio giudicare tutto quello che fanno da una prospettiva emozionale e morale umana – e la vera domanda da porsi forse dovrebbe essere perché un cane dovrebbe ridere? Quale potrebbe essere il significato e quale vantaggio avrebbe portato ai suoi antenati lupi allo stato selvatico? Oppure è qualcosa che hanno imparato a fare dopo essere stati addomesticati dagli uomini?

Non c’è una risposta univoca alla questione ma possiamo cercare di capire e approfondire la questione del riso negli animali.

Gli altri animali ridono?

Da un punto di vista strettamente scientifico i soli animali che ridono sono le grandi scimmie, i delfini e i ratti da laboratorio. Il suono della risata degli scimpanzé per noi assomiglia molto ad un grido, e in natura è collegato al rassicurarsi e al rilascio della pressione. Però se si fa il solletico ad uno scimpanzé questo ride esattamente come fa un bambino umano.

I gorilla ridono per dei comportamenti umani comici; sarebbero un ottimo pubblico nelle pantomime! Gli orangutan sono un po’ più imperscrutabili e i loro segnali di riso potrebbero essere un semplice modo di imitare piuttosto che divertimento genuino. Però se si fa loro il solletico, ridono.

Nel 2004 uno studio sui delfini ha rivelato che gli animali producevano un impulso di sonar seguito da un fischio quando giocavano. I ricercatori conclusero che questi suoni significavano che i delfini erano felici e rilassati in un ambiente divertente e non stressante e che il ‘riso’ preveniva che dei giochi un po’ troppo turbolenti sfociassero in violenza. Questo è affascinante perché molti psicologi ritengono che il riso umano si è evoluto per la stessa identica ragione e si lega anche al “riso” degli scimpanzé.

Il fatto che i topi da laboratorio ridano se viene fatto loro il solletico, suggerisce che se viene data l’opportunità molti altri mammiferi se stimolati, riderebbero. Semplicemente non ci sono ancora evidenze scientifiche. I cani però sembrano rilassarsi quando li si gratta invece di scoppiare a ridere.

Il fatto però che non ridano quando li grattate, non significa che non possano ridere.

A che cosa somiglia la risata di un cane?

La risata del cane – se questo è – è una specie di respiro affannoso – un respiro che richiama al gioco che utilizzano quando vogliono invitare un umano o altri cani a giocare. E’ un suono simile a hhuh seguito da un hhah e noi possiamo riprodurlo con un sospiro simile a ‘hoo-haa’. Il respiro affannoso è spesso associato alla testa che si inclina e potrebbe anche invitarvi allungando una zampa o facendo dei piccoli balzi verso di voi. Questo è un invito al gioco più che un’espressione di divertimento in senso stretto.

Se vi rivolgete al cane ridendo utilizzando il suono hhuh hhah tirando indietro le labbra in una sorta di sorriso mentre emettete la parte ‘aaa’, il cane potrebbe rispondere e ridere a sua volta. E’ un ottimo modo per creare un legame con il vostro amico peloso!

I cani sorridono?

Quando un cane è rilassato, spesso tira indietro le labbra e lascia penzolare la linguagli occhi si socchiudono e così a volte – a seconda della

razza – somiglia ad un sorriso. Il fatto che queste espressioni si identifichino ai momenti di relax e felicità, aiuta ad associarli ad un sorriso. Dato che si ritiene che il sorriso umano abbia origine dalla diminuzione della tensione, si pensa che si possa applicare anche ai cani. I lupi selvatici, cugini stretti del cane domestico, hanno effettivamente un’espressione facciale legata al rilassamento e alla sottomissione.

Stranamente sembra che i sorrisi siano contagiosi tra i cani proprio come nelle interazioni tra umani. Se non potete far ridere il cane, potrete sicuramente farlo sorridere! Sorridetegli e il vostro cane farà altrettanto!

Gli scienziati ritengono che i cani possano ridere?

La scienza è dalla parte dei cani che ridono. Nel 2005 uno studio intitolato ‘Dog-laughter: Recorded playback reduces stress related behavior in shelter dogs’, ha mostrato che a volte i cani ansimano in una maniera che somiglia ad una risata. Quando si faceva risentire la registrazione di queste ‘risate’ agli altri cani del rifugio, questi diventavano giocosi e si scrollavano di dosso lo stresse assumevano atteggiamenti rilassati, scodinzolando, con musi ‘da gioco’, una postura del corpo positiva.

Ciò nonostante, essere felici, rilassati e giocosi non è la stessa cosa di ridere. Non ci sono prove che un cane possa trovare una cosa divertente nello stesso modo di un essere umano – o un gorilla. Al contrario, spesso i comportamenti comici tendono a spaventare i cani.

Il riso è legato al divertimento e sicuramente potrete divertirvi quanto vorrete con loro. Mostrano chiaramente le loro emozioni attraverso il linguaggio corporeo ed emettendo dei suoni. Prendeteli come segni della vostra profonda amicizia. E avrete molto da ridere!

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Cani


L’imperdibile guida all’igiene del cane del Dogtor Adem

 

Dogtor Adem, fondatore e proprietario di Dog-Ease, è un esperto comportamentalista e addestratore di cani con oltre 15 anni di esperienza alle spalle. In questo blog, Adem ci spiegherà tutto quello che c’è da sapere sull’igiene del cane e condividerà con noi la sua opinione sulla nuova cuccia facile da pulire Topology della Omlet.


Con le notti che si allungano e il tempo sempre più umido, è sempre più difficile tenere in ordine la casa e la cuccia del cane che profumi di bucato (qualcuno ha provato acqua di cane?) Per cui, quando Omlet mi ha domandato di recensire la loro nuova cuccia Topology non ho potuto fare a meno di essere eletrizzato! La cuccia ha un materasso in comodo memory foam sollevato da terra grazie a degli eleganti piedini (che potrete scegliere per adattarli allo stile di casa vostra!), con una copertura completamente rimovibile e lavabile e può essere ricoperta con diverse coperture con stili differenti per mantenere igiene e pulizia.

Per prima cosa parliamo dell’igiene del cane e del perché sia così importante.

I cani cercano di mantenersi naturalmente puliti leccandosi. Per aiutarli a tenersi puliti, dovremmo mantenere pulite le loro cucce e l’area attorno alle cucce facendo circolare l’aria. Nei tempi andati, quando i cani erano meno domestici, pulire l’area dove avrebbero dormito era un’operazione importante perché toglieva la vegetazione scomoda, i parassiti e piccole creature che potevano recare danno. Gli antenati dei nostri cani i lupi e i cani selvatici riproducono ancora questi comportamenti. Chiaramente a casa nostra, i cani non hanno necessità di liberarsi della vegetazione o animaletti dalla zona in cui dormiranno ma una cuccia non lavata può ospitare altri organismi nocivi – batteri e funghi. Alcuni studi hanno rilevato batteri e funghi come MRSA, Salmonella, tigna e listeria, così come materiale fecale nelle cucce dei nostri amati cani. Ci può anche essere del polline e sporco e sporcizia in generale che possono aggravare allergie e problemi alla pelle che possiamo avere sia noi che i cani. E’ anche importante tenere a mente che batteri e infezioni possono passare da animali a uomini (conosciute come zoonosi). E’ quindi importante per la salute di entrambe tenere costantemente pulita la cuccia del cane in modo che ci siano meno rischi di portare organismi nocivi in casa.

Come tenere pulito il cane?

La chiave per tener pulito il cane è di spazzolarlo regolarmente. Sia che decidiate di farlo da voi o che prenotiate un professionista per farlo, (o entrambe le cose!) è sempre meglio insegnare al cane che l’essere spazzolati e maneggiati è un’esperienza positiva. Questo vi permetterà di spazzolarli completamente e a fondo con la certezza che per loro sia un piacere e che non sia fonte di stress o paura. Se il cane non è mai stato spazzolato prima o ha un’avversione per le spazzolature, iniziate ad abituarlo gradualmente. Iniziate con delle brevi sessioni giusto per far vedere al cane gli strumenti che utilizzerete quando lo spazzolate e pulite. Spazzole, tagliaunghie, asciugamani e così via. Fategli osservare con calma questi oggetti e premiatelo con un bocconcino. Una volta che il cane è entrato in confidenza con le attrezzature, potete iniziare ad interagire con il cane. Ancora una volta non dimenticate mai di premiarlo se mantiene un atteggiamento positivo. Continuate con questo sistema e procedete a piccoli passi finché non riuscirete a pulire e spazzolare il cane senza problemi. Se avete scelto di portarlo da un toelettatore potreste portarlo un po’ di volte per farlo ambientare. Anche in questo caso fatelo abituare agli oggetti e seguite sempre i suoi tempi e, se necessario, ritornate su alcuni punti.

Che cosa possiamo insegnargli per pulirli più facilmente?

Per pulire e spazzolare il cane con facilità ci sono alcune azioni fondamentali che i proprietari dovrebbero insegnare ai loro cani e che vi raccomando di inserire nei vostri programmi di addestramento.

Il primo è ‘resta’. Anche se a prima vista può sembrare un comando noioso (sanno già stare fermi, giusto?!), è invece un comando molto utile. Se il cane è in grado di eseguire questo comando, sarà capace di rimanere fermo mentre magari gli lavate le zampe quando rientrate da una passeggiata fangosa o mentre cercate di togliere dei pezzetti di foglie ed erba dal pelo – in particolare dal petto e dallo stomaco. Sarà utile anche quando voi o il toelettatore, proverete a lavarlo permettendovi di pulire con cura tutte le parti del corpo.

Il secondo comando è ‘terra’. E’ il comando che fa stendere a terra il cane. Anche in questo caso aiuta per le pulizie in generale per pulire ad esempio con facilità le orecchie e gli occhi oppure quando si vogliono pulire le zampe o tagliare le unghie.

Il terzo comando che suggerisco è ‘gira’. Di solito utilizzo questo comando in cui chiedo di girarsi al cane quando sono davanti a casa sullo zerbino e deve pulirsi le zampe sia davanti che dietro! Questo comando può anche essere divertente da far fare ad un bambino davanti ai genitori per far vedere come è pulito il cane!

Come fare per tener pulita la cuccia?

Se tenete il cane ben pulito ha senso tenere ben pulita anche la cuccia – se ci pensate, non vi fareste la doccia per poi andare a letto con delle lenzuola che non vengono cambiate da mesi! Il modo più semplice per tener pulita la cuccia è di lavarla. Questo è più facile a dirsi che a farsi con la maggior parte delle cucce che c’è sul mercato dato che sono spesso troppo grandi per entrare in una lavatrice e non hanno delle coperture rimovibili. Lo sporco deve essere eliminato regolarmente e poi la cuccia va disinfettata con un prodotto adatto agli animali. La ventilazione è un altro fattore chiave per tener pulita la cuccia dato che una buona circolazione dell’aria consente alle zone umide di asciugarsi rapidamente e i batteri non crescono esponenzialmente (l’oscurità, l’umidità e il caldo incoraggiano l’aumento dei batteri). Appendere ad asciugare al sole la cuccia è un modo per eliminare ogni tipo di batterio residuo dopo aver lavato. Assicuratevi sempre che sia ben asciutta prima di riutilizzarla.

Perché al mio cane non piace dormire nella cuccia?

Per ridurre gli accumuli di sporcizia, pelo e batteri in zone della casa, è importante che l’area designata per mettere la cuccia sia il più invitante possibile in modo che il cane ci resti volentieri. Pensate al tipo di cuccia che preferisce. Alcune razze preferiscono dormire stese mentre altre preferiscono raggomitolarsi. Alcuni preferiscono una comoda superficie piatta mentre altri preferiscono rintanarsi tra delle sponde comode per sentirsi più al sicuro. Più invitante e confortevole sarà la cuccia più probabilmente il cane ci andrà a dormire volentieri. E’ importante osservare dove il cane ama stare in modo da acquistare una cuccia adatta alle sue preferenze. Questo è il primo passo per far dormire il cane nella sua zona designata.

Se siete certi che la cuccia è quella giusta ed è ben posizionata ma il cane ancora non desidera andarci a dormire, pensate a dove l’avete collocata. Ci sono delle correnti? E’ lontana dai raggi diretti del sole che potrebbero infastidirlo? Il passo successivo è far pratica in modo da rendere la cuccia un posto sicuro e divertente dove stare. Potete insegnargli il comando ‘vai a cuccia’, accompagnato da un succulento bocconcino. Potete anche utilizzare dei dispenser di cibo per rendere piacevole la cuccia.

E’ anche importante assicurarsi che il cane abbia abbastanza stimoli mentali e fisici durante il giorno in modo che vada a cuccia a riposarsi volentieri. Quest’ultimo punto si può ricollegare ad un problema comportamentale quale l’ ‘ansia da separazione’, che potrebbe essere un’altra ragione per cui il cane preferisce stare fisicamente attaccato a voi invece che nella cuccia. Se sospettate che il cane soffra di ansia da separazione, è preferibile chiedere consiglio ad un comportamentalista in modo da poter affrontare il problema e vivere una vita senza stress.

Cosa dovremmo cercare idealmente in una cuccia?

Le mie raccomandazioni per una cuccia ‘ideale’ sono

  1. Facile da pulire con coperture rimovibili
  2. Facile da pulire sopra e sotto e se possibile sollevata da terra per consentire una migliore areazione
  3. A seconda dei gusti personali del cane potrete scegliere tra una cuccia piatta dove stendersi completamente o con i bordi rialzati per accoccolarsi.

Le cucce Topology della Omlet soddisfano tutte queste esigenze ed inoltre sono super eleganti e si adattano ad ogni tipo di interno. Anche le coperture che si sfilano facilmente grazie alla zip rendono più facile la pulizia e se acquistate più di una copertura, il cane non resterà mai senza un posticino pulito dove riposare! Dopo aver provato per alcune settimane le cucce Topology, ne comprerò un’altra perché sia io che i miei cani le adoriamo!

Dogtor™ Adem

Comportamentalista e addestratore di cani

Proprietario di Dog-ease

www.dog-ease.co.uk

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Cani


Aiuta i tuoi animali a superare la depressione invernale

Con il periodo festivo che sta per terminare, è sempre faticoso tornare alla routine e non entrare in depressione. E questo è valido anche per gli animali, non solo per i padroni.

Trascorrere del tempo di qualità con i nostri animali e dimostrargli tutto il nostro affetto: troveremo insieme la gioia e l’energia per combattere la tristezza.

Cibo salutare per gli animali

Spesso gli animali in inverno consumano più cibo. Questo perché spendono molte energie nel tenersi caldi e le energie le ricavano dal cibo (proprio come un boiler che deve lavorare di più durante i mesi freddi per riscaldare la casa). Date loro sempre dei cibi energetici corretti in modo da superare i momenti più freddi.

Fare esercizio

Continuare a fare esercizio è importante tutto l’anno, ma per i cani le passeggiate in inverno spesso sono più corte o meno frequenti rispetto ai mesi caldi. Tenete a mente che per i cani il bisogno di muoversi resta invariato e non cambia con le stagioni – amano annusare tra la neve così come amano sentire gli odori dell’estate. Se avete un giardinetto dove possano stare, questo potrebbe tenerli a bada fino alla passeggiata successiva. Potete anche inserire una breve passeggiata interessante in un posto che non hanno mai visto o che non vedete da tempo.

L’esercizio è importante anche per gli altri animali. Se tenete i conigli e i porcellini d’india all’esterno, aggiungete al recinto un sistema di tunnel: garantirete loro tante ore di divertimento assicurato in queste giornate invernali. I recinti Zippi per conigli e porcellini d’india sono l’ideale per far felici i vostri piccoli amici. Potete aggiungere le piattaforme, dei rifugi e tutta una serie di altri giochi per intrattenerli.

Stimolateli mentalmente

Trascorrendo del tempo con i vostri animali, potrete tenere attiva la loro mente in molti modi, a seconda degli animali. Parlate agli uccellini, giocate con i cani e i gatti e date ai vostricriceti, gerbilli o altri piccoli mammiferi qualche nuovo gioco stimolante. Fringuelli, canarini e pappagalli si divertiranno con un nuovo gioco. Non c’è niente di meglio di una sfida mentale per superare la depressione invernale!

I giochi consentiranno agli animali di intrattenersi da soli; una volta che passate le feste la casa tornerà tranquilla come sempre.

Socializzazione

E’ possibile che al vostro cane siano mancate le passeggiate al parco che non avete fatto per via del freddo o delle feste. Se avete un cane socievole, un giro al parco per un’annusata e magari un incontro con i vecchi amici potrebbe essere una svolta nella giornata. Un incontro-gioco è un’altro ottimo modo per socializzare, aria fresca e tanto movimento.

Tenete gli animali al caldo

In media in inverno alcune parti della casa sono più calde di altre. Assicuratevi che gli uccellini, criceti e gerbilli non rimangano al freddo o in prossimità di correnti d’aria perché un calo delle temperature può essere fatale nei piccoli animali.

Una lettiera extra è il segreto per i conigli e i roditori. Con le gabbie per uccelli dovrete tenerle in una stanza a temperatura costante. Noterete se hanno freddo perché gonfiano le penne e sono meno attivi per conservare le energie. Coprire la gabbia per la notte, aiuterà a mantenere il calore.

Se volete dare una scelta di qualità in più a cani e gatti, potete dare una svolta decisiva e un comfort massimo con le cucce Topology per cani o le cucce Maya per gatti. I cani e gatti che soffrono particolarmente il freddo possono indossare degli indumenti invernali.

Conigli e porcellini d’india che vivono all’aperto, avranno bisogno di una gabbia isolata per poter stare bene anche in inverno. La gabbia Eglu per conigli e la gabbia Eglu per porcellini d’india sono la scelta ideale perché tengono gli animali caldi in inverno grazie ad un sistema a doppio isolamento, (e queste stesse gabbie li tengono al fresco in estate).

Mantenere le zone interne protette

Quando i venti invernali e la neve che scende copiosa vi costringono a stare a casa, dovrete tenere la stanza calda ma non troppo asciutta. Passare tutto il giorno con aria troppo asciutta, secca la pelle degli animali (e anche la vostra). Il camino dovrà sempre avere una protezione davanti e i termosifoni bollenti così come le pentole sul fuoco possono essere un pericolo per gli animali. Cani e gatti possono scottarsi facilmente se si avvicinano troppo.

Fate stare il più comodi possibili gli animali anziani

Con il freddo alcune condizioni di salute come l’artrite peggiorano. Un cane anziano potrebbe voler stare più comodo e più a lungo dopo la passeggiata al parco. Ecco ancora che una cuccia super comoda è quello che serve e qualche soffice coperta per cani.

Rimanete al caldo, attivi e in salute nei mesi invernali, ecco la ricetta per sconfiggere la depressione invernale!

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Cani


10 Consigli per far trascorrere al vostro Pet un fantastico periodo festivo

Le vacanze sono il momento ideale per passare del tempo di qualità con amici e familiari – e questo include gli animali! E’ importante tenere a mente, però, che non sempre i divertimenti che piacciono agli umani per Natale e Capodanno sono apprezzati dai pet con cui vivono.

Con un po’ di attenzione e rispetto potrete fare in modo che le feste siano un momento di svago anche per i vostri animali. Questi dieci consigli su come far felici i vostri animali vi metteranno sulla strada giusta.

  1. Evitate i rumori eccessivi

Natale e Capodanno sono rumorosi con la gente, la musica e i giochi che contribuiscono tutti ad alzare i decibel. Per cani e gatti si tratta di trovare loro un angolino tranquillo e molti cani saranno a loro agio nel centro della festa. Per gli animali in gabbia come i pappagallini, fringuelli e parrocchetti e piccoli mammiferi non è così facile sfuggire ai rumori.

Se possibile, le gabbie dovrebbero essere posizionate in una parte tranquilla della casa se la festa si tiene in sala da pranzo e salotto. Se la gabbia non può essere spostata – se invece è fissata a terra o è troppo grossa per spostarla – dovrete fare attenzione che il rumore non sia eccessivo per gli animali.

  1. Bandite i fuochi d’artificio!

Il più grande problema è dato dai fuochi artificiali. Nessun animale ama le esplosioni e alcuni si cercano un angolino dove restare tranquilli. Molti cani e gatti però sono terrorizzati dal rumore e in casi estremi devono essere sedati. A meno che il vostro animale non sia arrivato da poco, sapete come reagiscono ai fuochi d’artificio e prenderete le precauzioni del caso. Se siete i padroni di un cane o gatto molto nervoso o se avete delle galline o altri animali in giardino, non trasformatelo nella base per i fuochi e falò!

  1. Andateci piano con i premietti

A Natale c’è sempre molto cibo a disposizione. Il cane sarà probabilmente felice di mangiare avanzi e bocconcini tutto il giorno se gliene date la possibilità ma non è una grande idea. Per quanto riguarda i cani, sarebbe meglio che il giorno di Natale e gli altri giorni festivi fossero considerati come dei giorni normali, magari con un bocconcino speciale come un pezzetto di pelle di tacchino della cena.

La stessa regola vale anche per tutti gli altri animali; e assicuratevi che le regole siano chiare per tutti. Un ospite ben intenzionato potrebbe distribuire pretzel e noccioline salate al criceto o al gerbillo oppure dare dei pezzi di panettone agli uccellini. Questi spuntini umani non fanno bene agli animali e alcuni prodotti poi sono altamente tossici. I cani ad esempio non possono mangiare la cioccolata e l’uvetta.

La regola generale da adottare è semplice ed è familiare a chiunque abbia visitato uno zoo – Non Date da Mangiare agli Animali!

  1. Mantenete alcune routine

Durante le feste è semplice tralasciare la routine. Probabilmente vi alzate tardi dal letto, andate a letto tardi e vi dovete occupare dei bambini, degli ospiti e altri a cui fare gli auguri di Natale. Con tutte queste cose c’è la possibilità che dimentichiate di riempire la ciotola di cibo, di chiudere la porta del pollaio la sera o che saltiate la passeggiata con il cane o che abbiate perso le tracce del gatto.

Fatevi un promemoria con una lista di cose da fare a Natale e Capodanno – dar da mangiare agli animali, passeggiata con il cane ecc. Magari potreste chiedere a qualcun altro di portare a passeggio il cane se voi siete troppo occupati?

Ricordatevi anche che la sera gli uccellini hanno bisogno di buio per cui assicuratevi che la vostra festa non si trasformi in un incubo per i pappagallini, fringuelli ecc. Se non c’è troppo rumore nella stanza, sarà sufficiente mettere una copertura sulla gabbia, altrimenti mettete la gabbia in un’altra stanza.

  1. Minimizzate lo stress causato dagli ospiti

A meno che non abbiate un cane che ama la folla e gli estranei, probabilmente i vostri animali non apprezzeranno la confusione creata dai vari visitatori per le feste. Avvertite i piccoli ospiti in visita di non sbattere sulle sbarre della gabbia e di non inseguire gli animali per casa.

  1. Non portate con voi gli animali

Se avete deciso di partire per Natale, chiedete a qualcuno di occuparsi degli animali e del giardino. Per cani e gatti i vari gattili e canili sono una buona alternativa anche se dovrete ricordarvi di prenotarli con anticipo perché di solito in questi periodi dell’anno sono pieni.

Il solo animale che potreste considerare di portare con voi è il cane – ma fatelo solo se il cane apprezza le gite fuori casa con altre persone (e a volte i loro animali). Alcuni cani amano restare solo con i padroni, altri incontrare gente mentre altri ancora odiano le seconde case che conoscono poco e potrebbero rimanere traumatizzati. Voi siete quelli che conoscono meglio i loro cani per cui agite di conseguenza.

  1. Fate attenzione alla temperatura

Se lasciate gli animali in una stanza diversa da dove fate la festa oppure se li lasciate all’aperto, assicuratevi che non faccia troppo freddo. Anche i gatti e cani più robusti avranno bisogno di un rifugio dove raggomitolarsi o comunque un posto riparato dove trascorrere in modo confortevole il tempo. Per gli uccelli dovete essere certi che la stanza in cui si trova la gabbia non sia nè troppo calda né troppo fredda.

  1. Mettete in ordine

Le feste natalizie nascondono molte insidie per gli animali come ad esempio la carta degli imballaggi, fiocchi, addobbi e altri vari pezzi di plastica. Per evitare che finiscano in bocca agli animali o attorcigliati alle zampe, mettete in ordine ogni volta che scartate un pacchetto.

  1. Proteggete l’albero di Natale!

A volte un albero di Natale può essere abbattuto da una coda che scodinzola o da un gatto avventuroso che potrebbe decidere di scalare la vetta. Sarebbe meglio evitare le troppe decorazioni in cima all’albero perché potrebbero facilmente cadere e rompersi e niente di fragile (o di valore) dovrebbe restare a portata di coda!

  1. Fate attenzione con i nuovi arrivati

Se avete programmato di prendere un nuovo animale proprio per le feste di Natale, assicuratevi di averlo fatto familiarizzare con gli altri animali di casa. Questo eviterà scontri e caos potenziale. La casa dovrà essere a prova di cucciolo e dovete essere certi di avere tutto ciò che serve per il cibo e attrezzature per il nuovo arrivato.

Un nuovo animale può godersi il Natale e Capodanno fintanto che non li trascurerete o che li mettiate in situazioni “scomode”. Attenetevi a queste semplici regole e animali e proprietari si godranno delle bellissime feste insieme.

Foto di Nathan McDine su Unsplash

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Cani


Quale è la cuccia migliore per un cane ansioso?

 

Il senso di inquietudine è un problema che affligge molti cani. Alcune razze sono più propense di altre all’irrequietezza mentre alcuni cani possono aver avuto delle esperienze da cuccioli che li hanno poi portati a diventare cani adulti nervosi. Altri ancora possono avere dei problemi di dolori articolari e quindi hanno necessità di comfort extra e di angolini comodi dove riposare.

I sintomi che denotano ansia in un cane o in un cucciolo possono essere il tentativo di nascondersi, ‘rintanarsi’ sotto le coperte, cuscini o nella cuccia (la propria cuccia o nel letto del padrone!), o ‘ritrarsi impauriti’ (con la coda tra le zampe). Alcuni cani esprimono ansia guaendo e mugolando, ansimando anche se non hanno fatto sforzi fisici e tremando. Saltare – e anche pizzicare e scattare – possono essere altri indicatori di ansia.

Curare l’ansia nei cani non è facile, così come non lo è per gli esseri umani. Mentre però gli esseri umani possono esternare i problemi e ricevere dei buoni consigli, le opzioni per un cane sono più limitate. Un buon addestramento può essere un ottimo aiuto per ridurre il problema e incrementare l’autostima così come un ambiente sereno impatta positivamente. La cuccia del cane può fare una grande differenza.

Che cosa può calmare un cane ansioso?

L’ansia nei cani spesso si radica nello stress da cuccioli. Con i cani che vengono dai rifugi spesso non si conosce molto dei loro trascorsi. Ma spesso in questi casi, l’ansia è legata alla separazione. Gli abusi veri e propri nei cani si manifestano con paura e scarsa confidenza ma l’ansia è qualcosa di leggermente diverso. Una cuccia di ottima qualità può aiutare i cani con una media problematica di ansia legata alla separazione – ossia quando un cane si agita quando viene lasciato solo o se è particolarmente ‘legato’ ad un membro della famiglia.

L’ansia nei cani può anche essere il risultato di un malessere. Molti cani soffrono di dolori articolari prevalentemente alle anche man mano che invecchiano. Stare sdraiati su una coperta o una cuccia sottile o una cuccia troppo piccola, non gli consentirà di dormire adeguatamente, innescando un circolo vizioso di ansia che porta ad un cattivo riposo e a stress.

Una cuccia per cani confortevole garantisce ai cani ansiosi un importante senso di sicurezza, una combinazione tra un rifugio e un giubbetto salvagente. Questi tipi di cucce hanno anche spesso dei supporti ortopedici, coperte o trapunte per raggomitolarsi e dei cuscini extra morbidi con bordi rialzati per poggiare la testa comodamente.

Anche se la cuccia da sola non può ‘guarire’ dall’ansia un cane, fa però parte di un ambiente piacevole e familiare che insieme ad un intensivo programma comportamentale, una dieta salutare, integratori e – solo se assolutamente necessarie – delle medicine. Le cucce quindi, sono un punto di partenza per ridurre i problemi legati all’ansia ma sono solo una parte della soluzione.

Le migliori cucce per cani ansiosi

Un elemento essenziale nel ambiente calmo è la cuccia per cani. Dove la posizionerete è molto importante. Deve essere in un punto piuttosto tranquillo dove il cane possa sentirsi sicuro e possa avere tutto sotto controllo. Il design di una cuccia per cani è ugualmente importante e un materasso confortevole è l’inizio invece che la fine della storia.

So, Che tipo di cucce preferiscono i cani? Per molti cani la cuccia è semplicemente un posto dove sdraiarsi e dormire. Non necessariamente deve essere lo stesso posto tutte le sere – alcuni passano una notte nella loro cuccia e la notte successiva in un posto fresco come il pavimento della cucina e la volta successiva ai piedi del letto. Ma con i cani ansiosi, la coerenza è importante e la giusta cuccia nella corretta posizione è la chiave di volta.

Una cuccia per cani anti-ansia riduce efficacemente ansia e stress e combinata con un addestramento ad hoc, la cuccia può essere davvero una svolta per risolvere il problema. Anche degli integratori possono essere efficaci e in casi estremi, il veterinario vi prescriverà dei farmaci anti-stress.

Funzionano davvero?

Una cuccia per cani anti-ansia prima di tutto dà un senso di sicurezza ai cani e ai cuccioli, oltre ad un massimo comfort. La chiave è nel design e ci sono molti modelli tra cui scegliere. Le migliori opzioni sono quelle cucce con una marcia in più per assicurare il massimo comfort al cane inclusi alcuni dettagli come le coperture sfoderabili, cuscini ortopedici, memory foam ed una copertura lavabile (possibilmente in lavatrice), insomma un design facilmente pulibile. I cani amano le comodità e una buona notte di sonno, dopo tutto è uno dei modi migliori per controllare e ridurre l’ansia.

Una cuccia ben progettata sarà morbida, lavabile in lavatrice e igienica. La Omlet Bolster dog beds, ad esempio, ha moltissima scelta di qualità per i vostri amici pelosi con materassi super morbidi in memory foam, con i bordi rialzati e con copertura facilmente lavabili. Le cucce Topology coniugano questi vantaggi con la possibilità di avere delle cucce sollevate da terra per migliorare il flusso d’aria e prevenire muffe e sporcizia che si accumulano intorno ad una cuccia mal ventilata. Le cucce Topology per cani possono essere ricoperte con differenti ‘coperture’, alcune che assorbono umido e sporco ed altre che semplicemente hanno uno strato extra di morbidezza in cui sprofondare. I cani amano le comodità!

Una cuccia calmante di alta qualità non curerà il vostro cane da sola dall’ansia. Ma una buona nottata di sonno è già un buon inizio perché il cane inizierà la giornata con la zampa giusta per affrontare le difficoltà.

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Cani


Guida ai regali di Natale – Per amanti dei cani

Fido Studio in Bianco

C’è qualcuno in famiglia che sta programmando di adottare un cucciolo o che vuole abituare il cane al kennel? Oppure c’è qualcuno che ha un cane nervoso perché recuperato da abbandono e che si sente più al sicuro se ha il suo spazio al riparo dalla confusione? Allora abbiamo il regalo giusto per loro, umani o cani.

Lo speciale Fido Studio è un kennel che ha le fattezze di un mobile moderno di design e che quindi non deve essere nascosto in un angolo. Fido Studio è anche disponibile con un pratico, opzionale guardaroba dove immagazzinare tutte le cose che appartengono al cane! Risparmia il 10% su Fido Studio bianco con la Svendita Invernale!

Cucce Bolster

Sia che acquistiate per un cane o per il suo padrone, una nuova cuccia sarà sempre apprezzata, soprattutto se l’attuale è messa male e masticata. Le super confortevoli cucce Bolster sono vendute con materasso in memory foam che si modella sul corpo del cane quando si stende. Perfette sia per i cuccioli che per i cani più anziani e stanchi.

Le cucce Bolster hanno delle coperture lavabili in lavatrice e sono disponibili in tre taglie e colori e si possono abbinare degli eleganti piedini. Al momento tutte le cucce sono in sconto al 20%!

Psst – anche i gatti le amano!

Coperte / Materassini refrigeranti

Rinnova la cuccia del cane per Natale e preparati per l’anno che verrà. La coperta super soffice della Omlet renderà la cuccia calda e accogliente per riposare dopo le lunghe passeggiate invernali ed è anche l’ideale da mettere sulle poltrone o sul sedile dell’auto per evitare peli e fango. E se vi volete già preparare per il 2021, il Materassino refrigerante è l’aggiunta perfetta per la cuccia in primavera ed estate. Questo materassino auto-refrigerante è attivato dal peso del cane e riduce i rischi di colpi di calore nelle giornate più calde.

I materassini refrigeranti sono in sconto al 20% mentre le Coperte al 15% nella Svendita Invernale!


Clicca qui per tutti i Termini e Condizioni.

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Cani


Incontra le star di Topology e le loro coperture preferite

Vieni a conoscere cinque star a quattro zampe nel nostro nuovo e incredibile video e scopri di più sulla nuova cuccia preferita: Topology!

Topology super elegante, confortevole e pratica cuccia che i cani e i padroni ameranno! Le coperture si sfilano facilmente dal materasso in memory foam grazie alla zip e si lavano in lavatrice così da averle sempre igienizzate e pulite. Una gamma di cinque coperture diverse che vi permetterà di personalizzare la cuccia e adattarla al vostro cane e alla sua personalità.

Abbiamo domandato a cinque dei protagonisti canini del video Topology di dirci qual è la loro copertura preferita e perché:

Freddie ama la sua cuccia Topology con la confortevole copertura a sacco

Freddie è un turbolento Dalmata pieno di energie! Adora mostrare quanto è bravo nel fare salti e si getta felice nella sua cuccia più e più volte di fila. Questo non è un problema per il tessuto robusto e le solide cuciture della cuccia Topology e la copertura preferita di Freddie, il Sacco, è divertente e incredibilmente confortevole quando finalmente decide di riposare e rilassarsi.

Non capita spesso ma a volte anche Freddie ha bisogno di riposare serenamente e così come la cuccia Topology lo asseconda nei suoi giochi, gli garantisce anche un grande supporto per quando è a riposo. Grazie allo strato in memory foam alla base e alla morbidezza della copertura, i padroni di Freddie non hanno dubbi che si rilasserà completamente quando è ora di dormire.

Woody potrebbe rimanere steso per giorni interi sull’elegante copertura in pelle di pecora di Topology

Anche se nessuno lo ammetterà mai, Woody il Labradoodle è, diciamo così, quello che molti chiamerebbero viziato. Non si accontenta mai e dopo aver fatto le sue passeggiate al parco la sua copertura preferita è la pelle di pecora.

Piazzata nel posto migliore del salotto, Woody si stiracchia nella sua cuccia Topology e apprezza il tessuto super morbido della copertura mentre il materasso in memory foam si modella intorno al corpo. I padroni di Woody apprezzano la facilità con cui si sfila la copertura per metterla a lavare.

Winston si sente protetto e supportato nella sua cuccia Topology con copertura Bolster

Il piccolo Winston è un Bassotto di soli sei mesi. Con tutte le esplorazioni, i giochi, il masticare scarpe che ha da fare tutto il giorno, è molto importante che abbia una cuccia comoda dove andare quando è stanco.

Winston adora la sua copertura bolster. Non solo la copertura bolster perfettamente imbottita garantisce un supporto alla testa quando dorme ma gli circonda il corpo dandogli la sensazione di essere in una tana, assicurandogli un senso di sicurezza.

Margot privilegia l’eleganza e il comfort estremo della copertura trapuntata

Margot è un Levriero afgano di classe che apprezza il lusso nella vita. Ama stare comoda, preferibilmente accoccolandosi davanti al fuoco dopo una passeggiata in città ad incontrare e fiutare amici.

La copertura preferita da Margot è la versione trapuntata super morbida. Rimane fresca d’estate ed ha un effetto riscaldante in inverno; e il design classico trasuda comfort ed eleganza. In più, ai padroni di Margot piace come si abbina il color verde menta con il resto dei mobili!

Esme si asciuga e si rilassa sulla copertura in microfibra sulla sua cuccia Topology

Esme è un incrocio della taglia di un terrier che ama solo correre per i campi e cacciare gli scoiattoli fra gli alberi durante le passeggiate in campagna. La pioggia e il vento non la fermano – più c’è fango meglio è! Ecco perché la copertura in microfibra è la sua preferita. Il tessuto è perfetto per strofinarcisi sopra e velocizzerà il processo di asciugatura.

I padroni di Esme sono contenti perché finalmente si asciuga lontano dal loro tappeto in salotto! Il fango rimasto e l’umidità delle passeggiate verranno velocemente assorbiti dalla copertura in microfibra che poi potrà essere lavata tutte le volte che vorrete, pronta per le future passeggiate.

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Cani


Prendersi cura di un cane anziano

Foto di Tadeusz Lakota su Unsplash

Per molti aspetti i cani anziani sono molto simili agli esseri umani anziani. I cani invecchiano perdono energie, alcuni dei sensi e lo schema cibo e sonno si modifica, i peli diventano grigi e hanno difficoltà a ricordare cose banali.

Oltre a questo, i muscoli e le ossa diventano più fragili e il sistema immunitario ha difficoltà a combattere le infezioni. Anche gli organi interni ne risentono di solito i cani sono più predisposti ad avere problemi al fegato, cuore e ai reni.

Può sembrare un quadro malinconico e deprimente ma è parte del ciclo naturale e dobbiamo accettarlo e fintanto che continuerete ad occuparvene in maniera adeguata, potrete godere assieme dell’età dorata.


Che cosa conta?

Non tutti i cani invecchiano allo stesso modo. Come negli umani, alcuni cani sembrano molto più giovani mentre altri più vecchi della loro effettiva età e la genetica gioca un ruolo nei rischi di sviluppare malattie e problemi all’udito e alla vista.

Ma il fattore più importante da tenere in considerazione nell’invecchiamento è la taglia. I toy, i terrier e altre razze piccole sono vecchie quando raggiungono i 10-11 anni, le razze di taglia media come i retriever sono considerate seniors quando hanno 8-10 anni, e le taglie grandi e giganti raggiungono l’anzianità verso i 5 o 6 anni.

Che cosa posso fare per aiutare il mio cane anziano?

Il cane avrà comunque bisogno di fare regolarmente movimento anche se sarà diverso da quando era giovane e pimpante. Accettate l’evidenza che non possa più seguirvi nelle lunghe passeggiate che prima amava e fate movimento per tragitti più brevi ma più frequentemente. Ricordate anche di stimolarlo mentalmente. I giochi che nascondono il cibo e i puzzle sono ottimi per mantenere il cervello in allenamento.

I cani anziani che non si muovono a sufficienza, corrono il rischio di prendere troppo peso e la loro dieta dovrà essere adattata per adeguarsi ai nuovi livelli di energia. Domandate consiglio al veterinario ma in generale è meglio scegliere cibi con pochi grassi e limitare il numero dei premietti.

Portate il cane dal veterinario qualche volta in più per fare dei controlli periodici. In questo modo riuscirete a individuare per tempo eventuali problemi di salute. L’igiene dentale è essenziale e dato che la pelle diventa più secca e il manto meno lucido sarebbe meglio occuparsi maggiormente della cura.

Cambiamenti nelle abitudini del sonno

Sono lontani i giorni in cui da cucciolo si addormentava dappertutto per ore e ore. Comfort è molto importante per i cani anziani e i muscoli e ossa hanno bisogno di un supporto.

Scegliete una cuccia che sia progettata per sostenere il corpo del cane, idealmente con un materasso rigido ma che dia sostegno con una morbida copertura. Le cucce Bolster della Omlet sono ottime per i cani anziani, non solo per il materasso in memory foam di alta qualità e per le sue funzioni di supporto ma anche perché sono sollevate da terra rendendo più accessibile per un cane anziano salire e scendere.

E’ anche importante tener conto che i cani anziani sono più sensibili agli sbalzi termici. Posizionate la cuccia che consenta loro di stare al caldo in inverno e al fresco in estate e date loro una coperta extra in inverno e magari utilizzate il materassino refrigerante in estate.

Prendete la decisione giusta a fine vita

Può arrivare il momento in cui sarete chiamati a prendere delle decisioni difficili sulla salute del cane e se valga la pena che cane continui o meno a vivere.

Se il cane sviluppa una malattia curabile, dovrete considerare cosa significherà l’intervento per il cane, quale sarà la sua qualità di vita dopo e quanto prolungherà la sua vita. Se avete l’assicurazione, i soldi non saranno un problema da considerare ma molte operazioni sono estremamente costose e non esenti da rischi.

Cercate di tenere a mente di mettere da parte i vostri sentimenti e concentratevi esclusivamente su quello che è meglio per il cane. Anche se vorreste trascorrere ancora qualche mese con lui, magari lui soffrirà per tutto il tempo e non sarebbe più in grado di fare tutto quello che gli piaceva.


I cani anziani a volte soffrono d’ansia. Il loro corpo cambia e non riescono a spiegarselo. Anche se il vostro cane non ci sente o non ci vede più tanto bene come prima, possono sentire la vostra presenza e questo li tranquilllizzerà, per cui cercate di passare tanto tempo insieme. Gli ultimi anni di vita del cane possono essere un bel periodo per tutti e due per cui fatevi una bella passeggiata insieme, accoccolatevi sul divano e giocate – proprio come avete sempre fatto!

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Cani


Disturbo affettivo stagionale: i cani possono soffrirne?

Cosa è SAD?

Il disturbo affettivo stagionale (SAD) è un tipo di depressione che si ripresenta in determinate stagioni di solito in autunno e inverno. I ricercatori non conoscono a fondo le cause che scatenano la SAD, ma molto probabilmente è legata alle giornate più brevi e fredde che limitano il nostro tempo di esposizione alla luce del sole.

La mancanza di luce solare può condizionare una parte del nostro cervello chiamata ipotalamo che può portare ad una riduzione di un ormone chiamato melatonina che regola il sonno e della serotonina che gioca un ruolo fondamentale nel controllo dell’umore e dell’appetito. E’ anche possibile che il nostro orologio interno sia disturbato dai minori livelli di luce che possono causare sintomi addizionali alla SAD.

I cani possono soffrire di SAD?

Non esiste una diagnosi ufficiale di SAD nei cani, ma studi recenti hanno mostrato che le stagioni possono influire negativamente anche sugli animali. Alcune indagini mostrano che i proprietari di cani notano che i loro cani sembrano più depressi e meno entusiasti durante i mesi invernali. Ecco perché si fa sempre più largo l’ipotesi della SAD e molti veterinari ne sono coscienti.

Quali sono i sintomi?

I sintomi della SAD di solito includono un umore depresso, una perdita di interesse per attività che di solito invece arrecano gioia, scontrosità, aumento dell’appetito e un maggior bisogno di sonno rispetto al normale. Questo si applica a tutte le specie, ma nei cani potreste anche osservare perdita di pelo e incidenti occasionali nel fare i bisogni.

Se notate questi sintomi nel cane la prima cosa da fare è di portarlo dal veterinario dato che ci sono altre cause che possono dare gli stessi sintomi e che magari necessitano di altri interventi. Il veterinario sarà in grado di valutare la situazione e vi darà dei buoni consigli per aiutare il vostro amico.

Che cosa si può fare per prevenirla?

Cercate di mantenere la routine solita anche nei mesi invernali. Non è molto invitante andare a passeggiare con il fango e la pioggia e magari anche voi avete meno voglia di frequentare gli amici e i loro cani per giocare al parco ma è comunque molto importante che il cane faccia il giusto esercizio e socializzazione. Questi consigli sono validi sia come prevenzione sia se avete riscontrato i sintomi della SAD.

Se il vostro orario di lavoro lo consente, sarebbe meglio portare il cane a passeggio quando c’è ancora luce in modo da esporlo direttamente ai raggi solari. Aprite le persiane e le tende in casa e magari spostate la cuccia del cane accanto ad una finestra in modo che non rimanga in un angolo al buio.

Il movimento e l’esposizione alla luce vi faranno sentire meglio e anche questo aiuterà il vostro cane a essere più allegro e spensierato. I nostri animali sono estremamente sensibili al nostro umore e alle nostre emozioni e il vostro cane soffrirà se anche voi non state bene.

Gli esseri umani affetti da SAD a volte traggono dei benefici da luce artificiale che riproduce la luce solare. Sebbene non ci siano prove che possa migliorare l’umore del cane, non potrà neppure fargli male, per cui domandate al veterinario se ritiene possa essere una buona idea.

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Cani


Scegli la cuccia giusta per il tuo cane

Dogtor™ Adem, Esperto comportamentalista per cani & educatore cinofilo, vi svelerà tutto ciò che c’è da sapere sulle cucce, quali tipi si adattano meglio ad una razza e all’età del cane e come mai i nostri amici a quattro zampe mostrano dei particolari comportamenti vicino alle loro cucce. Leggi per scoprire di più!


Che cosa bisogna considerare quando si acquista una cuccia per cani?

Una cuccia deve essere comoda sia per il tipo di razza che per l’età del cane e per le sue dimensioni. Se avete un cane anziano, potrebbe beneficiare di una cuccia ortopedica o di un materasso in memory foam come le cucce Bolster della Omlet con materassi in memory foam di prima qualità, che forniscono un supporto modellandosi sulla figura del cane. Un cucciolo d’altro cano potrebbe aver bisogno di una cuccia che possa eventualmente assorbire l’acqua se accidentalmente si rovescia una ciotola oppure se fanno per sbaglio una pipì nella cuccia mentre li state addestrando a farla fuori. Per i cuccioli, potreste considerare una cuccia che sia confortevole ma non troppo costosa viste le alte probabilità che venga masticata o danneggiata mentre giocano ed esplorano. Per me è anche importante scegliere una cuccia che sia robusta e facilmente lavabile. Ancora una volta la cuccia Bolster della Omlet è la scelta migliore che ha tutte queste caratteristiche! In questo modo si potrà limitare il numero di volte in cui si dovrà rimpiazzare una cuccia puzzolente o rovinata con una nuova versione e sarete anche certi che qualunque sporcizia potrà essere velocemente pulita mantenendo l’area cuccia igienica e invitante. Potreste anche considerare di coprire la cuccia del cane con una copertura rimovibile e lavabile, specialmente nei mesi invernali.

Che tipo di cuccia si adatta alla razza?

Alcune razze potrebbero aver bisogno di un’imbottitura extra rispetto agli altri per star comodi e limitare il pericolo di lesioni o piaghe doloranti come ad esempio i greyhound che sono considerati più ‘ossuti’ di molte altre razze. Alcune razze preferiscono accoccolarsi come ad esempio gli husky o alcune razze più piccole, mentre altri preferiscono stendersi su un fianco e allungarsi come ad esempio i cani da caccia. Un proprietario dovrebbe considerare quello che il singolo cane ama e scegliere di conseguenza la cuccia.

A seconda del periodo dell’anno, il cane potrebbe cambiare preferenza sul dove dormire. Per assicurare al cane un comfort costante dovrete adattare la cuccia alla stagione aggiungendo delle coperte extra o anche materassini refrigeranti. Se state cercando una coperta comoda, la coperta super soffice ed elegante della Omlet è sicuramente la migliore per questi mesi più freddi in cui alcuni cani preferiscono accoccolarsi. Per i mesi più caldi invece potreste provare un materassino refrigerante invece della solita cuccia se è particolarmente calda! Il Materassino refrigerante della Omlet è la scelta perfetta dato che è venduto anche in varie dimesioni a seconda della razza.

Ho notato che il mio cane ‘scava’ nella cuccia, come mai?

E’ un istinto naturale che deriva dal ‘pulire il terreno’ o l’area da insetti e potenzialmente da roditori e rettili. Gli antenati dei nostri cani dovevano farlo per rendere l’area in cui avevano scelto di dormire, sicura. Alcuni cani che vivono in climi tropicali e che vivono principalmente all’aperto o che sono ‘cani di strada’, hanno ancora il loro istinto per evitare di essere morsi o punti. L’azione di ‘pulire il terreno’ ha anche il vantaggio di prevenire le infestazioni di parassiti. Mentre ero alle Mauritius lo scorso anno, ho visto con i miei occhi un giovane cane mentre ripuliva l’area e poi l’ho visto fermarsi e diventare circospetto dato che aveva disturbato un piccolo scorpione tra le foglie. Senza la pulizia del terreno sarebbe stato morso senza dubbio dallo scorpione.

A volte i cani scavano perché traspirano attraverso i polpastrelli e l’atto di scavare e ‘girare in cerchio’ è un modo per spargere il loro odore. Questo comportamento è conosciuto con il nome di ‘marcatura’ e di solito è associata all’immagine di un cane che fa pipì su un lampione!

Infine i cani possono scavare nelle giornate particolarmente calde per eliminare le superfici calde (ad es. la terra che scotta). Aiuta a far emergere una superficie più fresca. Inoltre i canidi come ad esempio le volpi artiche e i lupi, possono scavare per evitare il clima estremo come venti forti e il freddo (ad es. la neve), e le tempeste. Anche in questo caso è un’azione che gli consente di restare al sicuro oltre che a regolare la temperatura corporea. Anche se non è più necessario per la sopravvivenza, alcuni comportamenti restano istintivi anche nei nostri cani domestici.

Come posso insegnare al cane a dormire nella cuccia?

Un buon addestratore cinofilo o comportamentalista lo considera una base dell’addestramento e aiuta i padroni dei cani ad insegnare il comando ‘vai a cuccia’. Se siete interessati ma non potete partecipare ad un corso di addestramento, vi spiego come insegnare questo comando passo a passo in questo blog.

Se comunque il cane è riluttante a dormire nella sua cuccia, dovreste capire le motivazioni. Prima di tutto considerate se l’area cuccia è attrattiva per il vostro cane? Il rinforzo positivo come ad esempio dare dei premietti in questa zona può aiutarli a considerarla in modo più positivo. Valutate anche se la cuccia è confortevole per la razza ed età (come abbiamo detto sopra!) In secondo luogo dovreste valutare se il cane ha dei problemi comportamentali come ad esempio l’ansia da separazione che potrebbe essere un motivo per cui non vuole rimanere a dormire nella cuccia. Se ritenete che sia questo il caso, dovreste cercare un comportamentalista certificato e rivolgervi a lui per imparare a costruire una buona base di fiducia anche se siete distanti fisicamente.

Come posso impedire che il mio cane distrugga la cuccia?

Riflettete sulle fasi della vita del cane. Un cucciolo mastica la cuccia perché sta esplorando con la bocca e ama mordere per dar sollievo alle gengive che stanno cambiando i denti. In questo caso consiglio di comprare una cuccia che non abbia molte piccole parti o oggetti che possano essere ingeriti. Allo stesso modo potete scegliere una cuccia fatta con materiali particolarmente resistenti e che non si rompano facilmente se masticati. Potrete acquistare una cuccia ‘più graziosa’ quando avrete passato questa fase e avranno perso i denti da latte.

Se il cane è adulto e distrugge la cuccia magari se viene lasciato solo in casa, questo è un segnale potenziale che il cane è stressato e che soffre di ansia da separazione per cui dovreste indirizzarvi ad un comportamentalista per risolvere il problema.

Allo stesso modo masticare e distruggere la cuccia può essere il sintomo che il cane si annoia. Per evitarlo, dovreste cercare di stancare il cane con più efficacia prima di lasciarlo solo in casa in modo che stia più tranquillo quando non ci siete. Assicuratevi anche che il cane non resti troppo a lungo da solo. Proprio come noi, i cani sono esseri sociali e necessitano di compagnia. Nel momento in cui assicurate loro un moto ed esercizio adeguato e non lo lasciate troppo a lungo, potreste anche lasciargli qualcosa da fare mentre siete via. Ad esempio potreste lasciargli qualcos’altro da masticare fatto apposta per lo scopo. Considerate la possibilità di lascialo con un cibo molto duro da masticare o un gioco dispenser di bocconcini!

Spero che abbiate trovato utili le informazioni. Auguro a tutti i vostri cagnoloni un sonno meraviglioso!

Dogtor™ Adem
Esperto comportamentalista & Addestratore cinofilo
www.dog-ease.co.uk
@dogtoradem

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Cani


50% di sconto sulla coperta super soffice ed elegante se sottoscrivi la newsletter Omlet

La coperta super soffice ed elegante per cani della Omlet è il complemento ideale per il sonno dei cani. I mesi freddi si avvicinano e gli animali apprezzeranno molto questo strato extra di calore confortevole per accoccolarsi e schiacciare un bel pisolino. La coperta è lavabile in lavatrice e la potrete usare anche per proteggere i divani, tappeti e i sedili dell’auto dalle zampate fangose dopo una passeggiata autunnale.

Prepara la cuccia del cane per quest’autunno con questa super soffice ed elegante coperta – adesso a metà prezzo se sottoscrivi alla newsletter della Omlet, risparmiando fino a €9.99!

Termini e condizioni
Questa promozione è valida dal 22/09/20 – alla mezzanotte del 27/09/20. Una volta inserito l’indirizzo mail sul sito web, riceverai il codice promozionale da utilizzare alla cassa. Inserendo l’indirizzo mail accettate di ricevere la newsletter Omlet. Potrai disiscriverti in ogni momento. L’offerta è valida solo sulle coperte super soffici ed eleganti della Omlet per cani e gatti. L’offerta non si applica alle cucce per cani o ai materassini refrigeranti. L’offerta è limitata a 2 coperte per nucleo familiare. Soggetto a disponibilità. Omlet ltd. si riserva il diritto di cancellare l’offerta in ogni momento. L’offerta non si applica alle consegne, sconti pre-esistenti o in congiunzione ad altre offerte.

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Cani


Dieci consigli per un party tra cani

Gli incontri e i party tra cani stanno sempre più diventando popolari tra i proprietari di cani, un vero appuntamento fisso. Il fatto che questi animali che sono tra i più socievoli amino socializzare non è una sorpresa. Ma naturalmente ci sono molti modi per organizzare un party di successo che non sia semplicemente sguinzagliare un gruppo di cani in giardino!

I nostri dieci suggerimenti tramuteranno l’incontro da ringhio in un incontro da ululato.

1. Non invitate nemici!

La lista degli invitati è la chiave del successo di ogni party che si rispetti ma a volte si tende a sottovalutarla. Per esempio il vostro amico ha un Jack Russell che il vostro Labradoodle detesta. Eppure invitare i vostri amici con i loro cani è la cosa più ovvia da fare quando si organizza una festa tra cani. Un cane territoriale o con un cattivo carattere che non va d’accordo con il vostro, non sarà l’anima della festa. E naturalmente il vostro cane dovrà anche lui essere di indole socievole.

2. Evitate di unire capre e cavoli

I cani tendono a giocare meglio con conspecifici della stessa taglia ed età. Un cane anziano non vorrà essere infastidito da un gruppo di cuccioli eccitabili così come un terrier non apprezzerà le attenzioni di un gruppo entusiastico di Retriever. Inoltre un cane in sovrappeso o con artrite può avere dei problemi – potrebbero voler giocare con gli altri senza perdersi il divertimento ma fate attenzione che i danni non siano più numerosi del divertimento.

L’eccezione alla regola del capra e cavoli è se i cani già si conoscono. Se sapete che sono già amici, invitateli – anche se dovrete comunque sorvegliare le reazioni degli altri ospiti.

3. Pochi ma buoni

La differenza tra un gruppo felice di cani e un branco indisciplinato è una linea sottile. Come regola di massima rimanete sui sei cani o meno in modo da riuscire ad avere le cose sotto controllo.

4. Invitate anche gli umani!

Un party tra cani non è una buona scusa per i proprietari per lasciare i cani e andarsene via per un paio d’ore. Funziona bene solo se anche i proprietari sono presenti e i proprietari che portano più di un cane dovrebbero idealmente essere in due.

5. Assicuratevi che lo spazio sia adatto

C’è tutta una serie di posti dove potete tenere un incontro tra cani e la lista degli invitati dovrebbe riflettere il luogo scelto Sei Siberian Huskie in una cucina non vanno bene e recinti aperti e buchi nella rete causano solo inconvenienti. Dovrete quindi mettere in sicurezza la stanza o il giardino bloccando l’accesso a tutto ciò che è fragile, tossico o edibile o comunque che non deve essere raggiunto per un qualunque altro motivo. Il padrone di casa e gli ospiti invitati non dovranno avere i loro giochi ma avere a disposizione dei giochi neutri. Se il cane padrone di casa è molto territoriale, non funzionerà a mano che non organizziate l’evento su un terreno neutro.

6. Le presentazioni

I cani dovranno essere tutti presentati formalmente prima che inizi l’incontro anche se si conoscono già. I proprietari dovranno tenerli al guinzaglio e i cani dovranno stare seduti in semicerchio in modo che si possano vedere tra loro. A questo punto, tenendo il guinzaglio morbido potrete farli incrociare. Solo quando tutti sembrano aver socializzato, si potranno lasciare liberi dal guinzaglio e iniziare il party. Se qualcuno fa fatica ad integrarsi, dovrà essere tenuto al guinzaglio finché non entrerà nello spirito della festa. Se, per una qualunque ragione uno dei cani si avventa su un altro, dovrà essere allontanato al guinzaglio finché la situazione non si sarà stabilizzata.

7. Programmate delle pause

Alcuni cani hanno più energie, pazienza e bravura rispetto ad altri. In un incontro tra cani, aiuta sempre avere un posticino dove un cane che ha bisogno di riprendere fiato può nascondersi per un po’. Per i cani di taglia più piccola può essere tra le braccia dei padroni. I cani di razza più grande avranno bisogno di un posto tranquillo in casa o fuori. In un giardino grande troveranno il loro spazio dove poter riposare in tranquillità. I cani decodificano molto bene il linguaggio corporeo e gli altri capiranno che è fermo perché si sta riposando e lo lasceranno in pace.

8. Provvetete ad un rinfresco

I cani impegnati a giocare, hanno bisogno di avere acqua a disposizione per cui disponete varie ciotole in giro. Saranno graditi anche dei bocconcini per tenere lontana la fame.

9. Proponete dei giochi

Giochi di riporto, nascondino, seduto e aspetta, test di agility e corsa ad ostacoli sono tutti ottimi modi per mantenere viva la festa e far divertire tutti. I bocconcini sono utilizzati come premi!

10. Evitate troppo sole

Se è una giornata molto calda, un incontro canino all’aperto richiederà molta ombra, molta acqua a disposizione e dovrà coinvolgere solo i cani più adatti. Il caldo può essere un rischio per la salute dei cani più fragili. Ricordate – potrete sempre posticipare.

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Cani


Saldi di fine estate – 5€ di sconto sui Materassini refrigeranti Omlet

Assicura al tuo pet la possibilità di riposare su un comodo ed elegante materassino in queste calde giornate di settembre, oppure dopo una lunga e faticosa passeggiata autunnale! Il Materassino refrigerante Omlet è auto-refrigerante e ha uno strato in memory foam che accoglierà il corpo del vostro animale quando si sdraierà e voi potrete scegliere se mettere a vista il color crema classico o l’elegante lato grigio, quello che si adatta meglio a casa vostra!

Adesso potete avere uno sconto di 5€ sul Materassino refrigerante della Omlet per cani e gatti, ma solo per un tempo limitato! Utilizzate il codice promozionale COOLOFF alla cassa per richiedere questo esclusivo sconto!

Termini e condizioni
Lo sconto promozionale di 5€ sul Materassino refrigerante è valido dal 03/09/20 – alla mezzanotte dell’ 08/09/20. Utilizzare il codice promozionale COOLOFF alla cassa. Include il materassino refrigerante per gatti e cani Omlet. Disponibile su tutte le taglie. Soggetto a disponibilità. Omlet ltd. si riserva il diritto di cancellare l’offerta in ogni momento. L’offerta non si applica al trasporto, su sconti pre.esistenti o in congiunzione ad altre offerte.

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Cani


Le 9 cose che fanno gli umani e che infastidiscono i cani


Foto di Matthew Foulds on Unsplash

1. Parliamo troppo

I cani non conoscono l’italiano e non comprendono la grammatica e la sintassi anche per quanto possiate provare a insegnargliela. Come potete ben immaginare, dev’essere incredibilmente frustrante avere un umano che parla e dice cose incomprensibili.

I cani di solito imparano i comandi e li associano a delle azioni ma non comprendono nulla più lungo di una breve frase e si confonderanno se inizierete ad usare nuovi modi per indirizzarvi a loro. Se gli avete insegnato il comando “Lascia” per fargli lasciare il bastone o il giocattolo, allora “Molla” o “Lascia andare” o ancora “Dammelo, sciocchino!” non sarà di alcun aiuto.

2. Lasciamo entrare altre persone nel nostro territorio

Gli umami reputano normale andare a casa degli altri e lasciar entrare gente esterna nel nostro e nel territorio del cane. Questo creerà dei grossi problemi ad alcuni cani e potrebbe anche stressarli molto per cui non stupitevi se tratteranno gli estranei con sospetto.

Se desiderate invitare altri cani a casa vostra, potrebbe essere una buona idea farli incontrare prima in passeggiata, su un terreno neutrale. La maggior parte dei cani non avranno problemi a condividere i loro spazi ma è sempre meglio ridurre al minimo i rischi di zuffa.

3. Li fissiamo

Noi crediamo che il contatto visivo sia qualcosa di bello e utile per creare un legame e con i nostri cani tendiamo a guardarli negli occhi quando li salutiamo. Molti cani non lo apprezzano. Mentre uno sguardo affettuoso tra voi e il vostro cucciolo può andare bene, essere fissato da uno sconosciuto può essere molto stressante. Loro interpretano lo sguardo fisso come una sfida e potrebbero di conseguenza considerarvi una minaccia, per cui cercate di evitare il contatto visivo con cani che non conoscete.

4. Li abbracciamo

Questo è un argomento controverso ma molti dicono che sebbene i cani accettino gli abbracci, non li apprezzano. Dipende dal cane ma alcuni si innervosiscono e si stressano se interferiamo con il loro spazio personale e li stringiamo, potrebbero considerarla una minaccia.

La maggior parte dei cani amano le coccole e praticamente tutti i grattini sulla pancia per cui, se volete essere certi di mostrargli il vostro affetto, dategli una grattatina sulla pancia e condividete il divano invece che stringerlo tra le braccia.

5. Non li lasciamo annusare durante le passeggiate

Per i cani le passeggiate non sono solo un esercizio fisico. Mentre noi umani ci possiamo fermare ad ammirare un paesaggio, i cani esplorano il mondo in maniera meno visiva e preferiscono cercare degli odori interessanti da seguire. Questa attività fornisce loro anche un’ottima stimolazione mentale che li stanca tanto quanto l’attività fisica, per cui cercate di essere pazienti e fatelo fermare ad annusare e marcare il territorio a piacimento.

6. Cambiamo forma e odore

I cani fanno la muta circa una volta l’anno mentre gli esseri umani cambiano d’abito ogni giorno, utilizziamo vari saponi, ci profumiamo e utilizziamo prodotti detergenti per pulire casa. I cani alla fine si abituano a questo comportamento ma non lo capiscono dato che preferirebbero che non ci lavassimo tanto spesso e usassimo sempre gli stessi abiti.

7. Siamo contraddittori

I cani si sentono confusi se siamo contraddittori. Non capiscono “solo per questa volta” oppure “solo quando mamma è via per lavoro”: preferirebbero di sicuro restare fuori dal letto piuttosto che interpretare i vari segnali.

8. Li lasciamo soli

Per i cani, che sono animali da branco, lasciare il branco è assolutamente assurdo e stupido. Ecco perché possono sentirsi confusi e nervosi quando li lasciamo da soli per andare al lavoro o al cinema.

Insegnate al cane a stare da solo fin da cucciolo per evitare ansie da separazione e non lasciate mai solo un cane adulto per più di quattro ore.

9. Siamo infastiditi quando si comportano da cani

Per i cani annusare, abbaiare, scavare e rovistare nella spazzatura sono comportamenti naturali e potrebbero essere tristi se noi ci infastidiamo a vederli comportarsi così. Questo non significa che possano fare tutto quello che vogliono sempre. Cercate di reindirizzare ed incoraggiare i comportamenti desiderati ma vale la pena ricordare che i cani sono cani e in parte è proprio per questo che li amiamo.

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Cani


Aiutiamo il cane a stare fresco quest’estate

Proprio come noi umani, l’opinione dei cani in merito al caldo varia. Alcuni adorano letteralmente il sole e cercano tutte le opportunità per stendersi al caldo mentre altri preferiscono restare all’ombra a bere acqua fresca e ad aspettare con ansia l’arrivo dell’autunno. Alcuni cani sono più predisposti a soffrire il caldo, inclusi i cani con il muso piatto, con il pelo spesso, cani di taglia gigante, in sovrappeso o quelli che hanno particolari problemi di salute; per cui se il tuo cucciolo rientra in uno di questi gruppi a rischio è molto importante assicurarsi che stia bene al fresco. Ecco alcuni suggerimenti per aiutare il cane a fronteggiare il caldo:

1. Rimodulate l’esercizio fisico

Quando fa veramente caldo è opportuno restare in casa nelle ore cruciali. Il cane ha bisogno di fare esercizio fisico ma, se possibile, limitate le passeggiate alla mattina presto o la sera tardi quando fa più fresco.

Vale anche la pena cercare di passeggiare sul lato ombreggiato della strada per quanto possibile in modo da evitare il cemento bollente. Inoltre evitate di far agitare troppo il cane e magari tenetelo con il guinzaglio più corto.

2. Mantenete l’idratazione

Assicuratevi che il cane abbia sempre accesso ad acqua fresca e pulita, idealmente in ogni stanza della casa. Se uscite, portate con voi un thermos d’acqua e una ciotola pieghevole.

Se siete preoccupati che il cane non beva abbastanza, cercate di dar loro da mangiare cose che siano anche idratanti e che rinfreschino. Frutta congelata e verdure sono perfette ma potete anche aggiungere dei pezzi di pollo cotto con dei pezzetti di banana o frutti rossi assortiti frullati assieme e poi surgelati.

3. Una bella spazzolata

Questo è molto importante per le razze con un pelo folto che lottano con il caldo. Ma la maggior parte dei cani beneficerà di una sessione di spazzolata in più in estate. Per alcuni basterà una bella spazzolata per eliminare i peli morti mentre altre razze dovranno essere toilettate a dovere.

Non fatevi prendere dalla tentazione di usare una di quelle macchinette per tosare il pelo per dargli una bella rasata; l’improvvisa mancanza di isolamento potrebbe traumatizzare il cane e rovinare la qualità del pelo! Portatelo da un toilettatore e chiedete consiglio per il tipo di pelo per il vostro cane.

4. Fatevi un tuffo

Fare un tuffo per rinfrescarsi di solito è un metodo molto apprezzato dalla maggior parte dei cani. Potreste mettere una piscina per bambini in giardino, accendere gli irrigatori e guardarlo giocare oppure spruzzarlo con la canna dell’acqua.

Se vivete vicino al mare o ad un altra fonte d’acqua e il vostro cane è abituato a nuotare, potete portarlo lì per abbassare la temperatura. Ricordate che comunque il nuoto è un esercizio abbastanza intenso per cui non esagerate e dopo un po’ richiamatelo a voi.

5. Restate al fresco a casa

Quando fa troppo caldo per uscire, probabilmente il cane passerà buona parte del tempo in casa per cui è importante tenerla al fresco il più possibile. Sarebbe l’ideale aprire le finestre su entrambe i lati per creare delle correnti o trovare altre soluzioni per far circolare l’aria. Tirare le tende o abbassare le persiane è un modo per impedire al sole di scaldare troppo le stanze durante il giorno.

6. Evitate la macchina

Se possibile, cercate di evitare la macchina con il cane se fa caldo. Sappiamo tutti che non bisogna mai lasciarli in macchina con il caldo anche se la macchina è parcheggiata all’ombra e se lasciate i finestrini aperti ed è solo per pochi minuti. Una macchina parcheggiata si riscalda molto, molto velocemente e può uccidere il cane.

Se potete scegliere evitate di andare in macchina, soprattutto se lui non la ama molto.

7. Prendete un materassino refrigerante

Nelle giornate calde, il vostro cane amerà rilassarsi su qualcosa di fresco. Il Materassino refrigerante della Omlet non richiede refrigerazione o elettricità ma funziona assorbendo calore corporeo dal cane e nello stesso tempo lui si rinfresca. Il materasso in memory foam è leggero e super confortevole e lo potrete portare in giro come volete in estate, assicurando al cane un posto dove riposare riducendo al minimo i rischi di colpi di calore.

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Cani