The Omlet Blog Category Archives: Galline

Omlet presenta: Madison, allevatrice di polli nel Connecticut

Con l’arrivo della stagione della schiusa delle uova, abbiamo parlato con Madison, un’Ambassador di Omlet, che è stata così gentile da accettare di prendere parte al nostro video su Eglu Cube – riuscite a individuarla?

L’Ambassador Madison con la sua famiglia seduta accanto al pollaio Eglu Pro di Omlet

So che hai già acquistato un Eglu Pro – come hanno reagito le tue galline?

Lo abbiamo assemblato in garage e una volta pronto abbiamo portato le galline all’interno per mostrarglielo ed è stato molto divertente perché si sono messe in fila per andare a vederlo. Sono andate dritte verso il nido e si sono messe ad esplorarlo. Istintivamente, avevano già capito che era per loro! Si direbbe che hanno adorato anche il LuxPanel; si sono raggruppate intorno ad esso immediatamente.

Come sei diventata un Ambassador di Omlet?

Lavoro come Ambassador di Omlet da circa un anno. Abbiamo scelto il marchio a occhi chiusi – dopo aver fatto molte ricerche. Abbiamo valutato diverse opzioni, se acquistare un pollaio prefabbricato o costruirlo da noi o prenderne uno di seconda mano. Poi, un giorno, mi sono imbattuta in una pubblicità di Eglu Cube ed è andata così – ho detto a Nick, “Dobbiamo mettere dei soldi da parte e comprarlo.” Con il clima del New England ero già preoccupata del legno che marcisce e la manutenzione che richiedono i pollai tradizionali. So che questo materiale si degrada velocemente – soprattutto in zone come la nostra, con tutta la neve che abbiamo. Sì, l’investimento iniziale è più alto con Omlet, ma abbiamo le nostre ragazze da quattro anni e so di aver risparmiato molti soldi – perché non è necessaria alcuna manutenzione e non si deteriora.

Quindi, soldi ben spesi?

Onestamente, ne sono innamorata! Sono contenta di aver fatto le mie ricerche e di aver partecipato al programma Ambassador – andare a vedere un pollaio Omlet in azione e parlare con un allevatore di polli riguardo alla sua esperienza con Omlet mi ha aiutato molto. E questo è il motivo per cui sono diventata, a mia volta, un Ambassador di Omlet – credo molto in questi prodotti e sono felice di poter consigliare altre persone che sono nella stessa situazione in cui eravamo noi un tempo.

Che cosa ti ha spinto a intraprendere la strada dell’allevamento di polli?

Ci siamo trasferiti qui dal sud del Paese perché ci sentivamo stretti; non c’erano zone agricole. Così siamo venuti nel New England e siamo stati fortunati – abbiamo trovato questa casa con due ettari di terreno in una zona molto favorevole all’agricoltura. La maggior parte degli stati o aree hanno alcune normative, ma qui non ci sono limitazioni – probabilmente potremmo avere capre, alpaca o altri animali se volessimo – ma per il momento siamo molto contenti delle galline!

Abbiamo iniziato con cinque – le abbiamo prese quando avevano pochi mesi. Abbiamo acquistato un pollaio Eglu Cube con recinto e all’inizio la nostra intenzione era quella di tenerle fuori a razzolare liberamente durante il giorno, ma questo non ha funzionato – ci sono troppi predatori. Qui vicino abbiamo quattro aquile calve, sparvieri e volpi. Pensavamo che i molti alberi che abbiamo interno sarebbero stati sufficienti a proteggerle, ma uno sparviero ha volato basso attraverso gli alberi ed è entrato nella nostra proprietà. Quindi abbiamo capito che dovevamo agire in modo diverso. Abbiamo aggiunto un recinto Walk-In al nostro recinto annesso di 2m e da quel momento abbiamo tenuto la nostra installazione fissa. Abbiamo iniziato con un recinto Walk-In, 2,7×2,7, a cui abbiamo aggiunto ulteriori 2m. Il design modulare è proprio adatto allo scopo – permette di modificare e adattare l’installazione. I nostri polli hanno molto spazio e sono protetti dai predatori e questo ci fa sentire tranquilli.

Raccontami un po’ dei tuoi polli – quali razze avete e come sono?

Abbiamo in tutto nove galline, di cui sei Rhode Island Rosse, una Golden Comet, una Welsummer e una Wyandotte. Lei è di gran lunga la più schizzinosa. È davvero straordinaria! Anche le altre sono simpatiche, ma lei è una diva – non si fa toccare. Le Rhode Island Rosse sono fantastiche – grandi, audaci e amichevoli. Non saranno eleganti, ma sono adorabili e depongono molte uova.

Le nostre prime cinque galline erano un gruppo misto che abbiamo preso da una fattoria – siamo entrati, le abbiamo prese a occhi chiusi e le abbiamo portate a casa! Ce ne sono rimaste tre – una è morta naturalmente e una purtroppo l’ha catturata uno sparviero quando ancora stavamo provando l’allevamento all’aria aperta. Le tre rimaste si chiamano Hennifer, Jebecki e Cher.

Bambina con Eglu Pro di Omlet e alcune galline che razzolano liberamente

Quindi come siete arrivati a nove?

Beh, penso che sia colpa della chicken math. Non avevamo intenzione di acquistarne altre, ma poi abbiamo visto una locandina in un gruppo locale che indicava che erano disponibili delle Rhode Island Rosse. Era da un po’ che volevo avere delle Rhode Island Rosse, quindi le ho prese e tre sono diventate nove! A differenza delle nostre prime galline, il loro piumaggio è identico e io e Nick non riusciamo a distinguerle – quindi per noi sono semplicemente le ragazze. Magari nostra figlia darà loro un nome quando sarà più grande.

Come pensi che sia cambiata la vostra vita da quando le avete?

È divertente, ma ora siamo conosciuti come “quelli delle galline” – e ne siamo felici! Lo sanno tutti che Madison e Nick hanno delle galline. Per loro siamo gli esperti, le persone vengono a farci domande sull’allevamento di polli e noi siamo felici di parlare della nostra esperienza. Siamo conosciuti anche per le nostre uova fresche, ne abbiamo così tante che molti vengono a chiedercele. Siamo contenti di poterle regalare, ma ne abbiamo così tante che credo che inizieremo a venderle!

Poi c’è il lato della routine legato alla famiglia. Abbiamo una bambina di 2 anni e ora che sta crescendo ama raccogliere le uova e dare da mangiare alle galline – alcune si siedono accanto a lei e si lasciano accarezzare, è una cosa molto dolce. Non vediamo l’ora di insegnarle a prendersi cura di loro. Adoriamo anche andare dai miei suoceri, hanno sempre qualche scarto da darci. Le nostre galline lo adorano – ne vanno matte.

A loro piace ricevere qualche bocconcino?

Assolutamente! Quando sono felici o subiscono dei cambiamenti positivi nella loro vita, notiamo subito che depongono più uova. Potrebbe trattarsi di un nuovo giocattolo – come il bagno di polvere che abbiamo realizzato di recente, ne sono contentissime – le rende davvero felici. E di conseguenza producono più uova.

È molto bello – cos’altro puoi dirmi sulle loro personalità?

Giocano con il nostro cane! Lui corre avanti e indietro lungo il recinto e loro corrono avanti e indietro insieme a lui – è molto divertente. Abbiamo una gallina capo che ha sviluppato un temperamento da gallo – è lei che comanda. Se potessimo lasciarle libere di razzolare, si lancerebbe all’attacco. È anche molto curiosa – se ci vede in giardino, rimane fuori a guardarci, tenendo d’occhio tutto quello che succede. Vuole essere al centro dell’attenzione! Se il cane si avvicina troppo, lei gli becca il muso e lui si allontana, ma poi continuano a farlo, si vede che stanno giocando. Lui è tutto elettrizzato e le altre galline cercano di allontanarsi da lui, perché è grande, pesa più di 20kg, ma lei continua a giocare con lui e non ha paura.

Cosa diresti a coloro che pensano di iniziare ad allevare polli?

Innanzitutto, consiglierei assolutamente i prodotti di Omlet – direi, dovete assolutamente procurarvi un Eglu Cube o un Eglu Pro e dovete acquistare un recinto Walk-In. In questo modo la loro vita sarà più bella e la vostra più semplice. Il mio secondo consiglio sarebbe, affidatevi al vostro istinto. Le galline vi faranno sapere se c’è qualcosa che non va. Se avete la giusta protezione – dal vento, dalla pioggia, dalla neve e dai predatori, staranno benissimo all’aria aperta. Assicuratevi solo di avere un allestimento che le protegga, di dar loro da bere e da mangiare e il gioco è fatto. Troverete il vostro modo di gestire il vostro allevamento e lo adorerete. Oh, e che Dio benedica la creazione di Autodoor! Prima le facevamo uscire dal pollaio la mattina e le portavamo dentro per la notte manualmente, ma da quando abbiamo scoperto la Porta Automatica ho detto “Lasciamo perdere il resto, dobbiamo dare priorità all’acquisto di questo prodotto!”. Se pensate di prendere delle galline, acquistate Autodoor!

Sì, ce lo dicono spesso! Quindi Autodoor compresa, le tue galline vivono una vita felice?

Assolutamente. Penso che sia in parte dovuto alla bella routine che abbiamo creato. Ci aiuta a rimanere con i piedi per terra e legati alla gestione della nostra famiglia. È bello sapere che avremo sempre uova fresche – a colazione, per una quiche o per qualsiasi altra cosa, ma è quel senso di routine quotidiana che ci tiene uniti. È molto divertente trascorrere insieme i fine settimana, soprattutto quando fa più caldo – adoriamo trascorrere del tempo insieme. Portiamo loro dei pezzi di legno dal bosco dove appollaiarsi o rami con delle piccole foglie da beccare. È rigenerante.

Volete consigli sulle galline da Madison? Contattatela attraverso il suo profilo ambassador.

L’Ambassador Madison nel recinto Walk-In con sua figlia e le galline

 

 

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Galline


Omlet presenta: Kat e il suo straordinario hotel per galline

“Ciascuna di loro ha la sua personalità. Ho avuto galline timide e altre che ho dovuto cacciare fuori dal bar a fine serata!”

Siamo felici di vedere i nostri design in tutto il mondo, apprezzati dalle galline e dai loro proprietari, quindi eravamo entusiasti – e anche molto incuriositi – quando abbiamo visto un articolo su Kat e il suo hotel per galline. Poi l’abbiamo incontrata per discutere con lei di tutti gli aspetti della cura dei polli.

Omlet presenta: Kat e il suo straordinario hotel con una gallina e un Eglu Cube

Ci è piaciuto molto l’articolo sui giornali sul tuo hotel per galline. Com’è giunta la tua storia alla stampa nazionale?

In realtà tutto è iniziato da un giornale locale e poi ha avuto un effetto valanga. Sono persino apparsa su ITV. Penso che ciò dimostri che le persone si stiano interessando sempre di più alle galline come animali domestici – sono davvero sottovalutate. Ora posso contribuire a diffondere l’idea al mondo intero.

Nel posto dove vivo, nel Kent, molti passanti vengono nel nostro giardino per comprare le uova e spesso si fermano a chiacchierare e a farci delle domande. È quasi diventato un punto di osservazione dei polli! Lì ho un posatoio Freestanding di Omlet che le mie bantam ADORANO. Onestamente, credo che adorino mettersi in posa e mostrarsi ai passanti, il che è davvero divertente. Ma è fantastico anche perché mi permette di insegnare qualcosa alle persone – se non avete delle galline forse non sapete quanto sono interessanti e ricche di personalità. Le mie sono i miei animali domestici, le mie piccole e non potrei mai farne a meno.

Come si comportano le tue galline ora che sono diventate famose? Chi sono le dive?

Nel mio allevamento al momento ci sono 5 galline, tutte salvate o trovatelle. Ciascuna di loro ha la sua personalità, ma ce n’è una in particolare che è la gallina più sicura di sé che potreste mai incontrare, una vera diva. Si chiama Sally – come la signora da cui l’ho presa. Si intromette dappertutto. Mi sale sulla spalla quando pulisco. Ha partecipato al servizio fotografico dei giornalisti e lei si pavoneggiava e faceva tutto quello che le chiedevano. Una performer nata.

Che mi dici delle altre? Ci sono altre forti personalità nel gruppo?

Sono tutte diverse. Alcune sono timide, ad altre piace essere prese in braccio. Edwina è sempre dietro di me, trotterellando. È molto dolce e imperturbabile e ama le coccole. Edwina viene anche nelle scuole con me.

Scuole? Intendi quelle per bambini?

Sì, organizzo laboratori didattici – sempre gratis, non mi faccio pagare. Andiamo nelle scuole locali per parlare di questioni come l’allevamento all’aria aperta e l’aspetto di uova sane. Mi piace diffondere amore e buone parole. Edwina ha un piccolo trasportino metallico con le ruote dove si siede, mette la testa fuori e viene con noi.

Che bello, è una cosa molto importante per i bambini ed è fantastico che Edwina abbia il giusto temperamento. E che mi dici delle altre galline – le tue ragazze interagiscono con i tuoi ospiti?

Tengo le galline dell’hotel abbastanza distanti perché gli uccelli sono animali sensibili e territoriali, quindi è importante non stressarli o disturbarli. Quindi, quando arrivano vanno dritti al check-in dove eseguo dei semplici controlli sanitari per assicurarmi che siano prive di acari o pulci.

Avviamo la fortuna di avere 2 ettari di terreno, questo permette alle galline in vacanza di stare lontane e avere comunque molto spazio. È più rilassante per loro, non si sentono schiamazzi. Ho pensato molto al design prima di allestire lo spazio.

È interessante che parli di design; noi di Omlet ci chiediamo sempre come inventare prodotti migliori, per rendere l’allevamento di polli più intuitivo e divertente. In quanto fedele cliente di Omlet, questa affinità per il design ti ha attratto verso i nostri prodotti?

Penso che nel mondo dell’allevamento di polli, Omlet sia un marchio ben noto. Quando ho iniziato la mia attività non vedevo alternative, doveva essere Omlet. Perché la mia idea è: se faccio qualcosa, devo farla bene. Con il legno i problemi si accumulano. Non si sa mai cosa potrebbe nascondersi tra le crepe. Quando ho creato il mio hotel per galline, sapevo che non avrei utilizzato per i miei ospiti qualcosa che non avrei utilizzato per le mie galline. Quindi è tutto firmato Omlet: i pollai, i posatoi, l’altalena, le coperture. Tutto!

Fantastico! Quali servizi offrite esattamente e come tieni pulito?

Penso che seguire gli standard della pulizia di cui hai bisogno può richiedere tempo perché bisogna assicurarsi che non ci siano rischi di malattie o mancanza di igiene. Tuttavia, se ami quello che fai non lo senti come un lavoro. Devo dire che la facilità del design di Omlet aiuta molto – facile da smontare e lavare con un getto d’acqua – fa davvero la differenza. I prodotti che utilizzo rendono le cose molto più semplici.

Hai mai avuto clienti turbolenti?

Haha, sì. Come ho detto, ciascuna di loro ha la sua personalità. Ho avuto galline timide e altre che ho dovuto cacciare fuori dal bar a fine serata. Alcune sono più rumorose di altre, quindi sì, ci sono sicuramente clienti più turbolenti. Sono come le donne – alcune sono semplicemente più chiassose di altre!

Qual è la parte più gratificante nella gestione di un hotel per galline?

È una domanda difficile. Sembrerebbe triste, ma adoro le galline. Penso che avere degli animali domestici sia un privilegio. E io penso davvero che le galline siano sottovalutate – mi sento davvero fortunata ad averle, che ci siano così tante opportunità di adozione. Sono delle piccole anime. Si vede nei loro occhi. Vorrei che abbiano il rispetto che penso che meritino come animali da compagnia. Quindi, per rispondere alla domanda, tutto è gratificante.

Ed è coinvolto anche il resto della famiglia?

Ho un bambino di 5 anni. Adora andare a vedere le galline dell’hotel perché sono diverse dalle nostre e gli piace quando lo porto da loro. Quindi sì, anche lui partecipa, ma ovviamente sono io che faccio le pulizie! Il mio compagno vuole sapere solo quante uova ho raccolto.

Beh, questo è un buon motivo per avere delle galline. In effetti, la mia ultima domanda è, perché allevare delle galline? Che cosa diresti a tutti coloro che stanno per avviare il proprio allevamento?

La mia prima risposta sarebbe, fatelo – è la cosa migliore di sempre. Ma come tutti gli animali i polli hanno bisogno di cure, amore e attenzioni. Poi vi ricompenseranno totalmente. Quindi sì, fatelo, ma fatelo bene. Aprite il vostro cuore e adottate delle galline!

Omlet presenta: Kat e il suo straordinario hotel con una gallina e un Eglu Cube rosa per il suo hotel per galline

 

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Galline


Razze di polli

Razze di polli - Galline che mangiano dal giocattolo da beccare di Omlet

Studiare le varie razze di polli e le loro caratteristiche può creare confusione. Le numerose particolarità, l’aspetto e le dimensioni di questi uccelli li rendono una specie estremamente diversificata. Nella nostra guida alle razze di polli scopriremo i termini più comunemente utilizzati e risponderemo a delle pressanti domande che le riguardano.

Gruppi di razze di polli

Tra i gruppi di razze di polli più comuni ci sono:

  • Razze da carne
  • Galline ovaiole
  • Razze con duplice funzione
  • Razze storiche
  • Razze ornamentali

Inoltre, esistono 6 categorie di razze di polli, classificate in base al loro luogo di origine:

  • Americana
  • Asiatica
  • Continentale
  • Inglese
  • Mediterranea
  • Tutte le altre razze standard

All’interno di questi gruppi, ci sono raggruppamenti in base alle dimensioni, che possono essere:

  • Standard
  • Bantam

Cos’è una bantam?

Ci sono razze di polli di dimensioni standard, ma per molte di esse ci sono anche le dimensioni bantam. Le bantam sono le versioni in miniatura delle loro controparti standard. Esistono anche le “vere bantam”, cioè galline che non hanno la dimensione standard e che esistono solo in versione in miniatura. Queste sono:

Le bantam occupano meno spazio, rendendole un’ottima scelta per piccoli spazi come i cortili.

Cos’è una razza storica?

Le razze storiche sono quelle che sono state allevate dai nostri antenati. Tutte le razze di galline moderne discendono da questi uccelli. Diverse razze storiche sono in via d’estinzione a causa dell’enfasi posta sullo sviluppo di nuove razze. Le attività di allevamento hanno contribuito a stabilizzare le loro popolazioni, consentendo loro di adornare ancora una volta i giardini delle nostre case. Tra le razze storiche abbiamo:

Cos’è una razza ornamentale?

Le razze ornamentali sono quelle allevate per il loro aspetto piuttosto che per la loro capacità di produrre carne o deporre uova. La quantità di uova prodotte da queste galline è inferiore rispetto ad altre razze e non sono pesanti quanto le galline allevate per la produzione di carne. Ecco alcuni esempi di razze ornamentali:

Questi tipi di galline sono degli ottimi animali domestici e una vera e propria forma d’arte nel vostro giardino.

Qual è la razza di polli più grande?

In generale, la Jersey Gigante è considerata la razza più grande, ma è subito seguita dalle Brahma. Tuttavia, anche se la Jersey Giganti è la razza più grande, attualmente una Brahma detiene il record come gallina più grande.

Quali razze di galline depongono la maggiore quantità di uova?

Le razze di galline note per la loro prolifica produzione di uova sono quelle che in genere ne depongono all’incirca 250 all’anno. In confronto, le galline di razze ornamentali producono in media tra le 120 e le 150 uova all’anno.

La Livorno è la razza più produttiva, con una media di 280-320 uova all’anno. Altre razze di galline note per la loro produzione di uova sono:

Come si può prevedere il colore delle uova di una gallina?

Diverse razze di galline sono note per le loro capacità di deporre uova colorate. Il colore delle uova è determinato dalla genetica e una stessa gallina depone uova dello stesso colore per tutta la vita. Tutti i gusci all’inizio sono bianchi, ma se una gallina contiene un gene che produce uova pigmentate, questo verrà applicato alla ghiandola del guscio prima della deposizione. Questi colori non alterano il gusto o il valore nutrizionale delle uova e non penetrano attraverso il guscio.

Le razze di galline che depongono uova colorate possono essere di razza pura o il risultato di un incrocio tra una gallina che depone uova marroni una genetica di uova blu. Le razze che producono uova blu che vengono incrociate con altre per poter produrre uova di diversi colori sono Ameraucana e Araucana.

Alcune galline possono darvi un indizio sul colore delle loro uova. Osservando i lobi delle orecchie (la parte di pelle carnosa su ciascun lato della loro testa), potreste essere in grado di prevedere il colore del guscio delle loro uova. Questo non sempre funziona, in quanto alcune razze, come le galline Moroseta depongono uova color crema, ma hanno spesso i lobi azzurri. Tuttavia, in generale, le galline con i lobi bianchi producono uova bianche e quelle con i lobi rossi producono uova marroni.

Terminologia relativa alle piume dei polli

Alcuni termini vengono utilizzati quando si parla di piumaggio. Questi si riferiscono ai motivi presenti su ciascuna piuma, che conferiscono alle galline il suo aspetto generale.

  • Striato — strisce chiare e scure alternate
  • Sfumato — simile allo striato, ma con linee meno definite
  • Merlettato — i margini delle piume hanno un colore diverso
  • Marezzato — piume con la punta bianca intervallate qua e là
  • Disegnato — linee sottili di colore lungo i bordi delle piume
  • Pagliettato — parte centrale bianca sulle piume

Come determinare il sesso dei polli

Alcune razze sono “auto-sessuate”, nel senso che il loro sesso può essere determinato al momento della schiusa, in quanto nascono già con dei segni specifici che corrispondono al genere. Inoltre, esistono metodi che consistono nel controllare la lunghezza delle piume dell’ala, ma questa tecnica non è del tutto affidabile. Per le razze prive di segni distintivi, di solito è difficile determinare il genere fino a quando i giovani galletti non iniziano a cantare – tipicamente tra i 4 e i 6 mesi di vita.

Omlet e tutte le razze di polli

Qualunque razza possediate o decidiate di accogliere nella vostra famiglia, i nostri pollai, recinti e prodotti essenziali per l’allevamento di polli, come la nostra porta automatica vi offriranno un’esperienza unica, come i vostri uccelli. Scoprite come perfezionare la configurazione e le vostre conoscenze sui polli può rendere straordinaria la vostra esperienza di allevamento di polli.

Razze di polli - Bantam che passeggiano all’esterno della porta del pollaio Eglu Go di Omlet

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Galline


Come iniziare un allevamento di polli

Galline nel recinto Walk-In di Omlet con un posatoio di Omlet

Vi chiedete come iniziare ad allevare galline? L’allevamento di polli è un’attività entusiasmante per persone di qualsiasi età e provenienza. Gli allevamenti da giardino stanno diventando sempre più popolari in tutto il mondo – conquistando il cuore di milioni di proprietari di polli. Molte persone non si rendono conto che le galline hanno molta personalità, possono stabilire un legame con i loro proprietari e sono degli ottimi animali domestici. Sono in grado di imparare dei semplici trucchi, sono ideali per il controllo dei parassiti e sono come arte vivente che aggiungono un bel tocco di colore a cortili e giardini. E c’è di più, le galline possono fornire uova fresche ogni giorno per tutta la famiglia.

Siete pronti ad accogliere i polli come animali domestici? Con i prodotti di Omlet e la giusta preparazione, l’allevamento di galline può essere un passatempo facile e divertente per tutta la famiglia.

Principi base dell’allevamento di polli

Siamo felici di aiutarvi a iniziare il vostro allevamento di polli! E siamo sicuri che avete molte domande riguardo alle galline e alla loro cura. Imparare fa parte del divertimento di allevare polli e noi vi forniremo le conoscenze necessarie per avere successo sin dall’inizio.

Scegliere la razza giusta

Come per molti animali, ci sono molte diverse razze di galline. Alcune di loro sono “galline ovaiole”, il che vuol dire che producono molte uova e altre sono “ornamentali” e sono apprezzate per il loro aspetto e le loro caratteristiche uniche. Ci sono galline di tutte le dimensioni e colori e molte razze vivono in armonia tra di loro, nel caso in cui doveste decidere di avere un allevamento misto.

Iniziare con delle galline o con dei pulcini

Alcune persone scelgono di iniziare con galline adulte piuttosto che con dei pulcini. Ci sono dei vantaggi in entrambi i casi, ma è più probabile che gli allevatori di polli alle prime armi abbiano maggiore successo con galline adulte. Quando iniziate con le galline:

  • Conoscete il sesso dei vostri uccelli, mentre la maggior parte delle razze di pulcini non può essere sessuata fino all’età adulta
  • Le galline adulte sono già in grado di deporre le uova
  • I pulcini devono vivere per 6-8 settimane in una gabbia speciale, detta “incubatrice” e durante questo periodo devono avere una lampada di calore o una piastra riscaldante
  • Potete scegliere galline adulte da un allevamento in base alla loro personalità e colore, mentre i pulcini impiegheranno del tempo per sviluppare questi tratti
  • I pulcini non devono essere lasciati incustoditi troppo a lungo, ad esempio per gite fuori porta, mentre le galline sono autosufficienti, purché vengano tenute in un pollaio e in un recinto sicuri con cibo e acqua a sufficienza

In definitiva, sta a voi decidere se iniziare con pulcini o galline, ma ricordate che i pulcini dipendono interamente dai loro proprietari umani – per tutto: cibo, acqua pulita e una fonte di calore costante. Le galline adulte sono molto meno fragili e non richiedono molto tempo da parte vostra, quindi se siete assolutamente alle prime armi nell’allevamento di polli, di solito è più semplice iniziare con galline adulte

Preparare il terreno

Pensate a dove poter ospitare le vostre galline. Dovrete trovare un posto quanto più piano possibile nel vostro cortile o giardino in cui sistemare il loro pollaio e assicurarvi che quest’area sia priva di vegetazione potenzialmente dannosa. I polli sono dei meravigliosi mangiatori di insetti e contribuiranno felicemente all’abbellimento del paesaggio se li lascerete andare alla ricerca di cibo. Controllate che i vostri polli non abbiano accesso a piante potenzialmente tossiche.

Se avete intenzione di tenere le vostre galline sempre nello stesso luogo, sarà meglio scegliere un rivestimento per il pavimento del recinto. Si possono utilizzare trucioli di legno, sabbia grossolana o una lettiera di canapa per rivestire il terreno delimitato dal recinto delle vostre galline per proteggerle dal fango.

Pollaio in plastica

Ora che avete deciso il tipo di galline che volete allevare e dove vorreste tenerle, è giunto il momento di procurarvi l’attrezzatura più importante per il vostro allevamento: il pollaio.

Un pollaio di qualità, qualunque esso sia, è un investimento, ma un pollaio in plastica dura molto più a lungo di un pollaio in legno. Non solo, i pollai in plastica sono molto più facili da pulire rispetto a quelli in legno e non richiedono manutenzione.

Il pollaio Eglu Cube di Omlet non marcisce mai e non dovrete riverniciarlo o rifare il tetto come avviene con i tradizionali pollai in legno. I pollai in plastica stanno sostituendo velocemente i loro predecessori in legno ora che gli allevatori di polli sanno che non tutti i pollai marciscono.

La maggior parte degli allevatori di polli non attendono con piacere il giorno in cui devono pulire il pollaio, ma Eglu Cube ha reso questo noioso compito un gioco da ragazzi. Il vostro pollaio Omlet può essere pulito in pochi minuti con il minimo sforzo. Basta rimuovere il vassoio per le deiezioni, svuotarlo nel compost o nella spazzatura, lavare il vassoio con l’idropulitrice o un disinfettante non dannoso per le galline e asciugarlo. Aggiungete il rivestimento dopo aver lavato il vassoio e il vostro pollaio sarà perfettamente pulito come una volta!

Eglu Cube sarà il pollaio più grande offerto da Omlet, ma questo non vuol dire che sia difficile da installare. Anzi, Eglu Cube è facile da assemblare ed è pronto per ospitare le vostre galline non appena sarà montato. Inoltre, con la possibilità di aggiungere facilmente le ruote e i manici durante l’assemblaggio, il pollaio delle vostre galline può essere completamente mobile.

Investire in un recinto resistente

Se le vostre galline hanno bisogno di uno spazio tutto per loro, potete collegare un recinto a Eglu Cube. Inoltre, potete ampliare le sue dimensioni con i nostri kit di estensione per recinti per Eglu Cube. Oppure, se avete abbastanza spazio, potete optare per un recinto Walk-In per i vostri polli.

Tutti i nostri recinti hanno una rete anti-tunnel che impedisce ai predatori di scavare per poter entrare e sono realizzati con un filo metallico saldato ultra resistente, invece che con una rete sottile. I recinti per galline di Omlet sono progettati per resistere alle intemperie, ai predatori e alle condizioni meteorologiche avverse. Aggiungete delle coperture per recinti opzionali per tenere le vostre galline al riparo da pioggia, neve, sole e vento. Oppure, aggiungete un rivestimento per il vostro recinto Walk-In per proteggere totalmente il vostro allevamento dagli agenti atmosferici.

Una porta automatica per pollai è fondamentale per l’allevamento di polli

Uno degli accessori migliori che potete aggiungere alla vostra configurazione, sia per voi che per le vostre galline è Autodoor. Questa custode del vostro pollaio lascia uscire le vostre galline al mattino e le rimette dentro la sera – così non dovrete preoccuparvi di alzarvi dal letto presto o essere a casa a un certo orario. L’esclusivo meccanismo di apertura orizzontale di Autodoor di Omlet aggiunge un ulteriore livello di sicurezza al vostro pollaio. I predatori saranno messi in difficoltà dalla solidità della nostra Autodoor.

Autodoor può essere impostata in base a un programma orario o al sole. Basterà semplicemente programmare la vostra porta automatica dal pannello di comando facile da usare per impostare il programma che preferite. Si possono scegliere molteplici opzioni per la luce solare per fare in modo che la porta si chiuda al tramonto o poco prima e che si apra quando il sole sorge o poco dopo. Il programma orario è facile da usare, in quanto vi consente di selezionare gli orari desiderati di apertura e chiusura di Autodoor.

Aggiungete una luce per pollai opzionale per offrire al vostro allevamento una luce soffusa che le aiuta a tornare nel pollaio per la notte. La luce si accende 5 minuti prima dell’orario di chiusura programmato di Autodoor. Quando il sole tramonta le galline si dirigono naturalmente verso la luce e questo è particolarmente utile per aiutare persino le galline più ostinate a ritrovare la strada verso il posatoio quando è ora di andare a letto.

Anche le galline hanno bisogno di divertirsi

Le galline sono animali domestici che richiedono poche cure, ma a cui comunque piace divertirsi. Una stimolazione fisica e mentale è ideale per aiutarvi a mantenere le vostre galline felici e in salute. Inoltre, gli accessori aggiuntivi fanno in modo che guardarle giocare e manifestare i loro comportamenti naturali sia molto più divertente.

Lasciate che le galline giochino con il cibo

Omlet ha una vasta gamma di giochi e accessori per galline. Accessori come il Peck Toy sono un ottimo modo per migliorare l’orario della merenda e tenere pulito il pavimento del recinto. Mettete all’interno del Peck Toy del mangime o altri piccoli bocconcini per aumentare la durata delle razioni e ridurre gli sprechi.

Il dispenser Caddi è ideale per nutrire le vostre galline con verdure fresche, verdure a foglia verde o delle prelibatezze fatte in casa. Appendete il dispenser Caddi al recinto e portatelo in casa per riempirlo con i bocconcini preferiti dai vostri polli.

I posatoi aumentano il divertimento

Come la maggior parte delle specie di uccelli, alle galline piace appollaiarsi per avere una visuale migliore del mondo che le circonda. Il posatoio Freestanding può essere posizionato ovunque ed è facile da spostare in qualsiasi momento. Dei picchetti a vite pratici e resistenti fissano il posatoio Freestanding al suolo per offrire alle vostre galline un luogo stabile dove appollaiarsi. Per posizionare il posatoio Freestanding in un altro luogo basterà svitare in modo semplice i picchetti a vite.

Se avete un recinto Walk-In, il posatoio personalizzabile PoleTree di Omlet è ideale per aggiungere diversi livelli allo spazio dei vostri polli. Aggiungete trespoli di varie lunghezze, dispenser di cibo e Peck Toy da appendere a dei fori predisposti, posti alle estremità dei trespoli in legno di eucalipto perfettamente levigati per personalizzare l’esperienza delle vostre galline. PoleTree è perfetto per utilizzare lo spazio verticale del recinto Walk-In e aggiungere fascino estetico creando un ambiente davvero unico per il vostro allevamento.

Omlet e la vostra avventura da allevatori di polli

Vogliamo che godiate del tempo trascorso con le vostre galline dal momento in cui le portate a casa e per molti anni a venire. Per questo motivo Omlet ha inventato prodotti che non solo mantengano le vostre galline felici e in salute, ma sono anche progettati per consentirvi di stabilire un forte legame con i vostri uccelli. Eglu Cube, il recinto Walk-In, e Autodoor sono stati accuratamente e appositamente creati perché le vostre galline siano al sicuro e felici, rendendo l’allevamento di polli semplice e divertente per i loro proprietari. Lasciate che Omlet vi aiuti a iniziare la vostra avventura di allevamento e godetevi al meglio il vostro viaggio.

Come iniziare ad allevare galline - Pollaio Eglu Cube di Omlet in un recinto Walk-In di Omlet

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Galline


L’allevamento di polli è adatto al mio stile di vita?

Donna che fa uscire le galline dal pollaio Eglu Pro di Omlet

Pensando ai vostri hobby all’aria aperta, vi siete mai trovati a chiedervi, l’allevamento di polli è adatto al mio stile di vita? Se la risposta è sì, non siete i soli. Allevare galline nel proprio giardino sta diventando sempre più popolare, in quanto aiuta a ridurre lo stress, avere uova fresche e trascorrere più tempo all’aria aperta. Ecco in che modo questa attività può adattarsi al vostro stile di vita – dovunque voi viviate.

Motivi per cui allevare polli

Ci sono molti buoni motivi per cui allevare polli nel proprio giardino. Oltre al loro fascino carismatico, le galline offrono ai loro proprietari diversi benefici, tra cui:

  • Uova fresche
  • Controllo dei parassiti
  • Fertilizzante
  • Manutenzione del giardino
  • Aiuto nel compostaggio

Ma primo fra tutti, le galline possono stabilire legami con i loro proprietari che durano tutta la vita. A seconda della loro personalità, queste relazioni possono assomigliare a quelle che avete con i vostri cani o gatti.

Dopo aver scoperto alcuni dei benefici, ora analizziamo l’allevamento di polli nei minimi dettagli. Esistono diverse opzioni per ospitare e prendersi cura delle galline e questo vi consente di scegliere il metodo che meglio si adatta al vostro stile di vita.

Tipi di installazioni

Ci sono diversi modi per creare la migliore configurazione per le vostre galline. Pollai mobili, recinti per pollai e recinzioni per polli sono elementi essenziali che possono essere personalizzati per adattarsi al vostro stile di vita. Alcuni allevatori scelgono di allevare le proprie galline all’aria aperta, ma questa pratica può comportare alcuni rischi.

Pollai mobili e statici

Tutti i pollai di Omlet possono convertiti in strutture mobili con l’aggiunta di ruote e manici o acquistati come chicken tractor pre-costituiti. Questi consentono di spostare facilmente il pollaio e il recinto dei vostri uccelli all’interno del vostro cortile per ridurre lo sfruttamento eccessivo dei pascoli e fertilizzare il prato. Inoltre, vi consente di mettere tutte le galline velocemente al riparo in caso di maltempo.

Recinti e recinzioni per galline

I pollai statici possono essere collegati a recinti Walk-In grandi o posizionati all’interno di una recinzione. Questa è un’opzione utilizzata da molti allevatori di polli, perché consente alle vostre galline di godere di uno spazio dedicato nel vostro giardino. I recinti e le recinzioni vi consentono di tenere le vostre galline dove desiderate, e lontano dalle vostre piante o da altre aree non adatte a loro. Inoltre, potete scegliere il substrato da aggiungere al terreno una volta che avranno beccato tutta l’erba disponibile.

I rischi dell’allevamento all’aria aperta

L’allevamento all’aria aperta (non sempre autorizzato dalla legge) è un’opzione per consentire alle galline di razzolare liberamente. Tuttavia, ci sono alcuni elementi importanti da valutare prima di prenderlo in considerazione:

  • La necessità di tenere le vostre galline nel pollaio tutta la notte o di installare una porta automatica
  • La presenza di predatori di polli nella vostra zona
  • La strada più vicina
  • La possibile presenza di piante velenose per le galline

I polli allevati all’aria aperta hanno accesso a nutrienti aggintivi e possono trovare da sé delle aree dove fare i bagni di sabbia — ma questo non implica l’assenza di rischi. Il posto più sicuro per le vostre galline è all’interno di un pollaio con recinto solido, con dei nutrienti supplementari che vengono loro somministrati sotto forma di erbe e insetti essiccati, fieno di stagione e cibo fresco dal vostro orto o dal supermercato per nutrire i vostri polli senza fargli correre ulteriori rischi.

Se scegliete di allevare le vostre galline all’aria aperta, assicuratevi di prendere adeguate precauzioni. Tenetele sempre al sicuro nel loro recinto di notte o programmate la chiusura della vostra porta automatica poco dopo il tramonto per tenerle al sicuro durante la notte. Evitate di lasciarle libere quando non siete in casa, in modo da poterle controllare.

Uomo che dà da mangiare alle sue galline in un recinto Walk-In di Omlet

Routine quotidiana

Le routine quotidiane sono un altro ambito in cui ciascun allevatore di polli può decidere ciò che è meglio per lui. Sebbene alcuni compiti debbano essere svolti quotidianamente, con dei pollai facili da lavare, possono essere necessari solo pochi minuti al giorno. Ecco un esempio di routine quotidiana per un allevatore di polli.

Mattina:

Pomeriggio:

  • Controllare la presenza di uova nel nido
  • Nelle giornate più fredde, assicurarsi che l’acqua non sia congelata; in quelle più calde assicurarsi che sia sempre presente

Sera:

  • Chiudere le galline nel pollaio
  • Rimuovere eventuali resti di cibo per evitare di attirare i roditori
  • Controllare il nido ancora una volta

Cosa fare quando viaggiate

Le galline sono abbastanza autosufficienti e finché il clima è mite, le gite che prevedono un solo pernottamento non dovrebbero essere un problema. In questi casi, potete lasciare del cibo e dell’acqua in più e Autodoor si assicurerà di portare dentro e fuori i vostri polli al momento opportuno. Se prevedete di assentarvi per più di un giorno o due, sarebbe meglio procurarsi un chicken sitter che si prenda cura dei vostri uccelli.

Dimensioni del gruppo

Le galline sono animali che vivono in gruppo e hanno bisogno della compagnia di altre galline per poter prosperare. È importante tenere almeno 2 galline insieme, ma ospitarne almeno 3 o 4 consentirà loro di stabilire una sana gerarchia.

Informarsi sulle leggi del luogo

Prima di decidere la quantità di galline da allevare, assicuratevi di controllare con la vostra città (se vivete all’interno dei suoi limiti), Paese o associazione dei proprietari immobiliari se siete soggetti a restrizioni sull’allevamento. Molte leggi relative all’allevamento di polli limitano il numero di galline consentite, l’ubicazione del pollaio e la possibilità o meno di tenere un gallo. Alcune proprietà sono soggette a requisiti minimi di dimensione del lotto e diverse città impongono agli allevatori di richiedere un permesso o una licenza al comune prima di acquistare dei polli.

Non dimenticare la chicken math

Dopo esservi informati sulle linee guida dall’autorità governativa adeguata, potete decidere quante galline vi piacerebbe avere. Tenete presente che la “chicken math” è sempre in agguato e spesso colpisce gli ignari allevatori di polli. Una volta avviata la propria attività e scoperto quanto crea dipendenza, può essere difficile fermarsi a solo poche galline. Vi ritroverete a volerne sempre di più e finirete per avere una quantità molto superiore di quanto vi aspettavate inizialmente.

Spazio per crescere

È sempre una buona idea investire in una struttura che abbia spazio a sufficienza per consentire al vostro allevamento di crescere. A meno che la vostra proprietà non sia rigorosamente limitata a 2-4 galline, è molto probabile che finirete per volere sempre più polli nel vostro giardino.

Il pollaio Eglu Pro può ospitare comodamente fino a 15 galline e dispone di caratteristiche di sicurezza migliorate, incluso il famoso design facile da pulire di tutta la gamma dei pollai Eglu. Scegliendo un pollaio grande, potrete ampliare il vostro gruppo di galline in qualsiasi momento.

L’allevamento di polli adatto al vostro stile di vita con Omlet

Con Omlet è del tutto possibile integrare le galline nel vostro stile di vita. Che abbiate piccoli cortili urbani o grandi giardini rurali, i nostri pollai, recinti e Autodoor permettono a tutti di allevare galline felici e in salute. Iniziate la vostra nuova avventura di allevamento e scoprite la gioia che possono portare le galline nella vostra vita senza stravolgere il vostro stile di vita.

Donna con bambina che giocano con delle galline sul posatoio Freestanding di Omlet

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Galline


I benefici di un pollaio mobile

Pollaio Eglu Go Up di Omlet con una copertura contro le intemperie

Vi chiedete quali siano i benefici di un pollaio mobile? Il pollaio mobile, conosciuto anche con il termine “chicken tractor”, è sempre più ricercato dagli allevatori in tutto il mondo. Sicuramente vi starete chiedendo: che cos’è esattamente un chicken tractor?

I chicken tractor sono ideali per aggiungere diversità al vostro allevamento e al vostro cortile o giardino. Inoltre, vi consentono di spostare le vostre galline velocemente e in sicurezza ed è particolarmente utile per coloro che vivono in zone con condizioni meteorologiche avverse.

Omlet propone una varietà di pollai mobili facili da assemblare, ideali per gli allevamenti da cortile. La possibilità di spostare le vostre galline vi sembra interessante? Scoprite i nostri pollai mobili e i benefici che apportano agli allevatori di polli.

Che cos’è un chicken tractor?

I chicken tractor sono dei pollai mobili senza pavimento, con o senza ruote. L’idea è nata in seguito all’idea degli agricoltori di portare al pascolo i loro polli per ricavarne la carne, ma senza i rischi associati all’allevamento all’aria aperta. Questo ha avuto come risultato il “chicken tractor”, così chiamato perché gli animali contenuti all’interno smuovono il terreno come fanno i trattori. Esistono “tractor” per diverse specie di animali da fattoria, come i conigli, il pollame e i maiali. L’effetto è duplice: gli animali allevati al pascolo producono carne di qualità superiore rispetto a quelli allevati in una stalla o in un pollaio e le aree di fitta vegetazione vengono falciate naturalmente dagli animali che si trovano all’interno.

Questo metodo ha applicazioni pratiche per gli allevatori di polli da cortile che allevano anche galline ovaiole. L’erba fresca, la vegetazione e gli insetti che le galline ingeriscono mentre si nutrono all’esterno del pollaio offrono un grande valore nutritivo alla loro dieta. A loro volta, alcune di queste sostanze nutritive vengono trasmesse alle uova, rendendole più sane per i consumatori!

Motivi per cui acquistare un chicken tractor

Oltre a fornire un supplemento nutrizionale alla dieta dei vostri polli, l’allevamento delle galline in un pollaio mobile presenta i seguenti vantaggi:

  • I chicken tractor sono facili da muovere e questo vi consente di collocare il vostro pollaio dovunque vogliate
  • I pollai mobili possono essere spostati in previsione di maltempo, cambiamenti di stagione o per facilitare l’allestimento del vostro giardino
  • Potete portare facilmente il vostro pollaio con voi se vi trasferite o se avete un piccolo cortile e volete spostare le vostre galline in un altro luogo

I pollai mobili possono essere molto pratici per allevamenti di galline ovaiole, a seconda delle vostre abitudini e al vostro spazio. Un pollaio mobile di Omlet può essere anche collegato a dei recinti per pollai in seguito, così da diventare un pollaio più permanente, questo lo rende un’opzione flessibile e personalizzabile.

Qual è il chicken tractor migliore per le mie galline?

I chicken tractor di Omlet sono disponibili in diverse dimensioni e configurazioni. Il pollaio Eglu Cube configurato come un pollaio mobile ha un recinto annesso con delle ruote e dei manici aggiuntivi. Il nostro pollaio più grande, Eglu Cube, è la scelta ideale per allevamenti più grandi, di 4 o più galline. Nonostante le sue grandi dimensioni, il pollaio mobile Eglu Cube può essere spostato facilmente da una sola persona. Grazie alla sua posizione rialzata dal suolo, offre maggiore spazio dove le vostre galline possono beccare, oltre che una zona d’ombra per offrire riparo dal sole.

Il pollaio Eglu Go Up è una versione più compatta di Eglu Cube. Questo è ideale per allevamenti fino a 4 galline e il fatto che sia elevato dal suolo rende più semplice la pulizia e la raccolta delle uova. Questo chicken tractor più piccolo è perfetto per consentire ai bambini di pulirlo e spostarlo.

Infine, Eglu Go è un pollaio a livello del suolo che può essere configurato con manici e ruote per essere convertito in un chicken tractor. Alcune razze di galline (o galline individuali) preferiscono appollaiarsi sul terreno e questo rende Eglu Go la scelta ideale.

Cosa aspettarsi dal primo allevamento di galline

  • Se avete intenzione di allevare galline per la prima volta, il tipo di pollaio è una delle prime cose da considerare; molte persone sono interessate ai benefici di un pollaio mobile prima ancora di iniziare il loro allevamento.
  • Considerate cosa aspettarvi dal vostro primo allevamento e cosa dovrete preparare adeguatamente.

Frequenza con la quale spostare un pollaio mobile

La frequenza con la quale bisogna spostare il vostro chicken tractor dipende da diversi fattori. Le galline non mangiano solo gli insetti che trovano nell’erba – mangiano anche l’erba stessa. Il metodo migliore per stabilire quando spostare il vostro pollaio è osservare l’erba. Quando le vostre galline l’avranno beccata completamente, è giunto il momento di spostarle su un’altra chiazza d’erba. È assolutamente possibile che le vostre galline riescano a beccare l’erba dell’intero giardino se le spostate secondo uno schema.

È inoltre utile spostare il vostro pollaio mobile verso zone più esposte al sole in inverno o zone d’ombra in estate. Nel caso di eventi meteorologici gravi, un pollaio mobile può essere spostato velocemente in un rifugio secondario o lontano dagli alberi per evitare di esporre i polli a eventuali cadute di rami sul pollaio.

Posso spostare il pollaio con le galline all’interno?

La possibilità di tenere le vostre galline all’interno del chicken tractor dipende dalle loro personalità e dal vostro terreno. Alcune galline potrebbero essere felici di fare il viaggio all’interno del pollaio durante lo spostamento, mentre altre potrebbero essere spaventate. Se il vostro cortile è relativamente piano, lo spazio creato dall’innesto delle ruote a livello del suolo non dovrebbe essere grande a sufficienza da permettere ai vostri pennuti di scappare. Tuttavia, se una delle vostre galline è in preda al panico potrebbe tentare di intrufolarsi in piccoli spazi.

Mettete alla prova la reazione dei vostri polli e rafforzate la loro fiducia spostando il vostro pollaio mobile di pochi metri alla volta. Dopo un po’ di pratica, potreste essere in grado di tenere le vostre galline all’interno mentre spostate il vostro chicken tractor. Se il vostro terreno non è piatto o se i vostri polli hanno paura di essere spostati, sarà necessario metterli in un recinto mentre voi spostate il pollaio.

Consigli per fare in modo che le vostre galline amino il loro chicken tractor

I chicken tractor possono essere personalizzati proprio come le loro controparti stabili. Giocattoli e accessori o un’altalena per galline sono perfetti per aggiungere altezza e arricchiere l’ambiente dei vostri amici pennuti. Basterà aggiungere questi prodotti divertenti al recinto annesso del vostro pollaio mobile e divertirvi guardare le vostre galline che beccano il suolo nel loro spazio personalizzato.

Libertà con Omlet

Noi di Omlet crediamo che bisogna lasciar vivere le galline al meglio e nel modo più naturale possibile tenendole al sicuro. I nostri chicken tractor hanno tutte le caratteristiche dei nostri pollai stabili, con il vantaggio aggiunto di essere mobili. La flessibilità nell’allevare polli non è mai stata così semplice come con i pollai di Omlet. Combinate i nostri pollai mobili con un recinto per galline per creare degli spazi personalizzati e offrite loro regolarmente delle delizie per rafforzare il legame con i vostri polli.

Galline fuori dal loro pollaio con recinto Eglu Cube di Omlet

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Galline


La migliore porta automatica per pollai

Pollaio Eglu Cube di Omlet chiuso con Autodoor di Omlet - sistema di apertura automatico per pollai

La migliore porta automatica per pollai svolge diverse funzioni, si può programmare in base a vostri programmi, offre un livello superiore di protezione dai predatori e si apre in senso orizzontale con dei sensori di sicurezza integrati. Continuate a leggere per scoprire come Autodoor può rivoluzionare la vostra routine di allevamento di polli.

Perché il vostro pollaio ha bisogno di una porta automatica

Una porta automatica per pollai trasformerà il vostro pollaio ordinario in una casetta per galline intelligente e tecnologicamente avanzata. Agendo come una custode personale del vostro pollaio, la migliore porta automatica aiuta le vostre galline a rispettare la loro routine e le protegge mentre dormono. La nostra Autodoor vi permetterà di:

  • Dormire più a lungo mentre le vostre galline vengono portate fuori
  • Stare tranquilli se siete fuori casa dopo il tramonto
  • Aggiungere un ulteriore livello di sicurezza contro i predatori
  • Potenziare l’effetto isolante del vostro pollaio in plastica
  • Stabilire e rinforzare una routine adatta ai vostri uccelli

Esistono molti tipi diversi di porte automatiche per pollai, ma quando si tratta del comfort e della sicurezza dei vostri polli, un modello spicca fra tutti.

Il sistema di apertura automatico per pollai di Omlet

La porta automatica Autodoor di Omlet è stata progettata con cura. Realizzata con materiali robusti che non marciscono e non arrugginiscono, è facile da lavare e dura per tutta la vita. L’ingegnoso ingranaggio stile vite che si apre in senso orizzontale, lo rende incredibilmente difficile da forzare da parte dei predatori. Inoltre, Autodoor di Omlet potenzia l’effetto isolante del nostro pollaio Eglu Cube ed è progettata per integrarsi perfettamente ad esso senza dover rimuovere la porta esistente. Inoltre, Autodoor può essere installata su un pollaio in legno, recinti per pollai di Omlet, o su recinti in rete tradizionali.

Sensori di luce per l’automatizzazione di alba/tramonto

Volete dormire più a lungo o tornare a casa tardi, ma dovete badare ai vostri polli? Autodoor può essere regolata in base al sole. E poiché le galline si appollaiano per la notte in base alla quantità di luce solare, non dovrete preoccuparvi di cambiare le impostazioni di Autodoor quando arriva l’inverno. La chiusura della porta si regolerà durante tutto l’anno rispettando i livelli di luce desiderati – qualunque sia la stagione. Inoltre, Autodoor è così sofisticata da rilevare i temporali o il cielo coperto, facendo in modo che la porta non si chiuda in occasione di piccole fluttuazioni di illuminazione.

Definire una vostra routine

Alcuni gruppi di galline vanno a dormire tutti i giorni alla stessa ora, senza aspettare che il sole tramonti. Se le vostre galline preferiscono andare a letto presto, impostare la porta automatica nella modalità tempo è l’opzione migliore. Basta scegliere un orario giornaliera di apertura e chiusura e Autodoor rispetterà la routine delle vostre galline.

Installazione sui pollai in il legno e in plastica

È possibile acquistare dei pacchetti di montaggio aggiuntivi per installare Autodoor sui nostri recinti o su reti metalliche tradizionali, rendendola universale. La nostra porta può essere installata su qualsiasi pollaio in legno tradizionale o su un recinto per pollai annesso di Omlet – questo la rende facile da spostare in qualsiasi momento da un pollaio in legno a un Eglu Cube.

Resistente ai predatori

La migliore porta automatica per pollai proteggerà i vostri uccelli dai predatori. Assicurando la porta del pollaio tutte le notti, le vostre galline saranno protette durante i periodi più attivi dei predatori di polli, come i procioni o i coyote.

Proteggere le vostre galline dai procioni costituisce una sfida particolarmente difficile, in quanto sono molto abili nel forzare le porte. Tuttavia, grazie a un meccanismo di apertura orizzontale, Autodoor è molto più difficile da forzare rispetto ad altre porte automatiche per pollai che si aprono in senso verticale. Inoltre, grazie al nostro meccanismo a spirale, Autodoor resisterà anche ai predatori più ostinati.

Resistente al caldo e al freddo

Preoccupati per le intemperie? La nostra porta automatica resiste a tutte le condizioni atmosferiche e alle temperature. La porta funziona anche quando le temperature scendono sotto lo zero, tenendo al caldo il vostro allevamento durante l’inverno. Nel periodo in cui le ore di luce giornaliere diminuiscono, i vostri polli resteranno al caldo nel loro pollaio fino al raggiungimento dei livelli di luce desiderati o dell’orario prestabilito.

In estate, Autodoor consentirà alle vostre galline di uscire al mattino quando le temperature sono più fresce per aiutare i vostri polli ad affrontare i mesi più caldi. Più lunghe sono le giornate, più il vostro allevamento potrà godere della brezza e dell’ombra fuori dal pollaio, pur rimanendo al sicuro e in buone condizioni durante la notte.

Sensori di sicurezza integrati

Dei sofisticati sensori di sicurezza fanno in modo che i vostri polli non rimangano intrappolati accidentalmente quando Autodoor si chiude. Se una delle vostre galline o parte del suo corpo ostruisce la porta, questa si riapre per chiudersi nuovamente dopo pochi minuti. Il leggero impatto della porta automatica è di solito sufficiente perché le vostre galline che si trovano sulla soglia possano entrare, ma presto si adatteranno alla loro routine e smetteranno di indugiare sulla porta.

Combinate Autodoor con un pollaio adatto alle esigenze dei vostri polli

Il pollaio Eglu Cube e Autodoor sono fatti l’uno per l’altro. La porta automatica si installa velocemente e facilmente su Eglu Cube senza la necessità di kit di installazione aggiuntivi. Inoltre, con il suo design integrato, non è necessario rimuovere la porta girevole esistente di Eglu Cube. La porta standard del pollaio, infatti, può essere aperta indipendentemente da Autodoor.

Combinando il migliore pollaio con la migliore porta automatica sul mercato, sarete sicuri di beneficiare della migliore installazione possibile. I pollai di Omlet sono resistenti ai predatori, presentano un isolamento a doppia parete e offrono una ventilazione ottimale per il massimo del comfort dei vostri uccelli.

La migliore installazione per le vostre galline con Omlet

Omlet crea i migliori prodotti per galline sul mercato. Progettati per una vita intera di praticità e comfort, i nostri recinti, chicken tractor e casette per galline garantiranno successo sin dal primo giorno e durante tutta la vostra avventura di allevamento di polli. Scegliete la migliore porta automatica per pollai e altri prodotti per polli di Omlet per aiutare le vostre galline a vivere al meglio.

Pollaio Eglu Cube di Omlet e recinto Walk-In con Autodoor

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Galline


All’interno di un allevamento di pulcini in autunno – parte 3

Ciao a tutti! Mi chiamo Alyssa Holland e vivo in una piccola hobby farm nel Texas centro-settentrionale. Nella nostra fattoria abbiamo animali di tutti i tipi: cavalli, capre, un maiale nano, conigli, porcellini d’india, cani, gatti, pesci e, naturalmente – galline! Attualmente abbiamo all’incirca 25 galline di razze miste. Di recente, abbiamo aggiunto al gruppo anche un piccione che abbiamo salvato e che ora crede di essere un pollo!


Alyssa - allevatrice di polli - con una delle sue pollastre

Galline grige che crescono nella fattoria di Alyssa

È la fine di novembre e i miei pulcini sono stati ufficialmente trasferiti dall’incubatrice al pollaio! Come ho accennato nel mio precedente blog, ho pensato a lungo dove metterli e alla fine ho dovuto trovare una nuova casa a 2 dei 6 pulcini con i quali ho iniziato. Tuttavia, tutto è andato molto bene e ora ho un piccolo gruppo di pollastre in crescita – e sorprendentemente anche un gallo! Scoprite come abbiamo effettuato la transizione finale e i miei migliori trucchi e consigli per un trasferimento fluido e di privo di stress.

Prima di trasferire i pulcini

Ho dovuto effettuare decisioni e cambiamenti importanti prima di trasferire i miei pulcini. Anche se erano abbastanza grandi per essere spostati, ho dovuto valutare la loro forza e agilità, determinare chi sarebbero stati i loro futuri compagni di allevamento e adattare alcuni accessori essenziali.

Determinare le abilità fisiche

Il fattore più importante da considerare prima di spostare i pulcini è la presenza delle piume. I pulcini che non hanno ancora tutte le loro piume da adulti non devono mai essere privati di una fonte di calore. Bisogna abbassare la temperatura dell’incubatrice ogni settimana, ma i pulcini che hanno anche una piccola quantità di peluria non devono essere spostati dall’incubatrice. La maggior parte delle razze sviluppa completamente le piume entro le 5 o 6 settimane di vita, ma io preferisco aspettare un po’ di più per assicurarmi che siano abbastanza maturi da resistere alle intemperie.

Nel caso di un pollaio rialzato come Eglu Cube, è importante tenere conto delle abilità fisiche dei vostri pulcini. Ho anche dotato la scala di una rampa di accesso fai-da-te, perché le mie galline Moroseta avevano difficoltà a salire i gradini. L’ho lasciata lì anche per i pulcini, in modo che fosse più semplice per loro entrare nel pollaio.

Inoltre, bisogna assicurarsi che i pulcini non scivolino attraverso le barre dei posatoi. Questo è uno dei motivi per i quali Omlet consiglia di aspettare fino alle 12 settimane prima di metterli nel pollaio. Quindi, ho fatto un “collocamento di prova” prima di trasferirli ufficialmente, per assicurarmi che le loro zampe fossero abbastanza grandi da non passare attraverso i posatoi (e lo erano!).

Infine, assicuratevi che i vostri pulcini siano grandi abbastanza da comprendere il concetto di programma. Devono essere in grado di andare da soli nel pollaio tutte le sere verso il tramonto. Dovreste vederli adottare questo comportamento già nell’incubatrice man mano che crescono.

Valutare i compagni di allevamento

Se avete diversi gruppi di galline come me, dovrete tenere conto della personalità di ciascuna di loro. C’è una gallina dominante che è attenta a tenere in riga tutte le altre? È presente un gallo? C’è posto per nuovi pulcini nel pollaio?

Il mio Eglu Cube con recinto Walk-In ospitava un piccolo allevamento di 2 galline padovane, 1 Cocincina Bantam e un gallina Moroseta. Le galline padovane sono molto docili, mentre quelle più piccole formano un duo madre-figlia che tende a coalizzarsi contro le compagne più timide.

Alla fine, ho spostato le Bantam e la Moroseta, lasciando solo le due galline padovane nel pollaio di Omlet. Questo ha permesso ai miei pulcini ancora giovani di ritrovarsi con le compagne più docili. Poiché ho trovato una nuova casa a 2 dei miei pulcini, il mio recinto Walk-In 6×9 è della dimensione adatta per questo gruppo di polli – e avevo anche spazio per aggiungere in seguito un gallo Plymouth Rock di un altro gruppo che veniva preso di mira dal nostro gallo più anziano. Questo ha portato il gruppo nel pollaio di Omlet a un totale di 7 membri, tutti perfettamente soddisfatti!

Cambiare l’altezza di abbeveratoi e mangiatoie

Gli abbeveratoi e le mangiatoie per galline di Omlet sono facili da spostare verso l’alto o verso il basso nella rete del recinto Walk-In. Mi sono assicurata che questi fossero abbastanza bassi in modo che i miei pulcini potessero accedervi facilmente. Di solito offro ai miei pulcini del mangime medicato fino alle 12-14 settimane, quindi ho aggiunto un’altra mangiatoia per i pulcini al centro del recinto, sospesa con una corda sottile. La mangiatoia agganciata al recinto contiene del pellet per galline ovaiole, che mangiano anche i piccoli.

Il trasferimento dei pulcini

Ho portato i miei pulcini in visita al pollaio e al recinto quando erano ancora nell’incubatrice, in modo che conoscessero già la loro futura casa. Il giorno del trasferimento ci siamo assicurati di tenerli stretti e portarli nel recinto prima di appoggiarli delicatamente a terra. I miei nipoti sono venuti a trovarci proprio quel giorno, quindi grazie a loro, i miei due figli e io, siamo riusciti a spostare tutti i pulcini in un colpo solo!

Le nostre due galline padovane erano assolutamente terrorizzate dei loro nuovi compagni di allevamento per alcune ore – sono rimaste nascoste sotto il pollaio Eglu Cube mentre i pulcini esploravano allegramente il posatoio Freestanding! Questa situazione è durata fino al momento dei pasti, quando i miei uccelli hanno iniziato a osservarsi più da vicino.

Scala gerarchica dei pulcini

Nella mia esperienza, le galline padovane sono state le razze più docili e arrendevoli che abbia mai avuto. Per questo ho scelto di installare i nuovi arrivati con queste due gentili compagne. Finora ha funzionato benissimo, ma tutti gli allevamenti hanno bisogno di una gallina (o di un gallo) in cima alla gerarchia.

Ho spostato volutamente le mie galline Bantam e Moroseta prima di trasferire i pulcini, in modo che le galline padovane non lottassero per la posizione più alta della gerarchia e maltrattassero a turno i pulcini. Ha funzionato! I pulcini sono stati trasferiti e le galline più anziane sono tornate alla loro solita routine e il dramma è stato sventato. Solitamente, i pulcini sono in fondo alla gerarchia – almeno fino a quando non sono abbastanza grandi da sfidare lo status quo.

Il problema principale che abbiamo riscontrato è stato insegnare ai pulcini a entrare nel pollaio la sera. Erano molto più interessati ad appollaiarsi sul posatoio Freestanding durante le prime notti – e le galline padovane si univano a loro. Quando anche le galline adulte hanno iniziato a farlo, mi sono resa conto che dovevo interrompere l’abitudine in fretta! Ho messo nel pollaio tutti e 6 i polli personalmente per 3 sere di fila e chiudendo la porta del pollaio. Hanno subito imparato a farlo e ora tornano nel pollaio tutti i giorni al calare della sera, senza alcun problema.

Un gallo nel pollaio

Ecco che le cose si fanno interessanti: abbiamo scoperto che un pulcino Plymouth Rock era in realtà un gallo. Nel nostro grande allevamento c’era già un gallo vecchio e gentile, che non era molto contento di avere improvvisamente concorrenza. Quindi abbiamo spostato il galletto nell’installazione di Omlet poiché l’altro gallo si era tenuto relativamente calmo.

Ma la faccenda si complica! I pulcini Laced Wyandotte di questo autunno erano più grandi degli altri. Sapevo che sarebbe stato un rischio, ma considerando le piume e le dimensioni, ero abbastanza sicura di aver scelto delle pollastre. Purtroppo, mi sbagliavo! Quindi prima o poi, dovremo trovare una nuova sistemazione a uno dei galli, ma per il momento vivono tutti in armonia.

Preparativi per l’inverno

Con l’arrivo di dicembre, i nostri pulcini hanno 14-16 settimane. Poiché hanno tutte le piume e sono sani, i preparativi per l’inverno saranno uguali a quelli del resto del gruppo. In Texas abbiamo inverni molto miti – finché le temperature non cambiano improvvisamente! Stiamo vivendo una tipica stagione di fine autunno: qualche pioggia, temperature moderate e notti che a volte scendono di un paio di gradi sotto lo zero.

Di solito scelgo pellet di pino o segatura come rivestimento sotto il trespolo quando le temperature sono più fredde per aggiungere un po’ di isolamento. Inoltre, chiudo Autodoor la sera quando le temperature scendono intorno lo zero. Così, quando saremo in pieno inverno, questo piccolo allevamento sarà abituato ai programmi della Porta Automatica.

Quando le temperature saranno stabili intorno allo zero, aggiungiamo delle prolunghe per collegare dei riscaldatori all’abbeveratoio delle galline. Funzionano perfettamente con quelli di Omlet, tenendo l’acqua in forma liquida – anche quando le temperature sono molto al di sotto dello zero!

Inoltre, offriamo fieno di erba medica quando le giornate sono particolarmente fredde, insieme a larve di mosca soldato essiccate e altri cereali. I nostri uccelli ricevono anche una sana porzione di scarti della cucina e avanzi (che possono mangiare). I pulcini sono molto molto felici di avere una vasta scelta, prima limitata!

I miei consigli principali

Nel complesso, la mia prima esperienza di allevamento di pulcini in autunno è stata molto positiva! Non è stata molto diversa rispetto ad allevarli in primavera – in effetti è stato molto semplice, con il nostro clima. Non mi sono dovuta preoccupare che i pulcini sentissero troppo caldo in incubatrice durante le giornate primaverili e di inizio estate. Inoltre, nella nostra zona, è molto più semplice preparare le galline all’inverno che al caldo torrido dell’estate. Ecco i miei consigli principali e le lezioni che ho imparato da questa esperienza:

  • Consiglio al 100% di allevare pulcini in autunno se vivete in una zona particolarmente calda. Poiché le galline tollerano meglio il freddo che il caldo, è molto più semplice spostare i pulcini all’esterno quando il clima è mite.
  • Trovare dei pulcini all’inizio dell’autunno non è stato difficile come pensavo, ma la scelta è stata più limitata che in primavera. La produzione e la vendita di pulcini continua per tutto l’autunno, quindi il prossimo anno potrò ordinare razze specifiche, piuttosto che acquistare da negozi locali.
  • Spostare i vostri pulcini con galline calme, non aggressive e con una routine ben consolidata aiuta a mostrare agli uccelli più giovani la strada giusta
  • Abbiamo avvolto il metro alla base del nostro recinto Walk-In con della rete hardware. Questo tiene lontani i serpenti, che sono molto attivi nella nostra zona in primavera e in autunno. I pulcini sono il bersaglio principale per i serpenti che possono infiltrarsi dall’alto, se il recinto si trova vicino a un albero o un arbusto. Noi installiamo delle coperture per recinti per impedire loro di cadere all’interno.
  • Se siete come me e vi mancano le giornate più lunghe e calde dell’estate, i pulcini sono ideali a questo scopo! Sono come avere un pezzo di primavera con voi durante l’autunno e l’inverno.

E questo è quanto! Spero che il prossimo anno decidiate di provare ad allevare pulcini in autunno. È stata un’esperienza divertente che non vedo l’ora di ripetete!

Galline che beccano una zucca

Alyssa - allevatrice di polli - con una delle sue pollastre 2

Di: Alyssa Holland

 

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Galline


All’interno di un allevamento di pulcini in autunno – Parte 2

Ciao a tutti! Mi chiamo Alyssa Holland e vivo in una piccola hobby farm nel Texas centro-settentrionale. Nella nostra fattoria abbiamo animali di tutti i tipi: cavalli, capre, un maiale nano, conigli, porcellini d’india, cani, gatti, pesci e, naturalmente – galline! Attualmente abbiamo all’incirca 25 galline di razze miste. Di recente, abbiamo aggiunto al gruppo anche un piccione che abbiamo salvato e che ora crede di essere un pollo!


Alyssa Holland - allevare pulcini in autunno - seduta con in mano un pulcino

Bentornati per la mia nuova avventura di allevamento di polli in autunno! I miei sei pulcini prosperano anche se le temperature sono più fresche e stanno crescendo molto in fretta. Le loro personalità iniziano ad affermarsi e sono in corso i preparativi per la loro futura sistemazione. Scoprite cosa abbiamo in atto e quali sono le nostre aspettative per il resto della stagione autunnale.

Come stanno crescendo

I miei pulcini stanno crescendo velocemente! E poiché ho iniziato con pulcini un po’ più grandi, il tempo è volato. Entrambe le razze avevano già tutte le piume intorno alle 6 settimane e stanno crescendo alla stessa velocità – questo mi ha permesso di tenerli insieme nell’incubatrice senza problemi!

Ora i pulcini hanno circa 7-8 settimane. Le Wyandottes argento orlo nero stanno iniziando a mostrare i loro bellissimi colori e il motivo screziato delle Plymouth Rock è ormai ben visibile. Ho rimosso la piastra riscaldante la settimana scorsa dopo che hanno messo completamente le piume. Di solito, tengo all’interno una fonte di calore fino a quando hanno circa 8 settimane di vita, ma poiché le temperature sono ancora piuttosto alte durante il giorno (si aggirano intorno ai 30-35°) e non scendono al di sotto dei 24° la notte, ho deciso di toglierla.

Io spero di avere solo pollastre in questo gruppo! La nostra azienda fornitrice di trattori è stata molto gentile a lasciarmi scegliere i miei pulcini, così ho potuto confrontare le piume e le creste e ho scelto quelle che speravo fossero 3 femmine, ma solo il tempo ci dirà la verità. Le Plymouth Rock dovrebbero essere delle pollastre, ma quest’anno ne avevo acquistate due che sembravano femmine e ora ci ritroviamo con un bellissimo gallo Plymouth Rock! Questo mi ha fatto capire che a meno che una razza non abbia caratteristiche peculiari al sesso (ad esempio può essere individuato al momento della nascita dal colore delle piume), possono verificarsi degli errori. Fortunatamente, la nostra proprietà non è soggetta a restrizioni sugli animali, quindi possiamo allevare galli, purché vivano pacificamente con il resto dell’allevamento (e non corrano dietro ai miei figli!).

Futuri compagni di allevamento

Come molti proprietari, finisco per volere sempre più galline. Quindi, invece di contare i miei uccelli e misurare la metratura dei miei pollai e recinti, misuro guardo alla mia capacità di soddisfare i loro bisogni di salute e benessere. Se tutti sono felici, il mio allevamento sarà sano e duraturo!

Abbiamo due allestimenti: uno è un pollaio con recinto molto grande che mio marito ha realizzato poco dopo il nostro trasferimento, più di 5 anni fa, e l’altro è un Eglu Cube di Omlet con annesso un recinto Walk-In di Omlet di 1,8 x 2,3 m. Il nostro allestimento fai-da-te ospita 18 galline e 2 galli, mentre 4 galline e 1 gallo sono ospitate nel pollaio Eglu Cube. I pulcini che sto allevando in questo momento saranno inseriti nel gruppo più adatto alle loro personalità, tenendo conto anche dello spazio a disposizione. Terrò le galline più piccole o docili nell’Eglu Cube, per le sue dimensioni più ridotte, ma anche perché è più facile per i miei bambini accedere alle uova ed entrare nel recinto per giocare con le loro galline preferite! Cerchiamo di non avere favoritismi, ma in ogni gruppo ci sono i membri che rubano il cuore dei loro proprietari.

È difficile determinare l’ordine gerarchico che stabiliranno i pulcini, ma di solito i nuovi arrivati vengono posizionati in fondo alla gerarchia. Dato che i miei polli vengono allevati in recinti, ho degli amici e colleghi allevatori di polli all’aria aperta che sono sempre pronti a prendersi gli uccelli che non riescono a integrarsi al resto del gruppo nella mia fattoria. Questo succede raramente, ma può accadere che debba spostare una gallina dominante o una che è molto in fondo alla gerarchia in una nuova casa per mantenere la pace. Quindi, è possibile che una o più delle mie galline più anziane (o di questi nuovi pulcini) vengano trasferite in un’altra fattoria. Una situazione vantaggiosa per i miei amici e per le mie galline – cerchiamo di fare sempre il meglio per i nostri polli!

Stabilire una routine

Per le galline è fondamentale stabilire una routine – fin dalla tenera età. Poiché i miei pulcini vivono in un recinto all’aria aperta, possono seguire il programma stabilito dalla luce solare. Inoltre, poiché l’altro allestimento si trova all’interno del loro campo visivo, possono seguire la routine dei loro futuri compagni quando vanno a letto.

I programmi e le routine sono utili anche quando bisogna prendersi cura delle galline. Che vogliate controllare il loro stato di salute o semplicemente trascorrere del tempo con loro, dovrete solo essere in grado di catturarli facilmente in qualsiasi momento. Anche gli orari sono importanti per la sicurezza dei vostri uccelli in crescita. Ad esempio, il nostro maiale nano è entrato nel recinto dei nostri pulcini per una felice escursione tra i rami di glicine. Ma poiché i nostri pulcini conoscono bene la loro routine, sono andati a letto al solito orario, evitandomi il fastidio di doverli inseguire. Così abbiamo deciso di lasciarli vivere la loro esperienza di allevamento all’aria aperta (monitorandoli) e, nonostante la loro giovane età, sono stati in grado di tornare nel recinto al momento giusto.

Se possibile, raccomando vivamente di incubare i vostri pulcini in una zona esposta alla luce naturale. Questo è un altro motivo per cui preferisco utilizzare una piastra riscaldante piuttosto che una lampada di calore. Non solo le piastre hanno un rischio inferiore di provocare un incendio, ma non emettono luce artificiale. Se i vostri pulcini possono dormire e svegliarsi in un contesto naturale sin da subito, la transizione nella loro casa permanente sarà molto più semplice per tutti!

Attività per i più piccoli

Intorno alle 8 settimane i pulcini iniziano ad assomigliare alle versioni in miniatura delle loro controparti adulte, piuttosto che a delle palle di pelo o a dei giovani spelacchiati. La trama e il colore del loro piumaggio sono più vivaci e alla loro età potete iniziare a distinguere le caratteristiche dei galli e delle galline. Inoltre, quando diventano più grandi e coordinati, inizierete a notare le loro personalità e la loro voglia di giocare ed esplorare.

Ho sistemato l’inclinazione dei rami degli alberi e del loro posatoio di fortuna per adattarli alla loro crescita e al loro livello di abilità. Mio figlio mi ha anche aiutato ad appendere un’“altalena per pulcini” davanti al recinto. E, sebbene a quest’età sia consigliabile non offrire nient’altro che mangime per pulcini, ho iniziato a offrire loro delle piccole quantità di vermi della farina essiccati ed erba come bocconcini che i miei pulcini possono mangiare direttamente dalla mia mano. Questo fa in modo che si abituino all’idea che io dia loro da mangiare e ora riesco ad attirare facilmente la loro attenzione scuotendo la sacca del mangime!

Un’altra delle attività preferite a questa età è quella di razzolare e fare i bagni di polvere. I miei pulcini hanno realizzato una zona per i bagni di polvere alla fine del recinto, quindi ho aggiunto dell’origano tritato nell’area per incentivarli. Inoltre, do loro anche del fieno dove possano razzolare e questa è la loro attività pomeridiana preferita! Posizionando alcune erbe e vermi della farina nel fieno tengo occupati mente e corpo mentre pulisco l’incubatrice.

Ho anche aggiunto una delle mie attività preferite nel loro spazio esterno: un angolo lettura! Appendendo un’amaca vicino al loro recinto, posso guardare i miei pulcini giocare e mangiare mentre mi godo le temperature più fresche. Inoltre, la posizione centrale mi permette di tenere d’occhio anche gli altri allevamenti, in modo che tutti possano vedere la loro proprietaria che si gode la lettura di un buon libro!

Progetti futuri

Nelle prossime settimane, i miei pulcini saranno trasferiti nelle loro casette permanenti. Man mano che crescono, la loro sessualità sarà più evidente e questo mi permetterà di determinare il gruppo al quale verranno uniti. L’aumento dell’appetito richiederà ben presto del cibo per galline ovaiole e inizieremo a dar loro dei cereali e altri mangimi proteici per aiutarle a prendere peso e mantenere un piumaggio sano in preparazione ai mesi più freddi.

Alyssa Holland - allevare pulcini in autunno - seduta con in mano un pulcino  
Allevare pulcini in autunno - due pulcini durante la fase adolescenziale  

By: Alyssa Holland

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Galline


All’interno di un allevamento di pulcini in autunno – Parte 1

Ciao a tutti! Mi chiamo Alyssa Holland e vivo in una piccola hobby farm nel Texas centro-settentrionale. Nella nostra fattoria abbiamo animali di tutti i tipi: cavalli, capre, un maiale nano, conigli, porcellini d’india, cani, gatti, pesci e, naturalmente – galline! Attualmente abbiamo all’incirca 25 galline di razze miste. Di recente, abbiamo aggiunto al gruppo anche un piccione che abbiamo salvato e che ora crede di essere un pollo!


Alyssa con in mano un pulcino fuori dal suo pollaio Eglu Go Up di Omlet

In quanto agricoltrice in una piccola hobby farm, la primavera è sempre stata la mia stagione preferita – gli animali nascono, i fiori sbocciano, le temperature si alzano e, naturalmente, arrivano nuovi pulcini! Ecco perché, all’inizio l’idea di allevare pulcini in altri periodi dell’anno mi è sembrata molto strana e, onestamente, intimidatoria. Tuttavia, è uno dei segreti meglio custoditi dell’allevamento di polli! Vi condurrò all’interno di un allevamento di pulcini in autunno e vi spiegherò perché è stata l’esperienza più semplice e divertente che abbia mai immaginato.

Perché ho scelto di allevare pulcini in autunno

La primavera è la stagione delle cose nuove. Nella nostra piccola fattoria, le capre, i conigli e le galline di solito danno alla luce in questo periodo dell’anno. Gli animali sanno istintivamente qual è il momento migliore in cui crescere i propri cuccioli, ma dalle nostre parti la fine della primavera e l’estate possono essere difficili da sopportare, in termini di temperature e condizioni atmosferiche. Viviamo nel Texas centro-settentrionale e non è raro che le temperature superino i 37° già a giugno. Inoltre, in primavera si verificano eventi meteorologici avversi come grandinate e forti precipitazioni.

Quando ho iniziato a pensare di preparare l’incubatrice in autunno piuttosto che in primavera, ho subito notato diversi vantaggi dell’allevamento di pulcini in questo periodo:

  • La temperatura dell’incubatrice può essere tenuta molto più stabile grazie alle temperature ambientali più fresche
  • I livelli di umidità sono più bassi e questo rende l’incubatrice meno maleodorante e soffocante
  • Le prime uscite sono più semplici per i pulcini in assenza di caldo o precipitazioni eccessivi
  • Non mi ritrovo tutta sudata dopo aver pulito l’incubatrice e maneggiato i miei pulcini!

Nella nostra fattoria, l’autunno porta un respiro di sollievo per tutti – una gradita tregua dal soffocante caldo estivo. Ma è anche il momento in cui le piante che sono riuscite a sopravvivere all’estate entrano nella loro fase dormiente, le giornate si accorciano e una sensazione generale di quiete si diffonde in tutta la nostra proprietà. Non c’è nulla di sgradevole, ma dopo due stagioni che brulicano di vita, l’autunno può essere il presagio dell’inverno (che qui non piace a nessuno!). Quindi, l’idea di avere dei pulcini da allevare in questo periodo di transizione mi è sembrato il modo ideale di dare nuova energia a un mondo che sembra addormentarsi.

Dove ho trovato i pulcini in questo periodo dell’anno

Abbiamo un grande allevamento con diversi galli, quindi spesso metto in incubazione le uova e le faccio schiudere nella nostra classe. È un’ottima lezione di biologia per i miei piccoli studenti! Tuttavia, con il tempo ci siamo ritrovati con una grande quantità di galli provenienti dalle uova che abbiamo incubato. Quindi dobbiamo trovare loro una nuova casa e sentire la loro gara di canto ogni mattina… E pomeriggio, e sera. Adoro sentirli cantare la mattina, ma non tutto il giorno, tutti i giorni! Quindi, per questo gruppo di pulcini, ho ripreso la mia vecchia abitudine di acquistare pollastre (galline sessuate) per evitare di accumulare sempre più galli.

La mia scelta preferita per acquistare pulcini sono i negozi per mangimi locali – in particolare la nostra azienda fornitrice di trattori. Lì mi conoscono bene e hanno sempre un’ampia varietà di pulcini durante le giornate a loro dedicate in primavera. Con mia grande sorpresa (e gioia), ho notato che quest’anno ne avevano ancora alla fine dell’estate, quando gli ordini vengono solitamente completati verso la fine di giugno. Ho chiesto ai membri dello staff e mi hanno detto che avrebbero continuato a venderli fino a fine settembre. Il mio interesse è subito aumentato.

Allestimento attuale di Alyssa con le sue galline adulte

Portare a casa i pulcini

Nella seconda settimana di settembre, ho portato a casa 6 pulcini: 3 Plymouth Rock e 3 Wyandottes argento orlo nero. Prima del loro arrivo, ho deciso di cambiare in modo in cui sistemo normalmente la loro incubatrice. Di solito, la portiamo nel nostro negozio, ma dato che quest’anno le temperature erano ancora alte, temevo che fosse troppo calda e soffocante. Quindi, oltre che cimentarmi con qualcosa di nuovo, ho deciso di cambiare metodo anche riguardo all’incubatrice.

Ho un Eglu Go con recinto annesso e lo sto utilizzando come incubatrice. Omlet raccomanda di non portare i pulcini di età inferiore alle 12 settimane nel pollaio, quindi sto decisamente utilizzando il prodotto “off label”. Ho apportato le seguenti modifiche per renderlo adatto ai pulcini più piccoli:

  • Ho tolto i posatoi perché le piccole zampe potessero muoversi meglio
  • A causa della loro piccole dimensioni, ho aggiunto una rete per voliera intorno al recinto
  • Utilizzo una piastra riscaldante invece della lampada di calore per evitare che il pollaio si surriscaldi troppo
  • Utilizzo una copertura per recinti per proteggerli dalla pioggia
  • Ho installato il pollaio in un’area dove i gatti e il cane pastore possano proteggerli dai predatori

Finora, funziona meravigliosamente per i miei pulcini. Hanno molto spazio, possono interagire con la natura e non hanno bisogno dei mio aiuto per delle piccole uscite all’aria aperta. Capisco che quest’opzione potrebbe non essere possibile per tutti, quindi vi racconto i tipi di attività che piacciono ai miei pulcini quando sono fuori dall’incubatrice per le persone che intendono portare fuori i loro pulcini per delle piccole escursioni giornaliere.

Attività all’aria aperta con i pulcini

Ho scelto pollastre di età compresa tra 3 e 4 settimane – sembravano tristi ad essere le più grandi nell’incubatrice, mentre guardavano altri acquirenti andare via con le loro compagne più piccole e morbide! Ma dato che le nostre temperature possono cambiare enormemente in questo periodo dell’anno, ho pensato che iniziare con dei pulcini un po’ più grandi avrebbe avuto questi vantaggi:

  • Possono uscire prima dal pollaio e per godersi la vita all’aria aperta
  • Grazie alla loro dimensione e agilità, hanno meno probabilità di essere minacciate da uno dei nostri principali nemici in autunno: i serpenti
  • I pulcini più grandi possono essere maneggiati più facilmente di quelli appena nati

A circa un mese di età, i miei pulcini adorano esplorare l’erba, le foglie, lo sporco e gli insetti che trovano durante le loro uscite nel recinto di Eglu Go. A causa dell’assenza di posatoi, possono entrare liberamente nel pollaio abituandosi a farlo da sole. Qualunque sia il tipo di recinzione che utilizzate per i vostri pulcini, assicuratevi che sia completamente coperta e che le aperture siano abbastanza strette da impedire ai vostri pulcini di scappare.

Ecco alcuni elementi extra che ho aggiunto al recinto per aumentare il divertimento:

  • Piccoli rami di alberi perché possano arrampicarsi e infilarcisi sotto
  • “Posatoi di addestramento” recuperati dalla vecchia testiera di un letto – le barre sono ottime perché le loro piccole zampe possano abituarsi ad aggrapparsi
  • Mucchi di foglie dove possano razzolare
  • Un’area dedicata ai bagni di polvere
  • Del pallet di recupero per sollevare il cibo e l’acqua dal suolo e proteggerlo da sporco e detriti

Finora le temperature si sono mantenute al di sotto dei 35 gradi durante il giorno, il che ha permesso ai pulcini di restare fuori per diverse ore senza bisogno di una lampada riscaldante. Il loro recinto è coperto e si trova in una zona d’ombra sotto i rami di glicine che li proteggono dalla luce solare diretta.

Progetti per il futuro

Con il tempo, i nostri pulcini si sentiranno a casa nel loro Eglu Cube e il recinto Walk-In annesso o nel nostro pollaio fai-da-te quando avranno 12 settimane. Osserveremo attentamente la loro personalità man mano che crescono per determinare il pollaio nel quale starebbero meglio. Mi fa piacere raccontarvi il loro percorso da pulcini a pollastre e il loro passaggio dall’incubatrice alla loro casa permanente!

Di: Alyssa Holland

Allestimento attuale di Alyssa con le sue galline adulte

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Galline


La guida di Jeremy Gary alla muta dei polli

Allevatore Jeremy Gary con il suo allevamento

Jeremy Gary vive a Venice, Florida. È un marito, padre di 2 ragazzi, fiero allevatore di polli e un Ambassador di Omlet. La maggior parte delle sue conoscenze sull’allevamento di polli sono il risultato di tentativi ed errori, nonché dei consigli di allevatori di polli locali con più esperienza. Gary ha acquistato il suo primo prodotto di Omlet molto prima di diventare Ambassador del marchio. Era un Eglu Cube. Il suo design ha rivoluzionato l’esperienza di allevamento per la sua famiglia. Nella sua vita professionale, Gary possiede e gestisce una società di consulenza in scienze dell’edilizia. Le sue conoscenze delle dinamiche della temperatura e dell’umidità nel clima caldo e umido della Florida sono risultate molto utili nell’allevamento di polli. Nel tempo libero Jeremy ama trascorrere del tempo con la sua famiglia svolgendo attività all’aria aperta – la sua preferita è lo stand up paddle in spiaggia poche ore prima del tramonto.


In quanto proprietari di polli, vogliamo il meglio per i nostri amici pennuti. Con un po’ di tempo e alcuni tentativi ed errori, finiamo sempre per trovare una routine di cura dei polli per il benessere del nostro allevamento. Tutto sta andando alla grande, le galline sono felici e in salute e sentiamo di soddisfare perfettamente le esigenze di tutto il gruppo. Poi un giorno, all’improvviso, ci accorgiamo che sul terreno ci sono delle piume. Che cosa succede? Niente paura, si tratta di un processo naturale, chiamato muta, che attraversano tutte le galline, che consiste nella sostituzione naturale delle piume. Con qualche cura e attenzione in più, possiamo aiutare le nostre amiche pennute a superare questo processo senza troppe difficoltà. Omlet offre prodotti ingegnosamente progettati che possono aiutare a favorire un ambiente pulito, sicuro e confortevole, che è particolarmente importante durante questo periodo.

Come riconoscere la muta

Scopriamo cos’è la muta per le galline e come riconoscerla. La muta è un processo normale e benefico per i polli che li aiuta a rinnovare le piume e a prepararsi al cambiamento di stagione. Le galline, così, perdono le loro vecchie piume e ne spuntano di nuove. Si tratta di un processo naturale e necessario che le aiuta a migliorare il proprio aspetto e le proprie condizioni di salute. Le piume sono importanti perché offrono isolamento e protezione. Il processo di muta consente alle galline di sostituire le piume danneggiate, usurate o sporche con piume nuove, pulite e resistenti. Questo di solito si verifica una volta all’anno, ma può variare a seconda della razza, dell’età e dell’ambiente delle galline.

Tutti gli animali subiscono un cambiamento in questo periodo, quando l’estate lascia posto all’autunno, per prepararsi alla nuova stagione. I cani, ad esempio, possono perdere il mantello estivo in favore di uno invernale. Gli uccelli selvatici nell’emisfero Boreale viaggiano verso sud per l’inverno. Altri animali vanno semplicemente in letargo per aspettare in questo modo il ritorno della primavera. Per le galline, il cambiamento di stagione spesso implica il processo della muta. È quindi importante per tutti gli allevatori di polli capire cos’è la muta e perché si verifica. Una volta capito che è normale e naturale, sarà più facile aiutare i vostri polli durante questo processo.

Le 3 fasi della muta

La muta può avvenire da poche settimane a qualche mese, a seconda dell’animale. Durante questo periodo, il comportamento dei vostri uccelli può cambiare in modo significativo. Ad esempio, una gallina può interrompere la produzione di uova, ridurre la sua attività generale o perdere l’appetito. Non è raro che i polli diventino irritabili durante la muta o persino meno socievoli e potrebbero scegliere di trascorrere più tempo lontani dal resto del gruppo. Ogni gallina ha un proprio modo di reagire. E ricordate che sebbene sia un evento normale nella loro vita, è senza dubbio un periodo stressante.

La muta si divide in 3 fasi fondamentali: la fase pre, la fase della muta e la fase post.

Fase uno

La prima fase è quella precedente alla muta. Si tratta del periodo di riposo prima del suo inizio. In questo periodo potreste notare dei cambiamenti nel comportamento, come ad esempio una riduzione nell’attività, un minore appetito e un’interruzione nella produzione di uova. L’obiettivo di questa fase è quello di preservare le energie e prepararsi alla sostituzione delle piume. Questo processo richiede molto dispendio di energie! Questo periodo può durare da pochi giorni a qualche settimana.

Fase due

La seconda fase è quella della muta vera e propria. In questo periodo le galline iniziano a perdere le piume. Questo avviene secondo uno schema ben preciso, iniziando dalla testa e dal collo per poi scendere fino alla coda. In questo periodo le galline potrebbero sembrare spoglie e con un mantello non uniforme. Durante tutto il processo, le galline sono spesso irritabili e potrebbero isolarsi dal resto del gruppo. Assistere a questo cambiamento significativo potrebbe essere molto stressante per un allevatore di polli se non si comprende bene da cosa è causato e perché avviene.

Fase tre

La terza e ultima fase del processo è la fase successiva alla muta o fase di ricrescita, durante la quale iniziano a spuntare nuove piume dai follicoli in cui sono cadute quelle vecchie. Queste sono molto sottili e sono simili a spighe ricoperte da uno strato di cera. Queste piume sono fragili e si possono danneggiare facilmente. In questo periodo potreste notare le vostre galline lisciarsi le penne più del normale per poter rimuovere il rivestimento di cera e renderle più morbide. Dopo alcune settimane, le nuove piume saranno cresciute completamente e le vostre galline acquisiranno il loro aspetto di sempre. L’attività fisica e l’interazione sociale con il resto del gruppo torneranno alla normalità e riprenderanno la produzione di uova.

Allevamento di Jeremy Gary

Aiutare le galline a superare la muta

Durante il processo di muta, una corretta alimentazione è fondamentale perché spuntino delle piume nuove e sane. Sostituire le piume è un’attività che richiede molta energia! Ecco perché è fondamentale una dieta ricca di proteine. Un mangime ad alto contenuto proteico può essere di aiuto. Molti allevatori di polli sostituiscono le proteine extra durante il periodo della muta somministrando bocconcini altamente proteici. I vermi della farina e le larve di mosca soldato sono delle ottime fonti di proteine, che il vostro gruppo di galline adorerà. Infine, assicuratevi che abbia sempre accesso ad acqua fresca e pulita. Questo è importante tutti i giorni, ma ancora di più durante la muta.

Mentre i vostri polli attraversano questo processo, ci sono alcune semplici cose che potete fare per aiutarli a superare questo periodo stressante.

  • Evitate di disturbare inutilmente le galline durante la muta. Questo processo può renderle più sensibili e irritabili del normale, quindi maneggiatele con cura e siate molto pazienti e comprensivi se vogliono essere lasciate da sole.
  • Garantite la sicurezza e il comfort dei vostri uccelli. La muta può rendere le galline più vulnerabili al caldo, al freddo, alla pioggia e alla neve, nonché ai predatori. Un riparo e una protezione adeguati dalle intemperie e dalle potenziali minacce possono essere di grande aiuto.
  • Una dieta ricca di proteine è essenziale per favorire la crescita delle piume. Potete integrare i loro mangimi con dei bocconcini come vermi della farina, larve di mosche soldato o semi di girasole.
  • È essenziale avere acqua fresca e pulita per mantenere le vostre galline idratate durante la muta. E un pollaio pulito aiuta a prevenire i parassiti e le malattie, che possono accentuare la muta o provocare delle infezioni durante questo periodo di vulnerabilità.

Omlet e la muta dei vostri polli

La gamma di prodotti di Omlet possono svolgere un ruolo fondamentale nel supportare il vostro allevamento nel processo della muta offrendo loro sicurezza e comfort. Il design unico del pollaio Eglu Cube di Omlet si presta a questo scopo, grazie alla sua facilità di pulizia. La sua struttura resistente protegge le galline dai predatori durante il vulnerabile periodo della muta. Infine, il comfort. Eglu Cube è progettato per offrire il massimo del comfort ai vostri polli, grazie alla ventilazione e all’isolamento superiori.

La muta nel vostro Paese

A seconda del luogo in cui vivete, le esigenze delle galline durante il periodo della muta possono essere diverse. Ad esempio, se vivete in un ambiente in cui le temperature durante questo periodo possono essere basse, dovrete fornire un po’ di calore per aiutare le parti del corpo più esposte dei vostri uccelli.

Viviamo nella parte sud-occidentale della Florida, quindi il freddo non è un problema in autunno. Al contrario – il caldo e l’umidità possono ancora rappresentare un problema. Persino a ottobre! Abbiamo estati molto calde e umide che sembrano interminabili. La muta solitamente inizia quando le galline si stanno riprendendo dallo stress di una lunga estate. Per aiutarle, spesso offriamo loro molta ombra e bocconcini congelati, come ad esempio dei cubetti di ghiaccio nell’acqua o dell’anguria congelata con cui fare uno spuntino. Per quanto riguarda gli snack proteici, il nostro gruppo adora cibarsi di larve di mosca soldato.

Comprendendo meglio il processo della muta, sarete in grado di offrire ai vostri uccelli le cure e il supporto adeguato per aiutarli a superare questo periodo stressante. Offrendo alle vostre galline alcuni elementi chiave come una dieta ricca di proteine e un rifugio sicuro, pulito e confortevole, potete aiutarle a uscire dal periodo della muta con delle piume nuove che dureranno tutto l’anno. Ah, quasi dimenticavo la cosa più importante per aiutare le vostre galline ad affrontare la muta – una porzione extra large di amore del loro proprietario!

Omlet ha un’eccellente gamma di prodotti che non sono d’aiuto solo nel processo della muta, ma anche durante tutto il percorso di allevamento. I loro prodotti unici e ben progettati hanno rivoluzionato la nostra esperienza di allevamento di polli. Prima di diventare un Ambassador di Omlet, ero un orgoglioso proprietario di alcuni dei loro prodotti. Vi consiglio vivamente di contattarli per saperne di più su come i loro prodotti possono aiutarvi a migliorare la vostra esperienza di allevamento di polli come è stato per la nostra famiglia.

Il nostro Eglu Cube è anche sopravvissuto a un uragano di categoria 4. Ma questa è una storia per un altro blog.

 

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Galline


Che cosa ci dicono le uova sulle nostre galline?

Girl collecting fresh eggs from the Omlet Eglu Cube Chicken Coop

Le uova sono un’impresa della natura straordinaria e nutriente, che le galline donano ai loro proprietari. Esistono uova di varie dimensioni, colori e talvolta anche forme e a volte il loro aspetto può lasciare senza parole coloro che le raccolgono. Dalle più ordinarie alle più strane, vi invitiamo a scoprire cosa ci dicono le uova sulle nostre galline.

PERCHÉ A VOLTE LE UOVA DI GALLINA HANNO UN ASPETTO STRANO?

Un uovo con forma originale si può produrre per varie ragioni. Spesso le giovani galline devono deporre uno o due uova prima di entrare nei loro standard. Anche lo stress in pollaio può portare a produrre uova dalle forme insolite. Questo di solito accade se una gallina deve fare l’uovo ma trova il posto nel nido occupato da un’altra gallina.

Le uova strane spesso sono di forma allungata o con una punta stretta e sottile. A volte anche la superficie è ruvida, frastagliata con delle strisce che l’attraversano. In tutti questi casi l’uovo all’interno è integro e si può mangiare senza problemi.

Un uovo a forma di palla di solito è sintomo di mancanza di calcio. La forma tonda richiede meno calcio rispetto ad un uovo di forma ovale.

PERCHÉ A VOLTE LE UOVA HANNO DEI PUNTINI?

Alcune razze specifiche depongono naturalmente uova con dei puntini. Ma se una gallina che di solito fa uova uniformi inizia a produrne coi puntini, ci sono varie possibili cause. Può essere rimasta scioccata o stressata mentre si stava formando l’uovo o potrebbe aver sviluppato una anomalia nella parte della produzione di pigmenti del sistema di deposizione.

La puntinatura è spesso causata anche da un eccesso di produzione di calcio a volte associata a ‘fine stagione’ della deposizione ad inizio inverno. Su alcune uova si riscontra un effetto marmorizzato invece che un’area puntinata.

La puntinatura solitamente è liscia ma a volte ha dei piccoli bozzi in rilievo per l’eccesso di calcio. Possono essere a forma di punti o filamenti e spesso sono singoli punti su quello che è un uovo standard. Questo fenomeno può essere legato alla disidratazione per cui assicuratevi che le galline abbiano sempre acqua a disposizione e che le più timide non siano bullizzate e tenute lontane dall’acqua.

PERCHÉ A VOLTE I GUSCI DELLE UOVA HANNO UN ANELLO BIANCO?

Guardando da un lato, un guscio con questa peculiarità ha uno spesso anello bianco che assomiglia incredibilmente ai raggi x dell’uovo. Di solito è causato da un’interruzione nella formazione del guscio dovuto a stress o da un secondo uovo che entra nel ciclo interno di produzione.

Il secondo uovo creato in questo processo avrà un lato piatto dato che è andato a sbattere contro il primo uovo durante la prima fase della formazione del guscio ed è rimasto ‘schiacciato’ in una forma appiattita e strana.

PERCHÉ A VOLTE LE UOVA SONO CORRUGATE?

Un guscio d’uovo corrugato può essere sintomo di stress o di una malattia ma di solito è ereditario. Anche le galline più anziane a volte iniziano a deporre uova corrugate. Le rughe sono spesso dei profondi solchi che rendono l’uovo davvero strano a vedersi.

A volte queste pieghe somigliano a delle fratture nel guscio. E’ il risultato di una frattura dell’uovo durante la formazione del calcio e le fratture sono le riparazioni effettuate depositando del calcio nelle fratture. Ancora una volta la causa è lo stress o la malattia anche se a volte è semplicemente dovuto ad un secondo uovo ‘andato a sbattere’.

PERCHÉ ALCUNE UOVA HANNO IL DOPPIO TUORLO?

Molti di voi saranno d’accordo nell’affermare che il tuorlo è la parte migliore dell’uovo. Un doppio tuorlo nel tegamino per la prima colazione è una gioia per gli occhi!

Alcune galline depongono regolarmente uova con doppio tuorlo, una stranezza genetica che fa sì che vengano rilasciati due tuorli invece di uno solo. In ogni caso le galline che fanno il doppio tuorlo sono rare e nessuna razza è stata selezionata per questo.

L’uovo con due tuorli può comunque essere vostro, se siete pronti a pagare un extra. Magari avete già visto le ‘super uova’ con doppio tuorlo sugli scaffali di alcuni supermercati – vendute a prezzo maggiorato, naturalmente – di solito vengono tutte da galline giovani e non dalla mitologica razza Doppio Tuorlo. E’ importante sottolineare questo fatto perché le ricerche su Google riportano interessanti informazioni su questa razza. Che però non esiste – per il momento!

La maggior parte dei doppi tuorli, sono prodotti da giovani galline. Le galline che hanno da poco iniziato a deporre uova tendono a produrre degli ovetti molto piccoli oppure due e quindi un doppio tuorlo prima che i loro corpi si assestino per deporre le regolari cinque uova a settimana. Un doppio tuorlo dopo questa prima fase di deposizione è molto rara in quasi tutti gli uccelli anche se alcune galline alla fine del loro ciclo di deposizione a volte ricominciano a fare un doppio tuorlo. Prove circostanziali suggeriscono che le Rhode Island Rosse, Oxford Brown, Sussex e Leghorn hanno più probabilità di produrre doppi tuorli.

CHE COSA CI DICONO LE UOVA SULLA SALUTE DELLE GALLINE?

Con quale frequenza le galline depongono le uova? La risposta è un po’ più complessa dell’idea comune “un uovo al giorno” e bisogna considerare molti fattori nel determinare quale sia la normale produzione di uova per una gallina. La razza, l’età, lo stato di salute e il periodo dell’anno incidono sulla frequenza con cui le galline depongono le uova.

Tra le diverse razze che sono considerate ovaiole (quelle che possono deporre più di 300 uova all’anno), tra le più conosciute citiamo: Rhode Island Rossa, Australorp, Livorno, Marans, Araucana e Orpington. Le razze più piccole e ornamentali depongono con meno frequenza, solo qualche uovo al mese.

In base alla loro conformazione genetica, le galline iniziano a ovulare (rilasciano il tuorlo) in media ogni 24 ore, a partire da 6 mesi di età. Una volta che il tuorlo viene rilasciato, sono necessarie 19-20 ore perché l’uovo si formi e venga racchiuso dal guscio. Quando l’uovo viene deposto il processo inizia da capo – una gallina ovaiola può tornare a ovulare entro un’ora dal momento in cui l’uovo viene deposto! Una gallina depone il maggior numero di uova durante i primi due anni di vita, in seguito la produzione inizia a calare di circa il 10-20% all’anno.

Galline che non sono in salute o sono malnutrite depongono uova con meno frequenza. Discordia nel pollaio, nutrizione non adeguata e sovraffollamento sono fonti di stress e possono portare a una riduzione nella produzione di uova. Assicuratevi che le vostre galline abbiano accesso costante ad acqua pulita e a pellet di alta qualità perché ricevano le calorie e il nutrimento di cui hanno bisogno. Aggiungendo alla loro dieta cereali, mangimi e scarti sani che provengono dalla cucina o dal giardino, fornite alle vostre galline il giusto apporto nutritivo!

Durante l’inverno le galline depongono inevitabilmente meno uova o ne interrompono la produzione. Il ciclo di ovulazione di una gallina si basa sulle ore di luce, quindi quando le giornate si accorciano, rallenta anche la produzione di uova. Questa è la reazione naturale delle galline al cambio di stagione in quanto si preparano a ridistribuire l’energia per tenersi al caldo piuttosto che per deporre uova. Intorno alla primavera, quando le giornate diventano più lunghe, le galline riprendono la loro normale produzione di uova.

Un altro motivo per cui la produzione di uova diminuisce è un fenomeno chiamato “muta”.

La muta è un processo durante il quale le galline perdono le penne più vecchie in favore di quelle nuove. Questo processo si verifica in preparazione all’inverno – con l’accorciarsi delle giornate, le vostre galline inizieranno a perdere le piume smorte per sostituirle con un piumaggio nuovo e più folto che le tenga al caldo. Il risultato è un nuovo outfit bellissimo e vivace – ma d’altro canto ci saranno meno uova da raccogliere. La muta richiede molte energie, quindi aspettatevi che le vostre galline producano meno uova per 8-16 settimane. Leggete la nostra guida su come aiutare le galline durante la muta per preparare meglio i vostri polli al rinnovamento annuale delle piume!

Omlet Egg Skelters in three different colors

UOVA DI COLORE DIVERSO

Lo sapevate che le galline producono uova di colori diversi? Probabilmente avete visto uova marroni o bianche, ma alcune galline possono deporre uova di sfumature di verde, blu e persino rosa! Ma cosa provoca una tale varietà di colori?

La genetica determina il colore delle uova che depone una gallina. Alcune razze hanno il colore standard che ci si aspetta, ad esempio una Livorno depone uova bianche, un’Orpington le depone marroni e un’Araucana le depone blu, ma alcune sfumature come il verde oliva sono il risultato di una razza ibrida – una combinazione di geni di galline che producono uova blu e marroni. Ad esempio, se combinate un gallo Orpington (razza di uova marroni) con una gallina Araucana (razza di uova blu), otterrete una Olive Egger, che depone uova verdi oliva. Il colore delle uova è generalmente coerente con la gallina che le depone e uova di un altro colore non sono motivo di preoccupazione, a meno che una gallina non inizi improvvisamente a deporre uova di un colore diverso da quello abituale.

I gusci delle uova sono inizialmente tutti bianchi e la gallina che le produce aggiunge la pigmentazione prima di deporle. Questo pigmento colora solo il guscio e non penetra attraverso la membrana. Questo vuol dire che dovrete aggiungere del colorante alimentare se volete una pietanza di uova verde!

Altre razze note per deporre uova colorate sono: Rhode Island Rosse, Barred Rock, Welsummer, Maran. Le razze ibride (ottenute attraverso degli accoppiamenti selettivi) come la Olive o la Easter Egger, possono produrre uova di un colore che varia in base alla loro genetica.

Consigli degli esperti: potete farvi un’idea del colore delle uova che una gallina depone osservando il lobo delle loro orecchie! Galline con lobi bianchi depongono uova bianche e galline con lobi rossi depongono uova marroni. Questa tecnica non è accurata per le uova pigmentate (blu, verde o rosa), dato che le razze ibride hanno una varietà di colori di lobi. Tuttavia, è divertente provare questo test di previsione con i vostri polli! Per altre curiosità divertenti visitate la nostra pagina blog: Giornata mondiale dell’uovo – 9 curiosità sulle uova.

GUSCIO SOTTILE O PRIVE DI GUSCIO

Avete mai raccolto uova per ritrovarvi sbalorditi di fronte a un uovo morbido? Le uova con il guscio morbido hanno quasi la consistenza di un palloncino riempito parzialmente d’aria e può essere davvero sconcertante trovarne una nel nido! Queste uova strane e spugnose sono state deposte senza il guscio, rivestite solo dalla membrana. Questo accade soprattutto a galline che producono molte uova, quando il loro corpo non riesce a stare al passo con la produzione del tuorlo. Spesso depongono uova completamente formate e qualche ora dopo ne depongono una senza il guscio.

La ragione più comune per cui le uova vengono deposte con un guscio sottile o completamente assente è un inadeguato apporto di calcio nella loro dieta. Il segnale d’allarme che può portare a delle uova prive di guscio è un guscio più sottile in quelle precedenti, quindi prendete nota se le uova delle vostre galline si rompono più facilmente o se trovate delle uova rotte nel nido. È necessaria una buona dose di calcio per “rivestire completamente” il tuorlo, quindi assicuratevi di nutrirle con del pellet di alta qualità che contenga una dose aggiuntiva di calcio. Se notate un guscio più sottile o delle uova “nude”, aggiungete al mangime delle vostre galline una conchiglia di ostrica frantumata o degli integratori di calcio per galline. Potete anche conservare il guscio delle uova e aggiungerlo al mangime delle vostre galline dopo averlo tritato. Fate attenzione a non dar loro gusci che non siano stati frantumati in pezzi più piccoli, in quanto le galline potrebbero acquisire un gusto per le uova e potrebbero mangiarle direttamente dal nido!

Aumentate la capacità di produzione delle uova delle vostre galline con gli integratori per galline per assicurarvi che assumano le vitamine e i sali minerali di cui hanno bisogno. Come valore aggiunto, gli integratori di omega-3 vengono trasmessi anche alle uova – e di conseguenza a voi quando le mangiate!

COME INTERROMPERE L’OVOFAGIA NELLE GALLINE

LE GALLINE SI ANNOIANO

Le vostre povere galline magari soffrono solo di noia! La noia nelle galline insorge quando non hanno abbastanza spazio per muoversi o quando non hanno accessori con cui potersi divertire.

Per una gallina felice è necessario uno spazio minimo di 1 metro quadrato per ognuna nel loro recinto anche se 2 metri quadrati (per gallina) sarebbe preferibile. Anche i giochi per le galline sono fantastici modi per mantenere le galline occupate. Perché non provare con il Peck Toy Pendant della Omlet, un distributore di cibo divertente che non solo migliora l’umore delle galline ma assicurerà anche alle galline la stimolazione mentale desiderata.

DISIDRATAZIONE

Le galline che mangiano le uova potrebbero essere disidratate. Le uova contengono una grande quantità di acqua e le galline potrebbero risolversi a mangiarle solo per tenersi idratate.

Per interrompere l’abitudine a mangiare le uova, assicuratevi che le galline abbiano sempre acqua pulita/la mangiatoia piana in ogni momento. Nei mesi più caldi dell’anno le galline hanno molta necessità e potreste anche aggiungere dei ghiaccioli alla loro acqua per essere certi di dar loro il massimo per tenerle idratate.

MANCANZA DI VITAMINE

Un’altra ragione per mangiare le uova potrebbe essere una carenza di vitamine. La dieta delle galline è fondamentale per il loro benessere e una dieta povera potrebbe essere mancante di alcuni elementi nutrizionali importanti. Oltre a mangiare uova, un’altro indicatore di mancanza di vitamine, sono le uova rotte, o nello specifico sintomatico di una carenza di calcio.

E’ importante assicurare alle galline una dieta bilanciata con proteine a sufficienza, carboidrati, vitamine e minerali per cui oltre al fatto che si cercano da sole il cibo, dovrete anche dar loro un mangime di buona qualità. Per del calcio extra è raccomandata l’aggiunta di grit, una sostanza dura che aiuta le galline nella digestione. Incredibilmente potrete dare alle galline i gusci d’uovo tritati o in alternativa, i gusci delle ostriche tritati – del grit solubile che contiene molto calcio.

UNA ZONA NIDO INADEGUATA

I box per il nido devono essere uno spazio sicuro e protetto per le galline. A volte le galline che non si trovano a loro agio in questi nidi, mangiano le uova. Il disagio può essere causato dal tipo di lettiera o dalla troppa esposizione alla luce.

Prima di tutto assicuratevi che l’area dedicata ai nidi sia realizzata con materiale confortevole. Ci sono vari tipi di lettiera sul mercato per cui se notate che ci sono dei problemi con quella che state utilizzando, provate a cambiarla per vedere se le cose migliorano. Dovrete anche tenerla molto pulita e rimpiazzarla settimanalmente per togliere tutte le deiezioni. I pollai Eglu sono stati studiati per facilitare la pulizia e con un’area per i nidi privata e integrata che offre molto spazio alle galline.

GALLINE STRESSATE O ANSIOSE

Le galline che mangiano le uova possono farlo anche per stress e ansia dovute ad una serie di ragioni. Lo stress riporta a delle situazioni che vanno dalla manipolazione delle galline ad un nuovo ambiente o all’introduzione di nuove galline nel gruppo, caldo estremo o visite regolari da parte di predatori.

Avere una gallina ansiosa non è piacevole per nessuno, gallina compresa, ma niente paura, ci sono delle soluzioni che potete adottare per ridurre lo stress. Alcune situazioni stressanti sono più facili da gestire rispetto ad altre come ad esempio introdurre nuove galline o la manipolazione. Date un’occhiata alla guida Omlet sulla corretta gestione delle galline e alla guida per introdurre nuove galline per trovare un aiuto.

Omlet e le uova delle vostre galline

Quanto più amore e cura date ai vostri polli attraverso le installazioni e le vostre interazioni con loro, tanto più sane e felici saranno – e tanto più sane e deliziose saranno le loro uova. Le galline allevate in pollai puliti e sicuri depongono uova più regolarmente e senza difficoltà. Infatti, la gioia e l’affetto che donerete dalle vostre amiche pennute si tradurranno in un’abbondante raccolta di uova da esibire nella vostra cucina – in ricordo del legame che vi unisce.

Chicken keeper collecting eggs from the Omlet Eglu Cube Chicken Coop

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Galline


La cura quotidiana delle galline

Allevatore di polli che pulisce un pollaio di Omlet al tramonto

Prendersi cura dei propri polli ogni giorno può essere un’attività divertente. Più un hobby che un’incombenza, prendervi cura del vostro allevamento dovrebbe essere qualcosa da fare con piacere tutti i giorni. Le galline hanno relativamente poche esigenze, ma come tutti gli animali domestici, hanno bisogno di cure quotidiane per poter vivere al meglio.

Vi state chiedendo qual è la giornata tipo di un allevatore di polli? Ecco a voi alcuni esempi che mostrano come Omlet rende la cura delle vostre galline semplice e divertente.

Il mattino

E se la pulizia del vostro pollaio fosse veloce quanto prepararvi una tazza di tè o caffè al mattino? Grazie al pollaio Eglu Cube di Omlet, è possibile! Prendervi cura dei vostri polli al mattino non potrebbe essere più semplice ed efficace. Non solo questo pollaio è facile da lavare, ma le mangiatoie e i beverini inclusi sono abbastanza grandi da offrire al vostro allevamento le energie necessarie per affrontare l’intera giornata.

Immaginate una mattinata tipo di un allevatore di polli con Eglu Cube…

  • La vostra giornata potrebbe iniziare intorno alle 8:00. Dovreste far uscire le vostre galline dal pollaio per godersi la giornata e aprire la porta divisoria per il nido una volta che sono tutte fuori.
  • È quindi il momento di pulire il pollaio, ma poiché avete un modello sofisticato e facile da pulire, non è affatto un problema. Basterà rimuovere il vassoio per le deiezioni e svuotarlo nel compost o nella spazzatura.
  • Poi, dovrete spruzzare o strofinare il vassoio per le deiezioni e pulire i posatoi rimovibili, se necessario.
  • Ora potete mettere la lettiera pulita nel vassoio e riposizionare i componenti ora puliti nel pollaio Eglu Cube.
  • Infine, non resta che riempire la mangiatoia e il beverino dei vostri uccelli per la giornata.

Tutte queste attività richiederanno solo pochi minuti per essere completate – probabilmente prima che il caffè o il tè sia pronto per un bel toccasana mattutino.

Il pomeriggio

Il controllo di metà giornata del vostro allevamento può essere facile e veloce. Solitamente le galline depongono le uova in tarda mattinata e nel primo pomeriggio, quindi la metà e la fine pomeriggio sono i momenti ideali per raccogliere il frutto del vostro lavoro. Eglu Cube è dotato di un comodo accesso laterale che si apre direttamente nell’area nido permettendovi di raccogliere velocemente le uova.

Il pomeriggio è inoltre il momento migliore per guardare le vostre galline in azione. Se fornite loro un vasto assortimento di giocattoli e accessori, potrete osservarle giocare, beccare e appollaiarsi per tutto il tempo. Il nostro posatoio personalizzabile PoleTree è perfetto perché le vostre galline possano godersi l’ambiente circostante da un punto elevato o fare un pisolino sotto il sole pomeridiano.

Quando uscite per raccogliere le uova, portate uno spuntino ai vosri polli nel dispenser di cibo Caddi. Questo prodotto unico stimola le galline all’ora della merenda mantenendo pulita e ordinata l’area delimitata dal vostro recinto. Offrite loro delle verdure fresche e a foglia verde per un pasto ricco e nutriente.

Gallina accanto alla porta per pollai di Omlet

Cura delle galline la sera

Quando la luce del giorno si affievolisce, è il momento che le vostre galline tornino nella loro casetta a dormire. Per la massima sicurezza, chiudete la porta del vostro pollaio durante la notte. Se non siete in casa per poterlo fare, considerate l’installazione di una porta automatica per pollai.

Autodoor in azione:

  • Autodoor può essere programmata a tempo o in base alla luce solare perché i vostri uccelli possano rispettare i propri orari – che voi siate in casa o meno.
  • Sofisticati sensori di sicurezza impediscono ad Autodoor di chiudersi quando le galline attraversano o sono sedute davanti all’ingresso di Eglu Cube.
  • Il meccanismo di apertura laterale aumenta la sicurezza per i vostri polli rendendo difficile per i predatori forzare la porta.

Immaginate quanto sarebbe semplice la vostra routine serale con Eglu Cube:

  • Chiudereste le vostre galline al tramonto o appena fa buio. Se utilizzate la porta automatica, potreste semplicemente fare una piacevole passeggiata serale per assicurarvi che tutte le vostre galline siano rientrate per dormire.
  • Se lo preferite, potreste chiudere il divisorio dell’area nido per impedire alle vostre galline di appollaiarsi all’interno durante la notte.
  • Infine, potete raccogliere e conservare gli avanzi del cibo delle vostre galline per prevenire le visite dei roditori.

E in men che non si dica, il vostro allevamento è chiuso nel pollaio per un’altra notte di sonno ristoratore.

Tenendo le vostre galline in un pollaio Eglu Cube non solo le proteggerete durante la notte, ma anche in caso di tempeste e attacchi dei predatori. Ma quanto sono resistenti i pollai Eglu Cube? Abbastanza da resistere agli attacchi di orsi, uragani, tornado e alberi che cadono. Potete dormire sonni tranquilli la notte sapendo che i vostri polli sono completamente al sicuro nel loro pollaio Eglu Cube.

Omlet e l’allevamento di polli

Gli esperti allevatori di polli di Omlet hanno reso la cura delle galline più semplice che mai. I nostri prodotti non solo sono sicuri e durevoli, ma sono anche facili da pulire e piacevoli da usare. Alleggerite il vostro carico di lavoro e prendevi cura dei vostri polli aggiungendo un pollaio Eglu Cube, Autodoor e PoleTree all’allestimento delle vostre galline.

Gallina su una barra di legno alla ricerca di bocconcini

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Galline


Pollaio in plastica o in legno?

Due bambini che guardano un pollaio Eglu Cube rosa di Omlet

Gli allevatori di polli stanno affrontando un nuovo dilemma: se investire in un pollaio in plastica o in legno. I pollai in legno sono i più comuni, ma quelli in plastica stanno guadagnando popolarità in quanto richiedono poca manutenzione e sono facili da lavare. La manutenzione e la pulizia dei pollai in legno è costosa e richiede tempo – ma i pollai in plastica di Omlet stanno aiutando gli allevatori di polli a risparmiare tempo e denaro.

Pollai in legno vs pollai in plastica

Ci sono importanti differenze tra i pollai in legno e quelli in plastica. Alla fine, si tratta solo di trovare il tipo di pollaio che si adatta meglio al vostro budget e al vostro stile di vita. Tuttavia, cercheremo di aiutarvi a scegliere il vostro pollaio con un elenco dei principali pro e contro di entrambi.

Pollai in legno

Pro:

  • Costi di partenza più bassi
  • Facilmente reperibili in molti negozi di articoli per polli
  • Aspetto tradizionale

Contro:

  • Difficili da pulire a fondo
  • Assorbono l’umidità, che può comportare la formazione di muffa
  • Superfici porose e con scanalature che attirano e ospitano le termiti
  • Pieni di spifferi (particolarmente pericolosi nei mesi invernali)
  • Richiedono manutenzione, come verniciatura del tetto o riparazione e sostituzione delle assi
  • Tessuto hardware o rete metallica fissati al legno con delle cambrette, che si allentano nel tempo ed espongono le galline ai predatori
  • Difficili da spostare una volta installati

Pollai in plastica di Omlet

Pro:

  • Facili da lavare
  • Impermeabili
  • Doppio isolamento che tiene le vostre galline al fresco in estate e al caldo in inverno
  • Ventilazione priva di correnti d’aria che mantiene bassi i livelli di umidità all’interno del pollaio
  • Ambiente inospitale per le termiti
  • Non richiedono alcuna manutenzione
  • Porte facili da aprire per gli esseri umani, ma molto difficili da attraversare per i predatori
  • Recinti annessi realizzati con reti in metallo saldato fissati con resistenti clip
  • Aspetto moderno e audace
  • Facili da spostare grazie a manici e ruote opzionali
  • Pollai tutto in uno, progettati per durare per tutta la vita

Contro:

  • Costi di partenza più elevati

Spostare il pollaio

Prima o poi, potrebbe essere necessario spostare il vostro pollaio, magari in un altro luogo nel vostro giardino, per esigenze di sicurezza o per il trasloco in una nuova casa. I pollai in legno sono difficili da muovere una volta installati e spesso sono troppo pesanti per essere spostati efficacemente senza smontarli. I pollai in legno in commercio sono spesso realizzati con listelli a incastro, che non si tengono insieme quando il pollaio viene spostato.

I pollai mobili di Omlet possono essere facilmente spostati da una sola persona con l’utilizzo di manici e ruote integrati. Questa funzione è particolarmente utile in zone soggette a condizioni meteorologiche estreme, come ad esempio tornado, uragani o inondazioni improvvise, quando c’è di solito poco tempo per reagire.

I pollai mobili vi consentono di offrire ai vostri polli delle zone di erba fresca da beccare o di spostarli in caso di necessità. Basta agganciare le ruote e utilizzare i manici per spingere o tirare la casetta delle vostre galline in una nuova posizione. Una volta posizionato il pollaio, sganciate le ruote e le vostre galline potranno godersi nuovamente l’erba fresca – senza dover mai lasciare il recinto!

Personalizzare il pollaio

I pollai in plastica offrono possibilità di personalizzazione che i pollai in legno non possono offrire. Prendete in considerazione l’aggiunta di recinti Walk-In per offrire più spazio alle vostre galline; potete anche continuare ad estenderlo man mano che aggiungete nuovi uccelli. Potete inoltre automatizzare la routine dei vostri polli installando una porta automatica per pollai.

Questi accessori possono essere utilizzati con pollai in legno, ma la loro integrità strutturale sarà compromessa nel tempo, rendendola una combinazione meno perfetta. Un pollaio in plastica progettato per durare per tutta la vita non ha limiti di tempo per miglioramenti e personalizzazioni.

Pulizia del pollaio

È importante pulire regolarmente il vostro pollaio – indipendentemente dal materiale di cui è fatto. Le galline in sé sono inodori, sono i loro escrementi ad essere maleodoranti! I pollai che non vengono puliti attirano le mosche e altri parassiti, che colpiscono voi e i vostri polli e ospitano batteri dannosi per il vostro allevamento.

I pollai in legno devono essere puliti, ma la porosità di questo materiale può rendere questo compito abbastanza complicato. Gli escrementi di solito devono essere raschiati via con una spatola e le superfici devono essere spruzzate con un disinfettante sicuro per le galline. Poiché il legno assorbe l’umidità, saranno necessari dei lunghi tempi di asciugatura per i prodotti e l’acqua che vengono applicati su questi pollai. Una volta asciutti, i pollai in legno devono essere trattati contro le termiti con spray o polveri non dannosi per le galline dopo ogni lavaggio.

I pollai in plastica possono essere puliti a fondo in modo facile e veloce. I pollai in plastica di Omlet hanno trespoli e vassoi per deiezioni rimovibili che possono essere lavati con l’idropulitrice insieme all’intera parte interna. Non è necessario alcun trattamento antiparassitario dopo aver lavato a pressione e asciugato il pollaio con un panno.

Protezione contro i predatori

I predatori di polli sono un pericolo che prima o poi dovranno affrontare tutti gli allevatori. I versi emessi delle vostre galline potrebbero attirare i predatori, così come i roditori, che potrebbero cercare di rubare il cibo dei vostri uccelli. Anche i pollai presenti nei cortili urbani possono essere soggetti agli attacchi dei predatori di polli come i procioni e i falchi.

I pollai in legno di solito hanno una rete fissata con dei punti metallici all’interno delle aperture. Tuttavia, il legno si indebolisce con il tempo a causa degli agenti atmosferici, quindi i punti possono essere facilmente staccati dal legno da fattori esterni. Anche il tessuto hardware o la rete per pollai si arrugginisce e si indebolisce nel tempo, il che potrebbe portarlo a rompersi, se sottoposto a pressione. Alcuni pollai in legno hanno il soffitto apribile grazie a dei cardini per favorire l’accesso alle galline o alle uova. Il problema è che i predatori (soprattutto quelli astuti come i procioni o le volpi) possono sollevare le aperture non bloccate per raggiungere le vostre galline.

I pollai in plastica di Omlet hanno delle porte chiuse ermeticamente che sono difficili da forzare per i predatori. Inoltre, hanno delle pareti solide e resistenti senza reti da spingere o rompere. Poiché la plastica è più resistente agli agenti atmosferici, non c’è il rischio che si possa deformare o indebolire nel tempo. I recinti annessi, disponibili con tutti i pollai di Omlet, sono realizzati con una rete metallica saldata trattata contro le intemperie. Questa resistente rete non si indebolisce sotto l’azione degli agenti atmosferici, in quanto i suoi pannelli sono tenuti insieme da ingegnose clip resistenti alle intemperie.

Isolamento e performance in condizioni climatiche estreme

Le galline prosperano in molti ambienti, ma quanto più aiuto ricevono per regolare la temperatura, tanto meglio riescono ad adattarsi a tutte le stagioni. I colpi di calore e il gelo possono colpire le galline che vengono allevate in pollai scarsamente isolati. A seconda del clima della vostra zona, potreste dovervi preoccupare che le vostre galline non abbiano troppo caldo in estate o che non sentano troppo freddo in inverno.

I pollai in legno hanno bisogno di strati aggiuntivi per garantire un isolamento adeguato. L’aggiunta di un’altra parete isolante nel mezzo può aiutarvi in questa impresa, ma dovrete fare in modo di offrire una buona ventilazione. Questa è fondamentale per mantenere la temperatura e l’umidità a livelli adeguati all’interno del pollaio. Troppa ventilazione potrebbe far uscire l’aria isolata all’esterno, rendendo il pollaio troppo caldo o troppo freddo. Al contrario, una ventilazione insufficiente potrebbe causare accumuli di muffa, provocando un ambiente umido, eccessivamente caldo e soffocante per i vostri polli.

I pollai in plastica di Omlet garantiscono una ventilazione e un insolamento superiori. Il loro isolamento a doppia parete intrappola l’aria (il migliore isolante) intorno al pollaio per aiutare a mantenere la temperatura a livelli adeguati. Dei punti di ventilazione opportunamente posizionati, favoriscono la circolazione della giusta quantità d’aria anche quando la porta del pollaio è chiusa. Questo riduce il livello di umidità all’interno del pollaio e consente all’aria fresca di circolare.

Si può aggiungere una protezione per temperature estreme opzionale ai pollai di Omlet. Questo modo di preparare le galline al freddo vi consente di tenere al caldo le vostre galline durante l’inverno.

Durabilità – quanto dura un pollaio?

Gli agenti atmosferici non sono clementi con i pollai in legno. Raggi UV, piogge torrenziali, pesanti nevicate e forti venti sono fonti di devastazione dei pollai tradizionali. I pollai in legno mantengono la loro integrità per le prime stagioni, ma ben presto noterete i primi segni di deterioramento.

Legno che marcisce o si indebolisce, vernice che sbiadisce e tegole che cadono sono di solito i primi segni di decadimento di un pollaio in legno vittima delle cattive condizioni meteo. Ogni anno dovrete sostituire le assi danneggiate e ridipingere o trattare le tavole con vernice resistente alle intemperie. Dovete inoltre applicare nuovamente le tegole al soffitto, ma questo è un compito appiccicoso e piuttosto noioso!

Scegliete un pollaio adatto al vostro budget e tenete presente che un pollaio in legno comporta inevitabilmente delle spese aggiuntive a lungo termine. Un pollaio in plastica potrebbe costare di più all’inizio, ma vi permette di risparmiare interminabili ore e grosse quantità di denaro negli anni, in quanto non ha bisogno di manutenzione.

Inoltre, I pollai di Omlet sono robusti. Sono così forti che i veri clienti di Omlet hanno condiviso le storie dei loro pollai che sono sopravvissuti a uragani, tornado, alberi che cadono – e persino al peso di un orso! La loro robusta plastica dura per anni e non dovrete mai preoccuparvi che le parti marciscano o si indeboliscano. L’unica manutenzione necessaria per un pollaio di Omlet è la pulizia regolare e il controllo che il terreno sotto il pollaio non si sia spostato e non abbia creato fessure e disallineato le porte.

Facilità di assemblaggio

Costruire un pollaio in legno da zero non è un’impresa da poco! Come per qualsiasi altro lavoro di falegnameria, dovrà essere squadrato, livellato e assemblato correttamente. La sola lista della fornitura necessaria vi costerà diversi viaggi in un negozio di ferramenta! Quanto sarebbe bello ricevere tutto a casa in una scatola e avere bisogno solo di un cacciavite per assemblarlo?

Decidere se acquistare o costruire un pollaio dipende molto dalla vostra esperienza. Costruire pollai (o qualsiasi altra casetta per animali) non è un progetto per principianti! Il comfort e la sicurezza dei vostri polli dipende dal design della loro casa.

Per fortuna, per assemblare un pollaio di Omlet sono necessarie solo poche ore. I nostri video passo dopo passo rendono il montaggio facile e divertente. Tutto ciò di cui avete bisogno è una superficie piana e un cacciavite. Anche i vostri bambini possono aiutarvi a costruirlo e questo vi aiuterà a renderli partecipi nella vostra avventura di allevamento di polli.

È meglio un pollaio in plastica o in legno per me e per i miei polli?

Magari avete già un pollaio in legno e state pensando di passare a un pollaio in plastica. Ma ne vale davvero la pena? Chiedetelo alle vostre galline! Le vostre galline sono felici in un pollaio in legno?

A meno che non svolgiate riparazioni e manutenzioni meticolose a un pollaio in legno, le galline sarebbero probabilmente più felici in un pollaio in plastica. La maggiore sicurezza, ventilazione, isolamento e facilità di pulizia che possono offrire i pollai in plastica rendono l’allevamento di polli molto più piacevole. Quindi ponetevi questa domanda: e voi siete soddisfatti del vostro pollaio in legno? Se la risposta è “no”, è giunto il momento di acquistarne uno in plastica!

Pollai in plastica facili da mantenere di Omlet

Omlet offre una vasta gamma di pollai in plastica di alta qualità che soddisfano le esigenze dei vostri polli e della vostra famiglia. Dal modello originale Eglu Go ai nostri pollai grandi – Eglu Cube, ci sono pollai adatti a tutti.

Motivi per cui scegliere un pollaio di Omlet:

  • Facile da lavare, spostare e personalizzare
  • Sicurezza, isolamento e ventilazione superiori
  • Resistente alle intemperie e ai predatori
  • Eccellente servizio clienti
  • 2 anni di garanzia

Migliaia di allevatori di polli hanno constatato la facilità di allevamento delle galline con un pollaio di Omlet. In effetti, potete rivolgervi a un ambassador Omlet locale per chiedergli della sua esperienza e vedere di persona la sua installazione.

Scoprite la differenza con Omlet

Abbiamo inventato i pollai che portano gioia ai proprietari di polli. Allevare le galline non dovrebbe essere una seccatura – dovrebbe essere un hobby rilassante e gratificante. Una volta deciso di acquistare un pollaio Omlet, date un’occhiata agli altri prodotti progettati per arricchire il vostro pollaio, come ad esempio:

Come sempre, il nostro team di esperti è disponibile ad aiutarvi a trovare il pollaio più adatto a voi e alle vostre galline e per accompagnarvi durante tutto il percorso di allevamento di polli.

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Galline


Tutti i pollai marciscono?

Il pollaio in legno Lenham vs il pollaio Eglu Cube di Omlet

Temete che il vostro pollaio possa marcire? Questa possibilità preoccupa tutti gli allevatori di polli. I pollai sono esposti agli agenti esterni e possono essere colpiti dalle intemperie e dai predatori. Gli allevatori di polli fanno spesso affidamento sulla loro integrità strutturale per mantenere il proprio allevamento al sicuro – quindi cosa accade quando un pollaio inizia a marcire?

Per fortuna, non tutti i pollai masciscono. I pollai in legno subiscono le conseguenze dell’esposizione agli agenti esterni, ma c’è un’alternativa che vale la pena considerare: i pollai in plastica di Omlet.

Perché i pollai in legno marciscono?

I pollai in legno, per natura, si degradano nel tempo. Per quanto le tavole, le travi e il tetto vengano trattati contro le intemperie, finiscono per decomporsi come conseguenza dell’esposizione agli agenti atmosferici. Questo avviene soprattutto in aree con particolari condizioni di maltempo o di umidità. Una costante presenza di piogge, seguite da sole intenso, tendono a eliminare i prodotti protettivi contro le intemperie. Inoltre, il vento e la pioggia allentano o deformano le tegole dei pollai, rendendoli umidi e pieni di correnti d’aria. Una volta che le intemperie privano il legno del suo strato protettivo, si insinua l’umidità e il materiale inizia a marcire.

Quando il legno resta umido marcisce più velocemente. In queste condizioni si gonfia e si espande, consentendo all’umidità di filtrare all’interno. Quando è esposto ai raggi del sole, il legno gonfio si asciuga e inizia a restringersi. Gonfiandosi e contraendosi continuamente, i pollai in legno perdono la propria forma originale, in quanto le assi e le travi si deformano. Di conseguenza, potreste notare che le componenti si piegano o si separano e questo porta inevitabilmente alla rottura o al crollo dell’intera struttura. Tipi diversi di legno subiscono questo processo a velocità variabili, ma la maggior parte dei pollai in legno disponibili in commercio sono realizzati con legno di bassa qualità, che spesso ha una durata relativamente breve.

Quando il legno di un pollaio inizia a marcire le assi danneggiate devono essere sostituite. È importante occuparsi immediatamente delle parti marce in quanto potrebbero avere degli effetti negativi sulla salute delle vostre galline. Il legno marcio attrae gli acari e altri parassiti che infastidiscono i vostri polli e il legno umido spesso contiene la muffa. Questi funghi possono causare problemi respiratori per i vostri uccelli e creare delle condizioni insalubri per voi e per loro.

Come evitare che il vostro pollaio marcisca

Spesso è più semplice costruire o acquistare un nuovo pollaio da zero piuttosto che ripararne uno marcio. Riparare un pollaio marcio è costoso e richiede tempo e quest’operazione deve essere ripetuta per tutta la sua durata. È possibile adottare delle misure preventive per la sua cura e per migliorarne la longevità, ma anche questo richiede sforzi e risorse.

Ritinteggiare o trattare un pollaio in legno contro le intemperie

Per evitare che il legno marcisca, i pollai possono essere riverniciati o trattati regolarmente contro le intemperie – di solito ogni anno. Assicuratevi di scegliere prodotti che non siano dannosi per le vostre galline e di consentire un tempo di asciugatura sufficiente tempo tra i vari strati prima di portare nuovamente le vostre galline nella loro casetta. Potete applicare prodotti naturali, come l’olio di tung, per renderli resistenti alle intemperie, ma un olio di tung puro al 100% può essere costoso.

Coprite il vostro pollaio

Un altro modo per impedire che il legno marcisca è proteggere il vostro pollaio. A questo scopo, potete utilizzare un telo o metterlo all’interno di una struttura come un capanno o un fienile o costruirne una da mettere in cima. Coprire un pollaio che ha lo scopo di proteggere i vostri polli dalle intemperie può sembrare ridondante, ma proteggere un pollaio in legno dal sole e dall’umidità può aiutarvi a mantenere la sua integrità strutturale. Questa non è l’opzione più pratica e sarà comunque necessario applicare prodotti resistenti alle intemperie per proteggere l’esterno del pollaio.

Rinunciare a un pollaio in legno

Senza dubbio, l’opzione più semplice per evitare di doversi ritrovare con un pollaio marcio è quella di acquistarne uno in plastica. Il pollaio Eglu Cube di Omlet è realizzato in plastica rigida impermeabile e resistente alle intemperie, così non dovrete più preoccuparvi delle componenti che marciscono. Una soluzione davvero a manutenzione zero, Eglu Cube è pronto a ospitare un allevamento di 10 galline di taglia piccola dal momento in cui viene assemblato. Il design di Omlet è destinato a durare per tutta la vita, questo vuol dire che non si rompe o marcisce e non è necessaria l’applicazione di prodotti per mantenere il vostro Eglu Cube igienico e funzionale.

Perché i pollai in plastica non marciscono?

La risposta breve alla domanda sul perché la plastica ha una durata maggiore del legno è: poiché la plastica non esiste in natura, gli organismi naturali non sono capaci di scomporla. Il legno è un materiale esistente in natura, quindi batteri e altri organismi viventi sono in grado di decomporlo. La plastica, invece, non ha nemici “naturali”.

I pollai in plastica non marciscono o si deformano a causa degli agenti atmosferici e non richiedono una manutenzione regolare. Sono molto più facili da pulire, offrono un ambiente molto più igienico e sono più facili da spostare rispetto ai modelli in legno.

Come prendersi cura di un pollaio in plastica

Tutti i prodotti di Omlet sono progettati per durare, ma è necessario controllare regolarmente il pollaio delle vostre galline per eventuali segni di usura. Solitamente, le porte o le parti che non sono allineate adeguatamente sono il risultato di uno spostamento del suolo sotto di esse e possono essere corrette spostando il pollaio di qualche centimetro, se necessario. Le clip per recinti si possono allentare durante questi spostamenti e devono essere controllate regolarmente.

Oltre a controllare che il vostro pollaio non si sposti, dovrete lavarlo regolarmente per tenerlo pulito. Anche la pulizia più profonda di Eglu Cube richiederà pochi minuti, rispetto a quella necessaria per i pollai in legno. Un’idropulitrice o un tubo di gomma con un forte getto renderanno il processo ancora più rapido. Basterà rimuovere il vassoio per le deiezioni e i posatoi, lavare e asciugare tutte le parti.

Rispetto ai pollai in legno, la manutenzione di Eglu Cube vi permette di risparmiare diverse ore all’anno. Inoltre, un pollaio così facile da pulire crea un ambiente molto più salubre per le vostre galline e riducendo il rischio di malattie e i disagi provocati dalle intemperie. L’allevamento delle galline è più semplice e divertente che mai con i pollai di Omlet.

Omlet e l’allestimento perfetto per le vostre galline

Un pollaio che marcisce è frustrante per gli allevatori di polli e per questo abbiamo pensato di porvi fine. Il risultato è la nostra linea di pollai di alta qualità destinati a durare nel tempo. Combinate il vostro Eglu Cube con un recinto per galline Walk-In per un’esperienza di allevamento ottimale. E con accessori come il posatoio personalizzabile PoleTree o il dispenser di cibo Caddi, potrete stimolare le vostre galline ad adottare i loro comportamenti naturali e vederle prosperare nel vostro giardino.

Galline all’aria aperta nel loro pollaio con recinto Eglu Cube di Omlet

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Galline


I migliori pollai

Bambino che raccoglie le uova in un pollaio Eglu Cube di Omlet in estate

Il pollaio ideale è sicuro, funzionale e confortevole per le galline che ospita e di facile pulizia e manutenzione per i loro allevatori. In breve, i migliori pollai sono quelli che tengono i polli al sicuro e in salute e portano gioia ai loro proprietari.

Ma non tutti i pollai sono realizzati allo stesso modo. Un pollaio di alta qualità potrebbe richiedere qualche investimento all’inizio, ma a lungo termine verrete ricompensati ampiamente. Scegliere il pollaio migliore potrebbe sembrare complicato, ma semplificando il processo di selezione confrontando la qualità e la funzionalità, sarete in grado di fare la scelta giusta.

Come scegliere il vostro pollaio

Nella scelta di un pollaio, le dimensioni sono importanti! Innanzitutto, dovrete decidere quante galline allevare per poter trovare un pollaio che soddisfi le vostre esigenze. Per la maggior parte degli allevatori, una piccola quantità di galline di solito si trasforma in un numero maggiore del previsto (un fenomeno conosciuto come “chicken math” nel linguaggio specialistico). Scegliendo il più grande pollaio possibile nei limiti del vostro budget, potrete ampliare il vostro gruppo di galline senza dover cambiare il loro alloggio.

Poi, dovete riflettere se avete bisogno di un recinto annesso per il vostro pollaio. Offrendo quanto più spazio aperto possibile, potrete rendere felici le vostre galline, qualsiasi siano le dimensioni del vostro allevamento. In genere, i recinti per pollai annessi ai pollai standard non sono abbastanza grandi da dare l’impressione di vivere all’aperto, ma non tutti gli allevatori possono lasciare che i loro polli vaghino nei loro cortili senza protezione. Collegando un recinto Walk-In al pollaio delle vostre galline, i vostri uccelli avranno molto spazio dove nutrirsi e prosperare.

Infine, dovrete valutare i pro e i contro del materiale di cui è composto il vostro pollaio. Tradizionalmente, i pollai sono realizzati in legno, ma molti allevatori stanno passando ai pollai in plastica. Ci sono molte ragioni alla base di questo, ma uno dei principali fattori determinanti che ha portato a questo cambiamento è la longevità della plastica rispetto al legno.

Pollai in plastica vs pollai in legno

I pollai in plastica, come quelli progettati da Omlet, non richiedono manutenzione stagionale. I vantaggi di questi pollai rispetto ai tradizionali modelli in legno sono impressionanti e possono far risparmiare agli allevatori di polli innumerevoli ore e grandi quantità di denaro nel corso degli anni.

I vantaggi dei pollai in plastica sono:

Inoltre, i pollai in plastica costituiscono un ambiente più inospitale per i parassiti, che prosperano nei pollai in legno. I parassiti trovano rifugio nelle scanalature e nelle fessure del legno e prosperano nelle superfici umide e porose. Pulire regolarmente un pollaio in plastica è il modo migliore e più semplice di tenere a bada i parassiti.

Uno degli errori più comuni che commettono i nuovi allevatori di polli è non tenere conto della manutenzione necessaria per rendere i pollai in legno sicuri e funzionali per il loro allevamento. Anche il legno trattato per resistere alle intemperie si deforma e marcisce nel tempo a causa degli agenti atmosferici, compromettendo l’integrità strutturale del pollaio. Bisogna sostituire e ritinteggiare il tetto, ponendo particolarmente attenzione alle correnti d’aria che possono essere dovute agli spostamenti o ai cambiamenti. A seconda della quantità di denaro investita inizialmente per il vostro pollaio, a volte è più conveniente sostituirlo completamente piuttosto che cercare di risolvere i singoli problemi stagionali.

Il migliore pollaio per allevamenti più grandi (5 – 10 galline)

il pollaio più grande di Omlet, Eglu Cube può ospitare fino a 10 galline di piccola taglia. Le razze più grandi o gli allevamenti più numerosi andranno bene in questo pollaio per i seguenti motivi:

  • Uno spazio interno più ampio dove appollaiarsi
  • Un’area per il nido separata
  • Una zona d’ombra sotto il pollaio.
  • Ampi posatoi adatti a galline di tutte le taglie
  • Un isolamento a doppia parete
  • Una ventilazione priva di correnti d’aria
  • Una struttura in plastica resistente

Alla maggior parte delle galline non dispiace condividere il nido con altre compagne, ma dopo aver ricevuto la quinta o sesta visita nel luogo di deposizione, potrebbero andare a cercare un altro posto dove deporre le uova. L’ampia area per il nido di Eglu Cube è un fattore importante per le galline più esigenti, in quanto offre loro ampio spazio dove poter deporre le uova.

I migliori pollai per allevamenti più piccoli (2 – 4 galline)

Se vivete in una zona che limita il numero di galline che potete allevare o se avete appena iniziato un vostro allevamento ed esitate a prendere troppe galline in una volta sola, Omlet ha i pollai migliori che fanno al caso vostro!

Il pollaio Eglu Go è un pollaio compatto, si trova al livello del suolo ed è delle dimensioni ideali per piccoli gruppi di 4 galline o meno. Questo pollaio è una scelta eccellente per:

  • Galline di razza piccola
  • Pulcini di 12 settimane o più
  • Galline che preferiscono appollaiarsi al livello del suolo.
  • Avere una casetta per galline e area per il nido in più per le nuove arrivate nel gruppo o per galline ferite.

Se vi piace l’idea di un pollaio rialzato, il modello Eglu Go Up è la versione sopraelevata di Eglu Go. L’altezza della struttura vi consente di pulire il pollaio e di raccogliere le uova con maggiore facilità e offre ulteriore spazio sotto di esso.

Donna che pulisce il pollaio rialzato Eglu Go Up

Il migliore pollaio portatile

I chicken tractor offrono la libertà e flessibilità agli allevatori e ai loro polli. I chicken tractor sono pollai portatili che possono essere:

  • Spostati facilmente perché le vostre galline abbiano sempre accesso a erba fresca da beccare
  • Pollai mobili che possono essere spostati rapidamente e facilmente
  • Vantaggiosi per coloro che vivono in zone con condizioni meteorologiche avverse

I chicken tractor di Omlet possono essere spostati senza sforzo da una sola persona. Basta innestare le ruote e utilizzare i manici per spostare la casetta delle vostre galline in una nuova posizione nel vostro giardino. Quando il vostro pollaio sarà al suo posto, tutto ciò che dovete fare è bloccare nuovamente le ruote e guardare i vostri polli beccare nella loro nuova zona verde.

Solo perché i nostri pollai sono mobili, non vuol dire che abbiamo lesinato sulle funzionalità – i pollai mobili di Omlet hanno le stesse caratteristiche ingegnose delle loro controparti fisse. Ampi posatoi, aree destinate appositamente per il nido e una struttura resistente sono le componenti di tutti i nostri chicken tractor.

I migliori pollai con recinto annesso

Un recinto collegato al pollaio offre ulteriore spazio per le galline che potrebbero non avere uno spazio sicuro fuori dalla loro casetta. Tutti i pollai di Omlet possono essere personalizzati collegando un recinto di varie lunghezze, che può essere spostato insieme ai pollai mobili. Gli allevamenti più grandi possono godere di uno spazio sicuro lungo fino a 4m se combinato al pollaio Eglu Cube.

Tuttavia, l’opzione migliore che offre lo spazio maggiore per il vostro allevamento è il recinto Walk-In. Grazie ai nostri kit di collegamento potete collegare il vostro pollaio Omlet o il recinto annesso rapidamente e facilmente, oppure potete semplicemente posizionare l’intero pollaio all’interno del recinto Walk-In. Grazie a questi recinti, trascorrere del tempo con le vostre galline e massimizzare il loro spazio esterno è più semplice che mai.

Il pollaio più economico

In termini di prezzo, Eglu Go è il pollaio più economico di Omlet. Se paragonato a pollai in legno delle stesse dimensioni, il suo prezzo di vendita è leggermente più alto. Tuttavia, i pollai in legno più economici richiedono manutenzione costante fino alla sostituzione completa a lungo termine, Eglu Go, invece, non ha bisogno della stessa manutenzione.

Inoltre, bisogna anche considerare la qualità dei recinti annessi. I pollai in legno si indeboliscono a causa degli agenti atmosferici, che allentano la rete. La maggior parte dei pollai in legno utilizza dei punti metallici per fissare la rete al recinto, ma quando il legno marcisce questi punti si staccano facilmente – lasciando le vostre galline alla mercè dei predatori. I recinti annessi di Omlet sono resistenti e sono tenuti insieme grazie a delle clip innovative che non marciscono con gli agenti atmosferici. A seconda del metodo di zincatura utilizzato, la rete metallica si può piegare e rompere sotto la forza dei predatori, dando loro libero accesso alle vostre galline e alle loro uova.

I pollai più facili da lavare

Pulire un pollaio di Omlet è molto più semplice che pulire un pollaio in legno. Tutte le componenti interne dei pollai Eglu possono essere rimosse e pulite interamente in pochi minuti e l’intero pollaio può essere lavato con l’idropulitrice per una pulizia profonda. I pollai mobili possono essere avvicinati a zone designate per la pulizia per una comodità ancora maggiore.

Pulire e disinfettare regolarmente il vostro pollaio è essenziale per la salute delle vostre galline. Gli acari e altri parassiti che causano problemi ai polli vivono in superfici umide e porose che vengono lasciate incustodite. I pollai in legno sono spesso un terreno fertile per gli acari se non vengono trattati con insetticidi – che tra l’altro possono provocare irritazioni per le vostre galline. Il metodo migliore per controllare i parassiti è impedire loro di stabilirsi nel pollaio. I pollai in plastica non costituiscono un ambiente favorevole per i parassiti e una pulizia quotidiana potrà praticamente eliminare la loro presenza.

Il migliore pollaio per la raccolta delle uova

Un pollaio rialzato è il modello più semplice per la raccolta delle uova. Eglu Cube ha una porta separata che si apre nell’area nido, offrendovi un accesso facile e veloce alle uova fresche delle vostre galline. I bambini apprezzeranno particolarmente la semplicità con la quale possono partecipare all’attività preferita degli allevatori di polli.

Le uova possono rimanere nel pollaio per diversi giorni senza perdere la loro freschezza, ma è sempre meglio raccoglierle ogni giorno. Questo fa in modo che i predatori non vengano tentati, offre alle vostre galline abbastanza spazio in cui deporre le uova il giorno successivo e vi dà la possibilità di valutare la salute delle vostre galline. E, come scoprirete presto, non c’è niente di meglio che raccogliere un uovo ancora caldo dal nido, deposto da una delle vostre galline!

Elementi essenziali per un pollaio

Dopo aver scelto il pollaio migliore per le vostre galline, potete aggiungere degli accessori opzionali per rendere la vostra esperienza di allevamento ancora più piacevole – per voi e per i vostri polli:

  • Tutti i pollai Eglu con recinto annesso sono dotati di mangiatoie e abbeveratoi coordinati, ma possono anche essere acquistati a parte.
  • I posatoi forniscono altezza alle vostre galline e fascino estetico al vostro recinto.
  • Una protezione contro le intemperie per i pollai Elgu può essere aggiunta per offrire un ulteriore livello di protezione per le vostre galline.

I pollai pluripremiati di Omlet

Omlet crea da decenni i migliori pollai sul mercato. Le nostre casette e recinzioni per polli e la nostra linea di giocattoli per galline portano gioia alla vita degli allevatori e li aiutano mantenere i loro amici pennuti felici e in salute. Se avete delle domande sui nostri prodotti per galline, non esitate a contattare uno dei nostri esperti di Omlet, saremo felici di aiutarvi a iniziare la vostra avventura di allevamento.

Galline Bantam che vagano fuori dal pollaio Eglu Go di Omlet

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Galline


Allevare polli in giardino: la guida completa

Gallina sul posatoio di Omlet in un recinto Walk-In di Omlet

Gli allevamenti di polli da giardino stanno diventando sempre più popolari negli ultimi anni. Un tempo considerate animali da fattoria, le galline ora vengono utilizzate per adornare il cortile di molte famiglie che vivono in aree suburbane. Se siete curiosi di sapere come iniziare ad allevare polli nel vostro giardino, abbiamo tutti i prodotti e i consigli di cui avete bisogno per garantire un allevamento di successo.

4 motivi per allevare galline nel vostro giardino

Allevare polli nel vostro giardino è un ottimo hobby da condividere con tutta la famiglia. Il rapporto tra le galline e gli umani è molto simbiotico. Le galline sono animali da preda che hanno bisogno di protezione dai predatori, e se gli vengono offerte le cure e la protezione adeguate possono prosperare praticamente in qualsiasi ambiente. Le galline offrono agli umani compagnia, controllo dei parassiti in cortile e naturalmente – uova fresche.

Avere delle galline nel vostro cortile consente di:

  • Fornire uova fresche a tutta la famiglia tutto l’anno
  • Ridurre lo stress consentendovi di passare più tempo all’aperto lontano dagli schermi
  • Vivere un’esperienza unica per voi e per la vostra famiglia
  • Trasmettere ai bambini il valore del lavoro e della responsabilità

Gli allevatori di polli da cortile amano guardare le proprie galline che beccano il terreno e conducono la propria routine quotidiana. Sarete sorpresi di scoprire che anche un piccolo gruppo di galline può decimare una popolazione di parassiti come formiche, ragni, lumache e persino scorpioni. Inoltre, tutte quelle fonti di proteine vengono trasformate in uova deliziose e nutrienti da raccogliere ogni giorno dal vostro pollaio.

Come scegliere il pollaio adatto al vostro cortile

I pollai da cortile sono la componente più importante del vostro allevamento di polli. La casetta delle vostre galline dovrà essere in grado di proteggerle dalle intemperie e dai predatori, donare uno spazio sicuro dove deporre le uova e offrire condizioni ottimali in tutte le stagioni. In quanto allevatori, dovrete dedicare del tempo alla pulizia e alla manutenzione del pollaio. La scelta del vostro pollaio può fare la differenza tra un allevamento di polli divertente e un lavoro arduo.

Nella scelta del pollaio, è necessario stabilire:

  • Se è più adatto un pollaio in legno o uno in plastica
  • Se avete bisogno o meno di un pollaio mobile
  • La quantità di spazio a vostra disposizione
  • La quantità di tempo che volete dedicare alla pulizia e alla manutenzione del vostro pollaio
  • Quanto tempo volete trascorrere ad assemblare il vostro pollaio

Trovate il pollaio ideale per il vostro giardino con Omlet

Pollai di Omlet: la sostanza di cui sono fatti i sogni degli allevatori di polli da giardino. In quantocasette per galline davvero incredibili, i nostri pollai tengono i vostri uccelli felici e in salute, riducendo al contempo il vostro carico di lavoro. I pollai di Omlet:

  • Possono essere convertiti in pollai mobili
  • Hanno un isolamento a doppia parete per tenere le vostre galline al caldo in inverno e al fresco d’estate
  • Sono dotati di caratteristiche di sicurezza uniche come un meccanismo di apertura della porta super sicuro e delle maniglie che impediscono l’accesso ai predatori
  • Sono realizzati in plastica rigida che non marcisce mai
  • Richiedono solo pochi minuti per la pulizia completa

I migliori pollai sono quelli che soddisfano le esigenze delle galline e dei loro allevatori. Dai nostri chicken tractor ai nostri pollai grandi, ci sono modelli di Omlet adatti a tutti coloro che vogliono iniziare ad allevare galline nel proprio giardino.

Quale recinto scegliere per il mio allevamento?

Le galline si nutrono e razzolano naturalmente quando sono all’aperto, quindi avere un recinto per pollai da cortile non solo vi aiuterà a tenere le vostre galline vicino a casa vostra, ma le terrà lontane da potenziali pericoli. Tenere i vostri polli in un recinto eviterà che le galline si facciano del male, tenendole alla larga da piante tossiche per le galline e da gatti e cani dei vicinato.

Quando scegliete un recinto per il vostro allevamento, cercate di offrirgli quanto più spazio possibile. Il recinto Walk-In di Omlet offre una protezione completa dai predatori grazie a dei pannelli sul tetto e una rete anti-tunnel. Inoltre, i nostri recinti possono essere ampliati man mano che il vostro allevamento cresce per offrire spazio in abbondanza.

Se un recinto non è adatto al vostro spazio, una recinzione per polli è un altro ottimo metodo di contenimento per il vostro allevamento. La nostra recinzione flessibile si adatta a qualsiasi forma e può essere fissata al muro o al suolo attraverso dei paletti riposizionabili. E con degli ingressi di facile accesso, potete entrare e prendervi cura dei vostri polli.

È legale allevare galline nel proprio cortile?

Ci sono leggi diverse in ogni Paese per quanto riguarda l’allevamento di polli, quindi prima di acquistare un pollaio da giardino e delle galline, è necessario informarvi sulle leggi della vostra zona ed eventualmente ottenere il permesso. Le leggi relative all’allevamento di polli generalmente riguardano:

  • Il numero di galline che potete allevare
  • La posizione, la dimensione o il tipo di pollaio da cortile
  • Restrizioni sull’ammissione di galli

Molto probabilmente il vostro pollaio dovrà essere tenuto a una certa distanza da casa vostra o da altre abitazioni. Cercate di scoprire se queste restrizioni valgono anche per il vostro cortile e assicuratevi di rispettare le distanze imposte, anche se avete un pollaio mobile.

Le migliori razze di polli da giardino

Le migliori razze di polli da giardino sono quelle che si adattano meglio al vostro clima e al vostro stile di vita. Le razze di polli sono tutte molto diverse e hanno delle propensioni specifiche della razza, come il temperamento e il comportamento. Le razze che potete considerare di allevare nel vostro giardino sono:

Le razze grandi come le Brahma o le Jersey Giganti possono costituire una buona scelta per gli allevamenti da giardino, in quanto sono troppo pesanti per volare su lunghe distanze e si adattano alla maggior parte dei climi.

Dopo aver deciso la razza giusta per voi, dovrete scoprire dove poter trovare le vostre galline. Vi consigliamo di contattare un allevatore locale perché vi aiuti a trovare i vostri pulcini o le vostre galline. I pulcini si possono trovare anche nella maggior parte dei negozi di mangimi nei mesi primaverili ed estivi.

Consigli per la cura e la protezione del vostro nuovo allevamento

Per fare in modo che le vostre galline da giardino siano felici e in salute prendetevi cura di loro tutti i giorni offrendo loro protezione, divertimento e stimoli. Per prendervi cura delle vostre galline da giardino occorre:

  • Offrire loro una dieta a base di pellet di alta qualità per galline ovaiole
  • Fare in modo che abbiano sempre accesso ad acqua fresca
  • Pulire a fondo il loro pollaio più volte alla settimana
  • Proteggerle dai predatori

È inoltre una buona idea offrire loro delle opportunità di intrattenimento stimolante. La nostra linea di giocattoli e accessori farà in modo che i vostri polli non si annoino mai. Favorire il gioco attivo è particolarmente importante durante i mesi più freddi dell’anno.

Prepararsi ai cambiamenti di stagione è semplice con Omlet. Le nostre protezioni per pollai contro le intemperie offrono riparo da sole, vento, pioggia e neve e offrono delle condizioni abitative ottimali per il vostro allevamento da cortile. In condizioni atmosferiche al di sotto dello zero, si possono aggiungere rivestimenti per pollai per temperature estreme per offrire un ulteriore strato di isolamento per le vostre galline.

In che modo i pollai di Omlet offrono protezione dai predatori

I recinti per galline di Omlet sono dotati di una tela anti-tunnel che impedisce ai predatori di farsi strada per raggiungere i vostri polli. Il nostro pollaio Eglu Cube ha delle maniglie con chiusura a T sulle porte d’accesso esterne e spazi più piccoli tra le maglie della rete lungo il pannello inferiore del recinto annesso per impedire ai predatori, come i procioni, di poter raggiungere i vostri uccelli. Altri predatori di polli che vengono ostacolati grazie al design dei nostri pollai sono:

  • Volpi
  • Coyoti
  • Falchi
  • Serpenti
  • Procioni
  • Cani o gatti del vicinato

Installare una porta automatica per pollai aggiunge un ulteriore livello di sicurezza al vostro allestimento. Il meccanismo di apertura e chiusura orizzontale è estremamente difficile da forzare per i predatori. Mettendo al sicuro le vostre galline nel loro pollaio da giardino tutte le notti, le farà godere in un migliore riposo notturno – oltre che farvi stare più tranquilli.

Cosa evitare se allevate galline nel vostro cortile

Alcune considerazioni aggiuntive da ricordare:

  • Non lasciate mai i vostri polli all’aperto incustoditi
  • Non dimenticate di cercare un chicken sitter se prevedete di assentarvi per più di uno o due giorni
  • Presentate lentamente le vostre galline ad altri animali come cani o gatti per impedire loro di spaventarle o ferirle
  • Scegliete in anticipo un veterinario specializzato in polli in caso di malattie o emergenze

Innanzitutto, non iniziate ad allevare galline prima di aver assemblato il vostro pollaio con recinto e aver imparato a usarli. I pollai e i recinti di Omlet hanno tutto ciò di cui avete bisogno per allevare galline in sicurezza non appena avrete completato il montaggio – quindi assicuratevi di seguire le nostre istruzioni passo dopo passo fino al completamento prima di acquistare delle galline.

Allevare polli da giardino con Omlet

Allevare dei polli nel vostro giardino è un’esperienza gratificante – partite fin dall’inizio con prodotti che durano per tutta la vita. I nostri pollai garantiscono la sicurezza di migliaia di allevamenti da giardino in tutto il mondo. Personalizzate il vostro cortile o il vostro recinto con prodotti unici come l’ altalena per galline e il posatoio personalizzabile PoleTree per un’esperienza davvero unica nel suo genere. Noi di Omlet abbiamo creato i migliori prodotti sul mercato per rendere l’allevamento di polli nel vostro giardino non solo una realtà ma anche un successo.

Uomo con il suo recinto Walk-In di Omlet e un pollaio Eglu Cube

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Galline


Quando possono uscire i pulcini?

Mamma chioccia che si prende cura dei suoi pulcini

Vi chiedete quando poter far uscire i pulcini dall’incubatrice? Far crescere dei pulcini è un’esperienza entusiasmante, ma decidere quando trasferirli nel mondo esterno può sembrare complicato. Come con la maggior parte dei progetti, il tempo è fondamentale! Noi abbiamo semplificato il passaggio dei pulcini dall’incubatrice al loro pollaio con recinto permanente. Con l’aiuto di un comodo pollaio e le giuste conoscenze, troverete il momento e il modo giusto per far uscire i vostri pulcini in totale sicurezza.

Qual è l’età migliore per far uscire i pulcini?

Se i vostri pulcini sono con voi da quando sono nati o poco dopo, ricorderete quanto erano soffici e vaporosi (e adorabili). Tuttavia, queste piume che donano loro un aspetto soffice non rimangono a lungo. Ben presto noterete che i vostri pulcini un tempo morbidi iniziano a sembrare un po’ arruffati. Questo fenomeno assolutamente normale (anche se poco gradevole) è semplicemente il processo di crescita delle piume adulte dei vostri piccoli pennuti. In generale, queste piume adulte dovrebbero iniziare a spuntare tra i 7 e i 14 giorni di età. Ci sono molteplici fattori che determinano la velocità con la quale spuntano queste piume, tra cui:

  • Razza
  • Alimentazione
  • Temperatura
  • Cura

Quando notate che le piume adulte iniziano a comparire al posto di quelle soffici, è giunto il momento di iniziare ad abbassare lentamente la temperatura dell’incubatrice. Riducete la temperatura di 3-4°C ogni settimana fino a quando la temperatura dell’incubatrice sarà uguale a quella dell’ambiente circostante. Questa diminuzione graduale della temperatura faciliterà ulteriormente la transizione al mondo esterno.

Quando i pulcini avranno raggiunto le 5 settimane di età, saranno ufficialmente entrati nella “fase adolescenziale”. Potrebbero sfoggiare delle piume simili a quelle adulte, ma come molti adolescenti, non sono del tutto maturi per affrontare il mondo esterno! Quando i pulcini “adolescenti” raggiungono le 6-8 settimane di vita, è il momento adatto per consentire loro di lasciare l’incubatrice e portarli a fare delle escursioni all’aria aperta sotto la vostra supervisione.

3 fattori fondamentali da considerare quando fate uscire i vostri pulcini

Per aiutarvi a determinare se i vostri pulcini sono pronti per trascorrere del tempo all’aria aperta, dovete porvi le seguenti domande:

  • I miei pulcini hanno tutte le piume adulte?
  • La temperatura esterna è superiore a 15°C?
  • Avranno uno spazio completamente chiuso?

Quando i vostri pulcini saranno completamente provvisti delle piume adulte, possono sopportare temperature fino a 15°C. È sempre meglio far uscire i vostri pulcini nelle giornate di sole ed è importante che restino asciutti perché siano in grado di regolare la loro temperatura corporea. Un recinto completamente chiuso è fondamentale quando tenete i vostri piccoli pennuti all’esterno – soprattutto se non potete stare con loro per tutto il tempo.

Considerazioni sul clima e la temperatura

Il tempo è fondamentale quando trasferite i vostri pulcini dall’incubatrice al pollaio con recinto, ma se hanno almeno 6-8 settimane di vita, saranno in grado di sopportare dei piccoli cali della temperatura. Se avete un pollaio mobile, potete spostarlo in base alla posizione del sole per aiutare i vostri pulcini a passare dal calore artificiale al calore naturale. E se nella vostra zona si verificano delle frequenti variazioni meteorologiche nei mesi più freddi, potete installare un rivestimento contro le intemperie al pollaio dei vostri pulcini perché siano al sicuro durante la notte quando sono maggiormente vulnerabili.

Se fate uscire i vostri pulcini durante i mesi più caldi, un pollaio rialzato offre ulteriore riparo e ombra. Come le galline adulte, anche i pulcini possono soffrire troppo il caldo quando le temperature sono molto elevate. In questi casi, assicuratevi che abbiano sufficiente acqua fresca e utilizzate delle protezioni per recinti per fornire loro vaste zone d’ombra.

Protezione dei pulcini contro i predatori

Quando i vostri pulcini trascorrono molto tempo all’aria aperta, non è sempre possibile controllarli. Un pollaio sicuro e un recinto Walk-In anti-predatore sono fondamentali non solo per ospitare le vostre galline, ma anche per introdurre i pulcini nel mondo esterno. I predatori di polli sono maggiormente attivi durante la notte, ma alcuni di loro non si lasciano sfuggire l’opportunità di prendere qualche pulcino anche durante il giorno.

Va segnalato che i pulcini sono particolarmente vulnerabili ai predatori, quali serprenti e procioni, che si infilano interamente o solo le zampe attraverso le aperture dei recinti in rete. Per una sicurezza ancora maggiore, avvolgete la parte inferiore del vostro recinto per almeno un metro di altezza con una rete metallica per proteggere i pulcini da questi predatori.

Se i vostri pulcini sono troppo stimolati, offrite loro diversi luoghi dove “nascondersi”. Strutture semplici come scatole di cartone capovolte con degli ingressi ritagliati, o altri rifugi fai-da-te sono sufficienti. E sebbene i vostri pulcini possano non essere abbastanza grandi da utilizzare integralmente i posatoi, il posatoio Freestanding di Omlet ha dei trespoli che possono essere facilmente adattati a diverse altezze per permettere ai vostri pulcini di allenare le loro capacità di arrampicarsi.

Chiocce

Alcuni pulcini nascono e crescono naturalmente con le loro mamme. Le galline possono “covare” (sedersi su una nidiata di uova da schiudere) in qualsiasi periodo dell’anno, ma generalmente cercano di far schiudere le uova in primavera. Se la vostra gallina cova in inverno, è meglio scoraggiarla dal farlo raccogliendo le uova ogni giorno, in quanto i pulcini che nascono in inverno avranno maggiori difficoltà rispetto quelli che nascono nei mesi più caldi. Se la vostra zona ha inverni miti, le galline possono tenere facilmente al caldo i loro pulcini anche a temperature al di sotto dello zero, ma è necessario controllarli per assicurarvi che non vengano lasciati incustoditi troppo a lungo quando la loro mamma va a mangiare o a bere.

Quando i pulcini vengono cresciuti da una gallina la natura fa il suo corso. La gallina fornisce calore anche dopo che i suoi pulcini si sono schiusi e questo la rende una “chioccia”. Una brava mamma chioccia sa istintivamente per quanto tempo i suoi pulcini possono sopportare l’assenza di calore e aiuterà i suoi piccoli ad adattarsi alla temperatura dell’ambiente circostante.

Se la vostra gallina ha covato i pulcini in un pollaio rialzato, considerate di spostare la gallina e i suoi pulcini in un pollaio appoggiato al suolo per evitare che i pulcini cadano accidentalmente seguendo la loro mamma. In alternativa, potete togliere i pulcini appena nati alla gallina una volta asciutti e metterli in un’incubatrice.

Portare i pulcini fuori durante il giorno

Se avete abbassato gradualmente la temperatura dell’incubatrice, i vostri pulcini dovrebbero stare bene all’aperto con temperature fino ai 15°C quando avranno 6-8 settimane di vita. Affinché le escursioni all’aria aperta dei vostri pulcini abbiano successo, scegliete delle giornate calde e soleggiate. Iniziate con delle brevi uscite in un recinto per galline e lasciateli saltare e razzolare.

Ogni pulcino è diverso, ma aspettatevi che ci siano delle esitazioni o incertezze, soprattutto all’inizio. La sensazione dell’erba sotto i loro piedi è ben diversa da quella della paglia, dei trucioli o del pavimento dell’incubatrice. L’ambiente esterno offre molti luoghi, suoni e odori che sono estranei a questi pulcini, quindi iniziate con delle brevi uscite, per evitare di stimolarli eccessivamente. Provate a portarli fuori per 10-15 minuti una o due volte al giorno per aiutarli ad acquisire sicurezza. Restate con i vostri pulcini durante queste prime uscite per vedere come reagiscono al loro nuovo ambiente.

Dopo diversi giorni di brevi uscite, aumentate il tempo trascorso all’aperto di 10-15 minuti ogni due giorni, facendo attenzione al meteo. Ben presto i vostri pulcini trascorreranno diverse ore della giornata ad abituarsi alla loro casa permanente. Se non l’avete ancora fatto, questo è il momento ideale per iniziare a lasciare i vostri pulcini nel pollaio e nel recinto.

Lista per il trasferimento permanente dei pulcini all’esterno

I vostri pulcini hanno tutte le piume, sono riusciti ad abituarsi alla loro nuova casa e avete avuto successo. È giunto il momento di rendere permanente questo spostamento! Assicuratevi di seguire i seguenti passaggi prima di spostare definitivamente i pulcini all’esterno:

  • Un pollaio sicuro a cui i vostri pulcini possano facilmente accedere
  • Un recinto annesso rinforzato con ulteriori misure anti-predatore
  • Mangiatoie e abbeveratoi posizionati ad altezze adeguate per i vostri pulcini
  • Termperature esterne di 15°C o superiori, anche di notte
  • Pulcini di almeno 6-8 settimane di età

Se spostate i vostri pulcini in un pollaio Eglu, l’età raccomandata è di 12 settimane. Questo dà loro abbastanza tempo per crescere fino a una dimensione adatta al design dei pollai di Omlet. I posatoi e le scale del pollaio possono rappresentare una sfida per i pulcini di età inferiore alle 12 settimane e la dimensione degli spazi della rete metallica è stata progettata per pulcini più grandi.

I pulcini possono stare all’esterno con altre galline?

Se i vostri pulcini saranno insieme ad altre galline, seguite gli stessi passaggi di quando introducete delle nuove galline al vostro allevamento. Non è necessario mettere in quarantena pulcini che avete cresciuto personalmente nell’incubatrice, in quanto notereste dei segni di malattia durante questo periodo. Tuttavia, è bene presentare gradualmente i pulcini ai loro futuri compagni di allevamento per ridurre il rischio di incidenti. Una recinzione per galline posizionata all’interno o accanto al pollaio del vostro allevamento già esistente consentirà ai vostri pulcini di incontrare le altre galline in sicurezza.

Come sempre, le galline devono stabilire un ordine gerarchico, indipendentemente dal numero di volte in cui si sono viste attraverso una barriera. Sorvegliate sempre il primo incontro quando introducete dei nuovi membri nel vostro gruppo di polli. Togliete subito i pulcini che sembrano essere presi di mira dalle galline e separate questi nuovi membri o le galline aggressive fino a quando i pulcini non saranno abbastanza grandi.

Elementi da considerare prima di lasciare i pulcini fuori in inverno

Molti allevatori di polli concorderanno sul fatto che la primavera e i primi giorni dell’estate siano i periodi migliori per spostare i pulcini all’esterno. Tuttavia, alcune zone hanno climi particolarmente rigidi per più di metà dell’anno e questo può rendere un po’ più complicato l’allevamento dei pulcini in primavera. In questo caso, è meglio tenere i pulcini nell’incubatrice quanto più a lungo possibile – idealmente fino a 12-16 settimane di vita. Se i vostri pulcini sono troppo grandi per essere tenuti in incubatrice per così tanto tempo, assicuratevi di prendere ulteriori precauzioni contro il freddo. Preparate il pollaio e il recinto dei vostri pulcini per l’inverno come fareste normalmente per le galline adulte, il pollaio Eglu tiene al caldo le vostre galline. Può essere aggiunta un’ulteriore protezione contro le intemperie al vostro pollaio per offrire un isolamento ancora maggiore.

I miei pulcini sentono troppo freddo?

Per i pulcini bisogna prestare attenzione agli stessi segni osservati quando le galline adulte hanno troppo freddo. Controllate i vostri pulcini regolarmente e osservate eventuali segni che possano farvi intuire che hanno troppo freddo, ad esempio:

  • Letargia
  • Raggruppamento l’uno contro l’altro
  • In piedi con una zampa lontana dal suolo
  • Decolorazione di creste, bargigli o zampe

Se notate uno di questi segni nei vostri pulcini durante i mesi più freddi, portateli immediatamente all’interno. Non scaldateli troppo in fretta, in quanto questo potrebbe provocare uno stato di shock. Utilizzate una lampada riscaldante solo se il loro spazio interno si trova in un’area con molte di correnti d’aria, come un garage o una stalla. Una temperatura interna superiore ai 18°C sarà sufficiente per riscaldare lentamente i pulcini troppo freddi. Teneteli all’interno fino a quando iniziano a mangiare e bere normalmente e fateli uscire nuovamente quando le temperature esterne saranno più stabili.

Quando devono essere not messi fuori i pulcini

In determinate condizioni i pulcini non dovrebbero essere portati all’esterno. In particolare, nei seguenti casi:

  • Se i pulcini hanno meno di 6 settimane di vita
  • Se le temperature sono leggermente al di sotto dello zero e i vostri pulcini hanno meno di 12 settimane
  • In caso di forti piogge o condizioni meteorologiche estreme
  • Se i vostri pulcini non possono accedere facilmente al pollaio

Controllate sempre le previsioni meteo per avere un’idea delle temperature e delle precipitazioni nella settimana in cui prevedete di spostare in modo permanente i vostri pulcini all’esterno. Se sono previste forti piogge o altri eventi climatici significativi, rimandate fino a quando le condizioni climatiche saranno migliori. I pulcini bagnati, proprio come i polli adulti, hanno difficoltà a regolare la temperatura corporea.

Se alcuni pulcini acquisiscono rapidamente familiarità con la scala del pollaio, altri potrebbero avere qualche difficoltà nel perfezionare questa tecnica. Se notate che alcuni dei vostri pulcini non sono capaci di usare la scala, create una rampa da posizionare sui pioli. Una volta che avranno fatto l’abitudine a usare le loro zampe in crescita, potete rimuovere la rampa.

Infine, tenete conto dell’ influenza aviaria e della sua diffusione nella vostra zona. I pulcini sono a rischio di contrarre l’influenza aviaria quanto le galline adulte, ma utilizzando delle coperture per recinti impermeabili che proteggano dalle deiezioni degli uccelli selvatici, potete ridurre enormemente tale rischio.

I prodotti pluripremiati di Omlet per la cura delle galline

L’obiettivo di Omlet è quello di aiutarvi ad avere successo in tutti i vostri progetti di allevamento di polli e supportarvi nell’aiutare i pulcini a diventare galline adulte. I pollai grandi vi aiutano a ospitare il vostro allevamento in crescita e i pollai mobili vi permettono di installare i vostri pulcini più vicino a voi per una maggiore supervisione o avvicinarli ai loro futuri compagni di allevamento. Le nostre casette per galline sono delle soluzioni eccellenti per ospitare i pulcini per la prima volta, tenendoli comodi e al sicuro in tutti i tipi di clima.

Bambino che raccoglie le uova in un pollaio Eglu Cube di Omlet in estate

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Galline


Fasi dell’allevamento di polli

Fasi dell’allevamento dei pulcini - chioccia che dà del mais al suo pulcino

Se volete iniziare il vostro allevamento con dei pulcini, dovete essere in grado di identificare le varie fasi dell’allevamento di polli. Le galline attraversano diverse fasi della loro vita nel passaggio da uova all’età adulta e ciascuna fase richiede delle cure diverse. Sapendo come prendervi cura delle vostre galline in ogni fase della crescita, potrete rafforzare il legame con i vostri polli e garantire loro salute e prosperità.

Determinare l’età delle galline

Se non avete visto le uova dei vostri pulcini schiudersi, potreste non sapere quanti anni avevano quando li avete portati a casa. Tuttavia, ci sono alcuni modi per aiutarvi a definire l’età delle vostre galline:

  • Piume soffici: se i vostri pulcini hanno ancora un aspetto soffice o peloso, hanno meno di 5 settimane di vita.
  • Piume adulte: tra le 5 e le 6 settimane, la maggior parte delle razze sviluppano il piumaggio completo tra le 6 e le 8 settimane di età.
  • Deposizione delle uova: almeno dopo 16 settimane

Dopo il compimento delle 12 settimane di vita, le galline sono pronte per essere ospitate nelle loro case permanenti nel loro comodo pollaio e spazioso recinto. È importante che non vengano introdotte in un pollaio sopraelevato fino a quando non hanno almeno 12 settimane, in quanto i pulcini più piccoli non hanno la coordinazione o le dimensioni per utilizzare una scala.

Fase 1: schiusa delle uova

Il modo migliore per determinare l’età delle vostre galline è quello di far schiudere i pulcini dalle uova. Si tratta di un processo relativamente facile e veloce, se avete l’attrezzatura giusta. È una meravigliosa esperienza educativa per i bambini e con il giusto tempismo potete persino vedere in prima persona i pulcini schiudere le uova.

Prodotti di cui avete bisogno per schiudere le vostre uova:

  • Un’incubatrice di qualità, con o senza girauova automatico (se non ne avete uno, dovrete ruotare le uova 3-5 volte in un lasso di tempo di 24 ore)
  • Un termometro e un igrometro (se non inclusi nell’incubatrice)
  • Un calendario
  • Uova di gallina fecondate
  • Opzionale: una lampada sperauova per documentare lo sviluppo dell’embrione

Anche se la vostra incubatrice fosse dotata di un girauova automatico, è consigliabile tracciare un segno in matita sulle uova per assicurarsi che l’incubatrice le stia ruotando correttamente. Le uova fecondate possono essere acquistate da aziende agricole o allevatori oppure, se avete un gallo, potete raccogliere le uova delle vostre galline e metterle nell’incubatrice. È importante ricordare che le uova fecondate hanno tassi di schiusa variabili, non tutte le uova si sviluppano e si schiudono, anche nelle migliori condizioni. Per ottenere il miglior tasso di schiusa possibile, seguite alla lettera le istruzioni presenti nell’incubatrice. Se volete effettuare la speratura delle uova per controllare lo sviluppo del pulcino, aprite e chiudete l’incubatrice quanto più velocemente possibile per non alterare la temperatura interna e i livelli di umidità.

Dopo 21 giorni di incubazione, i pulcini dovrebbero iniziare a schiudere le uova. Durante gli ultimi giorni di incubazione dovrete “bloccare” la vostra incubatrice secondo le istruzioni. Di solito è necessario aggiungere altra acqua per aumentare i livelli di umidità, abbassare leggermente la temperatura, disattivare la rotazione automatica (se ne avete una) e posizionare una superficie antiscivolo sotto le uova in modo che i pulcini appena nati non perdano l’equilibrio. Se volete vedere i pulcini uscire dalle uova, basterà cercare le “beccate” nel guscio. I pulcini beccano il guscio del proprio uovo praticando un piccolo foro. Alcuni riescono a schiudere l’uovo velocemente, mentre altri possono richiedere fino a 24 ore. Se notate un forellino su un guscio, è meglio non allontanarvi se non volete perdervi il pulcino che esce dall’uovo!

Fase 2: pulcini piccoli

I pulcini acquistati in negozio o da un allevamento potrebbero essere asessuati o avere già la forma di pollastre (che diventeranno galline). I pulcini asessuati possono essere acquistati già 1 o 2 giorni dopo la nascita, mentre le pollastre sono un po’ più grandi. Stabilire il sesso dei pulcini di meno di 8 settimane (o anche di più) non dà risultati al 100% attendibili, ma la vostra probabilità di acquistare un gallo quando acquistate dei pulcini sessuati sono molto ridotte. Alcuni allevatori possono persino scambiare i galli che vengono identificati per sbaglio come delle pollastre.

Tutti i pulcini hanno bisogno di una lampada di calore o un’incubatrice fino a quando non hanno almeno 6 settimane. Ricordatevi di installare la vostra incubatrice prima di portare a casa i pulcini per evitare gli errori più comuni nell’allevamento di polli. Ecco di ciò di cui avete bisogno per l’incubatrice:

  • Un recinto robusto con delle pareti solide e preferibilmente un tetto per impedire l’ingresso di pulcini più grandi e altri animali o oggetti
  • Una lampada di calore
  • Una lettiera assorbente, come ad esempio pellet di pino o trucioli di legno
  • Del mangime per pulcini
  • Un abbeveratoio adatto ai pulcini (poco profondo e a gravità, se possibile)
  • Grit per pulcini per favorire una buona digestione
  • Un termometro da posizionare su un lato dell’incubatrice per monitorare la temperatura

I pulcini che non sono stati vaccinati contro la coccidiosi da un allevatore dovranno essere nutriti con dei mangimi medicati per le prime 2-4 settimane di vita. Dopo di che, si può passare a un mangime per pulcini non medicato.

Al compimento delle 6 settimane, la maggior parte delle razze di pulcini avrà acquisito il piumaggio adulto e sarà pronta per avventurarsi in spazi aperti. Iniziate con delle brevi visite in un’area delimitata da un recinto, tenendoli sotto controllo per tutto il tempo. Durante queste visite potete anche iniziare a introdurli nel loro pollaio con recinto per fare in modo che si abituino alla loro futura casa.

Fase 3: pollastre e galletti

Quando i pulcini raggiungono le 5-7 settimane di età, la maggior parte delle razze presenta delle differenze nell’aspetto tra le pollastre (giovani galline) e i galletti (giovani galli). Durante la loro strana fase di crescita adolescenziale, alle pollastre e ai galletti iniziano a spuntare le piume secondarie e iniziano a mostrare i segni dei rispettivi sessi.

I galletti sono generalmente più grandi e hanno cresta e bargigli più sviluppati e pronunciati rispetto alle pollastre. Le pollastre hanno di solito delle più lunghe penne remiganti (le piume secondarie che iniziano a metà ala e si estendono fino alla punta), mentre i galletti hanno le piume della coda più lunghe. I galletti inizieranno a provare a cantare intorno alle 6-8 settimane di età e questo è il modo più inequivocabile per determinare il loro sesso.

Le giovani galline sono chiamate pollastre all’incirca fino alle 20 settimane di vita, mentre il termine galletto si riferisce a galli di età inferiore a un anno. Tuttavia, indipendentemente dal sesso, i giovani polli hanno bisogno delle stesse cure. Le pollastre iniziano a deporre le uova già intorno alle 18 settimane di età e in questo periodo devono essere nutrite con mangimi o pellet per galline ovaiole. I galletti possono continuare ad avere la stessa alimentazione delle pollastre.

I requisiti abitativi sono gli stessi per le pollastre e i galletti, in quanto tutti i polli hanno bisogno di spazi sicuri dove razzolare, giocare e nutrirsi. Il recinto Walk-In è l’opzione migliore per tutti gli allevamenti, in quanto offre molto spazio e consente agli allevatori di trascorrere del tempo con i loro amici pennuti. Tutti i recinti per galline devono essere anti-predatore per proteggere il vostro allevamento dai predatori di polli. Il vostro pollaio deve essere in grado di offrire comfort alle vostre galline in tutte le stagioni, deve essere facile da lavare e offrire un luogo sicuro dove le vostre galline possano appollaiarsi durante la notte. Il pollaio Eglu Cube soddisfa tutti i requisiti per allevamenti di un massimo di 10 galline di taglia piccola.

Fase 4: galli e galline

Quando i vostri pulcini sono completamente maturi, iniziano ad essere denominati galli e galline. Con poche eccezioni (come ad esempio le galline Moroseta, che hanno bisogno di più tempo per maturare), le caratteristiche che differenziano i galli dalle galline sono:

  • Creste e bargigli più pronunciati
  • Piume della coda più lunghe
  • Presenza di “speroni” (protuberanze ossee, coperte di cheratina all’interno delle zampe)
  • Canto

I galli e le galline di solito possono convivere pacificamente, ma è importante non avere più di un gallo nel vostro allevamento. Se è presente più di un gallo nello stesso pollaio e recinto, è molto probabile che si verifichino delle lotte. Potreste inoltre notare che alcune galline perdono le piume sul collo, sulla schiena o sotto la coda, a causa di un’eccessiva attenzione da parte di un gallo. Se dovesse succedere, separate il gallo dalle galline fino a quando non saranno guarite. Se ciò accade regolarmente, potrebbe essere necessario dover trovare un’altra sistemazione permanente per il vostro gallo.

La presenza di un gallo non è necessaria per la produzione di uova. Le galline ovaiole di solito producono un uovo ogni giorno e mezzo. Le razze con un’elevata produzione di uova possono deporre più di 300 uova all’anno. Avere un pollaio sicuro vi consentirà di offrire un luogo confortevole alle vostre galline dove deporre le uova, fondamentale per una buona produzione. Potete anche stimolare le vostre galline a deporre più uova integrando la loro dieta – soprattutto in inverno.

A questo punto l’alimentazione delle vostre galline dovrebbe essere costituita per il 90% da mangimi o pellet di alta qualità per galline ovaiole. Il restante 10% dovrebbe essere costituito da cereali, crusca, verdure fresche e mangimi ad alto contenuto proteico come ad esempio i vermi della farina.

Fase 5: fine della produzione di uova

Nonostante molte razze di galline abbiano un’aspettativa di vita di 8-10 anni, i loro anni fertili e di produzione di uova terminano poco prima. Quando una gallina raggiunge l’età di 5 o 6 anni, la sua produzione di uova cala drasticamente o si interrompe del tutto. Le galline che vengono allevate correttamente si comportano e appaiono allo stesso modo di quando erano piccole, ma potreste notare delle piccole differenze, quali:

  • Movimenti più rigidi o lenti
  • Ispessimento della parte inferiore delle zampe
  • Uova meno frequenti, ma di dimensioni più grandi
  • Declino nella gerarchia del gruppo

In assenza di ulteriori ormoni femminili, una gallina che invecchia potrebbe acquisire delle caratteristiche che solitamente sono esclusive dei galli, come ad esempio gli crescono gli speroni, le creste e i bargigli si fanno più grandi o iniziano persino a cantare! Questo fenomeno è raro, ma non è sintomo di problemi di salute da parte in una gallina anziana.

4 consigli per gli allevatori alle prime armi

La cosa più importante da considerare quando allevate delle galline per la prima volta è la quantità di tempo e spazio che potete dedicare al loro allevamento. Se disponete di uno spazio chiuso, come un’officina o un fienile in cui collocare l’incubatrice, schiudere o acquistare dei pulcini piccoli potrebbe essere un’esperienza gratificante. Oppure, se volete avere delle galline in un pollaio con recinto e raccogliere subito le uova, acquistare delle galline adulte potrebbe essere la scelta migliore.

Qualunque cosa scegliate, ecco 4 consigli da ricordare quando allevate dei polli per la prima volta:

  1. Fate le vostre ricerche in anticipo. Decidete quale/i razza/e di galline volete allevare, quante ne volete e se pensate di avere solo galline o anche un gallo.
  2. Organizzate e preparate tutto il necessario. Acquisite familiarità (eventualmente) con l’incubatrice, il pollaio e il recinto, per assicurarvi che tutto è al suo posto e che funzioni correttamente.
  3. Cercate supporto. Nessun allevatore di polli sa esattamente cosa fare, ma molti hanno migliorato la propria esperienza attraverso tentativi ed errori che hanno fornito loro una conoscenza inestimabile.
  4. Divertitevi e mantenete il senso dell’umorismo! Le galline sono piacevoli animali da compagnia, quindi godete dei giorni di relax in loro compagnia e tenete la testa alta durante i (rari) momenti di stress.

Prendersi cura delle galline in ogni fase con Omlet

Omlet ha i prodotti giusti per supportarvi in ogni fase del vostro percorso di allevamento di polli. Allevare galline è un hobby e uno stile di vita per molte persone ed è un’attività che può essere praticata da tutti i membri della famiglia. Con opzioni flessibili, come i pollai mobili, potrete spostare facilmente i vostri polli nel vostro cortile o giardino. Oppure, se desiderate un’installazione più permanente, il nostro grande pollaio può essere integrato con il nostro recinto Walk-In per un’area giochi ottimale e sicura.

Personalizzate lo spazio delle vostre galline con accessori come posatoi, un’altalena per galline, o un pacchetto base di prodotti per l’intrattenimento. Questi accessori sono dalle vostre galline in tutte le fasi: dai pulcini alle galline anziane. Grazie ad essi potrete divertirvi a guardare i vostri polli assecondare i loro istinti naturali in modo creativo.

Due galline nel recinto Walk-In di Omlet

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Galline


Creare l’ambiente ideale per galline provenienti da allevamenti intensivi

Galline provenienti da allevamenti intensivi su un posatoio Poletree personalizzabile di Omlet

Intorno agli anni ‘30, sono state introdotte le batterie o gabbie di piccole dimensioni come metodo per aumentare la produzione di uova di gallina su scala industriale. Le galline vengono poste in queste gabbie dal momento in cui nascono fino alla piena maturità, di solito intorno ai 18 mesi.

Sebbene molti stati abbiano vietato o stiano eliminando gradualmente l’uso delle batterie, queste sono ancora utilizzate in molti Paesi, tra cui gli Stati Uniti. Poiché le galline provenienti dalle batterie producono meno uova, molte associazioni stanno cercando di liberarle e di aiutare questi uccelli ancora pieni di vita (e di uova!) a cercare una nuova casa!

La maggior parte delle galline provenienti dalle batterie necessitano di un po’ più di cura e attenzioni durante i primi mesi, in quanto devono adattarsi a una vita nuova, e molto migliore, di quella che avevano prima. Tuttavia, come gli altri animali che hanno subito la stessa sorte, con un po’ di pazienza e tanto amore, anche le vostre galline si abitueranno velocemente alla loro nuova routine e inizieranno a godere della vita. Ecco come creare l’ambiente ideale per le vostre galline provenienti dagli allevamenti intensivi!

Pollaio Eglu cube di Omlet

Quando arrivano in una nuova casa, le galline provenienti dalle batterie conoscono solo i confini di una gabbia molto piccola. Quindi, quando create un nuovo spazio per loro, date ascolto alle loro esigenze immediate di protezione, sicurezza ed esplorazione. Il pollaio Eglu Cube di Omlet è la scelta ideale, poiché non solo offre tutto questo, ma è anche molto facile da assemblare, è progettato nei minimi dettagli e non ha praticamente bisogno di manutenzione.

Nella serie blog Le avventure di Rosie e delle sue galline, Rosie ha condiviso la sua storia come proprietaria alle prime armi di galline provenienti dalle batterie. Dopo aver salvato in prima persona 5 galline dalle gabbie, Rosie ha acquistato il pollaio Eglu Cube come loro prima casa per la tranquillità che offre. Ecco alcune caratteristiche che rendono questo prodotto ideale per le sue galline e anche per sé stessa!

  • Resistente agli attacchi dei predatori: A differenza delle galline allevate all’aria aperta che sanno com’è la vita fuori da una gabbia, quelle provenienti dalle batterie hanno bisogno di più tempo per adattarsi al loro nuovo e più spazioso ambiente. Di conseguenza è importante che, qualunque pollaio scegliate, sia sicuro e resistente tanto da tenere lontani i visitatori indesiderati.

Eglu Cube è fatto in plastica rigida durevole e anti-predatore, costruita intorno a una resistente struttura in acciaio. I pollai e i recinti Eglu tengono al sicuro polli in tutto il mondo da oltre 15 anni e le vostre galline provenienti dalle batterie non faranno eccezione!

  • Tantissimo spazio: Immaginate di vivere per tutta la vita in un piccolissimo monolocale per poi trasferirvi in un palazzo di lusso con molto spazio…è così che si sentono le galline che provengono dalle batterie quando vengono trasferite in un Eglu Cube! Noi di Omlet abbiamo come obiettivo quello di rendere l’allevamento di galline semplice e divertente con soluzioni pratiche ed efficienti. Dopotutto, sappiamo quanto sia importante lo spazio e l’esplorazione per le galline!

La rete di cui è provvisto Eglu Cube è progettata dai nostri esperti per creare una divertente area giochi per le vostre galline. Grazie al suo design modulare, potete allargare molto facilmente il vostro recinto e il recinto Walk-In che vi permetterà di crescere insieme al vostro allevamento di polli!

  • Nido privato: Le galline provenienti dagli allevamenti intensivi sono state private di molti privilegi, tra i quali la possibilità di nidificare, o deporre le uova, in privato. La nidificazione è un istinto naturale per le galline e quindi quelle che provengono dalle batterie accoglieranno subito l’opportunità, una volta trasferite in un Eglu Cube.

Il nido privato di Eglu Cube può accogliere comodamente 3 galline che depongono uova in contemporanea. Raccogliere le uova fresche dal vostro pollaio è sicuramente un vantaggio dell’allevamento di galline, ma per quelle provenienti dalle batterie sarà sicuramente come vivere una seconda vita!

Altri prodotti essenziali per galline di Omlet

Una volta che le vostre galline provenienti da allevamenti intensivi si sono adattate alla nuova vita nella loro casetta Eglu Cube, potete davvero iniziare a personalizzare il loro spazio. Abbiamo un’infinità di alternative per creare una casetta per galline perfetta e sappiamo per esperienza che le vostre galline provenienti dalle batterie la adoreranno!

Recinto per galline di Omelt: Qualunque sia la dimensione del vostro giardino, potete comunque aumentare lo spazio esplorativo delle vostre galline! Il recinto è la soluzione perfetta per permettere loro di scorrazzare liberamente, senza il rischio che scappino. Il nostro recinto per galline è facile da installare grazie al suo design anti-groviglio e il colore scuro si adatta perfettamente al vostro giardino.

Posatoio PoleTree: Ora inizia il divertimento! Il nostro PoleTree interamente personalizzabile è davvero il sogno di ogni gallina! Create un’area giochi comune divertente e stimolante per il vostro allevamento, le vostre galline adoreranno i nuovi stimoli e la possibilità di sperimentare nuove altezze. Potete posizionare il posatoio in qualsiasi estensione per recinto Walk-In, è abbastanza robusto e resistente da sopportare il peso di diverse galline in una sola volta. E non dimenticate di aggiungere un’altalena per galline, in questo modo le vostre amiche pennute potranno davvero godere al meglio della loro nuova vita!

Porta automatica per pollai: La nostra priorità riguardo ai prodotti per galline è la sicurezza accompagnata dalla semplicità ed è proprio per questo che abbiamo creato il sistema di apertura automatico universale per pollai! Compatibile con qualsiasi pollaio in legno e con Eglu Cube, rappresenta in modo più pratico e sicuro per far entrare e uscire le vostre galline dal pollaio. Questa porta, alimentata a batterie, che può anche essere azionata con un timer o un sensore, non solo garantirà alle vostre galline una casa sicura di notte, ma le proteggerà anche dalle condizioni climatiche avverse con l’ulteriore isolamento offerto da una porta chiusa – anche se voi non siete in casa.

Come si possono aiutare le galline provenienti dalle batterie

L’opzione numero uno per aiutare le galline provenienti dalle batterie è quello di adottarle e offrire loro una nuova casa! Ma come si può fare? Ci sono diverse organizzazioni no-profit che operano negli allevamenti commerciali per difendere queste galline e offrire loro una seconda opportunità nella vita. La loro missione è semplice – salvare le galline che provengono dalle batterie e dare loro una nuova casa!

Organizzazioni come The Humane Society of the United States e The Humane League in California sono solo alcuni degli esempi di siti web che potete visitare per saperne di più su come si possono aiutare questi animali. E se siete interessati ad avere un vostro piccolo allevamento, visitate questo sito web per cercare aree locali in base al vostro stato:

http://www.adoptabirdnetwork.com/shelters-list.php

Non c’è ricompensa migliore di offrire alle galline provenienti dalle batterie una nuova casa – per voi e per le vostre nuove amiche pennute! Con un ambiente confortevole come Eglu Cube di Omlet le vostre galline vivranno in pace e felicità per il resto della loro vita! E voi, da allevatori, vi chiederete come avete potuto vivere senza di loro!

Bambina e galline in un grande pollaio Eglu Cube di Omlet

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Galline