Ci sono dei tempi di attesa a causa dell'elevato numero di domande. Vi preghiamo di visionare la nostra pagina sulle Consegne per ulteriori informazioni.

The Omlet Blog Category Archives: Conigli

Vizia il tuo animale quest’estate – 25% di sconto su Caddi

Risparmia il 25% sul dispenser Caddi fino al 2 agosto! Riempi il dispenser a lento rilascio con degli snack estivi e i tuoi animali si divertiranno per ore.

5 cose che amerai del dispenser Caddi:

💚 La maniera ideale per dare dei bocconcini agli animali

🌽 Migliora l’igiene tenendo il cibo lontano da terra

🔧 Si attacca facilmente a recinti e gabbie

🍃 Il movimento oscillatorio farà divertire gli animali

🌦 Completamente impermeabile e facile da pulire


Termini e condizioni
Questa promozione è valida dal 28/07/21 – alla mezzanotte del 02/08/21. Utilizza il codice promozionale SUMMERSNACKS alla cassa per avere il 25% di sconto sul dispenser Caddi per galline, conigli o porcellini d’india. Questa offerta è valida solo per i singoli dispenser Caddi. L’offerta non si applica ai pacchi doppi, pacchi doppi con Peck Toy o pacchi con palline Feldy per galline. L’offerta è limitata a 2 Caddi per cliente. Fino ad esaurimento scorte. Soggetto a disponibilità. Omlet ltd. si riserva il diritto di cancellare l’offerta in ogni momento. L’offerta non si applica alle consegne, sconti pre-esistenti o in congiunzione ad altre offerte.

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Conigli


In che modo in conigli decidono chi comanda

Like all social animals, rabbits have a ‘pecking order’. Young rabbits who have grown up together will sort this out without you even noticing. However, if you are introducing rabbits to each other for the first time, they will have to size each other up and establish which one is going to be dominant in the relationship.

The rabbits will not usually sort out this hierarchy by fighting, but display physical behaviour that is the bunny equivalent of two people showing off. They will chase, groom and bow, and one will try to mount the other (a sign of dominance in many mammals).


Why do rabbits groom each other?

On the surface, it may look as if a grooming session is an act of love and friendship. In reality, it is an act of subservience. The bunnies who do the grooming are letting the dominant rabbit know that they accept their place lower down in the social hierarchy. Mutual grooming will sometimes occur, but if a rabbit is licking and grooming another bunny’s ears, eyes and forehead, it means they are acknowledging the dominant rabbit’s place at the top of the pecking order.

The dominant rabbit will often request the grooming by approaching another rabbit and lowering its head. This may look like an act of submission, but it is the exact opposite. The rabbit with the lowered head is saying “here’s my head – get grooming!”

Why do rabbits bow to each other?

A bowing rabbit is asking to be groomed. The dominant bunny will approach its companion head-on, often touching noses. Its ears will be raised, and it will sometimes nudge the other rabbit’s chin to prompt the grooming.

Early in a bunny relationship, before the pecking order has been properly established, the rabbit being bowed to may not take the hint and, instead, will bow back. There will be several bows from each rabbit before the matter is settled, and it may even end in a brief tussle. A rabbit who wants to be groomed tends to insist on it!

Why do rabbits ‘flatten’?

Flattening involves crouching low on the ground, ears down. That latter detail differentiates it from a bow, as the flat ears indicate submissiveness. Rabbits will sometimes perform this action if they feel threatened by another rabbit in the run, and it will usually defuse any potential confrontation straight away.

A dominant rabbit will occasionally approach the ‘flattened’ bunny and lick its forehead. This is an acknowledgement of the submissive gesture, and it means the other bunny can relax.

Foto di Guillermo Casales su Unsplash

Why do rabbits chase each other?

Chasing has two meanings. It can be sexual behaviour, with a male chasing a female, or it can be another sign of dominance.

Chasing occurs quite frequently when rabbits are first introduced to each other. When the hierarchy has been sorted out, it becomes far less frequent. However, an unneutered male will often chase habitually to let the other rabbits know he is the dominant one. Some occasional bullies enjoy chasing, too. Unless one particular rabbit is being repeatedly targeted and is becoming stressed, or any individual is hurt as a result of a vigorous chase, you should simply accept it as part of the pecking order.

Sometimes the chase will manifest as a circling motion, with the dominant rabbit literally running rings around the subservient one. This will often culminate in mounting.

Why do non-mating rabbits mount each other?

Dominance is not automatically based on gender, and a female is just as likely to mount a male as vice versa. It’s a bit like wrestling, where the person who has thrown their opponent to the ground has won that particular bout. The rabbit that has been mounted will not always submit after a single mount, and the tables may be turned a few times before the dominance is formally established between the two bunnies.

Once rabbits have settled in together, the mounting will usually end, although some boisterous males seem to persist with the mounting habit. As long as the submissive rabbit accepts this as part of the social setup, it will not lead to further aggression. Occasionally, you might notice the dominant rabbit mounting just to remind the other bunny that they are the boss.

If the submissive rabbit appears to be distressed and is trying to escape, and is being pursued as a result, the animals may have to be separated for a while. Otherwise, it is best to let them get on with it and accept the mounting behaviour as a fact of rabbit life.

Introducing new rabbits

New rabbits should be introduced to each other on neutral territory, if possible. If you simply lock a newcomer in an existing rabbit run, it will be bullied by most of the other bunnies, and the dominant one can sometimes inflict injury on the newbie.

If you can take your dominant rabbit with you when choosing the new pet, it will help enormously. You will be able to see how the old rabbit reacts to the new one, and if all is well, they can even travel home together in the same travel crate. This will also help the bonding process, as both rabbits will feel nervous during the journey.

When you get home, let the rabbits settle down together on neutral territory. If all goes well, they can be moved to the run later in the day, with two food bowls. This is the best-case scenario, and it will often be a more drawn-out process getting two bunnies used to each other. You should have a spare run ready for the newbie rabbit, within sight and smell of the established bunny or bunnies.

Let the rabbits cohabit each day for a few hours on neutral territory until they are completely happy together. This may involve several mounting, chasing, grooming and bowing sessions, but the pecking order will be established in the end!

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Conigli


10 modi per legare con il coniglio

Alcune prove mostrano che i conigli che hanno legato con i loro proprietari vivono più a lungo e felici. A volte può sembrare che i nostri amici pelosi vivano in un mondo tutto loro – ma ci vuole solo un po’ di pazienza e di tempo per creare un legame con loro.

In questo articolo troverete dieci modi divertenti per approfondire la vostra relazione con loro sia che faccia già parte della famiglia o che lo abbiate appena preso.

1. Imparate a conoscere la sua personalità

Proprio come per le persone, tutti i conigli hanno una loro personalità e abitudini peculiari. Se avete deciso di prendere un coniglio cucciolo, scoprirete che all’inizio sono molto timidi ma con il tempo usciranno dal guscio e inizierà a rivelare la sua personalità. Abbiamo scritto un articolo molto utile sull’ Imparare a leggere il linguaggio corporeo dei conigli, una grande risorsa per capire come relazionarsi. Nell’articolo si sottolineano tutti i diversi tipi di vocalizzi che un coniglio può fare e fa anche riflettere sulla postura e il suo significato.

2. Create uno spazio condiviso

E’ naturale che il coniglio si senta nervoso o sulla difensiva se infilate le mani nella gabbia per prenderlo – dopo tutto quello spazio è casa sua e il suo istinto gli suggerisce di difendersi da potenziali predatori. Se volete creare un legame con il coniglio cercate di realizzare un’area gioco abbastanza grande per potervi sedere insieme a lui. In questo modo, potrete interagire su terreno neutrale.

I conigli si sentono a loro agio se si sentono protetti per cui non prendetela male se le prime volte si nasconderanno sotto un’area protetta.

3. Riempite l’area condivisa con dei giochi

Ci sono molte cose divertenti da posizionare nell’area gioco dei conigli o nel recinto, inclusi i tubi e tunnel Zippi, giochi masticabili, zone coperte, giochi che si appendono e cestini di fieno.

Una volta che avrete a disposizione uno spazio condiviso, con giochi e altre amenità, sedetevi con lui mezz’ora ogni giorno senza cercare di toccarlo. In questo modo il coniglio imparerà a sentirsi a suo agio in vostra compagnia e a fidarsi di voi. E’ probabile che dopo alcuni giorni il coniglio si avvicinerà spontaneamente e inizierà a mostrare segni di curiosità. E’ normale che vi dia un piccolo morsichino all’inizio – non preoccupatevi, non è un morso vero e proprio!

4. Fate fare nuove esperienze al coniglio

Sebbene i conigli siano creature abitudinarie, è sempre bene introdurre di tanto in tanto cose nuove. Il coniglio imparerà ad associarvi e queste nuove esperienze divertenti che miglioreranno il vostro legame. Occasionalmente cercate di modificare la disposizione della gabbia o prendete nuovi giochi – potete anche farne con le vostre mani utilizzando semplici oggetti da cucina come ad esempio i rotoli di carta.

5. Offritegli dei premietti salutari

I conigli possono insegnarci molto su una dieta salutare. Non amano le cose dolci e il cibo spazzatura e la cosa meno salutare che potete dargli sono le carote o le mele (dato che hanno alti livelli di zuccheri)! Aiuterà a creare un legame se offrirete loro delle invitanti foglie verdi, dei bastoncini di sedano o altre cose ghiotte. Il coniglio si avvicinerà con prudenza e darà un morso per assaggiare e voi sarete un passo avanti nel creare una relazione con lui.

6. Carezzate il coniglio

Una volta che il coniglio si sentirà a proprio agio con voi e non scapperà tutte le volte che vi avvicinate, è il momento di iniziare a carezzarlo. Il contatto fisico è uno dei modi migliori per creare un legame e anche se le prime volte non sembrerà troppo contento, non dovete preoccuparvi, è normale. Ci vorrà qualche settimana prima che si senta a suo agio in braccio a voi.

Il modo più appropriato per avvicinarvi è di allungare la mano a lato della loro testa. In questo modo vedrà che siete voi che volete carezzarlo. I conigli sono terrorizzati da possibili attacchi degli uccelli dall’alto e spesso scappano se vi vedono avvicinarvi dall’alto (e un umano in piedi è sicuramente qualcosa di alto per un coniglio!). I conigli inoltre hanno una zona cieca proprio davanti al naso – è un comun denominatore a tutti gli animali erbivori – per cui evitate di approcciare un coniglio nervoso frontalmente.

7. Insegnategli dei giochi

Una volta che avrete iniziato a giocare regolarmente con lui, potete iniziare ad insegnargli dei giochini! Potete iniziare rinforzando gli istinti naturali come ad esempio camminare in un tunnel con un bocconcino che lo aspetta al termine. Oppure potrebbe essere qualcosa di più complesso come insegnargli a girare su sé stesso. Abbiamo un articolo tutto dedicato ad insegnare dei trucchetti ai conigli se desiderate approfondire l’argomento!

8. Imitate il vostro coniglio

Un modo un po’ più inusuale per legare con il coniglio è di comportarvi come un coniglio. Ossia pulirvi ad esempio come fa un coniglio, oppure mangiare un po’ di cibo quando lo vedete mangiare. Assicuratevi solo che il coniglio vi veda mentre lo fate dato che il punto sta nel sembrare il più possibile un coniglio! Questo non sarà necessario se avete già una buona intesa con il coniglio.

9. Scegliete il momento giusto per giocare con il coniglio

Quando imparerete a conoscere bene il vostro coniglio, vedrete che ci sono alcuni momenti della giornata in cui sono meno attivi. E’ normale per un coniglio passare del tempo a dormire e sono animali molto abitudinari. Cercate di prendere nota di quando sono più attivi in modo da tenere conto che sono i momenti migliori per giocare insieme – in questo modo eviterete di infastidirlo interrompendo il riposino quotidiano per portarlo nell’area gioco!

10. Imparate a tenerlo in maniera corretta e sicura

Quando avrete creato un legame stabile fra voi, potrete anche decidere di portarlo in giro. Se siete abbastanza fortunati da avere un coniglio docile per farlo, ricordatevi sempre di tenerli in modo che siano comodi. Tenete la parte posteriore del coniglio così come terreste la testa di un neonato. Teneteli stretti quel tanto che basta per essere certi che non possa sfuggirvi di mano – non stringeteli troppo.

I conigli sono animi gentili e voi siate gentili con loro. Siate pazienti, lasciategli tempo e alla fine vi considereranno veri amici e fidati compagni.

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Conigli


Orgoglio Omlet: conigli coraggiosi

Questo articolo fa parte della nostra serie Orgoglio Omlet, una collezione di incredibili storie che puntano i riflettori su animali straordinari e condividono il loro altruismo, coraggio, talento e compassione con il mondo.

-Scritto da Anneliese Paul

E’ difficile descrivere la paura di Pixie il coniglio quando la RSPCA (un’associazione inglese) le ha finalmente trovato casa con un padrone esperto di conigli. Diciotto mesi dopo la dolce Pixie vive nel comfort e sta imparando a farsi amare dalla sua adorata umana, Wendy.

Wendy aveva due meravigliosi conigli che adorava. Un coniglio nero maschio di razza Rex che si chiamava Jensen e la sua partner color cioccolato, Havana. Nel 2019, Havana è morta improvvisamente di polmonite e Jensen ha sofferto così tanto il distacco che non si muoveva quasi più. Era diventato un coniglio infelice e triste.

Wendy desiderava che legasse con un altro coniglio e così si è rivolta all’associazione RSPCA di Canterbury e ha conosciuto Pixie, che era stata gravemente trascurata. Pixie era stata recuperata insieme al suo compagno che però sfortunatamente non ce l’ha fatta. Pixie era quasi morta di stenti, era solo pelle e ossa e prima di trovarle una nuova casa hanno dovuto farle prendere peso. Wendy desiderava darle tutto l’amore che meritava.

Pensando che potesse essere la campagna perfetta per Jensen, Wendy portò Pixie a casa. Aveva diviso la gabbia in modo che potessero conoscersi piano piano. Dopo circa un mese si riposavano uno accanto all’altra, separati solo da una rete e Wendy decise che era arrivato il momento giusto. Ma Pixie era un coniglio traumatizzato e la sua paura si rivelava con un comportamento aggressivo. Non riusciva a controllarsi e così ha morsicato Jensen. Era agitata e spaventata per tutto. Per un po’ aveva paura anche del cibo posato per terra. E’ stato un brutto e triste periodo per Wendy che vedeva Pixie così stressata.

Wendy teneva Pixie separata e poco a poco, Pixie ha iniziato a fidarsi di lei. Adesso, 18 mesi dopo, si fa grattare il naso e saltella accanto a Jensen. Il loro recinto Omlet, corre parallelo così ognuno dei due ha i suoi spazi. Hanno anche un rifugio suddiviso in due, su tre livelli, finestre, balcone collegati tramite i tunnel alla veranda. Il sistema di cancelli del recinto della Omlet permette a Wendy di lasciar girare entrambe per casa. Quella che una volta era la sala da pranzo di Wendy, ora è diventata la stanza giochi dei conigli con la gabbia, alcuni scalini e dei tunnel in modo che possano divertirsi. Entrano a turno e Wendy lascia la porta aperta perché non abbiano troppo caldo.

La mattina, prima di andare al lavoro, prepara un’insalata per conigli: Cavolo verde, cavolo nero o verdure di stagione e un mix di erbe come prezzemolo, menta e basilico. In estate raccoglie foglie fresche e petali di rosa. Hanno 3 o 4 diversi tipi di fieno tra cui scegliere nel recinto e come premietto Wendy preferisce dar loro biscotti per conigli o fragole che adorano.

Dalle sue tristi esperienze, Pixie è rifiorita grazie alle amorose attenzioni della sua padrona che ha capito il suo passato e ha ricostruito la fiducia. E Jensen ha una nuova partner, Tinkerbell, una mini Rex dagli occhi azzurri. Wendy adora i suoi tre bellissimi conigli ma in special modo Pixie. E’ una sopravvissuta.

“Praticamente tutti i giorni mi fa piangere. E’ così amorevole e attenta, è incredibile come possa aver perdonato gli esseri umani.”

 

 

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Animali da compagnia


Gli animali possono seguire una dieta vegana?

Alcuni animali tra cui i conigli e porcellini d’india sono naturalmente vegani. Criceti e gerbilli, sebbene onnivori possono optare per una dieta vegana se le proteine vengono fornite da piante e vegetali. Altri, inclusi gli onnivori cani e i puri carnivori come i gatti, difficilmente si adatteranno ad una dieta senza carne.

Tutti gli animali devono soddisfare delle necessità nutrizionali. Ma questo non significa che non possiate avere un cane vegano. I gatti vegani invece sono molto più difficili.

Il cane può seguire una dieta vegana?

Se aveste appena scoperto una nuova specie animale e doveste capire che dieta segue, potreste intuire molto dalla sua dentatura. I denti del cane, come quelli dell’orso dicono molto chiaramente che sono animali onnivori – ossia mangiano sia carne che verdure. Se il cane è un lupo addomesticato, allora vi sarete fatti un’idea della loro dieta naturale.

Ciononostante, come dimostrano i panda, un mangiatore di carne può a volte adattarsi perfettamente ad una dieta vegan. I denti del panda sono simili ai denti di qualunque altro orso – lunghi canini per mangiare carne e molari per schiacciare le piante. Eppure i panda mangiano solo bamboo. Per cui, se un orso può essere vegano, anche un cane può diventarlo?

La risposta è si – ma è un si con molti però! Un cane necessita di una dieta che contenga i grassi e le proteine che provengono dalla carne. E’ pericoloso ignorare le necessità basilari e dargli da mangiare solo quello che volete. Alcuni cani hanno uno stomaco delicato e una dieta con pochi grassi e molte fibre può causare problemi di salute molto seri. Non bisognerebbe mai somministrare una dieta senza carne senza prima aver sentito il parere di un dietologo professionista.

Il collagene, l’elastina e la cheratina che si ritrovano in una dieta a base di carne non sono facilmente rimpiazzabili da degli equivalenti vegani. Il cane ha anche bisogno di una ‘catena lunga’ di grassi omega-3 che si trovano nei prodotti animali come le uova, pesce e alcune carni. I grassi omega-3 vegani non sono lo stesso di quelli derivati animali.

Questo crea dei grattacapi ai proprietari di cani vegani. Eppure ci sono dei prodotti sul mercato che affermano che il cane può vivere felicemente seguendo una dieta senza carne. Prima di buttarvi a capofitto, è essenziale chiedere il parere di un professionista esperto. Di solito il compromesso è la scelta migliore – una dieta vegana con degli inserimenti di derivati animali essenziali. I grilli ad esempio possono fornire moltissimi aminoacidi e cheratina che mancano in una dieta vegana e sono al 65% proteine.

Il gatto può seguire una dieta vegana?

Un approccio basato sul compromesso è ancora più importante se si tratta di gatti. Rientrano negli animali prettamente carnivori e ricavano tutti le esigenze alimentari dagli altri animali.

Il problema principale che si incontra riducendo la carne nella dieta dei gatti è che a differenza di altri mammiferi (inclusi i cani), i gatti non possono produrre alcune proteine. Le devono assorbire dalla carne e dal pesce. Gli aminoacidi sono un altro problema – i gatti che sono carenti in derivati animali come la taurina ad esempio, sono soggetti a problemi di cuore.

Anche una dieta vegana rafforzata non è sicura e non può essere consigliata. Guardate la situazione da un altro punto di vista e immaginate di nutrire un coniglio solo con carne e capirete all’enormità – anche etica – di cui si parla.

Ci sono alcuni prodotti ‘di carne’ sviluppati in laboratorio che sono in studio con in mente i proprietari di gatti vegani e vegetariani. Però non è ancora sicuro se e quando arriveranno – e resteranno – sul mercato

Per molti proprietari di animali vegani si sono grosse implicazioni etiche su come nutrire gli animali con cui vivono. Ma l’etica include anche di tener in conto anche le loro esigenze nutrizionali ed è praticamente impossibile risolverle se si tratta di gatti. Se riuscirete a ridurre e non eliminare la carne nella dieta del gatto, sarà sicuramente l’opzione più sicura.

I 10 animali vegani da tenere a casa

Naturalmente ci sono molti altri animaliche non si nutrono di carne o che mangiano carne ma che si possono adattare ad una dieta senza. Eccone dieci.

1. Conigli. Nessun problema con loro – i conigli sono dei vegani felici, la loro dieta si basa su fieno e verdure. Potete dedurne che le palline che espellono e poi mangiano, non sono altro vegetazioni semi-digerita.

2. Porcellini d’india. Come i conigli, questi incredibili animaletti si basano su una dieta che è al 100% vegana.

3. Criceti. La maggior parte dei proprietari di criceti nutre questi animali con prodotti acquistati in negozio specifici per criceti e non necessariamente conoscono gli ingredienti. In ogni caso i cibi vegetariani e vegani per criceti sono già a disposizione.

4. Gerbilli. Come i criceti, i gerbilli sono degli onnivori che però possono felicemente seguire una dieta vegana. Tendono ad essere delicati di stomaco per cui nutriteli con del pellet di buona qualità. Troppa verdura fresca può causare loro problemi.

5. Topi. Sebbene in natura mangino praticamente di tutto, possono seguire una dieta vegana; è comunque meglio dar loro un mix già pronto preparato specificamente per loro. In questo modo sarete sicuri che non abbiano deficit di vitamine e minerali.

6. Ratti. Sono i più onnivori tra i roditori ma se li nutrirete con un mix vegano fortificato con tutti i nutrienti di cui necessitano, saranno a posto. In effetti i ratti che tendono a mangiare troppi grassi animali tendono a ingrassare e a morire prematuramente.

7. Galline. Se guardate una gallina che razzola libera, presto vi sarà chiaro che mangia di tutto – erba, scarafaggi, vermi e qualunque cosa si trovi nel vostro orto se non prestate attenzione! La maggior parte dei mangimi emulano questo mix di piante e prodotti animali. E’ comunque possibile acquistare dei prodotti vegani e prove circostanziali indicano che non crea problemi. Produrranno però meno uova e non potrete impedire loro di raspare per cercare i vermi e insetti anche se la lettiera è vegana!

8. Parrocchetti e pappagallini. I vegani non avranno problemi a confrontarsi con parrocchetti e pappagallini a meno che non vogliate farli covare. Per covare le uova le femmine hanno bisogno di un incremento di proteine di solito fornito da un pastone a base di uova o carne cotta. Ci sono alternative vegane disponibili.

9. Fringuelli. Molte specie di fringuellidi amano vermi e insetti come premietti ma non sono una parte essenziale della loro dieta. Possono vivere con un mix di semi e verdure fresche.

10. Per i fan dei rettili. Quando si pensa ai serpenti e alle lucertole probabilmente vi viene in mente l’immagine di topi morti o grilli condannati a una triste fine. Eppure ci sono alcuni rettili che hanno una dieta al 100% vegana come ad esempio la popolare Iguana verde. E’ importante dar loro le giuste verdure per mantenerle in salute ma la carne non sarà un problema.

Non mancano gli animali che sono vegani. Ma far seguire una dieta vegana a un cane o un gatto può essere una soluzione complessa. Per tutti gli animali una dieta bilanciata che si adatti alle loro necessità nutrizionali deve essere il vostro primo obiettivo.

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Alimenti


Conigli aggressivi: cose da sapere e come intervenire

Di solito i conigli sono creature pacifiche che amano giocare e socializzare con i loro umani. Ma che fare se iniziano a mostrare dei segni di aggressività? E’ difficile vedere il tuo animale stressato ed è naturale cercare di aiutarli. Qui riportiamo una serie di azioni che aiutano a minimizzare i comportamenti sgraditi dei conigli per poter nuovamente godere del tempo trascorso assieme!

Cosa si intende per comportamento aggressivo?

Ci sono due principali modalità aggressive nei conigli, quella più tipica è il comportamento difensivo del territorio. Se il coniglio vi morde quando tendete la mano verso la gabbia o la recinzione, è quasi certamente un aggressione di difesa territoriale. Un altro tipo di comportamento aggressivo avviene quando i conigli – ad esempio se lottano tra loro fino a ferirsi.

Può essere sconvolgente vedere il proprio coniglio che combatte e si ferisce ed è difficile capire cosa fare. Qualche scaramuccia è normale tra animali ma se vedete del sangue sul pelo o nella gabbia allora significa che la rabbia sta andando fuori controllo e i morsi diventano cattivi.

Come gestire le aggressioni territoriali e i morsi

Se il coniglio vi morde la mano – o cerca di farlo – cercate di valutare come e quando vi avvicinate a lui. La gabbia spesso è un rifugio ed è vista come ‘luogo sicuro’ dove il coniglio trascorre la maggior parte del tempo. Se vi inserite inaspettatamente è naturale che si spaventi e si metta sulla difensiva. I conigli sono animali da preda e in natura diventano particolarmente nervosi se ‘messi alle strette’ nel loro luogo sicuro!

Potreste provare ad interagire con il coniglio in un’area che non sia la gabbia ma magari un recinto o un’area gioco, dove avrete più probabilità di avere un’interazione felice e pacifica. Provate a sedervi nel recinto con il coniglio ogni giorno per qualche ora e poi cercate di avvicinarlo con dei bocconcini. Dopo del tempo trascorso in questo modo, scoprirete che il coniglio si affeziona a voi sempre più e le aggressioni diminuiranno.

Passando del tempo con il coniglio in questo ambiente che non è la gabbia, comunicate al vostro amico che non siete un predatore e che si può avvicinare a voi senza paura. Una volta stabilita la fiducia, potrete avvicinarvi anche alla gabbia senza problemi.

 

Come intervenire nei comportamenti aggressivi tra conigli

Se avete notato che i conigli si scontrano tra loro e non sono le classiche scaramucce per gioco, dovreste domandarvi se lo spazio che hanno a disposizione è adeguato. Può essere che i conigli siano cresciuti rispetto a quando li avete presi e la loro casetta che una volta era spaziosa adesso è troppo piccola per due. Magari durante l’inverno hanno trascorso poco tempo nel recinto e si sono troppo ‘legati a casa’. La claustrofobia colpisce sia gli umani che i conigli!

Qualunque sia il motivo del malumore dei conigli, è importante che nella loro gabbia si sentano rilassati e a proprio agio. Se hanno più spazio a disposizione i conflitti si attenuano. I conigli sono animali territoriali e oltre ad avere degli spazi condivisi, ognuno deve avere i suoi spazi

Cercate di distrarre i conigli rissosi battendo le mani. Il rumore li distrarrà e magari gli insegnerà a non combattere. Un coniglio particolarmente aggressivo potrebbe essere dissuaso spruzzandogli dell’acqua sul muso – ma non è una cosa da fare frequentemente, per cui se dopo le prime spruzzate, non si notano grandi differenze, bisogna passare al piano B.

Se decidete di investire in una gabbia più ampia e i conigli continuano a mostrare comportamenti aggressivi, potreste doverli separare in due distinte gabbie. Ecco il piano B!

I benefici della sterilizzazione

La sterilizzazione (anche nota come castrazione) è il termine che indica l’operazione chirurgica per evitare che gli animali abbiano dei cuccioli. Se i conigli provengono da un negozio di animali, è probabile che siano già stati sterilizzati – ma se li avete presi da amici, è una buona idea portarli dal veterinario per la sterilizzazione.

Se il coniglio non è stato sterilizzato, è molto probabile che sia più aggressivonei vostri confronti e nei confronti degli altri conigli con cui condivide la gabbia.

E’ comune tenere conigli maschi o femmine a coppie dello stesso sesso e questo può portare a delle faide senza fine. I conigli possono battersi per vedere chi è il dominante nel territorio condiviso ma questi scontri sono meno probabili se saranno sterilizzati.

Allo stesso modo, se avete deciso di tenere un maschio e una femmina insieme è una buona idea sterilizzarli dato che possono arrivare ad avere fino a cinquanta cuccioli in un anno! Cinquanta conigli può sembrare accattivante ma considerate le difficoltà di tenere tutti questi animali!

Ci sono altri benefici correlati alla sterilizzazione oltre alla riduzione dell’aggressività come la riduzione del rischio di contrarre un cancro alle ovaie o ai testicoli. I conigli sterilizzati inoltre sono più facilmente addestrabili e generalmente più socievoli.

Se lo avete portato a casa da poco tempo, gli ci vorrà un po’ per abituarsi al nuovo ambiente e sentirsi a suo agio. E’ normale che agli inizi un animale si senta nervoso e inquieto e questo può portare agli inizi ad alcuni comportamenti aggressivi, tra cui il mordere.

E’ importante capire che il coniglio è più spaventato di voi e che se vi ha morso, questo non significa che non sarà il vostro miglior amico! Se avete dei dubbi su come stabilire un contatto con il coniglio, parlatene con un amico che ha più esperienza o cercate delle notizie nelle varie guide disponibili on line.

Ricordate che avere un coniglio è incredibilmente gratificante e che vale la pena passare del tempo ad addestrarlo. Fintanto che avrà abbastanza spazio e nessun rivale aggressivo, sarà calmo e coccolone, proprio come lo avete sempre desiderato.

 

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Animali da compagnia


Insegnamo ai porcellini d’india e ai conigli dei giochi

Una delle cose più gratificanti che potete fare con i vostri animali è di insegnare loro dei giochini e, nonostante quanto possiate aver sentito dire, è molto più facile di quanto pensiate.


Image by
Pezibear da Pixabay

I conigli e i porcellini d’india sono animali socievoli e traggono grandi benefici dal trascorrere del tempo con i loro amici umani. Può anche essere un ottimo modo per instaurare un legame di fiducia e intanto divertirvi!

Per insegnare ai conigli e ai porcellini d’india è sempre meglio se si può ripetere l’esercizioquotidianamente – anche se solo per cinque o dieci minuti. Non solo i vostri pet ameranno le vostre attenzioni ma avere una routine da riprendere tutti i giorni aiuterà a ricordarsi i giochini.

La prima cosa di cui avrete bisogno è un posto tranquillo, lontano da distrazioni. I recinti Zippi e aree gioco per conigli sono l’ideale, per garantirvi uno spazio sicuro e familiare dove i pet potranno rilassarsi e godersi l’addestramento. Avrete anche bisogno dei premietti preferiti dai vostri conigli e porcellini per incoraggiarli e rinforzare l’apprendimento.

Quando fate addestramento sarebbe meglio tenere gli animali separati tra loro ma è anche vero che allo stesso modo alcuni animali beneficiano dell’apprendimento insieme – ad esempio se avete un coniglio più anziano e già addestrato e uno giovane senza addestramento, quello più giovane potrà copiare i trucchetti e imparare più velocemente – gli animali non sono mai troppo anziani per imparare nuovi giochini!                                        Immagine di Rolf Neumann da Unsplash

Giochini per principianti per conigli e porcellini

Quando iniziate ad addestrare il coniglio o il porcellino d’india si tratta di avere pazienza e perseveranza. All’inizio potrebbe non mostrare interesse ma se continuerete con dei rinforzi positivi e dei premietti scoprirete che imparano rapidamente. Iniziate con qualcosa di semplice come,‘Girare in tondo’, un giochino perfetto sia per i conigli che per i porcellini.

Addestrare il porcellino d’india o il coniglio a girare in cerchio

Per insegnare al vostro pet a girare in tondo, dovrete tenere ben saldo un premietto tra le dita e posizionarlo molto vicino alla bocca dell’animale. In questo modo

fategli fare un giro su sé stesso – una rotazione sul posto. Ripetete finché il pet non avrà imparato a girare da solo senza incentivo, invogliatelo solo saltuariamente con un bocconcino. E’ importante che gli diate il premio solo quando esegue correttamente l’esercizio. Non vi arrabbiate se ogni tanto riuscirà a rubarvelo – fa parte del gioco!

Non preoccupatevi se ci metterà un po’ ad imparare – il primo gioco potrebbe essere più difficile da imparare per conigli o porcellini e una volta che avranno imparato a fare il “cerchio”, si aprirà tutto un mondo di attività che potrete scoprire assieme! Se vedete che fatica a girare su se stesso, provate a farlo girare nel senso inverso – proprio come per noi possono essere destrorsi o mancini.

Ci sono tantissimi giochetti che potete insegnargli con lo stesso metodo – insegnate ai porcellini ad attraversare un tunnel nel recinto Zippi guidandoli con un premietto mettendolo alla fine del tunnel come ricompensa. Potreste anche insegnare al coniglio a stare in piedi tenendo il bocconcino sopra la sua testa e vedrete che farà i suoi primi passi su due zampe.

Come insegnare ai conigli e porcellini d’india la ‘Figura dell’otto’

Se avrete avuto successo con tutti i giochi guidati con il bocconcino, potreste mettervi alla prova con una figura dell’otto tra le gambe – nello stesso modo del cerchio. Con un po’ di perseveranza, rimarrete sorpresi di quanto i vostri animali riescono ad imparare e ricordare. Questo è un ottimo gioco per pavoneggiarsi con gli amici e scoprirete anche che i vostri amici animali sono più a loro agio con gli sconosciuti dopo l’addestramento.

Non dimenticate mai che i bocconcini che gli date fanno parte della dieta e se ripetete gli esercizi quotidianamente come raccomandato, dovrete dare un po’ meno pappa per essere sicuri di non esagerare con il cibo. Potrete aumentare la motivazione all’addestramento scambiando i bocconcini secchi con foglie fresche. Mantenere una dieta salutare è importante.

Far venire a chiamata i conigli e i porcellini d’india

Come in molti altri giochetti, la chiave qui sono i premi. Offrite il bocconcino quando siete vicini all’animale e dite il suo nome mentre lo fate. Vedrete che col tempo impareranno ad associare il loro nome con il premietto. Il passo successivo è allungare la distanza tra voi e l’animale mostrando il premietto. Ripetete il nome mentre lo mangiano. Chiamate il nome del coniglio e dategli un bocconcino dopo che si sarà avvicinato. Dopo due settimane di addestramento regolare – chiamata, premio – provate a chiamarlo senza mostrare il premietto.

Se il coniglio o il porcellino non risponde, significa che non hanno ancora fatto il collegamento. Ritornate al primo step e chiamate mentre mostrate il premio – e poi – dateglielo.Una volta che il pet avrà fatto il collegamento, correrà da voi quando pronuncerete il suo nome. Non c’è nulla di male se di tanto in tanto aggiungerete un extra premio!

Come far saltare conigli e porcellini in un cerchio

Per questo gioco, oltre al cerchietto servirà un bastoncino e avrete bisogno di uno strumento usato nell’addestramento chiamato clicker. Per iniziare ad addestrare il coniglio o il porcellino d’india– e per tutti i primi giorni di addestramento – tenete semplicemente il bastoncino vicino all’animale. Quando si gira per vedere di cosa si tratta, cliccate con il clicker e dategli un premietto. Con il tempo, il vostro pet inizierà ad associare il bastoncino con un premio.

Il passo successivo consiste nel tenere il cerchio sempre vicino al coniglio o porcellino d’india ma leggermente sollevato da terra. Tenete il bastoncino dall’altra parte del cerchio e magari il pet salterà per raggiungere il premio. I porcellini d’india riusciranno a fare solo un piccolo salto mentre potrete alzarlo più in alto per i conigli.

Darsi il-5 con il coniglio!

Questo è un gioco complesso ed è adatto solo per i conigli. Richiede diverse ore di allenamento con il clicker.

Per iniziare dovete sedervi accanto al coniglio e aspettare che sollevi una zampa – lo fanno frequentemente – usare il clicker quando lo fa. Per i primi giorni non aggiungete altro – solleva la zampa, cliccate! Potete accelerare le cose offrendo un premietto tenendolo bene in alto – il coniglio solleverà il muso e poi la zampa. State pronti con il clicker appena avrà sollevato la zampa!

Per passare alla fase successiva, posizionate la vostra mano accanto al coniglio a terra. Quando la zampa sollevata sarà nuovamente a terra, toccherà la vostra mano. Appena lo farà, fate click e dategli un premio. Una volta che il coniglio inizierà a capire potrete iniziare ad allontanare la mano. L’importante è che il coniglio associ il click e il premio al fatto che tocca la mano.

Tenendo la mano a lato del coniglio invece che frontalmente, potrete essere sicuri che il contatto coinvolga solo una zampa – un dettaglio essenziale per dare il-5. A questo punto il coniglio sa che se tocca la vostra mano viene premiato. Lo step successivo è sollevare la mano e attendere che faccia il collegamento e vi dia il-5. Una volta fatto, cliccate e date un premietto!

Potrebbe richiedere del tempo – ma è un ottimo giochetto che stupirà tutti quelli che lo vedranno!

Recinti e piattaforme per conigli e porcellini d’india

Uno dei modi migliori per arricchire le vite dei vostri animali e tenerli in salute mentalmente e fisicamente è di fornire loro una recinzione idonea e tutta una serie di giochi. Lasciare agli animali il giusto spazio è essenziale per il loro benessere ed è anche facile con i Tunnel Zippi fatti a mano e le piattaforme Zippi per recinti. Questi aumentano lo spazio nel recinto e apportano molti benefici dovuti al costante allenamento.

Le piattaforme Zippi aumentano le possibilità di fare esercizio e sfruttano il loro naturale istinto di salire in una posizione sopraelevata per controllare cosa succede. Vivere in un ambiente stimolante va di pari passo con l’addestramento perché la felicità è la chiave per poterli coinvolgere nell’apprendimento.

Se avete un gruppo di conigli o di porcellini d’india, l’addestramento sarà un modo per dedicare delle attenzioni individuali a ciascuno di loro – potreste scoprire che quei momenti sono la parte migliore della giornata!

 

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Conigli


10 suggerimenti per avere dei conigli anziani felici e in salute

I conigli anziani hanno bisogno di qualche cura in più. Ma esattamente, quando un coniglio può dirsi ‘anziano’? Molto dipende dalla taglia. I conigli più grossi hanno una durata media della vita più bassa dei conigli di taglia piccola, il che significa che invecchiano più rapidamente delle taglie medie e piccole.

A che età è considerato vecchio un coniglio?

Come regola generale, i conigli di taglia piccola, che vivono in media 12 anni, diventano vecchi sugli 8. I conigli di taglia media vivono fino a 10 anni e si possono considerare vecchi a partire dai 6 anni. I conigli di taglia grande hanno un’aspettativa di vita più breve – tra i 4 e i 7 anni – e raggiungono la vecchiaia ai 4.

Le razze di conigli con aspettativa di vita più breve sono come i piccoli animali come gerbilli, criceti e ratti, nel senso che hanno pochi mesi di vita da trascorrere come anziani e poi il fine vita.

Come prendersi cura di un coniglio anziano?

Ecco come assicurarsi che gli ultimi anni possano essere il più felici e in salute possibile.

  1. Assicuratevi di dargli il cibo giusto. La cura dei conigli passa dal cibo e una dieta corretta sarà essenziale per tutto il corso della loro vita. Quando il coniglio inizia ad invecchiare, dovreste comperare dei pellettati e delle crocchette fatte apposta. Ci sono molte marche e contengono il giusto apporto di vitamine e minerali. I conigli anziani non dovrebbero ingrassare troppo – o, perdere peso – durante la transizione da una dieta all’altra per cui pesateli regolarmente. Oltre al pellet specifico, i conigli anziani devono avere a disposizione tanto fieno e cibo fresco.
  2. Non aggiungete integratori alla dieta. I conigli prendono tutto ciò di cui hanno bisogno dal fieno, cibo fresco e pellet. Dell’extra calcio ad esempio potrebbe causare problemi digestivi o calcoli al tratto urinario.
  3. Assicuratevi che il coniglio faccia sempre tanto movimento. Diventare vecchio non significa stare fermi tutto il tempo – i conigli di tutte le età hanno bisogno di muoversi per restare in salute e felici. In un recinto i conigli hanno lo spazio per saltare e zigzagare e un insieme di tunnel come Zippi della Omlet è a dir poco ideale. Questi allestimenti nel recinto permettono ai conigli di tenersi attivi mentalmente e fisicamente e sono parte di un invecchiamento sereno. Potete utilizzare dei tappetini con dietro della gomma da mettere sulle superfici scivolose per aiutarli ad avere una presa migliore.
  4. Lasciategli degli angolini tranquilli. I conigli anziani sono meno attivi dei giovani conigli e apprezzano di avere un angolino tranquillo dove riposare. Un angolo accogliente con tanto fieno renderà felice un coniglio stanco. Aggiungere degli ‘spazi sicuri’ nel recinto aiuterà. Se utilizzate una piattaforma Zippi, lo spazio che si crea ha una duplice funzione di offrire un angolo tranquillo e far fare esercizio al coniglio che può salire e scendere.
  5. La gabbia deve essere ben piena di soffice lettiera. I conigli anziani possono sviluppare dei punti deboli, delle lesioni o una problematica alle zampe chiamata pododermatite. E’ causata dalle superfici dure o dalla rete a terra nella recinzione. Bisogna sempre tenere le zampe controllate!
  6. Tagliate le unghie. I conigli anziani tendono a muoversi meno e come risultato le unghie crescono. Bisogna tagliarle regolarmente. Se non ne siete capaci, andate dal veterinario.
  7. Fornite un riparo dagli elementi. Oltre ad avere un angolino comodo nella gabbia, una protezione impermeabile che protegga i conigli dagli elementi, aumenterà il comfort. Una copertura Zippi per conigli è il modo perfetto per tener lontano il cattivo tempo.
  8. Eseguite regolari controlli di salute. I conigli più anziani sono soggetti ad avere problemi ai denti e altri problemi di salute. Se i conigli perdono l’appetito, perdono peso, salivano, producono meno escrementi o hanno dei gonfiori attorno alla bocca, potrebbero essere tutti indicatori di problemi dentali. Domandate al vostro veterinario una visita accurata. Anche l’artrite può essere una causa e se hanno rallentato il passo, potrebbero trarre dei benefici da degli antinfiammatori. I conigli anziani a volte si sporcano le zampe posteriori e questo può causare problemi alla pelle o infestazioni di parassiti. Anche in questo caso il veterinario vi potrà prescrivere dei medicinali adatti al problema.
  9. Ridurre gli intralci. Un bordo intorno alla lettiera o un tunnel che i conigli devono saltare per raggiungere l’altra parte della gabbia possono causare problemi nei conigli anziani che non riescono più a saltare. Provate a risistemare gli oggetti nel recinto e nella gabbia assicurando un facile accesso alla lettiera.
  10. Portate il coniglio a fare regolari check-up. Il modo migliore di affrontare i problemi è la prevenzione. Un veterinario sarà in grado di individuare un problema prima che questo diventi debilitante e saprà darvi i giusti consigli.

Diventare vecchi fa parte della vita. Un coniglio che è in salute riuscirà a gestire i cambiamenti a patto che voi stiate attenti ai minimi dettagli, che poi sono quelli che fanno la differenza.

 

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Conigli


Quale frutta e verdura per il mio coniglio?

Piuttosto che gettare il cibo in terra, il modo migliore per dar da mangiare ai conigli è di mettere frutta e verdura in un dispenser. Questo sistema consentirà anche al coniglio di giocare mentre mangia. E’ un modo salutare per nutrire gli animali perché si evita il contatto con il terreno sporco ed evita che le foglie marciscano quando vengono in contatto con il suolo bagnato. Riduce anche gli sprechi di cibo e tiene lontano i parassiti.

Conigli che mangiano

Un dispenser che si aggancia perfettamente al recinto dei conigli come il dispenser Caddi per conigli della Omlet è l’ideale perché utile anche per tenere il fieno. Mangiare da un dispenser mette in movimento anche il cervello dei conigli perché devono capire il meccanismo e poi interagire invece che semplicemente raccogliere il cibo da terra.

Cosa dar da mangiare ai conigli?

La lista di frutta e verdura che i conigli possono mangiare è lunga e include molti degli alimenti standard che si trovano nei supermercati o dai fruttivendoli. Tutta la frutta e verdura va lavata bene prima di darla da mangiare ai conigli e se riuscite a procurare loro degli alimenti bio è anche meglio. La frutta deve essere considerata come un premietto mentre il grosso dell’alimentazione è a base di verdure.

Il problema della frutta è che contiene molti zuccheri e gli zuccheri non sono facilmente reperibili nella dieta dei conigli selvatici ad eccezione di alcune bacche e di frutta caduta dagli alberi a fine estate. Il vostro coniglio sarà anche domestico ma dal punto di vista nutrizionale ha le stesse esigenze di un coniglio selvatico per stare in salute.

Mele, more, uva, pere, susine, lamponi e fragole sono innocue per i conigli ma vanno date solo in piccole quantità – solo un ottavo di mela o pera per coniglio ad esempio. Inoltre non dovrebbero essere date più di due volte a settimana.

Quali verdure vanno bene?

Foto di Iñigo De la Maza su Unsplash

La lista di verdure idonee include:

  • Asparagi
  • Basilico
  • Broccoli
  • Cavolini di Bruxelles
  • Cavolo Rosso, Verza e Cavolo cappuccio
  • Carote e il loro verde (solo saltuariamente come premio)
  • Foglie di cavolfiore e steli
  • Sedano
  • Cicoria
  • Zucchine
  • Cetriolo
  • Lattuga (solo la varietà romana perché gli altri tipi contengono troppa acqua e possono causare diarrea)
  • Prezzemolo (solo una volta a settimana)
  • Pastinaca
  • Ravanelli
  • Rucola
  • Spinaci (solo una volta a settimana)
  • Peperoni (verdi e gialli sono i migliori mentre quelli rossi hanno troppi zuccheri e non date mai peperoncini!)
  • Rape
  • Pomodori (solo come premietti dato che contengono molti zuccheri)
  • Crescione (solo una volta a settimana)

Verdure che sono velenose per i conigli

Il troppo acido ossalico che si trova naturalmente nelle foglie delle verdure può avvelenare i conigli e causare dei danni ai reni. In ogni caso la quantità in alcuni dei cibi dei conigli, incluso il prezzemolo, il crescione e gli spinaci non è abbastanza elevato da causare danni finché ci si limita a dargliene una volta a settimana.

Gli amidi e gli zuccheri sono le principali sostanze da evitare. Causano problemi digestivi modificando il pH del sistema digestivo dei conigli e in casi estremi possono portare a patologie gastrointestinali. I cibi che causano problemi se mangiati in eccesso sono i cereali (ad esempio grano, orzo e avena), legumi (fagioli e piselli) e tutta la frutta (che ha molti zuccheri).

Bisognerebbe evitare di dare anche queste:

  • Melanzane
  • Avocado
  • Erba cipollina
  • Aglio
  • Cipolle
  • Patate
  • Rabarbaro (frutto e foglie)
  • Foglie di pomodoro

Niente carote?!

I conigli sono talmente tanto associati nell’immaginario comune alle carote che è difficile accettare che non vadano bene per loro. Da Peter Rabbit a Bugs Bunny, i conigli di fantasia amano le carote e anche i conigli reali le adorano. Però le carote contengono molti zuccheri e calorie e sono scarse di fibre che invece si trovano in molti cibi freschi adatti ai conigli. Una dieta a base di carote può causare costipazione e i livelli degli zuccheri si innalzano pericolosamente.

Carote

Foto di Oriol Portell su Unsplash

Le carote vanno trattate come la frutta – va bene se usata come bocconcino occasionale, da dare solo con moderazione.

Erbe di campo sicure per i conigli

I conigli selvatici mangiano una gran quantità di erbe e piante così come il legno e la corteccia. Ma se voi non siete certi di riconoscere le piante selvatiche è meglio restare alle specie più comuni per evitare problemi di digestione o gravi problemi:

  • Convolvolo
  • More, lamponi e foglie di fragole (adatte per un cattivo sistema digestivo)
  • Centocchio
  • Trifoglio
  • Pastinaca
  • Dente di leone (ma non troppo perché è lassativo)
  • Geranio (varietà selvatiche)
  • Verga d’oro
  • Erba oca
  • Erba (gambi succosi da non tagliare con la tagliaerba: i residui dei tagli possono contenere piante tossiche)
  • Sambuchella (NON l’albero di sambuco o il cespuglio)
  • Nocciolo
  • Centaurea
  • Piantaggine
  • Foglie, petali e steli delle rose
  • Borsa del pastore
  • Cardo
  • Achillea
  • Foglie di salice e legno tagliato fresco a forma di ramoscello

Trova il coniglio

E’ molto importante essere certi che le erbe spontanee non siano state trattate con pesticidi, diserbanti o fertilizzanti. Sono sostanze tossiche e alcune possono essere fatali per i conigli e altri animali.

Di che vitamine e minerali hanno bisogno i conigli?

I conigli necessitano di un salutare mix di vitamine e minerali che vengono generalmente forniti da un buon

cibo pellettato e una buona qualità di fieno. I conigli hanno bisogno di tanta vitamina A che però di solito prendono dal fieno. Il fieno assicura anche le giuste dosi di vitamina D e calcio.

A differenza di molti altri animali, i conigli producono da soli la vitamina C, per cui non è da annoverare tra i problemi nutrizionali.

I conigli mangiano una gran quantità di cibi – e questa è un’ottima cosa perché così è facile variare la loro dieta. Potrete dare a ‘rotazione’ le verdure e poi tenere degli alimenti come le carote e le mele come bocconcini quando lo addestrate. Fintanto che la loro dieta si basa su un buon cibo pellettato e tanto fieno – e se eviterete i cibi tossici che vi abbiamo indicato sopra – avrete conigli felici e in salute.

 

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Conigli


Piattaforme: i benefici dell’esercizio attraverso vari livelli


Proprio come gli esseri umani, conigli e porcellini d’india hanno necessità di fare esercizio! Se il vostro dottore raccomanda 30 minuti di esercizio al giorno, sappiate che lo stesso vale per i vostri piccoli animali. Per cui conigli e porcellini d’india, preparate le zampette, è ora di fare sport! Per prima cosa, diamo un’occhiata al perché l’esercizio è tanto importante per conigli e porcellini d’india.

Benessere fisico e mentale

L’esercizio è necessario per mantenere il coniglio e/o porcellino d’india in salute. Il movimento contribuisce all’equilibrio mentale e psicologico. E’ altrettanto importante quanto una dieta ben bilanciata.

I muscoli dei conigli o porcellini d’india devono essere allenati. Questi animali devono poter testare le loro abilità, i loro limiti, far pratica, divertirsi e saltellare in giro. Un ambiente stimolante offrirà al vostro amico della giornate dinamiche, senza monotonia consentendogli di crescere. Perché non personalizzare l’area gioco dei conigli e aggiungere dei giochi, e creare degli spazi diversi con l’aiuto delle piattaforme? Vi ringrazieranno!

Quando iniziano a giocare e a correre è un segno che sono felici e si stanno divertendo. Fatevi coinvolgere e coinvolgeteli in giochi che stimolino i sensi e i riflessi.

Prevenire i rischi di malattia e obesità

A differenza della vita allo stato selvatico piena di imprevisti, la vita degli animali domestici è diversa, con meno movimento e attività e così conigli e porcellini d’india rischiano di ammalarsi. L’obesità è un esempio comune. In natura corrono, scappano dai rischi, si devono proteggere dalle intemperie e a mettere alla prova i riflessi. Devono faticare per ottenere del cibo, scavarsi un rifugio e stare alla larga dai predatori sia dal cielo (rapaci e altri uccelli) che da terra. Il loro metabolismo si è abituato a queste condizioni e quindi corrono meno rischi di obesità.

Foto di Nick Fewings su Unsplash

A volte i conigli domestici e i porcellini d’india vivono in spazi angusti. Inoltre oltre al loro cibo quotidiano spesso si dà loro dei bocconcini extra durante la giornata. Senza esercizio, possono facilmente prendere peso. Devono essere stimolati altrimenti si entra in un circolo vizioso. Senza esercizio gli animali prendono peso e più pesano più sarà difficile farli giocare e fare movimento. Iniziate con gli esercizi non appena arrivano a casa.

Un piccolo suggerimento per sapere se il coniglio o il porcellino è in forma: schiacciano la pancia dovreste sentire sotto le dita le costole dell’animale.

Immagine di scym da Pixabay

Oltre all’obesità, una mancanza di esercizio può portare a problemi urinari, osteoporosi e anche fratture. Conigli e porcellini d’india sono più fragili se cresciuti in appartamento. Facendo allenare il coniglio o il porcellino d’india, li aiuterete a rafforzare il cuore e a ridurre i rischi di malattia derivati dalla mancanza di moto. Non si tratta di esagerare ma di consentire loro di muoversi! Come gli umani, con il passare degli anni hanno dei problemi legati all’età: muscoli rigidi e logoramento dello scheletro. La soluzione per ridurre questi problemi: esercizio!

Come faccio a tenere occupati i conigli e porcellini d’india? Quali esercizi sono raccomandati per tenere il mio pet in buona salute?

Piattaforme: una moltitudine di possibilità

Le piattaforme sono la soluzione ideale per mantenere in salute il vostro pet. Vi permettono di creare vari livelli e di personalizzare l’area gioco. Saltando su e giù da un sistema ben organizzato di piattaforme, i conigli o i porcellini d’india manterranno muscoli ed ossa in buona forma. Le piattaforme consentono di seguire le inclinazioni naturali dei conigli e dei porcellini.

I vari livelli permettono a conigli e porcellini d’india di esercitare i muscoli saltando su e giù dalle rampe. Riproducendo salite e discese naturali, come in natura, gli animali potranno, in completa sicurezza, rafforzare i muscoli e stimolare la mente.

La creazione di una piattaforma su più livelli consente di variare gli esercizi quotidiani e aiuta anche ad ottimizzare lo spazio. Completamente modulari e personalizzabili, le Piattaforme Zippi della Omlet offrono agli animali nuove sensazioni e consentono di sperimentare nuove avventure.

Anche i veterinari e gli esperti di animali consigliano di utilizzare vari livelli per stimolare i piccoli animali. I conigli o i porcellini potrebbero aver bisogno di un piccolo incoraggiamento per cominciare ma se sceglierete una struttura robusta e sicura, i pet si renderanno presto conto che giocare a vari livelli è molto divertente!

Le Piattaforme Zippi della Omlet sono anti-scivolo e consentono ai vostri amati animali di saltare senza rischi. Assicuratevi sempre di scegliere delle piattaforme che assicurino sicurezza ai vostri animali.

Quest’area gioco multi-funzionale è adatta a tutte le razze di conigli o porcellini d’india. Starà a voi organizzare lo spazio e le piattaforme a seconda anche delle preferenze dei vostri animali.

Qui troverete alcune idee per posizionare le piattaforme nei recinti Zippi.

Niente impedisce di aggiungere tutti gli accessori che riterrete utili per personalizzare la zona gioco: tunnel, rifugi… Avete infinite possibilità! I conigli o porcellini d’india si divertiranno a passare del tempo facendo le loro attività preferite: saltare, correre, percorso ad ostacoli e girate intorno!

Stando in alto, gli animali avranno la possibilità di guardarsi attorno e avere una nuova prospettiva. Curiosi per natura, finalmente si godranno il loro spazio.

Piattaforme: un modo facile per divertirsi insieme

Che cosa c’è di più importante che giocare assieme? Agli animali piace essere ammirati e incoraggiati e ameranno passare del tempo con voi!

Con l’aggiunta di nuove altezze, vedrete i vostri animali da un nuovo punto di vista. Con le piattaforme, potrete sedervi e guardavi negli occhi, rendendo l’interazione più facile. La vostra schiena ringrazierà ma avrete nuovi modi per divertirvi insieme. Avrete modi diversi per stimolare i pet e potrete insegnare loro ad usare le piattaforme.

I bambini potranno godersi i loro animali in piena sicurezza. Questo renderà più facile giocare insieme. L’interazione sarà più facile sia per i bambini che per gli animali.

L’esercizio è essenziale per i vostri animali.Non trascurate questo aspetto: realizzare un’area gioco divertente che apprezzeranno potrebbe rivelarsi divertente anche per voi!

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Conigli


Come utilizzare le piattaforme per conigli

Perché i conigli hanno bisogno delle piattaforme?

Se paragonata ad un’area gioco ad un solo livello, avere un piano aggiuntivo nel recinto dei conigli può essere un’opportunità per fare esercizio e per aiutare i conigli ad attivare i muscoli che userebbero in un ambiente naturale per salire e scendere nelle tane sotterranee. Saltare su e giù dalle piattaforme li aiuta a mantenere i muscoli e le ossa forti ed ecco perché le piattaforme sono raccomandate come elementi essenziali dai veterinari e dalle associazioni specializzate.

Garantire ai conigli un ambiente circostante divertente

Come loro padrone, è vostra precisa responsabilità assicurare ai conigli tutto ciò di cui hanno bisogno e questo include un recinto sicuro, dove possono giocare, fare esercizio, mangiare e pulirsi. Garantire una varietà di giochi per il gioco e l’esercizio che aiuteranno i conigli a mantenersi in salute e le Piattaforme Zippi sono un ottimo modo per assicurare ai conigli un’area gioco che adoreranno.

Come posso dare più spazio ai conigli?

Le Piattaforme sono anche un modo per lasciare più spazio ai conigli per muoversi ed esplorare. Posizionando una piattaforma nel recinto dei conigli potrete utilizzare al meglio le altezze ed utilizzare al meglio un’area più ampia per giocare e fare esercizio. La piattaforma farà vedere il mondo dall’alto ai conigli e anche un modo divertente per fare esercizio. Nell’area sottostante, si potranno riposare al sicuro e mangiucchiare il fieno quando si riparano dal cattivo tempo.

Che cosa sono le Piattaforme Zippi della Omlet?

I recinti Zippi per conigli e le Piattaforme della Omlet sono progettate per offrire un sistema modulare che potrete adattare tutte le volte che volete. Le piattaforme si adattano perfettamente ai recinti per conigli Zippi per restare al sicuro e sono anche impermeabili e quindi facili da pulire con una sola canna dell’acqua e un disinfettante adatto agli animali. Iniziate dal piccolo e poi aggiungete altre estensioni e piattaforme quando volete per realizzare un’incredibile area gioco per conigli.

5 modi per usare le Piattaforme Zippi per conigli

Avete bisogno di un po’ d’ispirazione per usare le piattaforme con i vostri animali? Date un’occhiata alle nostre idee qui sotto per creare un’area divertente e sicura dove i conigli faranno esercizio.

Date libero sfogo a nuove altezze!

Le Piattaforme Zippi offrono un riparo sotto di loro nei giorni di cattivo tempo ma potranno anche sfruttare il secondo livello in caso di vento e pioggia con i Rifugi e i Tunnel gioco Zippi.

Con una piattaforma da 3 pannelli di larghezza potete posizionare un rifugio Zippi su entrambi i lati e collegarle con un Tunnel gioco. Oppure posizionate un Rifugio sulla piattaforma e uno sotto. Non dimenticate di mettere del fieno nel rifugio sulla piattaforma in modo che i conigli possano mangiucchiare mentre aspettano che passi il maltempo!

A forma di L

La Piattaforma angolare per conigli con una piattaforma multi pannello può essere usata per creare un mezzanino a forma di L con 2 rampe. A seconda della lunghezza e della larghezza del vostro recinto Zippi potete posizionare entrambe le rampe nella stessa direzione o creare un leggero effetto a spirale come nell’immagine sottostante.

Qui abbiamo utilizzato una Piattaforma angolare per conigli attaccata a 3 piattaforme Zippi in un3 x 3 recinto a doppia altezza Zippi.

Giù e poi su!

In un recinto Zippi più lungo, circa 4 o 5 pannelli di lunghezza, potete posizionare le piattaforme Zippi una di fronte all’altra in modo che i conigli possano scendere da una rampa e salire dall’altra come su un circuito da luna park! Non dimenticate che le Piattaforme Zippi sono resistenti e robuste e i conigli possono saltare su e giù in sicurezza dalla rampa.

Pranzo in terrazza, signore?

Posizionate un dispenser Caddi appeso sulle piattaforme in modo che i conigli si godano il pranzo con vista sul giardino. Mixate gli ingredienti nella mangiatoia a rilascio lento per tenere occupati i conigli e assicurate un pasto a 5 stelle al vostro coniglio! Questi giochi che contengono cibo possono essere usati come mangiatoie per il fieno per tenere il terreno pulito.

Tunnel Zippi al primo piano!

Combinate le Piattaforme Zippi con i nostri famosi Sistemi di Tunnel Zippi per conigli posizionando l’accesso al Tunnel Zippi a livello della piattaforma. Questo significa che i conigli potranno saltare su e giù dal Tunnel Zippi per andare da un recinto alle piattaforme, giù per la rampa e dentro in un altro recinto Zippi.

Qui abbiamo utilizzato le Piattaforme Zippi con un Tunnel Zippi pacco doppio e kit di collegamento dal recinto alla gabbia e Supporti al Tunnel Zippi per collegare un recinto Zippi e una gabbia Eglu Go. Potete anche utilizzare i tunnel per collegare la gabbia in legno per conigli ad un altro recinto.

Per ulteriori informazioni sulle Piattaforme Zippi per conigli, clicca qui.
Per informazioni su come prendersi cura dei conigli, clicca qui.

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Conigli


Guida ai regali di Natale – Per amanti dei conigli

Recinto da esterni per conigli 2 x 2

Qualunque proprietario di conigli in cerca di uno spazio più ampio per i suoi animali, sarebbe felice di ricevere questo recinto da esterni 2×2. Il recinto è estremamente stabile e sicuro e può essere collegato ad una gabbia Eglu Go con o senza recinto con il semplice kit di collegamento.

E’ perfetta se voi o la persona a cui la volete regalare desidera un po’ più di spazio in giardino per i conigli o porcellini d’india. Scegliete tra l’altezza piena o la mezza altezza, che hanno entrambe lo sconto del 10% nella Svendita Invernale Omlet!

Tunnel Zippi, Aree gioco & Recinzioni

Zippi è il modo ideale per migliorare la vita dei vostri pet. L’incredibile sistema di Tunnel consente di creare un percorso simile ai cunicoli in giardino che i conigli e i porcellini d’india adoreranno esplorare. Ingrandite con giunti angolari e a T e aggiungete un pizzico di fascino con le rastrelliere per il fieno e le torrette d’avvistamento!

The Il Sistema di Tunnel Zippi rende anche molto più agevole per i vostri animali muoversi indipendentemente tra la gabbia ed un recinto esterno o uno spazio gioco, così che possano andare e venire a piacimento tutto il giorno.

Questa è l’opportunità perfetta per espandere un sistema esistente o per iniziarne uno nuovo! Tutti i sistemi di tunnel Zippi sono scontati del 20% nella Svendita Invernale, e il recinto o spazio gioco Zippi sono al momento al 10% di sconto!

Caddi

Il Caddi è un contenitore perfetto per tutti gli amanti dei piccoli animali. Questo dispenser interattivo può essere appeso a qualunque tetto di gabbia o recinto e può essere riempito con verdure fresche o fieno per conigli o porcellini d’india.

E’ facilissimo da riempire, manterrà i cibi freschi più a lungo e gli animali ameranno la sfida di mangiare mentre il supporto Caddi dondola!

Risparmia il 15% sul Caddi immediatamente!


Click here for full terms and conditions.

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Conigli


Quale è il coniglio adatto a te?

I conigli sono eccellenti animali da compagnia e ci sono molte razze tra cui scegliere. Alcuni sono adatti per chi è alle prime armi mentre altri richiedono un po’ più di pratica. Il seguente elenco include conigli che possono essere adottati da famiglie o singoli senza esperienze precedenti.

C’è solo una regola d’oro che vale per tutti i conigli – non sono adatti per i bambini. La maggior parte dei conigli non ama essere presa in braccio costantemente, sono animali naturalmente paurosi e devono essere maneggiati con precauzione e competenza. Sono anche animali abbastanza fragili e possono facilmente rompersi una zampa o anche la schiena se cadono.

Per cui, fintanto che li maneggerete con cura, darete loro lo spazio necessario per muoversi, tra queste sette razze troverete sicuramente il vostro nuovo membro della famiglia.

Coniglio Olandese

Ariete nano

Inglese Spot

Coniglio Olandese

Se non sono stati abituati al contatto con le persone fin dai primi mesi di vita, i conigli Olandesi possono essere molto nervosi e possono mordere e graffiare. Quando andrete a prenderlo chiedete che età ha, dato che gli animali che hanno superato le 12 settimane di vita potrebbero essere difficili da addomesticare.

Ritorniamo alla questione centrale – la maggior parte dei conigli non amano essere presi in braccio. Se però i vostri animali trascorreranno il loro tempo in un recinto senza essere manipolati frequentemente, l’età non è un problema.

Ariete nano

Essendo di taglia piccola, questi conigli erano un regalo popolare per i bambini. Però piccolo non è sinonimo di facile da maneggiare o da accudire – nei conigli o in qualunque altro animale. Gli Arieti nani vanno bene per i bambini che sono in grado di imparare a maneggiare correttamente i conigli e che sono desiderosi di prendersene cura regolarmente per evitare che il pelo si aggrovigli. In ogni caso non sono adatti per i bambini piccoli.

Inglese Spots

L’inglese Spot è una bellezza bianca e nera riconoscibile con grande facilità per le macchie come i dalmata. Sono conigli pacifici e se sono abituati fin da piccoli ad essere presi in braccio e coccolati, diventano molto socievoli. I bambini dovrebbero sempre essere supervisionati quando interagiscono con i conigli perché anche un coniglio pacifico come l’inglese Spot può innervosirsi se c’è troppo rumore o se maneggiato maldestramente.

Gigante di Fiandra

Olandese nano

Coniglio Rex

Gigante di Fiandra

Una delle cose sensazionali del Gigante di Fiandra – ed è proprio enorme – è che ha un temperamento davvero tranquillo. Se socializzati quando sono ancora molto piccoli gli si può insegnare ad utilizzare la lettiera e possono vivere in casa come un cane. In ogni caso devono sempre essere trattati con rispetto e maneggiati correttamente per evitare il panico e la possibilità che usino i denti.

Olandese nano

Questa razza sta diventando sempre più popolare e una buona parte della sua popolarità è dovuta al suo aspetto molto accattivante. Non importa quanti anni ha, avrà sempre un aspetto di coniglietto. Il risultato è che è spesso acquistato per i bambini ma a volte risulta essere nervoso e scattante che non si adatta mai completamente. Questo perché i conigli sono naturalmente timidi e senza volerlo bruschi e se mal maneggiati possono innervosirsi molto.

L’Olandese nano è intelligente però e risponde bene se trattato accuratamente. E’ molto importante che un adulto supervisioni sempre le interazioni dei bambini con i conigli. La pazienza alla fine è sempre ripagata e questo piccolo coniglio intelligente può essere abituato ad usare la lettiera e gli si può insegnare anche a rispondere a dei semplici comandi.

Coniglio Rex

Ci sono molti diversi tipi di Rex, tutti con una bizzarria genetica che fa rimanere il pelo corto ritto invece che piatto. Questa caratteristica lo rende molto ‘coccoloso’, e fortunatamente la razza Rex non non si preoccupa di di essere carezzato troppo. La loro natura placida li rende molto popolari nelle famiglie – anche se, ancora una volta, i bambini più piccoli devono essere supervisionati quando fanno amicizia con loro.

Il succo di tutto il discorso è che i conigli non sono gli animali più semplici di cui occuparsi ma con pazienza e se trattati nella maniera corretta possono affezionarsi molto ai loro umani. Vale anche la pena ricordare che a differenza degli altri piccoli animali come gerbilli e criceti, i conigli possono vivere dagli otto ai 14 anni per cui sono un impegno a lungo termine.

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Conigli


Il mio coniglio starà bene fuori in inverno?

Spesso riceviamo delle domande dai neo proprietari di conigli che ci chiedono come prendersi cura di loro in inverno e domandandoci se in casa sarebbero più felici. Abbiamo raggruppato tutte le risposte in questo nostro blog in modo che ciascuno di voi possa poi prendere autonomamente la decisione se tenere il coniglio in casa o lasciarlo fuori.

  1. I conigli possono vivere all’aperto durante i mesi invernali?
  2. Ma sarebbero più felici in casa?
  3. Quando il freddo è troppo freddo?
  4. Che cosa posso fare per aiutare i conigli in inverno?

I conigli possono vivere all’esterno durante i mesi invernali?

Si. Finché i conigli sono in salute e hanno una gabbia che li tiene al caldo e all’asciutto, lasciarli fuori non sarà un problema.

Sia i conigli selvatici che quelli domestici sia adattano abbastanza bene al freddo (hanno molti più problemi a fronteggiare il caldo), fintanto che hanno un’area protetta e asciutta dove rifugiarsi. Per i conigli selvatici, questi scavano dei cunicoli sotterranei mentre i conigli domestici hanno una buona gabbia e un recinto.

E’ importante che la gabbia sia ben attrezzata e in buone condizioni per tenerlo al caldo e asciutto. Se la gabbia è danneggiata, dovrete ripararla o prenderne una nuova prima che diventi troppo freddo.

La gabbia per conigli Eglu Go con pareti isolate proteggerà i conigli da vento e pioggia e li terrà al caldo anche se il tempo è molto brutto. La ventilazione senza correnti d’aria assicura un ricambio d’aria senza rischio di umidità o di troppo freddo.

In casa sarebbero più felici?

Non necessariamente. I conigli all’interno dovranno adattarsi alla nuova casa e se è la prima volta che stanno in casa potrebbe essere un po’ stressante all’inizio. Dovrete assicurargli una zona sicura dove la temperatura non fluttui troppo e dove possano fare abbastanza esercizio e stimoli mentali per l’inverno.

La cosa importante in inverno è che sia che decidiate di lasciarli all’aperto sia che vogliate portarli in casa, una volta deciso dovrete attenervi alla decisione presa senza cambiare idea.

Quando l’estate è al termine e le temperature iniziano a scendere, al coniglio inizierà a crescere una folta pelliccia invernale e il pelo tra le zampe. La pelliccia è ottima per tenerlo al caldo ma una volta che il coniglio avrà completato la sua trasformazione invernale, si sarà chiusa per voi la finestra per decidere di trasferirlo in casa.

Un coniglio con la pelliccia invernale non dovrebbe mai essere portato in casa a meno che non sia assolutamente necessario. I conigli non sudano e il caldo improvviso alzerebbe la temperatura corporea del coniglio a livelli pericolosi. In alcuni casi gravi lo shock termico può essere fatale, per cui assicuratevi di prendere una decisione definitiva sul dove far stare il coniglio in inverno.

Quando il freddo è troppo freddo per il coniglio?

E’ difficile indicare una temperatura specifica per cui incominciare a preoccuparsi per la salute dei conigli. Se la temperatura si è abbassata gradualmente nel corso di un lungo periodo, la pelliccia si sarà infoltita e starà bene fino a temperature -10. E’ più problematico se le temperature scendono bruscamente e i conigli non hanno il tempo di abituarsi al freddo.

Se siete preoccupati. Considerate l’opzione di spostare la gabbia in un’area chiusa o in un garage. Piuttosto che trasferirli immediatamente all’interno della casa, potete tenerli per un po’ in un’area protetta prima di decidere se rimetterli in giardino o se spostarli all’interno definitivamente.

Se tenete il coniglio in una zona più calda in pochi giorni inizierà a fare la muta e dopo circa una settimana non potrete più spostarli all’aperto al freddo. Questa è un’altra ragione per cui è bene prendere una decisione e rimanere fedeli a questa.

Qualunque animale in situazione di disagio deve essere portato immediatamente dal veterinario per un consiglio. La principale preoccupazione per un coniglio che vive fuori al freddo è l’ipotermia e la polmonite. Per evitarle i proprietari devono controllarli regolarmente e assicurarsi che la loro casa sia sicura e abbastanza calda senza zone umide.

Che cosa posso fare per aiutare i conigli in inverno?

Questo consiglio è valido se tenete i conigli all’esterno con una gabbia e recinto. Se trasferite i conigli dentro casa, non dovrete preoccuparvi troppo di proteggerli dalle intemperie.

• Fare moto

I conigli hanno bisogno di correre e di fare moto come in estate ma assicuratevi di dargli la possibilità di rientrare alla gabbia e riposare se ne hanno bisogno. La gabbia Eglu Go con recinto collegato con il tunnel Zippi e ulteriori recinti e aree gioco consente agli animali di spostarsi tra le varie aree come vogliono. Muoversi consentirà ai conigli di mantenersi caldi e stimolati sia fisicamente che mentalmente. Assicurate dei giochi extra, tunnel e nascondigli tra cui correre.

• Posizione e copertura

Spostate la gabbia da esterni in un’area protetta e riparata del giardino per proteggerli da vento e pioggia.

Durante il giorno coprite la parte superiore del recinto con una copertura trasparente che eviti ai conigli di bagnarsi, lasciando comunque passare la luce.

• Lettiera

Assicuratevi che ci sia molta lettiera nella casetta e aggiungete uno strato extra di giornali e paglia sul fondo della gabbia in modo che non rimanga dell’umidità.

Controllate regolarmente la gabbia e accertatevi che ci sia sempre tanta lettiera calda. Le coperte e le boules dell’acqua calda non sono una buona idea perché i conigli tendono a rosicchiarle ma potreste inserire un tappetino riscaldabile al microonde che assicurerà calore extra.

• Cibo, acqua e bocconcini

Se vivono all’aperto, i vostri coniglia avranno necessità di mangiare di più in inverno per stare bene. La digestione del cibo riscalderà il corpo e li aiuterà a restare caldi.

Vi suggeriamo di aumentare il cibo gradualmente man mano che il tempo diventa più freddo. Controllate se a fine giornata hanno avanzato qualcosa, se sì, significa che gli state dando troppo cibo. Dategli molti bocconcini sia delle sane verdure come broccoli e cavoli ma anche dei bocconcini acquistati in negozio per la masticazione per tenere sotto controllo i denti. Assicuratevi che ci sia sempre una buona quantità di fieno nella rastrelliera perché è molto importante nella loro dieta.

Controllate regolarmente il beverino per assicurarvi che l’acqua non sia ghiacciata e sia sempre fresca. Magari sarebbe meglio avere due beverini, in modo da poterli sostituire quando andate a controllare gli animali.


Foto di Gerrie van der Walt su Unsplash

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Conigli


Apporta delle migliorie alla recinzione del coniglio quest’autunno

L’autunno offre l’opportunità di assicurarsi che i conigli siano alloggiati al meglio in giardino. Se state pianificando di lasciarli uscire in inverno o di trasferirli all’interno prima che inizi il freddo, ci sono ancora alcuni mesi in cui i conigli avranno bisogno di un aiuto e un supporto extra. Di seguito alcuni facili modi per migliorare la recinzione dei conigli!

Estensioni

Prima di tutto, date un’occhiata alla recinzione e verificate se va ancora bene per i vostri amati conigli oppure se potete migliorarla. Se hanno un recinto Eglu, Outdoo Rete per conigli o una recinzione Zippi, potete ingrandirla con i pratici e facili pannelli per estensione. In questo modo i conigli avranno più spazio per correre e voi potrete aggiungere altri divertenti accessori che li terranno occupati nei freddi mesi invernali.

Pet-pourri

La miscela di erbe della Omlet Pet-Pourri è un’attenta selezione di erbe e fiori che aggiungeranno un tocco d’estate alla recinzione in autunno. Potrete spargere la miscela sul pavimento della gabbia oppure mischiare una manciata di erbe con il fieno e i conigli apprezzeranno l’odore e il delizioso gusto.

I diversi componenti del Pet-pourri hanno anche proprietà medicinali che aiuteranno i conigli a tenere alla larga i raffreddori e il naso che cola tipico dell’autunno. Potete leggere di più sui benefici del Pet-pourri qui.

Caddi

Gli avanzi di cibo nel recinto non sono solo brutti a vedersi ma anche poco salutari perché attraggono i roditori e altri parassiti e se non fate attenzione a pulire bene il recinto, i conigli potrebbero accidentalmente ingerire dei cibi ammuffiti.

Un eccellente modo per migliorare la recinzione e di dare ai vostri pet dei gustosi bocconcini è di prendere un dispenser Caddi. Riempitelo con erba fresca, un mix di verdure o della frutta tagliata a pezzi e appendetelo al recinto. Ai conigli piacerà il movimento ondulatorio del dispenser mentre mordicchiano il cibo e lo spreco di cibo sarà minimo. Inoltre in questo modo potrete sempre controllare quello che gli avete dato da mangiare e così sarete certi che non ci sia niente di andato a male nella recinzione.

Rifugi

The Rifugi Zippi sono una grande aggiunta al recinto in autunno perché assicurano sia (sorpresa sorpresa) un rifugio che un invito ad un gioco stimolante. I conigli per istinto si nascondono e in natura, creano delle ‘stanze’ nelle conigliere dove potersi rilassare e schiacciare un pisolino. I Rifugi Zippi svolgono esattamente la stessa funzione ma nel vostro recinto. Andranno anche avanti e indietro saltando sul tetto del rifugio per controllare i dintorni.

Anche se i conigli avranno sempre la loro gabbia dove ritirarsi in caso di pioggia o vento, è bene avere un altro posto dove rifugiarsi in caso di improvviso temporale autunnale. I rifugi sono resistenti e impermeabili e ai conigli piacerà starci dentro per riposarsi.

Bocconcini

Dato che il tempo rinfresca, i conigli utilizzeranno più energie per riscaldarsi per cui è il momento ideale per fare scorta di bocconcini. Assicuratevi di prendere un giusto mix tra frutta fresca e verdure e i bocconcini acquistati in negozio come questi all’Ortica e Dente di Leone pieni di vitamine e minerali o gli Stick Beaphar Crunch che aiutano il naturale consumo dei denti.

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Conigli


I conigli sanno nuotare?

Spesso i padroni dei conigli ci domandano se i conigli sanno nuotare. La risposta è si – ma per molti versi è la domanda sbagliata. Dovreste domandarvi “Ai conigli piace nuotare?”, la risposta è decisamente no.

La maggior parte dei mammiferi sono in grado di nuotare ma non molti fanno un tuffo a meno che non ne siano obbligati. Tutti sappiamo che i gatti odiano l’acqua – ma possono nuotare e lo fanno per mettersi in salvo. Per i conigli è lo stesso. In caso di alluvione o se cacciati da un predatore, come ultima risporsa potrebbero gettarsi in acqua e nuotare per salvarsi.

Da qui uno dei tanti miti sui conigli: i conigli hanno i piedi palmati – è un segnale che sono fatti per nuotare? Diciamo di no. I piedi palmati servono loro per saltare e correre – non per nuotare.

Come mai allora ci sono così tanti video che circolano su YouTube di conigli che nuotano?

Una veloce ricerca su YouTube produrrà una lista di video che mostrano conigli apparentemente felici nelle piscine di casa; ma faticherete a trovare un video in cui entrano volontariamente in acqua. Alcuni sono addestrati a comportarsi così allo stesso modo in cui gli animali da circo vengono addestrati a fare ogni sorta di esercizi che non farebbero mai se liberi di scegliere. E questo è il punto – trasformare il vostro coniglio in un animale da circo è inumano.

Nei vari video di conigli che nuotano, gli animali non sembrano nel panico o stressati. Ma questa è proprio la maniera in cui i conigli sopravvivono. Sanno di poter galleggiare e di poter nuotare. Non si dibatteranno e non daranno altri segnali sul loro stato d’animo attraverso la mimica facciale. Un coniglio che nuota tranquillamente nella piscina sta facendo una sola cosa – sopravvivere.

E’ un argomento controverso e ci sono diverse petizioni on line per vietare i video di conigli che nuotano postati sul web. Secondo i firmatari delle petizioni, si tratta di crudeltà animale, niente di più e niente di meno.

Il nuoto per problemi di salute?

Ci sono prove circostanziali che alcuni conigli amano nuotare per alleviare i problemi di artrite o semplicemente per pulirsi o rinfrescarsi. Il solo consiglio che qui possiamo dare – dopo aver valutato questa prova con un briciolo di sale in zucca – è di lasciar scegliere ai conigli. Un coniglio che si butta in acqua non deve necessariamente essere ripescato immediatamente e messo in sicurezza. Il nuoto è senza dubbio un ottimo esercizio come per gli esseri umani.

Detto questo, il fatto che un coniglio entri di sua spontanea volontà in acqua, potrebbe sottendere un problema – magari ha davvero dei problemi alle articolazioni o magari il recinto è pieno di pulci, acari e zecche, qualcosa che potrebbe portare il coniglio a ricorrere a misure estreme!

Inoltre le piscine presentano altri potenziali problemi. Le piscine hanno il cloro e altri agenti chimici che possono irritare gli occhi dei conigli, le narici e la pelle. Persino l’acqua non trattata può causare problemi se il coniglio resta bagnato troppo a lungo. I conigli hanno dei polmoni molto corti e una sola dose di acqua nei polmoni per errore può essere fatale.

Se il vostro coniglio decide di entrare volontariamente in acqua, poi asciugatelo meticolosamente. Se state prendendo in considerazione l’acquaterapia per le articolazioni, prima parlatene con il veterinario.

La regola generale è semplice – non immergete i conigli in piscina o in acqua perché sanno nuotare ma no, non gli piace. Di solito!

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Conigli


Perché i tuoi animali hanno bisogno di Caddi

Ecco perché Caddi è la scelta perfetta per i tuoi animali amanti dei bocconcini…

  1. Il dispenser Caddi riduce la velocità con cui i tuoi animali mangiano i bocconcini. Una diminuzione nel rilascio attraverso le fessure del dispenser significa più soddisfazione per un tempo più prolungato ed evita gli eccessi.
  2. Il dispenser Caddi oscilla e crea un gioco interattivo e gratificante per intrattenere gli animali ed è particolarmente utile nelle giornate piovose! I vostri animali ameranno l’esperienza stimolante di giocare per ottenere i bocconcini e si divertiranno per ore.
  3. Caddi vi consente di dar loro i bocconcini senza lasciarli a terra. Migliora la pulizia del recinto, riduce lo spreco di cibo e previene i parassiti oltre ad essere una soluzione più salutare per gli animali. Semplicemente appendendo Caddi al tetto del recinto grazie al gancio in plastica e il laccetto per regolare l’altezza.
  4. Infinite possibilità di bocconcini! Grazie al dispenser Caddi puoi dar da mangiare tutta una serie di verdure fresche, frutta e insalate oppure usarlo per metterci il fieno per i conigli oppure riempirlo con le palline pecker per le galline. Inventa nuove soluzioni e premia i tuoi pet con sempre nuovi gusti da inserire nel Caddi.
  5. Potrete risparmiare il 50% sul dispenser Caddi fino alla mezzanotte di lunedì sottoscrivendo la newsletter Omlet. E’ un’ottima occasione per voi e per i vostri animali! Inserite il vostro indirizzo mail sulla pagina Caddi per avere il codice sconto.

Ora disponibile per soli 5.99€ se sottoscrivete la newsletter Omlet!



Termini e condizioni
Questa promozione è valida solo dal 12/08/20 – alla mezzanotte del 17/08/20. Una volta inserito il vostro indirizzo mail sul sito web riceverete un codice di sconto unico da utilizzare al termine degli acquisti. Fornendo il vostro indirizzo mail, accettate di ricevere la newsletter Omlet. Potrete cancellare la sottoscrizione in ogni momento L’offerta è valida solo sul singolo dispenser Caddi. L’offerta non si applica ai Twin Pack o ai pacchi con Peck Toys della Omlet o Feldy Peck per galline.er L’offerta è limitata a 2 Caddi per nucleo familiare. Soggetto a disponibilità. Omlet ltd. si riserva il diritto di cancellare l’offerta in ogni momento. L’offerta non si applica ai costi di spedizione, su sconti pre-esistenti o in congiunzione ad altre offerte.

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Conigli


In che modo il Pet-Pourri è salutare per i conigli

Il nuovo Pet-Pourri a base di erbe della Omlet è il miglior modo per premiare i vostri amici conigli. La miscela di erbe e fiori sapientemente selezionata farà profumare la gabbia se mischiata al fieno o alla lettiera.

I conigli sono noti per rosicchiare tutto quello che gli capita a portata di dente per cui tutti gli ingredienti sono assolutamente sicuri se dati in dosi moderate. Sono nutrienti e saporiti e hanno anche proprietà medicinali per supportare la pelle, le ossa, il sistema immunitario, respiratorio e digestivo.

Di seguito la lista degli ingredienti del Pet-Pourri della Omlet, con una breve spiegazione sugli effetti benefici!

Non ci sono dati che mostrino a che livello questi ingredienti possano essere benefici per i conigli né se lo sono per tutti gli individui. Se ritenete che il coniglio non stia bene, contattate immediatamente il veterinario per aiuto e un consiglio.


Ortica – Questa pianta è una delle fonti più ricche di clorofilla ed ha alte quantità di ferro, sodio e cloro. Oltre ad essere un repellente per i vermi intestinali, può prevenire molte malattie contagiose e si ritiene sia utile in caso di eczema e artrite.

Fiori di calendula – La calendula è usata in caso di ferite, ematomi, ulcere e altri problemi della pelle. Può anche rimettere in sesto un pancino in disordine.

Fiori di ibisco – Contengono antiossidanti ed è un’ottima fonte di vitamina C che serve quotidianamente ai conigli. Sembra che aiuti a prevenire le infezioni della vescica e la costipazione.

Foglie di tarassaco – Quest’erba è una sorta di super cibo per i conigli! Aiuta in caso di problemi respiratori e nelle infezioni della vescica, è un anti-infiammatorio e blocca la diarrea. Si consiglia anche di dare il tarassaco alle coniglie che hanno appena partorito dato che stimola la produzione del latte.

Fiori di camomilla – La camomilla è un ottimo alimento per i conigli nervosi dato che si ritiene abbia effetti calmanti e può anche funzionare per alleviare il dolore. Fatta come infuso nell’acqua, è ottima per pulire gli occhi.

Carote essiccate РLe carote contengono molte fibre, calcio e vitamina A ed ̬ ottima per i vostri animali.

Prezzemolo – Oltre ad essere saporito e croccante, il prezzemolo arricchisce il sangue e aiuta in caso di problemi urinari. Ha proprietà anti-infiammatorie per la vescica e i reni e può aumentare la fertilità.

Menta piperita – La menta è efficace per i raffreddori e problemi di infezioni agli occhi e può avere effetti rilassanti sul tratto digestivo in caso di indigestione.

Basilico – Alcuni ritengono che quest’erba abbia proprietà anti-cancerogene e si crede che vada bene per problemi alle articolazioni e muscoli.

Semi di finocchio РIl finocchio ̬ utilizzato per incrementare la produzione di latte e si dice calmi lo stomaco piano di aria.


 

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Conigli


In che modo i conigli mostrano il loro affetto

Alcuni animali mostrano chiaramente il loro affetto. Il cane è il miglior esempio di quest’affermazione; lo scodinzolio, il muso felice e le leccate. Raramente i possessori di cani sono in dubbio se il cane è felice o meno quando rientrano a casa dal lavoro.

Con i conigli è un po’ più complicato. Per prima cosa,di solito ci vuole un po’ più di lavoro per conquistare la fiducia di un coniglio. Sono prede e quindi naturalmente schivi e prudenti e gli ci vuole un po’ per abituarsi alle persone. Però una volta che avrete fatto conoscenza e avranno preso confidenza, sono animali che si affezionano molto e che amano passare del tempo con i loro umani. Hanno solo dei modi differenti per dimostrarlo!

Se il coniglio fa una delle seguenti cose, potete essere certi che prova dell’affetto sincero per voi.

Si tranquillizzano

Se l’avete appena preso con voi, è normale che sia restio e nervoso. Rientra nel normale comportamento iniziale e ci può volere un po’ di tempo prima che si renda conto che è al sicuro nella sua nuova casa.

I primi segnali che indicano che il coniglio si sta abituando a voi è che sono meno nervosi. Magari non fanno più un balzo indietro quando allungate la mano per dargli dei premietti, smettono di correre nella gabbia se vi avvicinate e si rilassano finalmente un po’. Queste possono sembrare piccole cose ma sono dei piccoli passi in avanti per arrivare ad una perfetta intesa.

Vi puliscono

Quando due conigli vivono insieme, si leccano, mordicchiano e si puliscono a vicenda per mostrare il loro affetto. Se il coniglio si è affezionato a voi, potrebbe iniziare a leccare i vestiti, darvi dei colpetti al braccio o sulle dita. Questi sono tutti segnali che mostrano che ormai fate parte della famiglia dei conigli e loro si prendono cura di voi e della vostra salute.

Vogliono carezze

Se il coniglio viene verso di voi e inizia ad appoggiare la testa sulla vostra mano è un segnale che vuole passare del tempo con voi. Significa che si fida e sa che non gli farete nulla di male ed è un segnale d’amore.

Si sdraiano accanto a voi

Un coniglio che si avvicina mentre siete nel recinto e si sdraia accanto a voi, mostra una fiducia estrema, soprattutto se tiene le zampe ben distese davanti a sè. E’ una posizione in cui sono molto vulnerabili ed è chiaro che lo fanno solo perché si fidano e sanno che li proteggerete.

Vi corrono tra i piedi

La cosa più vicina ad un cane che vi corre incontro e salta per salutarvi quando varcate la soglia è un coniglio che corre in circolo intorno ai piedi a volte disegnando degli otto tra le gambe. Potreste aver notato questo comportamento quando vi avvicinate portando dei premietti ma potrebbero farlo anche solo per la felicità di vedere il loro umano preferito.

Fanno le fusa

I conigli non fanno le fusa allo stesso modo dei gatti, ma digrignano i denti e producono una sorta di ronzio che fa vibrare leggermente la testa del coniglio ed è un segnale chiaro della sua felicità. Di solito accade mentre lo state accarezzando o pulendo, mentre non deve preoccuparsi per nulla.

Fanno un balzo

Un balzo può essere descritto come un salto con le zampe tese. E’ un’espressione di eccitamento e di euforia. Vi sfidiamo a non ridere quando vedete un balzo!

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Conigli


Scegli la copertura adatta per la recinzione

Spesso ci chiedono qual’è la copertura adatta per una recinzione Eglu per tenere ben protetti gli animali tutto l’anno. Leggi la nostra semplice guida qui sotto così saprai come aiutare i tuoi pet con ogni tempo!

Ombra in estate

Queste coperture sono fatte con del materiale più sottile che offre protezione dal sole senza però creare un tunnel dove il caldo può ristagnare. Sono più piccoli rispetto alle coperture invernali per garantire un miglior ricircolo d’aria per la ventilazione. Spostate il telo estivo a seconda dell’orario e delle abitudini delle galline. Potreste cambiarlo per una Trasparente o per una copertura Combi in estate quando sono in arrivo le piogge!

Coperture Trasparenti

Le Coperture Trasparenti consentono alla luce di passare e di illuminare la recinzione e nel contempo offre riparo dalla pioggia. Per questo sono l’ideale in primavera e in autunno così che il recinto resta ben illuminato e riscaldato dal sole ma anche protetto dal vento improvviso e dalla pioggia.

Coperture Combi

Il meglio dei due mondi con protezione dai raggi del sole da un lato e la luce che penetra dall’altro oltre a totale protezione da vento e pioggia su entrambe i lati. Le Coperture Combi Covers sono verde scuro per metà, per una protezione forte da vento e pioggia e per metà trasparenti per lasciar entrare i raggi del sole e il calore, così vi vedranno arrivare quando portate loro i bocconcini!

Coperture Pesanti

Per una copertura extra resistente contro le peggiori condizioni meteorologiche, scegliete le coperture Pesanti. Anche quando le temperature scendono a un solo numero, vento e pioggia battono forte e la neve scende copiosa a coprire il giardino, le impenetrabili coperture pesanti in verde scuro offrono una sicura protezione. Le galline o i conigli saltelleranno in pace nella recinzione Eglu senza prendere freddo o bagnarsi!

Coperture per Temperature Estreme

Le galline e i conigli sono molto efficienti per tenersi caldo in inverno e il doppio isolamento delle pareti dell’Eglu li aiuta a tenere l’aria fresca fuori e a mantenere l’aria calda dentro ma quando le temperature precipitano per diversi giorni di seguito, potrebbero apprezzare un supporto extra. La coperta per le Temperature estreme e il rivestimento, aggiungono un ulteriore strato isolante proprio come fa il vostro maglione di lana preferito senza compromettere la ventilazione intorno al pollaio.

 

 

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Animali da compagnia