The Omlet Blog

Vuoi portare il cane al lavoro? Ecco alcune considerazioni da tenere a mente!

E’ dimostrato, i cani in ufficio sollevano il morale e se ci sono cani in ufficio il morale degli impiegati è più alto rispetto alla media nazionale. Avere un cane sul posto di lavoro, riduce anche i livelli di stress e carezzarlo rallenta i battiti cardiaci e abbassa la pressione sanguigna!

Questo venerdì, 21 giugno, è la Giornata del Cane al Lavoro e se state considerando di portare per la prima volta il vostro cane al lavoro e chiedere il permesso al vostro responsabile, leggete questo elenco di consigli per essere sicuri che l’ingresso del cane sia un successo.


Valutate se il vostro cane può sopportarlo

Non tutti i cani sono adatti per passare la giornata in ufficio e dovete essere sicuri che lo apprezzerete tutti e due. Dovete valutare se il vostro cane potrà stare calmo e tranquillo tutta la giornata. Pensate che l’esperienza gli o le piacerà oppure starebbe più tranquillo a casa? Poi se ci saranno altri cani in ufficio è un altro elemento da considerare.

Assicuratevi che i vostri colleghi siano d’accordo

Anche se siete certi che il vostro cane non causerà danni, potreste avere dei colleghi che hanno paura o che sono allergici e portare senza preavviso il cane al lavoro potrebbe non essere una buona idea. Se c’è qualcuno che esita, rassicuratelo dicendogli che terrete il cane accanto alla scrivania e che non saranno obbligati a interagire con lui se non vogliono.

Scegliete il giorno adatto

Se è la prima volta che portate il cane al lavoro, assicuratevi di non avere troppe riunioni a cui partecipare e di avere il tempo per fare una pausa pranzo in modo da poter portare fuori il cane. Anche il vostro cane si sentirà più a suo agio se starete con lui per la maggior parte del tempo e se in ufficio ci sarà un ambiente tranquillo.

Assicuratevi di avere tempo per delle pause e delle passeggiate
Il vostro cane starà molto meglio se durante la pausa pranzo potrà fare una bella passeggiata e se riuscirete a fare qualche breve interruzione durante la giornata per fargli sgranchire le gambe e fare pipì. Questo gioverà anche a voi dato che l’aria fresca e una piccola pausa migliorerà l’umore e la produttività.

Programmate un piano B

Voi conoscete bene il vostro cane ma un ambiente nuovo potrebbe far emergere aspetti che non conoscevate. Abbaiare o marcare il territorio in altri modi può essere fastidioso e distrarre dal lavoro. Assicuratevi di avere un piano d’emergenza. Assicuratevi anche di controllare che il vostro cane non mostri segni di stress come ansimare o leccarsi le labbra. In caso di necessità potrete riportare il cane a casa? Oppure l’ufficio ha una sala riunioni dove eventualmente far rilassare il cane in caso di problemi?

Portate con voi tutto il necessario

Assicuratevi di portare con voi una cuccia che sia confortevole e che odori di casa e posizionatela in un posto tranquillo accanto a voi. Se lo porterete regolarmente in ufficio con voi allora sarà il caso di comprare una cuccia apposta da lasciare al lavoro. Portare la ciotola dell’acqua e del cibo e dei biscottini. I giochi d’attivazione mentale come il Kong sono perfetti se dovete tenere occupato il cane durante una telefonata o se dovete concentrarvi.

Assumetevi tutte le responsabilità

Se non volete che il cane sia un motivo di discussioni con i vostri colleghi, assicuratevi di non lasciare il cane in custodia a uno di loro a meno che non si sia espressamente offerto di farlo. Non date mai per scontato che qualcuno lo voglia portare fuori per una passeggiata o che se ne occuperà mentre siete in riunione.


Omlet è orgoglioso di essere sponsor della Giornata del Cane al Lavoro, un evento annuale che raccoglie fondi per le associazioni onlus che si occupano di cani. Visitate il sito web e divertitevi!

This entry was posted in Cani