The Omlet Blog

Adottare un pappagallino – Dove, quando, quale e perché?

I pappagallini sono degli ottimi animali da compagnia. Sono facili da gestire, intelligenti, facilmente addestrabili e abbastanza piccoli e non richiedono grandi spazi in casa.

Dato che i pappagallini sono molto diffusi, verrebbe facile entrare nel primo negozio per animali e portarne a casa uno. E’ però opportuno rispondere ad alcune domande prima per essere certi di fare la scelta giusta, di acquistare nel miglior posto e portare a casa il pappagallino nel momento migliore.

Da dove?

Il posto migliore dove adottare un pappagallino è da un allevatore locale. Conoscono il pedigree dell’uccellino (e magari saranno anche in grado di presentarvi i suoi parenti!) Sapranno esattamente l’età del pappagallino e vi daranno tutti i dettagli sulla varietà che state acquistando. Queste informazioni non incideranno sull’accudimento ma capirete esattamente perché ha quella colorazione o quel disegno – ad esempio. Opalino, Spangle, Skyblue, Texas, Yellow Face, Frilled, o una dozzina di altre varietà.

Verificate on line la presenza di allevatori nella vostra zona di pappagallini. Più vicino a casa meglio sarà per minimizzare il viaggio in macchina.

Un buon negozio di animali è la seconda miglior opzione. Di solito i pappagallini sono in buona salute ma non sono cresciuti lì e non potrete avere accesso alla storia di ogni singolo individuo. Potrebbero anche essere vaghi circa l’età. Spesso gli uccellini in vendita nei negozi sono già adulti e con abitudini già consolidate. Questo potrebbe rendere più difficoltoso l’addestramento.

Dove?

I pappagallini hanno bisogno di uno spazio adatto in casa, lontano dalla luce diretta del sole, dalle correnti dal vapore della cucina, dai cani e gatti, bambini che urlano e luci accecanti. Hanno anche bisogno di una gabbia di adeguate dimensioni equipaggiata con tutti i comfort. La gabbia Geo geodesica è la casa ideale per tutti i piccoli uccelli, inclusi i pappagallini.

Quando?

Un pappagallino non dovrebbe essere portato a casa prima delle otto settimane di vita e non dopo le sedici settimane. Gli uccelli giovani sono più facilmente addestrabili e i giovani maschi hanno più probabilità di imparare a parlare.

Gli uccelli più anziani, specialmente quelli che hanno vissuto in gabbia con altri pappagallini, hanno meno fiducia negli esseri umani e di conseguenza più difficilmente addestrabili. Però un pappagallino più anziano che è abituato a stare sulla mano effettuerà la transizione più facilmente indipendentemente dall’età.

Potete verificare l’età dell’uccello con un semplice trucco. I giovani pappagallini hanno delle strisce orizzontali sulla testa inclusa la fronte. Queste spariranno in seguito alla prima muta, (tre o quattro mesi dopo la schiusa). Così qualunque uccellino con dei disegni sulla testa avrà meno di 16 settimane.

Per parte vostra per quel che riguarda il ‘quando?’ portare a casa un nuovo pappagallino in un momento di tranquillità. Durante i lavori di ristrutturazione, traslochi o lunghe vacanze non sono i momenti ideali per prendere un nuovo animale!

Che tipo?

Tutti i pappagallini sono belli indipendentemente dall’età, genere o colore. Ma è meglio non farsi abbagliare dal colore. Quando vedete un pappagallino con un colore insolito o un piumaggio sgargiante, e pensate ‘E’ quello giusto!’ Ma ci sono altri fattori da tenere in considerazione quali l’età, personalità e genere.

Idealmente vorrete un pappagallino giovane e fiducioso. Un pappagallino più vecchio sarà difficile da addestrare; un pappagallino timido resterà tale e ombroso; le femmine inoltre non parlano (però tenete a mente che non c’è nessuna garanzia che un pappagallino parlerà).

Why?

Ponetevi questa semplice domanda. Perché volete un pappagallino? E’ per voi, per i bambini, un compagno per un uccellino che già avete o un rimpiazzo per un pappagallino che è morto?

Tutti gli animali richiedono del tempo e i pappagallini non fanno eccezione. Non dovrebbero mai essere acquistati solo per abbellire la casa ma essere considerati amici e compagni.

I bambini non sono i migliori proprietari – per lo meno se sono sotto i 10 anni. Gli uccelli sono fragili e si possono ferire o spaventare con facilità. Hanno anche necessità di cure regolari in termini di cibo e pulizia.

Potrebbe sembrare una buona idea prendere un compagno al vostro pappagallino che è solo ma tra loro non è automatico che vadano d’accordo. Il nuovo arrivato rischia di essere bullizzato e infelice e potreste essere costretti a separarli. Questo sarà meno probabile se avete una grossa gabbia dove gli uccelli hanno tutto lo spazio a disposizione e in caso anche nascondersi e lavorare gradualmente sulla gerarchia.

Perché no?

Non sono tutti pro – ci sono anche dei contro, come con qualunque altro animale. I pappagallini non sono della stessa specie degli inseparabili o dei più grandi pappagalli sono però più rumorosi della media dei fringuelli o dei canarini. Mescolano un borbottio con dei gridolini che possono diventare anche fastidiosi.

Se le grida continuano senza sosta significa che il pappagallino è infelice per qualcosa nella gabbia o nelle immediate vicinanze. Assicuratevi che non ci siano correnti d’aria, che non sia sotto il sole diretto senza possibilità di scegliere l’ombra, accertatevi che il beverino e la mangiatoia siano piene.

poi c’è il disordine. I pappagallini sparpagliano i gusci dei semi sul pavimento e con il minimo soffio di vento li ritroverete ovunque. Non sono troppo disordinati ma se siete un po’ ossessivi sull’ordine, potreste essere turbati! Acquistare una gabbia disegnata ad hoc come Geo, ridurrete al minimo lo spreco dei semi e il disordine.

Se avete preso in considerazione le domande essenziali e avete deciso di andare avanti e acquistare un pappagallino, il resto sarà in discesa e vi aspetteranno anni di compagnia con il vostro amico alato.

This entry was posted in Pappagallini