The Omlet Blog

Perché alcuni hanno tanta avversione per i gatti?

Ad un certo punto della nostra vita a tutti è stato posto il quesito… “Sei un amante dei cani o dei gatti?”

Per coloro che hanno risposto “preferisco i gatti” avrete sentito la controparte ribattere“Non c’è verso! IO DETESTO i gatti!”

Ma perché? Molte persone hanno dei forti sentimenti negativi nei confronti dei gatti senza neppure avere una giustificazione plausibile. Mentre alcune ragioni sono comprensibili, altre sono completamente irrazionali! Di seguito alcune motivazioni che hanno reso i nostri amici felini tanto impopolari…

Miti e storia

Se guardiamo indietro alla storia dell’antico Egitto, i gatti erano considerati esseri magici, dei protettori e portatori di buona fortuna e addirittura veneravano un dio Gatto, Bastet.

Come siamo arrivati ad avere un mondo diviso in due tra amanti e detrattori di gatti?

Attraverso secoli di storia, altri paesi hanno avuto sentimenti contrastanti sul simbolismo dei gatti. Il principale mito che è arrivato fino ai giorni nostri è a discapito dei gatti neri. Si dice che se un gatto nero ti attraversa la strada sarai sfortunato mentre altri credono che i gatti neri siano delle streghe camuffate. Nonostante non ci siano evidenze per dar credito a tali dicerie, questo impatta molto sulle adozioni dei gatti neri e in un certo qual modo spiega come mai alcuni si sentano a disagio davanti ad un gatto di qualunque colore.

Esperienze negative

Un motivo frequente per l’avversione nei confronti dei gatti spesso si rifà ad esperienze negative avute nell’infanzia. Di solito si tratta di quando si è andati in visita da amici e siamo stati graffiati, morsicati o ci aveva soffiato contro senza però accennare al comportamento probabilmente irrispettoso che avevamo avuto nei confronti del micio.

Alcuni temono i cani per lo stesso motivo quindi non è la causa principale per le ostilità. Possiamo solo sperare che un giorno queste persone possano rendersi conto che è davvero difficile che un gatto attacchi senza motivo e come adulti potere interpretare meglio i segnali lanciati dai gatti per avere più spazio.

Creature indipendenti

Sì, è vero, a volte i gatti sono meno affettuosi dei cani ma questo è dovuto al fatto che sono più indipendenti. Però la spiegazione che spesso danno i detrattori dei gatti che i felini sono incapaci di amare i loro umani è totalmente infondata.

Ci sono gatti che hanno avuto esperienze negative con gli umani e sono più diffidenti o timorosi e ci vuole tempo per farli abituare alla nostra presenza. Ma anche il gatto più spaventato imparerà ad apprezzare la nostra compagnia dopo tante attenzioni, amore e affetto.

Ci sono infiniti modi in cui i gatti ci dimostrano il loro amore e ne puoi leggere alcuni qui.

I vicini

Se il gatto del vicino crea caos in giardino o terrorizza le vostre galline, è comprensibile che possiate sviluppare una certa avversione per l’intera specie. Ma quel comportamento non è tipico di tutti i gatti, cercate di non fare di tutte le erbe un fascio!

Potreste giustamente rivalervi con i vicini proprietari del gatto e suggerire delle soluzioni per prevenire i danni come ad esempio un recinto da esterni per gatti perché possano trascorrere del tempo all’aria aperta senza causare danni. Alcuni portano i gatti a spasso con il guinzaglio per mostrare loro le zone in cui possono andare – se sia un sistema che funziona o meno è opinabile.

“I cani sono più teneri”

Alcuni sono dei patiti di cani e bisogna accettarlo ma le argomentazioni su quale animale sia più tenero sono assolutamente soggettive e non sono da prendere sul serio. Se pensate che i gatti siano i più teneri, allora va bene così! I gatti dovrebbero avere le stesse opportunità di qualunque altro animale di trovare una famiglia amorevole che li accudisca per la vita e se gli darete tutto ciò di cui hanno bisogno, vi ameranno allo stesso modo.

This entry was posted in Gatti