Limited availability due to high demand. Please see our Stock Availability page for more information.

The Omlet Blog

Perché le galline non depongono le uova?

Una ragazza raccoglie un uovo appena fatto in un pollaio Eglu Cube della Omlet

Trovare uova nel nido è una delle gioie dell’essere un allevatore!

Moltissime persone decidono di tenere delle galline per avere la possibilità di avere a disposizione uova sempre fresche e deliziose! Per cui quando smettono parzialmente o completamente di fare uova, la situazione può diventare irritante e frustrante. Ci sono diverse ragioni per spiegare questo comportamento e, fortunatamente, in molti casi non c’è motivo di preoccuparsi. Ecco alcune delle principali ragioni per cui le galline smettono di deporre uova:

L’età delle galline

Se alleviate galline, avrete notato che seguono un ciclo di deposizione e che l’età influisce sulla produzione di uova. Le galline da cortile in media vivono tra i sei e gli otto anni ma producono uova solo per un numero limitato di questi.

Molte galline non iniziano a fare uova prima dei sei mesi d’età circa ma la tempistica esatta dipende dalle razze. Alcune razze come l’Australorp, Golden Comet, e Leghorn, iniziano prima, tre le 16 e le 18 settimane. Altre razze più grosse come le Orpington, Plymouth Rock, e Wyandotte, invece, potrebbero ritardare fino agli otto mesi per vedere il primo uovo!

Mentre la produzione di uova decresce gradualmente ogni anno, le galline potrebbero smettere definitivamente di deporre verso i sei anni di età. Anche in questo caso dipende dalla razza e alcune potrebbero interrompere prima o dopo questo termine.

Se non siete sicuri dell’età delle vostre galline, leggete il nostro blog precedente: Come definire l’età di una gallina.

Periodo dell’anno

Un altro fattore che impatta sulla deposizione o meno delle uova è il periodo dell’anno che poi è anche la risposta più frequente alla domanda “perché le mie galline non fanno più uova?”.

Per la maggior parte delle razze, le galline tendono a interrompere la produzione di uova o ridurre drasticamente nei mesi freddi. Questo è dovuto al fatto che le ore di luce si riducono in inverno. Al termine dell’estate, la luce inizia a diminuire e questo fattore innesca una risposta ormonale nelle galline. Per produrre un uovo, servono in media 12-14 ore di luce ogni giorno e 16 ore per il massimo della deposizione ed ecco perché in inverno diminuiscono la produzione. Inoltre, le galline che raggiungono la maturità in autunno o in inverno, potrebbero non fare uova fino alla primavera successiva.

Muta

La muta è un fenomeno annuale (o a volte biennale) durante la quale le galline perdono le vecchie penne e ne spuntano di nuove. Di solito dura tra gli 1 e 2 mesi e sebbene possa avvenire in ogni momento dell’anno, nel Regno Unito, di solito accade in tarda estate o all’inizio dell’autunno.

Quando le galline fanno la muta, la maggior parte ‘prende una pausa’ dal fare uova perché i loro sforzi fisici sono concentrati nella crescita delle nuove penne. In questo periodo dovrete continuare ad assicurare loro una dieta sana e aggiungendo delle proteine extra per essere certi che abbiano tutte le vitamine e minerali. Potreste anche aggiungere dell’aceto di mele all’acqua per farle rimanere in salute, penne lucide e nuovo piumaggio.

Cattiva alimentazione

Questo sottolinea un altro importante elemento – una dieta nutriente è essenziale tutto l’anno. Se è un’ottima idea aiutare le galline con dei nutrienti extra durante la muta, è anche importante assicurare loro ciò di cui hanno bisogno per essere in salute e fare uova tutto l’anno!

Considerate semplicemente che se le galline sono malnutrite, la produzione di uova calerà e in alcuni casi cesserà. Mentre in natura le galline vanno in cerca del loro cibo, per produrre regolarmente le uova, necessitano di una dieta bilanciata con sufficienti proteine e carboidrati. Un regolare apporto di un buon mangime di qualità e l’accesso al grit è tutto quello di cui hanno bisogno.

Una gallina in cova

A volte una gallina decide di rimanere seduta caparbiamente aspettando che si schiudano le uova. In questo caso si ha a che fare con una gallina in cova e finché resterà così, non produrrà uova. Va bene se desiderate avere i pulcini perché allora la gallina resterà felicemente seduta al suo posto per circa tre settimane. E’ meno comodo se invece preferite avere le uova!

Potete comunque lasciarla al suo posto per tre settimane alla fine delle quali riprenderà comunque la sua vita normale. In alternativa, potete cercare di scoraggiarla con gentilezza se per caso ha deciso di fare il nido in una posizione scomoda (o se avete assoluta necessità di uova!). Far interrompere una cova può essere difficile ma mettere una borsa del ghiaccio o dei piselli surgelati sotto può essere un sistema. Alcuni allevatori suggeriscono invece di mettere la gallina in una gabbia di acciaio o in un kennel per cani con cibo e acqua per alcuni giorni. Potrebbe essere un po’ scomodo ma di solito funziona per far interrompere la cova.

Della Bantam che razzolano nel pollaio Eglu Go

Le galline hanno bisogno di molto spazio per razzolare in pollaio

Le galline se malate smettono di fare le uova

Se le vostre galline smettono di fare uova e avete accertato che non sono né troppo vecchie né troppo giovani, che non sono in periodo di muta e non sono in cova e che infine non hanno ridotto la produzione a causa del freddo, allora la motivazione potrebbe essere una malattia. In particolare i parassiti come pidocchi, acari, pulci e vermi interni possono causare stress fisico che ha poi un grande impatto sulla deposizione. Per avere altre informazioni sulle malattie delle galline, andate sulla nostra pagina sulla salute dei polli per consigli e diagnosi e – ove possibile – cura dei disturbi.

Così come la malattia può essere fonte di stress, questo può essere causato anche da altri fattori come il bullismo, troppa manipolazione, ferite, bambini rumorosi e animali in giardino o un ambiente povero. Assicurarsi che le galline abbiano a disposizione uno spazio dove essere felici e in salute è vitale. Una struttura come quella del pollaio Eglu e recinzione, con i posatoi idonei, mangiatoie e altri accessori essenziali potranno essere di aiuto.

Altre cose da considerare…

E’ anche possibile che le galline stiano in verità continuando a deporre ma che spariscano prima che voi andiate a raccoglierle! In ogni caso potete rassicurarvi, il mistero delle ‘uova scomparse’ di solito è svelato con due ragioni principali.

La prima è che le galline che razzolano libere spesso ‘tornano alle origini’ e iniziano a deporre a terra invece che in pollaio. Dovreste verificare sotto i cespugli, nell’erba alta e negli angolini riparati del giardino. Se questa abitudine dura da molto potrebbero esserci varie uova all’aperto. Verificatene la freschezza mettendole in una ciotola d’acqua. Se l’uovo è steso su un lato, è fresco. Se rimane dritto (tra i 45 e i 90 gradi), ma sempre in fondo alla ciotola, non è fresco ma utilizzabile. In caso di galleggiamento, è sicuramente andato a male!

Le uova possono sparire anche se le galline iniziano ad assaggiarle. L’ovofagia tra le galline può essere un sintomo di sovraffollamento o di una dieta povera. Una volta assaggiate, sarà difficile fermarle e bisognerà isolarle per farle smettere di mangiare le uova delle altre galline. L’isolamento può causare un po’ di stress e portare a smettere di deporre e però contemporaneamente far interrompere l’abitudine di mangiare uova.

Una normale ripresa

Non preoccupatevi – a meno che una gallina sia troppo vecchia o malata, in breve tempo ricomincerà a fare uova. I proprietari possono facilitare il processo assicurando alle galline tutto ciò di cui hanno bisogno. La chiave per una buona produzione di uova è buon cibo, tanto spazio – e pazienza!

Il porta uova della Omlet vicino ad un uovo fritto

Le galline di cortile producono uova saporite!

This entry was posted in Galline


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *