Limited availability due to high demand. Please see our Stock Availability page for more information.

The Omlet Blog

Quali sono le differenze tra Criceti e Porcellini d’india?

Differenze tra criceti e porcellini d’india

Criceti e porcellini d’india sono animali che necessitano di poche cure e sono un’ottima scelta per i loro padroni. I due animali hanno però diverse differenze fondamentali che li contraddistinguono. Conoscerle vi aiuterà a scegliere l’animale più adatto a voi.

I criceti selvatici provengono da ampie zone dell’Europa e dell’Asia, in particolare dalla Siria, Cina e Russia che sono le dimore ancestrali di molti dei criceti che oggi sono tenuti come animali domestici. Questi piccoli roditori preferiscono un clima asciutto e caldo.

I porcellini d’india sono nativi delle regioni montane del Sud America – Colombia, Ecuador, Perù e Bolivia. Appartengono però alla stessa più grande famiglia dei criceti – i roditori. Questa parentela è un po’ fuorviante però dato che questi animali hanno necessità differenti e diversi requisiti alimentari.


Criceto vs Porcellino d’india

Un primo piano di un porcellino d’india marroneMentre queste bestiole hanno delle affinità, i loro diversi habitat e modi di vita sottolineano che la gestione di un criceto rispetto al porcellino d’india è molto diversa.

Una delle cose principali che differenza i criceti dai porcellini d’india è la durata della vita. I criceti hanno una durata inferiore rispetto ai porcellini perché di solito vivono dai 2 ai 4 anni. Questo è dovuto al fatto che sono piccoli e hanno un metabolismo molto più veloce rispetto ai loro cugini, i porcellini d’india. Le cavie generalmente vivono tra i 5 e gli 8 anni con alcuni casi che raggiungono i 10 anni.

Un’altra differenza essenziale tra i due sono le dimensioni. Come già detto, i criceti sono molto più piccoli dei porcellini con una dimensione media che varia tra i 5-15 cm. Anche il porcellino d’india più piccolo è più grande del più grosso dei criceti con una media di 25-30 cm di lunghezza. Questo significa che i porcellini hanno bisogno di spazi più ampi.

Se la taglia degli animali e i loro relativi spazi vitali sono da tener bene a mente, questi fattori però non hanno un grosso impatto sulla manutenzione dei pet. Le seguenti differenze sono quelle che influenzeranno la vostra decisione.

Le quattro principali differenze tra criceti e porcellini d’india

1. Modelli di sonno

Questa probabilmente è la differenza più marcata tra le due specie. I criceti sono in generale creature notturne, ossia preferiscono fare le loro attività di notte. Molti proprietari di criceti vi diranno che i loro animali iniziano a correre nella ruota all’1am!

I porcellini d’india invece sono molto attivi di giorno e fanno dei riposini quando ne sentono la necessità. Invece di fare un lungo sonno, si ricaricano le batterie ogni volta che ne sentono il bisogno. Tendono comunque a dormire di più la notte.

2. Esigenze sociali

Criceti e porcellini d’india hanno esigenze sociali completamente differenti. In natura i porcellini vivono in gruppi da tre a dieci individui. Si sono evoluti come animali sociali e se viene loro negata questa interazione, in poco tempo diventeranno tristi e stressati. Se tenuti in isolamento a lungo, i porcellini d’india si lasceranno morire.

Per questa ragione è raccomandato di averne almeno due. Tenerne solo uno va bene solo se sarete in grado di far loro compagnia in maniera costante. Vista la loro natura sociale e il loro bisogno di stare in compagnia, i porcellini d’india saranno più desiderosi dei criceti di trascorrere del tempo e interagire con gli umani. Questo fattore – e la loro abitudine di dormire la notte – potrebbero renderli la scelta più appetibile per chi ha dei bambini che vogliono giocare con i loro animali.

I criceti sono solitari. Questo nello specifico è il caso dei criceti Siriani o dorati che sono tra i più comuni. Anche se possono vivere con dei compagni, i criceti sono perfettamente felici – e anche più felici – se vivono da soli. Molti criceti se tenuti con altri della loro specie, possono diventare aggressivi, in special modo due maschi se tenuti in un ambiente ristretto.

Se tenuti con cura e abituati alla presenza umana e alla manipolazione fin dalla giovane età, i criceti possono creare un legame con i loro proprietari e trascorreranno del tempo insieme a voi. Un criceto non abituato alla socializzazione tenderà a mordere e questo è un punto a sfavore per chi ha bambini.

3. Dieta

Un grazioso criceto che si pulisceAnche la dieta tra criceti e porcellini d’india è significativamente diversa. I criceti sono onnivori e si cibano tutto quello che trovano. Notoriamente si riempiono le guance di cibo per fare scorte e le loro facce sono buffe perché raddoppiano quasi la dimensione dell’animale.

Il modo più semplice per dar da mangiare ad un criceto è acquistare i mix di cibi già confezionati che contengono tutti i nutrienti necessari, invece di andare alla ricerca di insetti e proteine extra per garantire loro una dieta equilibrata con le verdure. Potete dar loro frutta e verdura fresca ben lavata ma dovrete anche dargli un mix apposta per criceti. Semi e cereali sono un’ottima aggiunta alla loro dieta. Assicuratevi anche di dare al criceto qualcosa da masticare, un pezzo di legno o anche della paglia perché li aiuta a tenere i denti in ordine.

A differenza dei criceti, i porcellini d’india sono vegetariani. In natura mangiano frutta, radici e – cosa molto importante – tantissima erba ricca di fibre. Come per i criceti, i porcellini dovrebbero essere nutriti con un mix apposta. Purtroppo però spesso contengono molti carboidrati e poche fibre. Per questo motivo, i porcellini hanno bisogno anche di tanta verdura e frutta fresca, erba e fieno oltre al loro mix. Il fieno è essenziale per tenere in ordine i loro denti ed assicura anche un buon equilibrio dei batteri nello stomaco dell’animale per digerire efficacemente.

4. Spazio

I criceti devono sempre essere tenuti in casa dato che devono restare sempre al caldo. Essendo piccole creature, non hanno bisogno di moltissimo spazio vitale e una gabbia come Qute si inserisce perfettamente in una stanza come parte integrante del mobilio fermo restando che li dovrete far uscire dalla gabbia per i loro esercizi quotidiani e per farli giocare.

I porcellini d’india d’altro canto necessitano di una gabbia e un recinto più ampi perché non solo sono più grossi dei criceti ma devono vivere in gruppo. Alcuni vivono in casa tutto l’anno ma se avete lo spazio per un recinto in giardino, gli animali lo apprezzeranno e i bambini potranno interagire con loro.

La conclusione è che un criceto si adatta ad un piccolo spazio in casa ma non un porcellino d’india.


Nel complesso sia i criceti che i porcellini d’india sono ottimi animali da compagnia ed entrambe non necessitano di molte cure. Le principali differenze tra i due sono le dimensioni, la durata della vita e la dieta. Quando sceglierete quale animale tenere con voi, sarà una scelta strettamente personale. Fintanto che vi occuperete di loro con amore, riuscirete a creare uno stretto legame di amicizia.

This entry was posted in Criceti


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *