The Omlet Blog

Pollaio vs. Inverno: come sopravvivere

Winter is coming.

Se non siete già da anni allevatori di galline provetti, vi starete forse chiedendo come fare per mantenere felici e protette le vostre galline nei mesi più freddi dell’anno. La maggior parte delle razze è equipaggiata discretamente già di natura a sopravvivere alle temperature medie invernale, ma rimane comunque fondamentale garantire alle vostre galline un pollaio isolato, asciutto e senza spifferi. La linea Eglu di Omlet è perfetta (ovviamente ;D) ma ci sono degli altri accorgimenti che raccomandiamo per rendere il vostro pollaio perfetto per l’inverno.

 


Partiamo dalle basi…

 

Protezione contro le intemperie e isolamento. Il vostro pollaio deve essere impermeabile. Come già menzionato, le fredde temperature non sono una tragedia, ma umidità e acqua stagnante lo sono. Il vostro pollaio deve essere isolato abbastanza da non far penetrare freddo e gelo all’interno e impermeabile, in modo da non permettere a pioggia e altre intemperie di danneggiare il pollaio e far ammalare le vostre galline. Se siete già dotati di un pollaio Eglu potete accessoriarlo per l’inverno grazie agli appositi rivestimenti imbottiti.

Ventilazione. Il vostro pollaio deve essere dotato di aperture di ventilazione, in modo da permettere un ricircolo dell’aria (ma senza spifferi!). Il flusso constante d’aria fresca aiuta inoltre a diminuire i cattivi odori e ad asciugare l’eventuale umidità formatasi all’interno.

Umidità. Come menzionato, l’umidità è il peggior nemico dei polli. Se avete la possibilità, create un supporto per rialzare il pollaio da terra. Il nostro Eglu Cube ed Eglu Go Up sono dotati di stand integrato con la base del pollaio, ma se avete un pollaio tradizionale anche solo un rialzo costruito con semplici mattoni sarà sufficiente e noterete subito la differenza. L’aria che circola sotto la base del pollaio aiuterà a combattere l’umidità che sale dal terreno o presente nell’aria. Senza contare che l’effetto “palafitta” vi tornerà estremamente comodo durante le giornate di pioggia intensa (e possibili micro inondazioni).

Dimensioni del pollaio. Il vostro pollaio deve essere delle dimensioni giuste per ospitare un certo numero di galline, non troppo piccolo e non troppo grande. Se lo spazio è troppo largo, il calore prodotto naturalmente dalle vostre galline non rimarrà intrappolato all’interno della casetta ma si disperderà velocemente nell’aria. Cercate inoltre di non aprire la porta del pollaio durante la sera/notte, evitando quindi di disperdere ancora di più il calore naturale. Se avete invece un pollaio molto spazioso raccomandiamo di aggiungere uno strato fai-da-te isolante: per esempio, potete ricoprire le pareti interne con pannelli di cartone spesso e uno strato extra di paglia e fieno.

Recinto. E’ estremamente importante proteggere il recinto con coperture e rivestimenti impermeabili, in modo da mantenere il terreno e l’erba il più asciutto possibile. In base al tipo di materiale e plastica che sceglierete, l’effetto potrebbe essere quello di una graziosa serra. Un’altro accorgimento che si può prendere è quello di aggiungere legnetti e lettiera in legno come la Easichick, assorbente e igienica che vi aiuterà ad evitare zone fangose.

Trespoli. Aggiungete trespoli e/o piattaforme rialzate all’interno del recinto. Questo aiuterà le vostre galline ad evitare il freddo, l’umidità ed eventuale fanghiglia del terreno, mantenedo quindi zampe e piume più asciutte.

Pulizia. Cercate di mantenere il pollaio sempre asciutto e pulito. Rimuovete con regolarità gli escrementi e rimpiazzate il pagliericcio perché sia sempre asciutto. L’umidità nelle giornate più fredde può causare geloni.

 

Ricordatevi anche di…

Acqua. Controllate sempre che le vostre galline abbiano accesso all’acqua fresca e non congelata. In base alla zona nella quale abitate, questo potrebbe rivelarsi un’impresa notevolemente difficile. Raccomandiamo di usare un’arma segreta:  Eton Drinker Heater, o simili riscaldatori d’acqua per animali. Sono pratici, efficaci e un investimento sensato per tutti i futuri inverni. In alternativa, potete provare con un po’ di fai-da-te: avvolgete l’abbeveratoio intorno a dell’imbottitura a bolle in plastica (bubble wrap). Questo vi aiuterà a mantenere più a lungo l’acqua nel suo stato liquido. Non mettete l’abbeveratoio o vaschette con acqua all’interno del pollaio: le galline quasi sicuramente la rovescerenno, senza contare che aumenta l’umidità all’interno del pollaio.

Cibo. Durante l’inverno le galline tendono a consumare maggiori quantità di cibo rispetto alla loro dieta primaverile o estiva. Inoltre, tendono a preferire cibi tiepidi come, per esempio, lenticchie o avena cucinata, uvetta o altri pezzetti di frutta secca. Potete inoltre dare extra mais nel pomeriggio, questo terrà le galline riscaldate nel pomeriggio/sera, mentre il processo digestivo avverrà durante la notte. Per incoraggiare le galline a deporre uova anche in questa stagione state attenti alla dieta, aggiungete extra come menzionato in questa sezione (frutta secca, lenticchie, ecc…) e magari aggiungete anche un tonico all’acqua, tutto aiuta! Tenete comunque i pellet come base della dieta.

Cresta e Bargigli. Nelle giornate di gelo intenso i bargigli e le creste dei vostri polli rischiano di congelare. Soprattutto nel caso in cui abbiate una razza di galline con grandi creste, raccomandiamo di spalmare del petrolato o vaselina. Fate attenzione anche a possibili malattie stagionali come influenza e raffreddore.

Ratti & Co. In inverno troverete un numero sempre maggiore di ratti, topi e simili, aggirarsi intorno al vostro pollaio, pronti a rubare cibo e avanzi vari alle vostre galline. Fate attenzioni a tenere sempre coperti mangiatoia e abbeveratoio e di rimuovere il cibo dal recinto durante la notte, in modo da non attirare visitatori indesiderati.

Noia. Senza erba, insetti, e altre distrazioni che invece si trovano in altre stagioni, le vostre galline si annoieranno a morte. E’ importante tenerle stimolate in modo da eviare che inizino a beccarsi e lottare fra di loro, o a mangiare le loro uova. Aggiungete giochi interattivi come i nostri Peck Toys, o la nostra altalena per galline!

Sources: Omlet Chicken guide, the British Hen Welfare Trust, My Pet Chicken, the Happy Chicken Coop, Fresh Eggs Daily, Poultrykeeper.com.

This entry was posted in Galline