The Omlet Blog

Date Archives: October 2019

Come occuparsi di un pappagallino

I pappagallini sono degli ottimi animali da compagnia. Il loro colorato piumaggio non solo rallegra ogni stanza ma sono anche socievoli ed intelligenti e sviluppano dei legami molto stretti con chi si occupa di loro. Però come per tutti gli altri animali, bisogna assumersi delle responsabilità e sarà vostro compito assicurarsi che siano felici e in buona salute. Queste sono le cose principali di cui occuparsi se volete tenere un pappagallino:

CIBO E ACQUA

Cercate per quanto possibile di dare ai vostri pappagallini l’equivalente nutrizionale di ciò che mangerebbero in natura. La base della loro dieta dovrebbe consistere in un buon mix di sementi e avere sempre accesso all’acqua e ad un osso di seppia. Le verdure a foglia verde e le erbe forniscono vitamine e minerali e si possono dare solo poche volte a settimana. Date loro della frutta solo una volta a settimana dato che contiene molti zuccheri. I contenitori di cibo e acqua devono essere rabboccati tutti i giorni e lavati durante la settimana.

Due volte l’anno i pappagallini faranno la muta e le loro piume lentamente cadranno per poi ricrescere. Per aiutarli in questa fase a restare in salute dovrete dar loro una dose extra di vitamine disciolte nell’acqua.

Come la maggior parte degli animali, i pappagallini preferiscono seguire una routine precisa. Dategli da mangiare e fateli uscire dalla gabbia più o meno alla stessa ora ogni giorno e se volete mettere una copertura sulla gabbia per la notte, è meglio farlo sempre. In questo modo i pappagallini sapranno sempre cosa accade intorno a loro e si sentiranno a loro agio, riducendo al minimo lo stress e l’ansia.

STIMOLAZIONE

I pappagallini sono creature molto socievoli ed è sempre meglio prendere una coppia, preferibilmente fratelli dello stesso sesso abituati a stare insieme. Se ne volete prendere uno solo allora lo dovrete trattare come un amico ed un compagno e passare molto tempo insieme a lui.

Molti pappagallini amano fare il bagno. In natura lo scopo principale del bagno consiste nel togliersi polvere e sabbia dalle penne e per rinfrescarsi e anche se in cattività non hanno queste esigenze, ameranno fare un bagno e sguazzare in acqua. Non dovete necessariamente avere una bagnetto nella gabbia ma potete posizionare una bottiglia d’acqua dove vanno a volare per casa ma è importante cambiare l’acqua tutte le volte che si sporca. Se il vostro pappagallino non sembra interessato, potreste provare con una doccetta in alternativa. Appendete alcune foglie bagnate (lattuga, basilico e prezzemolo sono le loro preferite) nella gabbia e guardateli che passano sotto.

Bisognerebbe dargli la possibilità di volare liberi (ma con una supervisione) fuori dalla gabbia per almeno 45 minuti al giorno anche se idealmente sarebbe meglio per alcune ore. Assicuratevi prima di farli uscire di gabbia che la stanza sia a prova di pappagallino. Chiudete porta e finestre, chiudete i fornelli e i ventilatori oltre che ai condizionatori d’aria e tenete gli altri animali fuori dalla stanza. I pappagallini sono intelligenti, molto socievoli e uccellini molto attivi e passeranno molto tempo con voi e la vostra famiglia.

VERIFICATE LA GABBIA

Controllate la gabbia ogni settimana per controllare che tutto sia in ordine e non ci sia nulla di rotto. I posatoi devono essere puliti e in buone condizioni. Giochi sono ottimi per la stimolazione mentale e incoraggiano anche l’attività fisica. are great for mental stimulation, they encourage physical exercise and wear the beak down. Cambiate ogni tanto i giochi per tenere alto l’interesse. Non dovete necessariamente comprarne sempre di nuovi ma potete usarli a rotazione.

CONTROLLARE LA SALUTE

Il becco e le unghie dei pappagallini crescono costantemente tutta la vita ed è importante che abbiano accesso a dei giochi che li aiutino a limarli. Nella maggior parte dei casi dovrete tagliar loro le unghie quando sono troppo lunghe. Acquistate delle forbici adatte allo scopo.

I pappagallini come molti altri animali selvatici, sono abili a nascondere il disagio fisico e il malessere ed è per questo che è importante fare dei controlli regolari sulla loro salute. Una volta che conoscerete bene il vostro pappagallino, sarà più facile capire se c’è qualcosa che non va.

Alcuni dei segnali di malattia includono un cambio nel peso, penne scolorite, interazione ridotta con gli umani e con i giochi, narici con croste e mancanza di piumaggio intorno agli occhi. Un altro modo per monitorare la salute è controllare le feci. La carta assorbente nella gabbia Geo aiuta questa operazione. Quando pulite settimanalmente la gabbia, verificate la quantità, il colore e la struttura delle feci. Possono a volte variare a seconda di cosa hanno mangiato ma devono comunque essere sempre compatte e la parte dell’urina trasparente e pulita. Se notate dei cambiamenti o avete sentore che ci sia qualcosa che non va, contattate il veterinario il prima possibile. Assicuratevi di andare da un veterinario specializzato in piccoli animali esotici ancor prima di aver preso il pappagallino così da avere già il numero in caso ci fosse necessità.

In caso di maggiori informazioni, verificate la sezione sulle malattie dei pappagallini sulla nostra guida.

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Pappagallini on October 31st, 2019 by linnearask


31% di sconto sui Posatoi per galline questo Halloween!

Risparmiate il 31% sui Posatoi per galline Omlet questo Halloween!

Adunata generale per le Streghe! Sappiamo che Ottobre è un mese molto piano per voi ed ecco perché vi proponiamo il 31% di sconto se volete ammodernare le vostre scope questo Halloween, grazie ai Posatoi per galline della Omlet. Questa spettacolare offerta volerà via in fretta, non perdetevela!

Utilizzate il codice sconto WITCHES fino a mezzanotte del 31 Ottobre!

 

Offrite alle vostre galline un nuovo divertente spunto per giocare nel recinto grazie ai Posatoi della Omlet, disponibile in 2 lunghezze per adattarsi al vostro gruppo di galline. Il posatoio è resistente agli agenti atmosferici ed ha un design innovativo con supporti – consente di posizionarlo ovunque nel recinto – ma si adatta anche a tutte le razze di polli rendendolo un nuovo accessorio imperdibile per i pollai!

Aggiornate la zona giochi delle galline con questo divertente accessorio e utilizzate il codice WITCHES per risparmiare il 31% fino alla mezzanotte di domani.

Termini e Condizioni

Questa promozione è valida solo dal 30/10/19 – alla mezzanotte del 31/10/19. Utilizzate il codice promozionale WITCHES per richiedere il 31% di sconto Posatoi per galline. Questa offerta è valida sui Posatoi per galline da 1 metro e da 2 metri. Soggetto a disponibilità. Omlet ltd. si riserva il diritto di cancellare l’offerta in ogni momento. L’offerta non si applica alle spese di consegna, a sconti già esistenti o in aggiunta ad altri sconti.

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Galline on October 30th, 2019 by linnearask


10 ottimi suggerimenti per andare in campeggio con il cane

Partire per un viaggio all’aria aperta e stare in un campeggio dove i cani sono ben accetti è un’ottima idea… in teoria! Ma che succede se il cane tiene svegli tutti per tutta la notte abbaiando agli sconosciuti che vede passare oppure parte a razzo appena un vicino accende il barbecue?

Il fatto è che alcuni cani sono nati per campeggiare mentre altri ne sono frustrati o spaventati. I nostri dieci suggerimenti per il campeggio dovrebbero aiutarvi a trovare dei compromessi per un buon soggiorno per voi e il vostro cane.

1. Pensa alla personalità del tuo cane.

Un cane rilassato che ama stendersi dopo una bella passeggiata probabilmente amerà fare campeggio. Lo stesso può dirsi per un cane che si rapporta bene con altri cani e nuove persone. D’altro canto, un cane ombroso, nervoso o aggressivo potrebbe trovarlo stressante. Questo non significa che dovrete rinunciare al campeggio. Se è sempre aggressivo nei confronti degli estranei, è meglio lasciar perdere altrimenti basterà lavorarci su. Sicuramente se sceglierete un posticino tranquillo sarà meglio rispetto ad un rumoroso e affollato villaggio in alta stagione.

Detto ciò, di solito i cani ben addestrati tollerano meglio il trambusto se hanno la possibilità di fare diverse passeggiate regolarmente.

2. Scegliete il camping prima di partire.

Molti non accettano cani al loro camping e diversi hanno come politica interna ‘Cani tenuti sempre al guinzaglio’. Quelli che davvero accettano cani, sono abbastanza fieri e tendono a vantare i loro servizi dog-friendly. Quelli però che non accettano cani sono più numerosi quindi fate i compiti.

3. Portate con voi tutti gli accessori per il cane.

Avrete bisogno delle ciotole per cibo e acqua – incluse ciotole da viaggio leggere e portatili e thermos per l’acqua per le lunghe passeggiate – cibo, guinzagli, pettorine e museruola, sacchetti igienici, cuccia, salviette, i giochi preferiti, collare anti pulci, pinzette per rimuovere le zecche, e qualunque cosa possa essere utile per un soggiorno confortevole. Potreste anche considerare un collare luminoso per le notti buie.

4. Non dimenticate i libretti sanitari e medaglietta.

In caso di emergenza o smarrimento, dovrete avere tutti i riferimenti del cane sul libretto, o stampato (e laminato, se possibile – a volte in campeggio c’è umidità che può rovinare e rendere illeggibili le scritte su carta). Dovrete portare anche le note del veterinario e il libretto che riporta le vaccinazioni e le informazioni di contatto. Anche il microchip, se necessario deve essere aggiornato.

5. Mettetevi comodi.

Dopo il viaggio, prima di fare qualunque altra cosa, lasciate che il cane si abitui al nuovo ambiente. Gli ci vorrà un po’ e apprezzerà una buona e lunga passeggiata per abituarsi alla nuova vista, odori e suoni del nuovo ambiente.

6. Tenete il cane sotto controllo.

Dovrete evitare di passare il tempo a sorvegliare il cane per evitare che vada a far danni nelle docce o che vada a spazzolare i panini dei vostri vicini di tenda. A meno che il vostro cane non sia davvero ben addestrato, dovrete tenerlo al guinzaglio – uno lungo se il posto lo permette – fissato ad un gancio a terra o ad un albero. Questa soluzione gli consentirà di annusare in giro senza scappare appena voltate le spalle. Potreste anche portare un kennel da viaggio con voi se il cane è abituato. Ci sono anche tende per cani.

7. Tenete pulito.

Tenete sempre a portata di mano i sacchetti igienici. Togliete le ciotole con il cibo e i giochi una volta che li avete usati per evitare che altri cani siano attirati dall’odore e che ci siano dei litigi tra cani.

8. Scoraggiate gli abbai.

Se il cane inizia ad abbaiare, distraetelo o portatelo in un altro posto per fargli cambiare prospettiva finché non si sarà calmato. Una passeggiata è l’ideale. Ricordate che i bambini e molti campeggiatori vanno a dormire presto quindi imponetevi un coprifuoco alle 8 di sera per evitare che il cane abbai. Questo può significare portare il cane in tenda o nel kennel e incoraggiarlo a stendersi per riposare.

9. Il cibo.

Potreste essere tentati di dar da mangiare al cane gli avanzi del barbecue o dei pic nic oppure di esagerare con i bocconcini per premiarlo se si comporta bene. Troppo cibo però potrebbe scombussolare il suo stomaco il che può diventare un problema di odori molesti o di dissenteria nella peggiore delle ipotesi. Limitatevi a dargli il suo solito cibo e dategli solo occasionalmente dei bocconcini – assicuratevi anche che non si faccia troppi ‘amici per la pelle’ che gli lasciano avanzi dei pasti!

10. Divertitevi!

Semplice ma importante. Considerate il viaggio una vacanza e non una sfida. Più voi sarete rilassati più lo sarà anche il vostro cane.

Pian piano il vostro cane si abituerà al campeggio. E diventerete di quelle famiglie felici con tanti ricordi di viaggio con il cane.

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Cani on October 29th, 2019 by linnearask


Come fare un check per la salute del tuo coniglio

Di solito i conigli non mostrano segni di malessere o dolore finché questi segnali non sono davvero seri, dato che ogni segno di debolezza li renderebbe delle prede facili allo stato selvatico. Di qui l’importanza di effettuare dei controlli regolari sul tuo pet in modo da individuare per tempo eventuali problemi finché sono ancora curabili.

Porta sempre il coniglio dal veterinario appena hai il sospetto che qualcosa non vada. La sua salute si può deteriorare molto rapidamente e non devi perdere tempo a domandarti se portarlo o meno.

Corpo

Posiziona un asciugamano sulle gambe e mettici sopra il coniglio. Carezzalo per calmarlo. Una volta che si è tranquillizzato, puoi iniziare a controllare il corpo.

Tocca lo stomaco per verificare che non sia gonfio o dilatato e poi prosegui lungo il corpo per vedere che non ci siano ferite, contusioni o granuli. Tocca i muscoli delle gambe che devono essere forti e sodi. Qualunque sussulto o movimento improvviso potrebbe essere un sintomo che la parte del corpo che stai toccando gli provoca dolore.

Verifica le vie respiratorie; non devono essere ostruite. Dispnea o piccoli rumori che provengono dai polmoni possono essere sintomi di malattia.

Conviene avere un taccuino dove segnare tutti i parametri e pesare regolarmente il coniglio. Un’improvvisa perdita di peso è un segnale allarmante di malattia e la mancanza di appetito è un indicatore di scarsa salute.

Bocca e naso

Il naso dovrebbe essere asciutto e non colare. Controlla che non ci siano lacerazioni o ferite intorno alla bocca. Le gengive devono essere rosa (rosse o porpora sono segno di malattia).

Assicurati che i denti non siano cresciuti troppo o siano danneggiati. Devono crescere dritti e uniformemente. Non hai la possibilità di verificare i denti posteriori ma passando le dita lungo le guance puoi verificare che non ci siano granuli e che siano simmetrici. I denti cresciuti troppo sono un serio problema perché potrebbe impedirgli di mangiare, ecco perché è molto importante dar loro fieno di qualità con cui limare i denti.

Occhi

Controlla gli occhi del coniglio per assicurarti che sono puliti e limpidi. Non devono esserci scoli o sporcizia. Se riesci, solleva la palpebra per vedere che non ci siano rossori o pus, potrebbero essere graffiati. Gli occhi devono essere anche asciutti; occhi che colano possono essere sintomo di problemi ai denti oppure ciglia che crescono all’interno oppure i condotti lacrimali occlusi.

Orecchie

Le orecchie del coniglio non devono avere sporcizia, ferite, granuli, cerume scoli o parassiti. Controlla l’interno dell’orecchio, puoi usare una torcia per vedere meglio. Una cura extra va dedicata ai conigli con orecchie cadenti che sono soggetti ad ascessi. Massaggiate con attenzione la base dell’orecchio, dove si formano più frequentemente i granuli.

Piedi

Guardalo camminare in giro per la stanza e assicurati che non zoppichi. Prendi il coniglio e posizionalo sulle ginocchia. Non è mai una buona idea metterlo sulla schiena e quindi tienilo accanto a te e tienilo fermo con una mano. Controlla tra le dita per verificare che non ci siano croste, ascessi o accumuli di sporco. Verifica anche i talloni sul retro del piede. Non devono essere arrossati o gonfi. Controlla il pelo del piede e spazzolalo se è arruffato.

Estremità posteriore

Controlla il pelo sul posteriore. Deve essere assolutamente pulito e senza feci o altra sporcizia. Un posteriore sporco può essere un sintomo di una dieta troppo ricca o che il coniglio non sta ingerendo tutti i ciecotrofi che producono.

Nel periodo estivo verifica che non ci siano accumuli di sporcizia almeno una volta al giorno perché lo sporco sul sedere può attirare le mosche che depositano le uova tra il pelo umido. Questo causa una patologia chiamata flystrike, che può uccidere un coniglio in pochi giorni.

Controlla il posteriore per ogni eventuale gonfiore o arrossamento.

Mantello

Con il coniglio sulle ginocchia, suddividi il pelo con le dita e controlla che non ci siano ferite, tagli, zone senza pelo oppure puntini marroni che si muovono o forfora bianca.

Anche se non hai un coniglio che necessita di spazzolature quotidiane o settimanali, è sempre bene abituarlo fin da piccolo alla spazzola. I conigli fanno la muta regolarmente e magari devi aiutarlo a sbarazzarsi del pelo in eccesso.

Mutamenti di carattere

Improvvisi cambi di carattere e comportamento non sono un buon segno. Magari non ti corre più incontro la mattina quando arrivi con la verdura oppure è diventato aggressivo. Questi potrebbero essere dei sintomi di malessere.

I conigli che hanno raggiunto la maturità sessuale possono agire in modo diverso. Potrebbero non avere dolori ma essere in fase ‘adolescenziale’. Questo è un motivo per sterilizzarli appena raggiungono l’età giusta.

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Conigli on October 29th, 2019 by linnearask


GRATIS Consegna su tutte le gabbie Qute per Criceti & Gerbilli solo per un periodo limitato!

Trasforma la casa del tuo criceto questo autunno e trasformala nella gabbia Qute Criceti & Gerbilli della Omlet, con consegna gratuita per un periodo limitato di tempo. Utilizza il codice SUPERQUTE per richiedere l’offerta speciale!

Facile da pulire, sicura ed elegante, la gabbia Qute ha una vaschetta removibile che rende più facile interagire con il criceto o il gerbillo. Disponibile nei colori bianco, nocciola o betulla, questa lussuosa casa per criceti ha anche uno scomparto opzionale per conservare il cibo e la sabbietta in ordine in un unico posto.

La gabbia Qute Criceti & Gerbilli è un adattamento moderno e pratico rispetto alle tradizionali gabbiette per piccoli animali e si adatterà a casa vostra come un contemporaneo arredo. Se avete deciso di prendere un criceto ma siete stanchi delle obsolete gabbiette di plastica che si trovano nei negozi per animali – non cercate oltre e acquistate Qute della Omlet!

Disponibile a partire da 90€, con consegna GRATIS fino alla mezzanotte di lunedì. Utilizzate il codice promozionale SUPERQUTE.

 

Termini & condizioni

La promozione sulla consegna gratuita è valida dal 25/10/19 – fino a mezzanotte del 28/10/19. Per la consegna gratuita utilizzate il codice promozionale SUPERQUTE. Questa offerta è valida esclusivamente sulle gabbie Qute Criceti & Gerbilli. L’offerta si applica solo alle consegne Standard. La consegna gratuita non è rimborsabile. Omlet non si assume la responsabilità per ritardi dovuti a fornitori terzi come i corrieri. La consegna gratuita è valida solo per ordini spediti nel Regno Unito, Francia, Germania, Belgio, Paesi Bassi, Lussemburgo, Austria, Italia, Irlanda, Norvegia, Polonia, Danimarca, Svezia, USA e Spagna. Soggetta a disponibilità. Omlet ltd. si riserva il diritto di cancellare l’offerta in ogni momento. L’offerta non si applica su sconti pre esistenti o in aggiunta ad altre offerte.

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Criceti on October 25th, 2019 by chloewelch


Diventa creativo e costruisci un labirinto per i Criceti

I criceti amano giocare ed esplorare! Ci sono molti giochi e bocconcini disponibili da acquistare per i vostri amici pelosi, ma non sarebbe bellissimo costruire un labirinto per loro? Sono facili e divertenti da costruire e garantiranno ore di divertimento!

Ecco ciò che vi serve:

  • Una scatola vuota come uno scatolone del supermercato o una borsa vecchia.
  • Del cartone sottile per le pareti, tunnel e altre parti del labirinto.
  • Colla non tossica – noi abbiamo usato una pistola a colla.

Ora la parte divertente!

Create le pareti, i tunnel, i ponti caverne e altro incollandoli con la colla non tossica. Più cose inserirete nel labirinto, più sarà divertente!

Abbiamo messo una piccola tenda teepee alla fine del percorso e inserito un bocconcino da trovare.

Non tutte le strade portano al teepee. Alcuni percorsi possono portare a dei vicoli ciechi oppure potete offrire al criceto un’opzione con due tunnel che conducono a due diversi posti. Il tunnel verde o quello giallo…quale sceglierà il criceto?

A volte capiterà che il criceto cerchi di arrampicarsi sulle pareti per uscire e così tenetelo sempre sotto sorveglianza!

Prendete del cartone, colla e una scatola e sbizzarritevi!

Ci piacerebbe vedere le foto delle vostre creazioni, inviatele a marketing@omlet.it e condivideremo le migliori!

 

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Criceti on October 21st, 2019 by linnearask


Adottare un pappagallino – Dove, quando, quale e perché?

I pappagallini sono degli ottimi animali da compagnia. Sono facili da gestire, intelligenti, facilmente addestrabili e abbastanza piccoli e non richiedono grandi spazi in casa.

Dato che i pappagallini sono molto diffusi, verrebbe facile entrare nel primo negozio per animali e portarne a casa uno. E’ però opportuno rispondere ad alcune domande prima per essere certi di fare la scelta giusta, di acquistare nel miglior posto e portare a casa il pappagallino nel momento migliore.

Da dove?

Il posto migliore dove adottare un pappagallino è da un allevatore locale. Conoscono il pedigree dell’uccellino (e magari saranno anche in grado di presentarvi i suoi parenti!) Sapranno esattamente l’età del pappagallino e vi daranno tutti i dettagli sulla varietà che state acquistando. Queste informazioni non incideranno sull’accudimento ma capirete esattamente perché ha quella colorazione o quel disegno – ad esempio. Opalino, Spangle, Skyblue, Texas, Yellow Face, Frilled, o una dozzina di altre varietà.

Verificate on line la presenza di allevatori nella vostra zona di pappagallini. Più vicino a casa meglio sarà per minimizzare il viaggio in macchina.

Un buon negozio di animali è la seconda miglior opzione. Di solito i pappagallini sono in buona salute ma non sono cresciuti lì e non potrete avere accesso alla storia di ogni singolo individuo. Potrebbero anche essere vaghi circa l’età. Spesso gli uccellini in vendita nei negozi sono già adulti e con abitudini già consolidate. Questo potrebbe rendere più difficoltoso l’addestramento.

Dove?

I pappagallini hanno bisogno di uno spazio adatto in casa, lontano dalla luce diretta del sole, dalle correnti dal vapore della cucina, dai cani e gatti, bambini che urlano e luci accecanti. Hanno anche bisogno di una gabbia di adeguate dimensioni equipaggiata con tutti i comfort. La gabbia Geo geodesica è la casa ideale per tutti i piccoli uccelli, inclusi i pappagallini.

Quando?

Un pappagallino non dovrebbe essere portato a casa prima delle otto settimane di vita e non dopo le sedici settimane. Gli uccelli giovani sono più facilmente addestrabili e i giovani maschi hanno più probabilità di imparare a parlare.

Gli uccelli più anziani, specialmente quelli che hanno vissuto in gabbia con altri pappagallini, hanno meno fiducia negli esseri umani e di conseguenza più difficilmente addestrabili. Però un pappagallino più anziano che è abituato a stare sulla mano effettuerà la transizione più facilmente indipendentemente dall’età.

Potete verificare l’età dell’uccello con un semplice trucco. I giovani pappagallini hanno delle strisce orizzontali sulla testa inclusa la fronte. Queste spariranno in seguito alla prima muta, (tre o quattro mesi dopo la schiusa). Così qualunque uccellino con dei disegni sulla testa avrà meno di 16 settimane.

Per parte vostra per quel che riguarda il ‘quando?’ portare a casa un nuovo pappagallino in un momento di tranquillità. Durante i lavori di ristrutturazione, traslochi o lunghe vacanze non sono i momenti ideali per prendere un nuovo animale!

Che tipo?

Tutti i pappagallini sono belli indipendentemente dall’età, genere o colore. Ma è meglio non farsi abbagliare dal colore. Quando vedete un pappagallino con un colore insolito o un piumaggio sgargiante, e pensate ‘E’ quello giusto!’ Ma ci sono altri fattori da tenere in considerazione quali l’età, personalità e genere.

Idealmente vorrete un pappagallino giovane e fiducioso. Un pappagallino più vecchio sarà difficile da addestrare; un pappagallino timido resterà tale e ombroso; le femmine inoltre non parlano (però tenete a mente che non c’è nessuna garanzia che un pappagallino parlerà).

Why?

Ponetevi questa semplice domanda. Perché volete un pappagallino? E’ per voi, per i bambini, un compagno per un uccellino che già avete o un rimpiazzo per un pappagallino che è morto?

Tutti gli animali richiedono del tempo e i pappagallini non fanno eccezione. Non dovrebbero mai essere acquistati solo per abbellire la casa ma essere considerati amici e compagni.

I bambini non sono i migliori proprietari – per lo meno se sono sotto i 10 anni. Gli uccelli sono fragili e si possono ferire o spaventare con facilità. Hanno anche necessità di cure regolari in termini di cibo e pulizia.

Potrebbe sembrare una buona idea prendere un compagno al vostro pappagallino che è solo ma tra loro non è automatico che vadano d’accordo. Il nuovo arrivato rischia di essere bullizzato e infelice e potreste essere costretti a separarli. Questo sarà meno probabile se avete una grossa gabbia dove gli uccelli hanno tutto lo spazio a disposizione e in caso anche nascondersi e lavorare gradualmente sulla gerarchia.

Perché no?

Non sono tutti pro – ci sono anche dei contro, come con qualunque altro animale. I pappagallini non sono della stessa specie degli inseparabili o dei più grandi pappagalli sono però più rumorosi della media dei fringuelli o dei canarini. Mescolano un borbottio con dei gridolini che possono diventare anche fastidiosi.

Se le grida continuano senza sosta significa che il pappagallino è infelice per qualcosa nella gabbia o nelle immediate vicinanze. Assicuratevi che non ci siano correnti d’aria, che non sia sotto il sole diretto senza possibilità di scegliere l’ombra, accertatevi che il beverino e la mangiatoia siano piene.

poi c’è il disordine. I pappagallini sparpagliano i gusci dei semi sul pavimento e con il minimo soffio di vento li ritroverete ovunque. Non sono troppo disordinati ma se siete un po’ ossessivi sull’ordine, potreste essere turbati! Acquistare una gabbia disegnata ad hoc come Geo, ridurrete al minimo lo spreco dei semi e il disordine.

Se avete preso in considerazione le domande essenziali e avete deciso di andare avanti e acquistare un pappagallino, il resto sarà in discesa e vi aspetteranno anni di compagnia con il vostro amico alato.

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Pappagallini on October 16th, 2019 by linnearask


La bottega del natale è aperta!

La Bottega nataliza della Omlet è tornata ed è la migliore di sempre!

Risolvete i problemi dei regali natalizi per i vostri VIP (very important pets) grazie alla Omlet e alla sua Bottega natalizia e alla grande varietà di giochi natalizi e bocconcini per tutti i vostri beneamati animali.

Date inizio al più bel periodo dell’anno con il nostro calendario dell’avvento per cani, gatti, e piccoli animali. Una tradizione natalizia che i bambini (e gli adulti) ameranno condividere con i loro amici pelosi.

Per i cani, abbiamo un’ampia gamma di deliziosi bocconcini con vari gusti natalizi che vanno dal bocconcini di Tacchino al pudding di Natale, e tanto divertimento con giochi coccolosi che vi faranno trascorrere ore di divertimento in famiglia! Potete anche tenere al caldo i vostri amici cani questo dicembre grazie ai nostri super eleganti giubbini invernali disponibili in 3 taglie.

Per i gli abitanti felini un vasto assortimento di bocconcini e giochi, inclusa la bacchetta a LED Grumpy e e sonagli a forma di cavoletti di Bruxelles per giochi interattivi. La scatola natalizia Deluxe è il regalo ideale per i vostri mici ed è anche disponibile per tutti gli altri animali.

Ritorna a grande richiesta quest’anno il nostro divertente natalizio Coop-pourri. Aggiungete un aroma natalizio per festeggiare con le vostre ragazze con fragranze di cannella e trifoglio. Per le galline, abbiamo anche il nostro popolare Peck Toy, Caddi dispenser oltre alla decorazione da appendere fatta con i semi. La nuova Porta Automatica per pollai è un regalo gradito per tutti i possessori di galline e si adatta ai pollai in legno, agli Eglu Cube e tutte le recinzioni Eglu.

Per i piccoli animali, inclusi conigli, porcellini d’india e criceti, abbiamo una varietà di delizie a tema natalizio, oltre ad un bellissimoigloo innevato e un delizioso dolce natalizio!

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Animali da compagnia on October 16th, 2019 by linnearask


Scopri come trasformare la loro cuccia in una confortevole tana per i freddi mesi invernali

Vi è mai capitato di trovare il vostro cane o gatto raggomitolato in un angolino riparato quando inizia a fare freddo? Magari sotto il letto, dietro il divano o anche in una scatola vuota? Questo accade perché quando le temperature scendono, i loro angolini preferiti diventano freddi ed esposti a correnti d’aria. Potete aiutare i vostri animali a trovare uno spazio caldo e confortevole per schiacciare un riposino in inverno creando una confortevole cuccia che sia tutta loro. Continua a leggere per sapere come…

Trova un angolo confortevole in casa

Date un’occhiata agli angolini dove i vostri animali preferiscono andare a fare un riposino, vi mostreranno sicuramente il loro posto preferito in cui si sentono al sicuro e dove si rilassano completamente. Potrebbe essere una stanza calda dove stare in compagnia ma dove possono anche stare in pace a riposare senza interruzioni. Se in casa ci sono dei bambini, potreste scegliere una stanza in cui vanno poco di frequente.

Trovate la cuccia perfetta

Il letto o il divano potrebbe essere il loro ideale ma a meno che non dormano sotto le coperte resta il problema degli spifferi oltre al problema delle possibili impronte di fango sul letto! Posizionare la loro cuccia sotto qualcosa per creare una ‘tana’ è la soluzione ideale.

La cuccia Fido Nook e la cuccia per gatti Maya Nook offre proprio questa soluzione. Progettato come un elemento dell’arredamento, Nook garantisce uno spazio sicuro e protetto dove la cuccia è leggermente sollevata da terra e protetta da spifferi grazie al tetto. Nook è anche disponibile con le tendine che si possono appendere sul davanti o dietro per un maggior comfort. Per gli animali che soffrono d’ansia e che temono i suono forti e i fuochi d’artificio, le tendine offrono uno spazio sicuro dove nascondersi senza doversi cacciare sotto al divano!

Per completare la cuccia dovete scegliere con cura la cuccia perfetta per loro. Probabilmente avete già un’idea di cosa piaccia o meno a loro. Le cucce Classic Fido offrono una semplice cuccia simile ad un materasso dove rilassarsi senza sentirsi oppressi o troppo al caldo. Per gli animali che invece preferiscono una cuccia più strutturata a cui appoggiarsi e raggomitolarsi, raccomandiamo la Buster & Beau Dawlish cuccia quadrata o la cuccia Dream Paws. Per i più esigenti che desiderano una vita lussuosa, il sontuoso e soffice materasso Cloud7 è una spanna sopra tutte le altre cucce.

Tocchi finali

Una cuccia confortevole non è tale se non aggiungete una coperta e un cuscino. Infine aggiungete il loro gioco preferito per fare della cuccia casa!

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Cani on October 11th, 2019 by linnearask


Date un’occhiata ad alcuni dei nostri suggerimenti per preparare il pollaio all’inverno

La temperatura sta rapidamente calando, le giornate si accorciano e mancano solo poche settimane alle prime gelate. Anche se l’aria fresca e le foglie che cadono possono essere piacevoli per alcuni, per i proprietari di galline il freddo dietro l’angolo crea dei timori.

E’ il momento di agire! Preparate il pollaio per i mesi invernali prima che il freddo prenda il sopravvento e dormirete sonni tranquilli sapendo che le galline sono in salute e al caldo per tutto l’inverno.

Date un’occhiata ad alcuni dei nostri suggerimenti per preparare il pollaio all’inverno…

Spostate il pollaio più vicino a casa

Questo è un semplice accorgimento per facilitarvi il compito quando andate ad occuparvi delle ragazze e a controllare il loro stato di salute, cosa molto importante in inverno. Scegliete un pollaio leggero da sollevare e con le ruote come Eglu per agevolare le operazioni di spostamento per il giardino.

Trasformate il vostro pollaio in legno in un Eglu

I principali vantaggi di un Eglu Cube per coloro che tengono le galline in inverno è l’isolamento doppio delle pareti. Funziona in modo simile ai doppi vetri ossia creando una barriera per l’aria fredda fuori dal pollaio e l’aria dentro. L’aria tra le due pareti conduce poco e questo significa che nel pollaio c’è tiepido per tutto l’inverno qualunque siano le condizioni atmosferiche esterne. Le galline sono molto efficienti nel tenersi calde a vicenda, la sola cosa che dovrete fare sarà assicurarvi di chiudere la porta del pollaio la notte.

Autodoor

…e assicurarvi che la porta del pollaio sia sempre chiusa al tramonto anche quando non sieta a casa, la porta per pollai Automatica è la soluzione ideale per il pollaio Eglu Cube o per i pollai in legno. Potete programmare Autodoor per chiudersi ad un orario preciso o seguendo la luminosità per seguire il ritmo delle galline che vanno a dormire quando cala il sole. Autodoor non necessita di batterie ed è stato testato per funzionare anche a -10 gardi celcius così da non aver preoccupazioni qualunque tempo ci sia fuori!

L’altro vantaggio dell’ Autodoor è che si riapre da sola all’alba così che potrete andare al lavoro anche prima che sorga il sole senza la preoccupazione di dover far uscire le ragazze; oppure potrete alzarvi tardi nel fine settimana senza dovervi alzare al freddo per andare ad aprire la porta del pollaio!

“Le giornate si accorciano e non potrei essere più felice del sapere che le galline sono al sicuro e al caldo grazie alla porta Automatica della Omlet. Autodoor mi ha regalato la serenità, la flessibilità di alzarmi quando voglio! Non la raccomanderò mai abbastanza!” – Hayley’s Lottie Haven

Coperture

Le galline sono abili ad adattarsi alle temperature fredde ma non amano bagnarsi ed è meglio proteggerle dagli elementi nel recinto grazie alle coperture and frangivento. Disponibili in varie misure per adattarsi alla lunghezza del vostro recinto le coperture proteggono le ragazze dal vento e dalla pioggia in modo che possano continuare a giocare fuori indipendentemente dal tempo e lascia anche passare la luce attraverso.

Gilet per le temperature estreme

Quando le temperature calano considerevolmente sotto lo zero e per diversi giorni di fila, potrebbe essere opportuno riscaldare le galline con un gilet adatta alle temperature estreme. Le galline debilitate e quelle anziane beneficieranno di questo aiuto extra.

Intrattenimento

Per evitare che le galline si annoino ci sono vari giochi interattivi con cui possono divertirsi con ogni clima. Il Posatoio per galline fornisce un posatoio esterno che può essere posizionato ovunque nel recinto (e protetto dalle coperture) quando le galline non possono appollaiarsi nei soliti spazi intorno al giardino. L’ altalena garantisce ore e ore di divertimento e può essere posizionata facilmente ovunque nel recinto. Mentre il Peck Toy e il dispenser Caddi offrono un divertimento interattivo oltre a distribuire cibo.

Extra

Evitate che l’acqua delle galline geli con il riscaldante dell’acqua per essere certi che abbiano acqua a disposizione in ogni momento. E’ anche consigliabile aggiungere del pellet extra alla lettiera e bocconcini in più dato che le galline hanno bisogno di più energia per scaldarsi e deporre le uova in inverno.

 

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Galline on October 10th, 2019 by linnearask


Finalmente una gabbia per pappagallini degna della bellezza di questi uccellini

La rivoluzionaria NUOVA gabbia Geo per uccelli della Omlet con un design contemporaneo da togliere il fiato, ridefinisce gli standard degli ambienti per uccelli. La forma geodetica definisce uno spazio luminoso per gli uccelli, creando il perfetto ambiente per mettere in risalto la loro naturale bellezza.

Un design impeccabile raggiunto dopo diversi test è culminato in questa forma definitiva che non ha nulla di superfluo ma a cui non manca nulla.

Simon Nicholls, il responsabile Omlet per il design ha spiegato “L’ispirazione per la gabbia Geo viene da un esperto mondiale Buckminster Fuller, che è stato pioniere delle cupole geodetiche negli anni 50. Partendo dalla forma abbiamo sviluppato oltre 60 prototipi per assicurarci che ogni dettaglio fosse ottimizzato sia per gli animali che per i proprietari. Non potrei essere più fiero del risultato finale.”

Un ottimo esempio della cura e attenzione ai dettagli è la mangiatoia centrale nella gabbia Geo. Un piacere da usare sia per gli uccellini che per i proprietari, è anche un notevole pezzo di ingegneria. Raccoglie in modo intelligente ogni tipo di avanzo e semi in un contenitore che la rende tra le più pulite nel suo genere.

Gli uccellini sono il secondo animale più popolare in Italia secondo un’indagine Assalco-Zoomark. I pappagallini sono i preferiti dai bambini, genitori e nonni perché amano la compagnia umana e possono essere facilmente addestrati a stare sulla mano e a volte a parlare. Grazie all’ultima innovazione Omlet, avere dei pappagallini sarà ancora più facile, pulito e bello!

Disponibile in color crema o verde acqua e può essere ulteriormente personalizzata grazie alle due altezze disponibili. Realizzato in solido bambù, e potrete averlo ad altezza di un tavolino oppure più alto. Nessun’altra gabbia per uccellini arreda con tanta eleganza la vostra casa.

La copertura della gabbia Geo Constellation è il tipico tocco di classe che i proprietari di animali si aspettano dalla Omlet. Decorata all’interno con una mappa delle stelle, una volta posizionata su Geo la notte, consente ai pappagallini di scovare Orione, l’Orsa Maggiore e magari contare le stelle prima di addormentarsi!

La gabbia Geo per uccelli è disponibile solo su Omlet a partire da 110€.

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Pappagallini on October 9th, 2019 by linnearask


Ricetta autunnale della Torta di Mele

Quando le foglie iniziano a cadere e le giornate si accorciano, iniziamo a desiderare il comfort food. Cosa c’è di più confortante di una torta di mele tiepida con crema pasticcera fatta in casa?! Le mele abbondano in questo periodo dell’anno, coglietene un cesto pieno e prepariamo assieme una delizia fatta in casa.

Ingredienti:

Ripieno

4 Mele da cuocere

150g Zucchero di canna

Una presa di Cannella

3 cucchiai da tavola di Farina

La Pasta

250g Burro

50g Zucchero di canna

2 Uova

350g Farina

Crema Pasticcera

2 cucchiai da tavola di pasta di Vaniglia

1 bicchiere di latte intero

4 grossi rossi d’uovo

2 cucchiai da tavola di Zucchero di canna

1 cucchiaio da tavola di farina di mais

Procedimento:

  • Il ripieno- Sbucciate, e tagliate a fette 4 mele. Lasciatele su un foglio di carta assorbente perché perdano acqua. Lasciatele finché non le utilizzerete.
  • Mescolate lo zucchero e la farina per il ripieno con cannella e mettete il tutto in una ciotola sufficientemente grande per contenere anche le mele e lasciate da parte a riposare.
  • Per la Pasta- sbattere il burro con lo zucchero assieme e poi aggiungere 1 uovo intero e 1 tuorlo (tenete da parte l’albume per la rifinitura.)
  • Aggiungete gradatamente la farina finché non inizia a formarsi una palla, impastate con le mani e formate una palla solida. Avvolgete in una pellicola e mettete in frigo a raffreddare per 1 ora.
  • Mentre la pasta è in frigo, iniziate a fare la crema pasticcera.
  • La crema pasticcera- Mettete a scaldare il latte intero e la vaniglia in pasta fino ad ebollizione e poi togliete dal fuoco. Mentre si raffredda, in una ciotola sbattete 4 tuorli, zucchero e farina di mais e poi iniziate ad aggiungere lentamente il latte senza mai smettere di mescolare.
  • Quando avrete aggiunto tutto il latte, rimettete il composto in una casseruola e fate cuocere a fuoco lento per circa 20 minuti, mischiando continuamente, togliete dal fuoco quando comincia ad addensarsi.
  • Togliete la pasta dal frigo e toglietene 1 terzo per poi coprire la torta. Stendete la pasta nella tortiera e assicuratevi che sbordi un poco.
  • Aggiungete le mele nella ciotola con lo zucchero e la farina e mescolate bene. Versate il composto sulla pasta nella tortiera e poi coprite con la restante pasta.
  • Sigillate bene i bordi aiutandovi con l’acqua.
  • Tagliate via la pasta che cresce e fate dei piccoli tagli nella parte alta per far uscire il vapore.
  • Pre-risacaldate il forno a 190 gradi c e infornate la torta per circa 40 minuti finché la parte sopra non sarà ben dorata.
  • Lasciate raffreddare per 5 minuti e poi servire calda accompagnata da crema pasticcera calda o fredda.

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Ricette on October 4th, 2019 by linnearask