The Omlet Blog

Come conservare le uova?

Abbiamo tutti in mente l’idea delle uova ben pulite e fresche di frigo per cui il modo migliore per conservarle è di lavarle e metterle in frigo?

La risposta è ‘no’. Con un pizzico di ‘si’ nel mezzo. Sebbene le conoscenze degli allevatori di galline siano vaste, ci sono ancora dei dibattiti sul miglior modo per conservare le uova.

Abbiamo raccolto vari argomenti e li abbiamo riassunti qui sotto. Benvenuti nel dibattito!

Lavare le uova?

A meno che le uova non siano sporche – magari a causa degli escrementi nel pollaio, o di depositi di sporcizia durante la deposizione – non necessitano di essere lavate. Un uovo fresco appena deposto ha il guscio coperto da un film protettivo chiamato cuticola e questo agisce come un filtro di difesa antibatterico. Se viene lavato, se ne va anche il filtro. In ogni caso se poi le uova vengono riposte in una scatola pulita, non dovrebbe essere un problema.

Le uova con il guscio sporco, devono essere pulite e poi è una buona idea usarle per prime – principalmente per tenere la scatola delle uova o il portauova in buone condizioni!

Se vi interessa saperlo, le uova comprate in negozio, vengono lavate secondo le regole igieniche e vengono poi rivestite con un equivalente chimico della cuticola per riprodurre l’effetto antibatterico.

Da refrigerare?

Alcuni allevatori conservano le uova in frigo mentre altri credono che non sia necessario. Quindi qual’è la soluzione migliore?

Ci sono due regole generali – conservarle sotto i 20°C, e tenerle lontane da odori forti che potrebbero comprometterne il gusto. Per il resto, decidete voi.

Nel 2013 è stato condotto uno studio a cura della Food Test Laboratories in Inghilterra in cui hanno messo a confronto due partite di uova del supermercato. La metà di queste uova è stata tenuta per due settimane in frigo e l’altra metà a temperatura ambiente.

Le uova sono state testate per ‘sospetti’ batteri come la salmonella e listeria all’inizio dell’esperimento e dopo due settimane. I risultati hanno dimostrato che non ci sono differenze nel tenere le uova in uno o nell’altro modo perché in nessuno dei duo set di uova erano presenti segni di infezioni batteriche sia all’interno che all’esterno.

E’ la cuticola che protegge e mantiene le uova fresche e senza batteri. Se per qualche motivo dovete lavarle, probabilmente è meglio metterle in frigo dato che i gusci non sono più protetti. Tenetele in una scatola sulle mensole del frigo e non nei contenitori in plastica per uova dello sportello frigo (che sono uno scomparto fisso nei refrigeratori).

Le uova non devono essere sbattute perché l’albume rischia di deteriorarsi e diventa leggermente acquoso. Un uovo che viene costantemente scosso dall’apertura della porta del frigo perde le qualità leganti in cottura e avrà un aspetto brutto, piatto e acquoso nella padella. Le porte del frigorifero inoltre sono le zone più calde e l’area in cui ci sono più fluttuazioni di temperatura che non sono l’ideale per le uova.

Cestino o scatola?

Le uova tenute fuori dal frigo devono essere conservate in scatole e sopra devono esserci le uova più vecchie. Selezionare le uova in base alla data di deposizione è più difficile se le tenete in un cesto in acciaio anche se è sicuramente bello a vedersi. Alcuni utilizzano un codice con dei pallini colorati, altri scrivono la data di deposizione. Se non siete certi sulla freschezza dell’uovo, potete sempre ricorrere al metodo tradizionale: mettete l’uovo in una ciotola di acqua e state a guardare come si posiziona. Le uova freschissime saranno stese sul fondo mentre quelle più vecchie avranno la punta che tende verso l’alto. Quelle che poi sono andate oltre la data di consumazione, galleggeranno.

Un altro vantaggio delle scatole per le uova è che potete metterle via con la punta verso l’alto. Questo mantiene i tuorli centrati e quando verranno cotte sode o alla coque, avranno un aspetto migliore. Se però le uova vengono usate principalmente per fare delle torte salate e delle torte, non sarà un problema.

Un portauova è un altro modo per conservare le uova con gusto. Aiuta a tenere le uova per ordine di deposizione ed è anche bello a vedersi.

Come conservare le uova aperte?

Le uova aperte devono essere conservate in frigo in un contenitore ermetico e devono essere consumate entro tre giorni. I tuorli possono essere coperti con acqua per evitare che si disidratino. L’acqua viene eliminata prima dell’utilizzo.

Le uova già cotte che vengono avanzate (come ad esempio le uova sode) lasceranno sempre un ‘sentore’ nel frigo. Questo è dovuto al solfato di idrogeno, un gas che si forma quando vengono cotte le uova (mai presente nelle uova crude). Sebbene non piacevole, il gas è innocuo. Le uova conservate così devono essere consumate entro la settimana.

Quindi alla fine di tutto potete conservare le uova dove meglio credete. Fintanto che le terrete lontano dal calore e dagli odori forti ed eviterete di sbatterle, avrete trovato la soluzione al rompicapo!

This entry was posted in Galline