The Omlet Blog

Le galline hanno freddo?

Le galline sono animali resistenti e si adattano molto bene al clima sia che si tratti di caldo che di freddo. A meno che l’inverno dove abitate sia ,davvero intenso, le vostre galline saranno in grado di tenersi calde stando vicine le une alle altre nel pollaio e le giornate fredde non impediranno loro di uscire a raspare e becchettare nel recinto o in giardino.

Come fanno a tenersi calde in inverno?

Il segreto delle galline sta nel loro isolamento naturale. Le penne le aiutano a mantenere il calore corporeo e riscaldano l’aria intrappolata sotto le penne gonfie. Quando è a riposo, la temperatura corporea di una gallina va a 40–43°C e il battito cardiaco è intorno ai 400 battiti al minuto – prova di un metabolismo elevato che le fa reagire bene al clima invernale.

Guardare le galline mentre raspano sul terreno ghiacciato o mentre incedono nella neve ci fa domandare come facciano a mantenere le zampe calde. Dopotutto è una delle poche parti che non ha le penne per tenerle calde (a meno che non abbiate delle razze che hanno le zampe piumate come le Cocincine, Brahma o Moroseta). La risposta sta nelle squame delle zampe che in un certo senso mantengono il calore. In media le galline sono sempre in movimento e non tengono mai le zampe a terra troppo a lungo.

Come si fa a capire se hanno troppo freddo?

Potete capire se una gallina ha freddo, semplicemente guardandola. Avrà le penne arruffate e sarà appollaiata lontano da terra probabilmente con una zampa sollevata. La cresta e i bargigli potrebbero essere più pallidi del solito. Questi non sono segnali di sofferenza e finché la gallina si ferma solo a fare una breve pausa invece che rimanere immobile per tutto il giorno, non c’è da preoccuparsi.

Non bisognerebbe mai lasciare le galline bagnate fradice. E’ più pericoloso delle temperature esterne o della neve e in casi estremi può portare all’ipotermia. Una gallina in questo stato mostra sintomi quali rigidezza ed è fredda al tatto, gli occhi spalancati oppure chiusi. Se trovate una delle galline in queste condizioni, portatela subito in casa e avvolgetela con un asciugamano caldo. Una volta che si sarà rimessa, lasciatela riposare in una scatola in un ambiente caldo per alcune ore.

Appollaiarsi sui trespoli le aiuta a stare al caldo?

Come molti altri uccelli, le galline spesso adottano la posa ‘su una zampa’ in inverno, ritirando una delle due al caldo sotto la pancia. Questo riduce la perdita di calore ed evita alle zampe di gelare a contatto con il suolo ghiacciato. Come tutti gli uccelli, le galline sono animali a sangue caldo e il calore del corpo fa le sue magie.

Appollaiarsi è uno dei metodi più efficaci per mantenere il calore corporeo. Una gallina quando si appollaia è come se si chiudesse con le penne gonfie e le zampe raccolte sotto. Se lo spazio lo consente, installate un trespolo piatto nel pollaio o nel recinto. Questo consentirà alle galline di stare appollaiate senza doversi aggrappare alla barra e quindi rischiare di raffreddare le zampe. Un vaso rigirato, un tronco, un pallet o altre soluzioni sollevate da terra daranno alle galline una superficie piatta dove mettersi per evitare ghiaccio e neve.

Quando il freddo diventa troppo freddo per le galline?

Le galline sanno regolare la loro temperatura e il loro comportamento a seconda delle condizioni in cui vivono; dove possono vivere degli esseri umani, possono farlo anche le galline. E’ la combinazione di bagnato e freddo che può essere fatale per cui garantire un pollaio asciutto è vitale e gli animali che si bagnano dovrebbero essere asciugati. Applicate della vaselina alle creste per prevenire il congelamento.

Le galline possono morire di freddo?

Di solito il freddo non uccide le galline, finché hanno un pollaio caldo dove ritirarsi quando il tempo è troppo freddo. Le galline che hanno freddo sono più soggette del solito ad ammalarsi e a prendere dei parassiti e la produzione di uova diminuisce. Le galline si appollaiano semplicemente sui trespoli o nei nidi con le penne gonfie.

Qual’è il miglior pollaio per l’inverno?

Il tipo di pollaio fa una grande differenza. Negli inverni più freddi, un pollaio in legno con correnti d’aria può rapidamente diventare umido e quindi gelare, mentre una struttura più robusta e resistente come Eglu, che tiene fuori l’umido e il freddo, consente di riscaldarsi dopo una giornata indaffarata all’aperto. La temperatura nell’ Eglu resterà relativamente alta mentre le galline sono dentro la notte.

Potrete aiutare le galline a stare al caldo lontano da gelo e neve assicurandovi che il pollaio sia pulito e asciutto. Eliminate ogni traccia di neve e mantenete uno strato di paglia a terra. Potete dare una protezione extra isolando la recinzione – anche se ci deve essere sempre un po’ di ventilazione per consentire ai gas rilasciati dagli escrementi di fuoriuscire.

Una porta automatica aiuterà a mantenere un ambiente favorevole. Se inserite un riscaldatore dovrà essere uno specificamente progettato per pollai ed è meglio utilizzarlo solo se le temperature scendono al di sotto dei 5°C, altrimenti le galline si potrebbero abituare al caldo e poi lo sbalzo di temperatura potrebbe essere disastroso.

Cosa succede se una gallina prende troppo freddo?

Le giovani galline sono più suscettibili al freddo rispetto alle galline adulte. Se una gallina giovane però ha già il piumaggio completo, sarà resistente tanto quanto le galline adulte. I pulcini vanno tenuti sotto un’apposita lampada riscaldante. Se lasciate dei pulcini a sé stessi, il freddo potrebbe ucciderli.

Suggerimenti per il freddo

Le seguenti precauzioni aiuteranno ad avere galline felici in inverno:

  • Proteggete le creste e i bargigli dal congelamento con della vaselina o un prodotto equivalente.
  • Fate attenzione a non far ghiacciare l’acqua. Controllate almeno due volte al giorno per togliere il ghiaccio. Se le previsioni indicano delle gelate, portate i contenitori all’interno o, se possibile, acquistate un riscaldatore dell’acqua studiato apposta per evitare che ghiacci.
  • Di solito le galline rientrano in pollaio da sole la sera ma in inverno potrebbero attardarsi per cercare un po’ più di cibo. Se le vostre galline tendono a vagare al buio, un giubbino ad alta visibilità vi aiuterà a localizzarle e in caso uscissero dal giardino saranno più visibili.
  • Le lampade riscaldanti o i radiatori ad olio possono fornire un calore nei fabbricati rurali ma di solito servono solo in caso di animali molto deboli o a quelli a cui mancano molte penne (come le galline ex-batteria). E’ sempre meglio che lo spazio dia più freddo che troppo caldo.
  • Se non avete un comodo Eglu, i pollai in legno possono essere isolati con pluriball, cartone, vecchi tappeti o lenzuola.
  • Uno strato di lettiera extra a terra nel pollaio, aiuterà le galline a stare al caldo.
  • Aggiungete una protezione impermeabile al recinto in modo da dare sollievo alle galline.
  • Date loro del mais extra prima che vadano a dormire in pollaio perché la digestione produrrà calore che le terrà calde. In generale le galline mangiano di più nei mesi freddi dato che spendono più energie per tenersi calde.
  • Alcuni allevatori aggiungono alla dieta quotidiana delle proteine extra o dello strutto per aumentare i livelli di grasso. Il grasso mantiene il calore e l’animale ne beneficia – ma non le zampe.

Per cui, la risposta alla domanda ‘Le mie galline soffrono il freddo?’ è di solito ‘no’. Assicuratevi che l’ambiente in cui vivono le galline sia adeguato – nello specifico il pollaio e il recinto – a tutti i tipi di temperature e staranno bene anche le galline.

This entry was posted in Galline