Ci sono dei tempi di attesa a causa dell'elevato numero di domande. Vi preghiamo di visionare la nostra pagina sulle Consegne per ulteriori informazioni.

The Omlet Blog

10 piante amiche dei gatti (e quelle da evitare)

Che siano in giardino o in casa, le piante non solo migliorano l’aspetto di un ambiente ma possono anche aiutare a risollevare l’umore, aumentare la creatività e ridurre lo stress. Anche se non sempre teniamo in considerazione la parte pericolosa delle piante, è importante sapere che alcune sono tossiche se ingerite dal gatto. Se decidete di dare un tocco di verde a casa vostra, assicuratevi di fare attenzione alla scelta delle piante e che siano sicure per il vostro amico felino.

Per aiutarvi a scegliere la pianta che metterete orgogliosamente sul tavolino in salotto, abbiamo compilato una lista di 10 piante che potete acquistare senza esitazioni.

Perché la scelta della pianta è tanto importante per il vostro pet?

I gatti tendono a mangiare le piante. Questo comportamento è abbastanza frequente nei gatti per varie ragioni come ad esempio la noia, perché gli piace la consistenza, necessità di alcune fibre e altro ancora.

Ingerendo alcune piante il gatto potrebbe anche cercare di eliminare i boli di pelo che si sono formati mentre si toelettava, attraverso il vomito.

E’ però essenziale scegliere le piante adatte e, se non desiderate che tocchi le vostre piante ornamentali, potreste pensare a creare un angolino tutto per loro.

10 piante non tossiche adatte ai gatti

  • Graminacee

Che si tratti di grano, avena, orzo o segale, le graminacee non sono tossiche per il gatto. Possono masticarle senza rischiare nulla. Il gatto può anche giocare senza problemi con la Deschampsia cespitosa, Briza media (sonaglini comuni), Penniseto villoso o la Stipa tenuifolia (Nasella tenuissima).

Se osservate i gatti in natura, vedrete che cercano spesso le graminacee.

  • Erbe aromatiche

Potete piantare timo, salvia, melissa e valeriana senza temere per la salute del gatto. La valeriana viene spesso prescritta dagli stessi veterinari per i gatti stressati. Ma se le volete utilizzare per la cucina non lasciatele troppo in giro perché rischiate di non trovarne più. Volendo, potete divertirvi a nasconderle all’interno dei giochi per gatti per stimolarne i sensi.

Non dimenticate la manta che potete mettere nel box lettiera del gatto per ridurre i cattivi odori.

  • Erba gatta / Nepitella

Questa pianta è conosciuta con vari nomi ma è sempre la stessa: erba gatta (Nepeta cataria). Questa pianta ha un effetto euforico sui gatti a causa dell’odore che sprigiona. Di fronte a questa pianta i gatti tendono a strofinarsi e rotolarsi… Se miagolano, fanno le fusa o la leccano, è perfettamente normale! Nessun motivo di preoccuparsi perché è assolutamente innocua nonostante gli effetti che provoca nei gatti. 2 gatti su 3 sono irresistibilmente attratti da questa pianta.

  • Papiro

Oltre a decorare casa, il papiro è una pianta che stimolerà i gatti al gioco con le sue foglie cadenti. E’ anche molto efficace per depurare l’organismo del gatto.

  • Erica

Contrariamente a quello che si pensa comunemente, l’erica non è una pianta nociva per i felini.

  • Lavanda

La lavanda è una pianta che tendenzialmente calma il gatto. Oltre a profumare di buono e a nascondere i cattivi odori (specialmente di lettiera), si ritiene che la lavanda abbia proprietà calmanti.

  • Camedrio

Il camedrio è una pianta molto apprezzata dai gatti. Spesso la masticano e ci si strofinano.

  • Callisia

Questa pianta è innocua per i gatti. In caso di ingestione, non temete, è piena di nutrienti. La callisia è ricca di minerali e di calcio.

  • Camomilla

Come per gli esseri umani, la camomilla è consigliata per controllare lo stress. Potreste dargliene quando dovete viaggiare in macchina o in treno perché per i gatti è molto stressante. Le varie proprietà della camomilla, calmeranno, rilasseranno il gatto.

  • Idraste

Utilizzata per disinfettare ferite e altre lesioni, l’idraste è una pianta interessante da tenere sotto mano per curare i vari malesseri. Nota per le sue proprietà calmanti, disinfettanti e curative. In più non è tossica per gli animali.

Piante da evitare

Ci sono molte piante che sono tossiche per gli animali e per i gatti nello specifico. Se avete un gatto a casa, dovrete prestare attenzione alle piante tossiche.

Dentro e fuori casa le piante da evitare sono la dieffenbachia, mughetto, giglio, ficus, azalee, anturio, narcisi, oleandro, agrifoglio e vischio, poinsettia, yucca, amarilli… Questa lista non è esaustiva e in caso di dubbi prima di comprare una pianta, cercate su internet, domandate al veterinario o al fiorista.

Se il gatto dovesse ingerire o venire in contatto con queste piante, non esitate a chiamare il veterinario o a portarlo immediatamente in clinica. Le conseguenza possono essere gravi.

This entry was posted in Gatti


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *