Limited availability due to high demand. Please see our Stock Availability page for more information.

The Omlet Blog

Come ridurre i cattivi odori provenienti da una lettiera per gatti da interno

Foto di Erica Leong su Unsplash

Un gatto che vive in casa usa frequentemente la lettiera ed è importante per il proprietarioessere in grado di tenere sotto controllo i cattivi odori. Le lettiere per gatti maleodoranti possono però essere molto più che un aroma sgradevole che alegia per casa. La cosa preoccupante è che i cattivi odori che provengono dalla lettiera possono avere effetti negativi sulla vostra salute e su quella del gatto. Con alcuni consigli sull’igiene della lettiera però, sarete in grado di tenere sotto controllo gli odori e creare un ambiente più salubre in cui vivere.

Che cosa fa puzzare tanto una lettiera per gatti?

Un odore di rancido che proviene da una lettiera può essere causato da una mancanza o da una scarsa pulizia. Anche se pulite la lettiera, se non lo fate efficacemente, maschererete solo gli odori, senza eliminarli.

Prima di qualunque altra cosa, assicuratevi che il gatto non spruzzi per casafuori dalla lettiera perché questo potrebbe essere il motivo del cattivo odore che circola per casa. Il gatto che spruzza fuori dalla lettiera può avere varie cause tra cui la noia, marcare il territorio e disagio dovuto ad una malattia. Se invece vi accorgete che il gatto semplicemente si rifiuta di usare la lettiera, allora le cause sono legate alla lettiera stessa. Alcune motivazioni possono essere

Che la lettiera è sporca, (noi non utilizzeremmo un bagno sporco per cui perché dovrebbero farlo i gatti?); al gatto non piace il tipo di lettiera che state utilizzando per odore o per consistenza (ricordate che anche i gatti hanno le loro preferenze!); oppure il posizionamento della lettiera che non aggrada il gatto/i.

Un box toilette dovrebbe essere posizionato in un angolino tranquillo, lontano dal via vai di casa per assicurare pace e tranquillità. La lettiera dovrebbe anche essere lontana da dove mangiano i gatti, avere luce sufficiente ed essere abbastanza spaziosa perché il gatto possa starci confortevolmente. I box toilette Maya sono un’ottima soluzione per i gatti che desiderano una privacy completa e comfort. Con i cinque diversi stili e punti di accesso, i vostri amici pelosi troveranno sicuramente qualcosa di adatto a loro.

In ogni caso, se deciderete di spostare la lettiera in un posto più tranquillo, per il benessere del gatto, sarà sicuramente un bene e

aiuterà nella gestione dei cattivi odori in casa. Fate attenzione perché i gatti sono animali abitudinari e non bisogna disturbare i loro spazi con grande attenzione. La transizione da un box lettiera ad un altro deve essere fatto per gradi. Acquistate un secondo box toilette e mettetelo nella nuova location mentre terrete quella vecchia dove era. Dopo circa una settimana, se il gatto ha iniziato ad usare il nuovo box toilette, potete rimuovere quello vecchio perché è un indicazione certa che si trova a suo agio con quella nuova. Un altro consiglio è di continuare ad usare la lettiera che usavate per non aggiungere ulteriore stress.

Una volta appurato che il cattivo odore non è dovuto al gatto che spruzza fuori dalla lettiera ma dalla lettiera stessa, allora potete iniziare a lavorare per tornare ad avere una casa che profuma di pulito.

Come tenere sotto controllo gli odori

Lavate regolarmente il Box

Anche se può sembrare ovvio, pulire regolarmente il box lettiera è il punto di partenza per dire addio ai cattivi odori. Ogni quanto pulire approfonditamente la lettiera, dipende da quanto viene usata oltre ad altri fattori come età, dieta ed esercizio. Se con questo regime di pulizia notate che gli odori sono più intensi, aumentate la frequenza e iniziate a pulirla a fondo una volta a settimana. Per lavare il box lettiera, per prima cosa togliete la sabbietta che c’è dentro e poi iniziate a strofinare utilizzando acqua calda mista ad un detergente delicato perpiatti. Una volta terminata la pulizia, asciugate con una salvietta. Se siete alla ricerca di una soluzione ancora più facile per pulire la lettiera, date un’occhiata alle fodere per lettiere che evitano che lo sporco si attacchi alle pareti del box. I Box Toilette Maya hanno di serie una fodera interna idrorepellente e di lunga durata che renderà più semplice il compito di pulire la lettiera.

Continuate a togliere con la paletta la lettiera sporca

Pulite la lettiera con la paletta almeno due volte al giorno. All’inizio può sembrare stressante e faticoso ma ai gatti piace avere uno spazio pulito dove fare i bisogni per continuare ad usare la lettiera. Inoltre, pulire frequentemente con la paletta, perché farlo significa ridurre gli odori cattivi. E’ anche importante cambiare la paletta e il box toilette annualmente. Questo perché con il tempo, la paletta in plastica reagisce con l’acido presente nell’urina del gatto, facendo degradare la plastica.

Utilizzate una lettiera agglomerante

La lettiera agglomerante forma dei grumi quando la lettiera si inumidisce o quando individua l’urina del gatto. Un vantaggio di questo tipo di lettiere è che sono più facili da pulire con la paletta prima che abbia tempo di depositarsi e di fare odore. Se siete alla ricerca di una buona lettiera agglomerante, la lettiera agglomerante all’argilla è molto popolare per le sue proprietà assorbenti. Omlet ha una vasta gamma di lettiere agglomeranti incluse quelle all’ argilla, che aiutano a mantenere il box pulito più a lungo. Quando la lettiera agglomerante si asciuga, grazie all’alto potere assorbente, evita che poi venga portata in giro per casa e questo rende più facili le pulizie.

Aggiungere un altro box toilette

Se siete abbastanza fortunati e avete più di un gatto, siamo certi che sapete quanto può puzzare una lettiera! Sappiamo tutti quanto può essere maleodorante la lettiera usata da un solo gatto e non c’è bisogno di immaginare con due o tre…! Acquistare un altro box, potrebbe sicuramente aiutare a contrastare i cattivi odori perché diminuir° la quantità degli escrementi in ogni box. La regola generale è di avere una cassetta per ogni gatto.

Provate un deodorante per lettiere

Non bisogna utilizzare i deodoranti per lettiera per rimpiazzare una corretta igiene ma sono comunque un ottimo modo per avere la lettiera che profuma di fresco una volta terminate tutte le operazioni di pulizia. I deodoranti sono in commercio sia sotto forma di granuli, sfere, spray, o in polvere, con una vasta gamma di profumazioni. In alternativa potete utilizzare una lettiera profumata e anche in questo caso ce ne sono diverse in commercio. In ogni caso fate attenzione perché spesso i gatti sono molto sensibili ai nuovi odori e potrebbero non apprezzare. Come altra opzione, potete scegliere un deodorante senza profumazione che funziona neutralizzando i cattivi odori. Questi sono la scelta migliore se avete un gatto sensibile agli odori.

I carboni attivi

Proprio come l’argilla, il carbone attivo è molto assorbente ed è perfetto per liberarsi dai cattivi odori. Per incorporare il carbone potete optare o per un sacchetto di lettiera che contenga carbone o carbone attivo, o comprare un deodorante che lo contenga. I box toilette Maya sono venduti con un filtro a carboni attivi che evita agli odori di fuoriuscire. Molte lettiere per gatti della Omlet hanno una composizione con carbone attivo per il massimo controllo degli odori.

Utilizzate il bicarbonato di sodio

In caso decideste che un deodorante non è la scelta giusta per voi o per il vostro gatto, utilizzare del bicarbonato di sodio è un modo sicuro per evitare la fuoriuscita di odori anche se sembra una soluzione un po’ improvvisata. Il bicarbonato non solo è completamente naturale, sicuro e quindi un’opzione pet friendly per i gatti; può anche essere usata su qualunque tipo di lettiera, assorbendo l’urina del gatto. Poco bicarbonato durerà a lungo, avrete bisogno di solo un paio di cucchiaini da té anche per una grande lettiera.

I pericoli di una lettiera sporca

I pericoli di una lettiera maleodorante per gli esseri umani

L’ammoniaca è la responsabile dei cattivi odori della lettiera e si trova in una concentrazione dello 0.5 per canto circa nell’urina del gatto. Dato che il box continua ad accumulare gli escrementi, magari in una stanza non ben ventilata, si forma il pericoloso gas di ammoniaca. Una sovraesposizione all’ammoniaca può provocare nausea e mal di testa e nei casi più gravi può portare alla polmonite. Per coloro che hanno un sistema immunitario compromesso o le donne incinte, un’esposizione all’ammoniaca può essere il via all’insorgenza della toxoplasmosi, un infezione del parassita toxoplasma gondii che può anche essere letale.

La febbre del graffio è un’infezione batterica causato dal batterio Bartonella henselae, correlato alle feci del gatto. Anche se molto raro, la malattia può causare dei sintomi pericolosi come stanchezza, ghiandole ingrossate e febbre.

I pericoli di una lettiera maleodorante per i gatti

I gatti sono animali molto puliti e questo significa che molti di loro utilizzeranno solo lettiere molto pulite e quindi eviteranno il più possibile di usarne una sporca, anche se significa trattenersi dal fare i propri bisogni. Ma per i gatti, trattenersi dall’urinare non è una buona idea perché può causare delle infezioni al tratto urinario o un blocco dei reni. Prevenire è sempre meglio che curare.

I gatti possono anche contrarre la febbre da graffio i cui sintomi più comuni sono ghiandole ingrossate, stanchezza, mancanza di appetito.

Avere un gatto in casa non significa dover scendere a compromessi con gli odori. Anche se a volte i cattivi odori che provengono dalla lettiera possono essere opprimenti, non significa che le cose debbano rimanere invariate. Fortunatamente con un po’ di consigli, siete un passo più vicini al dire addio ai cattivi odori della lettiera una volta per tutte.

This entry was posted in Gatti


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *