Fino al 20% di sconto per il Black Friday! Affrettati! La svendita termina il 29 novembre a mezzanotte! Termini e condizioni.
Limited availability due to high demand. Please see our Stock Availability page for more information.

The Omlet Blog

Come distinguere un gallo da una gallina

Un gallo e una gallina davanti ad un dispenser Caddi e un Peck Toy

State considerando la possibilità di mettere ad incubare alcune delle uova delle vostre galline? Oppure si sono appena schiuse delle uova e vi state domandando come fare a definire il sesso dei pulcini?!

Mentre entrambe sono avicoli, il gallo è il maschio e la gallina è la femmina. Quando si tratta dei pulcini magari avrete sentito il termine “pollastra” che è il nome che si dà ai polli nati nell’anno. Potreste trovare utile dare un’occhiata al Glossario delle galline della Omlet e al nostro blog su come definire l’età di una gallina per avere altre informazioni sull’argomento.

Ora che abbiamo definito chi sono entrambe, possiamo approfondire le differenze fisiche e comportamentali. Vale la pena sottolineare che la maggior parte di queste differenze non è immediatamente individuabile dalla nascita e possono cambiare a seconda della razza. Ad ogni modo più avanti nel blog approfondiremo lo sviluppo settimanale dei pulcini e a quale età possono definirsi galli o galline.

5 modi facili per differenziare fisicamente un gallo da una gallina

Penne del collo

Quando osserviamo per determinare il sesso di un pollo il termine è sessaggio. Un modo per farlo è guardare le penne del collo nello specifico. I maschi hanno delle penne della coda lunghe e appuntite che restano sollevate. In questo modo appaiono più grandi di quel che sono di fronte ad un avversario. Le penne delle femmine al contrario sono più piccole, tondeggianti e morbide.

Hanno la coda?

Osservare le penne della coda è un altro modo per distinguere tra i maschi e le femmine dei polli.

Le penne scapolari sono un tipo di penne che vanno dalla schiena del polli e arrivano alla coda. Entrambi, galli e galline, hanno questo tipo di penne ma quelle delle femmine sono più rotonde mentre quelle dei galli sono più lunghe e appuntite.

Poi ci sono le penne falciformi, che le galline non hanno. Queste sono delle penne lunghe e arcuate che spuntano dalla coda del gallo.

Zampe e gambe

I galli di solito hanno zampe massicce che normalmente servono a combattere in caso di difesa delle galline. Approfondiremo l’aspetto comportamentale più avanti nel blog.

Gli speroni sono una parte dell’osso della zampa che somiglia ad un corno e che è un indicatore che ci dice se siamo al cospetto di un gallo o una gallina. Si trovano nella parte posteriore della zampa e anche se non sono un attributo esclusivo dei maschi sono però molto più frequenti nei maschi che non nelle femmine. Gli speroni di un maschio arrivano a misurare vari centimetri di lunghezza e sono affilati.

Creste e bargigli

Sia i galli che le galline hanno creste e bargigli, con le creste che sono posizionate sulla testa mentre i bargigli si trovano sotto il mento. Le sembianze della cresta e dei bargigli variano a seconda delle razze ma come regola generale potete sessare un pulcino osservando la cresta. Questo perché se entrambi, galli e galline, hanno le creste di color rosso, quelle delle galline sono di un rosso meno brillante e sono più piccole mentre quelle del gallo sono di colore intenso e al tatto sembrano di cera.

Quando si tratta di bargigli, nelle galline sono più piccoli. Proprio come la cresta, anche i bargigli nei galli sono di colore più acceso rispetto alle galline.

Depongono le uova?

La deposizione delle uova è un metodo sicuro per sapere se avete a che fare con un gallo o una gallina! Se vedete che fa l’uovo, indipendentemente dai tratti fisici o comportamentali, si tratta sicuramente di una gallina!

Tre galline in un nido del pollaio Eglu Go UP

Quali sono le differenze comportamentali tra gallo e gallina?

Comportamento del gallo vs. gallina

Abbiamo appena visto le differenze fisiche tra galli e galline ma quali sono le principali differenze comportamentali che li contraddistinguono?

Una grande differenza è la vocalizzazione o in che modo comunicano attraverso i suoni che producono. I galli sono noti per il loro canto chiassoso! Iniziano a cantare intorno ai cinque mesi di età o quando maturano, e lo fanno per una serie di motivi. Può essere per annunciare la loro presenza dominante, per marcare il territorio oppure anche come rituale di accoppiamento.

Anche se non è impossibile per una gallina cantare, è molto meno comune e comunque molto più attutito. Se una femmina inizia a cantare di solito è perché in cima all’ordine di beccata o in assenza di un gallo quando prima ce n’era uno.

Potete notare delle differenze nei livelli di aggressività tra galli e galline. Sfortunatamente tra i polli il bullismo non è insolito e può capitare per diversi motivi. Se questo comportamento non è un’esclusiva dei galli, i galli però non hanno paura di buttarsi nella mischia e sono pronti a combattere per proteggere le galline. Di solito sono in cima all’ordine di beccata e amano asserire il loro predominio con gli altri galli e mostrare chi comanda! Puoi leggete di più sul comportamento aggressivo dei galli in un nostro post precedente. Oltre alle caratteristiche fisiche appena sottolineate, l’aggressività dei galli dipende anche dalla razza. Alcune razze come la Asil, Combattente inglese moderno, e l’Antica razza combattente ad esempio, sono in cima alle razze che sono meno amichevoli!

A che età si inizia a distinguere tra gallo e gallina?

Una chioccia che guarda i pulcini

Abbiamo stabilito le principali differenze fisiche e comportamentali tra le due ma a che età si può distinguere tra gallo e gallina?

Settimana 1

Per quanto riguarda la maggior parte delle razze, non si riesce a definire il sesso finchè i pulcini non sono nati o fino alla prima settimana di vita. L’eccezione alla regola sono le razze autosessabili che si possono distinguere solo dal colore già nei primi giorni. Un esempio sono le razze pure di Maran dove i pulcini maschi in genere hanno un colore più chiaro rispetto ai pulcini femmina ed hanno uno spazio più ampio e chiaro sulla testa.

Allo stesso modo anche i sex link sono un’eccezione. I Sex link però sono degli incroci opposti alle galline di razza pura autosessanti. Nello specifico un allevatore mixerà una gallina di razza con un’altra per creare dei pulcini che nasceranno con colori differenti a seconda del sesso. Anche in questo caso sarà possibile dire se è un gallo o una gallina fin dalle prime ore dalla nascita. Un esempio è la Sex Link rossa, un incrocio tra un maschio di Rhode Island rosso con una Plymouth Rock bianca, una Delaware, una Rhode Island bianca, o una femmina di Laced Wyandotte argento, che produce galline rosse e galli bianchi.

Settimane 5-9

Tra la settimana 5 e 8 in particolare è quando i pulcini iniziano a sviluppare aspetti specifici che rendono facile determinare il sesso. Noterete dei cambiamenti a livello fisico come ad esempio con le creste che iniziano a mostrarsi. Come già detto i maschi di solito hanno le creste di un rosso più vivo ma a questa età non è un metodo accurato per il sessaggio.

Un’altra differenza fisica tipica di queste settimane sono le zampe che nei maschi sono più robuste.

Quando osservate un gallo in queste settimane potreste anche notare che i pulcini iniziano a ‘pavoneggiarsi’ ossia stanno tutti impettiti e camminano in maniera ostentata tenendo il petto in fuori.

Settimane 10-15

A questo punto i pulcini si possono definire dei ‘teenager’ e attraversano grandi cambiamenti. Se i pulcini hanno raggiunto le 12 settimane, saranno pronti a trasferirsi nel loro pollaio Eglu Go. Sarà utile scorrere la guida Omlet sugli errori più frequenti quando si allevano i pulcini a questa età.

In merito alle differenze tra maschi e femmine dei pulcini in queste settimane cruciali, è intorno alla dodicesima settimana che compaiono le penne scapolari (penne del collo negli adulti) nei galli.

Di solito i galli iniziano a cantare attorno alla dodicesima settimana di vita anche se a volte possono iniziare anche prima. Solitamente il canto è associato ai maschi ma a volte, come abbiamo visto, si può applicare anche alle femmine.

Potreste anche notare che le femmine dei pulcini iniziano ad accovacciarsi. In ogni caso non inizieranno a deporre uova fino alle settimane successive. Questo atteggiamento indica che potrebbero presto essere pronte a fare l’uovo!

Settimane 16-20

E’ in queste settimane, tra la 16 e la 20 che iniziano a diventare adulti! Se fino ad ora avete faticato a definire il sesso dei pulcini, a questo punto non avrete più dubbi e le galline inizieranno a fare le uova. Una prova infallibile per stabilire il sesso!

Una gallina può trasformarsi in un gallo?

Un gallo all’aperto su una piattaforma in legnoAnche se la domanda può sembrare bizzarra ci sono un numero di casi documentati di galline che hanno cambiato sesso! In compenso la risposta a questa domanda è no – le galline non possono geneticamente trasformarsi in galli e i galli in galline.

Però, quello che può avvenire in rari casi è che una gallina assuma le caratteristiche del gallo come risultato di complicazioni ovariche. Le galline nascono con due ovaie – l’organo di sinistra è deputato a produrre uova ed estrogeni mentre quello di destra diviene inattivo quando una gallina è in cova. Se la gallina incorre in un problema medico come le cisti ovariche, i livelli di testosterone si innalzano e l’ovaia sinistra può ridursi e causare lo sviluppo di un testicolo aviario. A questo punto la gallina interromperà la deposizione di uova e potrà anche assumere l’aspetto di un gallo!


A questo punto sapete tutte le differenze tra gallo e gallina! Tra l’altro se siete neofiti nell’allevamento delle galline o se state prendendo in considerazione l’idea di far schiudere le vostre uova, date un’occhiata alla gamma Omlet di Incubatrici e apparecchiature per la crescita.

This entry was posted in Galline


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *