Fino al 20% di sconto per il Black Friday! Affrettati! La svendita termina il 29 novembre a mezzanotte! Termini e condizioni.
Limited availability due to high demand. Please see our Stock Availability page for more information.

The Omlet Blog

Posatoi per galline – La guida fondamentale

Come la stragrande maggioranza dei volatili, le galline amano appollaiarsi. E’ un istinto naturale molto radicato ed è qualcosa che le fa sentire al sicuro oltre ad assicurare loro comfort e stimoli. Ma, mentre gli uccelli selvatici hanno a che fare con i rami degli alberi, i fili del telefono e le sedie da giardino, voi dovrete assicurarvi che le galline abbiano dei posatoi adatti alle loro zampe in modo che possano stare comode sia di giorno che di notte. Continuate a leggere per risolvere tutti i vostri dubbi sulla questione posatoi!

Galline appollaiate su un posatoio omlet

Perché le galline necessitano di posatoi?

Appollaiarsi è uno degli istinti ancora forti che le galline domestiche sentono ed è per questo che trovate della galline che, come gli altri uccelli, cercano dei posti sopraelevati da terra dove sedere e riposare.

Avere un posatoio significa sentirsi al sicuro mentre si dorme accanto alle amiche ed è importante garantire questo senso di sicurezza sia all’interno che fuori dal pollaio. In effetti appollaiarsi è un’esigenza ufficialmente riconosciuta per tutti gli uccelli e le leggi europee ribadiscono l’importanza dei posatoi anche per le galline che vivono in gabbia.

Che forma dovrebbe avere un posatoio per galline?

Questo dipende da quanto tempo le galline trascorrono sedute sui posatoi o sui trespoli. A differenza degli altri uccelli, le galline dormono con le zampe piatte e un comodo sistema di chiusura fa serrare solo le dita delle zampe intorno al posatoio in modo da non cadere quando si addormentano.

Quando le galline si preparano per la notte dormono con l’osso della carena (l’osso che hanno nel petto) sul posatoio oltre che con le zampe in modo da distribuire il peso dell’animale. Se il posatoio è affilato o molto irregolare, potrebbe alterare il bilanciamento e causare delle ferite o delle lesioni alle zampe e strofinare l’osso della carena su una superficie ruvida può irritare la pelle. Ecco perché la cosa migliore è avere un posatoio piatto e regolare.

I posatoi posizionati nel recinto delle galline o in giardino, non servono esclusivamente per dormire ma sono dei posti dove andare per un riposino rapido o per vedere cosa accade intorno a loro e possono essere anche più arrotondati e ruvidi. Questo perché le galline non trascorreranno molto tempo lì. Potete aggiungere dei rami ma se volete qualcosa su misura il Posatoio per galline della Omlet può essere posizionato all’altezza desiderata, su qualunque superficie ed è delle dimensioni ideali per la stragrande maggioranza delle galline.

Quanto spazio dovrebbe avere ogni gallina sul posatoio?

Dovrete calcolare uno spazio di 20-25 cm sul posatoio per uccello ma quelle di dimensioni più grandi richiederanno un po’ di più mentre delle bantam meno, per cui dipende dalle galline che avete. La notte, specialmente in inverno, vedrete che le galline tendono a stare le une vicino alle altre creando un’unica palla di penne per aiutarsi a riscaldarsi ma, per prevenire atteggiamenti aggressivi, è comunque importante lasciare ad ogni animale il giusto spazio per appollaiarsi.

Quanto dovrebbe essere spesso un posatoio?

Le dimensioni ideali del posatoio, variano leggermente a seconda della razza di galline che avete ma stando tra i 2 cm e i 5 cm accontenterete tutti. Per i trespoli non superate una larghezza di 8 cm, perché altrimenti gli animali avrebbero difficoltà ad aggrapparsi e potrebbero avere problemi nel mantenere l’equilibrio mentre dormono.

Galline appollaiate su un trespolo dell’eglu

In che materiale dovrebbe essere fatto un posatoio?

La cosa essenziale è assicurarsi che il posatoio sia utilizzabile in modo sicuro a tutte le temperature e che sia levigato ma che abbia comunque presa. Ad esempio le zampe delle galline rischiano di gelare letteralmente su un posatoio di metallo in pieno inverno e dei materiali di plastica rischiano di rompersi con il freddo e di squagliarsi in estate.

Del legno resistente e non trattato è il materiale più utilizzato per i trespoli, come ad esempio l’eucalipto, il materiale usato per le barre dei Posatoi Omlet. Una plastica di buona qualità non è troppo scivolosa ed ha il vantaggio che si pulisce con grande facilità. I trespoli nei pollai Eglu hanno un modello articolato in cima alla barra piatta con i bordi smussati che assicura presa e stabilità.

A che altezza devono essere posizionate le barre?

Si sente spesso che le galline allo stato selvatico si appollaiano sugli alberi e viene naturale pensare che potrebbe essere lo scenario ideale anche per le vostre galline. Ma le galline domestiche di oggi sono ben lontane dalle galline selvatiche da cui discendono e, anche se amano appollaiarsi sollevate da terra, non necessariamente devono essere troppo in alto e soprattutto mentre stanno dormendo.

In effetti tenere i posatoi troppo in alto aumenta i rischi di ferite quando le galline scendono dalle barre, specialmente per le galline recuperate da allevamenti intensivi. Per cui fintanto che avranno qualcosa da afferrare e non saranno a dormire sul pavimento, la maggior parte delle galline sarà felice.

Le galline dovrebbero avere dei posatoi?

Si. I pulcini iniziano ad esplorare e a saltare su superfici più in alto dall’età di tre giorni per cui anche se non andranno subito sui trespoli, è meglio fornire loro fin da subito dei posatoi per abituarli. E’ perfetto anche per le loro ossa e gli permette di apprendere come tenersi in sicurezza su un posatoio.

Detto questo, non lasciate loro dei posatoi posizionati troppo in alto perché così non dovranno fare dei salti eccessivi prima che si siano formati completamente le ossa. Iniziate con qualcosa poggiato a terra e sollevatelo gradualmente man mano che crescono.

 

Meta description (<500 characters) :

Image names:

Galline appollaiate su un posatoio omlet

Galline appollaiate su un trespolo dell’eglu

This entry was posted in Galline


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *