The Omlet Blog

Date Archives: June 2019

Vuoi coinvolgere il tuo cane nel tuo matrimonio?

La stagione dei matrimoni è nel pieno e molte coppie hanno scelto di far partecipare il loro amato quattro zampe alla cerimonia, dando al loro cane un ruolo importante per il grande giorno!

Se state pianificando il vostro matrimonio e volete far partecipare il vostro cane, ci sono alcune cose importanti da considerare…

1 – Verificate che la location del matrimonio sia pet friendly

Alcune location per matrimoni non accettano animali. Ricordatevi di verificare se sono ben accetti nella location che avete scelto se volete farli partecipare alla cerimonia.

2 – Decidete che ruolo avranno

Avranno un ruolo all’interno della cerimonia? Magari saranno gli ospiti d’onore e accompagneranno la sposa all’altare? Potrebbero portare il bouquet oppure portare le fedi nuziali (se siete certi che non scapperà via con gli anelli!) oppure compariranno solo nell’album delle foto con alcuni scatti dopo la cerimonia?

3 Che cosa indosseranno?

Molti matrimoni hanno un colore che è il filo conduttore, e potreste decidere di scegliere un collare dello stesso colore scelto per il matrimonio oppure fargli indossare una cravatta che si intoni con lo sposo!

4 – Decidete per quanto tempo staranno al matrimonio

Preferite che il vostro cane rimanga per tutta la giornata e serata o scegliete di organizzarvi con un pet sitter o un amico che lo riporti a casa prima che inizino? Tutta quella confusione, cibo, musica e rumore potrebbe essere troppo da sopportare.

5 – Il cane sulla torta nuziale o sulle bomboniere

Le torte nuziali hanno tutte le forme e dimensioni così potreste decidere di chiedere al pasticcere di incorporare il vostro cane nel design.

6 – Scegliete con cura i fiori

Alcuni fiori sono velenosi per i cani quindi fate attenzione quando sceglierete il bouquet. Margherite, tulipani, giacinti, narcisi e gigli sono estremamente velenosi per i cani.

7 – E infine non dimenticate di includerli nelle foto!

Ricordatevi di mettere via dei biscottini nella vostra borsetta da sposa o nelle tasche dello sposo per convincerlo a posare con voi nelle foto per avere dei ricordi che vi resteranno negli anni!

 

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Cani on June 26th, 2019 by linnearask


Premietti di Yogurt gelato alla frutta per Cani

Provate questi deliziosi premietti gelato fatti in casa che i vostri cani adoreranno! Sono velocissimi e facili da fare e i bambini si divertiranno un mondo ad aiutarvi in queste fruttate creazioni…

Avrete bisogno di…

Un vassoio di cubetti di ghiaccio – (ci sono stampi più grandi in vendita su Amazon)

500g Yogurt Greco

200ml d’acqua

Una selezione di frutti che siano adatti ai cani come mele, banane, mirtilli, mango, pesche, lamponi, fragole e melone.

Noi utilizziamo un vassoio di cubetti per ghiaccio di circa 5 cm quadrati. In tutto ne verranno 8 cubetti ghiacciati di queste dimensioni.

Procedimento

Preparate la frutta e tagliatela a pezzettini.

A seconda della misura degli stampi riempiteli per un terzo di yogurt e da un po’ d’acqua. Lasciate cadere qualche pezzetto di frutta e poi ricoprite con yogurt e acqua. In cima dei pezzetti di frutta.

Mettete in freezer per almeno 4 ore a seconda delle dimensioni degli stampi utilizzati.

Prima di darli al cane fate scongelare per 5-10 minuti.

Altri premietti ghiacciati…

Se nel cesto della frutta il contenuto è un po’ passato e non è più mangiabile dalle persone, potete tagliarla a pezzi e metterla in freezer e poi darla direttamente al cane.

Non dimenticate!

Ricordate di dare al vostro cane questi premietti con moderazione e integrateli con una sana alimentazione. Supervisionate sempre il cane mentre li sta mangiando e toglieteli in casi di segnali di stress. Questi cubetti ghiacciati alla frutta sono solo un premietto per farli stare al fresco insieme ad altre soluzioni come lasciare libero accesso alle zone ombreggiate in giardino e alla stanza più fresca in casa e passeggiate nelle ore più fresche ecc. Consultate il vostro veterinario in caso di segnali di malessere o colpo di calore.

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Cani on June 26th, 2019 by linnearask


La Giornata del Cane al Lavoro: tiriamo le somme

Lo scorso venerdì la giornata del cane al lavoro non è andata come vi eravate immaginati? Vi ha fatto fare una figuraccia davanti ai colleghi? Magari invece è stato un angelo e ha fatto tutto per bene?

Preparate per tempo il vostro cane per la prossima giornata con la Guida Omlet e i suoi suggerimenti…

Chi lascia fuori il cane?

Se venerdì è stata la prima volta in assoluto che avete portato il cane in ufficio, forse eravate sotto pressione e il vostro atteggiamento potrebbe aver influenzato il suo comportamento facendolo agire in modo strano. Cercate di reintrodurre il vostro cane in ufficio e reinserirlo con i vostri colleghi ma a piccole dosi, per arrivare gradatamente a un’intera giornata al lavoro. Questo potrebbe aiutare il vostro cane a familiarizzare con i nuovi volti, ambiente nuovo e odori particolari e comportarsi adeguatamente e con più serenità.

Può essere che la giornata al lavoro con il vostro cane abbia messo in evidenza delle lacune nell’addestramento o nelle socializzazione. Prendetevi del tempo per analizzare questi fattori.

Se vi siete persi il nostro post di preparazione per portare il cane al lavoro magari avete dimenticato di portare con voi questo o quello. Scrivete una lista di cose che vorreste portare con voi la prossima volta così da essere pronti.

Avete portato una cuccia per creare un angolino riparato in cui rifugiarsi? Se il vostro cane è abituato alla cuccia, allora portatene una in ufficio con voi e mettete una coperta sopra in modo da creare un angolino tranquillo e protetto dove rifugiarsi quando le luci dell’ufficio sono troppo brillanti per schiacciare un pisolino.

La Giornata del Cane al Lavoro

Omlet è orgogliosa di essere lo sponsor di Bring Your Dog to Work Day, un evento annuale che raccoglie fondi per le associazioni che si occupano del benessere dei cani. Visitate il sito web per informarvi e fare una donazione!

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Cani on June 26th, 2019 by linnearask


Comprare o Fai da te? E’ davvero consigliabile costruirvi il vostro pollaio?

“Posso costruirmi qualcosa di meglio a costi più bassi.”

In qualità di Ambasciatore Omlet ho sentito questo ritornello centinaia di volte alle fiere di settore e alle esposizioni in tutti gli Stati Uniti. Però come precedente costruttore di pollai di lusso fai da te ad attuale proprietario da lungo tempo di pollai Omlet vorrei fare il punto della situazione e spiegare le motivazioni per cui un pollaio Omlet è il miglior acquisto che un appassionato di polli possa fare.

Questo era il mio orgoglio e la mia gioia:

Un pollaio di lusso, pubblicato anche su Pinterest e costruito con i migliori materiali che avevo a disposizione. Ho un ricoperto il tetto di barriere radianti! Nel centro c’è un lucernario che blocca i raggi UV e poi tutto ritinteggiato con lo scopo di proteggerlo dai raggi infuocati del sole del Texas. Ho utilizzato delle squadre in metallo ad ogni angolo perché tutto fosse in squadra e in sicurezza. Ho impiegato centinaia di viti per fissare il doppio strato di rete metallica. Letteralmente centinaia di viti. Ho usato legno impregnato in autoclave, trattato per il contatto con il terreno e poi sigillato con impregnante per esterni. La fibra di cemento per resistere alle grandinate e agli oggetti scagliati dal vento. Non ho risparmiato su nulla per costruire il Fort Knox dei pollai che ritenevo sarebbe durato una vita. Ho perfino ordinato delle maniglie apposta per la porta del pollaio:

Perché un pollaio Omlet è preferibile ad un pollaio fai da te?


Non bisogna mai sottovalutare l’esperienza quando ci sono delle vite in gioco

  • Omlet è stata fondata nel 2003 e da allora è sempre stata all’avanguardia. Ha alle spalle 16 anni d’esperienza nella costruzione di pollai. Questo significa che per 16 anni hanno previsto e prevenuto gli attacchi dei predatori evitando che le galline diventassero la loro cena. La media di coloro che di dedicano al bricolage e che incontro alle fiere o sui forum come ad esempio BackYardChickens.com sono alla loro prima esperienza e non hanno mai sperimentato sulla loro pelle la creatività e la determinazione dei predatori quali procioni, volpi e anche cani del vicinato.
  • Incluso nel prezzo di ogni pollaio Omlet ci sono 16 anni di ricerche e sviluppo per garantire alle nostre amate galline la miglior casa possibile. 16 anni di perfezionamento dei pollai Omlet che sono distribuiti in tutto il mondo. Non lo ripeterò mai abbastanza perché questo è il fattore principale per cui ho scelto i pollai Omlet rispetto a quelli fai da te. Non hanno costruito per 16 anni lo stesso pollaio ogni volta come quelli che potete trovare dal Rivenditore di Trattori o dal ferramenta. Sono 16 anni di costante innovazione e di dedizione ferrea che hanno consentito di mettere sul mercato i pollai più sicuri del settore. Mentre continuate a leggere questo post, domandatevi se una ricerca su Google, un gruppo Facebook o un post di Pinterest possa competere con 16 anni di esperienza sul campo con centinaia di modelli venduti e testati non solo negli Stati Uniti ma nel mondo. Pensate alle galline che porterete a casa e che metterete nel pollaio. Affidereste le loro vite ad un pollaio fatto da soli nel week end? Inoltre se avete dei bambini e li avete coinvolti nel progetto con le galline, considerate il trauma di svegliarsi una mattina e trovare che un procione ha trasformato le loro galline in una scena di un episodio di CSI con una gallina decapitata come vittima. Il costo potrebbe essere superiore ma vi posso assicurare personalmente che alla fine ne varrà la pena per la pace della mente, la facilità di spostamento, la pulizia e molte altre ragioni.
  • Il Fai da te è sicuramente la via più economica ma vi assicuro che la prima volta che vi sveglierete e troverete le vostre galline preferite smembrate da un procione o spiumate e mezzo mangiate da una volpe, l’ultima cosa che vi passerà per la mente è di aver risparmiato una manciata di spiccioli. Perché rischiare il cuore a pezzi e poi passare i due giorni successivi a spendere soldi per riparare e aggiustare il pollaio? Inoltre, una volta che un predatore si sarà intrufolato una volta, tornerà a far visita una seconda. Spingeranno, scaveranno e cercheranno un accesso in ogni modo possibile dato che sanno che la loro cena è lì dentro. Perché non fermarli già dal primo tentativo in modo che non ci riprovino più?

Materiali

  • I pollai che si trovano più frequentemente su internet sono fatti di legno. Il legno può essere trattato o meno. Il legno trattato è stato impregnato in autoclave e sottoposto a forte pressione in modo da garantire qualche anno in più di vita contro i danni causati da Madre Natura.
  • Eppure il legno trattato non è protetto dalle deiezioni ricche di ammoniaca delle vostre galline. Le galline non urinano e defecano separatamente come gli esseri umani. Le galline uniscono le due cose e le deiezioni sono altamente concentrate e corrosive sui materiali. Il risultato è un decadimento accelerato e la decomposizione di tutte le componenti in legno di un pollaio Fai da te. Questo è molto importante da considerare perché il legno in decomposizione è simile a legno marcio ed è terribilmente fragile e la fragilità non è qualcosa che desidera per il suo pollaio. L’unica maniera per eludere questi effetti è di rimpiazzare diligentemente tutti i pannelli appena si notano i primi segni di decadimento. Fate attenzione, questo richiederà di acquistare molti materiali e passerete molto tempo a rimuovere e rimpiazzare i pannelli e creare ulteriore stress alle galline mentre rattoppate casa loro.
  • Da notare che ci sono in commercio vari sigillanti e pitture coprenti sia per legno trattato che grezzo ma la mia esperienza mi ha mostrato che servono solo a procrastinare l’inevitabile e alla fine il processo di decadimento è inevitabile. Vorrei inoltre mettervi in guardia dal loro utilizzo perché possono essere un azzardo per la salute delle vostre galline. Mangiano praticamente tutto ciò che si trova a portata di becco e quando la vernice e i sigillanti inizieranno a frammentarsi e a sfaldarsi, le galline inghiottiranno tutto ciò che si troverà a terra. Non sono un veterinario ma sicuramente non è salutare che ingeriscano della vernice.
  • I pollai Omlet sono costruiti in plastica polimerica ad alta densità e non porosa e progettata per durare a lungo sia contro Madre Natura che dai danni causati dalle galline stesse. Le deiezioni corrosive non rovineranno in alcun modo i pollai Omlet che non si degraderanno o deterioreranno come i pollai in legno. Rimarrà inalterato per decenni e anche più senza bisogno di riparazioni, ristrutturazioni o rimpiazzi.
  • Le reti per polli. Vorrei solo convincervi di starne alla larga perché tutte le settimane sento di persone che utilizzavano le reti per polli e che le hanno trovate rotte e le galline decimate. Le reti per polli vanno bene per contenere le galline ma sono assolutamente inefficaci per tenere alla larga i predatori. I procioni possono infilare le zampe nelle maglie e romperla in meno di un’ora. I coyote, le volpi e i cani dei vicini possono facilmente romperla. I serpenti si infilano senza problemi.
  • L’altro tipo di reticolato usato dalla gente è la doppia maglia. Io ho utilizzato questa quando la prima volta ho costruito il mio pollaio ed ha funzionato per un po’. Eppure, con il passare del tempo cede e non regge bene il peso. Può tener fuori per un po’ i predatori o la maggior parte di essi ma non è impenetrabile e senza una corretta installazione e controlli continui può rompersi facilmente e dovrà essere rimpiazzata.
  • I componenti della recinzione sono in pannelli d’acciaio saldato. Potrei andare avanti con i dettagli ma ritengo che la foto qui sotto valga più di molte parole:

Trasportabilità

  • E’ stato un triste giorno quando ho dovuto lasciare indietro il pollaio che Pinterest mi aveva ispirato perché avevo traslocato e non potevo sollevare il pollaio senza noleggiare un carrello elevatore e posizionarlo su un autocarro.
  • Per fortuna questo non accadrà mai con i pollai Omlet. Si possono spostare una volta assemblati e sono anche facilmente smontabili e i pacchi sono sottili tanto che ora posso mettere assieme i miei vari pollai e recinzioni e metterli nel bagagliaio del mio pickup senza problemi. E’ proprio quello che ho fatto quando mi sono trasferito da Tulsa, Oklahoma ad Austin,in Texas.

Modulare ed estensibile

  • Una delle parti più complicate nella progettazione di un pollaio Fai da te è che devi sapere fin dal principio quante galline dovrà contenere. Questo può sembrare facile ma c’è un fenomeno conosciuto come “dipendenza da galline” che ho sperimentato in prima persona. Quello che era iniziato con 3 galline è ora arrivato a 31 esemplari e prosegue. Il nostro pollaio fai da te era stato progettato per contenere 5-6 galline alla volta mentre questa espansione nel numero sarebbe stata estremamente costosa e avrebbe richiesto lavori di ammodernamento che avrebbero compromesso strutturalmente l’integrità del pollaio originale.
  • Il nostro pollaio Omlet è cresciuto con noi e abbiamo risparmiato per poter acquistare un’altra recinzione WALK-IN da aggiungere. Attaccare qualunque tipo di estensione è un lavoro da 10 minuti al massimo. Grazie alla struttura modulare del pollaio e della recinzione Walk In, tutto quello che c’è da fare è agganciare le estensioni a quelle già esistenti.

Costi

  • Il costo totale del pollaio di Pinterest si aggirava attorno ai $1600. Si adattava a 5 galline e ha tenuto meno di 2 anni prima di dover iniziare a fare manutenzione.
  • I pollai acquistati dal Rivenditore di Trattori vanno dai $250 ai $1,000. Ciò nonostante molti di questi hanno delle componenti in legno che si romperanno e dovranno essere rimpiazzate e così dovrete regolarmente spenderci dei soldi per mantenerli funzionali.
  • Ci sono molte opzioni in plastica polimerica come TSC ma nessuna di queste consente di collegare una recinzione o qualunque aggiunta modulare che vi consenta di ingrandire il numero di galline. In ogni caso alla fine spenderete molto di più rispetto ad un qualunque pollaio Omlet che per di più non sarà adattabile e flessibile come i prodotti dell’ecosistema Omlet.

La serenità di sapere di aver tenuto conto di tutti i “Se solo avessi”.

  • Come ho detto all’inizio, Omlet ha l’esperienza in questo campo più di qualunque Fai da te. Hanno risposto a tutti i se e a tutti i ma. La serenità che deriva dall’aver acquistato un pollaio completo che durerà per anni, che terrà le galline al sicuro e che si adatterà alle esigenze future vale più dei pochi soldi risparmiati.

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Galline on June 24th, 2019 by linnearask


Ricetta Pavlova

Le origini della Pavlova sono dubbie ma dalle nostre ricerche e secondo la maggior parte degli articoli ritengono che il dolce affondi le sue radici in Nuova Zelanda. Chiamata così in onore della ballerina russa Anna Pavlova, la popolazione della Nuova Zelanda la accolse nel 1920 con questo dolce creato apposta per lei anche se l’Australia ne rivendica la paternità. Ad ogni modo, chiunqua l’abbia inventata, gliene siamo grati! Qui di seguito la nostra ricetta preferita della pavlova.

Ingredienti

MERINGA

  • 6 albumi di uova grandi di galline allevate all’aperto
  • 300g zucchero semolato
  • Una presa di sale
PAVLOVA

  • 450 g fragole fresche e lamponi
  • 250 ml panna
  • 150 ml yogurt naturale
  • 2 cucchiai da tavola di zucchero semolato
  • 1 baccello di vaniglia o 1 cucchiaino di pasta di vaniglia
  • qualche fogliolina di menta fresca
  • una manciata di gocce di cioccolato bianco

Procedimento

  1. Preriscaldare il forno a 150°C/300°F/gas 2. Mettere gli albumi in una planetaria e lasciate andare a media velocità finché non saranno ben montate a neve..
  2. Mentre la planetaria è in funzione, aggiungete gradualmente lo zucchero e una presa di sale. Aumentate la velocità al massimo e lasciate andare per 7 o 8 minuti finché la meringa non è bianca, lucida e liscia. Se appare granulosa lasciate andare ancora un po’ facendo attenzione che la meringa non si smonti.
  3. Usate due teglie e copritele con carta da forno. Suddividete il composto di meringa in parti uguali e create dei circoli di circa 20cm di diametro.
  4. Infornate le teglie e cuocete per circa 1 ora finché le meringhe non risulteranno dorate e soffice all’interno.
  5. Tagliate a pezzi le fragole più grandi e lasciate intere quelle più piccole. Mischiatele con i lamponi. In alternativa potete decorare la vostra pavlova con altra frutta come ad esempio il frutto della passione e ananas, per una variante tropicale. Di solito aggiungiamo anche gocce di cioccolato bianco.
  6. Sbattete con la frusta la panna e lo zucchero finché non sarà ben montata e poi aggiungete lo yogurt. Se utilizzate la bacca di vaniglia, estraete i semi e uniteli al composto.
  7. Stendete metà composto sulle meringhe tagliate a metà e lisciate la superficie. Lasciate cadere la metà della frutta su tutta la superficie. Adagiate l’altra metà delle meringhe e pressate con delicatezza.
  8. Stendete l’impasto rimanente e la frutta rimasta per decorazione. Aggiungete qualche fogliolina di menta fresca e siete pronti per servirla ai vostri ospiti oppure coprirla e conservarla in frigorifero per mangiarla in seguito.

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Ricette on June 19th, 2019 by linnearask


Vuoi portare il cane al lavoro? Ecco alcune considerazioni da tenere a mente!

E’ dimostrato, i cani in ufficio sollevano il morale e se ci sono cani in ufficio il morale degli impiegati è più alto rispetto alla media nazionale. Avere un cane sul posto di lavoro, riduce anche i livelli di stress e carezzarlo rallenta i battiti cardiaci e abbassa la pressione sanguigna!

Questo venerdì, 21 giugno, è la Giornata del Cane al Lavoro e se state considerando di portare per la prima volta il vostro cane al lavoro e chiedere il permesso al vostro responsabile, leggete questo elenco di consigli per essere sicuri che l’ingresso del cane sia un successo.


Valutate se il vostro cane può sopportarlo

Non tutti i cani sono adatti per passare la giornata in ufficio e dovete essere sicuri che lo apprezzerete tutti e due. Dovete valutare se il vostro cane potrà stare calmo e tranquillo tutta la giornata. Pensate che l’esperienza gli o le piacerà oppure starebbe più tranquillo a casa? Poi se ci saranno altri cani in ufficio è un altro elemento da considerare.

Assicuratevi che i vostri colleghi siano d’accordo

Anche se siete certi che il vostro cane non causerà danni, potreste avere dei colleghi che hanno paura o che sono allergici e portare senza preavviso il cane al lavoro potrebbe non essere una buona idea. Se c’è qualcuno che esita, rassicuratelo dicendogli che terrete il cane accanto alla scrivania e che non saranno obbligati a interagire con lui se non vogliono.

Scegliete il giorno adatto

Se è la prima volta che portate il cane al lavoro, assicuratevi di non avere troppe riunioni a cui partecipare e di avere il tempo per fare una pausa pranzo in modo da poter portare fuori il cane. Anche il vostro cane si sentirà più a suo agio se starete con lui per la maggior parte del tempo e se in ufficio ci sarà un ambiente tranquillo.

Assicuratevi di avere tempo per delle pause e delle passeggiate
Il vostro cane starà molto meglio se durante la pausa pranzo potrà fare una bella passeggiata e se riuscirete a fare qualche breve interruzione durante la giornata per fargli sgranchire le gambe e fare pipì. Questo gioverà anche a voi dato che l’aria fresca e una piccola pausa migliorerà l’umore e la produttività.

Programmate un piano B

Voi conoscete bene il vostro cane ma un ambiente nuovo potrebbe far emergere aspetti che non conoscevate. Abbaiare o marcare il territorio in altri modi può essere fastidioso e distrarre dal lavoro. Assicuratevi di avere un piano d’emergenza. Assicuratevi anche di controllare che il vostro cane non mostri segni di stress come ansimare o leccarsi le labbra. In caso di necessità potrete riportare il cane a casa? Oppure l’ufficio ha una sala riunioni dove eventualmente far rilassare il cane in caso di problemi?

Portate con voi tutto il necessario

Assicuratevi di portare con voi una cuccia che sia confortevole e che odori di casa e posizionatela in un posto tranquillo accanto a voi. Se lo porterete regolarmente in ufficio con voi allora sarà il caso di comprare una cuccia apposta da lasciare al lavoro. Portare la ciotola dell’acqua e del cibo e dei biscottini. I giochi d’attivazione mentale come il Kong sono perfetti se dovete tenere occupato il cane durante una telefonata o se dovete concentrarvi.

Assumetevi tutte le responsabilità

Se non volete che il cane sia un motivo di discussioni con i vostri colleghi, assicuratevi di non lasciare il cane in custodia a uno di loro a meno che non si sia espressamente offerto di farlo. Non date mai per scontato che qualcuno lo voglia portare fuori per una passeggiata o che se ne occuperà mentre siete in riunione.


Omlet è orgoglioso di essere sponsor della Giornata del Cane al Lavoro, un evento annuale che raccoglie fondi per le associazioni onlus che si occupano di cani. Visitate il sito web e divertitevi!

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Cani on June 18th, 2019 by linnearask


Appena preso un porcellino d’india? Qui trovi tutto ciò che ti serve sapere

I porcellini d’india sono divertenti, ottimi compagni per persona di tutte le età e fantastici animali da compagnia. Sebbene piccoli, hanno un gran carattere e distinte personalità che li differenziano gli uni dagli altri. Se state pensando di adottare dei porcellini d’india, allora preparatevi a farvi accogliere da festosi fischi, musatine affettuose e la comica vista dei vostri animaletti che divorano il fieno e verdure come se non ci fosse un domani. Se già ne possedete qualcuno allora sapete già quanto siano adorabili e di facile gestione.

se state pensando di adottare dei porcellini d’india, qui troverete un elenco di tutto ciò che è necessario per rendere felice e in salute il vostro animaletto!

1 – Una casa sicura e asciutta

Il vostro porcellino d’india avrà bisogno di una casetta in cui vivere anche se intendete tenerlo in casa. Sia che optiate per una casetta moderna come la nostra Eglu Go Gabbia per Porcellini d’india, o per una più tradizionale in legno, qualunque opzione scegliate, ci sono alcuni dettagli da tenere in conto.

Una buona gabbia è essenziale per il benessere del vostro porcellino d’india. E’ casa loro e il posto in cui passeranno la maggior parte del tempo. Le migliori casette offrono un ambiente sicuro per dormire, socializzare e fare esercizio e una buona casetta può durare anche diversi anni, specialmente se investirete in un modello solido e robusto.

The Eglu Go Hutch è la soluzione più semplice, moderna e comoda per alloggiare il vostro pet. Adatta a due porcellini d’india, sarà una splendida casa per i vostri nuovi amici. E’ stata progettata per aiutare i vostri porcellini d’india a esprimere al meglio il loro istinto, offrendo loro un ambiente divertente che li farà sentire davvero a casa.

2 – Uno spazio per correre e giocare

Ai porcellini d’india piace muoversi e giocare e hanno necessità di passare del tempo nel recinto tutti i giorni. Se la vostra casetta ha un recinto attaccato come l’ Eglu Go, allora vi basterà semplicemente aprire la porta la mattina quando gli portate da mangiare. Se la vostra casetta non ha un recinto attaccato allora sarebbe una buona idea dare ai vostri porcellini d’india l’opportunità di sgranchirsi le zampe acquistando una recinzione a sé stante. Se avrete un recinto esterno, allora, tempo permettendo potrete farli uscire la mattina e ritirarli la sera. Cogliete questa occasione per viziarli!

Potete collegare il loro spazio inserendo dei tunnel per le attività che collegano la casetta al recinto e ai box. E’ un modo pratico per arricchire i loro spazi che soddisferà il loro istinto – in natura negli spazi aperti sono diffidenti e corrono a rifugiarsi sotto i cespugli o in un tunnel di erba se si sentono in pericolo.

Il Sistema di Tunnel Zippi per Porcellini d’india è fatto apposta tenendo a mente tutti questi concetti – qualcosa che renda felici i porcellini d’india seguendo il loro istinto, che sia pratico da gestire e che garantisca dei momenti di allegria a tutta la famiglia. Le tane tubolari dello Zippi collegano le varie aree utilizzate dal vostro pet. Questi connettori si adattano a qualsiasi casetta abbiate acquistato al vostro animaletto – sia che si tratti del Eglu Go Hutch, una casetta di legno tradizionale o qualcosa che avete costruito da voi. Si collega con facilità ai Box e Recinti Zippi e ai Recinti da esterni della Omlet.

3 – Cibo e acqua

I porcellini d’india devono essere nutriti due volte al giorno e questo significa riempire la ciotola di cibo fresco, mettere del fieno e tagliare frutta fresca e verdure da masticare. Assicuratevi sempre che l’abbeveratoio sia sempre pulito e con acqua fresca .

In teoria i porcellini d’india sono onnivori! Oltre all’erba in estate potete dargli alcune piante selvatiche come il dente di leone, piantaggine, cardo mariano. Se non avete la possibilità di dar loro erbe spontanee, allora potrete dargli verdura, erba e frutta. Il segreto sta nell’introdurre vari alimenti freschi diversi finchè sono giovani perché da adulti potrebbero essere riluttanti a provare nuovi cibi. L’unico cibo vietato sono le bucce di patata.

Il fieno è un altro componente fondamentale nella dieta quotidiana. Scegliete solo la qualità migliore senza polvere o muffe. Dovete avere un posto dove immagazzinarlo ed è a volte conveniente comperarne una balla per l’alimentazione dei cavalli. Oltre a mangiarlo, ci si nasconderanno per tenersi al caldo. Il fieno di cattiva qualità non dovrebbe essere utilizzato perché non ha nutrienti e la sua durezza a volte causa delle ferite agli occhi.

4 – Vitamina C

La cosa più importante da sapere sui porcellini d’india è che come noi umani, hanno bisogno di assumere una dose giornaliera di Vitamina C. Questo lo potete fare offrendo una dieta varia fatta di frutta e verdure. Spesso anche i cibi secchi contengono aggiunte di vitamina C. Carote e broccoli sono una grande fonte di vitamina C, una carota al giorno tiene il veterinario lontano!

5 – Infine……..la routine!

I porcellini d’india amano la loro routine e vi accoglieranno con dei festosi fischi quando aprirete la porta di casa. E’ importante controllarli almeno due volte al giorno, la mattina e la sera. I porcellini d’india amano la compagnia delle persone e più tempo passerete con loro più saranno felici.

 

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Porcellini d'India on June 13th, 2019 by linnearask


La nostra guida per organizzare una favolosa festa di compleanno per il vostro cane

PARTY CHECKLIST

Tutto quello che dovete fare prima del grande giorno per assicurare un party perfetto!

  • Mandate gli inviti a tutti i vostri cani preferiti e ai proprietari
  • Comprate e addobbate la stanza, ad esempio palloncini a forma di numero o di animali, cappellini a stile canino.
  • Cucinate una deliziosa torta adatta ai cani
  • Acquistate e cuocete altre tartine adatte sia ai proprietari che ai cani
  • Preparate dei giochi da proporre
  • Mettete su la vostra playlist
  • Riempite qualche ciotola d’acqua e attrezzatevi con sacchettini igienici a portata di mano

TORTA DI COMPLEANNO

Naturalmente il compleanno del vostro cucciolo o cucciola merita un bel dolce. Questa torta al burro di arachidi senza cereali contiene solo 4 ingredienti ma lascerà sorpresi sia i vostri ospiti a due zampe che quelli a quattro zampe!

Ingredienti

1 uovo

3 cucchiai da tavola di burro di arachidi (assicuratevi che sia senza zucchero e senza sale e che non contenga xylitolo)

1/2 mela, grattugiata o tagliata finemente

1/2 cucchiaino di lievito

Procedimento

  1. Preriscaldate il forno a 175 gradi Celsius
  2. Mescolate tutti gli ingredienti in una ciotola
  3. Imburrate una teglia o degli stampi per muffin e versate il composto
  4. Cuocete per circa 20 minuti
  5. Lasciate raffreddare nel contenitore per alcuni minuti e poi toglietelo dalla teglia. Prima di servire al vostro cane, lasciate raffreddare completamente.

Decorate con i biscottini preferiti dal vostro cane. Magari un po’ di yogurt greco? Forse un po’ di burro di arachidi in più? Terminate con delle fettine di mele o una spolverata di biscottini per cani.

Ricetta da http://www.spoonfulofsugarfree.com/2012/05/01/grain-free-peanut-butter-apple-doggy-cake/

BISCOTTI FACILI PER CANI

Impressionate i vostri ospiti con quest’altra delizia fatta in casa che non vi porterà via troppo tempo!

Ingredienti

3 tazzine di farina 00

2 uova

⅓ tazzina d’acqua

Procedimento

  1. Preriscaldate il forno a 175 gradi Celsius
  2. Mescolate tutti gli ingredienti e formate un impasto sodo con le mani.
  3. Se necessario aggiungete dell’acqua all’impasto
  4. Infarinate una superficie e stendete l’impasto a uno spessore di 6 mm
  5. Ritagliate le forme che desiderate (di solito usiamo degli stampini a forma di osso) e mettetele su una teglia su carta oleata
  6. Infornate per circa 15-20 minuti

Perché non aggiungere qualche fettina di mela, banana o carota all’impasto prima di stendere e infornare?

Ricetta da: https://theblondcook.com/simple-dog-biscuits/

GIOCHI DI COMPLEANNO

Anche se correre e giocare con gli amici potrebbe essere sufficiente per il vostro amico a quattro zampe, potreste anche organizzare qualche gioco per intrattenere i vostri ospiti e per evitare danni.

CACCIA AL BISCOTTINO

Se possibile fate sistemare i cani in fila e i loro padroni di fronte a loro a un metro di distanza. I padroni lanceranno 10 biscottini e vincerà chi riesce a prenderne di più al volo.

GIOCHI PER IL PARTY

Per questo gioco avrete bisogno di un giudice che premierà il più bravo. Altrimenti potrete scegliere alcuni comandi e vedere chi li esegue meglio o chi li termina per primo.

SEDIE MUSICALI

Posizionate dei materassini in cerchio, uno in meno rispetto al numero dei partecipanti. Con i cani al guinzaglio i proprietari gireranno tra i materassini finché la musica suonerà. Una volta finita la musica i proprietari andranno con il cane al materassino più vicino e lo faranno sedere. La coppia rimasta senza materassino ha perso. Togliete un materassino e continuate con il gioco finché non avrete un vincitore!

VAI A PRENDERE

Questo gioco sarebbe meglio farlo all’aperto con tanto spazio a disposizione. Il proprietario lancia un gioco e il primo cane che lo riporta ha vinto.

IL PUZZLE

Fate un’incisione a forma di croce su una vecchia pallina da tennis e inseriteci dentro dei bocconcini. Distribuite una pallina per ogni cane. Il primo che raggiungerà i bocconcini avrà vinto.

UN RICORDO DEL PARTY

Tutti i migliori ospiti lasciano un ricordino per ringraziare gli invitati e per lasciare loro un ricordo della bella giornata trascorsa assieme. Qui ci sono alcuni suggerimenti per i vostri ospiti canini…

  • Un pacchettino con i vostri biscotti fatti in casa
  • Un giochino morbido
  • Palline da tennis
  • Bocconcini
  • Una palla
  • Un cravattino alla moda
  • Un frisbee
  • Un osso
  • Sacchettini igienici

PLAYLIST PER CANI

Un party non si può dire perfetto senza la sua playlist. Dalla preferita della festa “Who let the dogs out” alle melodie che riducono l’ansia. Date un’occhiata alle canzoni sulla playlist di Spotify qui:

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Cani on June 11th, 2019 by linnearask


Come VINCERE il favoloso Tunnel Zippi e il suo recinto per porcellini d’india?

Come VINCERE il favoloso Tunnel Zippi e il suo recinto per porcellini d’india?

Questa estate diamo l’opportunità a un fortunato vincitore di trasformare completamente la zona giochi dei porcellini d’india con un favoloso Tunnel Zippi completo di box, recinzione di sicurezza e accessori.

Per partecipare a questo favoloso concorso, guarda il video qui sotto e indovina che uscita sceglierà il porcellino d’india: 1, 2, 3, o 4. Inserisci la risposta e l’indirizzo mail qui per far parte della rosa dei possibili vincitori.

Il concorso termina a mezzanotte del 10 giugno. Iscriviti in fretta!

Termini e Condizioni

  • Questo concorso si concluderà a mezzanotte del 10 giugno. Un vincitore sarà selezionato a caso tra tutte le risposte corrette arrivate da tutto il mondo e verrà informato martedì 11 giugno. La settimana successiva verrà anche notificata la risposta corretta.
  • Il premio è il kit Zippi della Omlet del valore di €500. Il premio non è trasferibile e non è in soldi.
  • I concorsi Omlet e le promozioni non sono in nessun modo sponsorizzati o amministrati o associati con Facebook, Twitter o Instagram.
  • A questo concorso non possono partecipare i dipendenti Omlet o i loro familiari. Allo stesso modo non potranno partecipare i dipendenti dei Partner Omlet che possono essere coinvolti nel promuovere questo concorso.
  • Per partecipare a questo concorso inserisci la risposta e l’indirizzo mail sulla pagina d’accesso qui.
  • Aderendo al concorso, i partecipanti danno il loro consenso ad accettare termini e condizioni.
  • Omlet si riserva il diritto di cancellare il concorso in ogni momento. Omlet può emendare ogni concorso, informazione sul concorso o questi termini e condizioni senza preavviso. Qualunque cambiamento sarà pubblicato sia sulle informazioni del concorso o in termini e condizioni. Qualunque decisione su ogni argomento riguardante il concorso sarà definitivo e senza appello.

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Concorsi on June 7th, 2019 by chloewelch