The Omlet Blog

Qual’è il momento migliore per adottare un gatto?

C’è una sola ed unica legge universale per determinare quando prendere un gatto. Evitate di portarlo a casa in concomitanza con feste e fuochi d’artificio.

Sfortunatamente molto spesso questa semplice regola viene ignorata. Si fanno grandi feste per celebrare il Natale e i compleanni. E quando si ricevono i doni, inclusi nuovi gatti o gattini? Esattamente…

Il problema è che durante i festeggiamenti c’è sempre molto rumore e tanta gente e un gatto che viene portato a casa per la prima volta in queste condizioni, tenderà a nascondersi e a rimanerci il più a lungo possibile. Gli ci potrebbero volere giorni per riprendersi dal trauma del party.

Il momento migliore per i gatti

  • E’ di gran lunga meglio inserire il nuovo arrivato quando in casa è tutto tranquillo. In questo modo capirà fin da subito come si prospetterà la sua vita di tutti i giorni, con voi e i vostri cari.
  • Se il nuovo gatto è un regalo per il compleanno o per Natale di un bambino, spiegategli perché è meglio che arrivi con uno o due giorni di ritardo. Il giorno della festa potrebbe essere utilizzato per rendere la casa a prova di gatto. Posizionate un graffiatoio, una cuccia, una porticina sulla porta e una lettiera. Fate scorta di cibo per gatti e bocconcini e prendete tanti giochi. Questi sono tutti atti per surrogare i regali di Natale o di compleanno e preparano all’arrivo del nuovo amico peloso uno o due giorni dopo. In ogni modo è necessario preparare la casa con o senza la scusa della festa.
  • La casa deve anche essere sicura per il gatto evitando piante tossiche e togliendo soprammobili fragili.
  • L’arrivo del nuovo gatto deve essere posticipato finché la persona incaricata di prendersi cura di lui non sarà pronta per farlo. I gatti sono animali indipendenti una volta che si sono ambientati ma i primi giorni devono essere rassicurati e coccolati oltre a qualche lezione su come utilizzare la lettiera. Un gatto adulto potrebbe già essere abituato all’uso della lettiera ma un cucciolo ci mette un po’ per afferrare il concetto.
  • Se è previsto che passi del tempo fuori casa, sarebbe una buona idea prenderlo quando fuori non fa troppo freddo. Anche se non ci sono certezze di avere sempre bel tempo, nei mesi estivi ci sono più possibilità di giornate asciutte e assolate. Il gatto non teme il vento, la pioggia o la neve ma se il tempo è davvero cattivo, il gatto potrebbe decidere di cercare riparo lontano da casa. Se da poco è diventato un gatto di casa, potrebbe decidere di andare a vivere altrove e rintracciarlo potrebbe risultare difficile.

Fasi della vita

  • Gli anziani: E’ triste ma molti gatti sopravvivono ai loro padroni. Questo non significa che se siete anziani non potete adottare un gatto ma dovete considerare che la vita media dei felini va dai 15 fino ai 20 anni e se la cura quotidiana a loro dedicata è indispensabile, sarà meglio discuterne in famiglia. Se c’è qualcuno disposto ad aiutare per andare ad acquistare il cibo e la lettiera, questo potrebbe risolvere il problema. Indiscutibilmente i gatti sono una risorsa per le persone anziane e ci sono varie ricerche scientifiche che mostrano i grandi benefici sia a livello mentale e di benessere.
  • Infants: Dall’altra parte della scala dell’età, è sconsigliato portare a casa un nuovo gatto se c’è un bimbo piccolo in casa. Anche se molto molto rari, ci sono stati casi di soffocamento di neonati da parte dei gatti. Inoltre c’è l’incognita delle allergie – alcuni bambini possono sviluppare l’asma o rash cutanei in presenza di gatti o cani e finché non sarete certi che il bambino non soffre di allergie, è meglio evitare. In ogni caso se è allergico ai gatti, ci sono delle razze che sono ipoallergeniche – inclusi gli Abissini, i Cornish Rex e i Bengala – e che non provocano reazioni allergiche.
  • Bambini: Se il quattrozampe è per un bambino, è importante che ci sia qualcun altro in casa disposto a dedicare del tempo al gatto e alle sue cure. Nessun bambino sotto i 12 anni può avere la piena responsabilità della cura del gatto – o di qualunque altro animale.
  • Gli adulti: Fra la giovinezza e l’età anziana, molti di noi programmano di cambiare lavoro e trasferirsi. Se sapete che questi cambiamenti sono imminenti, è meglio rinviare l’adozione del gatto. Abituarsi ad una nuova casa e subito dopo trasferirsi in un’altra non è l’ideale e il gatto potrebbe perdersi cercando di ritornare alla prima…

Se cercate una regola generale è questa: potete adottare un gatto in ogni momento – a patto che sia il momento giusto!

This entry was posted in Gatti