The Omlet Blog

I versi delle galline e il loro significato

Le galline parlano sempre fra loro. Tutti quei coccodé e gli schiamazzi significano qualcosa e mentre alcuni sono di facile comprensione – l’esplosione di grida quando scappano terrorizzate per esempio – altri sono più complessi da interpretare.

Qui troverete dieci consigli per spiare le conversazioni delle vostre galline.

Un calmo e in ascesabrrr. Questo è il suono che fanno i polli mentre becchettano per il prato o nel loro recinto e significa due cose. Indica che si diverte nella continua ricerca di piccoli snack e comunica agli altri del gruppo ‘tutto a posto’. Un gruppo di galline che fa brrr invia il rassicurante messaggio che non c’è nulla di cui preoccuparsi.

The Coccodé quack. Questo grido rapido ed eccitato di solito significa che ci sono stati dei litigi, di solito tra una gallina dominante e una sottomessa. Il suono è anche usato quando una gallina viene sorpresa da qualcosa come ad esempio una porta che si apre d’improvviso.

La ‘boma quack’. Questo è quando la gallina chioccia, fa glu glu e schiamazza a raffica in modo isterico. Sembra quasi che il pennuto stia per esplodere in una nuvola di penne. Questo è il segnale d’allarme della galline che esprime paura e dice anche agli altri uccelli di scappare. La causa possono essere dei veicoli, cani, persone che provano a prenderle o predatori.

Starnazzamenti. Questo è il nome che viene utilizzato per definire il più familiare richiamo Brak-brak-brak-bradaaak!. Ripetuto varie volte e con un tono alto, è il suono che fanno molte galline assieme dopo aver deposto l’uovo. La gallina si allontana dall’uovo e inizia a starnazzare. Si crede che sia un modo per distrarre e allontanare i potenziali predatori dal nido e dall’uovo.

Brak-brak-brak (ma senza bradaaak!) E’ un suono leggermente irato e persistente prodotto da una gallina che vuole andare a posizionarsi nel nido nel suo posto preferito ma lo trova occupato. Il significato è una combinazione di “Sono qui!” e “Vattene!”

Ringhio. Se una gallina è in cova e non vuole spostarsi dal nido, produrrà una sorta di sibilo misto a ringhio. Questo significa semplicemente “Non toccare!” e “Vai via!”

Chiacchiere coi pulcini. Una gallina che ha appena schiuso le uova borbotterà vari mormorii gentili per comunicare con i pulcini e rassicurarli. Una volta che i pulcini saranno fuori e correranno in giro, dirà loro dove è meglio raspare e becchettare con un leggero tuk-tuk! (Anche i galli usano lo stesso richiamo per comunicare alle galline che hanno trovato del cibo). Le mamme chiocce fanno anche un insistente Prrrrr richiamo, che è il segnale per i pulcini di correre indietro se la madre percepisce un pericolo.

Il canto. Questo è di pertinenza dei galli, il classico Chicchirichì – anche se alcune galline possono prendere l’abitudine di cantare anche loro. Cantare significa molte cose. Significa che è sorto un nuovo giorno e che è ora di alzarsi e andare a becchettare. Comunica anche al mondo che quello è il territorio del gallo e che quelle sono le sue galline. Se c’è più di un gallo, i subordinati canteranno solo dopo il capo. Cantare di solito raggiunge i 90 decibels, o anche di più!

Aiuto! Una gallina separata dal gruppo emetterà un suono d’allarme. Il suono è simile al ‘cackling’ che preannuncia un nuovo uovo. Si ritiene che sia un messaggio di SOS rivolto al gallo per farsi salvare. In caso ci sia un forte elemento di rischio nei paraggi, un predatore, è rischioso per una gallina che si è persa.

Ronzio. La mattina presto, quando il pollaio è ancora chiuso, le galline inizieranno a emettere dei versi ripetitivi, una sorta di ronzio che può aumentare di volume man mano che passano i minuti e la porta resta chiusa. Questo suono significa semplicemente “Fateci uscire – c’è tanto da becchettare là fuori!”

Grazie a questa guida sulle conversazioni delle galline, sarete in grado di capire cosa si dicono fra loro anche se non le vedete. E’ una conversazione non stop tutto il giorno!

This entry was posted in Galline