Ci sono dei tempi di attesa a causa dell'elevato numero di domande. Vi preghiamo di visionare la nostra pagina sulle Consegne per ulteriori informazioni.

The Omlet Blog

L’imperdibile guida all’igiene del cane del Dogtor Adem

 

Dogtor Adem, fondatore e proprietario di Dog-Ease, è un esperto comportamentalista e addestratore di cani con oltre 15 anni di esperienza alle spalle. In questo blog, Adem ci spiegherà tutto quello che c’è da sapere sull’igiene del cane e condividerà con noi la sua opinione sulla nuova cuccia facile da pulire Topology della Omlet.


Con le notti che si allungano e il tempo sempre più umido, è sempre più difficile tenere in ordine la casa e la cuccia del cane che profumi di bucato (qualcuno ha provato acqua di cane?) Per cui, quando Omlet mi ha domandato di recensire la loro nuova cuccia Topology non ho potuto fare a meno di essere eletrizzato! La cuccia ha un materasso in comodo memory foam sollevato da terra grazie a degli eleganti piedini (che potrete scegliere per adattarli allo stile di casa vostra!), con una copertura completamente rimovibile e lavabile e può essere ricoperta con diverse coperture con stili differenti per mantenere igiene e pulizia.

Per prima cosa parliamo dell’igiene del cane e del perché sia così importante.

I cani cercano di mantenersi naturalmente puliti leccandosi. Per aiutarli a tenersi puliti, dovremmo mantenere pulite le loro cucce e l’area attorno alle cucce facendo circolare l’aria. Nei tempi andati, quando i cani erano meno domestici, pulire l’area dove avrebbero dormito era un’operazione importante perché toglieva la vegetazione scomoda, i parassiti e piccole creature che potevano recare danno. Gli antenati dei nostri cani i lupi e i cani selvatici riproducono ancora questi comportamenti. Chiaramente a casa nostra, i cani non hanno necessità di liberarsi della vegetazione o animaletti dalla zona in cui dormiranno ma una cuccia non lavata può ospitare altri organismi nocivi – batteri e funghi. Alcuni studi hanno rilevato batteri e funghi come MRSA, Salmonella, tigna e listeria, così come materiale fecale nelle cucce dei nostri amati cani. Ci può anche essere del polline e sporco e sporcizia in generale che possono aggravare allergie e problemi alla pelle che possiamo avere sia noi che i cani. E’ anche importante tenere a mente che batteri e infezioni possono passare da animali a uomini (conosciute come zoonosi). E’ quindi importante per la salute di entrambe tenere costantemente pulita la cuccia del cane in modo che ci siano meno rischi di portare organismi nocivi in casa.

Come tenere pulito il cane?

La chiave per tener pulito il cane è di spazzolarlo regolarmente. Sia che decidiate di farlo da voi o che prenotiate un professionista per farlo, (o entrambe le cose!) è sempre meglio insegnare al cane che l’essere spazzolati e maneggiati è un’esperienza positiva. Questo vi permetterà di spazzolarli completamente e a fondo con la certezza che per loro sia un piacere e che non sia fonte di stress o paura. Se il cane non è mai stato spazzolato prima o ha un’avversione per le spazzolature, iniziate ad abituarlo gradualmente. Iniziate con delle brevi sessioni giusto per far vedere al cane gli strumenti che utilizzerete quando lo spazzolate e pulite. Spazzole, tagliaunghie, asciugamani e così via. Fategli osservare con calma questi oggetti e premiatelo con un bocconcino. Una volta che il cane è entrato in confidenza con le attrezzature, potete iniziare ad interagire con il cane. Ancora una volta non dimenticate mai di premiarlo se mantiene un atteggiamento positivo. Continuate con questo sistema e procedete a piccoli passi finché non riuscirete a pulire e spazzolare il cane senza problemi. Se avete scelto di portarlo da un toelettatore potreste portarlo un po’ di volte per farlo ambientare. Anche in questo caso fatelo abituare agli oggetti e seguite sempre i suoi tempi e, se necessario, ritornate su alcuni punti.

Che cosa possiamo insegnargli per pulirli più facilmente?

Per pulire e spazzolare il cane con facilità ci sono alcune azioni fondamentali che i proprietari dovrebbero insegnare ai loro cani e che vi raccomando di inserire nei vostri programmi di addestramento.

Il primo è ‘resta’. Anche se a prima vista può sembrare un comando noioso (sanno già stare fermi, giusto?!), è invece un comando molto utile. Se il cane è in grado di eseguire questo comando, sarà capace di rimanere fermo mentre magari gli lavate le zampe quando rientrate da una passeggiata fangosa o mentre cercate di togliere dei pezzetti di foglie ed erba dal pelo – in particolare dal petto e dallo stomaco. Sarà utile anche quando voi o il toelettatore, proverete a lavarlo permettendovi di pulire con cura tutte le parti del corpo.

Il secondo comando è ‘terra’. E’ il comando che fa stendere a terra il cane. Anche in questo caso aiuta per le pulizie in generale per pulire ad esempio con facilità le orecchie e gli occhi oppure quando si vogliono pulire le zampe o tagliare le unghie.

Il terzo comando che suggerisco è ‘gira’. Di solito utilizzo questo comando in cui chiedo di girarsi al cane quando sono davanti a casa sullo zerbino e deve pulirsi le zampe sia davanti che dietro! Questo comando può anche essere divertente da far fare ad un bambino davanti ai genitori per far vedere come è pulito il cane!

Come fare per tener pulita la cuccia?

Se tenete il cane ben pulito ha senso tenere ben pulita anche la cuccia – se ci pensate, non vi fareste la doccia per poi andare a letto con delle lenzuola che non vengono cambiate da mesi! Il modo più semplice per tener pulita la cuccia è di lavarla. Questo è più facile a dirsi che a farsi con la maggior parte delle cucce che c’è sul mercato dato che sono spesso troppo grandi per entrare in una lavatrice e non hanno delle coperture rimovibili. Lo sporco deve essere eliminato regolarmente e poi la cuccia va disinfettata con un prodotto adatto agli animali. La ventilazione è un altro fattore chiave per tener pulita la cuccia dato che una buona circolazione dell’aria consente alle zone umide di asciugarsi rapidamente e i batteri non crescono esponenzialmente (l’oscurità, l’umidità e il caldo incoraggiano l’aumento dei batteri). Appendere ad asciugare al sole la cuccia è un modo per eliminare ogni tipo di batterio residuo dopo aver lavato. Assicuratevi sempre che sia ben asciutta prima di riutilizzarla.

Perché al mio cane non piace dormire nella cuccia?

Per ridurre gli accumuli di sporcizia, pelo e batteri in zone della casa, è importante che l’area designata per mettere la cuccia sia il più invitante possibile in modo che il cane ci resti volentieri. Pensate al tipo di cuccia che preferisce. Alcune razze preferiscono dormire stese mentre altre preferiscono raggomitolarsi. Alcuni preferiscono una comoda superficie piatta mentre altri preferiscono rintanarsi tra delle sponde comode per sentirsi più al sicuro. Più invitante e confortevole sarà la cuccia più probabilmente il cane ci andrà a dormire volentieri. E’ importante osservare dove il cane ama stare in modo da acquistare una cuccia adatta alle sue preferenze. Questo è il primo passo per far dormire il cane nella sua zona designata.

Se siete certi che la cuccia è quella giusta ed è ben posizionata ma il cane ancora non desidera andarci a dormire, pensate a dove l’avete collocata. Ci sono delle correnti? E’ lontana dai raggi diretti del sole che potrebbero infastidirlo? Il passo successivo è far pratica in modo da rendere la cuccia un posto sicuro e divertente dove stare. Potete insegnargli il comando ‘vai a cuccia’, accompagnato da un succulento bocconcino. Potete anche utilizzare dei dispenser di cibo per rendere piacevole la cuccia.

E’ anche importante assicurarsi che il cane abbia abbastanza stimoli mentali e fisici durante il giorno in modo che vada a cuccia a riposarsi volentieri. Quest’ultimo punto si può ricollegare ad un problema comportamentale quale l’ ‘ansia da separazione’, che potrebbe essere un’altra ragione per cui il cane preferisce stare fisicamente attaccato a voi invece che nella cuccia. Se sospettate che il cane soffra di ansia da separazione, è preferibile chiedere consiglio ad un comportamentalista in modo da poter affrontare il problema e vivere una vita senza stress.

Cosa dovremmo cercare idealmente in una cuccia?

Le mie raccomandazioni per una cuccia ‘ideale’ sono

  1. Facile da pulire con coperture rimovibili
  2. Facile da pulire sopra e sotto e se possibile sollevata da terra per consentire una migliore areazione
  3. A seconda dei gusti personali del cane potrete scegliere tra una cuccia piatta dove stendersi completamente o con i bordi rialzati per accoccolarsi.

Le cucce Topology della Omlet soddisfano tutte queste esigenze ed inoltre sono super eleganti e si adattano ad ogni tipo di interno. Anche le coperture che si sfilano facilmente grazie alla zip rendono più facile la pulizia e se acquistate più di una copertura, il cane non resterà mai senza un posticino pulito dove riposare! Dopo aver provato per alcune settimane le cucce Topology, ne comprerò un’altra perché sia io che i miei cani le adoriamo!

Dogtor™ Adem

Comportamentalista e addestratore di cani

Proprietario di Dog-ease

www.dog-ease.co.uk

This entry was posted in Cani


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *