The Omlet Blog

Perché la primavera è il momento migliore per prendere delle galline!

La primavera è il momento migliore per predisporre un pollaio e prendere delle galline. In primavera gli animali beneficiano di giornate più lunghe (e si spera più calde). Il giardino rinasce dopo la pausa invernale e le prime erbe sono a disposizione – come supplemento essenziale nella dieta della galline. Le galline inizieranno a produrre più uova dopo la pausa invernale. Sembreranno persino più felici e attive grazie al clima più mite.

Quando è meglio acquistare le galline?

Le galline ovaiole sono disponibili dalla primavera dato che la maggior parte degli allevatori fanno schiudere i pulcini tra dicembre e gennaio. Questi sono sul punto di iniziare la deposizione tra le 16 e le 22 settimane successive. Questo significa che la vostra nuova generazione di galline sarà disponibile tra metà marzo e l’inizio di giugno.

Portare a casa le galline in questo periodo, all’inizio della loro vita riproduttiva, vi darà almeno tre anni di produzione a pieno regime nella produzione di uova. Questa è una considerazione importante da fare soprattutto per gli allevatori, dato che le uova sono essenziali!

Controllo degli acari rossi

Gli acari rossi possono essere un problema nei pollai ma il numero cala drasticamente in inverno. Inizio primavera è il momento migliore per trattare con uno spray il pollaio e la recinzione contro queste creature succhia-sangue prima che il caldo provochi un incremento fuori controllo. Il vostro fornitore magari avrà uno spray contro gli acarialtrimenti potrete cercare presso un rivenditore di prodotti agricoli.

Un’azione preventiva ancora più efficace, sarebbe di dare alle galline un pollaio praticamente anti-acari. Gli acari si insinuano nei tradizionali pollai in legno tra le crepe. Alloggiare le galline in un pollaio ad opera d’arte come l’ Eglu non consente ai parassiti spazio per nascondersi e proliferare – il pollaio realizzato in plastica lavabile, non lascia agli acari nessuna possibilità!

Foto di Myriam da Pixabay

Oltre al problema degli acari rossi, in primavera è anche il momento migliore per trattare i parassiti intestinali. Ancora una volta, in inverno ce ne sono pochi, per cui trattarle in primavera è fondamentalmente una misura preventiva.

Estate

Se siete intenzionati ad adottare delle galline che provengono da allevamenti intensivi, l’estate è il momento migliore. Questi animali non sono abituati alla vita all’aperto e in estate il tempo è bello e lascia loro il tempo per acclimatarsi del tutto. In primavera va bene ma in estate è certamente il momento migliore!

Le galline (e le galline da allevamenti intensivi, dove sono ancora consentiti) sono ottimi animali da compagnia e oltre ad averle recuperate dai loro precedenti proprietarivi doneranno altri due anni di deposizione. Nel Regno Unito, potete adottare gli uccelli tramite un’organizzazione chiamata British Hen Welfare Trust (www.bhwt.org.uk). Il vantaggio è che tutte le galline sono state verificate e la salute controllata approfonditamente.

Se le lasciate girare in giardino libere, si mangeranno tutti i parassiti come lumache e mosche. Vorrete però proteggere le aiuole e i germogli perché le galline tendono a preferire le giovani piante tenere.

Se vivete in una zona dove le estati sono molto calde, assicuratevi che le galline abbiano sempre tanta ombra a disposizione e un pollaio ben ventilato. L’ Eglu è perfetto – relativamente fresco in estate anche nelle giornate più calde e con uno schermo Eglu di protezione che può essere fissato all’interno del recinto per assicurare l’ombra tutto il giorno.

Autunno e inverno

L’autunno è un’ottima stagione per le galline e i loro proprietari. Ci sono tanti vermi succulenti da scovare sotto le foglie cadute e se avete degli alberi da frutta ci saranno tanti spuntini a base di frutta.

Spesso le galline fanno la muta in autunno per cui hanno bisogno di una dieta che le sostenga per restare in salute e nella ricrescita del piumaggio. Delle vitamine e minerali extra e un po’ di aceto di mele nell’acqua le aiuterà ad avere delle penne belle e splendenti.

La maggior parte delle galline non temono il freddo. In ogni caso preferiscono non bagnarsi per cui èuna buona idea assicurare una protezione extra con una copertura specifica per il pollaio o una zona asciutta dove possano raggrupparsi. Per evitare che l’area nel recinto diventi troppo fangosa, coprite il terreno con della corteccia.

A seconda della razza, in inverno tendenzialmente producono menouova ma comunque non smetteranno del tutto. Potete mantenere le galline occupate e in buona forma utilizzando il dispenser Caddi e il peck toy per divertirsi mangiando!

A meno che dove viviate i mesi invernali siano davvero rigidi, le galline sapranno riscaldarsistando le une accanto alle altre nel pollaio. Sono animali resistenti (ad eccezione di alcune razze decorative più delicate) e si adatteranno al clima. E’ comunque un’ottima idea aiutarle con un pollaio isolato come l’Eglu che assicurerà loro delle lunghe giornate invernali nel massimo comfort.

Il messaggio fondamentale qui è che se la primavera è il momento migliore per introdurre nuove galline, queste però cresceranno benissimo anche in altri periodi dell’anno.

 

This entry was posted in Galline