Limited availability due to high demand. Please see our Stock Availability page for more information.

The Omlet Blog

Come aiutare un gatto a sistemarsi in una nuova casa

un gatto posizionato all’interno di una cuccia maya bianca

Sia che il vostro gatto stia traslocando insieme a voi in una nuova casa o che stiate dando il benvenuto ad un nuovo gatto, un nuovo ambiente può essere stressante e confondere il nostro amico felino. Soprattutto i primi giorni possono essere difficili ed è importante che voi facciate del vostro meglio per rendere il cambiamento il più indolore possibile per il pet. Leggete per scoprire come aiutare un gatto ad adattarsi alla nuova casa.

Prima del trasloco

Se dovete traslocare e avete già un gatto, cercate di mantenere il più possibile normale la routine nei giorni precedenti al trasloco. I gatti molto ansiosi e timidi trarranno vantaggio dal familiarizzare con gli scatoloni per casa prima di impacchettare tutto.

Nella nuova casa (o la casa in cui vivete se state adottando un gatto), preparate una stanza dove tenere il gatto appena arrivato. Idealmente dovrebbe essere una stanza tranquilla o un bagnetto lontano dal trambusto della casa. I gatti sono naturalmente intimoriti da un nuovo ambiente che non ha odori familiari, per cui lasciare loro una stanza più piccola da esplorare all’inizio potrebbe essere meno stressante.

Lasciate al gatto uno spazio dove potersi nascondere oltre ad un angolino comodo dove rilassarsi come la super comoda cuccia per gatti donut mochi o una coperta proveniente dal gattile, per i gatti appena adottati. Preparate anche una lettiera, ciotole con cibo e acqua e qualche gioco.

L’ albero per gatti Freestyle che è alto e rigido, aiuterà il gatto a sfogarsi e gli consentirà di lasciare degli odori familiari dalle ghiandole delle zampe che lo aiuterà a restare calmo.

Se possibile, preparate questa stanza con il necessario per il gatto prima di portarlo a casa.

Durante il trasloco

La cosa più importante quando un gatto si deve abituare ad un nuovo ambiente è la pazienza, e aspettare sempre che sia il gatto a fare il primo passo per esplorare cose o persone. Alla maggior parte dei gatti piace sapere di avere il controllo e forzarli ad uscire dal trasportino o prenderli in braccio per una coccola potrebbe aggiungere ulteriore stress.

Tenete conto che ci potrebbero volere settimane se non addirittura mesi perché il gatto si abitui alla nuova casa. Ci vuole tempo perché si senta a suo agio in un ambiente estraneo per non parlare di altri gatti o bambini che non hanno mai visto prima.

Se possibile, è una buona idea lasciare al gatto qualcosa di familiare che lo faccia sentire sicuro. Se prendete in adozione il gatto, chiedete all’associazione o al gattile una coperta o un gioco che usava oppure se traslocate con il vostro gatto, per prima cosa disfate il suo bagaglio. Non cambiate il cibo e non prendete una nuova cuccia in questo momento.

Il primo giorno in cui il gatto arriva a casa

Assicuratevi che il luogo dove può andare il gatto sia a prova di gatto. All’inizio può essere solo una stanza ma se gli lascerete esplorare tutta casa, assicuratevi che la porta e le finestre siano chiuse e verificate gattaiole e anche i caminetti prima di farlo accedere. Date precise istruzioni a chiunque faccia avanti e indietro oppure mettete un bigliettino sulla porta ad indicare dov’è il gatto. La nuova casa sembrerà uno spazio insicuro al pet e istintivamente tenderà a scappare.

Una volta attrezzata una stanza o un’area dove inizialmente mettere il gatto, portatelo nella stanza e aprite la porta del trasportino. Sedetevi e restate a guardare cosa fa ma non forzatelo ad uscire e non tiratelo fuori, lasciatelo esplorare a suo piacimento. Potete sedervi nella stanza oppure uscire e tornare dopo un po’ a vedere come va.

Una volta visto che il gatto è a suo agio nella stanza, potete aprire la porta per permettergli di andare nel resto della casa dove si sente di andare. I gatti sono curiosi per natura e probabilmente desidereranno esplorare.

Se avete un altro animale in casa che il nuovo gatto non ha mai incontrato, fate delle caute presentazioni dopo alcuni giorni. Cercate di distanziare gli eventi per evitare di sovraccaricare il gatto con lo stress.

E’ normale per un nuovo gatto o un gatto in una casa nuova che all’inizio mangi poco o che miagoli durante le prime notti. A meno che non pensiate che possa essere dannoso per la sua salute, o che sia in pericolo, lasciatelo fare. La maggior parte dei gatti smette dopo un paio di giorni.

gatto su una cuccia maya donut grigia in una nuova cucina

Il trasporto del gatto nella nuova casa

Assicuratevi di avere un buon trasportino sufficientemente grande per contenere il gatto. Se possibile, sarebbe meglio abituare il gatto ai viaggi in macchina prima del viaggio verso la nuova dimora ma naturalmente questo non è possibile se adottate un gatto da un rifugio.

Mettete della lettiera morbida nel trasportino e assicuratelo nel bagagliaio o sui sedili posteriori con la cintura di sicurezza. E’ importante che sia sicuro e non si muova durante il viaggio perché potrebbe essere stressante per il gatto. Regolate la temperatura in macchina in modo che non sia né troppo caldo né troppo freddo.

Il viaggio dovrà essere il più breve possibile; non fate tappe inutili o fermate non necessarie. Se vi dovete fermare, sarebbe meglio non far uscire il gatto dal trasportino perché c’è il rischio che scappi. In ogni caso, non lasciate mai il gatto senza sorveglianza in macchina. Può rapidamente diventare pericolosamente caldo.

Se il viaggio è così lungo da dover programmare una sosta per permettere al gatto di fare i suoi bisogni, mangiare e bere, è importante trovare un posto sicuro dove farlo. Considerate la possibilità di tenere il gatto al guinzaglio oppure di lasciarlo uscire solo in un piccolo spazio chiuso. Se viaggiate davvero molto lontano, potreste considerare di sedare il gatto in modo da rendere il viaggio meno stressante. Parlatene con il veterinario per capire se è possibile.

Quando fai uscire il gatto

Se avete un gatto che trascorre tanto tempo all’aperto magari vorrete ridargli la libertà rapidamente ma generalmente è meglio tenerli in casa per qualche settimana. Il trasloco è uno dei principali motivi di sparizione dei gatti sia perché non si sentono sicuri nella nuova casa, sia perché si perdono, per cui fate attenzione. Potete leggere di più sull’argomento nel nostro precedente blog Perché i gatti scappano?

Mentre tenete in casa un gatto abituato ad uscire, assicuratevi che abbia tanti stimoli e opportunità di movimento. Una struttura come l’ albero per gatti da interno Freestyle può essere personalizzata per includere delle sfide legate all’arrampicata, tante postazioni graffiatoi oltre ad angolini riparati dove riposare.

Quando il gatto sarà pronto ad uscire, una cosa che potete fare in preparazione, è di spargere un po’ di lettiera sul perimetro del giardino. In questo modo lo spazio esterno odorerà di familiare e gli altri gatti del vicinato, saranno avvisati che c’è un nuovo gatto in zona.

La prima volta che lo lasciate uscire, fatelo per poco tempo e tenetelo sempre d’occhio. Richiamatelo dopo pochi minuti e aumentate gradualmente il tempo che trascorrono all’aperto. E’ meglio restare con loro per rassicurarli e lasciate la porta o lo sportellino aperto in modo che possa rientrare in casa se qualcosa lo spaventa.

Se traslocate in un posto dove non potrete lasciarli uscire come facevate in precedenza per motivi di traffico, fauna selvatica o i vicini, potreste considerare di investire in un recinto esterno per gatti. I catio della Omlet permettono ai gatti di godere il vento nella pelliccia in completa sicurezza e nel contempo il gatto si manterrà in salute e in forma senza il problema che scappino o si feriscano. C’è anche l’opzione di un recinto per balconi se abitate in appartamento.

due gatti giocano in un catio della omlet con un albero per gatti da esterno

Traslocare con il vostro gatto

Se molti di questi consigli si applicano sia ai gatti appena arrivati che a quelli che avete da tempo, questi sono consigli specifici per aiutare un gatto già presente in casa.

Dato che il gatto ha già vissuto con voi, questi sono oggetti che dovreste portare per agevolare l’inserimento del gatto nella nuova casa. Magari hanno una cuccia da interni Maya o una cuccia Bolster in Memory Foam dove andare per avere un po’ di tranquillità e si sentiranno subito a casa. Se volete far abituare il gatto ad una nuova dimora, questo potrebbe essere il momento migliore dato che cercherà un posto dove stare al sicuro. Potete leggere di più sull’argomento nel nostro precedente blog Come insegnare ad un gatto ad usare la cuccia.

A seconda della loro personalità, magari li lascerete uscire dalla prima stanza di esplorazione rapidamente. Se sono abituati a stare con voi e la vostra famiglia, tenerli separati potrebbe essere più stressante.

Una cosa che può aiutare il gatto ad adattarsi è di prendere un pezzo di stoffa e strofinarlo con delicatezza intorno al collo per fargli prendere il suo odore. Potrete poi passare il panno sui mobili di casa ad altezza gatto per rendere il nuovo territorio più familiare. I prodotti come Feliway o i diffusori di feromoni possono essere anche loro buone opzioni.

Ricordate di aggiornare l’indirizzo sulla loro medaglietta e cambiare le informazioni sul microchip su qualunque database.

Se non siete andati lontano, la paura è che il gatto possa scomparire alla ricerca della vecchia casa. A volte i nuovi proprietari mettono delle ciotole di cibo e acqua per eventuali visitatori per cui, se possibile, chiedete ai nuovi proprietari di avvisarvi in caso il gatto si facesse vivo. Per evitare questi viaggi della memoria, tenete il gatto chiuso in casa per alcune settimane dopo il trasloco. Non gli farà dimenticare la vecchia casa, ma gli consentirà di abituarsi alla nuova e si spera che capisca che è lì che ora abita.

Conclusioni

Un trasloco è un evento molto emozionante sia per i gatti che per gli umani, specialmente per quelli che vengono portati dal rifugio alla loro nuova casa permanente. Però, la maggior parte degli animali sono creature abitudinarie e molti gatti trovano una nuova casa, temibile. Assicuratevi di essere pronti per alcuni giorni o settimane ad essere un po’ stressati. Alla fine, ne sarà valsa la pena!

This entry was posted in Gatti


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *