The Omlet Blog

Date Archives: January 2020

Le migliori idee Fai da Te per migliorare la vostra recinzione per gatti

Una delle migliori qualità della Recinzione da esterni per gatti della Omlet è che è estremamente versatile. La recinzione stessa può essere modificata per adattarsi allo spazio che avete a disposizione e alle esigenze dei vostri gatti. Ma non è tutto! Ci vengono spesso mostrati dei modi creativi e divertenti di utilizzare la rete e così abbiamo deciso di condividerne alcuni che potrebbero essere d’ispirazione sia che acquistiate la rete per la prima volta oppure se volete iniziare a prepararla per la primavera!


DECORAZIONI

Se si parla di decorazioni, praticamente non ci sono limiti. Consentite ai vostri gatti di fare tutto ciò che gli piace: arrampicarsi, correre, graffiare, nascondersi o semplicemente star stesi su un’amaca. Potete renderla ancora più pratica grazie alle coperture che vi permetteranno di usare la recinzione con qualunque tempo e potete anche mettere una sedia dove riposarvi e ammirare i vostri bambini pelosi. Adoriamo anche tutte le piante e i fiori (non tossici) che mettete nelle recinzioni per abbellirle!


COLLEGARLA ALLA CASA

La recinzione per gatti viene venduta con quattro pareti ma è sufficientemente robusta per essere stabile anche solo con tre. Se trovate il modo di assicurare l’apertura alla casa, questo consentirà ai gatti di entrare e uscire da casa a loro piacimento. Questo è un incredibile allestimento di un cliente in Danimarca con un accesso speciale per gatti dal seminterrato alla recinzione in giardino dove sia umani che felini amano trascorrere il tempo. Grazie alla combinazione di coperture trasparenti e pesanti, si sono assicurati che i gatti siano al riparo dalla pioggia e dal sole a picco.


LAVORA CON CIO’ CHE HAI

Questo cliente tedesco ha deciso di mettere la recinzione attorno ad un albero in giardino. In questo modo l’albero funge da protezione per il sole e nello stesso tempo è un ideale graffiatoio. Grande idea!


RECINZIONE SU RUOTE

Il design modulare della recinzione per gatti fa sì che la si possa spostare tutte le volte che è necessario. Se volete semplicemente spostarla in un altro angolo del giardino potete chiedere ad un vicino di aiutarvi a sollevarla per intero. Se invece dovete traslocare o dovete utilizzare lo spazio per altri scopi per un po’ di tempo, potete smontarla e metterla via comodamente pronta per quando vorrete riutilizzarla.

Però questo cliente francese ha ritenuto che nessuna delle due soluzioni fosse corretta e quindi ha deciso di costruire una piattaforma su ruote così che il recinto può essere spostato alla ricerca del perfetto connubio sole/ombra, oppure spostarla lontano dalla confusione e dal trambusto o semplicemente avvicinarla a casa quando fa freddo.

Uno specialista del fai da te sarà in grado di aiutarvi. Il nostro consiglio è di assicurarvi che la piattaforma sia ben collegata alla recinzione e scegliete delle ruote che possano essere bloccate per evitare che rotoli via in caso di vento forte!


SOLUZIONI D’ANGOLO

Se siete a corto di spazio in una direzione – girate l’angolo! Questa stupefacente soluzione potrebbe essere la migliore soluzione che avete mai visto! I diversi posti per risposare, i tunnel gioco, i giochi, i ciottoli decorativi – chi non vorrebbe passare del tempo qui?


Hai acquistato una recinzione per gatti? Mandaci le foto, e magari le pubblicheremo nei prossimi post!

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Gatti on January 31st, 2020 by linnearask


In che modo le previsioni del tempo aiutano gli allevatori di galline

Mentre la maggior parte della gente si interessa alle previsioni metereologiche per programmare le attività settimanali o l’abbigliamento, chi alleva galline le può utilizzare per stabilire quali accessori usare per il pollaio perché le galline siano sempre ben riparate.

Sole o neve, vento o pioggia, le previsioni del mattino e le app sul telefonino danno tutte preziosi consigli che potreste ignorare.

🌡 TEMPERATURA 🌡

La prima, l’indicatore più ovvio: le temperature previste per i 10 giorni a venire. A seconda del periodo dell’anno in cui siete, può essere molto utile oppure creare molta confusione se varia drasticamente. Ma pensiamo a come reagire.

In inverno se le temperature previste vanno dallo 0 ai meno 5 gradi sta quasi gelando e se avete poche galline in pollaio, potreste considerare di mettere una Copertura per Temperature Estreme al vostro Eglu per aiutare le galline a stare al calduccio senza limitare la ventilazione del pollaio.

Durante i caldi mesi estivi, quando la temperatura oscilla sopra e sotto i 30 gradi celsius in alcuni paesi, sarebbe opportuno spostare il pollaio in una zona ombreggiata per la maggior parte della giornata. E’ importante che durante la giornata facciate dei controlli per verificare che non soffrano troppo per il caldo. Se il pollaio è collegato o all’interno di una recinzione sicura, potete lasciare aperta la porta del pollaio per favorire il passaggio dell’aria la notte senza che le ragazze siano esposte ai rischi dei predatori.

☀️ SOLE ☀️

Quando il sole brilla alto, si è tentati di riempire la recinzione con ombra così da proteggere le galline. Eppure può avere l’effetto contrario, invece di ombreggiare e raffreddare l’area, tanta ombra crea un tunnel che imprigiona il calore come una serra.

Sarebbe meglio tenerle in una zona ombreggiata e proteggere dal sole un lato della recinzione. Se le vostre galline sono abituate a razzolare all’aperto per la maggior parte del giorno, assicuratevi che abbiano accesso a zone d’ombra in giardino e che il cibo e l’acqua siano sempre in ombra.

❄️ NEVE ❄️

Emozionante per alcuni, per altri l’attesa della neve può essere snervante. Potreste considerare di coprire la recinzione del pollaio con delle coperture trasparenti per evitare che si accumuli troppa neve sul terreno. Se è prevista neve, potreste iniziare a prepararvi per delle lunghe giornate gelide e portare il pollaio più vicino a casa così che sia più facile controllarle e inoltre approfittare del riparo che la casa può offrire. Con la neve assicuratevi di asciugare le penne bagnate e togliere i pezzetti di ghiaccio dalle zampe. Aumentate il fieno dove dormono e anche le razioni di cibo per aiutarle a stare al caldo.

Quando avete tempo, iniziate a considerare quanto sia efficace il vostro pollaio contro il freddo. Se avete un pollaio in legno, verificate che non lasci passare acqua e che sia ben isolato. Se non siete certi del vostro pollaio in legno allora potreste prendere in considerazione di passare ad uno più robusto in plastica come Eglu Cube. Il suo isolamento a parete doppia funziona come i doppi vetri per tenere il freddo al di fuori del pollaio e il caldo in inverno. Il materiale plastico è impermeabile e molto facile da pulire rapidamente (cosa molto importante soprattutto nelle giornate fredde).

☁️ NUVOLO ☁️

Sono le giornate più noiose, sono però spesso un momento di pausa dalle giornate più estreme dal punto di vista metereologico. In inverno alcune giornate di nuvolo possono alzare le temperature di qualche grado per darvi la possibilità di pulire completamente il pollaio e fare le eventuali modifiche in previsione dei cambiamenti climatici previsti.

🌧 PIOGGIA 🌧

Alcune previsioni sono più precise di altre nell’indicare il momento della giornata in cui pioverà. Ma se vi aspetta una giornata con il 90% di possibilità di pioggia e forti temporali, agite in fretta e mettete dei teli protettivi sulla recinzione. Se il terreno sotto al pollaio e dentro il recinto diventa troppo inzuppato d’acqua, potete pensare di spostarle oppure su del materiale più solido come del truciolato di legno per evitare che il terreno diventi una palude!

💨 VENTO 💨

La reazione ad una giornata ventosa dipende molto dalla velocità prevista. Raffiche a meno di 40 kmh non dovrebbero essere un grande problema. Magari potete aggiungere delle barriere frangivento attorno alla base dell’ Eglu e una copertura sulla parte più esposta al vento. La cosa peggiore però da fare nelle giornate di vento estremo è di coprire completamente la recinzione, soprattutto se ampia come Walk in, con coperture da cima a fondo. In un’ampia recinzione, le maglie delle rete lasciano fluire il vento senza danneggiare la struttura e una copertura trasparente su un lato e un angolo del recinto sarà sufficiente a ripararle. Se invece coprite completamente la recinzione, il vento si scaglierà contro ed è più facile che la struttura ceda.

Se le galline sono in una piccola recinzione attaccata al pollaio, vi consigliamo di spostarle in una zona protetta dal vento e dall’eventuale caduta di oggetti. Le ruote dell’Eglu vi consentiranno di spostare il pollaio per il giardino a seconda delle necessità. Se le tenete sempre chiuse nel pollaio Eglu e nel recinto senza mai lasciarle razzolare libere, dovreste fornir loro dei giochi per intrattenerle e un dispenser per evitare la noia come Peck Toy o il Trespolo.


No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Estate on January 27th, 2020 by linnearask


Quale è il posto ideale per posizionare la cuccia del cane?

I cani amano avere una loro cuccia. Ma c’è una bella differenza tra una vecchia coperta messa in un angolo pieno di spifferi e una cuccia vera e propria ben posizionata.

Se non ha una cuccia o un posto assegnato, il cane proverà vari posti in giro per casa per cercare un buon giaciglio dove dormire. Solamente quando darete loro un posto appropriato si metteranno tranquilli. Ma anche così, potrebbero rimanere inquieti, sempre alla ricerca di un posto migliore. Se il cane la notte vaga a lungo, provando posti differenti, è sintomo che ha bisogno di una vera cuccia.

Il primo passo è quindi acquistare la cuccia. Ce ne sono tantissime in vendita inclusa la Fido Sofa, la cuccia chiusa Fido e molte altre. Queste hanno tutte il giusto design per un sonno ottimale ma dovete ancora decidere dove posizionarla.

Il meglio – E il peggio – Dove posizionare una cuccia per cani

  • La cuccia del cane sembra essere la scelta più ovvia se è dove si rilassa.
  • Se il cane ha già individuato un suo posto preferito, semplicemente metteteci lì la cuccia, se non ingombra.
  • La cuccia deve sempre essere lontana da correnti d’aria e anche dai termosifoni caldi e fuochi.
  • Un angolo o almeno addossato ad una parete, di solito è la posizione migliore. I cani amano sentirsi al sicuro e ben protetti quando si mettono giù per la notte e un ampio open space non è l’ideale per un buon sonno ristoratore.
  • La cuccia non dovrebbe essere messa in mezzo ad una stanza o in un corridoio trafficato. I cani amano stare accanto ai loro amici umani ma non desiderano essere continuamente svegliati da rumori.
  • All’opposto anche una stanza dove non andate mai non è ugualmente una buona scelta. I cani amano stare vicini a noi – o almeno averci nelle immediate vicinanze.
  • Se è abituato a dormire nella vostra camera da letto, potete mettere lì la cuccia. La sola cosa da fare è convincerlo che la sua cuccia è meglio del vostro letto!
  • Se il vostro cane ama l’aria aperta potreste posizionare una cuccia in una capanna, in un kennel o in un altro casotto da giardino. Non sul prato bagnato.

La sfida più difficile quando scegliere dove posizionare la cuccia è mediare tra il loro bisogno di tranquillità e la voglia di restarvi accanto. Alcune razze sono più ‘appiccicose’ di altre. Se optate per metterla in camera da letto, non dimenticate di discuterne con la vostra dolce metà – non tutti sono felici di condividere la stanza con un animale che russa!

Per cui, il miglior posto dove posizionare una cuccia dipende da come è strutturata casa vostra, dal carattere del vostro cane e l’importanza di accontentare tutti in famiglia. Una cosa è certa – la visa del vostro cane soddisfatto che si gode una bella dormita nella sua cuccia è davvero piacevole.

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Cani on January 27th, 2020 by linnearask


Il mio cane ha davvero bisogno di una cuccia?

E’ un dato di fatto che i cani possono dormire praticamente ovunque. Ma a pensarci bene, anche noi – in tenda, nelle cuccette dei treni, o di fronte alla TV. Però, potendo scegliere, preferiremmo stare stesi sul nostro letto per risvegliarci la mattina freschi e riposati piuttosto che rattrappiti con un dolore alla cervicale. Per i cani è esattamente lo stesso.

Una cuccia funziona a due livelli. Garantisce un buon comfort per una buona nottata di riposo (e anche per tutti i riposini durante la giornata), e nello stesso tempo assicura un senso di sicurezza. I cani sono territoriali – rivendicano alcuni spazi come loro. I posti speciali – quelli in cui nessun altro va – sono le zone più importanti del loro territorio. La cuccia del cane è un’imprescindibile zona di sicurezza per il cane.

Se non fornite al cane una cuccia, allora improvviserà. Un posto sul tappeto, un angolino confortevole lontano dalla confusione oppure un vecchio strofinaccio o una coperta. Questi possono essere considerati al pari di cucce e il cane le userà quando avrà bisogno di stare tranquillo.

Il posto che alla fine il vostro cane sceglierà, sarà il vostro letto. A meno che non siate irremovibili, resterà lì! Ecco un’altra eccellente ragione per acquistare una confortevole cuccia per loro.

Venite a scoprire l’imperdibile Cuccia

Inserire la cuccia in una struttura chiusa ha senso. Diventerà un’area sicura e di pieno relax. Questa è l’idea all’origine del kit di Fido Studio e Fido Nook.

Una cuccia chiusa fornisce anche un supporto per inserire il materasso della cuccia invece che lasciarlo sul pavimento. E’ molto importante che il cane si senta al sicuro mentre riposa.

Un’altra ottima soluzione è una poltrona per cani. Assicura una cornice in cui mettere il materasso che rimanga bloccato come un letto per esseri umani e che consente di restare sollevati dal suolo per evitare le correnti d’aria. Potrete anche sostituire il materasso una volta consumato mentre l’intelaiatura resterà a vita.

Le cucce per cani prevengono piaghe, callosità e zone senza pelo – che possono affliggere i cani che dormono sul pavimento o sul legno o su tappeti ruvidi. Man mano che un cane invecchia, le articolazioni diventano più rigide e apprezzeranno il comfort di un buon materasso per cani.

E’ un letto e non un angolino delle punizioni!

Uno degli errori che a volte i proprietari di cani commettono è di sgridare l’animale e mandarlo a cuccia per punizione. Inutile dire che questo comportamento farà associare la cuccia alla punizione e quindi non sarà mai un posto confortevole dove riposare! Allo stesso modo una cuccia all’interno di una struttura chiusa non è fatta per chiuderceli dentro. Un cane che passerà tutta la giornata chiuso dentro, la vivrà come una prigione – e lo stesso varrà per la cuccia.

Se avete più di un cane, preferiranno avere una sistemazione singola. E’ importante che la cuccia non sia comparata ai divani in affitto. Un cane che mostra interesse per la cuccia di un altro dev’essere scoraggiato.

Una cuccia confortevole non è troppo. Assicura calore, sicurezza e un’importante senso di comfort. Mettiamo però il veto ai pigiamini per cani…

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Cani on January 22nd, 2020 by linnearask


Se quest’anno acquisti un nuovo gadget per pollai…

…prendi questo.

Dall’ultimissimo modello di smartphone all’asciugacapelli super accessoriato, spesso siamo sommersi dalle notizie sui nuovi gadgets che ci cambieranno la vita e ultimamente abbiamo iniziato a vedere dei prodotti tecnologici strabilianti per i nostri pet! Ma che ne è delle galline? Esattamente, anche le nostre amiche pennute danno un’occhiata al futuro e non possiamo perdercelo.

Se quest’anno volete acquistare qualcosa per voi o le vostre galline, fate che sia questo.

L’ Autodoor.

Questa semplice aggiunta al vostro pollaio, può fare un’enorme differenza per la vostra vita e molti clienti lo possono testimoniare.

Collegate l’ Autodoor alla recinzione per le galline; può essere l’Eglu Cube, la recinzione Eglu, qualsiasi pollaio in legno o rete per galline e utilizzerete il pannello di controllo per programmare l’apertura e la chiusura della porta del pollaio secondo un timer o con sensore luminoso.

La mattina, Autodoor si aprirà senza errori, consentendo alle galline di uscire dal pollaio o recinzione ed esplorare, raspare e stiracchiare le ali. Molto utile in estate quando le galline sono desiderose di poter uscire molto prima di voi. Non sarà necessario alzarsi alle 5 del mattino se avrete un’Autodoor.

La sera, quando cala il sole, Autodoor può essere programmato per richiudersi ad un orario preciso quando sapete che sono già tutte dentro in modo da metterle al sicuro dai predatori. In inverno quando fa buio prima che rincasiate, non dovrete preoccuparvi di fare in fretta per poterle chiudere in tempo. Autodoor lo farà per voi.

Ecco 5 ragioni in più per cui avete bisogno di Autodoor…

  1. Alimentato a batteria. Non c’è bisogno che il pollaio sia vicino a una fonte di energia.
  2. Affidabile in tutte le condizioni metereologiche. Questo è un accessorio indispensabile in inverno ed in estate e ancora.
  3. Costruito con dei sensori di sicurezza per essere certi che nessuna gallina sia ferita in caso si attardasse a controllare il nuovo gadget.
  4. Migliora la sicurezza del pollaio e il suo isolamento. La porta orizzontale è più sicura rispetto a quella in verticale modello ghigliottina che può essere facilmente sollevata dai predatori.
  5. Bassa manutenzione e facile da installare. Tutto ciò di cui avete bisogno si trova in una scatola!

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Galline on January 20th, 2020 by linnearask


Allevare galline: le sfide per il nuovo anno

Le galline da cortile passano di solito tutta la loro vita all’aperto. Questo significa che devono affrontare tutto ciò che viene dal cielo, dal caldo soffocante agli inverni sotto zero.

Dato che sono uccelli robusti, sono molto avvantaggiati. Ma ci sono comunque molti modi per aiutarle a superare le varie stagioni.

Inverno

Questa è la stagione più difficile per tutti gli animali che vivono all’aperto. I contro sorpassano di numero i pro ma con un piccolo aiuto da parte degli umani le galline possono superare alla grande tutti gli inconvenienti.

  • Sebbene le galline si adattino bene al freddo, non amano quando fa freddo e piove nello stesso tempo. Proteggere la recinzione con una copertura extra impermeabile aiuterebbe molto. Tenere le galline in un posto ben protetto Eglu è un’ottima maniera per iniziare.
  • Assicuratevi che le zampe delle galline restino asciutte anche in caso di pioggia, coprendo il terreno con dei trucioli di legno.
  • Le galline di solito verso sera rientrano nel pollaio. In inverno però potrebbero attardarsi anche verso sera per beccare. Se le vostre galline sono propense a beccare fino a tardi, un giubbotto ad alta visibilità vi aiuterà a trovarle – e sarete anche sicuri che siano ben visibili anche agli altri, in caso dovessero uscire dal giardino. Il giubbotto le tiene anche al caldo e quindi è una doppia benedizione in inverno.
  • I trespoli consentono alle galline di appollaiarsi al freddo – una cosa essenziale nelle fredde notti. Restare sul trespolo le aiuta anche a non far raffreddare troppo le zampe.
  • In caso le temperature scendano sotto lo zero, vi consigliamo di strofinare del gel di petrolio (ad esempio Vaselina) sulle creste e sui bargigli per evitare che si gelino.
  • Fate attenzione a tosse, starnuti, letargia o altri segni di malattia. Una gallina di costituzione debole se la temperatura scende sotto lo zero.
  • Il numero delle uova deposte diminuirà – questo non significa che non avrete più uova per colazione. Tre galline possono comunque deporre fino a otto uova a settimana nei mesi più freddi, anche se ci sono delle variabili.
  • Assicuratevi che la loro dieta sia salutare e aggiungete dell’extra vitamine e minerali per mantenere al meglio il sistema immunitario.
  • La loro acqua gelerà, preparatevi a rompere il ghiaccio e cercare di tenere dei beverini di scorta in dispensa.
  • D’altro canto, in inverno muoiono tutti gli acari rossi che sono presenti nei pollai e nelle recinzioni!

Primavera

Con l’allungarsi delle giornate, le galline ricominceranno a deporre più uova. Il giardino ritorna alla vita e le galline inizieranno a trovare cose interessanti da beccare nel terreno.

  • Le volpi sono affamate dopo un lungo periodo di magra e quindi assicuratevi che il pollaio e la recinzione siano sicuri. Le porte automatiche garantiscono che le galline siano dento e fuori nei giusti orari per evitare predatori.
  • Con un clima più mite, gli acari rossi ricominciano a fare capolino… mettete al sicuro il pollaio da infestazioni prima che la situazione vi sfugga di mano!

Estate

E’ incredibile avete passato il freddo inverno becchettando e adesso, con 20 gradi in più, le vostre galline sono ugualmente felici. Il principale problema in estate è il troppo sole – ma se creerete delle ampie zone d’ombra, i vostri animali ameranno anche la stagione calda. Un pollaio che garantisce di per sé dell’ombra come lo spazio sotto l’ Eglu Cube o l’ Eglu Go Up è l’ideale.

  • Assicuratevi che le ciotole d’acqua siano sempre ben piene dato che le galline bevono molto di più nei mesi caldi.
  • Se poi le temperature sono asfissianti cercate di dar loro dei premietti freschi come ad esempio l’anguria, o frutta gelata e cubetti vegetali.
  • Fornite loro dei bagni di sabbia – va bene sia un’area asciutta nel giardino oppure una bacinella nel recinto. Le lettiere dei gatti di solito sono perfette.
  • Se raccoglierete le uova giornalmente, le galline eviteranno di farle in giro a caso – a volte lo fanno in alcuni periodi dell’anno.

Autunno

Con l’estate alle spalle e l’inverno ancora da venire, questa è la stagione migliore. Ci sono tanti vermi succulenti da raspare nel terreno soffice. Se avete degli alberi da frutto, avranno molte cose da becchettare quando inizieranno a cadere le foglie.

  • Le galline spesso iniziano la muta in questo periodo dell’anno e quindi hanno bisogno di una buona dieta per aiutarle a stare in forma e far ricrescere le penne. Delle vitamine extra e minerali aiuteranno e un po’ aceto di mele diluito in acqua aiuterà a tenersi in salute e con un bel piumaggio lucente.

Le galline sono un impegno tutto l’anno. Fortunatamente non è difficile star loro dietro – questi magnifici uccelli sono felici in tutte le stagioni dell’anno.

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Estate on January 17th, 2020 by linnearask


Come tenere al caldo il coniglio domestico in inverno?

Molte persone in inverno portano in casa i loro conigli. Certamente questo è un modo per affrontare il freddo. Ma è necessario? Dopotutto i conigli in natura sopravvivono senza il riscaldamento.

Bisogna però dire che i conigli selvatici hanno una carta segreta da giocare. Vivono nelle tane, protetti dalle intemperie al calduccio un una confortevole conigliera. I conigli domestici non hanno la possibilità di avere una vita sotterranea e così dovrete cercare di simularla in altri modi.

Il segreto della vita sottoterra è l’isolamento. Allo stesso modo di un igloo che crea uno spazio caldo in un ambiente freddo, allo stesso modo una tana fornisce uno spazio isolato con temperatura costante. Non proprio caldo ma che si può scaldare con le loro folte pellicce, erba secca e terra compatta.

L’isolamento della gabbia può essere rinforzato aggiungendo dei materiali extra. La carta assorbente utilizzata di solito alla base delle lettiere dei conigli si inzuppa di urina e diventa umido molto in fretta. Tutto ciò che è umido diventa anche freddo in poco tempo e può anche gelare se le temperature scendono. Se il clima è davvero freddo – qualunque temperatura al di sotto degli zero gradi C – cambiate la carta assorbente quotidianamente.

Il vero segreto per stare al caldo in inverno è il fieno. Raddoppiate o triplicate la solita quantità nell’area notte e loro si raggomitoleranno per tutta la notte al caldo.

Non tutte le gabbie sono uguali

Una vecchia gabbia di legno con buchi e fessure che lasciano passare il vento freddo è molto meno confortevole di una che è a prova di intemperie. La gabbia ideale ha un isolamento a tutto tondo proprio come Eglu. Anche in questo caso uno spesso strato di paglia è importante.

Ad un certo punto le basse temperature possono diventare pericolose. Se la temperatura scende sotto i meno 5 C, i conigli selvatici si accovacciano e si stendono uno accanto all’altro per conservare e condividere il calore corporeo. In giardino, dentro ad una gabbia è difficile con il troppo freddo. Non molti conigli domestici possono sostenere temperature sotto i 5 gradi, anche se in ambiti ben isolati come un Eglu.

Con queste temperature estreme ci sono due scelte: portare in casa i conigli oppure usare un tappetino termico nella gabbia.

Sarà anche utile, naturalmente, mettere la gabbia in un angolo riparato, protetto dal gelo invernale.

Come combattere il gelo

I beverini dei conigli congelano quando le temperature scendono. Potete prevenire l’inconveniente avvolgendoli in materiale isolante – l’involucro a bolle è ottimo – attorno alla bottiglia. Ad esempio il beverino dell’Eglu, è già isolato per il freddo. Ma anche con questi accorgimenti può gelare se fa troppo freddo. Dovrete anche assicurarvi che il collo della bottiglia non si congeli, il che significa cambiare acqua varie volte al giorno. Tenete sempre a portata di mano un paio di ricambi.

La gabbia stessa può essere resa più confortevole aggiungendo dell’isolamento anche all’esterno. Coperture per temperature estreme sono di gran lunga la miglior opzione rispetto ad una spessa coperta dato che quest’ultima si può bagnare e congelare.

Se il tempo vi obbliga a portare i conigli in casa, teneteli dentro finché non ritorna un clima tiepido. Non è salutare per loro fare fuori e dentro tra freddo e riscaldamento centrale.

Mangiare per affrontare il caldo

I conigli all’esterno come tutti i piccoli mammiferi soggetti ai capricci del tempo, devono mangiare di più in inverno. Questo gli consente di mantenersi sempre al caldo. Spesso noi umani dimentichiamo che la funzione principale del cibo è di carburante che ci riscalda – questo contraddistingue i mammiferi a sangue caldo dai pesci e i rettili a sangue freddo.

Un coniglio che ha freddo, tremerà. Se nonostante tutti i vostri sforzi per isolare l’ambiente, continuerà ad aver freddo, dovete prendere una decisione. O i tappetini riscaldanti o entrare in casa – queste sono le opzioni.

E’ comunque importante ricordare che i conigli amano avere la possibilità di stare all’aria aperta. Sono creature resistenti e non sarà necessario tenerle chiuse fino all’arrivo della primavera ma solo finché non finisce il gelo.

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Conigli on January 13th, 2020 by linnearask


In che modo Eglu tiene al caldo le galline in inverno

In inverno, una delle più grandi preoccupazioni che riscontriamo tra i nostri clienti è: “Eglu è in grado di tenere le mie galline al caldo?”. In questo blog, vi spieghiamo gli aspetti tecnici che sono alla base del design accurato di Eglu, che assicura alle vostre galline di stare comode e al caldo nei mesi più freddi.

Isolamento

L’aria è un eccellente isolante termico. La temperatura passa da un’area di maggior caldo ad una di minor calore. Le molecole più calde vibrano rapidamente e si scontrano fra loro scambiandosi energia. Se il calore (in questo caso il corpo caldo delle galline all’interno del pollaio) cerca di passare attraverso, troverà poche molecole e questo renderà più difficoltosa la dispersione. Questo è ciò che accade con l’aria ed è per questo che di solito è utilizzata come isolante su pareti e finestre, negli utensili da cucina e per i thermos – e i pollai!

Il sistema unico di Eglu con parete doppia, cattura l’aria in una tasca tra la parete interna e quella esterna approfittando appieno delle proprietà isolanti dell’aria. Questa soluzione blocca l’aria fredda fuori dal pollaio e trattiene l’aria calda all’interno. Lo stesso processo mantiene al fresco le galline d’estate bloccando l’aria calda all’esterno ed evitando che il pollaio si surriscaldi.

Ventilazione

Forse anche più importante dell’isolamento, è importante assicurarsi che il pollaio sia ben ventilato. Se il pollaio non è ben ventilato rischiate delle brutte correnti d’aria oppure dell’aria stagnante e umida se è troppo isolato. In entrambe i casi rischiate che le galline restino al freddo nelle giornate invernali e possono causare gravi problemi respiratori.

Ipollai Eglu sono progettati per lasciar passare l’aria senza però che si creino delle spiacevoli correnti d’aria per le galline. I buchi per la ventilazione sono posizionati in modo che i vostri animali non si accorgano dell’aria che passa nel pollaio e nello stesso tempo l’aria calda che evapora dagli animali e dalle deiezioni fuoriuscirà dalla ventilazione evitando ristagni.

In che modo le galline si scaldano

Le galline come molti altri uccelli che non migrano, hanno uno strato di sotto piume al di sotto del piumaggio visibile che possono gonfiare per creare delle sacche d’aria sul corpo. In questo modo trattengono il calore, e si tengono al caldo durante l’inverno.

Le galline hanno anche un alto tasso metabolico che aumenta ulteriormente durante i mesi invernali e le aiuta a mantenersi al caldo. Ecco perché dovreste dare del cibo extra alle galline durante i mesi invernali.

Le galline possono anche rallentare il flusso sanguigno alle zampe per minimizzare la dispersione di calore. Questo sistema intrappola aria calda, ecco perché camminare sulla neve e sul ghiaccio raramente causa loro dei disagi. Quando razzolano al freddo le zampe sono ben al caldo sotto le piume e inoltre possono nascondere la testa sotto l’ala per avere ulteriore calore.

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Galline on January 10th, 2020 by linnearask


Resta in contatto con Omlet nel 2020

Uno dei “propositi per il nuovo anno è di diventare un superfan Omlet”? Non possiamo che essere d’accordo con te! Ecco dei metodi super facili per tenerti sempre aggiornato sulle offerte speciali, concorsi, video, blog e molto altro nel 2020!


Newsletter

La nostra newsletter settimanale è piena zeppa di articoli divertenti, informazioni su lanci di prodotti e promozioni e recensioni dei clienti. Sottoscrivendo la newsletter, sarete certi di essere tra i primi a ricevere tutte le informazioni sulla Omlet! Proponiamo regolarmente anche delle offerte dedicate ai sottoscrittori della newsletter che sono molto allettanti. Non possiamo sbilanciarci troppo ma molto probabilmente alla fine di gennaio ci sarà un’eccezionale offerta sugli Eglu 😉


Youtube

La pagina Youtube della Omlet è il posto ideale per vedere i nostri prodotti. I video divertenti e pieni di informazioni utili, mostrano tutti i dettagli innovativi tanto amati dai nostri clienti con il bonus aggiuntivo di animali super coccolosi! Iscrivendovi sarete sempre aggiornati sulle ultime novità Omlet e troverete tantissime informazioni utili su come tenere gli animali come questa che vi spiega come preparare Eglu per l’inverno.

Troverete anche dei video dettagliati step-by-step sul montaggio di tutti i nostri prodotti così da lavorare senza frustrazioni! Potete aprirli in sottofondo mentre montate le nuove casette dei vostri amici. E’ facile da mettere in pausa e tornare indietro se necessario.


Social Media

Integrate Omlet ai vostri social media preferiti e illuminate lo scrolling con delle bellissime immagini di animali, nuovi prodotti eccezionali, spettacolari concorsi, promozioni e molto altro! Riceverete anche tutte le informazioni necessarie per partecipare ai molti concorsi che presenteremo durante tutto il 2020. Non perdetevele, iniziate a seguirci oggi stesso!

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Animali da compagnia on January 6th, 2020 by linnearask


Le serrature Zippi vi semplificano la vita

Se avete un recinto o una gabbia Zippi, le nuove Serrature Zippi vi semplificheranno la vita ma come funzionano?

Se vi è capitato di avere necessità di entrare nel recinto Zippi per aggiungere cibo nuovo e acqua, o per prendere il vostro animale, avrete notato che le piccole aperture non aiutano ad entrare e togliere un intero pannello non conviene. Le Serrature Zippi sono state studiate per risolvere il problema.

Disponibile in diversi pacchi per adattarsi alle vostre necessità, le serrature Zippi vi consentiranno di rimpiazzare le clips fra i pannelli in rete su tre lati di qualunque pannello deciderete di aprire.

La serratura Zippi racchiude i bordi di due pannelli a rete e li assicura assieme così come una clip, ma una volta aperta entrambe i pannelli di rete si mantengono in posizione fino a che tutte le serrature sono aperte per sollevare il pannello che avete deciso di utilizzare come accesso, evitando che cada a terra rischiando di far del male ai vostri animali.

Potete utilizzare anche diverse serrature Zippi per convertire pannelli adiacenti in modo da aprire aperture più grandi oppure sul tetto del recinto. Seguite questi semplici diagrammi per scoprire di quante serrature Zippi avete bisogno per creare la vostra apertura.

Grazie alla migliorata accessibilità, sarà più facile raggiungere i vostri animali per dargli da mangiare, pulire il recinto e gli accessori, prendere in braccio il vostro pet, o giocare con loro dentro. Rendendo più facile per adulti e bambini l’accesso al recinto, avrete più tempo da passare con i vostri conigli o porcellini d’india e saranno felici, in salute e sempre accanto a voi.

Le serrature Zippi sono solide, resistenti ai predatori e molto facili da utilizzare – anche i bambini potrebbero farlo! Il bottone di sicurezza integrato, necessita di essere premuto e girato simultaneamente per aprire la serratura in modo che sia più difficile per visitatori indesiderati accedere.

Guarda come funzionano le serrature Zippi in questo video YouTube…

 

Le nuove serrature Zippi sono disponibili online, a partire da 2.75€ ciascuna.

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Conigli on January 6th, 2020 by linnearask


Le offerte del nuovo Anno – 25% di sconto su Autodoor

Diamo il benvenuto al 2020 con una straordinaria offerta del Nuovo Anno sulla porta automatica per pollai. Risparmia un’importante 25% se sottoscrivi la newsletter Omlet. Non dimenticare, l’offerta termina domenica!

Termini e condizioni

Questa promozione è valida solo dal 06/01/20 – alla mezzanotte del 12/01/20. Una volta che avrete inserito l’indirizzo email sul sito, riceverete un codice sconto unico che potrete utilizzare al termine del procedimento. Inserendo la vostra email accettate di ricevere la Newsletter Omlet. Potete annullare l’iscrizione in ogni momento. Questa offerta è disponibile solo sulla Porta Automatica per pollai e sulla Luce per pollai. L’offerta non si applica ai kit di collegamento o ai kit dei pannelli di controllo. Soggetto a disponibilità. Omlet ltd. si riserva il diritto di cancellare l’offerta in ogni momento. L’offerta non si applica alle consegne, a sconti pre-esistenti o in aggiunta ad altre offerte.

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Offerte e Promozioni on January 6th, 2020 by linnearask


Le 10 cose da non fare in inverno se hai delle galline

1. Non rinchiudere le galline in pollaio

Le galline sono nate per stare all’aperto e sono note per poter fronteggiare anche temperature estreme. Sotto alle piume, gli uccelli come le galline hanno una parte di lanugine che si gonfia per creare uno strato extra isolante per tenerle al caldo.

Le galline rinchiuse nel pollaio in breve tempo iniziano ad annoiarsi e ad agitarsi e, potendo scegliere usciranno anche con temperature sotto zero. Date sempre loro la possibilità di sgranchirsi le zampe.

Assicuratevi che le galline abbiano uno spazio asciutto e riparato in un’area del recinto o in una zona del giardino dove uscite spesso e potete controllarle. Abbiamo tantissime coperture che vi aiuteranno in questo compito. Le coperture di colore chiaro sono l’ideale per l’inverno perché lasciano passare la luce e nello stesso tempo le proteggono da vento e pioggia. Buttate della paglia a terra per evitare che si formino dei cumuli di fango e installate uno o due posatoi per far riposare le galline durante il giorno.

Chiudete la porta del pollaio quando le galline sono rientrate per la notte oppure lasciatelo fare alla Porta Automatica per pollai. Se ci sono delle galline ritardatarie potete usare la Luce per pollai per incoraggiarle ad andare a letto.

2. Non cercate di sopperire al cattivo isolamento chiudendo ermeticamente il pollaio

I pollai ben isolati come gli Eglu, terranno le galline al caldo in inverno mantenendo il calore corporeo delle galline e senza lasciar entrare spifferi freddi dalle pareti. Sono anche progettati per far entrare aria nel pollaio per evitare ristagni di umidità, evitando spiacevoli correnti d’aria.

Correnti d’aria e umidità sono i due peggiori nemici invernali perché non consentono alle galline di stare al caldo e all’asciutto. Se il pollaio è troppo isolato, l’umidità generata dal respiro delle galline e dalle loro deiezioni, non fuoriescono. Questo ambiente umido – ed anche dei ristagni di ammoniaca – è molto nociva per le galline e può portare a problemi respiratori.

Assicuratevi che il pollaio sia ben ventilato grazie a dei bocchettoni che dirigono l’aria non direttamente sulle galline.

3. Non riscaldate il pollaio

Le galline sono animali robusti che si adattano gradualmente alle basse temperature e riscaldare il pollaio significa non aiutarli ad abituarsi al freddo. Se lo riscaldate, saranno anche meno propense ad uscire per fare esercizio. L’aria fresca e movimento le aiuta a stare in salute e felici.

A parte il fatto che i riscaldatori per pollai sono potenzialmente pericolosi per eventuali incendi, rischiate anche di farle ammalare per lo shock termico se escono.

Se siete preoccupati potete sempre aggiungere un po’ di extra lettiera nel nido, oppure aggiungere una copertura per le temperature estreme sul vostro Eglu.

4. Non lasciate le uova troppo a lungo

Sebbene Eglu manterrà le uova al calduccio, c’è il rischio che le uova depositate nella recinzione o in giardino si congelino. Le uova congelate non sono automaticamente pericolose ma quando il contenuto dell’uovo si congela e si espande, c’è un alto rischio che i batteri penetrino nel guscio attraverso delle spaccature.

Raccogliete le uova tutte le volte che andate a trovare le vostre galline nel pollaio per evitare il rischio di tuorli congelati.

5. Non dimenticate l’acqua

Così come per tutti gli altri animali, lasciate accesso alle galline per l’acqua anche in inverno. Magari non berranno tanto nei mesi invernali ma c’è lo svantaggio che spesso l’acqua si gela se non viene rimestata spesso.

Portate il beverino all’interno durante la notte e poi portatelo fuori la mattina quando andate ad aprire. Se la temperatura scende sotto lo zero durante il giorno, andate spesso a verificare che l’acqua non sia ghiacciata e in caso cambiatela.

Ci sono diversi riscaldanti per acqua in commercio. Nei magazzini Omlet il riscaldatore Eton può facilmente essere collegato ad una batteria e poi immerso in acqua. Assicuratevi solo che le galline non riescano a beccarlo.

Se la temperatura rimane attorno allo zero, potete aggiungere all’acqua qualcosa che galleggia, come ad esempio una pallina da tennis. Se l’oggetto continua a muoversi, non si formerà il ghiaccio o per lo meno lo rallenterà.

6. Non smettete di pulire il pollaio

Mettersi a lavorare in giardino in inverno non è particolarmente allettante ma dovrete comunque assicurarvi che la loro casa sia pulita e in ordine. E’ probabile che le galline in inverno passeranno più tempo nel pollaio e quindi ci saranno più deiezioni. Cercate di adattarvi a questa nuova prospettiva.

7. Non limitate il divertimento

Magari le galline non usciranno tanto spesso in giardino e le occasioni per raspare e beccare vermi e altre cose sarà limitata a causa del terreno ghiacciato o coperto di neve. Questo potrebbe portare le galline ad annoiarsi e quindi diventare aggressive e mangiare le uova.

Assicuratevi che abbiano tanti divertimenti e cose da fare nel recinto. Abbiamo tanti accessori per contrastare la noia nel nostro negozio. Mettete dei posatoi dove le galline potranno sedersi oppure provate il divertimento super del Peck Toy o il dispenser Caddi per un graduale divertimento. Se invece ritenete che le vostre galline siano avventurose, potreste mettere un’altalena per galline per farle divertire

8. Non attenetevi allo stesso modello di alimentazione

Le galline in inverno hanno bisogno di mangiare di più per avere energia e tenersi calde. Date loro del cibo extra e assicuratevi che non si congeli nella mangiatoia. Per uno snack diverso, cospargete del mais nel recinto per aggiungere delle calorie e per farle anche divertire. Oppure perché non provate questa ricetta gustosa di porridge che riscalderà i loro stomaci nelle fredde giornate invernali.

Assicuratevi anche di dar loro tanta sabbietta. Dato che le galline non hanno denti, ne hanno bisogno per digerire il cibo. Durante il resto dell’anno hanno la possibilità di ingerire piccoli sassolini e ciottoli perché becchettano in giardino ma se il terreno è ghiacciato sarà più difficile.

9. Non dimenticate le creste e i bargigli

Tutte le galline ma in particolare le razze con grandi creste e bargigli corrono il rischio di congelamento. Per prevenirlo, applicate della vaselina sulle creste e sui bargigli.

10. Non togliete le coperture quando splende il sole

Se avete l’abitudine di togliere le coperture dalla recinzione delle galline quando c’è sole, smettete di farlo in inverno. Le coperture chiare creano un ambiente caldo e luminoso e le galline ameranno avere uno spazio caldo in cui ripararsi. Le coperture inoltre eviteranno il vento freddo.

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Galline on January 3rd, 2020 by linnearask