The Omlet Blog

Category Archives: Conigli

Volete tenere conigli e galline assieme? Ci sono delle cose che dovete considerare!

I conigli e le galline sono due degli animali più amati e anche se ci sono molte caratteristiche che li differenziano, hanno anche molte similitudini e se prestate attenzione alle loro differenti necessità, possono vivere insieme in armonia.

Sia le galline che i conigli sono animali molto socievoli che amano trascorrere il tempo con gli altri e non importa se appartengono ad altre specie. Hanno anche le stesse esigenze se si parla di spazi, temperatura e attenzioni. Oltre a questo avere entrambe che vivono assieme potrebbe essere più efficiente a livello di spazi così da non dover creare due aree distinte ma solo una più grande.

Ci sono comunque delle cose da considerare se volete tenere assieme galline e conigli – semplicemente metterli insieme in un recinto e sperare che tutto vada bene non è la soluzione migliore. Le galline hanno delle patologie latenti e senza sintomi che però possono far ammalare i conigli e inoltre per natura temono le cose che si muovono velocemente (animali inclusi) e avere dei conigli che sfrecciano tra le loro zampe potrebbe creare loro parecchio stress se non sono abituate.

Se non è esente da problematiche farli vivere assieme, è comunque possibile. Di seguito alcune considerazioni:

  • Avrete molte più probabilità di successo se inizierete ad introdurli in giovane età così da poter crescere assieme e imparare a convivere. Iniziate con il tenerle separate da una rete o una staccionata in modo che possano abituarsi a vedersi (divisori Omlet per le recinzioni esterne sarebbero perfette qui). Iniziate a metterli insieme ma in una recinzione molto ampia in modo che le due specie non si sentano minacciate. Riducete man mano le dimensioni del recinto finché non raggiungerete le dimensioni che volete tenere stabilmente.
  • Le galline potrebbero cercare di beccare i conigli perché non sono abituate ai movimenti rapidi. Non è una cosa grave per un coniglio adulto e si risolve in pochi giorni ma non mettete mai un cucciolo nel recinto con galline adulte dato che sono molto più vulnerabili.
  • Date a entrambe un posto in cui rifugiarsi. Galline e conigli sono nervosi e vulnerabili e sono animali che devono avere un posto in cui ritirarsi quando tutto diventa troppo.
  • Hanno anche esigenze differenti. Le galline hanno bisogno di trespoli per appollaiarsi la sera mentre i conigli hanno bisogno di tanto fieno sia per appallottolarsi che per mangiarlo. Da tenere lontano dalle galline per evitare contaminazioni. Dovrete anche nutrirli separatamente; le galline cercheranno di mangiare di tutto ma il cibo dei conigli non è adatto a loro e le farebbe star male.
  • I conigli sono noti per essere animali molto puliti, cosa che non vale per le galline. Per far felici i conigli, dovrete pulire il recinto e la gabbia o il pollaio più spesso che non se aveste solo le galline!
  • Assicuratevi che ci sia tanto spazio per tutti. Tenere due specie nello stesso posto può essere efficiente a livello di spazi ma assicuratevi che il recinto sia abbastanza grande ed equipaggiato con giochi e nascondigli per far divertire e rassicurare i vostri animali. Il dispenser Caddi è un perfetto distributore di cibo e gioco per conigli e galline e il rifugio Zippi è una tana perfetta per un coniglio stanco oppure come torretta di avvistamento per una gallina curiosa.
  • Se state programmando di tenere conigli e galline assieme, vi consigliamo caldamente di sterilizzare i conigli maschi. Anche se non vivono con delle femmine, i maschi non castrati sono noti per montare qualunque cosa passi loro vicino, incluse le amiche pennute.
  • Non è mai una buona idea tenere un solo coniglio in un gruppo di galline o vice versa. Si sentirebbero soli e stressati senza un amico della stessa specie.

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Conigli


Elenco di cose da fare in primavera per la recinzione dei conigli

La primavera è forse il miglior periodo dell’anno per i conigli! Il sole fa capolino, l’erba è fresca e lussureggiante e finalmente possono trascorrere la stragrande maggioranza della giornata all’aperto senza timore di temporali improvvisi e ondate di freddo.

Questo splendido periodo dell’anno è alle porte ed è anche il momento giusto per verificare le attrezzature da esterni e assicurarsi che ci sia abbastanza spazio per giocare e che sia in sicurezza e sufficientemente stimolante perché possano divertirsi e anche rilassarsi.

RUN

Se già avete una recinzione, andate a esaminarla e assicuratevi che sia in buono stato e in grado di tenere al sicuro i coniglietti. Magari potreste dover sostituire delle clip, ingrassare una serratura o magari sostituire un pannello.

Se è da poco che avete i conigli oppure volete ingrandire, è importante trovare una soluzione sicura e spaziosa che ben si adatti al giardino. La recinzione Omlet per esterni da conigli è un’ottima alternativa se desiderate creare un’ampia area sicura dove i conigli possono trascorrere le loro giornate. Può essere facilmente collegata alla gabbia Eglu Go, in modo che i conigli possano andare a rifugiarsi nella loro casetta comoda per un riposino o per lo spuntino. La generosa altezza della recinzione consentirà anche a voi di entrare nel recinto per passare del tempo con i vostri pet.

La recinzione Zippi è anch’essa un’ottima soluzione. Il recinto di sicurezza garantisce ai vostri conigli più spazio di movimento e può essere personalizzato a seconda delle vostre esigenze con due diversi tipi di altezza e dei pannelli opzionali per il tetto e tela anti-tunnel.

BOX GIOCO

Con le giornate che diventano sempre più tiepide, avrete più voglia di trascorrere del tempo in giardino e se avete dei bambini, avranno voglia di star fuori a giocare con i conigli. I Box Zippi sono super comodi da spostare per il giardino e vi consentono di passare del tempo di qualità con i vostri conigli.

TUNNEL ZIPPI

Se avete una gabbia e un recinto ma siete stanchi di doverli continuamente trasferire dall’una all’altra, il Sistema di Tunnel Zippi potrebbe essere la miglior soluzione per voi. Collegando i tunnel alle diverse aree consentirete ai conigli di muoversi tra i loro diversi habitat a loro piacere. A fine giornata possono essere bloccati per tenere i conigli nelle loro gabbie al sicuro.

Potrete sistemare il sistema di Tunnel Zippi per adattarsi al giardino con dei raccordi, angoli, rastrelliere per il fieno e torrette d’avvistamento. E’ molto facile aggiungere dei tunnel extra in un secondo momento se decideste di ingrandire l’area gioco dei conigli!

COPERTURE

Se volete essere certi che i vostri conigli rimangano all’asciutto e al riparo dagli acquazzoni di aprile, aggiungete una copertura alla recinzione. Abbiamo tantissimi tipi diversi di coperture che si adattano alle vostre esigenze e che proteggono i vostri pet dagli elementi. Le coperture trasparenti sono perfette per i primi giorni di primavera perché lasciano passare la lucee proteggono dalla pioggia mentre le versioni più pesanti garantiranno delle zone d’ombra quando il clima si fa più caldo.

RIFUGI & TUNNEL GIOCO

Il passo successivo per creare la recinzione perfetta è di aggiungere degli svaghi. Progettati per simulare le tane sotterranee dei conigli in natura, i Tunnels gioco della Omlet sono gli accessori perfetti per il vostro recinto. I conigli adoreranno rincorrersi tra i tunnel oppure allungarsi e stirare le zampe saltando tra i giochi. Dotati di anelli anti-morsicatura, ad entrambi i lati del tunnel, possono anche essere collegati in sicurezza ai rifugi Zippi.

I Rifugi Zippi sono un’altra pratica aggiunta alla recinzione che consente ai conigli di vivere seguendo il loro istinto. Possono usare i rifugi come posto dove rilassarsi o dove saltarci sopra per avere una miglior visuale dei paraggi.

CADDI

Un altro modo per garantire un divertimento ai vostri amici è di dar loro dei premi in modo stimolante. Il Dispenser Caddi può essere facilmente riempito con dei vegetali nutrienti o con fieno e poi appeso al recinto. Oscillerà leggermente mentre i conigli mordicchiano i loro snack, aggiungendo un elemento interattivo oltre che igienico perché così il cibo non sarà più buttato a terra.


Se volete essere sicuri di aver pensato a tutto prima che arrivino i mesi primaverili, potete stampare la lista qui sotto e spuntare tutti gli accessori essenziali per la recinzione!

🗆 Recinzione permanente e in sicurezza

🗆 Recinzione spostabile e box

🗆 Protezioni

🗆 Tunnel

🗆 Altri giochi

🗆 Soluzioni divertenti per il cibo

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Conigli


La dieta dei conigli

Tutti i conigli, sia quelli che vivono nelle tane allo stato selvatico, sia quelli che vivono in comode gabbie e sono i nostri compagni, sono erbivori. Questo significa che si cibano esclusivamente di cose che derivano dalle piante, principalmente erba, semi e verdure.

La gran parte dei problemi di salute dei conigli in cattività si possono ricondurre ad una alimentazione scorretta o poco equilibrata. Oltre a problemi gastrointestinali che sono causa di pericolo di morte, una dieta scorretta può causare problemi ai denti e indebolire il sistema immunitario ecco perché è così importante che impariate a nutrirlo in maniera corretta.

FIENO

La dieta di un coniglio selvatico consiste principalmente di erba che trovano nei campi intorno alla loro tana. Dato che l’erba contiene pochissimi nutrienti, ne devono mangiare in grande quantità per sopravvivere e passano la maggior parte delle loro giornate in quest’operazione. I conigli domestici non riuscirebbero a mangiare così tanto in un giorno e per questo la loro dieta deve essere integrata con del cibo secco, verdure e fieno per avere le calorie necessarie, vitamine e minerali per essere felici e in salute.

Una buona dieta dovrebbe consistere nell’80% circa di buon fieno e dovrebbero sempre averne a disposizione. Il fieno non solo garantisce ai conigli i nutrienti di cui hanno bisogno ma aiuta a tenere sempre i denti ben limati. Però non è sufficiente che abbiano accesso libero al fieno; dovrete anche limitare altri tipi di cibo.

ALIMENTAZIONE

I tipi più comuni di alimentazione per i conigli domestici, sono i pellettati e i mix. I pellettati sono sempre la miglior scelta dato che hanno un alto contenuto di fibre (almeno il 18%, idealmente 20-25%) e non contengono grassi e carboidrati come lo zucchero. I pellettati prevengono anche un’alimentazione selettiva dato che i nutrienti sono distribuiti uniformemente e così potete essere certi che ogni coniglio riceva lo stesso ottimo cibo.

Distribuite solo una manciata di pellettato al giorno. Come già accennato prima, un coniglio iper nutrito, preferirà cibarsi di cibi gustosi tralasciando l’importantissimo fieno.

VERDURE

Le verdure fresche sono fonte di nutrimento per i conigli e i diversi tipi di masticazione aiutano a mantenere i denti in buona salute. Cercate di dare una grande varietà di verdure al vostro pet durante la settimana e cercate di arrivare a tre diverse al giorno. Per esempio potete fare erba, trifoglio, foglie di tarassaco, foglie di alberi da frutto, le barbe delle carote e prezzemolo. Spinaci, biete, cavolo e cavoletti sono nutrienti ma devono essere dosati con moderazione. In generale introducete le nuove verdure un po’ per volta e controllate che siano ben tollerate.

Assicuratevi che le verdure che date ai conigli rimangano fresche mettendole in un dispenser come Caddi. Questo consentirà di nutrire i conigli in modo igienico e facile oltre a garantire agli animali divertimento e un’esperienza interattiva di mangiare.

BOCCONCINI

Altri vegetali, frutti e bacche possono essere concessi solo di tanto in tanto. Evitate i cibi “per umani” che contengono zuccheri e sale e anche frutta secca e semi. Vorrete viziarli ma se non lo farete con moderazione, il coniglio potrebbe diventare obeso e malato.

E’ anche importante sottolineare che alcuni frutti e vegetali sono nocivi e perfino tossici per i conigli e sono assolutamente proibiti. Prima di provare qualcosa di nuovo, assicuratevi di controllare che sia adatto.

CIECOTROFI

Per assicurarsi di ingerire tutti i nutrienti possibili dal cibo, un coniglio produrrà dei piccoli raggruppamenti di palline diverse dal normale pellet che mangiano direttamente dal loro sedere. Potrebbe sembrare strano ma è molto importante che mangino questo snack molto nutriente.

Se notate nella gabbia molti ciecotrofi oppure se rimangono attaccati alla pelliccia è un segnale che la dieta è troppo ricca. Cercate di ridurre il pellet e implementate il fieno e contattate il veterinario se il problema persiste.

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Conigli


Come tenere al caldo il coniglio domestico in inverno?

Molte persone in inverno portano in casa i loro conigli. Certamente questo è un modo per affrontare il freddo. Ma è necessario? Dopotutto i conigli in natura sopravvivono senza il riscaldamento.

Bisogna però dire che i conigli selvatici hanno una carta segreta da giocare. Vivono nelle tane, protetti dalle intemperie al calduccio un una confortevole conigliera. I conigli domestici non hanno la possibilità di avere una vita sotterranea e così dovrete cercare di simularla in altri modi.

Il segreto della vita sottoterra è l’isolamento. Allo stesso modo di un igloo che crea uno spazio caldo in un ambiente freddo, allo stesso modo una tana fornisce uno spazio isolato con temperatura costante. Non proprio caldo ma che si può scaldare con le loro folte pellicce, erba secca e terra compatta.

L’isolamento della gabbia può essere rinforzato aggiungendo dei materiali extra. La carta assorbente utilizzata di solito alla base delle lettiere dei conigli si inzuppa di urina e diventa umido molto in fretta. Tutto ciò che è umido diventa anche freddo in poco tempo e può anche gelare se le temperature scendono. Se il clima è davvero freddo – qualunque temperatura al di sotto degli zero gradi C – cambiate la carta assorbente quotidianamente.

Il vero segreto per stare al caldo in inverno è il fieno. Raddoppiate o triplicate la solita quantità nell’area notte e loro si raggomitoleranno per tutta la notte al caldo.

Non tutte le gabbie sono uguali

Una vecchia gabbia di legno con buchi e fessure che lasciano passare il vento freddo è molto meno confortevole di una che è a prova di intemperie. La gabbia ideale ha un isolamento a tutto tondo proprio come Eglu. Anche in questo caso uno spesso strato di paglia è importante.

Ad un certo punto le basse temperature possono diventare pericolose. Se la temperatura scende sotto i meno 5 C, i conigli selvatici si accovacciano e si stendono uno accanto all’altro per conservare e condividere il calore corporeo. In giardino, dentro ad una gabbia è difficile con il troppo freddo. Non molti conigli domestici possono sostenere temperature sotto i 5 gradi, anche se in ambiti ben isolati come un Eglu.

Con queste temperature estreme ci sono due scelte: portare in casa i conigli oppure usare un tappetino termico nella gabbia.

Sarà anche utile, naturalmente, mettere la gabbia in un angolo riparato, protetto dal gelo invernale.

Come combattere il gelo

I beverini dei conigli congelano quando le temperature scendono. Potete prevenire l’inconveniente avvolgendoli in materiale isolante – l’involucro a bolle è ottimo – attorno alla bottiglia. Ad esempio il beverino dell’Eglu, è già isolato per il freddo. Ma anche con questi accorgimenti può gelare se fa troppo freddo. Dovrete anche assicurarvi che il collo della bottiglia non si congeli, il che significa cambiare acqua varie volte al giorno. Tenete sempre a portata di mano un paio di ricambi.

La gabbia stessa può essere resa più confortevole aggiungendo dell’isolamento anche all’esterno. Coperture per temperature estreme sono di gran lunga la miglior opzione rispetto ad una spessa coperta dato che quest’ultima si può bagnare e congelare.

Se il tempo vi obbliga a portare i conigli in casa, teneteli dentro finché non ritorna un clima tiepido. Non è salutare per loro fare fuori e dentro tra freddo e riscaldamento centrale.

Mangiare per affrontare il caldo

I conigli all’esterno come tutti i piccoli mammiferi soggetti ai capricci del tempo, devono mangiare di più in inverno. Questo gli consente di mantenersi sempre al caldo. Spesso noi umani dimentichiamo che la funzione principale del cibo è di carburante che ci riscalda – questo contraddistingue i mammiferi a sangue caldo dai pesci e i rettili a sangue freddo.

Un coniglio che ha freddo, tremerà. Se nonostante tutti i vostri sforzi per isolare l’ambiente, continuerà ad aver freddo, dovete prendere una decisione. O i tappetini riscaldanti o entrare in casa – queste sono le opzioni.

E’ comunque importante ricordare che i conigli amano avere la possibilità di stare all’aria aperta. Sono creature resistenti e non sarà necessario tenerle chiuse fino all’arrivo della primavera ma solo finché non finisce il gelo.

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Conigli


Le serrature Zippi vi semplificano la vita

Se avete un recinto o una gabbia Zippi, le nuove Serrature Zippi vi semplificheranno la vita ma come funzionano?

Se vi è capitato di avere necessità di entrare nel recinto Zippi per aggiungere cibo nuovo e acqua, o per prendere il vostro animale, avrete notato che le piccole aperture non aiutano ad entrare e togliere un intero pannello non conviene. Le Serrature Zippi sono state studiate per risolvere il problema.

Disponibile in diversi pacchi per adattarsi alle vostre necessità, le serrature Zippi vi consentiranno di rimpiazzare le clips fra i pannelli in rete su tre lati di qualunque pannello deciderete di aprire.

La serratura Zippi racchiude i bordi di due pannelli a rete e li assicura assieme così come una clip, ma una volta aperta entrambe i pannelli di rete si mantengono in posizione fino a che tutte le serrature sono aperte per sollevare il pannello che avete deciso di utilizzare come accesso, evitando che cada a terra rischiando di far del male ai vostri animali.

Potete utilizzare anche diverse serrature Zippi per convertire pannelli adiacenti in modo da aprire aperture più grandi oppure sul tetto del recinto. Seguite questi semplici diagrammi per scoprire di quante serrature Zippi avete bisogno per creare la vostra apertura.

Grazie alla migliorata accessibilità, sarà più facile raggiungere i vostri animali per dargli da mangiare, pulire il recinto e gli accessori, prendere in braccio il vostro pet, o giocare con loro dentro. Rendendo più facile per adulti e bambini l’accesso al recinto, avrete più tempo da passare con i vostri conigli o porcellini d’india e saranno felici, in salute e sempre accanto a voi.

Le serrature Zippi sono solide, resistenti ai predatori e molto facili da utilizzare – anche i bambini potrebbero farlo! Il bottone di sicurezza integrato, necessita di essere premuto e girato simultaneamente per aprire la serratura in modo che sia più difficile per visitatori indesiderati accedere.

Guarda come funzionano le serrature Zippi in questo video YouTube…

 

Le nuove serrature Zippi sono disponibili online, a partire da 2.75€ ciascuna.

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Conigli


Come fare un check per la salute del tuo coniglio

Di solito i conigli non mostrano segni di malessere o dolore finché questi segnali non sono davvero seri, dato che ogni segno di debolezza li renderebbe delle prede facili allo stato selvatico. Di qui l’importanza di effettuare dei controlli regolari sul tuo pet in modo da individuare per tempo eventuali problemi finché sono ancora curabili.

Porta sempre il coniglio dal veterinario appena hai il sospetto che qualcosa non vada. La sua salute si può deteriorare molto rapidamente e non devi perdere tempo a domandarti se portarlo o meno.

Corpo

Posiziona un asciugamano sulle gambe e mettici sopra il coniglio. Carezzalo per calmarlo. Una volta che si è tranquillizzato, puoi iniziare a controllare il corpo.

Tocca lo stomaco per verificare che non sia gonfio o dilatato e poi prosegui lungo il corpo per vedere che non ci siano ferite, contusioni o granuli. Tocca i muscoli delle gambe che devono essere forti e sodi. Qualunque sussulto o movimento improvviso potrebbe essere un sintomo che la parte del corpo che stai toccando gli provoca dolore.

Verifica le vie respiratorie; non devono essere ostruite. Dispnea o piccoli rumori che provengono dai polmoni possono essere sintomi di malattia.

Conviene avere un taccuino dove segnare tutti i parametri e pesare regolarmente il coniglio. Un’improvvisa perdita di peso è un segnale allarmante di malattia e la mancanza di appetito è un indicatore di scarsa salute.

Bocca e naso

Il naso dovrebbe essere asciutto e non colare. Controlla che non ci siano lacerazioni o ferite intorno alla bocca. Le gengive devono essere rosa (rosse o porpora sono segno di malattia).

Assicurati che i denti non siano cresciuti troppo o siano danneggiati. Devono crescere dritti e uniformemente. Non hai la possibilità di verificare i denti posteriori ma passando le dita lungo le guance puoi verificare che non ci siano granuli e che siano simmetrici. I denti cresciuti troppo sono un serio problema perché potrebbe impedirgli di mangiare, ecco perché è molto importante dar loro fieno di qualità con cui limare i denti.

Occhi

Controlla gli occhi del coniglio per assicurarti che sono puliti e limpidi. Non devono esserci scoli o sporcizia. Se riesci, solleva la palpebra per vedere che non ci siano rossori o pus, potrebbero essere graffiati. Gli occhi devono essere anche asciutti; occhi che colano possono essere sintomo di problemi ai denti oppure ciglia che crescono all’interno oppure i condotti lacrimali occlusi.

Orecchie

Le orecchie del coniglio non devono avere sporcizia, ferite, granuli, cerume scoli o parassiti. Controlla l’interno dell’orecchio, puoi usare una torcia per vedere meglio. Una cura extra va dedicata ai conigli con orecchie cadenti che sono soggetti ad ascessi. Massaggiate con attenzione la base dell’orecchio, dove si formano più frequentemente i granuli.

Piedi

Guardalo camminare in giro per la stanza e assicurati che non zoppichi. Prendi il coniglio e posizionalo sulle ginocchia. Non è mai una buona idea metterlo sulla schiena e quindi tienilo accanto a te e tienilo fermo con una mano. Controlla tra le dita per verificare che non ci siano croste, ascessi o accumuli di sporco. Verifica anche i talloni sul retro del piede. Non devono essere arrossati o gonfi. Controlla il pelo del piede e spazzolalo se è arruffato.

Estremità posteriore

Controlla il pelo sul posteriore. Deve essere assolutamente pulito e senza feci o altra sporcizia. Un posteriore sporco può essere un sintomo di una dieta troppo ricca o che il coniglio non sta ingerendo tutti i ciecotrofi che producono.

Nel periodo estivo verifica che non ci siano accumuli di sporcizia almeno una volta al giorno perché lo sporco sul sedere può attirare le mosche che depositano le uova tra il pelo umido. Questo causa una patologia chiamata flystrike, che può uccidere un coniglio in pochi giorni.

Controlla il posteriore per ogni eventuale gonfiore o arrossamento.

Mantello

Con il coniglio sulle ginocchia, suddividi il pelo con le dita e controlla che non ci siano ferite, tagli, zone senza pelo oppure puntini marroni che si muovono o forfora bianca.

Anche se non hai un coniglio che necessita di spazzolature quotidiane o settimanali, è sempre bene abituarlo fin da piccolo alla spazzola. I conigli fanno la muta regolarmente e magari devi aiutarlo a sbarazzarsi del pelo in eccesso.

Mutamenti di carattere

Improvvisi cambi di carattere e comportamento non sono un buon segno. Magari non ti corre più incontro la mattina quando arrivi con la verdura oppure è diventato aggressivo. Questi potrebbero essere dei sintomi di malessere.

I conigli che hanno raggiunto la maturità sessuale possono agire in modo diverso. Potrebbero non avere dolori ma essere in fase ‘adolescenziale’. Questo è un motivo per sterilizzarli appena raggiungono l’età giusta.

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Conigli


Come abituare il coniglio alla lettiera

Molti di coloro che hanno un coniglio che vive in casa hanno piacere di lasciarlo girare libero, lasciandogli tutto lo spazio possibile e renderlo parte integrante della famiglia ma temono di dover passare buona parte della giornata a raccogliere le feci e asciugare la pipì. Ma forse non sapete che, come i gatti, i conigli possono essere abituati alla lettiera.

Fase preparatoria

Se non l’avete ancora fatto, dovrete sterilizzare o castrare il vostro pet dato che un coniglio intero non potrà mai essere abituato all’uso della lettiera. Finché non sono adulti, dovrete confinarlo in uno spazio chiuso. A differenza di cani e gatti, è più facile abituare un coniglio adulto dato che le capacità di concentrazione e apprendimento dei piccoli sono molto limitate.

Abituare un coniglio alla lettiera può richiedere un po’ di tempo e sicuramente ci saranno incidenti di percorso e quindi armatevi di pazienza per tutto il processo. I conigli, come molti animali non rispondono positivamente alle punizioni quindi non sgridatelo se farà qualcosa di sbagliato. Questo gli farebbe solo dimenticare quanto appreso e lo renderebbe riluttante a riprovarci.

Choose The Right Place

Mentre sta imparando, dovrete tenerlo in un’area definita della casa. Il bagno o uno sgabuzzino possono andare bene ma potreste anche predisporre un recinto possibilmente in una zona senza tappeto.

Potreste aver bisogno di vari sacchetti di lettiera ma intanto iniziate con uno. Se notate che il coniglio ha un angolino preferito dove fare cacca e pipì, portate lì la cassetta nel suo posto preferito.

The Litter Box

I conigli vogliono spazio per stirarsi nella lettiera, assicuratevi di prenderne una abbastanza grande. Potrete trovare facilmente delle cassette adatte ai conigli e per i sassetti quelli per gatti vanno bene. Assicuratevi che possa saltarci dentro agevolmente.

Mettete nella cassetta una lettiera assorbente. Quelle Carefresh assorbiodori sono perfette ed eliminano gli odori indesiderati ma potete usare anche quelle a base di carta o di legno. Non utilizzate nulla che potrebbe essere velenoso se ingerito dato che frugheranno nella lettiera. Non utilizzate quelle a base di legno morbido come pino o cedro dato che hanno degli elementi di argilla che sono pericolosi per i conigli.

Aggiungete un buono strato di paglia sulla lettiera e poi mettete qualche goccia di urina. Questo aiuterà il coniglio a trovare la strada giusta.

Resta con il coniglio

Mettete il coniglio nella zona di addestramento e restate con lui o lei. Appena lo vedete fare la cacca o urinare, sollevatelo e mettetelo nella lettiera insieme a quello che ha appena fatto. Parlategli con gentilezza. Dopo un po’ il messaggio dovrebbe passare e il coniglio dovrebbe capire qual’è il posto giusto per fare i suoi bisogni. Passate il più tempo possibile ad insegnargli nei primi giorni. Quando dovete lasciarlo, mettetelo nella gabbia o in una piccola recinzione. Continuate l’addestramento quotidianamente finché non avrete raggiunto i risultati desiderati.

Quando ritenete sia pronto, potrete espandere l’area in cui lasciarlo. In ogni caso non lasciategli da subito la casa intera perché rischia di dimenticare dov’è posizionato il box lettiera e potreste perdere i benefici dell’addestramento.

Cercate di annotare dove fanno erroneamente i bisogni e in caso, aggiungete una lettiera extra in quel punto. Potreste dover spostare la gabbia o risistemare dei mobili ma una volta fatto ne sarà valsa la pena.

Dovete tener conto che i conigli non sono affidabili al 100% per quanto riguarda la lettiera. Accidentalmente potrebbero sporcare fuori per tutta la loro vita ma questo non significa che avete fallito con l’addestramento. E’ normale per un coniglio lasciare qualche pallina e urinare vicino alla lettiera. Aggiungete qualche tappetino assorbente in modo che vi sarà più facile pulire.

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Conigli


Tutto ciò che dovreste sapere sulla cacca dei conigli

I conigli in natura sono delle prede e come tali tendono a nascondere le loro malattie il più possibile e sono anche molto bravi a farlo. Ecco perché è così importante per tutti i proprietari di conigli di tenerli sempre sotto stretto controllo e di fare dei controlli regolari in modo da individuare subito eventuali problemi.

Controllare le feci del coniglio è un ottimo modo per verificare il loro stato di salute. Da una semplice occhiata e dall’odore, potrete sapere molte cose sulla loro salute. Ma prima di iniziare ad esplorare il fantastico mondo della cacca di coniglio, se siete preoccupati o anche solo in dubbio, è sempre meglio consultare il veterinario.

Differenti tipi di cacca

I conigli producono due tipi di feci:

  1. Palline fecali. Queste sono ciò a cui la maggior parte delle persone pensa quando di parla di pupù di coniglio. Sono delle piccole palline formate per lo più da fieno non digerito. Questi escrementi sono relativamente solidi e secchi e non puzzano. Ce ne sono sempre molte da pulire nella gabbia e quindi approfittatene per controllare che siano normali.
  2. Ciecotrofi. Non sono propriamente feci ma piccole palline nutrizionali che i conigli prenderanno direttamente dall’ano per rimangiarsele. E’ vero, non è il massimo ma sono una parte essenziale nella dieta dei conigli e se vedete il vostro coniglio che ne mastica una, dovreste esserne fieri e anche confortati perché è molto importante che le mangino.

    I ciecotrofi si formano nella parte dell’intestino chiamato cieco. Una volta che il cibo è passato attraverso l’intestino tenue, viene separato. Il cibo che è stato digerito o che non contiene alcun nutriente, prosegue nell’intestino crasso e ne fuoriesce come palline di feci mentre il cibo non digerito, viene espulso dal cieco. Questo, pieno di microrganismi e batteri salutari vengono ritrasformati in modo che il coniglio li possa digerire sotto forma di ciecotrofi mangiandoli.

    La maggior parte delle volte mangeranno i ciecotrofi subito. Se avete un coniglio in salute e segue una buona dieta potreste non accorgervene neppure. In ogni caso è un agglomerato di palline nere luccicanti che somiglia ad una mora (ci spiace aver rovinato così l’immagine della mora!).

Problemi

Controllate regolarmente la pupù del coniglio per vedere che non ci sia nulla di anomalo. Le palline fecali sono troppo piccole, troppo dure o non uniformi? Sono tenute insieme da del pelo? Sono di un colore diverso dal solito?

I principali problemi collegati alle feci sono dovuti ad una dieta sbilanciata. Provate a modificare alcune cose nel modo in cui nutrite il coniglio ma non fate grossi cambiamenti tutti in una volta. Una dieta bilanciata per un coniglio consiste per il 90% di buon fieno di qualità, una piccola manciata di pellet e un po’ di frutta fresca e verdure (la quantità dipende dalle dimensioni del vostro coniglio). Dovrà anche avere accesso illimitato all’acqua in ogni momento.

Se pensate che ci sia qualcosa che non va, potete provare a cambiare il tipo di verdura. Invece di peperoni e carote, provate con delle verdure meno zuccherine e più fibre come i broccoli, il cavolo, spinaci e altre verdure a foglia verde. Attenzione anche a dare troppo da mangiare al vostro coniglio o a dar loro dei cibi troppo ricchi. Provate a limitare la quantità di pellet e assicuratevi che abbiano sempre un buon apporto di fibre.

Se avete dei conigli a pelo lungo, è inevitabile che a volte ingeriscano del pelo che necessariamente dovrà uscire dalla parte opposta. Se ogni tanto vedete delle palline di cacca con del pelo non c’è nulla di cui preoccuparsi ma se succede diverse volte a settimana allora dovreste spazzolare il coniglio più frequentemente.

La diarrea è un problema molto serio nei conigli soprattutto nei mesi più caldi dell’anno quando le mosche sono attratte dalla pelliccia bagnata e sporca. Depositano le loro uova sul sedere del coniglio e quando nascono le larve, mangiano la carne fresca e rilasciano delle tossine nel loro corpo. Questo può essere fatale ad un coniglio in soli pochi giorni così se notate che il coniglio ha il sedere sporco, dovete pulirlo e poi tenerlo sotto controllo più volte al giorno. Se la diarrea si protrae è meglio che portiate il coniglio dal veterinario.

La cacca di coniglio come letame

Di solito conigli e giardinaggio non vanno d’accordo ma i vostri coniglietti e le loro palline potrebbero essere d’aiuto alle piante. A differenza degli altri fertilizzanti, la cacca di coniglio può essere ditribuita direttamente nelle aiuole dato che non brucia le piante o le loro radici.

Il letame di coniglio contiene fino a 4 volte i nutrienti del letame di mucca o cavallo e due volte quello del letame di gallina ma non hanno molto azoto e quindi non si composta.Un altro vantaggio del concime di coniglio è che continua a rilasciare nutrienti e migliora la struttura del terreno.

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Conigli


Cosa mettere nella borsa del primo soccorso per animali

Per fortuna gli episodi di malessere degli animali sono meno frequenti della norma. Molti di loro, non soffrono di null’altro a parte di qualche zecca occasionale, le pulci o piccole ferite superficiali.

Ciononostante in caso di malattia o ferita, riuscirete a mettere a tacere lo stress assicurandovi che il vostro kit del pronto soccorso sia ben organizzato e pronto all’evenienza. Molte problematiche richiedono una diagnosi e un trattamento veterinario ma se si tratta di problemi minori o non veterinari potete tranquillamente gestirli.

Ciò di cui avrete bisogno dipende molto dal tipo di animale ma iniziamo con dei classici veterinari.

Il kit di primo soccorso non è completo senza…

  • Fasciature – autoadesive o a strappo, 2.5 e 5cm di larghezza
  • Compresse di garza assorbenti non adesive (5cm x 5cm, o più piccole per i porcellini d’india, conigli, ecc)
  • Garza sterile assorbente
  • Salviette per sterilizzare
  • Unguento antisettico e spray antibatterico
  • Nastro chirurgico
  • Rotoli di cotone, garze, bastoncini cotonati e batuffoli di cotone
  • Forbici – un paio con punta smussata e un paio con lama curva
  • Uno strofinaccio spesso o una coperta
  • Guanti monouso
  • Pinzetta per rimuovere le zecche
  • Iodio per il trattamento delle piccole ferite (incluse le zecche)
  • Pettinino per pulci
  • Tagliaunghie
  • Lavaggio per occhi sterile – per pulire gli occhi dalla polvere
  • Una borraccia d’acqua piena per lavare le ferite e lo sporco e per idratazione
  • Un detergente delicato – da utilizzare con l’acqua
  • Polvere astringente – arresta il sanguinamento quando si spezzano le unghie
  • Farina di mais (maizena) – per arrestare i sanguinamenti di piccole ferite o abrasioni
  • Diphenhydramine (o Benadryl) – un antistaminico per leggere reazioni allergiche
  • Un termometro per animali
  • Un’agendina con il numero di telefono del veterinario e altri numeri d’emergenza
  • Biscottini – molto utili per premiare e rassicurare un animale che è appena stato medicato, bendato o altro!
  • Dovreste anche tenere una scorta di polvere anti acari e pulci e tavolette contro i parassiti intestinali
  • Per gli animali più piccoli sarà utile una siringa alimentare per somministrare acqua o cibo liquido agli animali che si rifiutano di mangiare o che sono impossibilitati a bere
  • Una lente d’ingrandimento può servire per esaminare le ferite o le infestazioni su roditori, conigli o nelle gabbie degli uccelli.

Gatti e Cani

Elementi aggiuntivi utili per cani e gatti sono il collare elisabettiano che evita che si grattino le ferite o che si tolgano i bendaggi. Il diametro del collare dipende dalle dimensioni dell’animale.

Anche una museruola può essere un utile elemento da inserire nel kit di pronto soccorso perché anche il cane più pacifico se spaventato o con dei forti dolori può mettersi sulla difensiva. Potete acquistare delle mascherine per gatti con lo stesso scopo.

Pronto Soccorso per Uccelli

Molti oggetti elencati sopra sono ugualmente utili per medicare gli uccelli. Elementi aggiuntivi potrebbero essere un retino apposito per la cattura se spaventati o per uccelli selvatici nelle gabbie o voliere.

Uno stick astringente è uno strumento utile per bloccare il sanguinamento delle ferite causato da penne o artigli rotti. A differenza dei mammiferi, gli uccelli non hanno sufficienti agenti di coagulazione nel sangue e anche le ferite che sembrano insignificanti possono essere fatali. Lo stick astringente bloccherà subito il flusso.

Una gabbia sanitaria aiuterà a ridurre i rischi di contagio se uno dei vostri uccelli dovesse ammalarsi. Ci sono varie marche disponibili nei negozi e il vostro veterinario saprà consigliarvi il modello più adatto a seconda del tipo di uccello.

E’ anche possibile acquistare delle gocce d’Invermectina dal veterinario. Questo medicinale uccide i parassiti interni ed esterni insieme agli acari. E’ anche usato sulla pelliccia, orecchie nei piccoli mammiferi come criceti, gerbilli e porcellini d’india.

E’ una buona idea tenere una tronchese nel kit medico, dato che a volte gli uccelli rimangono intrappolati in reti abbandonate o usate per appendere giochi o altre cose.

Aghi e cauterizzatori per le penne possono essere strumenti utili ma sono di precisione e richiedono pratica. Chiedete al vostro veterinario in esotici per un consiglio.

Il Fai Da Te non sempre è la soluzione migliore

Il primo soccorso è valido solo per problemi minori ma in caso d’emergenza è solo un modo per tamponare la situazione prima di consultare un veterinario. Qualunque malattia richiede una vera e propria visita veterinaria.

Un kit di pronto soccorso ben organizzato può però risparmiarvi parecchio tempo e preoccupazioni in caso di parassiti, piccole ferite e altre situazioni in cui un approccio rapido Fai Da Te è efficace.

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Cani


Attività da svolgere a casa con i bambini e i vostri animali

CUCINATE PER I VOSTRI PET

Una giornata piovosa è il momento ideale per passare del tempo in cucina e preparare qualcosa per i vostri animali. Che ne dite di questi pancakes per cani? O questi bocconcini fatti in casa per criceti? Assicuratevi che la ricetta sia adatta per degli animali e ricordatevi di non eccedere con i bocconcini ai vostri pet.

SCOPRI NUOVI GIOCHI DA FARE CON IL TUO GATTO

Approfittate del tempo libero a disposizione e passate qualche ora a giocare con il vostro gatto. Alcuni gatti adulti avranno già dei loro giochi preferiti per intrattenersi ma questo non significa che non abbiano piacere a stare in vostra compagnia e insieme potreste fare qualche attività divertente. Di solito i giochi di caccia sono i preferiti. Oggetti con suoni e movimenti imprevedibili potrebbero attrarre sicuramente l’attenzione del vostro pet, provate con una piuma da sventolare davanti a loro e trascinatela sul pavimento per fargliela rincorrere.

INSEGNATE AL VOSTRO CANE UN NUOVO COMANDO

Di solito si dice che non è possibile insegnare nuovi comandi ai cani anziani ma non è vero. Con il giusto incoraggiamento potrà imparare nuove cose durante tutta la loro vita ed è un ottimo modo per passare insieme del tempo di qualità.

Che ne dite di insegnare al cane ad abbaiare a comando o fare il morto? Perché non andare al parco per giocare con la pallina? Su Youtube ci sono molti tutorial; riempitevi le tasche di bocconcini. Al termine dell’estate preparerete uno spettacolo per amici e familiari.

PAGHETTA

Perché non chiedere ai bambini di aiutarvi a pulire il pollaio in cambio di una paghetta? I pollai Eglu sono facili da pulire e in poco tempo saranno immacolati. Mandateli anche a prendere le uova e preparate assieme il pranzo!

GIOCHI FATTI IN CASA PER CONIGLI

Potrete trovare tanti giochi per conigli nel nostro negozio, ma se avete voglia di fare qualcosa con i vostri bambini potrete trovare tanti materiali in giardino o in giro per casa.

Individuate un salice e raccogliete dei ramoscelli da inserire in una palla o in una corona. I vostri conigli ameranno giocare e sgranocchiare il legno.

Se avete un vecchio strofinaccio e dei jeans da buttare potreste costruire una bambola di pezza per il vostro coniglio. Usate la creatività per fare qualcosa di bello oppure fate semplicemente un nodo a metà di un tessuto robusto in modo che i conigli corrano intorno e lo strappino in pezzi. Assicuratevi di toglierlo prima che lo abbiano definitivamente distrutto così che non lo ingeriscano.

COSTRUITE UNA CORSA AD OSTACOLI PER CRICETI

I criceti amano correre, saltare e arrampicarsi e vi divertirete a creare una corsa ad ostacoli per il vostro pet. Iniziate coll’individuare una zona sicura della casa dove lasciare libero il criceto, lontano dalle porte e dagli altri animali. Potreste farlo in un box oppure restringere un’area con dei libri o altri oggetti pesanti. Assicuratevi che non cadano addosso al vostro animale.

Potete utilizzare i lego per creare lo schema della corsa a ostacoli. I lego sono anche perfetti per fare i salti e scalini. Usate i bastoncini dei lecca-lecca per costruire una scala o una rampa su cui il criceto potrà arrampicarsi. I bastoncini dei lecca-lecca devono essere ben puliti e fate attenzione ad usare una colla che non sia tossica. Potete anche fare dei tunnel o degli angoli in cui nascondersi con dei rotoli di carta igienica e scatole di carte. Incollateli assieme e create un labirinto con degli ostacoli.

Nascondete dei bocconcini per invogliare il criceto ad esplorare! Iniziate con piccole cose e osservate quali parti gli piacciono di più e poi continuate di conseguenza.

SERVIZIO FOTOGRAFICO

Provate a scattare foto dei vostri animali in vari posti. Appendetele su muri bianchi in casa come se fosse un vero servizio fotografico oppure cercate di fare delle foto in esterni nel giardino. Se il vostro animale accetta di indossare dei vestiti, potreste abbigliarli con vari indumenti e cappellini divertenti e poi metterli in posa per la macchina fotografica. Potreste anche aprire un profilo Instagram per mostrare quanto sia carino il vostro pet. Qui troverete dei suggerimenti per fare delle belle foto.

DIPINGERE LE UOVA

Perché limitarsi a Pasqua per divertirsi con le uova? Fate bollire delle uova e lasciatele raffreddare, prendete l’attrezzatura per colorare e lasciatevi ispirare. Potete scegliere un tema da seguire oppure se siete competitivi potreste chiedere agli amici o familiari di giudicare le varie categorie – ”Più Creativa”, ”Più Colorata”, ”Miglior Uovo” ecc.

ARTE ASTRATTA DA CANI

Lasciate sfogare la creatività del vostro cane e fategli creare un’opera d’arte. Prendete dei colori a-tossici a base d’acqua e colorare le zampe del cane. Con dei bocconcini portate il cane su una tela bianca e fatelo camminare sopra creando un’opera astratta. Appensa sarete soddisfatti del risultato lavategli le zampe con dell’acqua. Sarebbe meglio come attività da svolgere all’aria aperta per evitare di sporcare tappeti e mobili.

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Cani


Come prendersi cura dei conigli in estate

L’estate è il miglior periodo dell’anno ma quando le temperature si alzano, è importante assicurarsi che i conigli e le loro casette siano pronte per affrontare il caldo. I conigli sono generalmente animali robusti ma di norma si adattano meglio al freddo che alle alte temperature.

Potreste essere tentati di portare i conigli che tenete all’aperto in casa dove c’è l’aria condizionata per farli stare al fresco ma i bruschi sbalzi di temperatura sono più dannosi che non restare all’aperto. Dovete anche sapere che i conigli possono morire per infarto e dovete essere certi di fare tutto il possibile per prevenirlo.

La gabbia

La cosa più facile da fare per assicurarsi che i vostri conigli stiano bene anche con il caldo intenso è prendere una gabbia adatta e che li faccia stare al fresco. La gabbia Eglu Go ha un doppio isolamento che tiene lontano il caldo e all’interno una temperatura relativamente stabile tutto il giorno. Possiede anche un sistema di ventilazione che smuove l’aria nella gabbia senza creare correnti fastidiose.

Un altro fattore importante è l’ombra. Possibilmente posizionate la gabbia dei conigli in una zona ombreggiata del giardino, possibilmente sotto ad un albero o accanto ad un muro che blocchi i raggi del sole. Se avete varie parti del giardino che sono all’ombra in momenti diversi, l’ideale sarebbe poter spostare di conseguenza la gabbia. Questo è semplicissimo grazie a Omlet e al recinto Zippi e il sistema di tunnel. Se non avete ombra naturale, allora dovrete aggiungere delle coperture alle recinzioni per assicurarvi che i vostri conigli possano stare all’aperto senza il sole diretto.

Cibo e Acqua

Assicuratevi che i vostri conigli abbiano sempre acqua fresca a disposizione in gran quantità. Dovrete cambiarla diverse volte al giorno quando fa molto caldo perché i conigli, esattamente come noi, sono molto più invogliati a bere se è fresca e pulita. Riempite delle bottiglie di plastica con dell’acqua e poi mettetele in freezer per alcune ore. Posizionatele poi all’interno del recinto o nella gabbia in modo che ci si possano stendere accanto quando sono accaldati. Preparate un po’ di bottiglie in modo da cambiarle quando si sono riscaldate.

Ai vostri conigli piacerà mangiare qualcosa di fresco e rinfrescante quando il sole è alto. Provate a sciacquare le verdure per i conigli con dell’acqua fredda prima di portarla al recinto.

Spazzolare

Un’altro accorgimento che potete adottare se pensate che l’estate sia un po’ troppo calda per il vostro amico è di rimuovere il pelo in eccesso. Spazzolateli più regolarmente in estate in modo da essere sicuri che non abbiano strati di pelo in eccesso. Se li vedete particolarmente accaldati, potete rinfrescargli le orecchie con acqua fredda (ma non ghiacciata) con una bottiglia spray. Fate attenzione che l’acqua non scenda nel canale uditivo. Un’altra cosa importante da tenere in conto è che probabilmente i vostri conigli non vorranno essere maneggiati durante le ore più calde della giornata; sarà meglio lasciare le ore dedicate al gioco per la sera.

Fly Strike

E’ anche molto importante conoscere i rischi legati ai morsi delle mosche che durante i mesi estivi sono più frequenti. I morsi da mosca sono causate dalle mosche attratte dal pelo umido, dall’urina e dalle feci che depongono le loro uova nella parte inferiore del coniglio. Una volta nati i vermi, dopo poche ore stanno già mangiando la carne viva dei conigli rilasciando delle tossine nel loro corpo. Queste mosche possono uccidere un coniglio in salute se lo lasciate senza supervisione per uno o due giorni. Se vedete che il vostro coniglio cerca di pulirsi a fatica, verificate il suo posteriore ogni giorno e se notate dei segni di morsi di mosca contattate immediatamente il veterinario. Lo stesso vale per il colpo di calore. Non andate in panico e non immergete il coniglio in acqua fredda; piuttosto trasferitelo in casa in una stanza fresca per cercare di abbassare la temperatura corporea e intanto chiamate il veterinario.

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Conigli


Michela e Ippolito provano il nuovo Zippi Tunnel

Michela e Ippolito fanno da tester ufficiali per la nuova linea di prodotti per conigli Omlet Zippi. In foto, il set di Michela è realizzato con una conigliera Eglu Go Hutch con ruote, maniglie e recinto di 2m, Tunnel Doppio Zippi con Kit di Connessione da Conigliera e Recinto e Torretta Portafieno, e Recinto Zippi a Mezza Altezza.

 

Ho visto per la prima volta la pubblicità di Zippi in una delle newsletter di Omlet che arrivano alla mia posta elettronica, mi è piaciuto moltissimo il sistema di tunnel e, avendo già una conigliera Eglu go Hutch, ho deciso di fare un regalo al mio coniglio.

Ho acquistato il set base, due tunnel, una mangiatoia, una gabbia e i relativi connettori. Mi è arrivato a casa in circa una settimana perfettamente imballato. Ho assemblato tutte le parti da sola senza alcuna difficoltà, anche perchè il manuale delle istruzioni è molto chiaro e intuitivo.

 

Il materiale di cui è composto Zippi è di ottima qualità, solido e sembra essere molto resistente nel tempo agli agenti atmosferici.

Infine che dire del diretto interessato? Il mio coniglio ha preso subito confidenza con la nuova evoluzione della sua conigliera. Corre avanti e indietro dai due tunnel passando dal recinto alla gabbia, ama rimanere sdraiato nel tunnel con la testolina che spunta fuori, poi si affaccia dalla mangiatoia per spiare l’esterno, insomma è sempre indaffarato e stimolato, fa movimento e soprattutto non sia annoia!

Grazie Omlet, sono davvero molto soddisfatta!

Michela

No comments yet - Leave a comment

This entry was posted in Conigli